Archivio | 19/04/2021

Vorrei – I would


408572_10150486407729646_742844645_9016286_245682315_n

Vorrei

Vorrei disegnare sorrisi
sul finestrino di questo treno
dove immagini scorrono veloci
per condurmi lontano
da ipotesi svanite
rimaste mute nel cuore

Vorrei colorare ancora
i sogni accoccolati
sul mio cuscino
respirati piano
tra le pieghe del mattino
entrato dalla finestra

Vorrei poterti dire
chi sono stata
sino a ieri
chi sono ancora
oltre le apparenze
ma non ascolti

Vorrei in silenzio
metterti in tasca
un ultimo sguardo
prima di questo viaggio
per tornare indietro
per andare avanti

Vorrei non dirti nulla
tappare gli occhi
per non guardare più
tappare le orecchie
per non sentire la tua voce
ma tutto è indelebile

Vorrei rincorrere l’attimo
afferrarlo stretto tra le mani
sciogliere tutti i nodi
di un passato che pesa
sul quale a volte inciampo
ma sono andata via

26.08.2014 Poetyca

I would

I would like to draw smiles
on the window of the train
where fast-flowing images
to take me away
assumptions vanished
remained mute in the heart

I would like to color yet
dreams squatting
on my pillow
respired plan
between the folds of the morning
entered the window

I would want to say
who have been
until yesterday
who are still
beyond appearances
but do not listen

I would like to silence
put in your pocket
one last look
before this trip
to go back
to move forward

I would not tell you anything
plug the eyes
do not look for more
plug their ears
to not hear your voice
but everything is indelible

I would like to chase the moment
hold it tight in your hands
untie all the knots
of a past that weighs
on which sometimes stumbling
but I went away

26/08/2014 Poetyca

Voli sublimi – Sublime flights


🌸Voli sublimi🌸

Non bastano
parole
distillate
e camuffate
tra i silenzi

Sguardi
fuggenti
e cuori
ancora
in subbuglio

Per dichiarare
ancora
amore
tra placide acque
e nuove tempeste

Offriti
esprimi e vivi
il tuo essere
in voli sublimi
e fiducia

20.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Sublime flights

They are not enough
words
distilled
and disguised
among the silences

Looks
fleeing
and hearts
yet
in turmoil

To declare
yet
love
between placid waters
and new storms

Offer yourself
express and live
your being
in sublime flights
and trust

20.01.2021 Poetyca

Vuoto che si offre – Vacuum that offers


— da Ajahn Munindo
In verità è su di noi
che possiamo contare;
come contare
su qualcun altro?
E’ un raro rifugio
arrivare ad affidarci
a noi stessi.
Dhammapada strofa 160
Sottolineando che siamo noi, noi stessi, il nostro vero rifugio, il
Buddha ci indica che la direzione in cui guardare per la reale
sicurezza è verso l’interno. Non possiamo permetterci di perderci
nell’attività esterna. Per essere liberi dall’eterna delusione nella
vita, dobbiamo conoscere noi stessi pienamente. Quando conosciamo noi
stessi possiamo dimenticare noi stessi. Liberati dalla prigione
dell’egoismo, il cuore e la mente sono liberi e disponibili a servire
veramente la realtà in ogni momento. Generosità, gentilezza, empatia
sorgono naturalmente quando il nostro essere è una cosa sola con la
verità.
Con Metta
Bhikkhu Munindo
Vuoto che si offre
In equidistanza nulla è perduto
mentre si abbraccia tutto
nella mente/cuore
in compassionevole sorriso.
Amore incondizionato – nulla chiede
e tutto offre, come goccia di rugiada
che scivola
su una foglia di loto.
Qui ed ora
è respiro consapevole
dove tutto si dilata
e nel silenzio è il vuoto.
Amore che tutto abbraccia,
senza distanza
– vibrante presenza –
che oltre passa confine,
dove nulla si spiega
ma tutto si vive.
Lo percepisci?
Orme stanche sono alle mie spalle,
non è solo sofferenza
ma sasso consunto
per essere sabbia.
Non temo il futuro,
non resta ancorata al passato
la mia memoria.
Tutto vive adesso
– in compassione ed amorevolezza –
dove ogni esperienza
è ricerca e manifestazione.
Mani vuote di chi
a nulla si aggrappa,
grande spazio per essere
vuoto che si offre.
21.12.2010 Poetyca

