Archivio | 16/04/2021

Un sol cuore – One heart


Un sol cuore
Incontaminato incontro
d’occhi e cuore
con una natura
che nascosta si fa dono
e sognante
ti senti parte
dello stesso odore :
sottile respiro
che espanso
racchiude ogni emozione

Segreto sorriso :
un sogno
che si libra
in immagini
rese vive
da ogni visione

Passi felpati
regalano fiducia
portando in sè
sottile colore
nel tempo fermo
al battito d’un sol cuore

24.01.2003 Poetyca
One heart
Uncontaminated meet
of eyes and heart
with nature
hidden gift that you
and dreamy
you feel part
the same odor:
thin breath
that foam
encompasses every emotion

Secret smile
a dream
hovering
in pictures
brought to life
every vision

Stealthily
give confidence
bringing itself
subtle color
time in detention
the beating of one heart

24.01.2003 Poetyca

#Sia amore – #Be love


sia amore

#Sia amore

Su di me
il tempo andato
come storia
incisa nel cuore
Pagine ancora
da scrivere
con impalpabile
voglia di vita
Perché ovunque
#sia amore

25.03.2016 Poetyca

#Be love

On me
the time gone
as history
engraved in the heart
even pages
to write
with impalpable
desire for life
because everywhere
#be love

03/25/2016 Poetyca

Ventagli – Fans


🌸Ventagli🌼

A volte
nascondo
dietro ventagli
gli occhi
o il sorriso
Mentre
lacrime
sgorgano
accentuo
colore
Cambio
atmosfera
e nessuno
poi guarda
davvero

15.09.2018 Poetyca
🌸🌿🌸
🌸Fans

Sometimes
I hide
behind fans
eyes
or smile
While
tears
gush out
I jet accentuated
color
I change
atmosphere
and nobody
then really
look

15.09.2018 Poetyca

#Per sperare – #To hope


image

#Per sperare

Sigillo te
in un altro pensiero
così la corrente
in bottiglia
lo lascerà andare
Poi
a labbra serrate
accarezzerò
la luna
ancora
#per sperare

01.04.2016 Poetyca

# To hope

I seal you
in another thought
so the current
bottled
let it go
Then
with tight-lipped
I caress
the moon
still
# to hope

04/01/2016 Poetyca

~Poetyca

#Profezia – #Prophecy


image

#Profezia

Raccolgo pezzi
di un mosaico infinito
colori nascosti
in intarsi di tempo
Viaggio a ritroso
oppure mi proietto
in lampi futuri
per scrivere la #profezia
Storie non ancora svelate
ascoltate nel silenzio
per manifestare
della nostra vita il vero senso

15.03.2016 Poetyca

#Prophecy

I collect pieces
of an infinite mosaic
hidden colors
in time inlays
I travel back
or I project myself
in future flashes
to write the #prophecy
Stories not yet revealed
listen in silence
to manifest
the true meaning of our lives

03/15/2016 Poetyca

~Poetyca

…Tutta la verità, nient’altro that …. The whole truth, nothing but …


…Tutta la verità, nient’altro che…

Sono qui.
Materialmente,
con lo stretto necessario. Spiritualmente
forse ricco, chissà?
Se vi sarà un traguardo,
sarà ancora lontanissimo.
Quel che mi spiace,
tra tante bellezze
e brutture di questo mondo,
è il fatto che ci sia ancora
gente bugiarda e ipocrita.
Ma, è così difficile
dire la verità?
È invece,
così bello mentire?
Si prova un piacere sottile
nel dire una bugia?
Ci si sente furbi
a prendere per il naso
il prossimo?
O che cos’è?

Lo so,
perché un tempo
mentivo
e anche volentieri.

