Archivio | 08/02/2021

Tutto è – All is


Tutto è

Tutto è ciclo
percorso a volte incerto
e rincorsa a piedi nudi
sul cuore in festa
per accogliere
nell’enfasi vivace
nuove stille di forza

Tutto è qui
nell’attimo in tripudio
che annuncia Primavera
per abbracciare nel silenzio
il trionfo del cuore
tutte le volte che un dubbio
ci ha fatto scivolare

Tutto è presenza
quadro infinito
dove gocce di brina
in un abbraccio di gioia
senza fare rumore
su questi colori
stemperano la vita

24.05,2011 Poetyca

All is

All is cycle
path often uncertain
and run up barefoot
in celebration on the heart
to accommodate
in emphasis lively
new floods of force

All is here
at the instant blaze
that announces Spring
to embrace in the silence
the triumph of the heart
every time that a doubt
did slipped us

All is presence
framework infinite
where drops of dew
in an embrace of joy
without a sound
on these colors
softened the life

24.05,2011 Poetyca

Attesa – Waiting


Attesa

In attesa
di sole
è incanto
il passaggio
mutevole
di nuvole
Nuove forme
accendono
la fantasia
per dare enfasi
al respiro
dei giorni

10.03.2018 Poetyca

Waiting

On waiting
of sun
it is enchantment
the changing
passage
of clouds
New forms
light
fantasy
it give emphasis
to the breath
of days

10.03.2018 Poetyca

Pensieri d’amore – Thoughts of love – Spiritual Thoughts of Meher Baba


pensieri spirituali di meher bada
Pensieri d’amore.
“Di certe persone abitate dall’odio, dalla violenza e dallo
spirito di distruzione, si dice che dovunque passino non ricresce
più l’erba. Questa immagine è ovviamente simbolica, ma non è
esagerata. Altri esseri, invece, che sono abitati dall’amore e
dalla bontà, lasciano dappertutto impronte veramente benefiche, e
chi si trova a passare per quei luoghi dopo di loro si sente
illuminato, riscaldato, vivificato. Allora, il fatto di conoscere
questa verità, non vi ispira la volontà di manifestarvi ovunque
come una presenza benefica? In tutti i luoghi in cui vi trovate,
almeno per qualche istante pensate a pronunciare gli auspici
migliori: “Che tutti coloro che verranno qui siano toccati dalla
luce! Poiché sono tutti figli di Dio, sia trasmesso loro il
desiderio di lavorare per la pace, per la fratellanza!”
Direte che nessuno vi ha mai paralato di una pratica simile. Ma
per quale ragione è necessario che qualcuno ve ne parli? È forse
necessario suggerirvi di desiderare le cose migliori per gli
esseri a voi cari? No, lo fate spontaneamente, perché i vostri
sentimenti vi spingono a farlo. Allora, perché non pensare
spontaneamente a formulare i migliori auspici anche per il mondo
intero?”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Pensieri spirituali di Meher Baba

