Archivio | maggio 2020

Filo sottile – Thin wire


Filo sottile

Un filo sottile
lega pensieri
ed accende parole
in vetta al cuore
prima di chiudere
gli occhi
nel silenzio languido
della notte

29.01.2017 Poetyca

Thin wire

A thin wire
alloy thoughts
and turns on words
the summit of the heart
before closing
the eyes
into

languid silence
of the night

01/29/2017 Poetyca

Tu conosci – You know


Tu conosci

Tu sai chi io sono,
mentre altri
non guardano i miei occhi.

Tu sai prendere la mia mano,
mentre altri mostrano
solo un pugno chuso.

Tu accarezzi e sostieni,
mentre altre persone
prendono tutto e poi fuggono.

Tu sei amore,
che guarda dentro la mia anima
e che mi permette di amare,
senza confini ed oltre
tante inutili parole.

Noi danziamo
come stelle gemelle
di ogni lunga notte
per portare dono
a chi si è perduto
e non trova la via del cuore.

19.12.2008 Poetyca

You know

You know who I am,
while others
do not watch my own eyes.

You know take my hand,
while others show
Only a handful closed.

You caresses and support,
while others
take everything and then fleeing.

You are love,
looking inside my soul
and that allows me to love,
without borders and beyond
many unnecessary words.

We danced
like twin stars
all night long
to bring a gift
who has lost
and can not find the path of heart.

19.12.2008 Poetyca

Grazie vita – Thanks life


Grazie vita
Metti in tasca
le tue paure
per poi lanciarle
oltre confine
e guarda il cielo
con occhi nuovi
perché tra le stelle
puoi dire
Grazie vita

27.01.2017 Poetyca

Thanks life

Put in your pocket
your fears
and throw
beyond the border
and looks at the sky
with new eyes
because among the stars
can you say
Thanks life

27/01/2017 Poetyca

Pratica Zen – Zen practice – Shunryu Suzuki


🌸Pratica Zen🌸

“La pratica Zen è
prendere cognizione
della nostra piccola mente. ”

Shunryu Suzuki
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Zen practice

“Zen practice is
to open up
our small mind.”

Shunryu Suzuki

Il derviscio – The dervish – Storia Sufi


Il derviscio

Un giorno un derviscio dalla mentalità convenzionale, prodotto di un’austera scuola religiosa, stava passeggiando lungo un corso d’acqua, completamente assorto in problemi teologici e morali, perché quella era la forma che l’insegnamento sufi aveva assunto nella comunità cui apparteneva. Per lui la religione emotiva corrispondeva alla ricerca della Verità Suprema.
All’improvviso il filo dei suoi pensieri fu interrotto da un forte grido: qualcuno stava ripetendo l’invocazione derviscia. “Non serve a niente”, si disse, “perché quell’uomo pronuncia male le sillabe. Anziché salmodiare YA HU, dice U YA HU …”.
Il derviscio ritenne allora che fosse suo dovere – lui che aveva studiato con tanto zelo – correggere quel poveretto che sicuramente non aveva avuto l’opportunità di essere guidato nel modo giusto, e che probabilmente faceva solo del suo meglio per entrare in armonia con l’idea sottesa nei suoni.
Noleggiata una barca, remò in direzione dell’isola donde sembrava provenire la voce.
In una capanna di canne scorse, seduto per terra, un uomo vestito da derviscio che si dondolava al ritmo della ripetizione della formula iniziatica. “Amico mio”, gli disse, “la tua pronuncia è sbagliata. Mi incombe dirtelo perché è meritevole dare consigli e altrettanto meritevole accettarli. Ecco come devi pronunciare”. E glielo spiegò.
“Grazie”, disse l’altro con umiltà.
Il primo derviscio risalì in barca, molto soddisfatto di aver compiuto una buona azione. Dopo tutto, non è detto che colui che riesce a ripetere correttamente la formula sacra possiede anche il potere di camminare sulle acque? Il derviscio non aveva mai visto nessuno compiere un simile prodigio, ma aveva sempre sperato, per qualche ragione, di riuscirci prima o poi.
Dalla capanna non arrivava più alcun suono; tuttavia, era convinto che la lezione aveva dato i suoi frutti.
Fu allora che udì un U YA pronunciato con esitazione: il derviscio dell’isola si era messo nuovamente a pronunciare la formula a modo suo…
Mentre il primo derviscio era assorto nelle sue riflessioni, meditando sulla perversità degli uomini e sulla loro cocciutaggine nel perseverare nell’errore, i suoi occhi scorsero uno strano spettacolo: il derviscio della capanna aveva lasciato la sua isola e stava venendo verso di lui camminando sulla superficie dell’acqua…
Stupefatto, smise di remare. L’altro lo raggiunse e si rivolse a lui con queste parole: “Fratello, perdonami se ti importuno, ma sono venuto a pregarti di insegnarmi ancora una volta il modo corretto di ripetere l’invocazione, perché ho difficoltà a ricordarlo”.