Giuseppe Bustone

50. La chiara realizzazione di Ryonen – Ryonen’s Clear Realization – Storia Zen


50. La chiara realizzazione di Ryonen

La monaca buddhista conosciuta col nome di Ryonen nacque nel 1797. Era una nipote del famoso guerriero giapponese Shingen. Il suo genio poetico e la sua seducente bellezza erano così grandi che a diciassette anni era già tra le dame di corte dell’imperatrice. Nonostante la sua giovanissima età, la fama già le schiudeva le porte.
L’amata imperatrice morì improvvisamente e i sogni e le speranze di Ryonen crollarono. La fanciulla prese dolorosamente coscienza dell’instabilità della vita in questo mondo. Allora le venne il desiderio di studiare lo Zen. Ma i suoi parenti non furono dello stesso avviso, e praticamente la costrinsero al matrimonio. Ryonen, ottenuta la promessa che avrebbe potuto farsi monaca dopo aver messo al mondo tre figli, finì con l’acconsentire. Prima ancora di compiere venticinque anni, aveva già ottemperato a questa condizione. Allora il marito e i parenti non poterono più dissuaderla dal suo proposito. Ella si rase il capo, prese il nome di Ryonen, che vuol dire realizzare chiaramente, e cominciò il suo pellegrinaggio.
Andò nella città di Edo e chiese a Tetsugyu di accettarla come discepola. Il maestro la respinse alla prima occhiata perché era troppo bella. Allora Ryonen andò da un altro maestro, Hakuo. Hakuo la rifiutò per la stessa ragione, dicendo che la sua bellezza non avrebbe procurato che guai.
Ryonen si fece dare un ferro rovente e se lo appoggiò sul viso. In pochi istanti la sua bellezza era sparita per sempre.
Allora Hakuo la accettò come discepola. Commemorando questo avvenimento, Ryonen scrisse una poesia sul retro di un piccolo specchio:

Al servizio della mia imperatrice bruciavo incenso per profumare le mie belle vesti,
Adesso, mendica senza dimora, brucio il mio viso per entrare in un tempio Zen.

Quando stava per lasciare questo mondo, Ryonen scrisse un’altra poesia:

Sessantasei volte questi occhi hanno guardato la mutevole scena dell’autunno.
Ho parlato abbastanza del chiaro di luna,
Non domandare altro.
Ma ascolta la voce dei pini e dei cedri quando non c’è un alito di vento.

Ryonen’s Clear Realization
The Buddhist nun known as Ryonen was born in 1797. She was a graddaughter of the famous Japanese warrior Shingen. Her poetical genius and alluring beauty were such that at seventeen she was serving the empress as one of the ladies of the court. Even at such a youthful age fame awaited her.
The beloved empress died suddenly and Ryonen’s hopeful dreams vanished. She became acutely aware of the impermanency of life in this world. It was then that she desired to study Zen.
Her relatives disagreed, however, and practically forced her into marriage. With a promise that she might become a nun aftr she had borne three children, Ryonen assented. Before she was twenty-five she had accomplished this condition. Then her husband and relatives could no longer dissuade her from her desire. She shaved her head, took the name of Ryonen, which means to realize clearly, and started on her pilgrimage.
She came to the city of Edo and asked Tetsugya to accept her as a disciple. At one glance the master rejected her because she was too beautiful.
Ryonen went to another master, Hakuo. Hakuo refused her for the same reason, saying that her beauty would only make trouble.
Ryonen obtained a hot iron and placed it against her face. In a few moments her beauty had vanished forever.
Hakuo then accepted her as a disciple.
Commemorating this occasion, Ryonen wrote a poem on the back of a little mirror:
In the service of my Empress I burned incense to perfume my exquisite clothes,
Now as a homeless mendicant I burn my face to enter a Zen temple.

When Ryonen was about to pass from this world, she wrote another poem:
Sixty-six times have these eyes beheld the changing scene of autumn.
I have said enough about moonlight,
Ask no more.
Only listen to the voice of pines and cedars when no wind stirs.

17 regole di vita – 17 rules to live – Og Mandino


17 regole di vita

PRIMA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Considera le fortune che hai. Una volta che ti sarai reso conto di quanto vali, tornerai a sorridere, vedrai risplendere il sole, riuscirai finalmente ad andare in contro alla vita come Dio l’aveva intesa per te… con grazia, forza, coraggio e fiducia. Uno dei segreti della vita più importanti e inconfutabili che ho dovuto imparare, nel dolore, è che non puoi nemmeno iniziare a modificare un’esistenza irrimediabilmente fallita, un lavoro monotono e ingrato o una grave situazione finanziaria che sembra condannarti alla sconfitta personale finché non sai apprezzare i beni che già possiedi.

