Archivio | 11/01/2021

Falene – Moths


Falene

Eri falena
dalla fiamma attratta
cercavi la luce
ma avevi paura dell’ombra:
parole e passi silenziosi
mentre dentro di te
l’angoscia urlava
E’ stato solo un attimo
nessuno ancora spiega
come tutto è precipitato
come grandine a Primavera
a stringere al cappio la vita
nello stridio di foglie sul cuore
ancora adesso rintoccano parole
per fare beffa del silenzio
ma la tua voce non potrà restituire
verità perdute e tutte da capire:
processione di parole
dipinte e poi sbiadiadite ancora
prima di una nuovo strato di colore
dove grigia è la notte
nel volo intorno alla fiamma
di nuove falene
avvinghiate in realtà all’ombra
da sempre schiave
nuove invisibile catene

24.07.2012 Poetyca

Moths

You were moth
attracted by the flame
looking for the light
but you were afraid of the shadow:
words and silent steps
while inside you
anguish screaming
It  was only a moment
nobody has yet explained
how everything has fallen
As hail in Spring
to tighten the noose life
the screech of leaves on the heart
even now chime words
to make a mockery of silence
but your voice will not match
lost truths and all to understand:
procession of words
painted and then again sbiadiadite
before a new layer of color
where gray is the night
in flight around the flame
of new moths
locked in reality the shade
always slaves
new invisible chains

24.07.2012 Poetyca

Consapevolezza dell’amore – Awareness of love


Sei sicuro?

In ognuno di noi c’è un fiume di percezioni, in flusso continuo giorno e notte. Meditare vuol dire sedere sulla riva di quel fiume e osservare tutte le percezioni.

Grazie all’energia della consapevolezza possiamo scoprire la natura delle nostre percezioni e sciogliere i nodi che ci legano alle percezioni errate.

Tutta la nostra sofferenza e’ nelle nostre percezioni errate. Vi invito quindi a praticare il mantra:

“Sei sicuro?”

