Archivio | 19/01/2021

Discorso sulla amorevole gentilezza – Metta prayer


Discorso sulla amorevole gentilezza

Cosi dovrebbe agire chi pratica il bene
e conosce il sentiero della pace:

essere solerte, retto e sincero,

cortese nel parlare, gentile e umile,

dalla vita frugale, non gravato da impegni,

sereno, soddisfatto con poco,

calmo e discreto,

non altero od esigente.

E non fare ciò che i saggi disapprovano.

Che tutti gli esseri vivano felici e sicuri,

tutti, chiunque essi siano:

deboli o forti,

lunghi o possenti,

alti, medi o minuscoli,

visibili e non visibili,

vicini e lontani,

gia’ nati o ancora non nati.

Che tutte le creature siano felici!

Che nessuno inganni l’altro,

ne’ lo disprezzi,

ne’ con odio o ira

desideri il suo male.

Come una madre con la sua vita

protegge il suo figlio, il suo unico figlio;

cosi’ con cuore aperto

si abbia cura di ogni essere,

irradiando benevolenza sull’universo intero,

in alto verso il cielo, in basso verso gli abissi,

in ogni luogo senza limitazioni,

liberi da odio e rancore.

Fermi o camminando, seduti o distesi,

sempre quando si e’ svegli,

mantenere desta questa consapevolezza:

tale e’ la sublime dimora.

Il puro di cuore, non legato ad opinioni,

dotato di chiara visione,

liberato da brame sensuali,

di certo non tornera’ a nascere in questo mondo.

Metta Prayer.

The following prayer, adapted from a lecture by The Buddha, is an all-encompassing and powerful prayer to repeat to yourself:

In order that I may be skilled in discerning what is good, in order that I may understand the path to peace,

Let me be able, upright, and straightforward, of good speech, gentle, and free from pride;Let me be contented, easily satisfied, having few duties, living simply, of controlled senses, prudent, without pride and without attachment to nation, race, or other groups.

Let me not do the slightest thing for which the wise might rebuke me. Instead let me think:“May all beings be well and safe, may they be at ease.

Whatever living beings there may be, whether moving or standing still, without exception, whether large, great, middling, or small, whether tiny or substantial,Whether seen or unseen, whether living near or far,

Born or unborn; may all beings be happy.

Let none deceive or despise another anywhere. Let none wish harm to another, in anger or in hate.”

Just as a mother would guard her child, her only child, with her own life, even so let me cultivate a boundless mind for all beings in the world.

Let me cultivate a boundless love for all beings in the world, above, below, and across, unhindered, without ill will or enmity.

Standing, walking, seated, or lying down, free from torpor, let me as far as possible fix my attention on this recollection. This, they say, is the divine life right here.

Cuore gentile – Kindhearted


Cuore gentile
La gentilezza è un fiore:
offre a tutti la sua grazia.
La critica è separativa,
una linea, un confine
che divide e rende competitivi
per paura del fallimento
di essere diversi, non in grado di superarlo.
Con il biasimo
non si costruisce nulla,
è un castello di carte
che cade con un colpo di vento,
la maschera dell’inganno
che copre il volto della tua insoddisfazione.
Un mazzo di fiori,
sorrisi gentili
è un dono dal cuore
che non separa
perché il profumo di gratitudine
non cancella mai il tuo nome,
08.02.2011 Poetyca
Kindhearted
Kindness is a flower:
offers to all its glory.
Criticism is separative,
a line, a boundary
which divides and brings in competition
for fear of failure
to be different, not able to overcome.
With the blame
nothing can be built,
is a house of cards
that falls with a gust of wind,
the mask of deception
that covers the face of your dissatisfaction.
A bouquet of flowers,
polite smiles
is a gift from the heart
that not separe
because in the perfume of gratitude
do not ever remove your name,
08.02.2011 Poetyca

Saggezza – Truly wise – Budda


Saggezza

Quelli che sono veramente saggi rimarranno indifferenti ai sentimenti di felicità e sofferenza, fama e disonore, lode e biasimo, guadagno e perdita. Rimarranno calmi come l’occhio di un uragano.

Budda

Truly wise

Those who are truly wise will remain unmoved by feelings of happiness and suffering, fame and disgrace, praise and blame, gain and loss.They will remain calm like the eye of a hurricane.

Preghiera della torre – Prayer for Fervor in Thinking of God – St Thomas More


“Preghiere dalla Torre”

Dammi, Signore,un animo umile,docile, mite, remissivo,
paziente, caritatevole,
indulgente, sollecito, comprensivo;
e fa che tutte le mie opere,
le mie parole,
i miei pensieri,
siano rivolti a recepire
un po’ del tuo santo,
benedetto Spirito.
Dammi, Signore,una FEDE piena, una SPERANZA ferma,una fervida CARITA’,
un amore per Te, Signore,
incomparabilmente piu’ grande
dell’amore per me stesso;
e che niente io ami che ti possa dispiacere,
ma tutto quel che amo
lo ami secondo la tua volonta’.

Dio glorioso,

spogliami di ogni paura colpevole,
di ogni colpevole ansia e tristezza,
di ogni speranza colpevole,
di ogni colpevole gioia od allegrezza.
Ma per le paure, le tristezze, le ansie,
il sollievo, il conforto e le gioie
che possono portare del bene alla mia anima, trattami
Signore, secondo la tua grande bontà.
Dio misericordioso, dammi la grazia che,
piegato dalla paura e dall’angoscia,
volga la mente all’aspra paura
e all’indicibile angoscia che sul monte Oliveto
hai provato Tu, mio dolce Salvatore,
davanti alla tua amarissima Passione:
e questo pensiero dia conforto al mio spirito
e consoli e migliori la mia anima.

******

Concedici, Signore,

che la tua grazia
ci custodisca oggi
senza peccato.
La tua misericordia, Signore,
scenda su di noi, perche’ noi
abbiamo messo in te
la nostra speranza.
In te, Signore,
ho sperato.
Non permettere
che io mi sia illuso.

