Archivio | 30/04/2021

Gabbiani – Seagulls



Gabbiani

Io vivo in una città di mare e sono allora affascinata dai gabbiani, da come possano apparire insignificanti quando non sono in volo:grigi, sparuti e fragili e completamente diversi quando si tuffano sicuri tra le onde del mare, quando sembra seguano traiettorie precise disegnando archi nel cielo con eleganza e sincronia.
Forse siamo tutti un poco gabbiani sparuti all’inizio ed intimiditi portiamo appena un saluto…per dimenticare che siamo capaci di volare, di armonizzarci e di seguire un filo invisibile che guida al senso del volo e dell’essere gabbiani tra le traiettorie tra mare e cielo.
Passi lenti sulla sabbia ed occhio attento per studiare le maree.

Quando osservo i gabbiani spesso resto in silenzio,accompagnata dal battito del cuore e dai capelli scompigliati dal vento, nell’armonizzarmi con lo spazio intorno colgo disegni che hanno un senso oltre le apparenze.
Dobbiamo imparare a guardare profondamente…per sentire quando spiccare il volo.

28.03.2010 Poetyca

Seagulls

I live in a seaside city and I am then fascinated by seagulls, by how insignificant they can appear when they are not in flight: gray, haggard and fragile and completely different when they dive safely in the waves of the sea, when they seem to follow precise trajectories by drawing arches in the sky with elegance and synchrony.
Maybe we are all a little seagulls at the beginning and intimidated we just bring a greeting … to forget that we are able to fly, to harmonize and to follow an invisible thread that guides the sense of flight and being seagulls between the trajectories between sea and sky.
Slow footsteps on the sand and careful eye to study the tides.

When I observe the seagulls I often remain silent, accompanied by the beating of the heart and the hair ruffled by the wind, in harmonizing with the space around me I pick up drawings that make sense beyond appearances.
We must learn to look deeply … to feel when to fly.

28.03.2010 Poetyca

Gocce – Drops


🌸Gocce🌸

Gocce vive
essenza distillata
in impalpabile
percorso

Anche oggi
tutto è inizio
filo rosso
oltre il tempo

15.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Drops

Live drops
distilled essence
in impalpable
path

Also today
everything is beginning
Red thread
beyond the time

15.01.2021 Poetyca

Grandi distanze – Great distances


Grandi distanze

Hai aperto gli occhi
tu che trattenevi silenzi
e guardavi le stanze vuote

Hai aperto il cuore
per raccogliere
mille parole scritte

Non ti spieghi
tutto il valore
di un momento vivo

Pagine nuove
per accendere
le fiamme del tuo animo

Vita sorride
insieme ai sogni
e palpita lieve

Tutto è vero
e supera confini
annulla apparenze

La storia ha inizio
e non importano
le grandi distanze

10.02.2003 Poetyca

Long distances

You have opened my eyes
you silence that held
and looked at the empty rooms

You opened your heart
to collect
thousand words written

Do not Explain
full value
a moment live

New pages
to turn
the flames of your soul

Life smiles
along with the dreams
and trembles slightly

Everything is true
and beyond borders
cancels appearances

The story begins
and do not import
large distances

10.02.2003 Poetyca

Grandi Onde – Great Waves – tratto da 101 storie Zen


8. Grandi Onde

All’inizio dell’era Meiji viveva un famoso lottatore che si chiamava O-nami, Grandi Onde. O-nami era fortissimo e conosceva l’arte della lotta. Quando gareggiava in privato, vinceva persino il suo maestro, ma in pubblico era così timido che riuscivano a batterlo anche i suoi allievi.

O-nami capì che doveva farsi aiutare da un maestro di Zen. In un piccolo tempio poco lontano soggiornava temporaneamente Hakuju, un insegnante girovago. O-nami andò a trovarlo e gli spiegò il suo guaio.

«Tu ti chiami Grandi Onde,» gli disse l’insegnante «perciò stanotte rimani in questo tempio. Immaginati di essere quei marosi. Non sei più un lottatore che ha paura. Tu sei quelle ondate enormi che spazzano via tutto davanti a loro, distruggendo qualunque cosa incontrino. Fa’ così, e sarai il più grande lottatore del paese».

L’insegnante lo lasciò solo. O-nami rimase in meditazione, cercando di immaginare se stesso come onde. Pensava alle cose più disparate. Poi, gradualmente, si soffermava sempre più spesso sulla sensazione delle onde. Man mano che la notte avanzava le onde si facevano più grosse. Spazzarono via i fiori coi loro vasi. Sommersero perfino il Buddha nella sua cappella. Prima dell’alba il tempio non era più che il continuo fluire e rifluire di un mare immenso.

