Archivio | 25/10/2020

Tu non sei la tua mente – You are not your mind – Carlos Castaneda


caleido5

Tu non sei la tua mente

“Non che lo farò, don Juan”, dissi, “ma quale sarebbe il criterio per sapere che sono morto? A meno che tu non voglia veramente la mia morte fisica”.
Don Juan: “No, non voglio la tua morte fisica. Voglio la morte della tua personalità. Sono due cose molto diverse. In essenza, la tua personalità ha ben poco da spartire con il tuo corpo. La tua personalità è la tua mente, e credimi, tu non sei la tua mente”.
Carlos Castaneda

You are not your mind
“Not that I do, don Juan,” I said, “but what would be the criterion for knowing that they are dead? Unless you really do not want my physical death.”
Don Juan: “No, I do not want your physical death. Want the death of your personality. They are two very different things. Essentially, your personality has little to do with your body. Your personality is your mind, and believe me, you are not your mind. “
Carlos Castaneda

La risposta del morto – The Dead Man’s Answer – Storia Zen


42. La risposta del morto

Quando Mamiya, che divenne in seguito un famoso predicatore, andò da un insegnante per farsi istruire, gli fu chiesto di spiegare il suono di una sola mano.

Mamiya meditò intensamente quale potesse essere il suono di una sola mano. «Non ti applichi abbastanza» gli disse l’insegnante. «Sei troppo attaccato al cibo, alla ricchezza, alle cose e ai loro suoni. Sarebbe meglio se tu morissi. Questo risolverebbe il problema».

Quando Mamiya si presentò all’insegnante la volta successiva, quello gli domandò di nuovo che cosa avesse da dire a proposito del suono di una sola mano.

Subito Mamiya si lasciò cadere giù come se fosse morto. «Sei proprio morto» osservò allora l’insegnante. «Ma che mi dici di quel suono?».

«Quello non l’ho ancora risolto» rispose Mamiya alzando lo sguardo.

«I morti non parlano» disse l’insegnante. «Vattene!».

101 Storie Zen

The Dead Man’s Answer

When Mamiya, who later became a well-known preacher, went to a teacher for personal guidance, he was asked to explain the sound of one hand.

Mamiya concentrated upon what the sound of one hand might be. “You are not working hard enough,” his teacher told him. “You are too attached to food, wealth, things, and that sound. It would be better if you died. That would solve the problem.”

The next time Mamiya appeared before his teacher he was again asked what he had to show regarding the sound of one hand. Mamiya at once fell over as if he were dead.

“You are dead all right,” observed the teacher. “But how about that sound?”

“I haven’t solved that yet,” replied Mamiya, looking up.

“Dead men do not speak,” said the teacher. “Get out!”

101 Zen stories

La malattia della felicità – The disease of happiness – Johanne Razananahay e Christian Tal Schaller


Copia (2) di felicita

La malattia della felicità

Attenzione! Una nuova pandemia mondiale sì sta diffondendo a velocità vertiginosa. L’OMB (Organizzazione Mondiale del Benessere) prevede che ci saranno milioni di casi nei prossimi anni.

Ecco gli agghiaccianti sintomi di questa devastante malattia:

1 Tendenza a lasciarsi guidare dalla propria intuizione anziché dalle paure, dalle idee ricevute e dai condizionamenti del passato.

2 Mancanza totale d’interesse a giudicare gli altri e/o se stessi e a interessarsi a tutto ciò che genera conflitti.

3 Perdita completa della capacità di “stare in ansia” (questo rappresenta uno dei sintomi più preoccupanti).

4 Piacere costante nell’apprezzare le cose e gli esseri viventi così come sono.

5 Desiderio intenso di trasformare se stessi per gestire positivamente i propri pensieri, le emozioni, il corpo fisico, la vita materiale e il proprio ambiente in modo da sviluppare incessantemente il proprio potenziale di salute, di creatività e di amore.

6 Attacchi continui di voglia dì sorridere e di dire grazie. Questi attacchi provocano una sensazione di unità e di armonia con tutto ciò che vive.

7 Apertura progressiva ed inarrestabile verso lo spirito dell’infanzia, la semplicità, il ridere e l’allegria.

• 8 Episodi sempre più frequenti di comunicazione con l’Anima o lo Spirito, la non dualità.

9 Piacere a far la parte del «guaritore portatore di gioia e di luce» piuttosto che quella del «critico» o dell’«indifferente».

