Archivio | 07/06/2021

Se hai perso la speranza – If you have lost hope – Paramahansa Yogananda


Se hai perso la speranza

Se hai perso la speranza
di essere felice, rincuorati. Non perdere mai la speranza.
La tua anima, essendo il riflesso dello Spirito perennemente gioioso, è la felicità stessa. Se tieni chiusi gli occhi della concentrazione, non riuscirai a vedere il sole della felicità che splende nel tuo petto. Tuttavia, per quanto ti sforzi di tenere chiusi gli occhi dell’ attenzione, i raggi della felicità provano continuamente a trafiggere le porte chiuse della tua mente.
Apri i portali della calma e troverai il sole splendente della gioia dentro di te. Riuscirai a percepire i raggi gioiosi dell’ anima interiorizzando l’attenzione.
Non cercare la felicità soltanto in bei vestiti, cenette deliziose e altre comodità. Queste cose imprigioneranno la tua felicità dietro le sbarre dell’ esteriorità.
Se sei deciso a trovare la gioia dentro di te, prima o poi la troverai.
Cercala tutti i giorni, con la meditazione interiore sempre più profonda, e sicuramente troverai la felicità eterna. Fai uno sforzo costante per entrare in te stesso, e lì troverai la più grande felicità.

Paramahansa Yogananda

If you have lost hope

If you have lost hope
to be happy, heartening. Never lose hope.
Your soul, being the reflection of the Spirit eternally joyful, is happiness itself. If you keep your eyes closed in concentration, you will not see the sun of happiness shines in your chest. However, as you strive to keep closed the eyes of ‘attention, the rays of happiness constantly trying to pierce the closed doors of your mind.
Open the portals and you will find the calm sunshine of joy inside you. Can you feel the rays of joyful ‘soul internalizing attention.
Do not look for happiness only in nice clothes, delicious dinners and other conveniences. These things imprison your happiness behind the bars of ‘externality.
If you’re determined to find the joy within you, sooner or later you will find it.
Seek every day, with increasingly deep inner meditation, and surely you will find eternal happiness. Make a constant effort to get into yourself, and you will find the greatest happiness.

Paramahansa Yogananda

In risposta – Reply


In risposta

Nell’aria io socchiudo gli occhi
e respirando la calma
io resto in ascolto
mentre adesso
risuona il silenzio
porta aperta del cuore
dove un solo gesto
è attesa che dischiude
il diaframma sottile:
parole danzano sul foglio
soffici carezze dell’anima
in risposta, al tuo vibrare

01.04.2011 Poetyca

Reply

In the air I close my eyes
and breathing quiet
I stay to listening
while now
echoes silence
open door of the heart
where a single gesture
waiting that opens
the thin diaphragm:
words dancing on sheet
soft caresses of the soul
to reply to your vibrating

01.04.2011 Poetyca

La Gioia – Joy – Romano Battaglia


La Gioia

Bisogna cercare di prendere tutto quanto con ottimismo e ricordare che la vita è sempre degna di essere vissuta anche quando è noia, fatica, delusione.
La notte non è mai così nera come prima dell’alba ma poi l’alba sorge sempre a cancellare il buio della notte.
Così ogni nostra angoscia, per quanto profonda prima o poi trova motivo di attenuarsi e placarsi, purchè lo vogliamo.
Sappiamo che c’è la luce perchè c’è il buio che c’è la gioia perché c’è il dolore che c’è la pace perché c’è la guerra e dobbiamo sapere che la vita vive di questi contrasti.

Alzatevi ogni mattino sereno e ringraziate Dio di essere ancora al mondo guardando il cielo con occhi luminosi e ricordatevi che nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia
ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore
ci sono giorni pieni di lacrime…
ma poi ci sono giorni pieni d’amore che vi danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni.
Non arrabbiatevi per cose di poco conto e cercate di conservare la calma anche nei momenti di tensione.
Andate incontro agli altri offrendo la vostra amicizia e pensate che tutti possono essere amici anche quelli che vi sembrano scostanti e che, forse non aspettano da voi che una parola buona per fare il primo passo.
Solo così esisterete veramente e non sciuperete nessun istante della vita.
Respirate profondamente e con grande gratitudine perché l’aria che respirate è la fonte della vita più del cibo e dell’acqua.
Cercate di non desiderare troppo amate ciò che avete, senza inseguire falsi sogni che vi allontanano dalla realtà lasciandovi scontenti e insoddisfatti:
perché non sempre ciò che vi manca è ciò di cui avete bisogno.
Non siate invidiosi degli altri perché non potete sapere se chi invidiate non nasconda qualcosa che voi non vorreste per nulla al mondo in caso di cambio.
Non indugiate troppo sugli errori e tenete presente che tutto può servire a rendervi migliore.
Cercate di essere sempre voi stessi a costo di qualche rinuncia.
Solo così potete trovare la vostra strada bianca in mezzo ai campi di grano.