Storia Sufi


The dervish

One day a dervish from the conventional wisdom, the product of an austere religious school, was walking along a water course, completely absorbed in theological and moral issues, because that was the shape that the Sufis had taken training in the community to which he belonged. For him religion emotional corresponded to the pursuit of the Supreme Truth.
Suddenly the train of thought was interrupted by a loud cry: someone was repeating the invocation dervish. “There’s no point,” he said, “because the man mispronounced syllables. Instead of chanting HU YA, YA U HU says …”.
The dervish then felt it his duty – he had studied with such zeal – that certainly does not fix the poor fellow had had the opportunity to be guided in the right way, and probably only did his best to be in harmony with the ‘ idea behind the sounds.
Chartered a boat, rowed towards the island from whence the voice seemed to come.
In a reed hut he saw, sitting on the floor, a man dressed as a dervish who swayed to the rhythm of repetition of the formula initiation. “My friend,” he said, “Your pronunciation is wrong. I tell lies because it is worthwhile to give advice and accept them just as deserving. Here’s how you say”. And he told her.
“Thanks,” said the other humbly.
The first dervish got into the boat, very happy to have done a good deed. After all, it is said that he who fails to correctly repeat the sacred formula also has the power to walk on water? The dervish had never seen anyone perform such a miracle, but he had always hoped for some reason, to succeed sooner or later.
From the hut could no longer any sound, however, was convinced that the lessons had paid off.
It was then that he heard a U YA pronounced hesitation, the dervish of the island was once again put to utter the formula in his own way …
While the former dervish was absorbed in thought, meditating on the perversity of men and their stubbornness to persevere in error, his eyes saw a strange sight: the dervish of the hut had left his island and was coming toward him walking on the surface of the water …
Stunned, he stopped rowing. The other joined him and addressed him with these words: “Brother, forgive me if I importune, but I came to ask you once again to teach the proper way to repeat the prayer, because I have trouble remembering.”

Sufi Story

Cuore aperto – Open heart


Cuore aperto
Un cuore aperto sa guardare
dove gli occhi non riconoscono la via:
vibrante scia di stelle che colora
nella notte della nostra attesa
ogni angolo di cielo
ed illumina nel silenzio
ogni nostra ricerca interiore
07.02.2011 Poetyca
☀.❀.☀♥ƸӜƷ ♥♥♥ ☠ ♥✿⊱

Open heart
An open heart is able to look
where the eyes do not recognize the street:
vibrant colors that trail of stars
on the night of our wait
every corner of the sky
and illuminates the silence
all our soul searching
07.02.2011 Poetyca

Continuo…Continued …


Continuo…

Tolta dal grigio.
La notte:
viso sereno
ed occhi lucenti
squarciano
Il cielo

Sorrisi profondi
mi sorreggono
– non importa
quando lungo sia questo cammino-

Continuo ad esserci.

13.06.2002 Poetyca

Continued …

Removed from gray.
The night:
serene face
and bright eyes
rip
The sky

Smiles deep
I hold
– No matter
when this journey is long-

I continue to be there.

13.06.2002 Poetyca

Saltimbanco girovago – Itinerant mountebank


Saltimbanco girovago

Sembra di vederlo
sbucare dal nulla :
saltimbanco girovago
con in mano lo scettro della dignità
conosce le parole
le modula in gorgheggio
mentre la nota stridula suona
dentro ogni cuore chiuso nel laccio
della mediocrità

E’ lui che avanza
e socchiusi gli occhi scava
nell’elenco spicciolo
di tutte le tue meschinità
– ti conosce e scruta
ogni nascosto segreto –
mentre l’universo palpita
ed allunghi uno spicciolo
che taciti la coscienza torbida

Nei suoi occhi una luce
che allunga proiezioni
ed immagini arcane
di chi conosce e sorride
di chi ha risposte senza prezzo
che non raccolgono domande
in un tempo senza affanno
perché non è il denaro
che compra la felicità