– by Ajahn Munindo
In truth is upon us
that we can count;
how to count
on someone else?
It ‘s a rare refuge
come to rely
ourselves.
Dhammapada verse 160
Stressing that we, ourselves, our true refuge,
Buddha shows us the direction in which to look for real
Security is inward. We can not afford to lose
in the activity outside. To be free from the eternal disappointment in
life, we must know ourselves fully. When we know
ourselves can forget ourselves. Freed from prison
selfishness, the heart and mind are free and available to serve
really reality at all times. Generosity, kindness, empathy
arise naturally when our being is one with the
truth.
With Metta
Bhikkhu Munindo
Vacuum that offers

In mid-nothing is lost
while all-embracing
in the mind / heart
in compassionate smile.
Unconditional love – no calls
and all offers, as a drop of dew
Gliding
on a lotus leaf.
Here and now
Conscious breathing is
where everything expands
and silence is emptiness.
All-embracing love,
without distance
– vibrant presence –
that goes beyond border
where nothing is explained
but everything is alive.
Feel it?
Are tired footsteps behind me,
is not only suffering
but worn stone
to be sand.
Do not fear the future,
does not remain anchored to the past
my memory.
Everything lives now
– in compassion and loving kindness –
where every experience
is research and demonstration.
Empty hands of those who
clings to nothing,
great space to be
vacuum that is offered.
21.12.2010 Poetyca

Al risveglio di Primavera – Upon awakening in Spring


Al risveglio di Primavera

Voglio danzare
ancora una volta
in arcobaleni di speranza
nella ritrovata aurora
che sinuosa avvolge
lo sguardo ed il cuore
Incontrare pensieri
in una parola nuova
ricamata di vita
come farfalla
che dispiega le ali
al risveglio
della Primavera

04.03.2012 Poetyca

The awakening of Spring

I want to dance
once again
in rainbows of hope
found in the aurora
that wraps sinuously
eyes and heart
meet thoughts
a new word
embroidered of life
as a butterfly
that spreads its wings
the awakening
of Spring

04.03.2012 Poetyca

Al ritmo della vita – At the rhythm of life


magiclife

Al ritmo della vita

Vita scivola come gocce di rugiada
 sul petalo di una rosa
 Vita fatta d’istanti
dove ogni cosa è preziosa
 Vita mia e tua
dove tutto è armonia
di emozioni e sogni
 Vita giocosa
 di voglia di correre scalzi su prati
Vita da amare ed amata
 Vita destino di tutti
 e mai dimenticata
 dove comanda la fantasia
Vita amore
 mio e tuo
 che s’invola sempre con forza
 a rincorrere gli istanti vissuti
 e da vivere ancora
 Vita giardino che sorride dentro
Vita che sogna e mai si stanca
 Vita che è voce dell’anima che canta :
  –  Amore mio –

15.09.2003 Poetyca

To the rhythm of life

Life slips like dewdrops
  on the petal of a rose
  Life made up of instants
where everything is precious
  My life and your
where all is harmony
of emotions and dreams
  life playful
  the desire to run barefoot on grass
Life to love and beloved
  Life destiny of all
  and never forgotten
  where he commanded the imagination
love life
  mine and yours
  that always flies away with force
  chasing the moments lived
  and live again
  Life in garden smiling
Life and dreams that never gets tired
  Life, which is the soul voice that sings:
   – My love –

15.09.2003 Poetyca

Ali – Wings


🌸Ali🌸

Oltre
il tramonto
un passo ancora
poi ali aperte
in danza d’anima
dove tutto
è adesso

06.01.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Wings

Over
sunset
one more step
then open wings
in soul dance
where everything
and now

06.01.2019 Poetyca

Ferite – Wounds


🌸Ferite🌸

In ogni ferita
prende spazio
l’opportunità

Dalle fenditure
della nostra anima
può nascere un fiore

13.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Wounds

In every wound
takes up space
the opportunity

From the cracks
of our soul
a flower can be born

13.03.2021 Poetyca

La nostra mente – Our mind – Namkhai Norbu Rinpoche


La nostra mente

La nostra mente è la base di tutto, e dalla nostra mente tutto sorge, Samsara e nirvana, esseri senzienti ordinari e illuminati. Considera il modo in cui gli esseri trasmigrano nella visione impura del samsara: anche se l’essenza della mente, la vera natura della nostra mente, è totalmente pura proprio dall’inizio.