Romano Battaglia

Joy

Try to take everything with optimism and remember that life is always worth living even when it is boredom, fatigue, disappointment.
The night is never so black as before dawn but the dawn rises always remove the darkness of the night.
So all our anguish, no matter how deep sooner or later finds reason to weaken and subside, as long as we want.
We know that there is light because it is dark because there is joy there is pain there is no peace because the war and we know that lives the life of these contrasts.

Get up every morning and thank God for being peaceful in the world still watching the sky with bright eyes and remember that in life there are days full of wind, and angry
There are days filled with rain and full of pain
There are days full of tears …
but then there are days full of love that give you the courage to go on for all other days.
Do not get angry for trivial things and try to remain calm even in tense moments.
Go out to others by offering your friendship and think that everyone can be friends even those that seem aloof and, perhaps not expect you to do a good word for the first step.
Only in this way really exists and not to waste any moment of life.
Breathe deeply and with great gratitude that the air we breathe is the source of life more than food and water.
Try not want too much you love what you have, not chasing false dreams you away from reality leaving you unhappy and unsatisfied:
because they do not always do what you’re missing is what you need.
Do not be envious of others because you can not envy those who do not know if hiding something that you would not want for anything in the world in case of a change.
Do not dwell too much on the mistakes and remember that anything can serve to make you better.
Try to always be yourself at the cost of some sacrifice.
Only thus can you find your way among the white wheat fields.

Romano Battaglia

Inspirando … espirando – Inhale … exhale – Thich Nhat Hanh



Inspirando … espirando – Thich Nhat Hanh

– Il momento presente –


Arrivare a un intimo contatto è una pratica importante. Noi entriamo in contatto con le mani, gli occhi, gli orecchi e anche con la nostra consapevolezza. La prima pratica che appresi durante il mio noviziato fu quella di inspirare ed espirare, di venire a contatto con ciascun respiro grazie alla mia consapevolezza, di identificare l’inspirazione come inspirazione e l’espirazione come espirazione. Quando mettete in pratica questo metodo, la mente e il corpo si pongono sullo stesso piano, i pensieri errabondi si arrestano e siete nella vostra condizione ottimale. La consapevolezza è la sostanza di un Buddha. Quando penetrate intimamente in questo momento, cogliete la natura della realtà e quest’intuizione vi libera dalla sofferenza e dalla confusione. In una certa misura la pace è già presente: il problema è se sappiamo come attingerla. La respirazione cosciente è la più importante pratica buddhista per attingere la pace. Vorrei proporvi questo breve esercizio:

Inspirando, calmo il corpo.
Espirando, sorrido.
Dimorando nel momento presente,
So che questo è un momento meraviglioso.

“Inspirando, calmo il corpo”. È come bere un bicchiere d’acqua fresca. Sentite la frescura che vi pervade il corpo Quando inspiro e recito questo verso, faccio veramente esperienza del mio respiro che rasserena il mio corpo e la mia mente. Nella meditazione buddista, la mente e il corpo diventano una sola cosa.
“Espirando, sorrido”. Un sorriso può rilassare centinaia di muscoli facciali e rendervi padroni di voi stessi. Quando osservate un’immagine del Buddha, lo vedrete sempre sorridente. Quando sorridete con consapevolezza, vi rendete conto della meraviglia di un sorriso.
“Dimorando nel momento presente”. Recitiamo questo verso quando inspiriamo nuovamente e non pensiamo a nient’altro. Sappiamo esattamente dove siamo.