Affinché l’umanità rinasca, bisogna che si schiuda il cuore dell’uomo perché vi nasca un amore nuovo: un amore che non conosce corruzione ed è assolutamente libero dall’avidità sia individuale che collettiva.
<3<3<3<3
La Nuova Umanità prenderà vita grazie a un’effusione di amore di smisurata abbondanza, e una simile elargizione di amore può solamente sgorgare dal risveglio spirituale suscitato dai Maestri Perfetti.
<3<3<3<3
L’amore è sostanzialmente contagioso: chi non ne ha lo prende da chi lo ha. Chi riceve Amore da altri non può non dare una risposta che è della natura stessa dell’amore.
<3<3<3<3
L’amore vero è invincibile: si rafforza e si espande fino a trasformare, alla fine, tutti quelli che tocca. L’umanità raggiungerà un nuovo modo di essere e di vivere mediante lo scambio libero e insopprimibile di amore puro tra cuore e cuore.
<3<3<3<3
Grazie all’amore divino la Nuova Umanità apprenderà l’arte di una vita armoniosa e collaborativa. Si libererà dalla tirannia delle forme morte e effonderà la vita creativa della saggezza spirituale; abbandonerà tutte le illusioni e si consoliderà nella Verità; godrà pace e perenne felicità; sarà iniziata alla vita dell’Eternità.
<3<3<3<3
L’Amore puro non è una cosa che si può imporre, né sottrarre a un altro con la forza. Deve manifestarsi dal di dentro con piena spontaneità. Quello che si può ottenere con una decisione audace è l’eliminazione di quei fattori che impediscono all’amore di manifestarsi.
<3<3<3<3
L’amore è la cosa più significativa della vita. Non può essere risvegliato che dal contatto con l’Incarnazione dell’amore. Meditazioni teoriche sull’amore potranno tessere una teoria al riguardo, ma il cuore rimarrà vuoto come prima. Amore genera amore; non lo si può risvegliare con alcun mezzo meccanico.
<3<3<3<3
Nello stato Aldilà, dal quale deriva l’universo intero e nel quale in fine esso si fonde, Dio è Amore infinito eternamente.
<3<3<3<3
Nella sfera mentale l’amore si esprime come completa rassegnazione alla volontà di Dio, l’Amato. Ogni desiderio egoistico è scomparso, comprese il volere intensamente la presenza dell’Amato, poiché l’enfasi ora è unicamente sul valore e la volontà dell’Amato e dell’unione con Lui.
<3<3<3<3
L’amore diventa consapevolmente infinito sia nell’essere che nell’espressione quando è trascesa la mente individuale. Questo amore può a ragione essere chiamato divino, perché è caratteristico dello stato di Dio nel quale ogni dualità è finalmente superata.
<3<3<3<3
La vita e l’amore sono inseparabili l’uno dall’altra. Dove c’è vita, c’è amore.
Brani tratti da DISCORSI – Meher Baba, Orizzonti Edizioni, maggio 2000
http://www.andreapangos.it/tutti/Pagine/Menu_verticale/Pensieri_spirituali/meher_baba_amore.html
<<<<<<<<<<<<<<<<3—-<3<<<<<<<<<<<<<<<<<<
Thoughts of love.
“In some people live by hatred, violence and
spirit of destruction, it is said that wherever not pass grows
more grass. This image is obviously symbolic, but it is not
exaggerated. Other things, however, which are inhabited by love and
goodness, they leave footprints everywhere really beneficial, and
who is to go after them for those places you hear
lighted, heated, brought to life. So, the fact of knowing
this truth, there inspires the desire to express to anywhere
as a beneficial presence? In all the places where you are,
at least for a moment think about pronouncing the auspices
best: “Let all those who come here are touched by
light! Since they are all children of God, is transmitted to them
desire to work for peace, brotherhood! “
You say that nobody has ever paralic a similar practice. But
why must you talk to someone? It is perhaps
necessarily suggest a desire for better things
beings to you dear? No, you do so voluntarily, because your
feelings push you to do so. So why not think
spontaneously to express my best wishes for the world
whole? “
Mikhael Omraam Aïvanhov

Spiritual Thoughts of Meher Baba

That humanity is reborn, we must that opens the human heart, because there arises a new love, a love that knows no corruption and is absolutely free from greed both individual and collective.
❤ ❤ ❤ ❤
The New Humanity will come to life thanks to an outpouring of love of boundless abundance, and a similar outpouring of love can only spring from the spiritual awakening sparked by Perfect Masters.
❤ ❤ ❤ ❤
Love is essentially contagious: those who do not take it from whoever has it. Those who receive love from others can not give an answer that is the nature of love.
❤ ❤ ❤ ❤
True love is invincible: strengthens and expands to transform the end, all those it touches. Humanity will reach a new way of being and living through the free exchange of love and irrepressible pure of heart and heart.
❤ ❤ ❤ ❤
Through divine love the new humanity will learn the art of living a harmonious and cooperative. It will free from the tyranny of dead forms and poured out the creative life of spiritual wisdom, abandon all illusions and will strengthen the Truth will enjoy peace and everlasting happiness will be started in the life of Eternity.
❤ ❤ ❤ ❤
Pure love is not something that can be imposed, nor subtract from another with force. It must be seen from the inside with complete spontaneity. What can be achieved with a bold decision is to eliminate those factors that prevent love to manifest.
❤ ❤ ❤ ❤
Love is the most important thing in life. It can not be awakened by contact with the incarnation of love. Theoretical meditations on love can build a theory on this, but my heart will remain empty as before. Love begets love, it can not be awakened by any mechanical means.
❤ ❤ ❤ ❤
Beyond state, under whom the entire universe and where it merges in the end, God is infinite Love eternally.
❤ ❤ ❤ ❤
The mental and love is expressed as a full resignation to the will of God, the Beloved. Every selfish desire has disappeared, including the intensely will the presence of the Beloved, since the emphasis is now solely on the value and the will of the Beloved, and union with Him
❤ ❤ ❤ ❤
Love becomes conscious being who is infinite in the expression is transcended when the individual mind. This love can rightly be called divine, because it is characteristic of the rule of God in which all duality is finally over.
❤ ❤ ❤ ❤
Life and love are inseparable from each other. Where there is life, there is love.
Excerpts from speeches – Meher Baba, Horizons Publishing, May 2000
http://www.andreapangos.it/tutti/Pagine/Menu_verticale/Pensieri_spirituali/meher_baba_amore.html