SECONDA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Ogni giorno fai più di quanto tu sia pagato per fare. Una volta appreso il segreto di rendere più di quanto ti sia richiesto, il successo sarà quasi raggiunto. Fai in modo di essere così importante nel tuo lavoro da diventare indispensabile. Esercitati a percorrere qualche chilometro in più e goditi le ricompense che riceverai. Te le meriti!

TERZA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Quando commetti un errore o la vita ti delude, non guardarti indietro troppo a lungo. Gli errori sono il modo in cui la vita ti può insegnare qualcosa. La tua capacità di reagire agli errori grossolani è inseparabile dalla tua capacità di raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato. Nessuno vince sempre e le sconfitte, quando avvengono, fanno parte del tuo processo di crescita. Scrollati di dosso gli errori che hai commesso.

QUARTA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Cerca sempre di premiare le lunghe ore di lavoro e di fatica nel modo migliore, circondandoti della tua famiglia. Coltiva con cura il loro amore, ricordando che i figli hanno bisogno di modelli, non di critiche. Progredirai più in fretta se ti sforzerai costantemente di mostrare loro il tuo lato migliore. E anche se agli occhi del mondo tu sei un fallito, ma hai una famiglia che ti ama, sei una persona di successo.

QUINTA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Costruisci questo giorno sulle fondamenta di pensieri positivi. Non affliggerti per le imperfezioni che temi possano ostacolare i tuoi progressi. Ricordati, ogni volta che sarà necessario, che sei una creatura di Dio e hai la forza di realizzare qualsiasi sogno elevando i tuoi pensieri. Potrai volare quando deciderai di essere in grado di farlo. Non ripensare più alla sconfitta. Lascia che la visione che hai nel cuore entri nei progetti della tua vita. Sorridi!

SESTA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Lascia sempre che le tue azioni parlino per te, ma stai in guardia contro le terribili trappole del falso orgoglio e della presunzione che possono fermare i tuoi progressi. La prossima volta che sarai tentato di vantarti, immergi la mano in un secchio pieno d’acqua e, quando la toglierai il buco rimasto nell’acqua ti darà la giusta misura della tua importanza.

SETTIMA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Ogni giorno è un dono speciale di Dio e, anche se la vita può non essere sempre giusta, non devi mai permettere che i dolori, le barriere e gli ostacoli del momento rovinino il tuo atteggiamento e i tuoi progetti per te stesso e il tuo futuro. Non potrai mai vincere se indosserai il terribile mantello dell’autocommiserazione: il suono spiacevole del lamento caccerà via di sicuro tutte le opportunità di successo. Non farlo mai più. C’è un modo migliore.

OTTAVA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Non riempire più i giorni e le notti di cose così futili e poco importanti da non avere il tempo di affrontare una vera sfida quando ti capita di incontrarne una. Questo vale sia per il tempo libero che per il lavoro. Un giorno in cui non si sia fatto altro che sopravvivere non merita di essere festeggiato. Non sei qui per sciupare ore preziose, visto che, cambiando leggermente la tua routine, avresti la possibilità di ottenere risultati migliori. Smettila di impegnarti con delle stupidaggini, smettila di nasconderti dal successo. Trova del tempo per crescere. Adesso. Non domani, adesso!