Di solito diciamo: “Aspetterò fino alla fine della scuola e al conseguimento della laurea, e allora vivrò veramente”. Ma quando abbiamo ottenuto il diploma, diciamo: “Per vivere veramente la vita, devo aspettare fino a quando avrò un lavoro”. Dopo il lavoro, ci serve un auto e dopo l’auto una casa. Non riusciamo ad essere vivi nel momento presente. Differiamo sempre la vita al futuro, non sappiamo esattamente quando. Ci può capitare di non essere mai veramente vivi per tutta la nostra vita. La tecnica, sempre che di una tecnica si debba parlare, è quella di essere nel momento presente, di essere consapevoli di essere qui e ora, che l’unico momento da vivere è il presente. Quando espiriamo, diciamo: “So che questo è un momento meraviglioso”. Essere veramente qui e ora e godere del momento presente, ecco il nostro compito più importante.
Possiamo anche abbreviare i versi in sei parole. Quando inspiriamo, diciamo a noi stessi: “Calmarsi”, e quando espiriamo: “Sorridere”. Quando inspiriamo nuovamente, diciamo: “Momento presente”, e quando espiriamo: “Momento meraviglioso”. Praticare questo metodo ci può aiutare ad attingere immediatamente la pace. Non dobbiamo aspettare la presenza di altre condizioni.
Ecco un altro esercizio che ci aiuta ad attingere la pace e la serenità:
Inspirando, sono consapevole del mio cuore. Espirando, sorrido al mio cuore. Faccio voto di mangiare, bere e agire in modi che in me preservino salute e benessere.
Nel momento in cui diveniamo veramente consapevoli del nostro cuore, proviamo immediatamente una sensazione di conforto e liberazione. Il nostro cuore ha lavorato notte e giorno, pompando migliaia di litri di sangue per nutrire tutte le cellule del corpo e per conservare la nostra pace, e sappiamo che, se il cuore cessa di battere, moriamo. Eppure non ci prendiamo gran cura del nostro cuore. Mangiamo, beviamo e agiamo in modi che sono causa di tensione e stress. Quando veniamo a contatto con il nostro cuore grazie alla consapevolezza, vediamo chiaramente che un cuore in buone condizioni è un elemento di pace e felicità reali, e facciamo voto di vivere in modo tale da conservare il nostro cuore in buone condizioni.
– Fare la pace –
Allo stesso modo possiamo praticare con i nostri occhi. I nostri occhi sono meravigliosi, ma di solito ne diamo per scontata l’esistenza: ogni volta che li apriamo vediamo migliaia di forme e colori meravigliosi. Chi è privo della vista probabilmente sente che, se potesse recuperarla, si troverebbe in paradiso, ma noi che abbiamo gli occhi sani raramente ci ritagliamo del tempo per considerare il fatto che siamo già in paradiso. Se soltanto per un momento ci accostassimo intimamente ai nostri occhi, proveremmo la pace e la gioia autentiche.
Venendo a contatto con ogni parte del nostro corpo nella consapevolezza, facciamo la pace con il nostro corpo e possiamo far lo stesso con le nostre sensazioni. Dentro di noi dimorano numerose sensazioni e idee conflittuali, ed è importante avere una visione profonda e sapere che cosa accade. Quando in noi ci sono dei conflitti interiori, non passerà molto tempo e ci troveremo in guerra con gli altri, persino con coloro che amiamo.
La violenza, l’odio, la discriminazione e la paura nella società innaffiano i semi della violenza, dell’odio, della discriminazione e della paura che ci sono in noi. Se ritorniamo in noi stessi ed entriamo in contatto con le nostre sensazioni vedremo i modi con i quali alimentiamo i nostri conflitti interiori. Innanzi tutto, la meditazione è uno strumento per osservare il nostro stesso territorio in modo tale da poter sapere ciò che accade. Con la forza della consapevolezza, possiamo placare le cose, capirle e ridare armonia agli elementi conflittuali nel nostro intimo. Se riusciamo ad apprendere le vie per attingere la pace, la gioia e la felicità che sono già presenti, diverremo sani e forti, e saremo per gli altri una risorsa.
– Sono qui per te –
Il dono più prezioso che possiamo offrire agli altri è la nostra presenza. Quando la nostra consapevolezza abbraccia coloro che amiamo, costoro sbocceranno come fiori. Se amate una persona, ma vi rendete raramente disponibili a lei, non si tratta di vero amore. Quando la vostra amata soffre, dovete riconoscerne la sofferenza, l’ansia e le preoccupazioni, e questo è già sufficiente a offrire un certo conforto. La consapevolezza dà sollievo al dolore perché è traboccante di comprensione e compassione. Quando siete veramente presenti, mostrando amorevolezza e comprensione, l’energia dello Spirito Santo è in voi.
– La luce che rivela –
Quando Giovanni Battista aiutò Gesù a entrare in comunione con lo Spirito Santo, il Cielo si aprì e lo Spirito Santo scese come una colomba e penetrò nella persona di Gesù. Egli si recò nel deserto e per quaranta giorni si esercitò a rafforzare lo Spirito dentro di Sé. Quando in noi germoglia la consapevolezza, dobbiamo continuare a praticarla se vogliamo consolidarla. Ascoltando veramente il canto di un uccello o osservando veramente un cielo azzurro, tocchiamo il seme dello Spirito Santo dentro di noi.
Da: Un brano tratto dal testo “Il Buddha vivente, il Cristo vivente”, Neri Pozza Editore. Titolo originale: Living Buddha, Living Cristo. Traduzione di Francesco Brunelli. “La prima pratica che appresi durante il mio noviziato fu quella di inspirare ed espirare […]”.
Inhale … exhale – Thich Nhat Hanh
– The present moment –
Reaching an intimate contact is an important practice. We enter into
contact with hands, eyes, ears and even with our
awareness. The first practice I learned during my apprenticeship was
to inhale and exhale, to come into contact with each breath
Because of my awareness, to identify inhalation as
inhalation and exhalation as the exhalation. When put into practice
this method, the mind and body are placed on an equal footing, the
wandering thoughts and stop you in your best condition.
Awareness is the essence of a Buddha. When penetrated
intimately at this time, grasp the nature of reality and
this intuition frees you from suffering and confusion. In a
some extent peace is already there: the problem is if we know how
attaining it. Conscious breathing is the most important practical
Buddhist draw for peace. I would offer this brief exercise:

Inhale and calm the body.
Breathing out, I smile.
Dwelling in the present moment,
I know this is a wonderful time.

“Inhale, calm the body.” It’s like drinking a glass of cool water.
Feel the coolness that pervades the body when you breathe in and recite
this verse, I really experience that soothes my breath
my body and my mind. In Buddhist meditation, the mind and
body become one.

“Breathing out, I smile.” A smile can relax hundreds of muscles
face and make you masters of yourselves. When you look at a picture
Buddha, you will see him always smiling. When you smile with
awareness, you realize the wonder of a smile.
“Abiding in the present moment.” Recite this verse when
breathe again and not think of anything else. We know exactly
where we are.

Usually we say: “I will wait until the end of the school and
graduation, and then really live. “But when we
graduation, we say: “To truly live life, I
wait until I get a job. “After work, we need a car
and after the car home. We can not be alive when
present. Always defer to the future life, we do not know exactly
when. There you may not ever be truly alive for the whole
our lives. The technique, provided that we should speak of a technique is
to be in the present moment, be aware that
here and now, the only time to live is the present. When we breathe,
say: “I know this is a wonderful time. Being here really
and now and enjoy the present moment, that’s our task more
important.

We can also shorten the lines in six words. When you inhale,
say to ourselves: “Calm down,” and when we exhale, “Smiling”. When
breathe again, say: “This Moment,” and when we breathe:
“Wonderful moment”. Practicing this method can help us to
draw immediately the peace. We should not expect the presence of
other conditions.

Here’s another exercise that helps us to draw peace and serenity:
Inhale, I am aware of my heart. Breathing out, I smile at my
heart. I vow to eat, drink and act in ways that preserve me
health and wellness.

When we become truly aware of our hearts,
immediately feel a sense of comfort and liberation. The
Our heart has been working night and day, pumping thousands of gallons of
blood to nourish every cell in the body and preserve our
peace, and we know that if your heart stops beating, we die. Yet
We take great care of our heart. Eat, drink and act
ways which cause tension and stress. When we come into contact with
our hearts through the awareness, we see clearly that a
heart in good condition is an element of peace and real happiness, and
I vow to live in such a way as to preserve our heart
good condition.