Thich Nhat Hanh


Consapevolezza dell’amore

Guardare in profondità e praticare la consapevolezza dell’amore ci aiuta a essere lucidi, a essere amorevoli, e quella lucidità e gentilezza amorevole ci servono da protezione, preservandoci da pericoli di ogni genere. Di solito siamo convinti che il pericolo venga fuori da noi, mentre gran parte del pericolo che ci troviamo ad affrontare viene dal nostro interno.
Spesso, se non abbiamo una visione chiara della situazione, la paura e gli equivoci in cui cadiamo ci possono trascinare in situazioni pericolose. Le afflizioni fondamentali (dette anche “I tre veleni”) sono illusione, rabbia e brama; possono essere guarite e trasformate dalla pratica della consapevolezza dell’amore. La consapevolezza dell’amore può aiutarci a fermare la sofferenza fin da subito e ci tiene lontani dalle fiamme dei veleni.
Sappiamo che la compassione deve essere pervasa di comprensione e di saggezza, prajna, perché se non si comprende, non è possibile alcuna comprensione profonda. Ecco perché la pratica della compassione inizia con la pratica dell’osservazione profonda, vipasshyana. Quando pratichiamo la consapevolezza, acquisiamo una comprensione più profonda della situazione; a partire dalla comprensione, la compassione fluisce spontanea. Prajna poi porta con se Mastri che è amore, gentilezza e compassione.
Se sei in conflitto con un’altra persona, la prima cosa che dovresti fare è cercare di capirla a fondo. Guardare in profondità ti farà vedere la sua sofferenza e allora non avrai più voglia di farle del male, di punirla o di farla soffrire, ma accetterai così com’è e cercherai di aiutarla. E’ così che la comprensione contribuisce a rendere possibile l’amore. A sua volta l’amore aiuta la comprensione ad approfondirsi: quando provi simpatia o affetto per qualcuno, sei in una posizione per capirlo o capirla. Se invece non hai alcuna empatia per quella persona, se non l’accetti, non avrai alcuna possibilità di capirla.
L’affetto e l’amore ci aiutano lungo il sentiero di prajna aumentano la nostra energia di comprensione. La comprensione e l’affetto sono interdipendenti fra loro: l’amore fatto di comprensione e la comprensione è fatta d’amore. La consapevolezza dell’amore ci può aiutare in moltissimi modi. Supponiamo che tu stia tornando a casa in auto, consapevole che a casa c’è tuo figlio ad attenderti: se pratichi la consapevolezza dell’amore, se pensi e tuo figlio che ti aspetta che tu arrivi a casa sano e salvo, sarai più presente e guiderai con più attenzione, in modo più sicuro.
Metti che ti venga in mente di bere qualcosa praticando la consapevolezza dell’amore pensi a tuo figlio e sai che fra pochi minuti dovrai metterti al volante. Anche se hai molta voglia di bere perché ti fa sentire bene,praticare la consapevolezza dell’amore ti aiuterà a scegliere di non farlo, in quel momento. E’ una buona pratica mettere una foto di tuo figlio o di qualcuno che ami sul cruscotto dell’auto che ti ricordi di praticare la consapevolezza dell’amore mentre sei al volante così guiderai con attenzione.
Puoi tenere con te una foto della persona che ami, nella cartella del lavoro o in un posto dove la puoi vedere spesso, un immagine che può anche raffigurare un buddha o un bodisattva, tua figlia, tuo figlio, il tuo coniuge o partner, perfino un animale domestico a cui sei affezionato.
Qualunque essere a cui vuoi bene può ispirarti ad essere più consapevole, a prenderti cura di te stesso, di te stessa. E prendendoti cura di te, ti prendi cura delle persone che ami. Questa è una pratica di consapevolezza dell’amore. Non occorre che tu sia una persona molto religiosa o che faccia una quantità di pratiche devozionali: basta che richiami nella mente le persone a cui vuoi bene.