Al mattino l’insegnante trovò O-nami assorto in meditazione, con un lieve sorriso sul volto. Gli batté sulla spalla. «Ora niente potrà più turbarti» gli disse. «Tu sei quelle onde. Travolgerai tutto ciò che ti trovi davanti».

Quel giorno stesso O-nami partecipò alle gare di lotta e vinse. E da allora, nessuno in Giappone riuscì più a batterlo.

tratto da 101 storie Zen

 

Great Waves

In the early days of the Meiji era there lived a well-known wrestler called O-nami, Great Waves.

O-nami was immensly strong and knew the art of wresting. In his private bouts he defeated even his teacher, but in public was so bashful that his own pupils threw him.

O-nami felt he should go to a Zen master for help. Hakuju, a wandering teacher, was stopping in a little temple nearby, so O-nami went to see him and told him of his great trouble.

“Great Waves is your name,” the teacher advised, “so stay in this temple tonight. Imagine that you are those billows. You are no longer a wrestler who is afraid. You are those huge waves sweeping everything before them, swallowing all in their path. Do this and you will be the greatest wrestler in the land.”

The teacher retired. O-nami sat in meditation trying to imagine himself as waves. He thought of many different things. Then gradualy he turned more and more to the feeling of waves. As the night advanced the waves became larger and larger. They swept away the flowers in their vases. Even the Buddha in the shrine was inundated. Before dawn the temple was nothing but the ebb and flow of an immense sea.

In the morning the teacher found O-nami meditating, a faint smile on his face. He patted the wrestler’s shoulder. “Now nothing can disturb you,” he said. “You are those waves. You will sweep everything before you.”

The same day O-nami entered the wrestling contests and won. After that, no one in Japan was able to defeat him.

Take from 101 Zen Stories

Oltre il caos – Beyond chaos


Oltre il caos

Dimmi Uomo
dove raccogli
fruscii d’Anima
e cosa racconta
la Vita nei tratteggi
che in chiaroscuro
salutano il giorno:
volti e sorrisi
per condursi
oltre l’apparire

Attimi perpetui
di un tempo senza tempo
in elementi instabili:
pensiero ed emozione
– bussola del tuo percorso –
per non confondere
nell’alone lunare
quella lacrima che culla
ogni tuo sperare

Parlami della Storia
che non ha portato voci
e dei sogni racchiusi
nel proiettare attese
– oltre ogni parola espressa –
e di quel fiore sbocciato
dal fango primordiale

Socchiudi la mente
all’impermanenza
di ogni costruzione
per far crollare certezze
e ritrovare il senso
di una matassa dimenticata

Per conoscere nel Tutto
ritmo ed Armonia
senza dualità
e ricordare semplicemente
di essere respiro
oltre ogni tempo
– qui ed ora –
nel tiepido sole
di una gioia che oscilla

16.11.2005 Poetyca

Beyond chaos

Say Man
where to collect
rustling of Soul
and what says
Life in the hatch
in chiaroscuro
greet the day:
faces and smiles
to behave
beyond the appearance

Perpetual Moment
a timeless time
in unstable elements:
thought and emotion
– Compass of your path –
not to confuse
nell’alone lunar
the tear that cradle
your every hope

Tell the Story
that did not lead items
and dreams enclosed
projecting expected
– More than any words spoken –
and that flower bloom
from primordial mud

Closes the mind
impermanence
of each construction
to collapse certainties
and find the meaning
a skein Forgot

Everything you need to get in
rhythm and harmony
without duality
and just remember
be breathing
over all time
– Here and now –
in the warm sun
a joy that oscillates

16.11.2005 Poetyca

Buddità – Buddhahood – Hevajra Tantra


Buddità

Tutti gli esseri sono Buddha,
ma questo è nascosto da macchie avventizie.
Quando le loro macchie saranno purificate,
la loro Buddità è rivelata.

—Hevajra Tantra
🌸🌿🌸#pensierieparole

Buddhahood

All beings are Buddhas,
but this is concealed by adventitious stains.
When their stains are purified,
their Buddhahood is revealed.

—Hevajra Tantra

Guardare oltre – Look over


🌸Guardare oltre🌸

Tutto si interpreta
in base al personale punto di vista:
Condizionamenti,esperienze,
idee o convinzioni.
È importante riuscire
a guardare in modo equidistante,
per poter scorgere
sfumature prima non percepite.