– Make Peace –

Similarly we can practice with our own eyes. Our eyes
are wonderful, but it usually take for granted the existence: each
Once we open them we see thousands of beautiful shapes and colors. Who
is devoid of vision probably feels that if she could recover, it
would be in paradise, but we who have healthy eyes we rarely
cut the time to consider the fact that we’re already in paradise.
If only for a moment we approached closely to our eyes,
would feel peace and genuine joy.

Coming into contact with every part of our body’s awareness,
make peace with our bodies and we can do the same with
our feelings. Dwell within us many ideas and feelings
conflict, and it is important to have a deep and knowing that
what happens. When we have inner conflict, it will not
long time and we will be at war with others, even those with
we love.

Violence, hatred, discrimination and fear in society
watering the seeds of violence, hatred, discrimination and
the fear that there are in us. If we return to ourselves and enter
in touch with our feelings we will see the ways in which
feed our inner conflicts. First of all, meditation is
a tool to observe our own territory so that
to know what happens. With the power of awareness, we can
pacify things, understand them and restore harmony to the conflicting elements in
ourselves. If we can learn ways to draw the peace
the joy and happiness that are already present, will become healthy and strong, and
we are a resource for others.

– I am here for you –
The most precious gift we can offer others is our
presence. When our consciousness embraces those we love,
they will bloom like flowers. If you love someone, but you realize
rarely available to you, this is not true love. When the
your loved one is suffering, you must acknowledge the pain, anxiety and
concerns, and this is enough to offer some comfort.
Awareness gives pain relief because it is overflowing
understanding and compassion. When you are truly present, showing
kindness and understanding, the energy of the Holy Spirit is in you.

– The light that reveals –
When John the Baptist helped Jesus to come into communion with the Spirit
Holy, Heaven opened and the Holy Spirit descended like a dove and
entered in the person of Jesus in the desert and he went for forty
days exerted to strengthen the spirit within the self. When we
sprouts awareness, we must continue to practice if we
consolidated. Really listening to the song of a bird watching or
a really blue sky, touch the seed of the Holy Spirit within
us.

From: An excerpt from the text “living Buddha, the living Christ”
Blacks Pozza Editore. Original title: Living Buddha, Living Christ.
Translated by Francesco Brunelli. “The first practice I learned during
my novitiate was to inhale and exhale […]”.

Sabbie mobili – Quicksand


🌸Sabbie mobili🌸

Siamo umani e fragili,
spesso ignoriamo
alcuni meccanismi
per tenere a bada
la reattività e la paura
e se metaforicamente
scivoliamo nelle sabbie mobili
ci agitiamo, piuttosto che concentrarci
sulla calma e sulle soluzioni.
Ma chi più ha studiato o sperimentato,
chi piú ha esperienza,non deve alimentare attaccamento ed aspettative,
non deve reagire, piuttosto
è importante agire saggiamente
o rende vano ogni sforzo per migliorare.

18.07.2019 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Quicksand🌸

We are human and fragile,
we often ignore
some mechanisms
to hold off
reactivity and fear
and if metaphorically
we slip into quicksand
we get excited, rather than concentrate
on calm and solutions.
But who has studied or experienced the most,
those who have more experience, must not nurture attachment and expectations,
it must not react, rather
it is important to act wisely
or makes every effort to improve.

18.07.2019 Poetyca

La via di mezzo – The middle way – Insegnamento buddista


La via di mezzo

Lasciate che vi parli della via di mezzo. Vestire abiti logori e sporchi, lasciar crescere e infeltrire i capelli, astenersi dal mangiar carne o pesce, non purifica la mente di chi e’ illuso.
Mortificare il corpo con eccessiva durezza non porta al trionfo sui sensi. Tutta la sofferenza che ci si autoinfligge e’ inutile finche’ predomina il sentimento di se’.

Bisogna lasciar andare l’identificazione col se’, e poi mangiare e bere con naturalezza, secondo le necessita’ del corpo. L’attaccamento agli appetiti, sia per mortificarli, sia per indulgervi, puo’ portare alla schiavitu’, ma soddisfare i bisogni primari della vita quotidiana non e’ sbagliato. In verita’, conservare il corpo in buona salute e’ un dovere, altrimenti la mente non puo’ restare calma e stabile.

Questa e’ la via di mezzo.