******

Dammi, Signore,

un forte desiderio
di unirmi a te.
E concedimi il tuo amore
e la tua benevolenza,
quell’amore
e quella benevolenza
che il mio amore per te
non sarebbe mai
in grado di meritare,
se non fosse
la tua grande bonta’
ad accordarglielo.

******

Scrolla da me,
Signore,
questa tiepidezza,
o meglio questa freddezza
nella meditazione
e questa opacita’
nella preghiera.
E dammi calore,
gioia e prontezza
nel rivolgere a te
il mio pensiero.

******

Dammi, Signore,
la sanita’ del corpo
insieme con l’intenzione
di conservarla
nel modo migliore.
Dammi, Signore,
un’anima che abbia occhi
per la bellezza e la purezza,
che non si lasci
impaurire dal peccato
e che sappia
raddrizzare le situazioni.
Donami la tua grazia,Signore,perché io non dia alcun valore alle cose del
mondo
e fissi solo in Te il mio pensiero,
senza dare ascolto alle mutevoli voci degli uomini;
perché sia contento della mia solitudine
e non desideri compagnie terrene;
perché a poco a poco
mi stacchi completamente dal mondo
e dalle cure del mondo sciolga ogni mio pensiero;
perché non desideri alcuna notizia dal mondo
e le fantasie del mondo non valgano a darmi diletto;
perché pensi a Dio con letizia;
perché con dolore chieda il suo aiuto;
perché cerchi in Dio il mio conforto e il mio
appoggio;
perché tutti i miei sforzi siano rivolti ad
amarlo.
Perché riconosca la mia pochezza
e meschinità e docilmente mi umili
sotto la potente mano di Dio;
perché mi dolga dei peccati commessi
e, per espiarli, accolga docilmente le avversità;
perché goda di soffrire qui
il mio Purgatorio, contento nelle afflizioni.
Perché proceda nella via stretta
che conduce alla vita;
perché porti la croce con Cristo;
perché non sia dimentico delle cose supreme
e tenga sempre dinanzi agli occhi
la mia morte che è sempre lì a lato;
perché pensi alla morte con familiarità;
perché abbia dinanzi agli occhi ed alla mente
l’eterno fuoco dell’inferno;
perché preghi per il perdono
prima che venga il Giudice;
perché pensi incessantemente
alla Passione che Cristo ha sofferto per me;
perché incessantemente lo ringrazi
dei suoi benefici.
Perché riguadagni il tempo perduto
e mi astenga da chiacchiere vane,
e rifugga da futili risa e da sciocche allegrezze.
Gli svaghi non necessari
– me ne strappi per sempre.
Le ricchezze terrene, gli amici,
la libertà, la vita, tutto,
ne stimi un nulla la perdita
quando il guadagno sia Cristo.
Perché pensi che i miei maggiori nemici
sono i miei amici migliori:
i fratelli di Giuseppe non avrebbero potuto fargli
con l’amore e la bontà un bene tanto grande
quanto quello che gli fecero con l’ostilità
e l’invidia.
Perché cerchi in Dio il mio conforto e il mio
appoggio;
perché tutti i miei sforzi siano rivolti ad
amarlo.
Perché riconosca la mia pochezza e meschinità
E docilmente mi umili sotto la potente mano di Dio;
perché mi dolga dei peccati commessi
e, per espiarli, accolga docilmente le avversità;
perché goda di soffrire qui il mio Purgatorio
contento nelle afflizioni.
Perché proceda nella via stretta che conduce
alla vita;
perché porti la croce con Cristo;
perché non sia dimentico delle cose supreme
e tenga sempre dinanzi agli occhi la mia morte che
è sempre lì a lato;
perché pensi alla morte con familiarità;
perché abbia dinanzi agli occhi ed alla mente
l’eterno fuoco dell’inferno…
Prayer for Fervor in Thinking of God
O Lord,
give us a mind
that is humble, quiet, peaceable,
patient and charitable,
and a taste of your Holy Spirit
in all our thoughts, words, and deeds.
O Lord,
give us a lively faith, a firm hope,
a fervant charity, a love of you.
Take from us all lukewarmness in meditation
and all dullness in prayer.
Give us fervor and delight in thinking of you,
your grace, and your tender compassion toward us.
Give us,
good Lord,
the grace to work for
the things we pray for.

,-St Thomas More, 1478-1535

Il contadino saggio – The wise  farmer – Storia Zen


Il contadino saggio

C’era una volta un contadino cinese il cui cavallo era scappato;
tutti i vicini quella sera stessa si recarono da lui per esprimergli
il loro dispiacere.
“Siamo così addolorati di sentire che il tuo cavallo è fuggito.
E’ una cosa terribile”
Il contadino rispose:
“Forse.”
Il giorno successivo il cavallo tornò portandosi dietro sette cavalli selvaggi,
e quella sera tutti i vicini tornarono e dissero:
“Ma che fortuna! Guarda come sono cambiate le cose.
Ora hai otto cavalli!”
Il contadino disse:
“Forse.”
Il giorno dopo suo figlio cercò di domare uno di quei cavalli per cavalcarlo,
ma venne disarcionato e si ruppe una gamba, al che tutti esclamarono:
“Oh, poveraccio. Questa e’ una vera disdetta”
ma ancora una volta il contadino commentò:
“Forse.”
Il giorno seguente il consiglio di leva si presentò per arruolare gli uomini nell’esercito,
e il figlio venne lasciato a casa per via della gamba rotta.
Ancora una volta i vicini si fecero intorno per commentare:
“Non è fantastico?”
ma di nuovo il contadino disse:
“Forse.”
Il contadino si è mantenuto nel rifiuto di guadagno o di perdita,
di vantaggio o di svantaggio
nello Zen possiamo chiamarlo
“non-scegliere”
perchè, se ben si pensa non vi è nulla che possieda una caratteristica
che sia sempre positiva o sempre negativa!
Storia zen
The wise farmer
There was once a Chinese whose horse ran away;
all the neighbors that night came to him to express
their displeasure.
“We are so saddened to hear that your horse has escaped.
It ‘a terrible thing “
The farmer said:
“Maybe.”
The next day the horse returned bringing with it seven wild horses,
and that evening all the neighbors came back and said:
“What luck! See how things have changed.
Now you have eight horses! “
The farmer said:
“Maybe.”
The day after his son tried to tame one of those horses to ride,
but was thrown and broke his leg, which all said
“Oh, poor guy. This is’ real notice”
but once again the farmer said:
“Maybe.”
The day following the advice of military men came to enlist in the army,
and the child was left at home due to broken leg.
Once again, the neighbors gathered around to comment:
“Is not it great?”
but again the farmer said:
“Maybe.”
The farmer is maintained in the rejection of gain or loss,
advantage or disadvantage
in Zen we call
“no-choice”
because, if well you think there is nothing that possesses a characteristic
which is always positive or always negative!
Zen story