Come pendolo – As the pendulum


Come pendolo

Sono foglie d’Universo
che volteggiano in cuore
al centro del tutto
è richiamo d’Amore
ed oscilla come pendolo
questa tua incertezza
senza lamenti di luna
è il tuo silenzio
Un buio pozzo
al quale non vedi il fondo
tra metamorfosi lente
che non cercano rumore
Sono occhi che allagano
nel tormento della notte
tra luccichio di lacrime
che non si vogliona asciugare
E’ questo buio tempesta
se solca la notte
senza più parole
…Ma tu cerca
sotto l’orlo che scivola
di nuovo colore
quelle voci che chiamano
verso la danza di luce
che non si vorrebbe fermare

05.01.2004 Poetyca


As the pendulum

Leaves are the Universe
that flutter in my heart
the center of everything
is call of Love
and as the pendulum swings
that your uncertainty
uncomplaining moon
is your silence
A dark pit
which do not see the bottom
between slow metamorphosis
not seeking noise
Eyes are flooded
in the torment of night
between glint of tears
that no big desire to dry
And ‘this dark storm
if it crosses the night
no more words
But you try …
that slips under the rim
new color
those voices calling
to the dance of light
that would not stop

05.01.2004 Poetyca

Il Duello del Maestro di Cerimonia del Tè – The Duel of the Master of Tea Ceremony – Suzuki Daisetz T


Il Duello del Maestro di Cerimonia del Tè

Un giorno, a Edo, un pacifico maestro del tè (che non aveva il rango di samurai, sebbene il protocollo gli imponesse di vestirsi come tale) fece un incontro che aveva sempre temuto da quando aveva lasciato il castello: si imbatte in un ronin(un samurai senza padrone) che lo sfidò a duello: Il maestro del tè spiegò chi era, ma il ronin, nella speranza di estorcere danaro alla sua vittima, continuò a minacciarlo. Pagare per venire lasciato in pace sarebbe stata un’azione disonorevole per il maestro del tè, per il suo signore e per il suo clan. L’unica alternativa era accettare la sfida. Ormai rassegnato alla morte, il maestro del tè aveva l’unico desiderio di morire in un modo degno di un samurai. Perciò chiese all’avversario il permesso di rinviare lo scontro e si precipitò in una scuola di scherma che aveva visto nelle vicinanze, sperando di ricevere almeno le informazioni fondamentali, cioè di imparare a morire onorevolmente di spada. Senza lettere di presentazione di solito era difficile farsi ricevere dal maestro di una scuola, ma in questo caso, i portinai si accorsero del turbamento del maestro del tè, e rimasero colpiti dall’enfasi con cui chiedeva di entrare. Egli venne finalmente condotto dal maestro che, dopo aver ascoltato attentamente la storia, pregò il visitatore di servire un po’ di tè prima di imparare l’arte di morire. Il maestro di scherma, vedendolo compiere la cerimonia del tè con totale concentrazione e serenità mentale, a un certo punto si batté la mano sul ginocchio, in segno di cordiale approvazione ed esclamò: “Ecco! Non c’è bisogno che tu impari l’arte della morte! Lo stato d’animo in cui ora ti trovi è sufficiente per permetterti di affrontare qualunque spadaccino. Quando vedrai il tuo ronin, comportati così: prima pensa che ti accingi a servire il tè ad un ospite. Salutalo cortesemente, scusandoti per il ritardo, e digli che ora sei pronto per lo scontro. Togliti il haori, la sopravveste, piegalo con cura, e poi posa su di esso il ventaglio, come quando stai lavorando. Poi cingiti la testa con il tenugui, la fascia, rimboccati le maniche e legale con una corda, e raccogli la tua hakama. Sguaina la spada, levala sopra la testa, pronto ad abbattere l’avversario e , chiudendo gli occhi, raccogli i tuoi pensieri per il combattimento. Quando lo udrai lanciare un urlo, colpiscilo con la tua spada. Probabilmente l’incontro si concluderà con la morte di entrambi”. Ringraziando profusamente lo schermitore, il maestro del tè ritornò dal ronin, si preparò ed attese. Il ronin vide “una persona completamente diversa” e “chiese perdono al maestro del tè per la sua scortese richiesta, affrettandosi ad andarsene”

