L’eterna ricerca dell’uomo – The eternal search of man – Paramahansa Yogananda


L’eterna ricerca dell’uomo

di Paramahansa Yogananda


Ciò che attira gli altri viene dall’interno

Ognuno dovrebbe imparare ad analizzare se stesso e gli altri per determinare il perché alcune persone piacciono a tutti e altre no. Persino fra i bambini ne vediamo alcuni che vengono guardati da tutti con affetto, e altri che vengono totalmente ignorati. Una delle prime conclusioni che si possono trarre da queste analisi è questa: se una persona vuole
diventare più piacevole, deve sviluppare dall’interno il modo di essere più attraente. Talvolta anche la persona fisicamente più bella può destare
repulsione a causa della bruttezza interiore che si riflette nelle sue parole e nelle sue azioni.

Un tempo, il segreto della popolarità si supponeva fosse quel certo non so che, una specie di attrazione e di magnetismo fisici. Ma il fatto di avere questa caratteristica non rende necessariamente piacevole la persona.

Sono le nostre caratteristiche buone, o cattive, a determinare chi attraiamo, o respingiamo. Il male attira il male, il bene attira il bene. Non è “quel
certo non so che” che dovremmo desiderare, ma il tipo di magnetismo che ci attirerà il bene, che procurerà sinceri amici e ammirazione meritata.

Esteriorità come i vestiti, un viso bello o grazioso, possono forse fornirci questo tipo di attrazione? No. Esso deve essere creato dentro di noi.

Evitate il cattivo umore. L’essere seri non è sgradevole, ma quando siete di umore nero la vostra espressione è ben differente. Il volto è uno
specchio che rivela ogni mutamento di umore. I vostri pensieri e le vostre emozioni, come onde, affluiscono nei muscoli facciali e ne defluiscono,
alterando continuamente il vostro aspetto. Tutti quelli che incontrate vedono queste espressioni facciali che rivelano ciò che interiormente
pensate e reagiscono ad esse. Voi potete riuscire a controllare abbastanza bene i vostri occhi e il vostro sorriso e a nascondere così i vostri
sentimenti a qualcuno, ma non a tutti. Lincoln diceva giustamente: “E’ vero che potete ingannare tutti qualche volta, potete perfino ingannare sempre
alcune persone, ma non potete ingannare sempre tutti”.

Nei nostri occhi c’è la storia intera della nostra vita. Essa non può essere nascosta a chi sappia leggerla. Ci sono occhi spirituali, occhi
spirituali a metà, occhi disonesti, occhi sensuali. Quello che facciamo è scritto là. Se volessi analizzare ciò che vedo negli occhi di una persona
questa si stupirebbe della mia esattezza.

Non fate nulla che macchi la vostra mente. Le azioni cattive causano vibrazioni mentali negative, o malvage che si riflettono in tutto il vostro
aspetto e nella vostra personalità. Impegnatevi nelle azioni e nei pensieri che alimentino le buone qualità che vorreste avere. Se vi condurrete in
accordo con le verità che vi dico, troverete la vostra vita meravigliosamente trasformata.

———————-

– L’uomo può essere tutto ciò che vuole –

L’uomo, mediante la concentrazione, può cambiare la propria natura sia interiore che esteriore. Una persona dalla mente forte può essere ciò
che vuole essere. La limitata personalità umana può venire enormemente allargata mediante la meditazione. Quando, chiudendo gli occhi, potrete
sentire la vastità dell’anima dentro di voi, e sarete in grado di far durare questa consapevolezza, avrete quella personalità che Dio vuole che abbiate.

L’esperienza dello stato di veglia è divenuta predominante nella vostra coscienza. Ma durante il sonno profondo, quando viene concessa all’uomo
la libertà dalle limitazioni della carne, voi siete in contatto con la Verità, con la vostra vera personalità. Il vostro atteggiamento muta in
questa realizzazione subcosciente e supercosciente: “Io sono infinito.
Sono parte del tutto”.

Man mano che la vostra coscienza si espande nella divina comprensione, la vostra personalità diviene sempre più piacevole e potente.

