Risultati della ricerca per: 2002

David Bowie -Best of Bowie(2002) [FULL ALBUM] (disc 1)


~Poetyca

Annunci

Incanto


Incanto

Nulla chiede
donando resa
tra le sue braccia
di Dea antica
ti spoglia
ti prende
ti trasforma
in sabbia
granelli sparsi
nell’Universo
dove occhieggia

In te conduce
il suo infinito
in te rende
tremulo il fiato
ne cogli un petalo
e l’insieme erompe

Sfumata tavolozza
colori accesi
armonia del passato
resiste al tempo
nel blu di un cielo
che ti nasce dentro

20.08.2002 Poetyca

Charm

Nothing calls
giving yield
his arms
Goddess of ancient
you naked
with you
transforms you
Sand
granules scattered
Universe
where peeps

In te leads
his infinite
in you makes
tremulous breath
captures a petal
and all breaks

Smooth Palette
bright colors
harmony of the past
resists time
in a blue sky
you are born within

20.08.2002 Poetyca

Nove sutra sulla pace


Nove sutra sulla Pace

I sutra sono fili di un’unica collana.
Insieme formano il gioiello chiamato Pace.

1. La pace è partecipazione all’armonia del ritmo dell’Essere

La pace non altera il ritmo della realtà. Non è statica, né dinamica. Non è nemmeno un movimento dialettico. E non significa assenza di forze o di polarità. L’Essere è ritmico, è ritmo, integrazione a-dualista del movimento e del riposo. La cultura tecnocratica occidentale, coltivando l’accelerazione, ha sconvolto i ritmi naturali: è senza pace.

2. È difficile vivere senza pace esterna; impossibile senza pace interna.

Ogni giorno, dopo l’ultima guerra mondiale, mille persone muoiono vittime della guerra. In tutto il mondo vi sono milioni di profughi, bambini nelle strade e persone che muoiono di fame. Non si deve minimizzare questa degradazione umana della nostra razza. Ma se la pace interna sussiste c’è ancora speranza. D’altronde non si può godere di una pace interna se il nostro ambiente umano ed ecologico è vittima di violenze e di ingiustizie. In tal caso la pace interna è un’illusione. E nessun autentico saggio (da Buddha a Cristo) si rinchiude nell’egoismo e nell’autosufficienza.

3. La pace: non la si conquista per se stessi, né la si impone agli altri. È dono dello Spirito

La pace non proviene né da spiritualità masochiste, né da pedagogie sadiche. I regimi imposti non fondano la pace per chi li riceve: bambino, povero, famiglia o nazione che sia. A noi manca l’atteggiamento più femminile del ricevente. La natura della pace è d’essere grazia, dono. È frutto di una rivelazione: dell’amore, di Dio, della bellezza della realtà, è esistenza della provvidenza, bontà della creazione, speranza, giustizia. È Gabe e Aufgabe, dono e responsabilità.

4. La vittoria ottenuta con la sconfitta violenta del nemico non conduce mai alla pace

La maggior parte delle guerre ha trovato giustificazione come risposta a trattati di pace anteriori. I vinti riappaiono ed esigono ciò che è stato loro rifiutato. La stessa repressione del male non ha risultati durevoli. La pace non è il risultato di un processo dialettico del bene contro il male. Il giovane rabbino di Nazaret invitava a far crescere insieme grano e zizzania. La pace fugge il campo dei vittoriosi (Simone Weil). La vittoria è sempre sulle persone; e le persone non sono mai assolutamente cattive.

5. Il disarmo militare richiede un disarmo culturale

La civiltà occidentale ha sviluppato un arsenale di armamenti, qualitativamente e quantitativamente; deve esservi un che di inerente a questa cultura: spirito di competizione, soggettività, tendenza a trascurare il campo dei sentimenti, senso di superiorità, di universalità, ecc.. Il fatto che i discorsi [per la pace, nella civiltà occidentale] si concentrino sulla distruzione degli armamenti, senza prestare attenzione alle questioni più fondamentali, costituisce un esempio di questo stato spirituale. Allora il disarmo culturale – prerequisito per la pace – è difficile almeno come quello militare. Implica una critica alla cultura e un approccio autenticamente interculturale.

6. Nessuna cultura, religione o tradizione può risolvere isolatamente i problemi del nostro mondo

Oggi nessuna religione potrebbe fornire risposte universali (se non altro perché le domande non sono le stesse). Purtroppo nel momento in cui gran parte delle religioni tradizionali tendono a deporre il manto dell’imperialismo, del colonialismo e dell’universalismo, la cosiddetta visione “scientifica” del mondo sembra raccogliere l’eredità culturale di questi atteggiamenti. Qui bisognerebbe citare la parola pluralismo.