Consuetudini seminormali


Immagine di Giuseppe Bustone

Consuetudini seminormali

Ché, mica mi credono… Oso ripercorrere a ritroso certe disavventure tangenti e vissute sulla mia pelle. Che scottature, anche in pieno inverno..! Poi chi credette comunque mi additò quale pazzoide. Ma, io, tutte ste cose qua, mica le ho inventate… Oggi, oggi sì che sarebbero all’ordine del giorno. Oggi già siamo considerati tutti un po’ matti, no? Per cui uno più o uno in meno chi se ne accorge… Quindi, se avete vissuto o vivete esperienze un po’ fuori dal normale, sappiate che non siete i soli… Il mondo sta cambiando. Oggi, si comunica per diverse frequenze… Non temere, è più che normale!

© Giuseppe Bustone

Soltanto l’amore – Only love – Rabindranath Tagore


6

Soltanto l’amore

“Soltanto l’amore è allo stesso tempo movimento e riposo: il nostro cuore va peregrinando continuamente finché non ha trovato l’amore. Questo stesso riposo però è una forma d’intensa attività nella quale una grande quete e un’incessante energia vengono a fondersi nell’amore. Nell’amore procedono armonicamente la perdita e il guadagno, nel suo libro di cassa i crediti e i debiti sono segnati nella stessa colonna e le spese vengono aggiunte alle entrate. Nella meravigliosa festa della Creazione, in questa grande cerimonia del volontario sacrificio di Dio, colui che ama fa costantemente rinuncia di sé per ritrovare se stesso in amore. In verità l’amore è ciò che fa coesistere, inseparabilmente unite, le due opposte azioni del dare e del ricevere.”

Rabindranath Tagore

Only love
Only love is both movement and rest: our hearts go wandering continuously until she found love. This same rest, however, is a form of intense activity in which a large quieted and relentless energy are in merge in love. in love proceedharmoniously loss and gain, in his book, cash receivables and payables aremarked in the same column and expenses are added to revenue. in the wonderful festival of creation, in this great ceremony of the volunteer sacrifice of God, the oneshe loves is constantly self-denial to find himself in love. Indeed, love is what makescoexist, inseparably united, the two opposing actions of giving and receiving. “
Rabindranath Tagore

Fiducia – Confidence – Chogyam Trungpa


5Kb0sW1267279654

Fiducia

Fiducia non vuol dire aver fiducia in qualcosa, ma è il restare nello stato di fiducia, libero dalla competizione o dal desiderio di primeggiare. Questo è uno stato incondizionato, nel quale semplicemente possiedi una disposizione d’animo stabile che non ha bisogno di alcun punto di riferimento.
Non c’è spazio per il dubbio; proprio la questione del dubbio non si pone. Questo tipo di fiducia ha in sé gentilezza, perché il concetto di paura non sorge; vigoria, perché nello stato di fiducia c’è una assidua pienezza di risorse; e gioia, perché la fiducia nel cuore porta un gran senso dell’umorismo.
Questa fiducia si può manifestare come regalità, eleganza, e ricchezza nella vita della persona.
Chogyam Trungpa

Confidence
Confidence does not mean to trust in something, but it is to remain in the state of confidence, free from competition or the desire to excel. This is a state of unconditional love, which simply possess a stable state of mind that does not need any reference point.
There is no room for doubt; precisely the question of the doubt does not arise. This type of trust has in self-kindness, because the concept of fear does not arise; vigor, because in the state of confidence, there is a constant fullness of resources; and joy, because they trust in the heart brings a great sense of humor.
This confidence may manifest as royalty, elegance, and wealth in the life of the person.
Chogyam Trungpa

La gentilezza del cuore – The kindness of the heart


La gentilezza del cuore

Forse è difficile per la nostra mente, propensa a misurare ogni cosa,
a decidere sempre cosa sia giusto o sbagliato il cancellare le opinioni ma è possibile rendersi conto che invece di vivere per riflesso condizionato si possa scegliere e quanto il peso della nostra scelta sia determinante per la qualità dei nostri pensieri. Ci si potrebbe educare all’evitare reazioni impulsive distruttive per protendere verso una gentilezza del cuore che è compassione verso noi stessi e verso gli altri per essere capaci di una controtendenza che genera un grande cambiamento. Riprendendo le parole di Gandhi – Sii il cambiamento che tu vuoi vedere avvenire nel mondo.

21.04.2011 Poetyca

The kindness of the heart

It may be hard for our minds, willing to measure everything,
always to decide what is right or wrong opinions, but you can delete realize that instead of living for the conditioned reflex can be chosen and how the weight of our choice is decisive for the quality of our thoughts. We could educate avoidance destructive impulsive reactions to reach out to a kindness of heart that has compassion for ourselves and for others to be able to counter that generates a great change. Echoing the words of Gandhi – Be the change you want to see in the world.

21.04.2011 Poetyca

Poema della fede profonda (hsin hsin ming) – Poem of Deep Faith –


Poema della fede profonda (hsin hsin ming)

di Seng Ts’an (3 patriarca della scuola ch’an IV sec. d.C.)

La Via Suprema non e’ difficile
se solo rifiuti di preferire
Senza attrazione o repulsione,
comprenderai chiaramente.

Basta lo spessore di un capello,
e ne sei lontano come il cielo dalla terra
Se desideri che si riveli,
non essere pro o contro.

