Archivio | 01/06/2020

La barca vuota – Clouds diverted – Maestro Zen, Lin-tsi


La barca vuota

“Quando ero giovane, mi affascinava andare in barca.
Avevo una piccola barca e da solo me ne andavo sul lago; rimanevo lì per ore a meditare sulla calma del lago.
Un giorno ero rilassato ad occhi chiusi ed una barca vuota sospinta dalla corrente colpì la mia.
I miei occhi erano chiusi per cui pensai che qualcuno mi fosse venuto addosso e mi arrabbiai, poi aprì gli occhi e stavo per assalire con furia quell’uomo, ma mi resi subito conto che la barca era vuota.
A quel punto rimasi paralizzato – su chi potevo riversare la mia rabbia? – Era assurdo riversare la rabbia su una barca vuota. Perciò chiusi gli occhi e contattai la mia rabbia che era presente perché non trovò via d’uscita ed usai tale sentimento per entrare all’interno, sull’onda di quella rabbia, e quella barca vuota divenne la mia realizzazione.
In quella giornata toccai un punto di me stesso: quella barca vuota fu il mio Maestro.
E adesso se qualcuno con la sua barca mi urta e mi insulta io sorrido e dico che anche questa barca è vuota.
Chiudo gli occhi e vado dentro.”

Maestro Zen, Lin-tsi

The empty boat

“When I was young, I was fascinated by boating.
I had a small boat alone and I went on the lake, stood there for hours to meditate on calm lake.
One day I was relaxed with closed eyes and an empty boat driven by the current hit mine.
My eyes were closed so I thought someone had come upon me and I was angry, then opened his eyes and was about to attack with fury man, but I soon realized that the boat was empty.
At that point I was paralyzed – over who could pour out my anger? – It was absurd to pour out anger on an empty boat. So I closed my eyes and I contacted my anger that was present for he found no way out and I used to get that feeling in the wake of the anger, and the empty boat became my realization.
On that day I touched a point to myself: the empty boat was my Master.
Now if someone hits me with his boat and insults me I smile and say that this boat is empty.
I close my eyes and go inside. “

Zen teacher, Lin-tsi

I vasi – The vessels – Esopo


favolediesopo

I vasi – Esopo

Un vaso di terra cotta e un vaso di rame
galleggiavano trascinati dalla corrente di un fiume.
Il vaso di terra cotta diceva a quello di metallo:
<< Nuota al largo, non al mio fianco,
perché, anche se non ho nessuna voglia di toccarti,
basta che tu mi tocchi ed io vado in frantumi. >>
Insicura è la sorte del debole che ha per vicino un potente.

The vessels – Aesop

A vase of terra cotta and a Copper Vase
They floated carried by the current of a river.
The terra cotta pot said to the metal:
<< Swims off, not by my side,
      because, although I do not want to touch you,
     I just touch me and I go to pieces. >>
Uncertain is the fate of the weak who for a powerful close.

Sogni nuovi – New dreams


Sogni nuovi

Avrei da dire
gioie e dolori
disciolti
in parole nuove
Sogni antichi
da afferrare
donando amore
a chi ad occhi socchiusi
ancora crede

07.04.2017 Poetyca

New dreams

I would have to say
joy and pain
dissolved
new words in
ancient dreams
to grasp
giving love
who with half-closed eyes
still believe

04/07/2017 Poetyca

Lacrime e sorrisi – Tears and smile


🌸Lacrime e sorrisi🌸

Lacrime e sorrisi
questo è il percorso
a volte cadi
ma sei sempre pronto
a rialzarti con coraggio
e il desiderio indomito
di ricominciare

Tutto
ha un senso
ed ogni ferita è
un segno indelebile
delle tue accettate
scommesse
con la vita

24.05.2020 Poetyca
🌸🍃🌸#Poetycamente
🌸Tears and smiles

Tears and smiles
this is the path
sometimes you fall
but you are always ready
to get up with courage
and the indomitable desire
to start again

Everything
makes sense
and every
injury is
an indelible sign
of your accepting
bets with life

24.05.2020 Poetyca

Due mondi – Two Worlds


Due mondi
Dell’allodola conosco il canto
che dona al mattino nuovo colore
Allargando le braccia
respiro sognando
sul filo del tempo
che racchiude due mondi
Resto in attesa
di mute parole
intrise d’emozione
mentre guardo fuori
Passi tra volti
che sconosciuti
carpiscono i tuoi occhi
Realtà distanti
che non leggono
il tuo dolore
Tenerezze aprono corolle
spandendo intorno
il tuo cuore
06.04.2003 Poetyca
Two Worlds

Know the lark singing
that gives new color in the morning
Spreading his arms
breath dreaming
on the edge of time
containing two worlds
I look forward
mute words
imbued with emotion
As I look out
Steps between faces
and unknown
steal your eyes
Distant reality
who do not read
your pain
Tenderness open corollas
spreading around
your heart
06.04.2003 Poetyca

Liberi voli – Free flight


Liberi voli
Gioiosa forza
il cuore alimenta
passo e valico
nell’arrampicata
verso il libero orizzonte
Come ali
tutto accarezza l’occhio
in un respiro di liberi voli
14.01.2003 Poetyca
Free flight

Happy force
feeds the heart
Mountain passes
in climbing
towards free horizon
How wings
Shakes all the eye
a breath of free flight
14.01.2003 Poetyca

La verità – The truth – Osho


La verità

Tu non sei il corpo in perenne mutamento, non sei la mente e il suo flusso incessante di pensieri – è un processo – non sei le emozioni che vanno e vengono. Tu sei ciò che rimane e rimane e rimane. Il corpo va e viene, la mente va e viene; Quello che resta sempre nascosto dietro tutto ciò è la verità.

Osho “Yoga: amore e meditazione”

The truth

You are not the body in perpetual change, you are not the mind and its incessant flow of thoughts – it is a process – you are not the emotions that go and come. You are what remains and remains and remains. The body goes and goes, the mind goes and goes; What remains hidden behind all this is the truth.

Osho “Yoga: Love and Meditation”

Vita – Life – Sharon Salzburg


🌸Vita 🌸

“La vita è come un caleidoscopio
in continua evoluzione.
Un leggero cambiamento
e tutti gli schemi si alterano.”

Sharon Salzberg
🌸🌿🌸#pensierieparole
Life

“Life is like an ever-shifting kaleidoscope.
A slight change and all patterns alter.”

Sharon Salzberg