Insegnamento buddista

The middle way

Let me tell you about the middle way. Dressing and clothing worn dirty, matted hair and let it grow, refrain from eating meat or fish, does not purify the mind of who ‘deluded.
Mortify the body with excessive hardness not to triumph over senses. All the suffering self-inflicted and that there is ‘futile till’
predominant feeling of if ‘.

We must let go of identification with if ‘, and then eat and drink naturally, according to the needs’ of the body. attachment
to the appetites, for both mortify, and to indulge, can ‘bring to slavery ‘, but the basic needs of life everyday is not ‘wrong. In truth ‘, keeping the body in good health and ‘a must, otherwise the mind can’ remain calm and
stable.

This is’ the middle way.

Buddha teaching

Om Shanti




🌸Om Shanti🌸

Guarda
in alto
oltre il buio
e non temere

Tra le stelle
Sirio
è Luce
e memoria

Om Shanti
suono di pace
a dare vita
al vibrante Essere

02.05.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Om Shanti

Look
up
beyond the dark
and fear not

Among the stars
Sirius
it is Light
and memory

Om Shanti
sound of peace
to give life
to the vibrant Being

02.05.2021 Poetyca

La gratitudine del cuore



La gratitudine del cuore
Non guardare solo quello che a te manca

quello che tu

ricevi e a te non piace. Rovescia il punto di vista. Inizia a leggere dentro di te le aspettative,

le delusioni e con questo meccanismo

focalizza le cause in te e il conseguente effetto

nel tuo comportamento, nel modo di vedere

la realtà ( che è sempre neutra)

e non attribuire ad altri il tuo problema. Inizia a pensare ad una situazione

con gli occhi e il sentire dell’altra persona

– cosa attribuisci a lei e come è il tuo atteggiamento

di risposta?
cosa la persona che riceve potrebbe vivere attraverso

il tuo essere reattivo, con aspettative

e annebbiato dalla paura?

Hai dei pregiudizi?
Credi che le cose sono veramente come esse sembrano?
Inizia a guardare le cose in profondità,

a capire che tu puoi usare maggiore cura per proteggere

te stesso da te stesso e gli altri dai tuoi atteggiamenti impulsivi.
Calma in te la voglia di reagire, di gridare la tua ragione,

fermati e aspetta – concentrati sul momento presente –

respira profondamente.
Lascia andare, non ti aggrappare a nulla e sorridi

al pensiero di come tu sia inciampato nell’inganno della tua mente, sei in tempo per correggerti e per dare una risposta consapevole.
Sii compassionevole con te stesso

e con la persona che potrebbe avere le tue stesse paure,

vai incontro con un atteggiamento equidistante e ricorda che nulla ti è dovuto, quello che tu ricevi è un dono, la gratitudine del cuore allora spalanca le porte dell’armonia.
22.08.2010 Poetyca

The gratitude of the heart
Not just look what you miss

what you get and you do not like.
Reverses the point of view.
Start reading inside you expected,

disappointments and this mechanism

focuses on the causes you and the consequent effect

your behavior in order to see

reality (which is always neutral)

and not attach to your other problem.
Start to think of a situation

eyes and hear the other person

– What do you attribute to her and how is your attitude

response?
what the recipient could live through

your being reactive with expectations

and clouded by fear?

Do you have any prejudices?
Do you think things are really as they seem?
Start looking at things in depth,

understand that you can use greater care to protect

yourself from yourself and others from your impusivi attitudes.
Calm in you want to react, screaming your reason,

stop and wait – focused on the present moment –

breathe deeply.
Let go, do not cling to anything and smile

the thought of how you are tripped deception of your mind, you’re in time to correct and to give a conscious response.
Be compassionate with yourself

and the person could have your own fears,

go meet with an attitude and equidistant points out that nothing you have, what you get is a gift, the gratitude of the heart then opens the doors of harmony.
22.08.2010 Poetyca

Silenzio – Silence




🌸Silenzio🌸

Quanti inciampi
malcelato ostacolo
quando quel che sai
non è compreso

Non servono allora
proclami o difese
ma semplicemente
il riparo del silenzio

02.05.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Silence

How many stumbles
ill-concealed obstacle
when what you know
it is not understood

They are not needed then
proclamations or defenses
but simply
the shelter of silence