Il dissidio tra pro e contro
e’ la malattia della mente.
Senza riconoscere il misterioso principio
praticare la quiete è inutile.

La Via e’ perfetta, un ampio spazio,
senza difetto, senza eccesso
Poiche’ afferri o rifiuti,
non la puoi realizzare.

Non inseguire l’esistenza condizionata,
non attaccarti al vuoto
Nell’unita’ e nell’uguaglianza
la confusione svanisce da se’.

Se cerchi la quiete fermando l’attivita’,
quella quiete sara’ perfino piu’ attiva.
Finche’ ristagni nella dualita’,
come puoi realizzare l ‘unita’?

Se non riesci a penetrare l ‘unita’,
entrambi gli opposti perdono la loro funzione.
Rifiuta l ‘esistenza e cadrai nell’esistenza.
Insegui il vuoto e lo rinnegherai.

Parlare e ragionare troppo
impedisce di armonizzarsi con la Via
Smetti di parlare, di ragionare,
e nulla sara’ incomprensibile.

Torna alla radice e realizza il principio
Insegui la chiarezza e la perderai.
Un solo istante volgendo interiormente la luce
e’ maggiore della mera vacuita’.

La precedente vacuita’ viene trasformata,
non era che il prodotto delle illusioni.
Non e’ necessario cercare il vero,
basta eliminare le opinioni.

Non dimorare in pensieri dualistici,
evita di seguirli.
Finche’ esistono giusto e sbagliato,
la mente e’ frammentata e persa.

Il due viene dall’uno,
ma non trattenere nemmeno l’uno.
Se la mente unica non si agita,
i diecimila fenomeni sono senza difetti.

Senza difetti, senza fenomeni;
nessuna agitazione, nessuna mente
ll soggetto si estingue e con l’oggetto.
l’oggetto scompare col soggetto.

L ‘oggetto e’ tale a causa del soggetto,
il soggetto e’ tale a causa dell’oggetto
Sappi che in origine
i due sono l’unica vacuita’.

Nell’unica vacuita’ i due sono lo stessa cosa
che contiene tutti i fenomeni
Senza discriminazione tra bello e brutto
come possono esservi pregiudizi?

La grande Via e’ ampia,
ne’ facile ne’ difficile
Con piccole idee sorgono timori;
piu’ hai fretta, piu’ ritardi.

Se ti attacchi a questo perderai la misura
La mente imbocchera’ una via sbagliata
lascia la presa e sii spontaneo,
senza andare e senza stare.

ln armonia con la tua natura, unito alla Via,
vaga tranquillo, senza impedimenti.
Avvinto dai pensieri, ti allontani dal reale
Cadere nel torpore e’ altrettanto negativo.

Non e’ bene affaticare lo spirito.
Perche’ oscillare tra avversione e attaccamento?
Se desideri penetrare l’unico veicolo.
non rifiutare il regno dei sensi.

Senza avversita’ per il regno dei sensi,
sarai uno con la vera illuminazione.
Il saggio non ha intenzioni,
il folle si pone da se’ in schiavitu’.

Un fenomeno non differisce da un altro
la mente illusa si aggrappa a cio’ che desidera.
Usare la mente per coltivare la mente:
non e’ questo un grande errore?

La mente illusa genera quiete o confusione.
L’illuminato non ha simpatie o antipatie.
La dualita’ di tutte le cose
sorge da false discriminazioni.

Un sogno, un ‘illusione, una folgore nel cielo:
come puo’ valere la peno di afferrarli?
Guadagno e perdita, giusto e sbagliato:
abbandonali tutti all’istante!

Se gli occhi non si chiudono per il sonno,
tutti i sogni svaniscono da soli
Se la mente non discrimina,
tutti i fenomeni appartengono all’unica quiddita’.

Il mistero dell’unica quiddita’ e’ profondo,
immoto, le cose condizionate dimenticate.
Contempla l’identita’ di tutti i fenomeni,
e tornerai all’essenza delle cose.

Nella dimensione incondizionata
non puo’ esserci misura ne’ confronto.
il movimento smette, smettendo si muove
smesso il movimento, nulla e’ smesso.
Quando non c’e’ piu’ dualismo,
come puo’ esserci l’uno?

Nell’assoluto, nell’infinito
non esistono regole ne’ misure.
Sviluppa una mente equanime,
e tutte le azioni si acquieteranno.

Gli angosciosi dubbi sono chiariti
La giusta fede e’ resa integra.
Nulla si trascina dietro,
nulla si ricorda.

Luminosa, vuota, spontanea,
la mente non si sforza.
E’ luogo inaccessibile al pensiero,
impenetrabile alla ragione e al sentimento.

Nel Regno Universale della vera quiddita
non esistono l ‘altro ne’ il se’.
E’ essenziale accordarsi con essa,
rievocando il non-duale.

Nel non-duale tutte le cose sono unita’,
nulla resta escluso
Tutti i saggi delle dieci direzioni
comprendono questo principio.

Esso non e’ veloce ne’ lento:
un pensiero per dieci mila anni.
Dimorando ovunque e in nessun luogo,
si rivelano le dieci direzioni.

Il minore e’ uguale al maggiore
nella realta’ dove non c’e illusione.
Il maggiore e’ uguale al minore,
non si vedono limiti.

L’esistenza non differisce dalla non esistenza,
la non esistenza non differisce dall ‘esistenza
Se non sei a questo punto,
non devi fermarti.

Uno e’ tutto,
tutto e’ uno.
Se puo’ essere cosi’,
perche preoccuparsi dell’incompletezza?

Fede e Mente non sono due.
La non dualita’ e’ Fede nella Mente.
Il sentiero delle parole e’ finito:
Non c’e passato, ne’ futuro, ne’ presente.

🌸🌿🌸

Poem of Deep Faith (hsin hsin ming)

by Seng Ts’an (3 patriarch of the Ch’an school 4th century AD)

The Supreme Way is not difficult
if you just refuse to prefer
Without attraction or repulsion,
you’ll understand clearly.