Quando il vostro carattere cresce spiritualmente, potete assumere quasi ogni sfumatura di qualsiasi personalità che desiderate avere. La mente è
illimitata. Man mano che vi evolvete spiritualmente la vostra vita interiore si separa dalla coscienza del corpo e voi cessate di sentire l’egoistico
attaccamento alla carne divenendo, così, consapevoli di una libertà ineffabile.

Non dovreste identificarvi con alcun tipo particolare d’individuo.Piuttosto, siate capaci di cambiare la vostra personalità ogni volta che lo vogliate.

Nella mia vita, io ho fatto molte cose diverse, per puro divertimento. Ho investito del denaro, ho fatto il lavoro di musicista, di imprenditore,
di cuoco. In verità, è possibile compiere qualsiasi cosa, se non si accettano limitazioni identificandosi con la propria personalità presente.

Quando mi dite di non essere in grado di fare questo, o quello, io non vi credo. Qualunque cosa decidiate di fare, voi potete farla. Dio è la
somma di tutte le cose, e la Sua immagine è in voi. Egli può fare qualsiasi cosa, e così potete fare voi, se imparerete a identificarvi con la Sua natura inesauribile.

Anche se avete salute, ricchezza e tutto ciò che volete dal mondo, ci sarà pur sempre qualche delusione che vi rattristerà. Nessuna cosa che
appartenga alla terra è duratura; solo Dio è duraturo. Se svilupperete l’individualità che è espressione della Sua presenza in voi, presenza che è il vostro vero Sé, sarete capaci di attirare a voi qualsiasi cosa vogliate.

Ogni altra personalità che cercherete di sviluppare (sia quella di un artista, di un uomo d’affari, o di uno scrittore) porterà nella sua scia il disincanto, perché tutte le espressioni umane hanno i loro limiti. Potrete inseguire il successo, il denaro o la gloria, e raggiungerli; ma, sempre qualche difetto, sia mancanza di salute, d’amore o di qualcos’altro, vi farà soffrire. La cosa migliore è pregare: “Signore, rendimi felice dandomi la consapevolezza di Te. Concedimi la liberazione da tutti i desideri terreni
e, soprattutto, donami la Tua gioia che sopravvive a tutte le esperienze, felici o tristi che siano, della vita”.

——————-

L’amicizia universale comincia da casa propria –

L’amicizia dovrebbe iniziare dalla propria casa. Se c’è nella vostra famiglia una persona con la quale siete particolarmente in armonia,
sviluppate l’amicizia prima di tutto con quella persona. Se, poi, vi sentite attratti verso chi, tra le conoscenze che avete, condivide i vostri ideali,
sviluppate quel rapporto. Eliminate tutti i desideri nati dall’egoismo o da uno stimolo sessuale. Nel dare amicizia pura vedrete la guida di Dio.

Sviluppate l’amicizia con gente buona, e quanto più mediterete, tanto più riconoscerete gli amici del passato. La meditazione risveglia “memorie
dormienti di amici che lo saranno ancora”. Molte persone viste nelle visioni le ho incontrate più tardi, e qui in America ne ho trovate molte fra
quelle che mi apparvero in visione su quella nave che, per la prima volta, mi portava in questo paese nel 1920.

L’amicizia è una grande forza universale. Quando il desiderio di amicizia in voi è abbastanza forte, anche se una persona che sia spiritualmente
in sintonia con voi, vive al Polo Sud, il magnetismo dell’amicizia vi attirerà l’una verso l’altra. Solo l’egoismo può distruggere quel magnetismo
in noi. Chi pensa continuamente a se stesso fa naufragare l’amicizia.

Tali persone non possono attrarre amici, perché sono incapaci di espandersi
e ricevere il bene nella vita.

Dio vi ha dato una famiglia perché imparaste ad amare altre persone e foste poi in grado di dare questo tipo di amore a tutti. I nostri cari ci
vengono strappati dalla morte e da altre circostanze per farci imparare che non dobbiamo amare le persone secondo un rapporto puramente
umano, ma dobbiamo essere innamorati dell’Amore stesso, che è Dio, l’Essere che si nasconde dietro tutte le maschere umane. “Quando l’uomo
vede tutti gli esseri separati esistere nell’Uno che ha espanso Se stesso nei molti, si immerge in Brahma”.

