Archivio | 17/02/2021

Il conflitto tra mente e cuore – The conflict between mind and heart


imagesa

Il conflitto tra mente e cuore

Noi stessi creiamo il conflitto, siamo vittime di una visione frammentaria, incapaci di affidarci, di vivere la meraviglia. Come guerrieri all’erta, non facciamo che difenderci vedendo l’ombra e non riconoscendo la Luce. Avere un cuore aperto, affidandosi senza timore è un primo passo per risolvere il conflitto tra mente e cuore.
Togliendo gli orpelli inutili, le convenzioni, quanto sia un peso, si viaggia con un bagaglio leggero. Si mamifesta l’essenziale, una piccola goccia che è vita.
Con impegno,costanza ed amore,prima si potano i rami secchi,gli attaccamenti inutili,le aspettative e poi si dirige la linfa verso la pazienza e la gratitudine,l’accoglienza e la compassione. Allora la Primavera ci dona incanto e colore.
Solo attraverso l’amore si superano le difficoltà .L’amore non ė un romantico quadro idilliaco,capace di annullare tutte le ombre ma una lampada sempre accesa per attraversare la notte.
Sono necessarie piccole grandi cose che richiedono impegno e costanza:
Evitare di aggrapparsi agli altri come fossero zattere ed imparare ad usare le proprie forze e i propri talenti e non proiettare sugli altri la causa del nostro malessere reagendo con rabbia.Riscoprire il valore della compassione,verso di se e verso gli altri diventa allora una forma di rispetto Abbracciare la rabbia,la paura e la sofferenza – trasformandole- Evita di usare gli altri come cestino dei nostri rifiuti.
Osservare non è restare passivi ma aprirsi alla comprensione.
Quando, attraverso l’osservazione, cogliamo quanto sfugge a chi corre e segue un percorso spesso inconcludente, ci rendiamo conto di focalizzare e di non disperdere energie. Tutto diventa essenziale, preciso.
Noi possiamo essere artefici del nostro cambiamento.

18.03.2014 Poetyca

The conflict between mind and heart

We ourselves create the conflict , we are victims of a fragmented vision , unable to rely on , to experience the wonder . As warriors on guard, do not do that difernderci seeing the shadow and not recognizing the Light. Having an open heart , trusting without fear is a first step to resolve the conflict between mind and heart.
By removing the unnecessary frills , conventions , as both a weight, you are traveling with light luggage . It mamifesta the essentials, a small drop that is life.
With commitment, perseverance and love, before you prune dead branches , unnecessary attachments , expectations, and then heads towards the lymph patience and gratitude , acceptance and compassion . Then the Spring gives us charm and color.
Only through love will outweigh the difficulties . Romantic love is not an idyllic picture , able to undo all the shadows but a lamp always on to through the night .
It takes little big things that require commitment and perseverance :
Do not cling to the other as if they were rafts and learn to use their strengths and talents and not project onto others the cause of our malaise reacting with rabbia.Riscoprire the value of compassion towards yourself and towards others then becomes a form of compared Embracing the anger , fear and suffering – turning – Avoid using the other as a basket of our waste .
Observe not remain passive but open to understanding.
When , through observation, we see how much escapes the runner and follows a path often inconclusive, we realize that we focus and not waste energy . Everything becomes essential , accurate .
We can be the architects of our change .

03/18/2014 Poetyca

Rosa del deserto – Desert rose


Rosa del deserto

Sono solo goccia d’acqua
o granello di sabbia
– null’altro –
e mi basta per donare vita
e farmi accarezzare dal vento

27.11.203 Poetyca

Desert rose

These are just a drop of water
or grain of sand
– Nothing –
and enough to give me life
me and the gentle breeze

27.11.203 Poetyca

Essere sensibili – Be sensitive


Essere sensibili

Essere sensibili, accogliendo tutto,
reagendo con i moti del cuore: come goccia che scivola
sulla nostra anima, non è essere fragili,
ma forti di fronte alla scelta di essere aperti
ad ogni cosa piuttosto che rinchiudersi dentro
le mura difensive della razionalità.