~ Namkhai Norbu Rinpoche

🌸🌿🌸#pensierieparole

🌸Our mind

Our mind is the basis of everything, and from our mind everything arises, Samsara and nirvana, ordinary sentient beings and enlightened ones. Consider the way beings transmigrate in the impure vision of samsara: even though the essence of the mind, the true nature of our mind, is totally pure right from the beginning, nevertheless, because […]

~ Namkhai Norbu Rinpoche

Alba – Dawn


Alba

Scivolo nella notte
a catturare immagini
di oniriche forme
nei sospiri del silenzio
vibra la brezza sognante

Passi scalzi sul cuore
a sfiorare ricordi
d’attimi intensi
e tra sfumati colori
sorridono speranze

Disseto le pagine nuove
che non indeboliscono
le forze
e sfioro luci soffuse
di stelle lontane
a regalare il sogno

L’alba è giunta
con le luci in sorriso
e i nuovi canti
di voli e palpiti
che mi conducono ancora

26.08.2002 Poetyca

Dawn

Slide into the night
to capture
forms of dream
the sighs of silence
vibrates the breeze dreamy

Walk barefoot on the heart
to touch memories
moments of intense
and between shaded colors
smile hopes

Quench the thirst of the new pages
that do not weaken
forces
and cascading soft lights
of distant stars
to give the dream

The dawn has come
with the lights in the smile
and the new songs
flights and heartbeats
I still lead

26.08.2002 Poetyca

Sguardi – Looks


🌸Sguardi🌸

Mi guardi negli occhi
ed incuriosita
mi chiedi anche adesso
come erano le cose
nel tempo in cui
tu non c’eri ancora

Non siamo distanti
le mani si stringono
ma la tua vita da bimba
è immersa in mille cose
che quando ero bambina io
neppure esistevano

È ricchezza di pensiero
veloce e in cerca
di nuove soluzioni
ma prendi fiato:
Adesso è il tempo
di colorare l’attimo

13.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Looks

Look me in the eye
and intrigued
you ask me even now
how things were
in the time in which
you weren’t there yet

We are not far
hands shake
but your life as a child
it is immersed in a thousand things
than when I was a child I
they didn’t even exist

It is a wealth of thought
fast and looking
of new solutions
but take a breath:
Now is the time
to color the moment

13.03.2021 Poetyca

Madre primordiale – Primal mother – C.G.Jung


🌸Madre primordiale🌸

Il mondo nasce
quando l’uomo lo scopre.
Ma lo scopre solo
quando si sacrifica
il suo contenimento
nella madre primordiale,
stato di incoscienza originale.

C.G. Jung, Coll Works vol 5 par. 646
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Primal mother

The world comes into being
when man discovers it.
But he only discovers it
when he sacrifices
his containment
in the primal mother,
original state of unconsciousness.

C.G. Jung, Coll Works vol 5 par. 646

Steve Earle – Full Performance


[youtube https://www.youtube.com/watch?v=hM9jNKniayg&index=2&list=RD0m-p2IAQj5A]

Steve Earle (Fort Monroe, 17 gennaio 1955) è un cantautore statunitense. Nato in Virginia con il nome Stephen Fain Earle, è un cantautore noto soprattutto per la sua produzione rock e country. La sua attività si estende comunque in altri campi, avendo in passato scritto e diretto un’opera teatrale ed essendo anche uno scrittore ed un attivista politico.

http://it.wikipedia.org/wiki/Steve_Earle

Stephen Fain “Steve” Earle (/ˈɜrl/) (born January 17, 1955) is an American rock, country and folk singer-songwriter, record producer, author and actor. Earle began his career as a songwriter in Nashville and released his first EP in 1982. His breakthrough album was the 1986 album Guitar Town. Since then Earle has released 15 other studio albums and received three Grammy awards. His songs have been recorded by Johnny Cash, Waylon Jennings, Travis Tritt, Vince Gill, Shawn Colvin and Emmylou Harris.[2] He has appeared in film and television, and has written a novel, a play, and a book of short stories.

http://en.wikipedia.org/wiki/Steve_Earle

Una perla al giorno – Bhagavad Gita


mandala14
Libero da egoismo, aggressività, arroganza, rabbia
e dal desiderio di possedere persone o cose,
[il saggio] è in pace con se stesso e gli altri
ed entra nello stato di unione.

Unito al Brahman, sempre gioioso,
fuori dalla portata del desiderio e del dispiacere,
ha lo stesso riguardo per ogni creatura vivente.

Bhagavad Gita XVIII, 53-54

Free from selfishness, aggression, arrogance, anger
and the desire to possess people or things,
[essay] is at peace with himself and others
and enters into the state of union.

Combined with the Brahman, always joyful,
out of the reach of desire and regret,
has the same respect for every living creature.

Bhagavad Gita XVIII, 53-54