16.03.2004 Poetyca

Itinerant mountebank

Seem to see him
out of nowhere:
itinerant mountebank
holding the scepter of dignity
knows the words
modulates the warble
while the shrill note sounds
in every heart in the closed loop
mediocrity

And ‘he who advances
and half-closed eyes digs
list penny
of all your meanness
– You know, and discerning
every hidden secret –
as the universe pulsates
and stretch a penny
and tacit awareness cloudy

In his eyes light
stretching projections
arcane and images
who knows and smiles
of respondents with no price
questions that do not collect
at a time without worry
because there is money
who buys happiness

16.03.2004 Poetyca

Lezione di vita – Life lesson


Lezione di vita

La vita non tace
la sua lezione
ma dove sono i nostri occhi
distratti a cercare
dove le cose inutili avanzano

Dove sono le nostre orecchie
che ascolta voci confuse
venute da lontano

Tutto è adesso
briciola di tempo
senza nome

Guarda ed ascolta
dentro te stesso
in un silenzio
denso di essenza
dove tutto è
pulsare vibrazione

Ecco il senso
che solo tu
puoi svelare

Cuore bambino
nascosto sotto la polvere
di attaccamenti e paure
apri gli occhi e rincorri
l’ultimo arcobaleno
che insegna a sperare

16.02.2011 Poetyca

Life lesson

Life do not silent
his lesson
but where are our eyes
distracted to seek
where unnecessary things forward

Where are our ears
who hears voices confused
came from afar

Everything is now
crumb of time
nameless

Watch and listen
within yourself
in silence
dense core
where everything is
pulsating vibration

This is the meaning
that just you
can reveal

Heart baby
hidden under the dust
of attachments and fears
Open your eyes and chases
to last rainbow
that teaches us to hope

16.02.2011 Poetyca

Il confine – Over fuss


🌸 confine🌸

Senza chiasso
in armonia
per giungere
poi lontano

Un attimo
nella gioia
apro ali
nello spazio

20.05.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Over fuss

Over fuss
in harmony
to get there
then far away

A moment
in great joy
open wings
in the space

20.05.2020 Poetyca

Briciole d’emozione – Crumbs of emotion


Briciole d’emozione

Spiando
gli occhi tuoi
raccolgo
briciole d’emozione
per nutrire
questo giorno
e dare direzione
a passi e voli
oltre il confine

03.11.2016 Poetyca

Crumbs of emotion

Spying
thine eyes
I gather
emotion crumbs
to nourish
this day
and give direction
leaps and flights
over the border

03/11/2016 Poetyca

Verso le vacanze



Verso le vacanze

Onde cristalline percorrono
sabbia al sole.
Aliti di vento viaggiano
su surf natanti lontano.
Mare che dispiega i suoi fragori.
Gente che mantiene le distanze.
Ma che serena può ritornare
a godersi la vita.
Non si vogliano compiere
contagianti azioni.

Giuseppe Bustone

Respirando – Breathing


🌸Respirando🌸

Nel silenzio
mi adagio
in vibrante
ricercare
senza tempo

20.05.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Breathing

In silence
I can rest
in vibrant
research
timeless

20.05.2020 Poetyca

Felicità – Happiness – Dale Carnegie


🌸Felicità🌸

Ricorda che la felicità
non dipende da chi sei
o da cosa hai.
Dipende solamente
da cosa pensi.

Dale Carnegie
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Happiness

Remember that happiness
it doesn’t depend on who you are
or what do you have.
It just depends
what do you think.

Dale Carnegie

Le fiabe dell’inganno – The tales of deceit


Le fiabe dell’inganno

Risvegliata infanzia
che non conosceva l’inganno
– celato dalla fiaba –
si mascherava
solo una bugia
tra velate verità
e dolci infetti
dalla malattia
di chi vede troppo presto
di chi cerca quel che non dovrebbe
e offre sorrisi e caramelle
per fare aprire gli occhi
e chiudere per sempre
il libro mai concluso
e che non serve a niente
– solo a cadere nella tela
di un ragno che ti chiude gli occhi –
e la bocca che non deve raccontare
che non credi più
alle fiabe che sanno
solo mentire

09.01.2004 Poetyca

The tales of deceit

Awakened childhood
he did not know the trick
– The hidden story –
is masked
just a lie
between veiled truth
infected sweet
the disease
of those who see too early
looking for what should not
offering smiles and sweets
To open your eyes
and close forever
the book never ended
and that no use
– Only to fall into the canvas
a spider that you close your eyes –
and the mouth should not tell
who no longer believe
the stories they know
only lie