7. La pace appartiene principalmente all’ordine del mythos, non del logos

Shalom, pax, eirene, salam, Friede, shanti, píng-an…: la Pace è polisemica; ha numerosi significati. La mia nozione di pace può non essere pacifica per qualcun altro. La pace non è sinonimo di pacifismo. È un mito, qualcosa in cui si crede in quanto dato. Ma non è irrazionale, anzi rende intelligibile l’atto di intendere. Un tempo la pace veniva firmata in nome di Dio; nella nostra epoca la pace sembra un mito unificante emergente ed è anche in suo nome che si fa guerra. Il mythos non dev’essere separato dal logos, ma i due non dovrebbero venire identificati.

8. La religione, via verso la pace

La religione è stata sempre considerata in passato come via di salvezza. Perciò le religioni erano fattori di pace interiore per i propri adepti e di guerre per gli altri. È un fatto che gran parte delle guerre nel mondo sono state guerre religiose. Oggi siamo testimoni di una trasformazione della nozione stessa di religione: le religioni sono modi di raggiungere la pace (non significa ridurle ad un unico denominatore). E la strada per la pace è rivoluzionaria: esige l’eliminazione dell’ingiustizia, dell’egoismo e della cupidigia.

9. Perdono, riconciliazione, dialogo: solo essi conducono alla pace

Punizione, indenizzo, restituzione, riparazione e cose simili non portano alla pace, non spezzano la legge del karma. Credere che ristabilire l’ordine spezzato risolva la situazione è un modo di pensare grossolano, meccanicistico e immaturo. L’innocenza perduta esige la redenzione e non il sogno di una paradiso ritrovato. La via verso la pace è in avanti e non indietro. La storia umana esige perdono. Per perdonare ci vuole una forza che vada oltre l’ordine meccanico di azione-reazione, ci vuole lo Spirito Santo, Amore pilastro dell’universo.

Da: Raimon Panikkar, Pace e interculturalità, Jaca Book, Milano 2002. (Adattamento. Col permesso dell’A.)

Da: http://www.saveriani.bs.it/cem/Rivista/arretrati/2003_03/sutra.htm

 

Nine sutras on Peace 

The sutras are strings of single necklace. 
Together they form the jewel called Peace. 

1. Peace is the harmony of the participation rate of Being 

Peace does not alter the rhythm of reality. Is not static nor dynamic. It is not a dialectical movement. It does not mean lack of power or polarity. Being is rhythmic, it’s rhythm, integration-dualist movement and rest. Western technocratic culture, cultivating the acceleration, has disrupted the natural rhythms: it is no peace. 

2. It’s hard to live without external peace; impossible without inner peace. 

Every day after the last world war, a thousand people die of war victims. Throughout the world there are millions of refugees, children in the streets and people dying of hunger. We must not minimize this degradation of our human race. But if there is internal peace, there is still hope. On the other hand you can not enjoy internal peace if our human and ecological environment is the victim of violence and injustice. In this case, the inner peace is an illusion. And no authentic essay (from Buddha to Christ) to be contained in self and selfishness. 

3. The peace is won not by themselves, nor can it imposes on others. It is a gift of the Spirit 

Peace does not come as spirituality or masochistic, sadistic nor pedagogies. The regimes imposed do not establish peace for those who receive them: child poverty, family or nation it is.We miss the attitude of the recipient female. The nature of peace is to be grace, a gift. It is the result of a revelation of love, of God, the beauty of reality is existence of providence, the goodness of creation, hope, justice. It’s Gabe and Aufgabe, gift and responsibility. 

4. The violent victory with the defeat of the enemy never leads to peace 

Most wars have been justified as a response to earlier peace treaties. The vanquished reappear and demand what they have been refused. The same repression of evil has no lasting results. Peace is not the result of a dialectical process of good versus evil. The young rabbi from Nazareth invited to wheat and weeds grow together. Peace fled the camp of the victors (Simone Weil). The victory is always on people, and people are never quite bad. 

5. The military disarmament disarmament requires a cultural 

Western civilization has developed an arsenal of weapons, both qualitatively and quantitatively, there must be something inherent in this culture: the spirit of competition, subjectivity, a tendency to overlook the range of feelings, a sense of superiority, universality, etc. .. The fact that the speeches [for peace in Western civilization] focus on the destruction of weapons, while ignoring the more fundamental issues, is an example of this spiritual state. Then disarmament culture – a prerequisite for peace – at least as hard as military. Implies a critique of culture and intercultural approach authentically. 

