Archivio | 04/06/2021

Presenza mentale – Mindfulness – Thich Nath Hahn


La presenza mentale

È chiaro che, per prendere possesso della nostra mente e calmare i pensieri, è necessario coltivare anche la presenza mentale delle nostre sensazioni e percezioni.
Quando emerge un pensiero, o una sensazione, il vostro intento non dovrebbe essere quello di scacciarlo, odiarlo, preoccuparsene o temerlo. Perciò cosa si dovrebbe fare con i pensieri e le sensazioni? Semplicemente prendere atto della loro presenza. Per esempio, quando emerge un sentimento di tristezza, lo si riconosce immediatamente:”È emerso in me un sentimento di tristezza”.Se il sentimento permane, si continua a riconoscerlo:”In me c’è ancora un sentimento di tristezza”. Se emerge un altro pensiero o sensazione, riconosceteli nella stessa maniera. L’essenziale è non lasciare emergere nessun pensiero e sensazione senza che la presenza mentale lo riconosca, come una sentinella che registra ogni faccia che passa nel palazzo.
Perciò, il punto non è scacciare o intrattenere un certo pensiero. Il punto è esserne consapevoli.
Quando imparerete a calmare la mente, quando le sensazioni e i pensieri non vi disturberanno più, la vostra mente comincerà a Dimorare nella mente.

Tratto da “Il miracolo della presenza mentale” di Thich Nhat Han

Mindfulness

It is clear that, in order to take possession of our mind and calm our thoughts, it is also necessary to cultivate the mental presence of our sensations and perceptions.
When a thought or feeling emerges, your intent should not be to drive it away, hate it, worry about it or fear it. So what should be done with thoughts and feelings? Simply acknowledge their presence. For example, when a feeling of sadness emerges, it is immediately recognized: “A feeling of sadness emerged in me”. If the feeling remains, we continue to recognize it: “In me there is still a feeling of sadness”. If another thought or feeling emerges, recognize them in the same way. The essential thing is not to let any thoughts and feelings emerge without the mindfulness recognizing it, like a sentinel who records every face that passes in the palace.
Therefore, the point is not to drive out or entertain a certain thought. The point is to be aware of it.
When you learn to calm the mind, when feelings and thoughts will no longer disturb you, your mind will begin to abide in the mind.

From “The Miracle of Mindfulness” by Thich Nhat Han

Pubblicità

Il saggio – The Sage – Gautama Budda


Il saggio

Una persona di saggezza dovrebbe essere sincera, senza arroganza, senza inganno, non diffamatoria e
non odiosa. La persona saggia dovrebbe andare oltre il male dell’avidità e dell’inganno.
Per avere la tua mente impostata sulla calma, devi prendere il potere sulla sonnolenza, sonnolenza e
letargia. Non c’è posto per la pigrizia e nessun ricorso all’orgoglio.
Non essere portato a mentire, non essere attaccato alle forme. Devi vedere attraverso tutto l’orgoglio e agire senza violenza.
Non esaltarti per ciò che è vecchio, non essere contento di ciò che è nuovo. Non ti affliggere per
ciò che è perduto o farti controllare dal desiderio. ”

Gautama Buddha

“The Sage

A person of wisdom should be truthful, without arrogance, without deceit, not slanderous and
not hateful. The wise person should go beyond the evil of greed and miserliness.
To have your mind set on calmness, you must take power over sleepiness, drowsiness and
lethargy. There is no place for laziness and no recourse to pride.
Do not be led into lying, do not be attached to forms. You must see through all pride and fare
along without violence.
Do not get excited by what is old, do not be contented with what is new. Do not grieve for
what is lost or be controlled by desire.”

Gautama Buddha

Calma – Calm – Paramhansa Yogananda


Calma

La calma è più dinamica
e potente della pace.
La calma dona il potere
di superare tutti gli ostacoli
della vita.
Persino nei rapporti umani,
la persona che rimane calma
in ogni circostanza
è invincibile.

Paramhansa Yogananda

Calm

Calm is more dynamic
and powerful of peace.
Calm gives power
to overcome all obstacles
of life.
Even in human relationships,
the person who remains calm
in all circumstances
it is invincible.

Paramhansa Yogananda

Illuminazione – Enlightenment – Dogen Zenji


Illuminazione

L’illuminazione è come la luna riflessa sull’acqua.
La luna non si bagna, né l’acqua si rompe.
Sebbene la sua luce sia ampia e grande,
La luna si riflette anche in una pozzanghera larga un pollice.
L’intera luna e l’intero cielo
si riflettono in una goccia di rugiada sull’erba.

Dogen Zenji


Enlightenment

Enlightenment is like the moon reflected on the water.
The moon does not get wet, nor is the water broken.
Although its light is wide and great,
The moon is reflected even in a puddle an inch wide.
The whole moon and the entire sky
Are reflected in one dewdrop on the grass.

Dogen Zenji

Vivere in consapevolezza – Living in awareness


399988_213764452046295_100002382266926_472814_1146950121_n

Vivere in consapevolezza

Vivere la strada, il percorso, in consapevolezza
 è non slanciarsi in avanti fuggendo l’adesso,
 ma essere presenti a se stessi ogni attimo.
Questo è opportunità anche per coloro che ci circondano
 che attraverso la nostra attenzione e calma possono beneficiarne.
ogni nostro sforzo in prima persona è un modo per migliorare,
per raccogliere esperienza e comprensione.
 L’azione è sempre meglio del teorizzare o dell’attesa sterile

06.10.2014 Poetyca

Living in awareness

Living the way, the path, in awareness
throw forward is not escaping the now,
but be present to yourself every moment.
This opportunity is also for those around us
that through our attention and calm can benefit.
our every effort in the first person is a way to improve,
to gather experience and understanding.
The action is always better than theorize or wait sterile

06/10/2014 Poetyca

Critiche – Criticism




🌸Critiche🌸

Le persone sciocche vivono
solo di impressioni
e non vanno avanti,
sono capaci solo di criticare.
– Allora bisogna provare e riprovare,
per dimostrare a se stessi,
prima che agli altri
di essere altro da quello
che i ” grilli sparlanti ” dicono.
Se diamo importanza
a quello che viene detto
non usciamo dalla gabbia.