Suzuki Daisetz T. “Zen and Japanese Culture” NewYork: Pantheon Book,1960

The Duel of the Master of Tea Ceremony

One day, in Edo, a peaceful tea master (who had the rank of samurai, the protocol to impose a dress like that) had a meeting that he had always feared since she left the castle, he runs into a ronin ( a masterless samurai) who challenged him to a duel: The tea master explained who he was, but the ronin, in the hope of extorting money to his victim, continued to threaten him. Paying for being left alone would have been dishonorable action for the tea master, for his master and his clan. The only alternative was to accept the challenge. Resigned to death, the tea master was the only wish of dying in a manner worthy of a samurai. So the opponent asked for permission to postpone the fight and ran a school of fencing that had seen nearby, hoping to receive at least basic information, that is to learn to die honorably by the sword. No letters of introduction was usually difficult to be received by the master of a school, but in this case, the caretakers noticed the disturbance of the tea master, and were struck with dall’enfasi asking to enter. He was finally taken by the master who, after listening carefully to the story, the visitor asked him to serve a little ‘tea before learning the art of dying. The fencing master, seeing him do the tea ceremony with full concentration and peace of mind, at one point slapped his hand on her knee as a sign of cordial approval and exclaimed: “Behold! There is no need for you to learn the art of death! The mood you are in now is sufficient to allow it to tackle any swordsman. When you see your ronin, behaved like this: first think that you prepare to serve tea to a visitor. Greet kindly, apologizing for the delay, and tell him that you are now ready for battle. Take off the haori, the surcoat, fold it carefully, and then lay the fan on it, like when you’re working. Then gird up my head with tenugui, the band, roll up your sleeves and legal with a rope, and pick up your hakama. Draws his sword, Leval overhead, ready to shoot down the opponent, and closing his eyes, collect your thoughts for combat. When you hear a scream run, hit him with your sword. Probably the meeting will end with the death of both. ” Thanking him profusely fencer, returned from the tea master ronin, he prepared himself and waited. The ronin saw “a completely different person” and “begged forgiveness from the tea master for his rude request, hurrying to leave,”

T. Suzuki Daisetz “Zen and Japanese Culture”, New York: Pantheon Books, 1960

Ti auguro – I wish you


Ti auguro

Ti auguro
una notte serena
perchè ho timore
del bussare della morte

Ti auguro
un giorno tranquillo
perchè quando tremo
le ansie danzano
giorno per giorno
davanti alla mia porta

Ti auguro
quello che non ho
perchè tutto il bello
che arriva
poi fugge in fretta
tra le ciglia
che palpitano
e cercano una ragione
di questo cambiamento

Ti auguro
di non stringere
mai troppo
momenti di certezza
perchè la vita
non è mai certa
ma danza
ad ogni respiro
sospesa
tra continuità
ed abbandono
e tu non ti potresti
aspettare nulla

Ti auguro
di capire
quanto prezioso
sia l’attimo
da vivere adesso
senza aspettare
carri di gioia
proprio quando basta
solo un cucchiaio
di serenità

Ti auguro
la ricchezza
della comprensione
che non è
l’attesa perenne
a pugni chiusi
nella speranza
di non far fuggire nulla
a rendere
sereno il passo
del nostro cammino
ma questo
sorridere di tutto
che lascia
il cuore aperto
alla gioia di essere

Oggi ho compreso
che augurando a te
quello che mi rende forte
ritrovo un’eredità
anche nel mio cuore
e che va sempre condivisa

Oggi non temo più
al furore della tempesta
ed accolgo ogni attimo
come il dono più bello
da abbracciare
con gratitudine
perchè le opportunità
non ritornano più
per chi è cieco
e non  sa vedere
il senso profondo
della vita

02.12.2011 Poetyca


I wish you

I wish you
a clear night
because I have fear
of the knock of death

I wish you
a quiet day
because when I tremble
anxieties dance
day by day
outside my door