Così richiamare alla mente la forma, la vista o il suono di una manifestazione di compassione può aiutarti a soffrire meno. Ogni volta che pensi a quella persona, ogni volta che prendi consapevolezza di quell’altra, ogni volta che con l’occhio della mente vedi quel luogo bellissimo, immediatamente nel tuo cuore nasce l’elemento della compassione e della comprensione. La consapevolezza dell’amore è la pratica in grado di far sgorgare in noi il nettare della compassione e della comprensione. E che ci aiuta ad evitare ogni genere di pericolo. Quando si corre dietro al denaro, alla notorietà e al potere, quando si permette chela fiamma dell’avidità bruci dentro di se, si stà malissimo.
Se non si sa come praticare, anche il fuoco del desiderio sessuale inappropriato può bruciare e far soffrire. In che modo la consapevolezza della’more e della compassione aiutano a soffrire di meno? Prima di avere una relazione sessuale con qualcuno, pratica la consapevolezza: osserva in profondità la situazione dell’altro e la tua. Quell’atto distruggerà la vostra vita darà origine a un bel po’ di sofferenza per le persone che ami, per la tua famiglia, la consapevolezza e la presenza mentale portano comprensione e saggezza. E la saggezza da come risultato l’amore e la condotta saggia, quella comprensione che ti aiuta ad astenerti dal compiere azioni che portano sofferenza.
E’ così che la consapevolezza della compassione può impedirti di bruciarti alla fiamma del desiderio. Consapevolezza, presenza mentale e compassione rendono molto facile la pratica degli Addestramenti. Una volta che hai l’amore nel cuore non devi fare niente di più: puoi praticare gli Addestramenti alla perfezione e con molta facilità, senza alcuna lotta. Ogni volta che l’energia della consapevolezza ti nasce nel cuore, puoi essere libero dall’avidità. E’ una specie di miracolo, non è una grande fatica.
La pratica dell’amore, la consapevolezza dell’amore, è bellissima; è davvero una porta universale. La compassione ci fa mettere in relazione con le altre persone e altri esseri nel migliore dei modi possibile. E’ per questo che la pratica mira a far scorrere il nettare della compassione: senza compassione ci inaridiremmo completamente, saremmo del tutto soli e isolati. La gente che non ha compassione è quella che di più soffre al mondo è terribilmente sola. Chi si comporta con crudeltà, chi non ha in sé amore e compassione soffre molto; ha bisogno di aiuto da parte nostra, non di punizione o di vendette. Se sei veramente intelligente, sai che generare sofferenza negli altri ti farà ricadere addosso solo altri pericoli e altre sofferenze.
Ogni violenza che facciamo a una persona è un atto di violenza che facciamo contro noi stessi. Se non capisci questa verità elementare, soffrirai sempre di più.
Quando hai subito torture, è molto difficile non provare rabbia nei confronti di chi ti ha fatto del male; a loro volta anche i reduci americani soffrono molto del fatto i aver ucciso o menomato tanta gente. Come aiutare sia chi ha subito violenza sia chi l’ha perpetrata con la consapevolezza e la compassione, la consapevolezza dell’amore.
Possiamo guardare con gli occhi dell’amore la persona che ci fa soffrire: ” questa persona che ho davanti, anche se ha fatto cose crudeli contro di me e contro gli altri, anche se ha perso il contatto con la propria umanità, è a sua volta una vittima della violenza della crudeltà. Praticherò per essere capace con gli occhi dell’amore e di aiutarla a entrare in contatto con la propria umanità”. La prima cosa che si nota quando si pratica la consapevolezza della compassione è che si smette di soffrire.
Quando hai in te abbastanza energia di compassione e di amore, il cuore ti diventa grande e puoi abbracciare ogni cosa, ogni persona, anche quelli che chiami nemici.
Quando sai osservare in profondità il nemico e riesci a vedere che è vittima di idee, concetti e informazioni sbagliate, di condizione di vita, culturali e sociali, allora riesci a restare calmo e a mantenere aperto il cuore e hai più possibilità di riuscire ad aiutarlo a mettersi in contatto con la propria umanità, con la propria innata natura di Buddha, e a trasformare i semi dell’odio e della violenza che ha dentro di sé.