30.04.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Criticisms

Foolish people live
only of impressions
and they don’t go on,
they are only capable of criticizing.
– Then you have to try and try again,
to prove themselves,
before the others
to be other than that
that the “sparring crickets” say.
If we give importance
to what is said
we do not leave the cage.

30.04.2021 Poetyca

Pensiero – Thought – Dale Carnegie




🌸Pensiero🌸

Non c’è niente
di buono o di cattivo in sé.
È il pensiero che rende
le cose buone o cattive.

Dale Carnegie
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Thought

There is nothing
good or bad in itself.
It is the thought that pays
good or bad things.

Dale Carnegie

Dire Straits – Sultans Of Swing: The Very Best Of Dire Straits



I Dire Straits (IPA: [daɪə(ɹ) stɹeɪts]) sono stati un gruppo rock britannico fondato nel 1977 da Mark Knopfler (voce, chitarra e autore di tutti i brani[4]) insieme al fratello David Knopfler (chitarra), a John Illsley (basso) e a Pick Withers (batteria)[3]. Nel corso degli anni, la band conobbe qualche avvicendamento nella formazione, che in tempi diversi vide Alan Clark (tastiere), Hal Lindes (chitarra), Terry Williams (batteria) e Guy Fletcher (tastiere) entrare a far parte del progetto come componenti stabili, affiancati di volta in volta – in base alle varie esigenze interpretative – da alcuni turnisti[3].

Il gruppo proponeva un rock limpido[1][2], costruito intorno agli stilemi del blues rock[3][5] e contraddistinto da un’ampia gamma di influenze musicali, tra le quali spiccavano elementi country, folk, jazz e rock progressivo[6][7]. Pur collocandosi in netta controtendenza rispetto ai canoni del periodo, dominato da post-punk, new wave, soft rock e disco music[2][8][9], i Dire Straits si affermarono grazie a sonorità originali e immediatamente riconoscibili[10], nonché alla loro abilità tecnica come esecutori[1][5]. Il frontman Mark Knopfler, in particolare, fin dagli esordi è stato considerato un virtuoso della chitarra[1][5] e un autore di talento[11][12].

L’atteggiamento sobrio e modesto, agli antipodi dello stereotipo delle rockstar, e la propensione a rifuggire le luci della ribalta per dedicarsi alla musica senza divagazioni[13] costituivano i tratti peculiari dello spirito che ha sempre animato l’attività del gruppo[8]. In occasione dei primi concerti della band, ad esempio, Mark Knopfler era solito chiedere agli ingegneri del suono di non alzare eccessivamente il volume dei diffusori, in modo tale da permettere al pubblico di conversare liberamente durante lo spettacolo[8].

Annoverati tra gli esponenti principali del rock britannico[11][14][15], i Dire Straits hanno inciso, escludendo le antologie, nove album – di cui tre dal vivo[16] – che nel complesso contano oltre 120 milioni di copie vendute[17]. Il sodalizio si sciolse di fatto agli inizi degli anni novanta, allorché Mark Knopfler – che insieme a John Illsley era rimasto l’unico componente del quartetto originario – preferì concentrarsi a tempo pieno sulla propria carriera solista e su alcuni progetti alternativi, allontanandosi ulteriormente dal mondo del music business e dalle sue dinamiche.

https://it.wikipedia.org/wiki/Dire_Straits

Dire Straits were a British rock band, formed in 1977 by Mark Knopfler (lead vocals and lead guitar), his younger brother David Knopfler (rhythm guitar and backing vocals), John Illsley (bass guitar and backing vocals), and Pick Withers (drums and percussion). Dire Straits’ sound drew from a variety of musical influences, including jazz, folk, and blues, and came closest to beat music within the context of rock and roll. Despite the prominence of punk rock during the band’s early years, the band’s stripped-down sound contrasted with punk, demonstrating a more “rootsy” influence that emerged from pub rock. Many of Dire Straits’ compositions were melancholic.[3] Dire Straits’ biggest selling album, Brothers in Arms, has sold over 30 million copies, and was the first album to sell a million copies on CD.[4][5]

They also became one of the world’s most commercially successful bands, with worldwide album sales of over 120 million.[6] Dire Straits won four Grammy Awards, three Brit Awards—winning Best British Group twice, two MTV Video Music Awards, and various other music awards.[6] The band’s songs include “Money for Nothing”, “Sultans of Swing”, “So Far Away”, “Walk of Life”, “Brothers in Arms”, “Private Investigations”, “Romeo and Juliet”, “Tunnel of Love”, and “Telegraph Road”.

According to the Guinness Book of British Hit Albums, Dire Straits have spent over 1,100 weeks on the UK albums chart, ranking fifth all-time.[7] Their career spanned a combined total of 15 years. They originally split up in 1988, but reformed in 1991, and disbanded for good in 1995 when Mark Knopfler launched his career full-time as a solo artist. There were several changes in personnel over both periods, leaving Mark Knopfler and John Illsley as the only two original bandmates who had remained throughout the band’s career.

https://en.wikipedia.org/wiki/Dire_Straits