NONA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Vivi questo giorno come se fosse l’ultimo. Ricordati che “domani” esiste solo nel calendario degli sciocchi. Dimentica le sconfitte di ieri e ignora i problemi di domani. Ecco. Il giorno del giudizio. Tutto quello che hai. Rendilo il giorno migliore dell’anno. Le parole più tristi che tu possa mai pronunciare sono: «Se potessi tornare indietro…» Afferra la vita con le mani, adesso! Questo è il tuo giorno! La maggior parte dei falliti si comporta come se avesse ancora mille anni da vivere davanti a sé. Alcuni dormono due o tre ore per notte più del necessario

DECIMA REGOLA per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Tratta chiunque incontri, amico o nemico, amato o estraneo, come se dovesse morire a mezzanotte. Estendi a ogni persona, anche se si tratta di un rapporto superficiale, tutta l’attenzione, la gentilezza, la comprensione e l’amore che puoi dare, e fallo senza pensare a un’eventuale ricompensa. La tua vita non sarà mai più la stessa.

undicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Ridi di te stesso e della vita. Non con lo spirito di derisione o di lamentosa autocommiserazione, ma come se fosse un rimedio, una medicina miracolosa che allevia il dolore, cura la depressione e ti aiuta a vedere in prospettiva la sconfitta del momento apparentemente terribile. Caccia la tensione, le preoccupazioni e le inquietudini ridendo della tua condizione, liberando la mente per poter pensare tranquillamente alla soluzione che troverai di sicuro. Non prenderti mai troppo sul serio.

dodicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Non trascurare mai le piccole cose. Non risparmiare mai quello sforzo ulteriore, quei pochi minuti in più, quella dolce parola di lode o di ringraziamento, quella conferma di quanto tu possa fare meglio. Non importa cosa pensino gli altri; importa invece ciò che tu pensi di te stesso. Non potrai mai fare del tuo meglio — che dovrebbe essere il tuo obiettivo costante — se aggiri gli ostacoli e ti sottrai alle responsabilità. Sei speciale, comportati come una persona speciale. Non trascurare mai le piccole cose!

tredicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Accogli ogni mattino con un sorriso. Guarda il nuovo giorno come un altro dono speciale del tuo Creatore, un’altra opportunità d’oro per finire ciò che non hai potuto completare ieri. Cerca di essere una persona efficiente, che non perde tempo. Predisponi la prima ora della tua giornata nel segno del successo e delle azioni positive che seguiranno certamente. Oggi non si ripeterà un’altra volta. Non sprecarlo con una falsa partenza o, peggio ancora, senza partire affatto. Non sei nato per fallire.

quattordicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Stabilisci degli obiettivi per la singola giornata: progetti non lunghi e difficili da realizzare, ma che ti portino, passo dopo passo, verso il successo finale. Scrivili pure, se vuoi, ma fai in modo che l’elenco non sia troppo lungo, per non dover rimandare a domani le cose che oggi non sei riuscito a portare a termine. Ricorda che in ventiquattr’ore non puoi costruire una piramide. Sii paziente. Non lasciare che il tuo giorno sia così pieno da dover trascurare gli scopi più importanti: fare meglio che puoi, goderti questa giornata e andare a dormire soddisfatto di ciò che hai raggiunto.

quindicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Non permettere mai a nessuno di guastarti la festa e far così scendere un velo di tristezza e di sconfitta sulla tua giornata. Ricordati che per scoprire cosa c‘è che non va non è necessario alcun talento, alcun sacrificio, alcuna capacità intellettiva. Niente dall’esterno può avere effetti su di te a meno che non sia tu a permetterlo.

sedicesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Cerca il seme del bene in ogni avversità. Impadronisciti di questo principio e avrai con te un prezioso scudo per proteggerti quando dovrai at traversare le valli più oscure. Si possono vedere le stelle nel fondo di un pozzo anche quando non le si può ammirare dalla cima di una montagna. Così, nelle avversità, imparerai delle cose che, senza problemi, non avresti mai scoperto. C ‘è sempre un seme del bene. Trovalo e fallo crescere.

diciassettesima regola per un modo migliore di vivere (di Og Mandino)

