Archivio | 26/01/2021

Solo arcobaleni – Only rainbows


Solo arcobaleni

Passono le nuvole
passano
su cumuli di pensieri
li portano via
tra carezze di vento
e nuovo germoglio
che nel cuore
colora Primavera

Vivono farfalle
sogni di ieri
con ali più forti
tra cortine di silenzio
a superare ostacoli
passate illusioni

La semina
dopo le piogge
ha dato la stessa linfa
ad erbe e fiori
ed è tempo di scegliere

Falciando il prato
non posso
dare vittoria
a quel che infesta
che soffoca la vita

Apro le ali
dove nell’oceano
di questo silenzio ovattato
tutto è richiamo
per me
per il mio essere
ancora parte di un universo
che emette suoni

Ricompongo la vita
lasciando alle spalle
nuvole e pensieri
trappole nascoste
sul percorso di ieri
soffiando adesso
solo arcobaleni

10.04.2011 Poetyca

Only rainbows

Passing clouds
passing
up heaps of thoughts
carry them away
among wind caresses
and new shoot
that in the heart
Spring colored

Living butterflies
dreams of yesterday
with stronger wings
among curtains of silence
to overcome obstacles
past illusions

Sowing
after the rains
gave the same lymph
grasses and flowers
and it is time to choose

Mowing the lawn
I can not
give victory
to that which infests
that drains the life

I open my wings
where in the ocean
of this muffled silence
everything is calling
for me
for my being
still part of a universe
that emits sounds

Recompose life
leaving behind
clouds and thoughts
hidden traps
on the path of yesterday
blowing now
only rainbows

10.04.2011 Poetyca

Luce – Light


Luce

Ecco la tua meraviglia
forza che esalta
e mai abbandona nell’oceano
di un nulla che spaventa

Porta aperta all’infinito
che restituisci senso
nel respiro di attimi
densi di mistero
e sogno ancora di trovare
oltre questa nebbia
che confonde con ombre e paure
la tua presenza

Luce che accompagni
i passi incerti di un giorno
che sta nascendo
mentre la notte muore
regalami la vita
che sento vibrare dentro
e non m’ingannare
perchè io ancora ti credo

01.09.2004 Poetyca

Light

Here’s your wonder
force that enhances
and never leave the ocean
a nothing that scares

Open door indefinitely
sense that returns
in the breath of moments
full of mystery
and still dream of finding
beyond the fog
confusing shadows and fears
your presence

Light that accompany
the uncertain steps of a day
that is emerging
as the night dies
Life With You
I feel vibrate in
and do not deceive me
because I still believe you

01.09.2004 Poetyca

Passi sospesi – Suspended steps


Passi sospesi

A volte
restano
passi sospesi
senza poter
mai scegliere
una vera direzione
Ombre e voci
ancora una volta
risucchiano
ogni proposito
e nella penombra
la speranza tace
Tutti i sogni
scivolano
dalle ciglia
e sono solo
altri scogli
a fermare il cuore

09.02.2018 Poetyca

Suspended steps

Sometimes
remain
suspended steps
without being able to
never choose
a real direction
Shadows and voices
Once again
suck
every purpose
and in the dim light
hope is silent
All dreams
slip
from eyelashes
and I’m alone
other rocks
to stop the heart

09.02.2018 Poetyca

Poesie – Poems


🌸Poesie🌸

Al primo
raggio
di sole
intreccio
nuove
parole

Poesie
nuove
come
battito
sempre
vivo

19.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Poems

To the first
radius
of Sun
intertwining
new
words

Poems
new
as
beat
always
alive

19.01.2021 Poetyca

Mente – Mind – Bhante Gunaratana


🌸Mente🌸

C’è una differenza
tra guardare la mente
e controllare la mente.
Guardare la mente
con un atteggiamento gentile e aperto
permette alla mente di calmarsi
e di riposarti.
Cercando di controllare la mente
o cercando di controllare la strada
della pratica spirituale
si aprirà, si sveglierà
più agitazione e sofferenza.

Bhante Gunaratana
[Dal libro “Eight Mindful Steps to Happiness: Walking the Buddha’s Path”]
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Mind

There is a difference
between watching the mind
and controlling the mind.
Watching the mind
with a gentle, open attitude
allows the mind to settle down
and come to rest.
Trying to control the mind,
or trying to control the way
that one’s spiritual practice
will unfold, just stirs up
more agitation and suffering.

Bhante Gunaratana
[From the book “Eight Mindful Steps to Happiness: Walking the Buddha’s Path”]

★ cღPoeti amici ღ★


Ci cingiamo in tante sicurezze,
ma siamo una foglia tremula
tra i mille aliti del vento.

Gigante Francesco

We gird ourselves in so many securities,
but we are a tremulous leaf
among the thousand breaths of the wind.