09.01.2004 Poetyca

Sfoghi prima di andare a nanna


Foto di Giuseppe Bustone

Sfoghi prima di andare a nanna


Vi sono situazioni in cui si crede di stare facendo la cosa giusta mentre intorno c’è chi minimizza e ci fa sentire inadeguati. Tu al loro posto faresti soltanto dei sinceri complimenti. No?
Poi, momenti di imbarazzo in cui l’imbarazzato sei tu. E gli altri hanno un sogghigno goduto e malizioso se non maligno.
Per fortuna ci sono persone che in maniera più equilibrata ci riconoscono meriti, e sottolineano nostri errori, ma senza ferirci.
Per fortuna al mondo non ci sono solo stronzi!

Giuseppe Bustone

Nel profondo – In deep


Nel profondo

Non tocchi l’abisso
scendendo
nel profondo
del tuo Essere
ma tesori sconosciuti
dimenticati
in angoli remoti
Accendi Luce
da sempre
in te

02.11.2016 Poetyca

In deep

Do not touch the abyss
down
in deep
of your Being
but unknown treasures
forgotten
in remote corners
Turn on the light
always
in you

02/11/2016 Poetyca

Silenzio – Voiceless


Silenzio

Si consumano parole
come grani di sabbia
in una clessidra
Il silenzio
è oggi
come carezza
Scintillio d’anima
nel profondo
degli occhi
Danza lieve
in sussulti
senza voce

30.10.2016 Poetyca

Voiceless

You consume words
as grains of sand
in an hourglass
Silence
and today
as caress
Glitter of soul
in deep
Of the eyes
light dance
in jerks
voiceless

10/30/2016 Poetyca

Spalancare le finestre – Open windows – Susanna Tamaro


lucenotte

Spalanca le finestre

“In quella notte all’improvviso mi ero accorta di una cosa, e cioè che tra la nostra anima e il nostro corpo ci sono tante piccole finestre, da lì, se sono aperte, passano le emozioni, se sono socchiuse filtrano appena, solo l’amore le può spalancare tutte assieme e di colpo, come una raffica di vento.”
Susanna Tamaro – scrittrice

Open windows
“On that night suddenly I realized one thing, namely, that between our soul and our body there are small windows, from there, if they are open, pass the emotions, if they are parted just filter, only the ‘the love can open them all together and suddenly, like a gust of wind. “
Susanna Tamaro – writer

Risveglio – Awakening



Risveglio


D’amore l’alba si veste
con colori e carezze
respira dolcezza al cuore
e se cerchi occhi
nel mattino che nasce
lei ha uno sguardo
immutabile nel tempo
e sempre nuovo
si fa il dono per te
20.01.2003 Poetyca

Awakening
Love the sunrise dress
colors and strokes
breathes sweetness to the heart
and if you’re looking eyes
born in the morning
She has a look
unchangeable
and always new
it is the gift for you
-20.01.2003 Poetyca

Forse – Maybe


 

Forse

Forse si persa
la rotta del cuore
e nel silenzio di un dubbio
vorrei si ritrovasse
la voce che guida

Forse la stella
che resta migliore
e illumina speranza
non smetterà la sua luce

Forse sono solo rovine
di un vecchio mondo
che non vuol cambiare
i passi solcati scavando le lotte

Forse è da pazzi
credere ancora
che dietro le nuvole
arriverà il sole

Forse…
Ma non sarei illusa
a credere che dietro la storia
resterà sempre acceso un cuore

01.03.2003 Poetyca

Maybe

Maybe you lost
the route of the heart
and silence of a doubt
I would find itself
the voice that guides

Perhaps the star
which is better
light and hope
will not stop its light

Maybe I’m just ruins
an old world
Which is not to change
steps furrow struggles

Maybe it’s crazy
still believe
that behind the clouds
comes the sun

Maybe …
But I would not be deluded
to believe that behind the story
will always be on a heart

01.03.2003 Poetyca

Fiamma e specchio – Flame and mirror


🌸Fiamma e specchio🌸

Ogni fiamma
ha bisogno
di essere alimentata

Ogni speranza
di trovare spazio
che la accolga

Abbiamo bisogno
di una visione profonda
in cui specchiarci

Tu sei speranza
fiamma viva
e specchio

17.05.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Flame and mirror

Every flame
needs
to be fed

Any hope
to find space
welcome it

We need
of a deep vision
to mirror ourselves

You are hope
living flame
and mirror

17.05.2020 Poetyca

Dono – Gift


Dono

Per ogni istante
che tu mi regali
accendo gli occhi
ed un sorriso
dal profondo
del cuore
Con te
stelle sparse
illuminano
la mia notte