(Il cuore del cosmo – Thich Nhat Hanh

Are you sure?

In each of us is a river of perceptions, in continuous flow day and night. Meditation means to sit on the bank of the river and observe all perceptions.

With energy awareness we discover the nature of our perceptions and loosen the knots that bind us to misperceptions.

All our suffering and ‘in our misperceptions. I therefore invite you to practice the mantra:

“Are you sure?”

Thich Nhat Hanh



Awareness of love

Looking in depth knowledge and practice of love helps us to be polished, to be loving, and loving-kindness and clarity that we need to protect, protecting them from dangers of all kinds. Usually we are convinced that the danger is outside of us, while much of the danger we face comes from within.
Often, if we do not have a clear view of the situation, fear and misunderstanding when we fall we can drag in dangerous situations. The fundamental afflictions (also called “Three Poisons”) is illusion, anger and greed, can be healed and transformed by the practice of awareness of love. Awareness of love can help stop the suffering immediately and keeps us away from the flames of poisons.
We know that compassion must be imbued with understanding and wisdom, prajna, because if you do not understand, can not be any deep understanding. That’s why the practice of compassion begins with the practical observation deep vipasshyana. When we practice awareness, gain a deeper understanding of the situation, starting with understanding, compassion flows spontaneously. Prajna then brings a Masters that is love, kindness and compassion.
If you are in conflict with another person, the first thing you should do is try to understand it thoroughly. Look deeply you will see her suffering and then you will not want to hurt her, to punish her or make her suffer, but will accept as it is and trying to help. It ‘s so that understanding can contribute to making love. In turn love helps to deepen understanding: When you feel sympathy or affection for someone, you are in a position to understand it or understand it. If you have no empathy for that person, if you do not agree, you will have no chance to understand it.
The affection and love help us along the path of prajna increase our understanding of energy. Understanding and affection are interdependent: the love that comprehension and understanding is made of love. Awareness of love can help us in many ways. Suppose you’re going home by car, knowing that your son is at home waiting for you: if you practice awareness of love, if you think that you and your child expects you to get home safely, this will be more and drive more carefully, more safely.
Suppose you have in mind a drink practicing the awareness of love you think your child and you know that in a few minutes you get behind the wheel. Even if you really want to drink because it makes you feel good, practice awareness of love will help you choose not to, at that time. It ‘s a good practice to put a picture of your child or someone you love on the dashboard that you remember to practice the awareness of love while you’re driving so drive carefully.
You can take with you a photo of the person you love, in your work or in a place where you can see often, an image that can depict a Buddha or a bodisattva, your daughter, your son, your spouse or partner, even a pet that you’re fond of.
Whatever you want to be good can inspire you to be more aware to take care of yourself, of yourself. And taking care of yourself, you take care of the people you love. This is a practical awareness of love. You need not be a very religious person, or face a variety of devotional practices: just call in mind that people you love.
So call to mind the shape, sight or sound of a demonstration of compassion can help you suffer less. Every time I think about that person every time you take awareness of that other, each time with the mind’s eye see that beautiful place immediately in your heart comes the element of compassion and understanding. Awareness is the practice of love can flow to us in the nectar of compassion and understanding. And that helps us to avoid any kind of danger. When we run after money, the notoriety and power, when you allow greed claw flame burning inside him, it ‘s terrible.
If you do not know how to practice, even the fire of sexual desire can burn and hurt inappropriate. How della’more awareness and compassion help to suffer less? Before having a sexual relationship with someone, practice awareness: look in depth the situation of others and yours. That act will destroy your life will give rise to a lot ‘of suffering for the people you love, your family, awareness and mindfulness bring understanding and wisdom. And the wisdom to result in love and wise conduct, that understanding that helps you to refrain from actions which bring suffering.
It ‘s so that awareness of compassion may prevent you from burning the flame of desire. Awareness, mindfulness and compassion make it very easy practice drills. Once you have love in the heart does not have to do anything more: you can practice trainings perfectly and very easily without any fight. Whenever the energy of awareness you born in the heart, can be free from greed. It ‘a kind of miracle, not a great effort.
The practice of love, the awareness of love, is beautiful, is really universal in scope. Compassion makes us to relate with other people and other beings in the best way possible. And ‘why the practice is to slide the nectar of compassion without pity we dry up completely, we would be completely alone and isolated. The people who have no compassion is one that suffers most of the world is terribly lonely. Those who behave with cruelty, who did not themselves suffer much love and compassion, it needs help from us, not punishment or vengeance. If you’re really smart, you know that create suffering in others you will only fall back on other hazards and other sufferings.
The violence we do to a person is an act of violence we do against ourselves. If you do not understand this basic truth, will suffer even more.
When you’ve been tortured, it is very difficult not to feel anger towards those who have wronged you, in turn, also the American veterans suffer much of the fact he killed or maimed many people. How to help both those who have suffered violence and those who have perpetrated with the knowledge and compassion, the awareness of love.
We can look with eyes of love the person that makes us suffer, “this person in front of me, even if he has done cruel things against me and against others, even though it has lost touch with their humanity, is itself Once a victim of violent cruelty. Be able to be practicing with the eyes of love and help her get in touch with their humanity. ” The first thing you notice when practice awareness of compassion is that it stops suffering.
When you’re in you enough energy of compassion and love, your heart becomes big and you can embrace everything, every person, even those you call enemies.
When you know the enemy in depth look and you see who is the victim of ideas, concepts and misinformation, living conditions, cultural and social, then you can remain calm and maintain an open heart and you have more chances of being able to help get in touch with their humanity, with its innate Buddha nature, and transform the seeds of hatred and violence that has inside.

(The heart of the cosmos – Thich Nhat Hanh

Speranza – Hope


🌸Speranza🌸

Speranza
è fiamma
di una candela
accesa
nella notte
piú buia
Tu alimenta
luce e calore
per te
per chi trema
ed attende
nuova Primavera

04.04.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Hope

Hope
is a candle flame
lit
in the darkest night
which gives
light and heat
for you
and all those who tremble
waiting
for the new Spring

