Archivio | 18/11/2020

Esperienze – Wisdom – Omraam Mikhaël Aïvanhov


Esperienze

“Qualunque cosa dicano loro i saggi, gli esseri umani vogliono
fare le proprie esperienze, e le fanno. Qualche tempo dopo,
quando sono stati ben malmenati e delusi dalla vita, finalmente
capiscono. A quel punto, vogliono che anche gli altri possano
trarre profitto da quel sapere acquisito da poco. Ma perché gli
altri dovrebbero ascoltarli? Anch’essi vogliono fare le proprie
esperienze. Ed ecco perché la saggezza che alcuni hanno
conquistato al prezzo di tanti sforzi giova così raramente ad
altri.
Occorre che gli esseri umani siano stati punti e morsicati per
bene dalla vita, perché ammettano che i saggi dicevano il vero.
Eccoli dunque diventati saggi a loro volta; ma non saranno in
tanti a cercare di beneficiare della loro saggezza. Per questo
ogni nuova generazione ripete gli errori di quella precedente;
ciò è vero per gli individui ed è vero anche per le società. Chi
vuole veramente trarre delle lezioni dalla storia? “

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Wisdom

Wisdom – why one person’s is rarely of benefit to others
“Whatever the wise may tell them, human beings want to experience things for themselves, and they do just that. Some time later, when they have been badly treated and disappointed by life, they finally understand and then want others to benefit from their newly found knowledge. But why should others listen to them? They too want to have their own experiences. And that is why the wisdom some people have gained by a great deal of effort is so rarely of benefit to others.
Humans have to be thoroughly stung and bitten by life before they will admit that what the wise say is true. And then they in turn become wise. But there are very few who will seek to benefit from their wisdom. This explains why each new generation repeats the errors of the previous one. This is true for individuals and also for societies. Who really wants to learn the lessons of history?”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lo stupore dei bimbi – The wonder of children


Lo stupore dei bimbi

Stupore ed accoglienza
per ogni bimbo:
la vita è attimo da cogliere
– sorriso, sfumature –
poi tutto svanisce e che resta?
Un adulto stanco:
Un viso serio, che crede di conoscere
e non sa, perchè non afferra
quel che è intorno
e tiene stretta in un pugno
una falsa verità

02.08.2006 Poetyca

The wonder of children

And welcome surprise
for each child:
life is a moment to be seized
– Smile, nuances –
then everything disappears and what remains?
An adult tired
A serious face, I thought I knew
and does not know, why not grab
what is around
and holds tight in a fist
a false truth

02.08.2006 Poetyca

Quello che facciamo non è mai perduto – we do is never lost – Omraam Mikhaël Aïvanhov


Quello che facciamo non è mai perduto
“Dovete sempre avere nei vostri pensieri un posto per gli altri.
Perché ogni volta che non cercate di agire bene come invece
potreste, da qualche parte del mondo c’è qualcosa che viene
oscurato, compromesso da quel vostro errore. Agire bene non
significa necessariamente portare un aiuto materiale, no, ma
pensare alle conseguenze che i vostri pensieri, i vostri
sentimenti e le vostre azioni possono avere sugli esseri.
Ci sono talmente tante possibilità di aiutare gli esseri umani!
Sono queste possibilità che dovete trovare, sapendo che nulla di
ciò che fate di buono va perduto. Una volta che l’avete fatto,
non pensateci più e soprattutto non attendetevi nulla in cambio.
Siate come il sole, che illumina, riscalda e vivifica tutte le
creature: il sole non si domanda se queste gli siano
riconoscenti.”
Omraam Mikhaël Aïvanhov

we do is never lost

“You must always give a thought to others. For each time you fail to act as well as you could, something somewhere in the world is darkened and compromised by your error. And behaving well does not necessarily mean offering material help. No, it means thinking of the consequences your thoughts, feelings, actions and intentions may have on others.
There are so many ways to help people! You must find out what these possibilities are, in the knowledge that nothing of the good you do will be lost. When you have done something good, don’t think about it any more, and above all don’t expect anything in return. Be like the sun, which brings light, warmth and life to all creatures without needing to know whether they are grateful.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Verità – Truth


Verità

La verità è un viaggio che inizia a farci percorrere strade mai battute, dove nulla ci potrebbe indicare il sentiero e non serve il sestante o le stelle, la vita vissuta da altri e scritta in libri o quelle parole che altri ci gettano addosso perchè non sia perduto quello che dicono essere saggio. Ogni saggezza o scoperta nascono sempre da qualche errore e solo se ci feriamo le mani, se strisciamo per terra sbucciandoci le ginocchio – vivendo nel profondo ogni emozione – possiamo apprendere la rotta del nostro esistere.
Non lasciare traccia scritta, magari per confondere le carte, per apparire migliori è fare i conti con se stessi senza prendersi sul serio o per essere pronti a gettare tutto per ricominciare sino all’ultimo respiro.
Vivere è aprire il cuore, strapparselo se serve ma non permettere di chiudersi dentro corazze che non ci facciano imparare ad amare.

