Archivio | 10/08/2021

Sottovoce – Softly


pace1.jpg

Sottovoce

Sottovoce
con discrezione
arrivano le risposte
a domande
che solo l’attesa ricamava :
figlie di pazienza e tempo
regaleranno gemme
che incoroneranno
sogni e mistero

19.06.2004 Poetyca

Softly

Softly
with discretion
replies come
to questions
that only the wait embroidering:
daughters of patience and time
they give gems
that will crown
dreams and mystery

19.06.2004 Poetyca

Aspettative – Expectations




Aspettative

Sono le aspettative – mano che si stringe nel desiderio –
spesso a darci stringimenti di cuore;
a volte l’impazienza di vedere già il frutto
su un tenero germoglio.
Attesa e Speranza, nella fiducia che ogni seme
possa generare quel che conteneva è il nostro compito.
Il bimbo, o piccolo ” io” si ancora alla personalità,
ma cogli quanto Amore sia presente in te, in chi
ha aperto gli occhi? Non pensare a quel che si possa
ricevere in cambio, semplicemente conduciti alla gioia
di saper amare.

© Poetyca

Expectations

It is the expectations – the hand that clenches in desire –
often to give us heartaches;
sometimes impatience to already see the fruit
on a tender shoot.
Expectation and Hope, in the trust that each seed
can generate what it contained is our task.
The baby, or little “I” still gets personal
did he open his eyes? Don’t think about what you can
receive in return, simply lead yourself to joy
to know how to love.

© Poetyca

Affrontare il dolore


307876_235186893197398_183270601722361_633296_702731472_n

Affrontare il dolore
Nel mondo occidentale dolore e morte sono vissuti come un grande tabù,
qualcosa da nascondere o da rifuggire. I consigli servono a poco,
soprattutto perchè è chi muove i passi che deve imparare il percorso,
sapere quando fermarsi, rialzarsi se cade. E’ accogliendo le cose
per come esse sono, senza la pretesa di sostituirsi agli altri
con consigli alla buona, spesso perpetuati come formulette,
ma aprendosi all’esperienza e donando quello che si è,
con pazienza e accoglienza che si è più vicini a chi soffre.
24.07.2015 Poetyca
Face pain
Pain and death in the Western world lived like a big taboo,
something to hide or flee. The tips are of little use,
especially because it is those who took his steps that must learn the route,
know when to stop, get up if you fall. And ‘it is accepting things
for as they are, without trying to replace the other
with the good advice, often perpetuated as formulaic,
but opening experience and giving what was,
with patience and acceptance that you are closer to those who suffer.
07/24/2015 Poetyca

Attesa – Wait


🌸Attesa🌸

Sta arrivando
l’uomo che attendevi:
Cammina
per venire da te
su una corda tesa
sul vuoto

Un passo per volta
senza guardare in basso
In ricerca d’equilibrio
attende dentro di sé
quella forza…
dimenticata!

Abbi pazienza,
non serve correre
ad ogni passo,
lentamente…
si rimargina
ogni ferita

23.11.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Wait

Is coming
the man you were waiting for:
Walk
to come to you
on a tightrope
on the void

One step at a time
without looking down
in search of balance
waits within itself
that strength …
forgotten!