Just the thickness of a hair,
and you are as far as the sky from the earth
If you wish it to be revealed,
not being for or against.

The disagreement between pros and cons
is the disease of the mind.
Without recognizing the mysterious principle
practicing stillness is useless.

The Way is perfect, ample space,
without defect, without excess
Since you grab or refuse,
you can’t make it.

Don’t chase conditioned existence,
don’t stick to the void
In unity and equality
the confusion vanishes by itself.

If you are looking for stillness by stopping the activity,
that quietness will be even more active.
Until stagnation in duality,
how can you make the unit?

If you can’t penetrate the unit,
both opposites lose their function.
Reject existence and you will fall into existence.
Follow the void and you will deny it.

Talk and reason too much
it prevents us from harmonizing with the Way
Stop talking, thinking,
and nothing will be incomprehensible.

Go back to the root and realize the principle
Follow the clarity and you will lose it.
One moment turning the light inside
it is greater than mere vacuity.

The previous vacuity is transformed,
it was nothing but the product of illusions.
It is not necessary to look for the truth,
just delete the opinions.

Do not dwell in dualistic thoughts,
avoid following them.
As long as right and wrong exist,
the mind is fragmented and lost.

Two comes from one,
but don’t hold back either.
If the unique mind is not agitated,
the ten thousand phenomena are without defects.

Without defects, without phenomena;
no agitation, no mind
The subject is extinguished and with the object.
the object disappears with the subject.

The object is such due to the subject,
the subject is such because of the object
Know that originally
the two are the only vacuity.

In the one emptiness the two are the same thing
which contains all the phenomena
Without discrimination between beautiful and ugly
how can there be prejudices?

The great Way is wide,
neither easy nor difficult
Fears arise with small ideas;
the more you hurry, the more delays.

If you stick to this you will lose the measure
The mind will take the wrong path
let go and be spontaneous,
without going and without staying.

In harmony with your nature, united with the Way,
he wanders quietly, unhindered.
Wrapped in thoughts, you move away from the real
Falling into torpor is just as bad.

It is not good to tire the spirit.
Why oscillate between aversion and attachment?
If you wish to penetrate the only vehicle.
do not reject the realm of the senses.

Without adversity for the realm of the senses,
you will be one with true enlightenment.
The sage has no intentions,
the madman places himself in slavery.

One phenomenon does not differ from another
the deluded mind clings to what it wants.
Use the mind to cultivate the mind:
Isn’t this a big mistake?

The deluded mind generates stillness or confusion.
The enlightened person has no likes or dislikes.
The duality of all things
arises from false discrimination.

A dream, an illusion, a lightning in the sky:
how can it be worth the pain to grab them?
Earnings and losses, right and wrong:
abandon them all instantly!

If the eyes do not close for sleep,
all dreams vanish by themselves
If the mind does not discriminate,
all phenomena belong to the only quiddita.

The mystery of the only quiddity is profound,
motionless, the forgotten conditioned things.
It contemplates the identity of all phenomena,
and you will return to the essence of things.

In the unconditional dimension
there can be no measure or comparison.
the movement stops, stops moving
stopped the movement, nothing is stopped.
When there is no more dualism,
how can there be one?

In the absolute, in the infinite
there are no rules or measures.
Develop an equal mind,
and all actions will calm down.

The anguished doubts are clarified
The right faith is made whole.
Nothing drags behind,
nothing is remembered.

Bright, empty, spontaneous,
the mind does not strive.
It is a place inaccessible to thought,
impenetrable to reason and feeling.

In the Universal Kingdom of the true quiddity
there is neither the other nor the self.
It is essential to agree with it,
recalling the non-dual.

In the non-dual all things are unity,
nothing is excluded
All the essays of the ten directions
understand this principle.

It is not fast or slow:
a thought for ten thousand years.
Abiding anywhere and nowhere,
the ten directions are revealed.

The minor is equal to the major
in reality where there is no illusion.
The major is equal to the minor,
no limits are seen.

Existence does not differ from non-existence,
non-existence does not differ from existence
If you are not at this point,
you don’t have to stop.

One is everything,
all is one.
If so,
why worry about incompleteness?

Faith and Mind are not two.
Non-duality is Faith in the Mind.
The path of words is finished:
There is no past, no future, no present.

Ti auguro – I Wish you – Pam Brown


 

Ti auguro

Ti auguro la gioia di avere sempre qualcuno

con cui dividere ogni cosa…

Ti auguro di avere dei bei ricordi

cui ritornare col pensiero nei brutti momenti…

Ti auguro una tra le migliori piccole gioie quotidiane:

aprire un libro che ricordi bene,

lasciarne le pagine,

leggere le prime parole famigliari

Ti auguro la primavera e la meraviglia di

constatare che è sempre migliore di quanto

avevi osato sperare.

Ti auguro la felicità di un regalo da un bambino:

– un mazzo di denti di leone appassiti,

– una caramella succhiata a metà

– una rana

– un bacio

Ti auguro che tu possa, anche se solo una volta nella vita,

vedere qualcosa di infinitamente raro, strano e bello.

Ti auguro la malinconia di un giardino in inverno e,

dopo mesi d’attesa, i piccoli, verdi vegetali della primavera.

Ti auguro di rimanere affascinato dall’infinita

varietà della vita animale

Ti auguro la fiducia di una creatura selvatica,

conquistata con pazienza e amore.

Ti auguro che tu possa non dover comprare

l’amore al prezzo dell’umiliazione.

Ti auguro che tu possa sempre trovare le

parole giuste per mantenere al loro posto

gli spacconi e avere abbastanza forza

nelle ginocchia per camminare con dignità.

Ti auguro che tu possa avere un cuore pieno d’amore

e giudizi accorti.

Ti auguro la gioia di essere desiderato,

e di trovare il regalo perfetto,

sentire il profumo della terra, dal prato aperto.

Ti auguro lettere:

con una calligrafia che riconosci immediatamente,

con una calligrafia che non vedevi da anni.

Ti auguro lettere piene di elogi, piene di incoraggiamenti:

lettere di gratitudine e di amore.

Ti auguro lettere sciupate,

macchiate di inchiostro, scritte tutte storte

coperte di baci.