10 Capacità di vivere da solo, in coppia, in famiglia e in comunità nella fluidità e nell’uguaglianza, senza essere dominati, voler dominare o essere salvatori di nessuno.

11 Sentimento di responsabilità e di felicità nel poter offrire al mondo i propri sogni di un futuro abbondante, armonioso e pacifico.

12 Accettazione assoluta della propria presenza sulla terra e della volontà di scegliere, ad ogni istante, il bello, il buono, il vero e il vivo.

Se volete poter continuare a vivere nella paura, la dipendenza, i conflitti, la malattia e il conformismo, evitate ogni contatto con persone che presentano questi sintomi!
Questa malattia è estremamente contagiosa. Se presentate alcuni di questi sintomi sappiate che la prognosi è molto pessimista giacché il processo del male è quasi sempre irreversibile.
I diversi trattamenti medici possono far sparire temporaneamente alcuni dei sintomi ma non possono opporsi alla progressione ineluttabile del male. Non esiste a questa ora nessun vaccino anti-felicità.
Visto che questa terribile malattia provoca anche una sostanziale diminuzione della paura di morire, che è una delle credenze fondamentali sulle quali poggia la società materialista moderna, sono previsti i seguenti seri disturbi sociali:
• Sciopero dello spirito bellicoso e del bisogno di aver ragione;
• Raggruppamenti di persone felici che cantano e ballano e celebrano la vita;
• Cerchi di condivisione e di guarigione;
• Attacchi di riso incontenibile;

• Sedute di sfogo emotivo collettivo.

E proprio verso questi cambiamenti che stiamo andando a grandi passi !!!!!!

Dentro di noi, per affrontare in modo adeguato questo cambiamento, deve avvenire un processo di sviluppo verso una maggior consapevolezza di noi stessi, del nostro processo evolutivo, del nostro ambiente inteso come pianeta ma anche come l’altro .

E’ grazie ad una accresciuta consapevolezza che la Pace, il Rispetto, la Fiducia, la Gioia si realizzano dentro di noi e si manifestano all’esterno permettendoci di creare situazioni diverse, positive, in tutti i campi, dal lavoro alle relazioni sociali per noi e per gli altri.
Ciò significa secondo Gandhi, permettere a ciò che e’ positivo in noi di sbocciare.

” …se cambiamo noi stessi potremo cambiare il mondo”

Tratto da Il Manuale delle Emozioni – Johanne Razananahay e Christian Tal Schaller

The disease of happiness

Caution! A new global pandemic is spreading at breakneck speed. The OMB (World of Wellness) predicts that there will be millions of cases in the coming years.

Here are the horrifying symptoms of this devastating disease:

1 • Tendency to be guided by their intuition rather than by fears and ideas received from past conditioning.

• 2 Total loss of interest in judging others and / or themselves and to take an interest in anything that generates conflicts.

• 3 Complete loss of the ability to “be anxious” (this is one of the most troubling symptoms).

• 4 Pleasure constant in appreciating things and living beings as they are.

• 5 intense desire to transform themselves to deal positively with their own thoughts, emotions, physical body, material life and its environment in order to constantly develop their potential for health, creativity and love.

• 6 Attacks continue to want to smile and say thank you. These attacks result in a feeling of unity and harmony with all living things.

• 7 Opening progressive and inexorable towards the spirit of childhood, simplicity, laughter and happiness.

• 8 episodes become more frequent communication with the Soul or Spirit, the non-duality.

• 9 Pleasure to be part of the “healer bearer of joy and light,” rather than that of the ‘critical’ or of ‘”indifferent”.

10 • Ability to live alone, in couples, families and communities in the fluidity and equality, without being dominated, wanting to dominate or be saviors of anyone.

• 11 Feeling of responsibility and happiness in being able to offer the world their dreams of a future abundant, harmonious and peaceful.

• 12 Acceptance absolute of its presence on earth and the will to choose, at each instant, the beautiful, the good, the true and the living.

If you want to be able to continue to live in fear, dependency, conflict, disease and conformism, avoid all contact with people who have these symptoms!
This disease is highly contagious. If you submit some of these symptoms to know that the prognosis is very pessimistic because the process of evil is almost always irreversible.
The different medical treatments can get rid of some of the symptoms temporarily but they can not oppose the inevitable progression of evil. There is no vaccine at this time anti-happiness.
Since this terrible disease also causes a substantial decrease in fear of death, which is one of the fundamental beliefs that underpin the modern materialistic society, there are the following serious social disorders:
• Strike the fighting spirit and the need to be right;
• Grouping of happy people who sing and dance and celebrate life;
• Try to sharing and healing;
• Attacks of uncontrollable laughter;
• Sessions of collective emotional outburst.