6. No culture, religion or tradition alone can solve the problems of our world 

Today, no religion could provide universal answers (if only because the questions are not the same). Unfortunately, when most of the traditional religions tend to lay the mantle of imperialism, colonialism and universalism, the view of so-called “scientific” in the world seems to collect the cultural heritage of these attitudes. Here one should mention the word pluralism. 

7. Peace belongs mainly to the order of the mythos, not the logos 

Shalom, Pax, Eirene, salam, Friede, shanti, Ping-an …: Peace is polysemic; has many meanings. My notion of peace can not be peaceful for someone else. Peace is not a synonym for pacifism. It is a myth, something you believe as facts. But it is not irrational, even the act of understanding makes it intelligible.Once peace was signed in the name of God, peace in our time seems to be a unifying myth and it is also emerging in his name that makes war. The mythos should not be separated from the logos, but the two should not be identified. 

8. Religion, on the road to peace 

Religion has always been considered in the past as a way of salvation. Therefore, religions were factors of inner peace for their followers and other wars. It is a fact that most wars were religious wars in the world. We are witnessing a transformation of the very notion of religion: the religions are ways of achieving peace (means do not reduce them to a common denominator).And the path to peace is revolutionary: it requires the elimination of injustice, selfishness and greed. 

9. Forgiveness, reconciliation, dialogue: they alone lead to peace 

Punishment, indemnification, restitution, reparation and things like that do not lead to peace, do not break the law of karma.Believe that restoring order to resolve the situation is a broken way of thinking crude, mechanistic and immature. The innocence lost and do not require the redemption of the dream of a paradise regained. The road to peace is forward and not backward. Human history requires forgiveness. To forgive takes a force that goes beyond a mechanical action-reaction, we want the Holy Spirit, Love pillar of the universe. 

From: Raimon Panikkar, Peace and Interculturalism, Jaca Book, Milan 2002. (With permission from the A Adattament..) 

From: http://www.saveriani.bs.it/cem/Rivista/arretrati/2003_03/sutra.htm

Colori d’autunno


Colori d’autunno

Colori della malinconia
dell’attesa del sole
che riscaldi in aurora
le mille paure
Colori di pioggia
che presto lava
ogni incertezza
Ma è solo inganno
dietro ogni nuvola
dietro ogni illusione
è celato
s e m p r e
il sole

27.07.2002 Poetyca

Autumn Colors

Colors of melancholy
expectation of the sun
that heats in aurora
a thousand fears
Colours of Rain
soon lava
any uncertainty
But it is only deception
behind every cloud
behind every illusion
is hidden
a l w a y s
the sun

27.07.2002 Poetyca

Ambizione


Ambizione

Vorresti giocare col mondo
senza leggere nei volti
ferite e percorsi
solo corse
e mirabile potere

Null’importa
la provenienza
o sangue e sudore
della fronte
di chi ti è intorno
SOLO TU
che calpesti
la storia di popoli
e la loro nazione

Vorresti con il ghigno feroce
lasciare le impronte
FORZA DEL TUO POTERE
e guardi dall’alto
le fragili ossa
di chi si prostra
ai tuoi piedi

Ma conosco
questa storia
e questo gioco
non mi cattura
non conosco il tuo nome
ma torna nel tuo nulla
sono troppi
quelli che negli occhi
e nel cuore
conservano memoria
di tristezza e orrore

Se il mondo
realmente volessi
non sia per dargli condanna
ma per prendertene cura
vecchie ferite
e morte interiore
siano dunque
solo il passato
perché il futuro
nasce ora

22.08.2002 Poetyca

Ambition

Would you like to play with the world
without reading the faces
wounds and routes
only ran
and admirable power

Null’importa
provenance
or blood and sweat
forehead
of who is around you
ONLY YOU
you are treading
the history of peoples
and their nation

You would like to savage grin
The imprints
UNDER YOUR POWER
and look at it from
fragile bones
of those who prostrate
at your feet

But I know
this story
and this game
I do not catch
I do not know your name
but nothing in your back
too many
those eyes
and heart
retain memory
of sadness and horror

If the world
really wanted
not to condemn him
but to take care of
old wounds
and inner death
therefore, are
only the past
because the future
now comes