04.04.2020 Poetyca

Un ringraziamento a Ana Daksina di https://timelessclassics.wordpress.com

per la collaborazione nella traduzione

Oltre le nubi – Beyond the clouds


🌸Oltre le nubi🌸

Il cielo
sarà sgombro
dalle nubi

A te
dare un senso
ai tuoi nuovi giorni

Accendi
nuove speranze
e non temere

Tutto
ogni giorno
è possibile

04.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Beyond the clouds

The sky
it will be clear
from the clouds

To you
make sense
to your new days

turn on
new hopes
and fear not

All
everyday
it’s possible

04.01.2021 Poetyca

Sono – I’m


🌼Sono🌼

Sono
tra le pieghe
del tempo
celata
eppure
presente
dove vedi
brillare
una stella
Sono
dove il silenzio
regala incanto
in ricerca di senso
come fiamma
ardente
qui ed ora
oltre il detto
ed il taciuto

14.11.2018 Poetyca
🌼🌿🌼#Poetycamente
🌼I’m

I’m
in the folds
of time
concealed
but yet
here I’m
where you see
shine
a star
I’m
where the silence
give charm
in search for meaning
like a flame
fiery
here and now
beyond the saying
and the tacit

14.11.2018 Poetyca

Cuore sconfinato – Boundless Heart – Buddha


🌸Cuore sconfinato🌸

“Proprio come una madre
proteggerebbe suo figlio,
il suo unico figlio, con la sua vita;
anche così si coltivi
un cuore sconfinato
verso tutti gli esseri “.

Il Buddha,
nel discorso
sulla gentilezza amorevole (Sn 1.8)
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Boundless heart

“Just as a mother
would protect her child,
her only child, with her life;
even so let one cultivate
a boundless heart
towards all beings.”

The Buddha,
in The Discourse
on Loving Kindness (Sn 1.8)

Amare – To love


🌸Amare🌸

Malgrado le carenze,
le aspettative su persone
incapaci di amare,
sei tu lo strumento,
l’opportunità di dono,
poiché sai cosa significa
non ricevere quanto si vorrebbe.
Sii tu ali e voce dell’amore.
Ama anche se hai ricevuto poco.

03.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸To love

Despite the shortcomings,
expectations about people
unable to love,
you are the instrument,
the opportunity to give,
since you know what it means
not receiving what you would like.
Be wings and voice of love.
Love even if you have received little.

03.01.2021 Poetyca

cღPoeti amici ღ★


Gentilezza

Pensieri gentili,
parole gentili,
azioni gentili
Cambieranno
definitivamente
il nostro punto di vista …

DidiArtist, 13.10.2018

Kindness

Kind thoughts,
kind words,
kind deeds
It will definitely
change our point of view…

DidiArtist, 13.10.2018

Iron Butterfly – In-A-Gadda-Da-Vida (Full Album) *1968* HQ


Gli Iron Butterfly si formarono per la prima volta a San Diego nel 1965. Della formazione facevano parte il tastierista Doug Ingle, il bassista Jerry Penrod, il batterista Ron Bushy, il chitarrista Danny Weis e il cantante Darryl DeLoach. Tuttavia gran parte dei membri del gruppo (eccetto Bushy e Ingle) abbandonò la band nel 1967, alla fine delle registrazioni dell’album Heavy, che sarebbe stato pubblicato nel 1968 (riscuotendo comunque ottime recensioni da parte della critica) quando avevano già fatto il loro ingresso nella band il bassista Lee Dorman e il chitarrista Erik Brann, allora diciassettenne, molto più giovane rispetto agli altri membri del gruppo.

Con questa nuova formazione gli Iron Butterfly incisero un album intitolato In-A-Gadda-Da-Vida che inizialmente suscitò polemiche da parte dei discografici poiché la traccia omonima – che avrebbe occupato l’intero lato B dell’album – con i suoi 17:03 minuti sarebbe stata troppo lunga; la band fu costretta quindi a registrarne una versione priva di assoli. Dopo che il disco raggiunse un grande successo entrando anche nella Top 10, fu permesso al gruppo si inserire l’intero pezzo nell’LP. Nel 1969 il gruppo pubblicò il suo terzo album, Ball, che riscosse un successo minore rispetto al precedente.