Gigante Francesco

Gigante Francesco Taras

Notte e giorno – Night and day – Haiku


🌸Notte e giorno – Haiku🌸

Di notte e giorno
a passi alternati
in questa vita

14.09.2018 Poetyca
🌸🌿🌸
🌼Night and day – Haiku

At night and day
with alternating steps
in this life

14.09.2018 Poetyca

Valli e montagne


Immagine di Giuseppe Bustone

Valli e montagne

Non mollo proprio adesso
che il marchingegno
si è messo in moto.
Non mollo!
Oltre le sterminate pianure
delle nostrane valli,
umide e profumanti
di erba fresca,
ancora respiro quieto.
Alzo il volume
del mio smartphone
al riconoscere
la mia canzone preferita
ed ascolto commosso.
Sì, parla d’amore;
d’amicizia.
Quasi fantascientifica…
Poi,d’un tratto mi ridestò
dal suolo e correndo inseguo
un desiderio che mi inoltra
oltre il bosco prossimo.
Son vivo. E…
auguro fortuna alla mia sorte.

© Giuseppe Bustone

Japan


[youtube https://youtu.be/zLhF2ptc3fI?list=RDEMOtfz-GRaNl0wg9z6tsVagg]

Japan è stato un gruppo musicale new wave inglese, attivo dal 1974 al 1982. La band ha raggiunto il successo alla fine degli anni settanta e all’inizio degli anni ottanta, quando sono stati spesso associati al movimento New romantic (anche se la band ha sempre negato qualsiasi collegamento).

I Japan si sono formati nel 1974 a Catford, a sud di Londra. La band fu fondata da un gruppo di amici: i fratelli David Sylvian (chitarra e voce) e Steve Jansen (batteria), il tastierista Richard Barbieri e il bassista Mick Karn che studiavano nella stessa scuola a Catford. I quattro ragazzi si cimentavano con gli accordi di Sylvian principalmente per divertimento, a volte con Karn come frontman, a volte con lo stesso Sylvian.

Inizialmente senza nome, scelsero di chiamarsi Japan poco prima del loro primo concerto dal vivo a metà degli anni 70. Il nome fu scelto da Sylvian come temporaneo fino a quando non ne avrebbero scelto uno definitivo, ma poi rimase quello per sempre. Al gruppo si aggiunse successivamente il chitarrista Rob Dean. Da lì a breve, dopo aver vinto un concorso per giovani talenti sponsorizzato dall’etichetta Ariola-Hansa Records, firmarono per la stessa etichetta tedesca nel 1977, diventando una band alternativa glam rock sullo stampo di David Bowie, T. Rex, Roxy Music e The New York Dolls, anche se il loro materiale iniziale era relativo al funk. La prima canzone che hanno registrato con la Hansa, nel 1977 fu Stateline. Debuttarono un anno dopo, con un paio di LP: Adolescent Sex e Obscure Alternatives, che non ricevettero molta attenzione del pubblico in Inghilterra e negli Stati Uniti, ma trovarono favore tra il pubblico estero, soprattutto in Giappone e Paesi Bassi. Entrambi gli album sono stati prodotti da Ray Singer.

Anche se influenzati da artisti come i New York Dolls, Roxy Music e David Bowie, i due album sono stati ampiamente respinti dalla stampa musicale del Regno Unito per essere decisamente fuori moda in un momento in cui il punk 77 e la new wave erano in ascesa. Manager della band fu Simon Napier-Bell, successivamente anche collaboratore di The Yardbirds, Marc Bolan e Wham!.
https://it.wikipedia.org/wiki/Japan_(gruppo_musicale)

The band began as a group of friends in 1974. Brothers David Sylvian (guitar and vocals) and Steve Jansen (drums), keyboardist Richard Barbieri and bassist Mick Karn studied at the same school, Catford Boys’, Brownhill Road, South London. As youngsters they played Sylvian’s two-chord numbers mainly as a means of escape; sometimes with Karn as the front man, sometimes with Sylvian at the fore.

The band, who were initially nameless, opted to call themselves Japan just before their first live gig in the mid-1970s. The name was intended by Sylvian to be temporary until they could think of something else, but ultimately became permanent.The following year they were joined by lead guitarist Rob Dean, and signed a recording contract with the German disco labelHansa-Ariola in 1977, becoming an alternative glam rock outfit in the mould of David Bowie, T.Rex, and The New York Dolls although their initial material was guitar-based funk.

After winning a label-sponsored talent contest, they were signed to Germany’s Ariola-Hansa Records in 1977 and debuted a year later with a pair of LPs, Adolescent Sex and Obscure Alternatives, which received little notice at home or in the U.S. but did find favor among Japanese audiences.

The first song they recorded with Hansa, in 1977, was “State Line”.

https://en.wikipedia.org/wiki/Japan_(band)