25.10.2016 Poetyca

Gift

For every moment
that you want to gifts me
I turn my eyes
and a smile
from the depths
of the heart
With you
scattered stars
light
my night

10/25/2016 Poetyca

Nella pace interiore – In inner peace


image

Nella pace interiore

Così giorno dopo giorno
tu non rinunciare,
anche se puoi sentire
le strade cambiare.
Non si perde tempo
quando si può sentire
di non essere mai soli.
Chiudi gli occhi
e riposa
nella pace interiore.

07.06.2016 Poetyca

In inner peace

So day by day
you dont give up,
also if you can feel
changing roads.
Never you lose your time
when you can feel
to be never alone.
You close your eyes
and rest
in Inner peace.

06/07/2016 Poetyca

Religione – Religion – Milarepa


🌸Religione🌸

La mia religione
è vivere e morire
senza rimpianti.

Milarepa
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Religion

My religion
is to live and die
without regret.

Milarepa

Attraverso il cuore – Through the heart


Attraverso il cuore

La vita cambia ogni istante,
siamo noi che non ci accorgiamo di questo:
oggi tu sei un uomo, ma tu ieri eri un bambino.
La vita rimane sono un sogno, una grande illusione,
se noi non apriamo gli occhi e iniziamo a vedere tutto
…ma attraverso il cuore.
Chi siamo noi?
Sognatori che cercano un senso,
un sentiero nell’erba per trovare la strada,
la vera strada che conduce direttamente al cuore.
Questo è il vero viaggio:
Amare e lasciare alle nostre spalle tutte le domande.

08.05.2012 Poetyca

 

Through the heart

Life changes every minute,
we who are not aware of this:
today you are a man, but yesterday you were a kid.
Life is still a dream, a grand illusion,
unless we open our eyes and we begin to see everything
But … through the heart.
Who are we?
Dreamers who seek a sense,
a path in the grass to find the road,
the true path that leads directly to the heart.
This is the real journey:
To love and leave behind us all the questions.

08.05.2012 Poetyca

Sgretolare il dolore – Chip away the pain


Sgretolare il dolore

Il dolore si attraversa, si guarda in faccia: meglio della fuga, della negazione.
Si potrebbe provare rabbia se questo dolore è inflitto da altri, si potrebbe provare senso di colpa,
ma è importante non ignorarlo ed affrontare, sgretolare quel peso che a volte si porta dentro da anni.
Liberarsi dal dolore è imparare ad abbracciarlo, a conviverci, a capire che non tutto è dolore assoluto ma che esiste anche una fenditura che fa penetrare luce e compassione.

16.11.2012 Poetyca

Chip away the pain

The pain you cross, you look in his face better to escape,of denial.
You might feel angry if pain is inflicted by others, you could try guilt,
but it is important not to ignore it and face, chip away at the weight that sometimes goes in for years.
Rid of pain is to learn to embrace it, to live, to understand that not everything is absolute pain but that there is also a crack to penetrate light and compassion.

16.11.2012 Poetyca

Barriere – Barriers


Barriere

Impigliata
nelle parole
vive sempre
nascosta
la nostra sottile
interpretazione
Non esistono
orecchio
od occhio
capaci
di accogliere
davvero
Solo un cuore
aperto a tutto
depone
il pregiudizio
abbattendo
tutte le barriere

27.06.2016 Poetyca

Barriers

Entangled
in the words
lives forever
hidden
our thin
interpretation
They do not exist
ear
or eye
capable
to welcome
really
Only a heart
open to all
deposes
the prejudice
breaking down
all barriers

27/06/2016 Poetyca

Un sorriso nuovo – A new smile


Un sorriso nuovo

Nel grande silenzio
di questa nuova alba
l’anima spicca il volo
nel cuore sono luci
come infinito riflesso
di stelle che dal cielo
scivolano negli occhi

Inganno ed illusione
strisciano lontano
perchè parole non dette
ricamano adesso
musica e danza
sulla sponda frastagliata
di un sorriso nuovo

27.05.2012 Poetyca

A new smile

In the great silence
of this new dawn
the soul takes flight
in the heart are lamps
as infinite reflection
of stars from the sky
slip in the eye

Deception and illusion
crawl away
because unspoken words
now embroider
music and dance
on the jagged edge
of a new smile

27.05.2012 Poetyca