(Bhagavad Gita, tredicesimo, 31).

Amicizia significa porre il proprio amore là dove non ci sia alcun pregiudizio derivante da relazioni umane. Nel matrimonio c’è lo stimolo
del sesso e nella vita familiare la spinta degli istinti ereditari. Ma nell’amicizia non c’è alcuna costrizione.

Diamo a tutti il nostro amore. Preghiamo di poter incontrare i nostri amici del passato e provare la nostra amicizia per loro, così da poter, alla fine,
comprendere e meritare l’amicizia di Dio. Finché non ci sentiremo uniti con tutti i Suoi figli in uno spirito d’amicizia, non saremo uniti a Dio.

Io non conosco estranei. Quale grande stato di felicità e di gioia è questo! Nemmeno il peggiore nemico può farmi sentire che non sono suo
amico. Quando si verifica questo risveglio, siete innamorati di tutti. Vi rendete conto che tutti sono figli del Padre vostro, e l’amore che provate
per tutti gli esseri non morirà mai. Esso cresce, si espande finché non realizzerete, nell’amore degli amici, il divino amore di Dio.

L’eterna ricerca dell’uomo
Di Paramahansa Yogananda.

Edizioni Astrolabio Ubaldini, Roma, pp. 456

The eternal search of man

by Paramahansa Yogananda


What attracts others comes from within

Everyone should learn to analyze himself and others for determine why some people like them all and others don’t. Even among the children we see some who are looked at by all with affection, and others that are totally ignored. One of the first conclusions that can be drawn from these analyzes is this: if a person wants
to become more pleasant, he must develop from within the way of being more attractive. Sometimes even the most physically beautiful person can arouse
repulsion due to the inner ugliness that is reflected in his words and in his actions.

Once upon a time, the secret of popularity was supposed to be that certain I don’t know which, a kind of physical attraction and magnetism. But the fact of having this feature does not necessarily make the person pleasant.

It is our good or bad characteristics that determine who we attract, or we reject. Evil attracts evil, good attracts good. It is not “that
sure I don’t know what “we should want, but the kind of magnetism which will attract us good, which will bring sincere friends and deserved admiration.

Externality such as clothes, a beautiful or graceful face, can perhaps provide us with this kind of attraction? No. It has to be created within we.

Avoid a bad mood. Being serious isn’t unpleasant, but when you are in a black mood your expression is very different. The face is one
mirror that reveals every change of mood. Your thoughts and yours emotions, such as waves, flow into the facial muscles and flow out of them,
continually altering your appearance. Everyone you meet they see these facial expressions that reveal what inside
think and react to them. You may be able to control enough well your eyes and your smile and hide yours
feelings to someone, but not to everyone. Lincoln rightly said, “That’s true that you can fool everyone sometimes, you can even fool always
some people, but you can’t always fool everyone. ”

In our eyes there is the whole story of our life. It cannot be hidden from those who can read it. There are spiritual eyes, eyes
half-spiritual, dishonest eyes, sensual eyes. What we do is written there. If I wanted to analyze what I see in a person’s eyes
this would be amazed at my accuracy.

Do not do anything that stains your mind. Bad actions cause negative, or evil, mental vibrations that are reflected in all of yours
appearance and in your personality. Engage in actions and thoughts that nurture the good qualities you would like to have. If you take yourself in
accord with the truths I tell you, you will find your life wonderfully transformed.

———————-

-Man can be anything he wants-

Man, through concentration, can change his nature both internal and external. A strong-minded person can be that
that he wants to be. The limited human personality can come enormously enlarged through meditation. When, by closing your eyes, you can
feel the vastness of the soul within you, and you will be able to make it last this awareness, you will have that personality that God wants you to have.