Be patient,
no need to run
at every step,
slowly…
heals
every wound

23.11.2020 Poetyca

Una persona speciale – A special person – Brian Weiss


volomagia

Una persona speciale
A ciascuno di voi è stata riservata una persona speciale.
L’intelletto può intromettersi e dire ” Io non so chi tu sia” un’improvvisa sensazione di familiarità, di conoscere già questa persona appena incontrata, ben oltre i limiti cui arriva la mente consapevole.
E di sapere già cosa dire, e come l’altro reagirà. Nasce quindi un senso di sicurezza, e una fiducia ben più grande di quella che si potrebbe pensare di raggiungere in un giorno, una settimana, un mese.
Il riconoscimento dell’anima può essere un processo sottile e lento; non tutti sono pronti ad accogliere la rivelazione, e può darsi che si renda necessaria, da parte di chi lo comprende per primo, una certa pazienza. A farti capire che ti trovi di fronte a un tuo compagno d’anima può essere uno sguardo, un sogno, un ricordo, un sentimento.
E tale risveglio può avvenire anche attraverso un tocco delle mani di lui, o il bacio delle labbra di lei, e la tua anima balza di nuovo alla vita.
Il tocco che desta può essere quello del tuo bambino, di un tuo genitore, di un fratello, o quello di un Amico Vero.
Oppure può essere quello del tuo diletto, che arriva a te attraverso i secoli per baciarti ancora una volta, e per ricordarti che siete sempre insieme, fino alla fine dei tempi.
Brian Weiss
A special person
To each of you has been given a special person.
The intellect can step in and say “I do not know who you are” a sudden feeling of familiarity, you already know this person just met, which reaches far beyond the conscious mind.
And you already know what to say, and how the other will react. , We have a sense of security and confidence far greater than what you might expect to reach in a day, a week, a month.
The recognition of the soul can be a subtle and slow, not everyone is ready to receive the revelation, and it may be that is needed by those who understand it first, some patience. To make you understand that you are in front of your soul mate can be a look, a dream, a memory, a feeling.
And this awakening can also be done through a touch of his hands, or the kiss of her lips, and your soul springs back to life.
The touch that awakens may be that of your child, a parent, a sibling, or that of a True Friend.
Or it may be that your beloved that comes to you attraverso9 centuries to kiss you again, and remember that you are always together, until the end of time.
Brian Weiss

Viaggio – Trip




🌸Viaggio🌸

Ed anche
questa notte
io punto
lo sguardo
al cielo
in cerca
di stelle

Itinerario
mai sopito
pronto
a regalare
un nuovo
brivido
sulla pelle

È tutto
giá scritto
da sempre
dobbiamo
solo rammentare
le voci compagne
di questo viaggio

27.07.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Trip

And also
this night
I point
the look
to the sky
looking
of stars

Itinerary
never dormant
ready
to give
a new
thrill
on the skin

That’s all
already written
always
we have to
just remember
the companion voices
of this trip

27.07.2021 Poetyca

Piú grande – The greatest – Atisa


Piú grande

Il risultato più grande è l’altruismo.
Il valore più grande è l’autocontrollo.
La qualità più grande è cercare di servire gli altri.
Il più grande precetto è la continua consapevolezza.
La più grande medicina è il vuoto di ogni cosa.
L’azione più grande è non conformarsi ai modi del mondo.
La più grande magia è trasmutare le passioni.
La più grande generosità è il non attaccamento.
La bontà più grande è una mente pacifica.
La pazienza più grande è l’umiltà.
Lo sforzo maggiore non riguarda i risultati.
La più grande meditazione è una mente che lascia andare.
La più grande saggezza è vedere attraverso le apparenze.

Atisa
🌸🌿🌸#pensierieparole
The greatest

The greatest achievement is selflessness.
The greatest worth is self-mastery.
The greatest quality is seeking to serve others.
The greatest precept is continual awareness.
The greatest medicine is the emptiness of everything.
The greatest action is not conforming with the worlds ways.
The greatest magic is transmuting the passions.
The greatest generosity is non-attachment.
The greatest goodness is a peaceful mind.
The greatest patience is humility.
The greatest effort is not concerned with results.
The greatest meditation is a mind that lets go.
The greatest wisdom is seeing through appearances.

Atisa

E tu adesso che dirai – And now that you say


E tu adesso che dirai

E tu
che non comprendi
il mio essere felice
soltanto
se tu
lo sei

E tu
adesso
che dirai

Innalzi
il muro
del silenzio
ed in punta di piedi
te ne vai

E non raccolgo
la ragione
sullo scivolare
lento
delle mie parole
che non
trattieni più

– hai aperto le tue mani –
per non stringere
sorrisi

E svaniscono
le ore
che cancelli
con un gesto
con una fuga
per non aver compreso
tutto quello che
ti volevo dire


E tu
adesso
che dirai
con quel muro
qui davanti
– prigione
costruita –
solo da te
che non comprendi

E resti
ora impigliato
nella tua illusione
nel perimetro racchiuso
dall’invisibile muro
delle tue paure

E se soltanto
tu avessi compreso
mi avessi letto dentro
forse ora
non saresti in fuga
per chiuderti alle spalle
la porta della tua impazienza

14.01.2004 Poetyca


And now that you say

And you
you do not understand
my being happy
only
if you
you’re

And you
now
you say

Raise
the wall
silence
and on tiptoe
you go

And do not pick
reason
on slide
slow
my words
not
Hold more

– You open your hands –
not to tighten
smiles

And disappear
hours
to delete
with a gesture
with an escape
for not including
everything
I wanted to say


And you
now
you say
with the wall
here before
– Prison
built –
only you
you do not understand

It remains
hours entangled
in your illusion
enclosed within the perimeter
the invisible wall
your fears

And if only
you had understood
I had read in
maybe now
would not be on the run
to close behind
the door of your impatience

14.01.2004 Poetyca

Trasformazione – Transformation – Alejandro González Iñárritu


🌸Trasformazione🌸

Vita e morte sono illusioni:
siamo in uno stato di costante
trasformazione.