Renditi conto che la vera felicità è dentro di te. Non perdere tempo e non fare sforzi inutili per cercare soddisfazione, gioia e serenità nel mondo esterno. Ricordati che la felicità non consiste nell’avere ma solo nel dare. Porgi una mano. Condividi. Sorridi. Abbraccia. La felicità è un profumo che non puoi versare sugli altri senza ritrovarti con qualche goccia addosso.
Tutte le regole riportate sono tratte dal libro “Un modo migliore di vivere” di Og Mandino, l’autore del best seller “Il più grande venditore del mondo“, che ha venduto oltre 15 milioni di copie. In Italia i libri di Og Mandino sono pubblicati da Gribaudi.
17 RULES TO LIVE
From A Better Way to Live BY: OG MANDINO
1.
Count your blessings. Once you realize how valuable you are and how much you have going for
you, the smiles will return, the sun will break out, the music will play and you will finally be able to move
forward toward the life that God intended for you…with grace, strength, courage and confidence.
2.
Today, and every day, deliver more than you are getting paid to do. The victory of success will be
half won when you learn the secret of putting out more than is expected in all that you do. Make yourself so
valuable in your work that eventually you will become indispensable. Exercise your privilege to go the extra
miles, and enjoy all the rewards you receive. You deserve them!
3.
Whenever you make a mistake or get knocked down by life, don’t look back at it too long. Mistakes
are life’s way of teaching you. Your capacity for occasional blunders is inseparable from your capacity to
reach your goals. No one wins them all, and your failures, when they happen, are just part of your growth.
Shake off your blunders. How will you know your limits without an occasional failure? Never quit. Your turn
will come.
4.
Always reward your long hours of labor and toil in the very best way, surrounded by your family.
Nurture their love carefully, remembering that your children need models, not critics, and your own
progress will hasten when you constantly strive to present your best side to your children. And even if you
have failed at all else in the eyes of the world, if you have a loving family, you are a success.
5.
Build this day on a foundation of pleasant thoughts. Never fret at any imperfections that you fear
may impede your progress. Remind yourself, as often as necessary, that you are a creature of God and
have the power to achieve any dream by lifting up your thoughts. You can fly when you decide that you
can. Never consider defeat again. Let the vision in your heart be in your life’s blueprint. Smile!
6.
Let your actions always speak for you, but be forever on guard against the terrible traps of false
pride and conceit that can halt your progress. The next time you are tempted to boast, just place your fist in
a full pail of water, and when you remove it, the hole remaining will give you a correct measure of your
importance.
7.
Each day is a special gift from God, and while life may not always be fair, you must never allow the
pains, hurdles, and handicaps of the moment to poison your attitude and plans for yourself and your future.
You can never win when you wear the ugly cloak of self-pity, and the sour sound of whining will certainly
frighten away any opportunity for success. Never again. There is a better way.
8.
Never again clutter your days or nights with so many menial and unimportant things that you have
no time to accept a real challenge when it comes along. This applies to play as well as work. A day merely
survived is no cause for celebration. You are not here to fritter away your precious hours when you have
the ability to accomplish so much by making a slight change in your routine. No more busywork. No more
hiding from success. Leave time, leave space, to grow. Now. Now! Not tomorrow!
9.
Live this day as if it will be your last. Remember that you will only find “tomorrow” on the calendars
of fools. Forget yesterday’s defeats, and ignore the problems of tomorrow. This is it. Doomsday. All you
have. Make it the best day of your year. The saddest words you can ever utter are, “If I had my life to live
over again…” Take the baton, now. Run with it! This is your day!
10.
Beginning today, treat everyone you meet, friend or foe, loved one or stranger, as if they were going
to be dead at midnight. Extend to each person, no matter how trivial the contact, all the care and kindness
and understanding and love that you can muster, and do it with no thought of any reward. Your life will
never be the same again.
11.
Laugh at yourself and at life. Not in the spirit of derision or whining self-pity, but as a remedy, a
miracle drug, that will ease your pain, cure your depression, and help you to put in perspective that
seemingly terrible defeat of the moment. Banish tension and concern and worry with laughter at your
predicaments, thus freeing your mind to think clearly toward the solution that is certain to come. Never take
yourself too seriously.
12.
Never neglect the little things. Never skimp on that extra effort, that additional few minutes, that soft
word of praise or thanks, that delivery of the very best that you can do. It does not matter what others think,
it is of prime importance, however, what you think about you. You can never do your best, which should
always be your trademark, if you are cutting corners and shirking responsibilities. You are special. Act it.
Never neglect the little things.
13.
Welcome every morning with a smile. Look on the new day as another special gift from your
Creator, another golden opportunity to complete what you were unable to finish yesterday. Be a self-
starter. Let your first hour set the theme of success and positive action that is certain to echo through your
entire day. Today will never happen again. Don’t waste it with a false start or no start at all. You were not
born to fail.
14.
You will achieve your grand dream, a day at a time, so set goals for each day-not long and difficult
projects, but chores that will take you, step by step, toward your rainbow. Write them down, if you must, but
limit your list so that you won’t have to drag today’s undone matters into tomorrow. Remember that you
cannot build your pyramid in twenty-four hours. Be patient. Never allow your day to become so cluttered
that you neglect your most important goal-to do the best you can, enjoy this day and rest satisfied with
what you have accomplished.
15.
Never allow anyone to rain on your parade and thus cast a pall of gloom and defeat on the entire
day. Remember that no talent, no self-denial, no brains, no character, are required to set up in the
faultfinding business. Nothing external can have any power over you unless you permit it. Your time is too
precious to be sacrificed in wasted days combating the menial forces of hate, jealousy and envy. Guard
your fragile life carefully. Only God can shape a flower, but any foolish child can pull it to pieces.
16.
Search for the seed of good in every adversity. Master that principle and you will own a precious
shield that will guard you well through all the darkest valleys you must traverse. Stars may be seen from
the bottom of a deep well, when they cannot be discerned from the mountaintop. So will you learn things in
adversity that you would never have discovered without trouble? There is always a seed of good. Find it
and prosper.
17.
Realize that true happiness lies within you. Waste no time and effort searching for peace and
contentment and joy in the world outside. Remember that there is no happiness in having or in getting, but
only in giving. Reach out. Share. Smile. Hug. Happiness is a perfume you cannot pour on others without
getting a few drops on yourself.
— From A Better Way to Live by Og Mandino