23.01.2012 Poetyca


Be sensitive

To be sensitive, welcoming all,
reacting with the motions of the heart: how to drop that slips
our soul, is not to be fragile,
strong, but given the choice to be open
every thing rather than shut himself inside
the defensive walls of rationality.

23.01.2012 Poetyca

Goccia a goccia – Drop by drop


Goccia a goccia

Nel silenzio
danza di luce
accompagna
Viaggio
senza confine
ci viene inconto
Goccia a goccia
per disertare
ogni attesa

22.06.2017 Poetyca

Drop by drop

In the silence
dance of light
accompanies
Travel
without borders
we are missed
Drop by drop
to desert
every expectation

22.06.2017 Poetyca

Pioggia – Rain


🌸Pioggia🌸

Arriva
la pioggia
e spettina
i pensieri
Tu chi sei
e perché
cerchi di svegliare
i ricordi di ieri?
Tutto
è andato
non fingere
e lo sai
Tutto
si rinnova
ed avrò cura
di chi è sincero
Lavo via
tutto
goccia
a goccia
Scaccio
le mille
ipocrisie
con aria pura
Respira
e comprendi
oltre quello
che appare

02.04.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Rain

arrives
the rain
and uncombed
thoughts
Who are you
and why
try to wake up
yesterday’s memories?
All
He has gone
don’t pretend
and you know it
All
is renewed
and I will take care
who is sincere
I wash away
all
drop
drop
I drive out
the thousands
hypocrisies
with pure air
Breath
and You understand
beyond that
that appears

02.04.2020 Poetyca

Rivitalizzante


Immagine di Giuseppe Bustone

Rivitalizzante

Trasmettere positività in ogni persona che s’incontra. Rimanere col sorriso perenne e sincero. Niente finzione. Tutto è ben architettato e stabilito… dal cuore. Emozionandomi proseguo. Qualche lacrima sporadica è indicatrice di gioia e commozione. Palpita il mio muscolo cardiaco. Ché non sia mai smettesse di amare, il mondo, la vita, la gente. Dio. Grazie a te, Signore, se oggi amo col cuore davvero…

Giuseppe Bustone

Un petalo d’amore – A petal of love


Un petalo d’amore

Consapevole il passo
di chi cerca dentro
di chi abbraccia il silenzio
e vive questo mistero:
via dalle illusioni
via dalle parole
per essere espanso attimo
per essere in ogni cosa
senza identificazione
senza aspettative
goccia,lampo, polline
che attraversa in un sospiro
tutto l’universo
La gioia è elettrica
la vita è uno scorrere lento
di nulla, di tutto
di aquiloni appesi alle stelle
dove non esiste separazione
e tu avvolgi tutto in un petalo d’amore

15.02.2011 Poetyca

A petal of love

Aware step
of who looking inside
of one who embraces the silence
and live this moment:
away from the illusions
away from the words
expanded mistery
to be in everything
without identification
no expectations
drop, flash, pollen
crossing with a sigh
the whole universe
The joy is electric
life is a slow flow
anything, everything
kites hanging from the stars
where there is no separation
and you wrap everything in a petal of love

15.02.2011 Poetyca

Foglia – Leaf – Haiku


🌸Foglia🌸

Se cade foglia
nella foresta piange
tutto l’universo

© Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Leaf

If a leaf falls
in the forest, cries
the whole universe

© Poetyca

A poco a poco – Little by little – Buddha


🌸A poco a poco🌸

L’acqua, cadendo
goccia a goccia,
riempie anche una giara.
L’uomo saldo
si colma di bene,
anche se lo accumula
poco a poco.

Buddha

🌸🌿🌸

Little by little

Water falling
drop by drop,
also fills a jar.
The man balance
is filled with good,
even if he accumulates it
little by little.