The waking state experience has become predominant in yours consciousness. But during deep sleep, when it is given to man
freedom from the limitations of the flesh, you are in touch with the Truth, with your true personality. Your attitude changes into
this subconscious and superconscious realization: “I am infinite.
They are part of the whole. ”

As your consciousness expands into divine understanding, your personality becomes more and more pleasant and powerful.

When your character grows spiritually, you can almost assume every nuance of any personality you wish to have. The mind is
unlimited. As you spiritually evolve your inner life it separates from body consciousness and you cease to feel selfish
attachment to the flesh thus becoming aware of an ineffable freedom.

You should not identify with any particular type of individual. be able to change your personality whenever you want.

In my life, I have done many different things, just for fun. I have invested some money, I did the work of a musician, an entrepreneur,
of a cook. Indeed, it is possible to accomplish anything, if not they accept limitations by identifying with their present personality.

When you tell me you can’t do this, or that, I don’t I believe you. Whatever you decide to do, you can do it. God is there
sum of all things, and the image of him is in you. He can do any what, and so can you, if you learn to identify yourself with his inexhaustible nature of him.

Even if you have health, wealth and everything you want from the world, there it will still be some disappointment that will sadden you. No thing that
belongs to the earth is lasting; only God is enduring. If you will grow the individuality that is an expression of his presence in you, a presence that is your true Self, you will be able to attract whatever you want to you.

Any other personality you will try to develop (be that of a artist, businessman, or writer) will bring the disenchantment, because all human expressions have their limits. You can pursue success, money or glory, and achieve them; but always some defect, be it lack of health, love or something else, will make you suffer. The best thing is to pray, “Lord, make me happy by giving me the awareness of you. Grant me liberation from all earthly desires
and above all, give me your joy that survives all experiences, happy or sad they are, of life “.

——————-

Universal friendship begins at home –

Friendship should start from one’s home. If there is in yours family a person with whom you are particularly in harmony,
develop friendship with that person first. If, then, you feel attracted to those who, among the knowledge you have, share your ideals,
develop that relationship. Eliminate all desires born of selfishness or from a sexual urge. In giving pure friendship you will see God’s guidance.

Develop friendship with good people, and the more you meditate, the more you will recognize the friends of the past. Meditation awakens “memories.”
sleepers of friends who will still be. “Many people seen in the visions I met later, and here in America I have found many of them
those that appeared to me in vision on that ship which, for the first time, took me to this country in 1920.

Friendship is a great universal force. When the desire for friendship in you it is strong enough, even if a person who is spiritually
in tune with you, lives in the South Pole, the magnetism of friendship there it will attract one towards the other. Only selfishness can destroy that magnetism
in U.S. Anyone who continually thinks of himself wrecks the friendship.

Such people cannot attract friends, because they are unable to expand
and receive the good in life.

God gave you a family for you to learn to love other people and you were then able to give this kind of love to everyone. Our loved ones there
they are snatched from death and other circumstances to make us learn that we should not love people according to a purely relationship
human, but we must be in love with Love itself, which is God, the Being that hides behind all human masks. “When the man
sees all separate beings exist in the One that has expanded Itself in the many, he immerses himself in Brahma “.

(Bhagavad Gita, thirteenth, 31).

Friendship means placing one’s love where there is none injury resulting from human relationships. In marriage there is the stimulus
sex and family life the thrust of hereditary instincts. But in friendship there is no compulsion.

We give everyone our love. We pray that we can meet our friends of the past and feel our friendship for them, so that we can, in the end,
understand and deserve the friendship of God. Until we feel united with all his children in a spirit of friendship, we will not be united with God.

I don’t know any strangers. What a great state of happiness and joy it is this! Not even the worst enemy can make me feel that I am not his
friend. When this awakening occurs, you are in love with everyone. You realize that all are children of your Father, and the love you feel
for all beings it will never die. It grows, it expands until it does you will realize, in the love of friends, the divine love of God.

The eternal search of man
By Paramahansa Yogananda.

Astrolabio Ubaldini Editions, Rome, pp. 456

2 thoughts on “L’eterna ricerca dell’uomo – The eternal search of man – Paramahansa Yogananda

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.