Speranze immortali – Immortal hopes


7

Speranze immortali

La patina del tempo
ancora oggi
non cancella
il ritmo ed il volteggiare
di dita guidate
dalla forza d’amore
Passaggi fugaci
non rubano alla memoria
il vento ed il colore
di quel sorriso sempre nuovo
al ticchettio del cuore
intinto in speranze immortali

13.04.2014 Poetyca

Immortal hopes

The patina of time
even today
does not erase
rhythm and twirl
fingers tours
by the power of love
steps fleeting
do not steal memory
the wind and the color
that smile always new
the ticking of the heart
dipped in hopes immortal

04/13/2014 Poetyca

Il dono di una nuvola – The gift of a cloud


 

wp-1450203289998.jpegIl dono di una nuvola – 24.09.2003

Nessun “sogno ” è vano se ancora lo cerchi
se non tieni stretta la mano e sulla parete
nel buio di una stanza ne vedi proiettata la luce

Non lacrime siano il cammino che con il peso
l’anima non sollevano e la fanno inciampare
ma sorriso sia la porta che apre il cielo

Voleranno tutti i pensieri per fermare il tempo
torneranno tutti i colori accesi d’arcobaleno
ma soltanto se tu credi ancora al giorno nuovo

Sarà un raggio di sole da un sorriso nato
la nuova forza che oltrepassa parole
e restituisce senso a lacrime che saranno stelle

La rugiada che irriga il prato è vita
nata dal dolore di una nuvola stanca
e tu sarai forza che respira aprendo ali

© Poetyca

A passi incerti – With uncertain steps


A passi incerti

A passi incerti
varchi il confine
tra realtà
e danza di ombre
Ma tu chi sei?
Quale volto
rimanda lo specchio?
Tu non temere
ed apri la porta
al coraggio
Respira ancora
la voglia di viaggio
tra le pieghe
dei tuoi sogni
Domani
è troppo tardi
vivi adesso
e non farti incatenare
dal tuo passato