Buddha

Germoglio – Bud


Germoglio

Sboccia
dal buio
e dal dolore
la vita
spezzando
la roccia
goccia
a goccia
senza fatica
Linfa nuova
colora oggi
il giorno

25.10.2016 Poetyca

Bud

blossoms
from the darkness
and pain
the life
breaking
the rock
drop
drip
effortlessly
new sap
colors today
the day

10/25/2016 Poetyca

Le cose migliori – The best things – Helen Keller


🌸Le cose migliori🌸

“Le cose migliori
e più belle di questo mondo
non possono essere viste
e nemmeno ascoltate,
ma devono essere sentite
col cuore.”

Helen Keller
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸The best things

“The best things
and most beautiful in this world
they cannot be seen
and you don’t even listen,
but they must be felt
with the heart. ”

Helen Keller

Essere amore – Be love


🌸Essere amore🌸

Ogni giorno ci sono
opportunità per amare:
Dal gatto randagio
incontrato per strada
a chi da sempre è parte
della nostra vita quotidiana
e che abbiamo perduto,
come i nostri genitori.
Ma non dovremmo
mai dimenticare
di avere rispetto ed amore
verso noi stessi,
evitando tutto quello
che ci danneggia.
L’amore non smette,
ci segue sempre.

25.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Be love

Every day there are
opportunity to love:
From the stray cat
met on the street
to those who have
always been part of
of our daily life
and that we have lost,
like our parents.
But we shouldn’t
never forget
to have respect and love
towards ourselves,
avoiding all that
that harms us.
Love doesn’t stop,
always follows us.

25.01.2021 Poetyca

Resisti!


Immagine di Giuseppe Bustone

Resisti!

Continuo a cercare il mio lavoro ideale. Perché ancora non lo trovo? Sono proprio negato? Oppure l’Universo ha in serbo per me un piano più alto? Val la pena perseverare. Allora dài, resisto. Se tu come me non riesci ancora a realizzarti: non temere! Non sei solo. Vedrai che magnifica sorpresa è pronta per noi!

Giuseppe Bustone

Immagine riflessa – Mirror image – Haiku


Immagine riflessa – Haiku

Noi siamo Luce
riflessa immagine
di quello che È

09.04.2017 Poetyca

Mirror image – Haiku

We are Light
reflected image
of what is

04/09/2017 Poetyca

King Crimson



I King Crimson sono un gruppo musicale rock britannico, fondato nel 1969 a Londra. Spesso classificata come un gruppo prettamente progressive,[3] essa ha subito le influenze di diversi generi musicali durante il corso della sua esistenza, tra i quali: jazz, folk, musica classica, musica sperimentale, rock psichedelico, hard rock, heavy metal,[4] new wave, gamelan, musica elettronica, e drum and bass. Per contro, i King Crimson hanno influenzato molti artisti contemporanei, creando una sorta di culto attorno al loro nome.

Pur essendo nato in Inghilterra, il gruppo ha visto tra le sue fila anche musicisti statunitensi (a partire dal 1981) e attualmente è composto quasi esclusivamente da strumentisti americani. La formazione si è continuamente modificata e, negli oltre quarant’anni di attività del gruppo, si sono avvicendati al suo interno ben diciotto musicisti, più due parolieri. Unica costante la presenza del chitarrista Robert Fripp, membro fondatore e indubbio cardine di tutta la storia del gruppo.