Alejandro González Iñárritu
🌸🌿🌸#pensierieparole
Transformation

Life and death are illusions:
we are in a constant state
transformation.

Alejandro González Iñárritu

Frammento d’amore – Fragment of love




🌸Frammento d’amore🌸

Io sono felice di accogliere
frammenti di cielo
in piccole cose

A noi guardare oltre
come per un continuo
respiro d’amore

Io posso aver cura dei fiori
mentre le stelle
sono presenza per tutti

26.07.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Fragment of love

I am happy to welcome
fragments of the sky
in little things

It is up to us to look beyond
as for a continuous
breath of love

I can take care of the flowers
while the stars
I am a presence for everyone

26.07.2021 Poetyca

David Crosby – The Alternate ‘Remember My Name’ Album


David Van Cortlandt Crosby (Los Angeles, 14 agosto 1941[1]) è un chitarrista e cantautore statunitense, inserito per due volte nella Rock and Roll Hall of Fame, nel 1991 assieme agli altri membri dei Byrds[2] e nel 1997 assieme a Stephen Stills e Graham Nash.

David Crosby è figlio di Floyd Crosby, un apprezzato direttore della fotografia statunitense. Inizialmente frequentò una scuola di arte drammatica, che però lasciò per intraprendere la carriera di musicista e inserirsi nell’ambiente del Greenwich Village. Fu membro dei Les Baxter Balladeers ai quali aveva partecipato anche Bob Dylan. La sua prima sessione da solista risale al 1963.

http://it.wikipedia.org/wiki/David_Crosby

David Van Cortlandt Crosby (born August 14, 1941) is an American guitarist, singer, and songwriter. In addition to his solo career, he was a founding member of three bands: The Byrds; Crosby, Stills & Nash (CSN, who are sometimes joined by Neil Young as Crosby, Stills, Nash and Young [CSNY]); and CPR.

Crosby has been depicted as emblematic of the counterculture.[2][3][4]

Musically, he wrote or co-wrote Lady Friend, Why, and Eight Miles High with the Byrds and Guinnevere, Wooden Ships, Shadow Captain, and In My Dreams with Crosby, Stills & Nash. He wrote Almost Cut My Hair, and the title track Déjà Vu for Crosby, Stills, Nash & Young‘s 1970 debut. He is known for his use of alternate tuning, and jazz influence (notably on Eight Miles High, Wooden Ships, Déjà Vu and with his group CPR).

Crosby has been inducted into the Rock and Roll Hall of Fame twice: once for his work in The Byrds and once for his work with CSN.

David Crosby was born in Los Angeles, California. His parents were Aliph Van Cortlandt Whitehead (a descendent of the prominent Van Cortlandt family) and Floyd Crosby, an Academy Award–winning cinematographer and descendent of the Van Rensselaer family.[5] He is also the younger brother of musician Ethan Crosby. Growing up in California, he attended several schools, including the University Elementary School in Los Angeles, the Crane Country Day School in Montecito, andLaguna Blanca School in Santa Barbara for the rest of his elementary school and junior high.[6] At Crane, he starred in HMS Pinafore and other musicals but was asked not to return due to lack of academic progress. He graduated from the Cate School in Carpinteria, completing his studies by correspondence. In 1960, his parents divorced, and his father remarried Betty Andrews Crosby.

Crosby also attended Santa Barbara City College.[6] Originally, he was a drama student, but dropped out to pursue a career in music. He moved toward the same Greenwich Village scene (as a member of the Les Baxter‘s Balladeers) in which Bob Dylan participated, and even shared a mentor of Bob Dylan‘s in local scene favorite Fred Neil. With the help of producer Jim Dickson, Crosby recorded his first solo session in 1963.

http://en.wikipedia.org/wiki/David_Crosby