And it is to these changes that we are going to great strides!!

Inside of us, to deal adequately with this change, there must be a process of development towards a greater awareness of ourselves, of our evolutionary process, our environment is understood as a planet, but also as the other.

And ‘thanks to a growing awareness that the Peace, Respect, Confidence, Joy are made manifest within us and outside allowing us to create different situations, positive, in all fields, from work to social relations for us and for others.
This means according to Gandhi, and allow what is’ good in us to blossom.

“… If we change ourselves we can change the world”

Taken from The Handbook of Emotions – Johanne Razananahay and Christian Tal Schaller

Abbraccio – Hug


🌸Abbraccio🌸

Non è
nobile
il virus
che indossa
la corona

In noi è spasimo
dovuto
alla paura
a fare rallentare
il passo

Per coronavirus
adottiamo
distanza apparente
e per precauzione
mascherina

Non ci arrendiamo
anche se vorremmo
dimostrare amore
con un incontro
ed un nuovo abbraccio

18.10.2020 Poetyca

🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Hug

It is not
noble
the virus
wearing
the crown

There is agony in us
due
to fear
to do slow down
the step

For coronavirus
we adopt
apparent distance
and as a precaution
mask

We do not Surrend
even if we would like to
demonstrate love
with a meeting
and a new hug

18.10.2020 Poetyca

Il cane invitato a pranzo – The dog invited to lunch – Esopo


favolediesopo

Il cane invitato a pranzo Esopo

Un signore aveva preparato un banchetto per ricevere un suo amico.
Il suo cane chiamò un altro cane e gli disse:
<< Amico mio, vieni qui da me. Ti invito a pranzo. >>
Quello venne e alla vista del gran banchetto disse tra se:
<< Che fortuna ho avuto. Che magnifico banchetto !
Mangerò fino alla nausea in modo da non avere più fame
per un paio di giorni. >>
Mentre pensava queste cose e dimenava la coda,
pieno di fiducia nel suo amico, il cuoco lo notò,
lo afferrò per la coda e lo scaraventò fuori dalla finestra.
Con grandi guaiti si allontanò deluso e dolorante da quella casa.
Uno dei cani che incontrò sulla strada gli chiese:
<< Allora, come è andato il pranzo ? >>
<< Oh, ho bevuto così tanto da ubriacarmi e dimenticarmi perfino
da quale parte sono passato per uscire dalla casa. >>
La favola mostra che non ci si deve fidare di chi
promette di beneficiarci a spese altrui.

The dog invited to lunch Aesop

A gentleman had prepared a banquet to receive his friend.
Her dog called another dog and said:
<< My friend, come here to me. I invite you to lunch. >>
That was the view of the great feast and said to himself:
<< What luck I had. What a magnificent feast!
I eat nauseum so no longer hungry
for a couple of days. >>
While he is thinking these things and wiggled his tail,
full of confidence in his friend, the chef noticed,
He grabbed him by the tail and threw it out the window.
With great yelps walked away disappointed and sore from that house.
One of the dogs he met on the street asked,
<< So, how was lunch? >>
<< Oh, I drank so much to get drunk and forget even
which side I am passed out of the house. >>
The fable shows that we should not trust people who
He promises to beneficiarci at the expense of others.

Oltre – Beyond


🌸Oltre🌸

Anche oggi
scosta il dubbio
e l’illusione
senza nulla
stringere
nel pugno

Immergiti
e non temere
nella corrente
senza tempo
dove sgretolata
è la sabbia d’oro

E scoprirai
l’amor sovrano
pronto a vivere
per sempre
oltre le apparenze
e in ogni luogo

18.10.2020 Poetyca
🌸🍃🌸#Poetycamente
🌸Beyond

Also today
dispels the doubt
and illusion
without anything
tighten
in the fist

Immerse yourself
and fear not
in the stream
timeless
where crumbled
is the golden sand

And you will find out
sovereign love
ready to live
forever
beyond appearances
and everywhere

18.10.2020 Poetyca

Felicità – Happiness – Lama Zopa Rinpoche


🌸Felicità🌸

“Un buon cuore è
la radice di tutta la felicità “.

Lama Zopa Rinpoche
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Happiness

“A good heart is
the root of all happiness.”

Lama Zopa Rinpoche