La prima formazione del gruppo, quella del 1969, è stata determinante nella sua storia, nonostante la breve durata. Già nel 1970, infatti, i King Crimson divennero un gruppo piuttosto instabile, e pertanto non ebbero modo di promuovere in concerto i due album registrati in quell’anno; torneranno sul palco, dopo nuovi avvicendamenti, nel 1971. I lavori di questo primo corso sono caratterizzati da una profonda esplorazione e fusione di generi, quali il jazz, il funk e la musica da camera. Dal 1972, a seguito di un nuovo radicale cambiamento di organico, il gruppo divenne più stabile, e cominciò a prevalere l’aspetto dell’improvvisazione, che mescolava hard-rock, musica classica, free jazz, e jazz fusion, almeno sino al 1974, anno che segna l’inizio di un lungo periodo di pausa. Nel 1981, dopo sette anni di inattività, il gruppo si riunì nuovamente, con una nuova formazione: questo periodo, che si concluse circa tre anni dopo, fu caratterizzato da una forte influenza della nascente new wave. In successive reunion i King Crimson hanno radicalmente riveduto il loro sound, ora in tutto influenzato dai generi musicali di più recente nascita, come l’industrial rock e il grunge. Questo spirito di rinnovamento musicale non si è mai spento, ed è tutt’oggi una delle caratteristiche portanti del gruppo. La storia dei King Crimson è dunque segnata anche da ricorrenti periodi di stasi, sanciti quasi sempre dalle decisioni di Robert Fripp; tuttora il loro stato di attività è ambiguo:[5] nonostante il diario on-line di Fripp suggerisca che egli sia ben poco intenzionato a lavorare nel contesto dei King Crimson,[6] il chitarrista ed i suoi colleghi riappaiono in varie combinazioni nell’ambito dei cosiddetti ProjeKCts, successione variabile di spin-off iniziata nel 1997, la cui ultima incarnazione ha visto collaborare Fripp e Mel Collins (entrambi membri “storici”) con il chitarrista e autore Jakko Jakszyk, in un progetto che vede anche la partecipazione di Tony Levin e Gavin Harrison, entrambi “transitati” nei King Crimson nel corso degli anni.[5]

https://it.wikipedia.org/wiki/King_Crimson

King Crimson are a progressive rock band. Formed in London in 1968 (but featuring a transatlantic line-up since 1981), the band are widely recognised as a foundational progressive rock group (although the group members resist the label).[5] The band have incorporated diverse influences and approaches during their five-decade history (including jazz and folk music, classical and experimental music, psychedelic rock, hard rock and heavy metal,[6] new wave, gamelan, electronica and drum and bass) as well as balancing highly structured compositions against abstract improvisational sections and an interest in pop songs. The band has a large following, despite garnering little radio or music video airplay.[7]

With guitarist Robert Fripp as the only consistent member (and therefore considered to be the band’s leader and motive force), King Crimson’s line-up has persistently altered throughout its existence. Eighteen musicians and three lyricists have passed through the ranks, although the tenure of certain members has sometimes extended for decades. King Crimson’s sound has varied according to its instrumentation – earlier line-ups featured prominent saxophone and keyboards, while subsequent line-ups replaced this with (variously) violin, innovative acoustic or electronic percussion, interlocking guitars or touch-style instruments. The band are notable for continuous engagement with contemporary music technology – in addition to Fripp’s extensive work in loop music both in and out of the band, King Crimson pioneered the use of Mellotrons in the 1960s; Roland guitar synthesizers, Simmons electronic drums and the Chapman Stick in the 1980s; dense MIDI processing and the Warr Guitar in the 1990s, and Roland V-Drums in the 21st century. King Crimson’s existence has been characterised by regular periods of hiatus (each of which have been initiated and concluded by Fripp). From 1997 until the present day, various subdivisions of King Crimson have continued to pursue aspects of the band’s work and approaches via a series of related bands collectively referred to as “ProjeKCts”.

https://en.wikipedia.org/wiki/King_Crimson

Una perla al giorno – Dhammapada


mandalapoe
La mente che cerca di svincolarsi
dalla stretta della morte trema
e si contorce come un pesce
tratto dall’acqua e gettato all’asciutto.

Dhammapada, 34

 

The mind that tries to break free
by the close of death trembles
and writhes like a fish
stretch of water and threw dry.

Dhammapada, 34