24.03.2018 Poetyca

With uncertain steps

With uncertain steps
cross the border
between reality
and dance of shadows
Who are you?
Which face
send the mirror back?
You do not fear
and open the door
to courage
Breathe again
the desire to travel
in the folds
of your dreams
Tomorrow
it’s too late
live now
and do not get chained
from your past

24.03.2018 Poetyca

Pioggia – Rain


🌸Pioggia🌸

Disegno
sul vetro
un sorriso
mentre guardo
nuvole lontane
È pioggia
a scivolare
piano
lavando via
la polvere
Adesso
si rinnova
ogni attimo
e l’aria fresca
accarezza l’alba

10.07.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Rain

I’ m drawing
on the glass
a smile
while I look
distant clouds
It is rain
to slip
plan
washing away
the dust
Now
it is renewed
every moment
and fresh air
stroke the dawn

10.07.2018 Poetyca

A me stessa – To myself


A me stessa

Mi accarezza spesso il cielo,
le ferite malgrado questo …non mancano:
muri,barriere ed incomprensioni – fughe nel nulla –
ed incapacità di cogliere il senso delle cose, il mio senso.

Io lo so chi sono, mi conosco da molto tempo,
cerco di lasciare tracce, dialogo e manifesto
ma spesso il velo agli occhi,al cuore
porta colori diversi: saper volare non sempre è vantaggio
e se lo fai ti tirano giù, se ti avvicini ti allontanano.

Prigioni, sono prigioni che soffocano
quelle delle convenzioni,delle ipocrisie,del vissuto
incastrato nel tempo.

Ma se sai ascoltare fin nel profondo
della tua anima, spezzi tutte le catene
e lotti ancora per essere te stessa,
sai trovare lo spirito che innalza
e raccoglie sempre luci di speranza.

19.03.2004 Poetyca

To myself

I am often caressing the sky,
wounds … despite this there:
walls, barriers and misunderstandings – escapes into the void –
and inability to grasp the meaning of things, my way.

I know who I am, I know for a long time
I try to trace, dialogue and manifest
but often the veil in the eyes, heart
door colors: being able to fly is not always benefit
and if you do pull you down if you get close you turn away.

Prisons are prisons that suffocate
those conventions, hypocrisies of living
stuck in time.

But if you can listen to the depths
of your soul, break all the chains
and lots more for yourself,
know to find the spirit that rises
collects and always lights of hope.

19.03.2004 Poetyca

Di notte – In the night


🌸Di notte🌸

Sospiri
di vento
e coperta
calda
per la notte

Contiamo
ancora
tutte le stelle
e stringiamo
nuovo fervore

Adesso
è luce
e caldo
respiro
di vita

12.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸At night

Sighs
of wind
and covered
hot
for the night

We count
yet
all Stars
and we tighten
new fervor

Now
it is light
it’s warm
breath
of life

12.03.2021 Poetyca

Nella memoria – In memory


Nella memoria

Passi e voli di fantasia
a raccontare di stelle
e di una luna che accarezza
la notte ed i sogni

Colori d’anima
a portare il sorriso
oltre le distanze
per abbracciare il mondo
ed essere scaglia d’amore

Tutto scorre
e nulla resta
mentre la voce cerca
nella memoria

Riflessi ed immagini
impermanenti come lamina
di polvere al sole

Passato
presente
o futuro
nulla importa
nel peso dell’essere

Lascia che io sia
e tacerò
avvolgendo il tempo

19.08.2005 Poetyca


In memory

Steps and flights of fancy
to tell of stars
and a moon that caresses
night and dreams

Colours of soul
to bring a smile
over distances
to embrace the world
scale and be love