Ti auguro la felicità di dimenticare il passato

e di trovare nuovi inizi.

Ti auguro la felicità delle idee,

l’eccitamento della ragione,

il trionfo della conoscenza,

lo schiarirsi della vista, l’acuirsi dell’udito,

il protendersi verso nuove scoperte,

il trarre piacere dal passato così come dal presente.

Ti auguro la gioia della creatività.

Ti auguro felicità… ma non la felicità che si ottiene chiudendo fuori il mondo.

Nemmeno quella di rinnegare il tuo sogno per amor di agiatezza.

Ti auguro la felicità di fare quello che fai nel migliore dei modi.

Di correre il rischio di tentare, di correre il rischio di dare, di correre il rischio d’amare.

Tratta la felicità con gentilezza: è un prestito

Pam Brown

I wish you

I wish you the joy of always having someone

with whom to share everything …

I hope you have good memories

laid back with the thought in bad times …

I wish one of the best small daily joys:

open a book that you remember well,

leave the pages,

read the first word family

I wish you the wonder of spring and

stated that it is always better than

had dared to hope.

I wish you the happiness of a gift from a child:

– A bouquet of wilted dandelions,

– A half-sucked candy

– A frog

– A kiss

We hope that you can, even if only once in a lifetime,

see something infinitely rare, strange and beautiful.

I wish you the melancholy of a winter garden,

After months of waiting, the small, green vegetable of spring.

I wish to remain fascinated by the endless

variety of animal life

I wish you the confidence of a wild creature,

conquered with patience and love.

We hope that you will not have to buy

love at the price of humiliation.

We hope that you can always find

right words to keep in place

the bullies and have enough strength

in the knees to walk with dignity.

We hope that you might have a heart full of love

noticed and evaluations.

I wish you the joy of being wanted,

and find the perfect gift,

smell of the earth, from the open meadow.

I wish you letters:

with handwriting that you recognize immediately,

in a hand you have not seen for years.

I wish you letters full of praise, full of encouragement:

letters of gratitude and love.

I wish you letters wasted,

ink-stained, crooked written

covered with kisses.

I wish you happiness to forget the past

and find new beginnings.

I wish you the happiness of ideas,

the excitement of reason,

the triumph of knowledge,

clearing, the view, the worsening of hearing,

reaching out to new discoveries,

take pleasure in the past as well as from the present.

I wish you the joy of creativity.

I wish you happiness … but not the happiness that is achieved by closing out the world.

Not even to deny your dreams for the sake of comfort.

I wish you the happiness of doing what you do in the best way.

Run the risk of groped, to take the risk to give, to take the risk of loving.

Happiness is with kindness: it is a loan

Pam Brown

Perdita e guadagno – Loss and profit


🌸Perdita e guadagno🌸

L’attaccamento
è perdita
il lasciare andare
è guadagno
Si muore in vita
si vive morendo

26.12.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Loss and profit

The attachment
it’s loss
to let go
it’s gain
You die in life
one lives dying

26.12.2018 Poetyca

Istruzioni per la vita – Dr Rahula Walpola


Istruzioni per la vita

1. Prendi in considerazione il fatto che un grande amore e grandi risultati comportano un grande rischio.

2. Quando perdi, non perdere la lezione.

3. Segui le tre R: Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, e
La Responsabilità per tutte le tue azioni.

4. Ricorda che non ottenere quello che vuoi a volte è un meraviglioso
colpo di fortuna.
5. Impara le regole in modo da sapere come infrangerle in modo corretto.

6. Non lasciare che una piccola disputa danneggi una grande amicizia.

7. Quando ti accorgi di aver commesso un errore, prendi misure immediate per correggerlo.

8. Passa un po ‘di tempo da solo ogni giorno.

9. Apri le tue braccia al cambiamento, ma non perdere i tuoi valori.

10. Ricorda che il silenzio a volte è la migliore risposta.

11. Vivi una vita buona e onorabile. Poi, quando sarai vecchio e ricorderai il passato,sarai ingrado di godere una seconda volta.

12. Un atmosfera amorosa in casa è il fondamento della tua vita.

13. Nei litigi con chi ami, parla solo della corrente situazione. Non
rivangare il passato.

14. Condividi le tue conoscenze. È un modo per ottenere l’immortalità.

15. Sii gentile con la terra.

16. Una volta all’anno, visita un luogo dove non sei mai stato prima.

17. Ricorda che la migliore relazione è quella in cui il vostro amore per
l’altro supera il vostro bisogno dell ‘ altro.

18. Giudica il tuo successo da quello a cui hai dovuto rinunciare per ottenerlo.
19. Approcciati all’ amore e alla cucina senza preoccupazioni.

Dr Rahula Walpola

Instruction for life

1. Take into account that great love and great achievements involve great risk.

2. When you lose, don’t lose the lesson.

3. Follow the three R’s: Respect for self; Respect for others; and Responsibility for
all your actions.

4. Remember that not getting what you want is sometimes a wonderful stroke of
luck.
5. Learn the rules so you know how to break them properly.

6. Don’t let a little dispute injure a great friendship.

7. When you realize you’ve made a mistake, take immediate steps to correct it.

8. Spend some time alone every day.

9. Open your arms to change, but don’t let go of your values.

10. Remember that silence is sometimes the best answer.

11. Live a good, honorable life. Then when you get older and think back, you’ll be
able to enjoy it a second time.

12. A loving atmosphere in your home is the foundation for your life.

13. In disagreements with loved ones, deal only with the current situation. Don’t
bring up the past.

14. Share your knowledge. It’s a way to achieve immortality.

15. Be gentle with the earth.

16. Once a year, go someplace you’ve never been before.

17. Remember that the best relationship is one in which your love for each other
exceeds your need for each other.

18. Judge your success by what you had to give up in order to get it.
19. Approach love and cooking with reckless abandon.