L’anno seguente il gruppo vide l’abbandono del chitarrista Erik Brann, ma pubblicò comunque l’album Metamorphosis, con Larry “Rhino” Reinhardt e Mike Pinera alle chitarre. L’album si rivelò un insuccesso, dato che riuscì soltanto ad assicurarsi uno dei posti più bassi della Top 20 nazionale, e nel 1971 la band si sciolse per la prima volta.

Gli Iron Butterfly si riformarono nel 1974 a opera di due dei membri della precedente formazione, Brann e Bushy. Come bassista fu ingaggiato Philip Taylor Kramer mentre come tastierista venne assunto Howard Reitzes (sostituito successivamente da Bill DeMartinez). La band incise due album (Scorching Beauty e Sun and Steel) prima di risciogliersi nel 1976. Due anni dopo fallì dopo alcuni mesi il tentativo di riunire la band dato il fatto che fu trovato morto nella sua stanza d’albergo il bassista Keith Ellis, assunto all’interno del gruppo per l’occasione.

In seguito il gruppo si riformò nel 1988, per sciogliersi nel 1993, e infine si riunì per una seconda volta nel 1998 per mano di Dorman e Bushy. Attualmente gli Iron Butterfly stanno lavorando per un nuovo album

http://it.wikipedia.org/wiki/Iron_Butterfly

Iron Butterfly is an American psychedelic rock band best known for the 1968 hit “In-A-Gadda-Da-Vida”, providing a dramatic sound that led the way towards the development of hard rock music. Formed in San Diego, California among band members that used to be “arch enemies”, their heyday was the late 1960s, but the band has been reincarnated with various members with varying levels of success, with no new recordings since 1975. The band’s seminal 1968 album In-A-Gadda-Da-Vida is among the world’s 40 best-selling albums, selling more than 30 million copies.[2] Iron Butterfly is also notable for being the first group to receive an RIAA platinum award
The band formed in 1966 in San Diego, California.[4] The original members were Doug Ingle (vocals, organ), Jack Pinney (drums), Greg Willis (bass), and Danny Weis (guitar).[5] They were soon joined by tambourine player and vocalist Darryl DeLoach. DeLoach’s parents’ garage on Luna Avenue served as the site for their almost nightly rehearsals.

Jerry Penrod and Bruce Morse replaced Willis and Pinney after the band relocated to Los Angeles in 1966 and Ron Bushy then came aboard when Morse left due to a critical family tragedy[vague]. All but Ingle and Bushy left the band after recording their first album in late 1967; the remaining musicians, faced with the possibility of the record not being released, quickly found replacements in bassist Lee Dorman and guitarist Erik Brann (also known as “Erik Braunn” and “Erik Braun”) and resumed touring. In early 1968, their debut album Heavy was released after signing a deal with ATCO, an Atlantic Records subsidiary.

In terms of sound, the group took inspiration from a variety of sources outside of the rock arena, such as the bongo playing of Preston Epps and the r&b music of Booker T and the MGs. Around this time, the band notably ran into guitarist Jimmy Page, who stated that he used the group as partial inspiration for the name “Led Zeppelin”. As well, one of the Zeppelin’s first touring sets in the U.S. was playing with Iron Butterfly at Fillmore East in New York, New York.[3]

DeLoach subsequently recorded with Two Guitars, Piano, Drum and Darryl, while Weis and Penrod went on to form the group Rhinoceros. In 1970 DeLoach formed Flintwhistle along with Erik Brann; the band performed live for about a year before breaking up

http://en.wikipedia.org/wiki/Iron_Butterfly

Una perla al giorno – Osho


mandala2

Possiedi tante cose, ma non possiedi te stesso. Hai tutto ciò che ti può rendere felice ma non sei felice, perchè la felicità non potrà mai essere frutto dei possessi. La felicità è un tuo affiorare interiore, è un risveglio delle tue energie, è un risveglio della tua anima.

Osho

Do you have many things, but you do not have yourself. You have everything that can make you happy but you’re not happy, because happiness can never be the result of the possessions. Happiness is your own inner emerge, it is an awakening of your energy, it is an awakening of your soul.

Osho