20.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Look over

Everything is interpreted
based on personal point of view:
Conditioning, experiences,
ideas or beliefs.
It is important to succeed
to look equidistant,
to be able to see
previously not perceived nuances.

20.03.2021 Poetyca

Il percorso di ricerca – Search path


Il percorso di ricerca

Il percorso prende inizio dalla capacità di far tacitare la mente, dalla capacità di comprensione di come spesso si usi interpretare gli eventi della vita come se tutto fosse centrato al nostro vantaggio o alla perdita di qualcosa. Solo imparando a lasciare andare ( attaccamento ed aspettativa) ad accogliere gli eventi per quello che sono, a non aggrapparci al percorso lasciato alle spalle ( il rancore verso gli eventi del passato) o proiettando troppa aspettative al futuro, ci rendiamo conto di dove stia poggiando il nostro passo – qui ed ora. Attraversare questo momento, entrare in profondità in noi stessi è accorgerci di cosa si muova in noi, dello spazio senza confine che fa vibrare energia, che ci restituisce una sensazione di benessere. Amare è accogliere noi stessi per come siamo, accogliere gli altri senza sentirci separati.
Amare è ascoltare con empatia le altrui vicende della vita, non temere questo aspetto e non opporre difesa ma farci portare dal Cuore.
Amare è il senso profondo della vita, un linguaggio nascosto che tutti noi conosciamo e che possiamo applicare per essere quel che siamo ogni istante.
26.12.2010 Poetyca
Search path

The path begins with the ability to silence the mind, the understanding of how often you use to interpret life events as if everything was centered to our advantage or to the loss of something. Only by learning to let go (attachment and expectation) to host events for what they are, not to cling to the path left behind (the grudge against the events of the past) or projecting too much expectations to the future, we realize where he is resting our pace – here and now. Go through this time, go deep into ourselves and realize what is moving in us, the area without border energy that vibrates, which gives us a feeling of well being. To love is to accept ourselves as we are, accept the other without feeling separated.
To love is to listen with empathy to others’ stories of life, not fear and do not oppose this aspect of defense, but let us take from the Heart.
Loving is the deepest meaning of life, a hidden language that we all know and we can apply to be what we are every moment.
26.12.2010 Poetyca

Viaggio – Travel


🌸Viaggio🌸

Vola
in alto
e non temere
le nubi

Dispiega
sempre
le tue ali
come aquila

Sia ancora
il coraggio
il compagno
di questo viaggio

Tutto
è sempre
possibile
se tu
ci credi

18.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Travel

Fly
up
and fear not
the clouds

Unfold
always
your wings
like an eagle

Let it still be
the bravery
the mate
of this trip

All
is always
possible
if you
Do you believe

18.03.2021 Poetyca

Audacia – Audacity – Johann Wolfgang Goethe


🌸Audacia🌸

Qualunque cosa tu possa fare,
o sognare di fare, incominciala.
L’audacia ha in sé
genio, potere e magia.
Incomincia adesso.

Johann Wolfgang von Goethe
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Audacity

Whatever you can do,
or dream of doing, start it.
Boldness has it in itself
genius, power and magic.
Start now.

Johann Wolfgang von Goethe

The Alan Parson’s Project


The Alan Parsons Project (Abbreviato APP) è stato un gruppo rock progressivo britannico nato nel 1975 per iniziativa di Alan Parsons ed Eric Woolfson, attivo, discograficamente parlando, dal 1976 sino ad inizio anni novanta, anche se il periodo di maggior successo si ferma al 1987.

The Alan Parsons Project were a British progressive rock band, active between 1975 and 1990,[1] consisting of Eric Woolfson and Alan Parsons surrounded by a varying number of session musicians and some relatively consistent band members such as guitarist Ian Bairnson, bassist and vocalist David Paton, drummer Stuart Elliott and vocalist Lenny Zakatek.

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Alan_Parsons_Project

Behind the revolving line-up and the regular sidemen, the true core of the Project was the duo of Parsons and Woolfson. Woolfson was a songwriter by profession, but also a composer and pianist. Parsons was a successful producer and accomplished engineer. Almost all songs on the band’s albums are credited to “Woolfson/Parsons”.

https://en.wikipedia.org/wiki/The_Alan_Parsons_Project

★ cღPoeti amici ღ★


RELATIVITA’

Batte
un ansito
di vita
in ogni
piccola cosa
Piccola
eppure immensa
grande
come l’infinito
in fondo piccolo
racchiuso
in questo corpo
e nel centro
d’un atomo
Tutto è uno
e uno è tutto

© 2016 Aran Lukas

https://www.facebook.com/versidispersi/