Dr Rahula Walpola

Nuovi amici – New Friends – Joseph Parry


k12

Nuovi amici
Fai nuovi amici, ma mantieni precedenti;
Quelli sono argento, questi sono oro.
Nuove amicizie fatte, come il vino nuovo,
L’età addolcisce ed affina.
Le amicizie che hanno resistito alla prova –
Il tempo e il cambiamento – sono sicuramente migliori;
La fronte può fare le rughe, i capelli crescono grigi,
L’amicizia non conosce decadimento.
Per metà dei vecchi amici, veri e provati,
Ancora una volta i nostri giovani rinnovano.
Ma i vecchi amici, ahimè! potrebbero morire,
I nuovi amici devono prendere il loro posto.
Custodite l’amicizia nel vostro seno
Il nuovo è bene, ma il vecchio é migliore;
Fai nuovi amici, ma mantieni il vecchio;
Quelli sono argento, questi sono oro.
Joseph Parry

New friends
Make new friends, but keep the old;
Those are silver, these are gold.
New-made friendships, like new wine,
Age will mellow and refine.
Friendships that have stood the test –
Time and change – are surely best;
Brow may wrinkle, hair grow gray,
Friendship never knows decay.
For ‘mid old friends, tried and true,
Once more we our youth renew.
But old friends, alas! may die,
New friends must their place supply.
Cherish friendship in your breast-
New is good, but old is best;
Make new friends, but keep the old;
Those are silver, these are gold.
Joseph Parry

La musica – The music


🌸La musica🌸

La musica
risuona
come carezza
senza tempo
Ed è memoria
a riaprire
la porta del cuore
Orme
sulla sabbia
nella promessa
di onde nuove
Racchiuso
istante
in lacrime
senza parole

26.05.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸
The music

The music
resonates
like timeless
caress
And it’s memory
to reopen
the door of the heart
Footprints
on the sand
in the promise
of new waves
enclosed
instant
in tears
without words

May 26, 2018 Poetyca

Solo per oggi – Just For Today – Sibyl F. Partridge


Solo per oggi

Solo per oggi cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi
della mia vita tutti in una volta.

Solo per oggi avrò la massima cura del mio aspetto: vestirò con sobrietà, non alzerò la voce, sarò cortese nei modi, non criticherò nessuno, non cercherò di migliorare o disciplinare nessuno tranne me stesso.

Solo per oggi sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell’altro mondo, ma anche in questo.

Solo per oggi mi adatterò alle circostanze, senza pretendere che le circostanze si adattino ai miei desideri.

Solo per oggi dedicherò dieci minuti del mio tempo a sedere in silenzio ascoltando Dio, ricordando che come il cibo è necessario alla vita del corpo, così il silenzio e l’ascolto sono necessari alla vita dell’anima.

Solo per oggi, compirò una buona azione e non lo dirò a nessuno.

Solo per oggi mi farò un programma: forse non lo seguirò perfettamente, ma lo farò. E mi guarderò dai due malanni: la fretta e l’indecisione.

Solo per oggi saprò dal profondo del cuore, nonostante le apparenze, che l’esistenza si prende cura di me come nessun altro al mondo.

Solo per oggi non avrò timori. In modo particolare non avrò paura di godere di ciò che è bello e di credere nell’Amore.

Posso ben fare per 12 ore ciò che mi sgomenterebbe se pensassi di doverlo fare tutta la vita.

Dale Carnegie ha citato questo testo nel suo libro “Come smettere di preoccuparsi e incominciare a vivere”e lo attribuisce “alla scomparsa Sibyl F. Partridge”. Il titolo originale inglese è “Just For Today”.

generalmente esso è attribuito a Papa Giovanni XXIII

Original English Text:

How To Stop Worrying And Start Living”
By Dale Carnegie p. 66
So let us remember these words of William James: “Much of what we call Evil … can often be converted into a bracing and tonic good by a simple change of the sufferer’s inner attitude from one of fear to one of fight.” Let’s fight for our happiness! Let’s fight for our happiness by following a daily programme of cheerful and constructive thinking. Here is such a programme. It is entitled “Just for Today”. I found this programme so inspiring that I gave away hundreds of copies. It was written thirty-six years ago by the late Sibyl F. Partridge. If you and I follow it, we will eliminate most of our worries and increase immeasurably our portion of what the French call la joie de vivre.
~~~~

Just For Today

1. Just for today I will be happy. This assumes that what Abraham Lincoln said is true, that “most folks are about as happy as they make up their minds to be.” Happiness is from within; it is not a matter of externals.

2. Just for today I will try to adjust myself to what is, and not try to adjust everything to my own desires. I will take my family, my business, and my luck as they come and fit myself to them.

3. Just for today I will take care of my body. I will exercise it, care for it, nourish it, not abuse it nor neglect it, so that it will be a perfect machine for my bidding.

4. Just for today I will try to strengthen my mind. I will learn something useful. I will not be a mental loafer. I will read something that requires effort, thought and concentration.

5. Just for today I will exercise my soul in three ways: I will do somebody a good turn and not get found out. I will do at least two things I don’t want to do, as William James suggests, just for exercise.

6. Just for today I will be agreeable. I will look as well as I can, dress as becomingly as possible, talk low, act courteously, be liberal with praise, criticise not at all, nor find fault with anything and not try to regulate nor improve anyone.

7. Just for today I will try to live through this day only, not to tackle my whole life problem at once. I can do things for twelve hours that would appall me if I had to keep them up for a lifetime.

8. Just for today I will have a programme. I will write down what I expect to do every hour. I may not follow it exactly, but I will have it. It will eliminate two pests, hurry and indecision.

9. Just for today I will have a quiet half-hour all by myself and relax. In this half-hour sometimes I will think of God, so as to get a little more perspective into my life.

10. Just for today I will be unafraid, especially I will not be afraid to be happy, to enjoy what is beautiful, to love, and to believe that those I love, love me. If we want to develop a mental attitude that will bring us peace and happiness, here is Rule 1: Think and act cheerfully, and you will feel cheerful.

Written by Sybil F. Partridge Cin 1916 and printed in
“How To Stop Worrying, And Start Living” by Dale Carnegie, 1951
http://www.authorsden.com/categories/article_top.asp?catid=55&;id=39309
but generally it is attribuite to Pope John XXIII

Senso profondo – Deep sense


🌸Senso profondo🌸

I nostri passi
si scioglieranno
come neve
al sole
e ci incontreremo
nell’altrove

Destino
o fato
ogni ineluttabile
intreccio
ci condurrà
lontano

A ricamare
storie
con intrecci nuovi
con filo d’oro
perché tutto
sia infine compiuto

10.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Deep sense

Our steps
they will melt
like snow
in the sun
and we will meet
elsewhere

Destiny
or fate
each ineluctable
intertwining
will lead us
far

To embroider
stories
with new weaves
with gold thread
why everything
is finally accomplished

10.01.2021 Poetyca

Separazione – Separation – Rumi


🌸Separazione🌸

Conosciamo la separazione
così bene perché
abbiamo assaggiato l’unione.

Rumi
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Separation

We know separation
so well because
we have tasted the union.

Rumi

GENESIS | Live at Wembley (England, 1987)


[youtube https://www.youtube.com/watch?v=qAdh85n1MjM]

I Genesis sono un gruppo progressive rock britannico, cresciuto e affermatosi all’interno del vasto movimento del rock progressivo. Sono considerati una delle band più importanti e innovative della storia del rock.

Durante la loro carriera, hanno venduto più di 150 milioni di dischi in tutto il mondo, inserendosi nella lista dei trenta artisti di maggior successo commerciale di tutti i tempi.

Nel corso della propria storia il gruppo ha subito diversi cambiamenti di formazione, mantenendo tuttavia inalterata la presenza di Tony Banks (alle tastiere) e Mike Rutherford (al basso e alle chitarre). Le formazioni più celebri e riconosciute sono due: la prima, quella dell’affermazione negli anni settanta, comprendeva Phil Collins, Mike Rutherford, Tony Banks, Steve Hackett e Peter Gabriel; la seconda, quella degli anni ottanta e novanta, Phil Collins, Mike Rutherford e Tony Banks, con il costante supporto, durante i live, di Daryl Stuermer (chitarra elettrica e basso) e Chester Thompson (batteria e percussioni), che tuttavia non divennero mai membri ufficiali del gruppo. Quest’ultima formazione è anche la più longeva e quella che ha ottenuto il maggior successo commerciale. Nel corso del tempo hanno poi fatto parte della band molti musicisti provenienti da diverse esperienze musicali.

Abili esecutori e abilissimi compositori, i Genesis vantano anche una larga produzione di materiale dal vivo, testimoniata da numerosi album live, sia ufficiali che bootleg.

https://it.wikipedia.org/wiki/Genesis

Genesis are an English rock band formed in Godalming, Surrey in 1967, with Peter Gabriel, Tony Banks, Mike Rutherford, Anthony Phillips and Chris Stewart as founding members. The band has had numerous line-ups throughout its history, of which eleven musicians became full time members. Its most recent formation comprised two founding members — keyboardist Tony Banks and bassist/guitarist Mike Rutherford — and drummer/singer Phil Collins, who joined in 1970. Genesis are one of the best selling music artists of all time with approximately 130 million records sold worldwide.[2] They were inducted into the Rock and Roll Hall of Fame in 2010.

Formed by five pupils at Charterhouse School, Genesis were initially regarded as a “pop experiment” as evident by their debut album, From Genesis to Revelation(1969).[3] They evolved into a progressive rock band with Trespass (1970) and Nursery Cryme (1971), which showcased longer tracks, fantasy inspired lyrics, and complex song structures and instrumentation – the latter featured the debut of Collins on drums and new lead guitarist Steve Hackett. Their success continued withFoxtrot (1972), which features the 23-minute track “Supper’s Ready“, and Selling England by the Pound (1973). Genesis concerts during this time became theatrical experiences with stage design, pyrotechnics, story telling, and singer Peter Gabriel wearing make-up and costumes. In 1975, after touring in support of their doubleconcept album The Lamb Lies Down on Broadway (1974), Gabriel left the band. Collins would handle drums, percussion, drum machine (starting in 1980) and lead vocals on their subsequent studio albums, of which three more were released in the 1970s: A Trick of the Tail (1976), Wind & Wuthering (1976), and …And Then There Were Three… (1978). The single “Follow You Follow Me” from the latter was a major international success and represented a change in their musical direction, becoming more pop-oriented and commercially accessible.

In 1980, Genesis scored their first UK No. 1 album with Duke (1980). Their commercial success grew with further UK No. 1 albums Abacab (1981) and Genesis (1983), which coincided with Collins’s increasing popularity as a solo artist. The band peaked with Invisible Touch (1986), their best-selling album, from which all five singles released entered the top five on the U.S. Billboard Hot 100 chart, with “Invisible Touch” reaching the No. 1 spot. In 1991, after a five-year break, Genesis continued their mainstream success with We Can’t Dance (1991), which contained the worldwide hit single “I Can’t Dance“. In 1996, Collins departed the band, which led to Ray Wilsontaking his place on vocals. Wilson, Banks and Rutherford released Calling All Stations (1997), which sold well in Europe but peaked at No. 53 in the U.S., their lowest charting album since 1974. Following a European tour in 1998, the band went on hiatus.

In 2006, Banks, Rutherford and Collins reunited for the 2007 Turn It On Again Tour, which included a free concert in Rome that was attended by 500,000 people. The future of the band remains uncertain; Collins stated that he was retiring from the music industry in 2011 but has since indicated he is considering a return,[4] whilst Banks indicated that Genesis had come to an end during an interview in 2012.[5] In 2014, Gabriel, Banks, Rutherford, Collins, and Hackett reunited for a BBC documentary,Genesis: Together and Apart.[6]

https://en.wikipedia.org/wiki/Genesis_(band)

 

Una perla al giorno – Sutta Nipâta


mandala5
Ciò che la gente si aspetta che accada
è sempre differente da ciò che poi realmente accade;
da questo viene una grande delusione; così va il mondo.

Sutta Nipâta
What people expect to happen
It is always different from what actually happens then;
this is a big disappointment; so goes the world.

Sutta Nipata