02.05.2021 Poetyca

Onde – Waves – Haiku


🌸Onde🌸

Marea respira
ritmo d’aliti vivi
inebriandomi

© Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Waves

Tide breathes
rhythm of living breaths
intoxicating

© Poetyca

Japan


[youtube https://youtu.be/zLhF2ptc3fI?list=RDEMOtfz-GRaNl0wg9z6tsVagg]

Japan è stato un gruppo musicale new wave inglese, attivo dal 1974 al 1982. La band ha raggiunto il successo alla fine degli anni settanta e all’inizio degli anni ottanta, quando sono stati spesso associati al movimento New romantic (anche se la band ha sempre negato qualsiasi collegamento).

I Japan si sono formati nel 1974 a Catford, a sud di Londra. La band fu fondata da un gruppo di amici: i fratelli David Sylvian (chitarra e voce) e Steve Jansen (batteria), il tastierista Richard Barbieri e il bassista Mick Karn che studiavano nella stessa scuola a Catford. I quattro ragazzi si cimentavano con gli accordi di Sylvian principalmente per divertimento, a volte con Karn come frontman, a volte con lo stesso Sylvian.

Inizialmente senza nome, scelsero di chiamarsi Japan poco prima del loro primo concerto dal vivo a metà degli anni 70. Il nome fu scelto da Sylvian come temporaneo fino a quando non ne avrebbero scelto uno definitivo, ma poi rimase quello per sempre. Al gruppo si aggiunse successivamente il chitarrista Rob Dean. Da lì a breve, dopo aver vinto un concorso per giovani talenti sponsorizzato dall’etichetta Ariola-Hansa Records, firmarono per la stessa etichetta tedesca nel 1977, diventando una band alternativa glam rock sullo stampo di David Bowie, T. Rex, Roxy Music e The New York Dolls, anche se il loro materiale iniziale era relativo al funk. La prima canzone che hanno registrato con la Hansa, nel 1977 fu Stateline. Debuttarono un anno dopo, con un paio di LP: Adolescent Sex e Obscure Alternatives, che non ricevettero molta attenzione del pubblico in Inghilterra e negli Stati Uniti, ma trovarono favore tra il pubblico estero, soprattutto in Giappone e Paesi Bassi. Entrambi gli album sono stati prodotti da Ray Singer.

Anche se influenzati da artisti come i New York Dolls, Roxy Music e David Bowie, i due album sono stati ampiamente respinti dalla stampa musicale del Regno Unito per essere decisamente fuori moda in un momento in cui il punk 77 e la new wave erano in ascesa. Manager della band fu Simon Napier-Bell, successivamente anche collaboratore di The Yardbirds, Marc Bolan e Wham!.
https://it.wikipedia.org/wiki/Japan_(gruppo_musicale)

The band began as a group of friends in 1974. Brothers David Sylvian (guitar and vocals) and Steve Jansen (drums), keyboardist Richard Barbieri and bassist Mick Karn studied at the same school, Catford Boys’, Brownhill Road, South London. As youngsters they played Sylvian’s two-chord numbers mainly as a means of escape; sometimes with Karn as the front man, sometimes with Sylvian at the fore.

The band, who were initially nameless, opted to call themselves Japan just before their first live gig in the mid-1970s. The name was intended by Sylvian to be temporary until they could think of something else, but ultimately became permanent.The following year they were joined by lead guitarist Rob Dean, and signed a recording contract with the German disco labelHansa-Ariola in 1977, becoming an alternative glam rock outfit in the mould of David Bowie, T.Rex, and The New York Dolls although their initial material was guitar-based funk.

After winning a label-sponsored talent contest, they were signed to Germany’s Ariola-Hansa Records in 1977 and debuted a year later with a pair of LPs, Adolescent Sex and Obscure Alternatives, which received little notice at home or in the U.S. but did find favor among Japanese audiences.

The first song they recorded with Hansa, in 1977, was “State Line”.

https://en.wikipedia.org/wiki/Japan_(band)

 

Una perla al giorno – Huang-Po


rosone13_1024
Tutti i Buddha e tutti gli esseri senzienti
non sono altro che la Mente Unica,
all’infuori della quale non esiste nulla.

Huang-Po

 

All Buddhas and all sentient beings
are nothing but the One Mind,
outside of which there is nothing.

                          Huang-Po