I wish you
what I did not
because all the beauty
that arrives
then fled in a hurry
between the eyebrows
that beat
and look for a reason
of this change

I wish you
not to squeeze
never too much
moments of certainty
because life
is never certain
but dance
with each breath
suspended
between continuity
and abandonment
and you do not you
expect nothing

I wish you
to understand
how precious
is the moment
to live now
without waiting
chariots of joy
right when is enough
just a spoonful
of serenity

I wish you
the richness
to understand
which is not
waiting for permanent
with clenched fists
in the hope
not to escape anything
to make
clear the step
of our journey
but this
smile at all
that leaves
open heart
to the joy of being

Today I realized
by wishing it to you
what makes me strong
I find a legacy
in my heart
and that is always shared

Today I no longer fear
the fury of the storm
and I welcome every moment
as the most beautiful gift
to embrace
gratefully
because the opportunities
never come back
for who is blind
and not able to see
the deep sense
of life

02.12.2011 Poetyca

Espressione


Immagine di Giuseppe Bustone

Espressione

Sento giungere l’idea che rincorrevo da tempo. E’ proprio vero che ciò da cui ci distraiamo poi ritorna con la soluzione che fa al caso nostro. Certo, a volte ci vuole più tempo. E’ che vorremmo sempre tutto e subito. A volte basterebbe un pochino più di pazienza. Comunque, l’importante è che si possa trovare la giusta ispirazione per le cose che vogliamo realizzare. Questo è il bello di poter essere e voler essere creativi. Da parte mia, colgo l’attimo, quando mi balena in mente un concetto che vorrei sviluppare e mi “metto sotto” per realizzarlo. E’ sempre stato così, almeno fino ad ora…

© Giuseppe Bustone

Camminare nel vuoto – Walking into the void


171058_498708279645_742844645_6377896_5663347_o

 

Camminare nel vuoto

Poggiare i piedi nel vuoto,
accende l’idea che, in fondo,
dall’incertezza possa nascere
il coraggio dell’accoglienza.

24.03.2015 Poetyca

 

Walking into the void

Place your feet in the void
turns on the idea that, after all,
by uncertainty can be born
the courage of acceptance .

03/24/2015 Poetyca

Ali – Wings – Haiku


🌸Ali🌸

Apro le mie ali
imbiancata aurora
soffonde note

© Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Wings

I open my wings
whitewashed aurora
suffuses notes

© Poetyca

Pastelli – Pastels


Pastelli

Dobbiamo sentirci liberi di colorare la nostra vita
con dei pastelli, usando la nostra attitudine,
senza temere di uscire dai margini del disegno o del foglio.
Ci sono momenti in cui si percepisce oltre le parole,
 come si possa essere ” sincroni” con qualcuno,
come se il tempo e lo spazio perdessero confine,
allora con quei pastelli possiamo colorare ogni respiro,
 con la certezza che non siamo interpretati ma compresi
 e questo ci arricchisce sempre.

29.07.2012 Poetyca

Pastels

We must feel free to color our lives
with crayons, using our attitude,
without fear of going out from the margins of the design of the paper.
There are times when you feel over the words,
  how to be “synchronized” with someone,
as if the time and space lose boundary,
So with those crayons can color each breath,
  with the certainty that we are not interpreted but including
  and this enriches us forever.

29.07.2012 Poetyca

Opportunità – Opportunity – Rhonda Byrne


🌸Opportunità🌸

Ogni singolo momento
è un’opportunità
per cambiare la tua vita,
perché in ogni momento
puoi cambiare il modo
dove ti senti.

Rhonda Byrne
🌸🌿🌸#pensierieparole
Opportunity

Every single moment
it is an opportunity
to change your life,
because at all times
you can change the way
where do you feel.

Rhonda Byrne

Scelte – Choices


🌸Scelte🌸

Ogni attimo
è straordinario,
porta aperta
alle opportunità.

Ogni pensiero
ed ogni azione
sono frutto
delle nostre scelte.

23.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Choices

Every moment
It is extraordinary,
open door
to opportunities.

Every thought
and every action
they are fruit
of our choices.

23.01.2021 Poetyca

Una perla al giorno – Huang-Po


rosone13_1024
Tutti i Buddha e tutti gli esseri senzienti
non sono altro che la Mente Unica,
all’infuori della quale non esiste nulla.

Huang-Po

 

All Buddhas and all sentient beings
are nothing but the One Mind,
outside of which there is nothing.

                          Huang-Po