Everything flows
and nothing remains
while the voice search
memory

Reflections and images
impermanent as foil
dust in the sun

Past
this
or future
no matter
in weight being

Let me be
and be silent
wrapping time

19.08.2005 Poetyca

La fame di essere amati – The hunger to be loved


La fame di essere amati
In Francia, come a New York e dovunque, quanti esseri hanno fame di esser amati: è una povertà terribile, questa, senza paragone con la povertà degli Africani e degli Indiani … Non è tanto quanto si dà, ma è l’amore che mettiamo nel dare che conta … Pregate perché ciò cominci nella vostra propria famiglia. I bambini non hanno spesso nessuno che li accolga, quando tornano da scuola. Quando si ritrovano con i genitori, è per sedersi davanti alla televisione, e non scambiano parola. È una povertà molto profonda … Dovete lavorare per guadagnare la vita della vostra famiglia, ma abbiate anche il coraggio di dividere con qualcuno che non ha, forse semplicemente un sorriso, un bicchier d’acqua, di proporgli di sedersi per parlare qualche istante; scrivete magari soltanto una lettera ad un malato degente in ospedale …

Madre Teresa di Calcutta

The hunger to be loved

In France, as in New York and elsewhere, those beings are hungry to be loved: it is terrible poverty, that, without comparison with the poverty of Africans and Indians … It is not as much as you give, but the love we put into giving that counts … Pray that he will start in your own family. Children often have no one to welcome them when they return from school. When they are reunited with their parents, is to sit in front of the television, and do not exchange a word. Poverty is a very deep … You have to work to earn the life of your family, but you also have the courage to share with someone who has not, maybe just a smile, a glass of water, suggest they sit down to talk a while, maybe just write a letter to a sick in hospital inpatient …

Mother Teresa of Calcutta

A regalarti Alba – A give you Alba


A regalarti alba

Nella notte
sorrisi
e occhi che cercano
voci lontane
mille momenti
scivolati e stretti
nel tuo cuore
non finiranno mai
Puoi sentire tutte le voci
tutte le emozioni
mai scomparse
puoi regalare sogni
con i palpiti
con le speranze vive
E io lo sò che tu ci sei
resto ancora
tra i pensieri tuoi
la notte non sarà mai scura
perchè ci siamo noi
a regalarti alba

13.01.2003 Poetyca


Give you dawn

In the night
smiles
and eyes looking
distant voices
one thousand times
slipped and narrow
in your heart
never end
You can hear all the voices
all the emotions
never gone
you can give dreams
with the beating
with hopes alive
And I know you’re there
I am still
between your thoughts
the night is never dark
because we are there
to give you sunrise

13.01.2003 Poetyca

A pugno chiuso – A closed fist


A pugno chiuso

Ti sento con le domande di sempre
– quelle dalla difficile risposta –
e con un velo che copre il cielo
Potresti essere tu gabbiano
che sovrasta ogni tempesta
e si libera nell’aria alla ricerca
del proprio spazio
Solo il tempo di sentire
l’odore delle emozioni
che ancora soffochi: gioia o lacrime
sono di te le sfaccettature
solo la forza di raccogliere
qualche fiore e non solo
i boccioli caduti
sul terreno troppo in fretta
Non ti stancare di cercare le lucciole
che nel buio ti possono guidare
Non trattenere la sabbia
a pugno chiuso
La vita aspetta

08.09.2003 Poetyca

A clenched fist

I feel you with questions as ever
– Those from hard to answer –
and with a veil covering the sky
Could it be you gull
above every storm
and free air in search
your space
Only time to hear
the smell of emotions
that still stifles joy or tears
you are the facets
only the strength to pick
some flowers and not just
buds killed
on the ground too fast
Are not you tired of searching for fireflies
that can guide you in the dark
Do not keep sand
a fist
Life is waiting

08.09.2003 Poetyca

Amore e libertà – Love and freedom – Osho


🌸Amore e libertà🌸

“L’amore dà la libertà
di essere se stessi,
non è possessività.”

Osho
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Love and freedom

“Love gives freedom
to be yourself,
it is not possessiveness. ”

Osho

Risposta – Answer


🌸Risposta🌸

Vibrante Essere
oltre risposte
ed apparenze

Resta ancora
accesa
la domanda

E nel silenzio
senza parole
giunge Presenza

12.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Answer

Vibrant Being
over answers
and appearances

Stay still
on
the question

And in silence
without words
Presence arrives

12.03.2021 Poetyca