27.01.2007 Poetyca

Truth

The truth is a journey that started us along roads never stops, where nothing we could indicate the path and does not serve the sextant and the stars, the life lived by others, and written in books or other words that we throw him why not lost what they say be wise. Any wisdom or discovered there are always some error, and if you cut your hands if you crawl on the ground peel the knee – are living in deep emotion – we can learn the route of our existence.
Leave no written record, perhaps to confuse the cards to look better is to deal with without taking themselves seriously or be ready to throw it to start until the last breath.
Living is open our hearts, but if you need strapparselo not afford to close themselves into armor that we do not learn to love.
27.01.2007 Poetyca


Luminosità notturna



Immagine di Giuseppe Bustone

Luminosità notturna

Rimirare lunghe ombre luminose,
nel buio che ridesta il sognare vivo
che la luce ostacolerebbe.
Allora abbiamo bisogno del buio!
Almeno per riuscire a riposare
così silenziosamente.
Attimi di vita delle piccole cose
dove sorridi, dove ridi
e dopo un sonno ristoratore,
ritornare a plasmare il quotidiano.
Vivi e sappiti ristorare,
tra lavoro e riposo.

© Giuseppe Bustone

Essenza – Essenza


🌸Essenza🌸

Qui
adesso
senza limiti

Essenza
distillata
in un respiro

Ritrovo
il senso
in gocce

Questa
è vita
oltre apparenze

11.11.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Essence

Here
now
without limits

Essence
distilled
in one breath

Meeting
the sense
in drops

This
it is life
beyond appearances

11.11.2020 Poetyca

Soffio d’anima – Breath of soul


🌸Soffio d’anima🌸

Resta in ascolto
e non fuggire
di fronte
a cicatrici antiche
e nuovi colori

È percorso
per trarre
solo il meglio
nell’ebbrezza
dell’Essere

10.11.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Breath of soul

Stay listening
and don’t run away
in front of
to ancient scars
and new colors

It is path
to draw
only the best
in the intoxication
of Being

10.11.2020 Poetyca

Sensibilità – Sensitivity – Omraam Mikhaël Aïvanhov


Sensibilità
“Ciò che viene definita “sensibilità” spesso non è altro
che una tendenza malaticcia, la quale fa sì che alle minime
critiche e alle minime opposizioni, le persone si sentano
aggredite, ferite. Purtroppo, tutti possiedono questo genere di
“sensibilità”; essa è troppo diffusa, e non è la vera
sensibilità.
La vera sensibilità consiste nell’essere in grado di
percepire la presenza delle realtà invisibili intorno a noi, le
correnti che attraversano lo spazio, le entità che ci circondano
e ci fanno visita. Accadono molte più cose nel mondo psichico
che non nel mondo fisico, ed è dunque là, nel mondo psichico,
che occorre esercitarsi a percepire le correnti, le presenze e
tutto ciò che è impalpabile, sottile. La vera sensibilità è
dunque la sensibilità al mondo invisibile, ma soprattutto a ciò
che di luminoso e divino il mondo invisibile contiene.”
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Sensitivity – to the invisible world is true sensitivity

“What we call sensitivity is often only an unhealthy tendency to feel attacked and wounded at the slightest criticism or confrontation. Unfortunately, everyone has that kind of sensitivity; it is only too widespread, and it is not true sensitivity.
True sensitivity means being able to sense the presence of invisible realities around us, currents moving through space, entities surrounding us and visiting us. Many more things take place in the psychic world than in the physical world, and we should, therefore, practise sensing the currents and presences of the psychic world, all that is intangible and subtle. So, true sensitivity is sensitivity to the invisible world but especially to all it contains that is luminous and divine.”

Omraam Mikhael Aivanhov

Ricerca – Research


257057_10150197686309646_1221769_o

Ricerca
Non è una ricerca attraverso i nostri mezzi imperfetti,
attraverso le convenzioni, che ci permette
di trascendere noi stessi:
E’ chi abbandona ogni attaccamento
o idea preconcetta, che permette al silenzio
di portare l’inaspettato.
20.04.2015 Poetyca
”*°•.☼”*°•.☼”*°•.☼
In verità, come le varie parti del corpo
non possono vedere gli occhi,
così gli esseri viventi
non possono capire Dio con i sensi,
con la mente, con lo spirito vitale,
anche se ognuno di noi
Lo porta nel profondo del cuore.
SRIMAD BHAGAVATAM, VI, 3, 16

Research

It is not a search through our imperfect means,
through the conventions, which allows us
to transcend ourselves:
It is the one who abandons all attachment
or preconceived idea, which allows silence
to bring the unexpected.

20.04.2015 Poetyca
”* ° • .☼” * ° • .☼ ”* ° • .☼
In truth, like the various parts of the body
they can’t see the eyes,
so do living things
they cannot understand God with their senses,
with the mind, with the vital spirit,
even if each of us
It takes it deep into your heart.

SRIMAD BHAGAVATAM, VI, 3, 16

Se puoi – If you can – William Arthur Ward


🌸Se tu puoi🌸

“Se puoi immaginarlo,
puoi ottenerlo.
Se puoi sognarlo,
puoi diventarlo. ”

William Arthur Ward
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸If you can

“If you can imagine it,
you can achieve it.
If you can dream it,
you can become it.”

William Arthur Ward