22.08.2002 Poetyca

Urla nel silenzio


Urla nel silenzio

Il silenzio urla
nelle pieghe della realtà

Sogni spezzati
si dibattono in cerca di luce

Cuore ferito non piangere
ora che resto sola

Dalle mani scivola
tutto il tempo donato

E sento ora il freddo
che trema ricordi

08.11.2002 Poetyca


Screaming in silence

The silence screams
in the folds of reality

Broken dreams
struggling in search of light

Broken heart do not cry
now that the rest alone

Slips from the hands
won all the time

And now I feel cold
trembling memories

08.11.2002 Poetyca

Vibrazione


Vibrazione

Sogni al mattino
vibrano la sera in ricordi.
Affluenti
donandosi al mare
confluiscono
in un delta d’amore.
In contorno sfumato
di cielo fremiti
avvolti in un unico sentire.
Torride amarezze
infrangono
in bagliori nuovi
planando in aeree certezze.

02.05.2002 Poetyca

Vibration

Dreams in the morning
vibrate in the evening in memory.
Tributaries
giving themselves to the sea
converge
in a delta of love.
In soft edge
tremors of the sky
wrapped in a unique feel.
Hot bitterness
break
flares in new
gliding flying in certainties.

02.05.2002 Poetyca

Piccolo dono


Piccolo dono

Tu
trattieni il respiro
ora che
svelta la vita corre
dall’invisibile mondo
catturi parole
prima che fuggano
troppo lontane
scivolano
nel cuore

Senza più fretta
rileggi
quel che il segno
ha colto
metti in fila
parole
sotto gli occhi
e cerchi
e m o z i o n i
da regalare

Ecco
dall’infinito
il nuovo
d o n o

02.08.2002 Poetyca

Small gift

You
hold your breath
now that
Life moves fast
from the invisible world
catch words
before escaping
too far
slip
in the heart

Without more quickly
reread
what the sign
took
Put in a row
words
under the eyes
and circles
emotions
to give

Here
infinitive
the new
gift

02.08.2002 Poetyca

 

Senza Confine


Senza Confine

Troppo lontana
per essere vicina
troppo vicina
per essere lontana

Sfaccettature e luoghi
senza dimensione
impalpabili voli
che seguono rotte
sprigionano emozione

L’ovunque è il dove
ma nulla stringi
solo desideri
– memorie-
che il futuro proietta
costruendo le tappe
di questa storia
senza confine

20.08.2002 Poetyca

Without Border

Too far
to be close
too close
to be far

Faces and places
dimensionless
impalpable flights
The following routes
radiate emotion

This is where everywhere
nothing but tighten
only wish
– Memory-
that the future projects
building stages
of this story
boundless

20.08.2002 Poetyca

Otto


“ 8 “ (Otto)

Due cerchi
fusi in uno
correnti d’ininterrotto
C A M M I N O

Intercorrente
S C A M B I O
di linfa vitale

volto
all’infinito
A M O R E

Stretta
di mani
e continuo
A L I M E N T O

Porta
s e m p r e
a p e r t a
V E R S O
I L C I E L O

Scoperta
del Sé
in unione
T U T T O
fino al divenire
U N O

23.06.2002 Poetyca

“8” (Eight)

Two circles
merged into one
continuous currents
path

Lag
exchange
lifeblood of

face
infinity
love

Close
of hands
and continuous
food

Porta
always
open
to
the sky

Discovery
Self
in union
all
to become
one

23.06.2002 Poetyca

Silenzi


Silenzi

Sulle sponde
di idoli antichi
frugano sogni
senza sostare

Sulla pelle
ancora brividi
-questi silenzi-
vecchie paure

Sul nascere
dei pensieri
d e s i d e r i
da rammentare

Sulla sorgente
di tutti i passi
r i f l e s s i
da conservare

Su stanche lacrime
di vecchi percorsi
nuovi sorrisi
da accarezzare

13.08.2002 Poetyca

 

Silence 

On the banks
of ancient idols
rummage dreams
without stopping

On the skin
still chills
Silences-these-
old fears

The bud
thoughts
desires
and remember

The source
all steps
reflections
to preserve

On weary tears
old paths
new smiles
to caress

13.08.2002 Poetyca


Ellissi


Ellissi

Si diradano
le mie nebbie
mentre
ritrovo sorriso

Mi sfiorano
i tuoi occhi
-antichi-
vengono da lontano
-stesso mio luogo-
cerchi i miei
p e n s i e r i
che ti accarezzano
scavalcando argini
ora che nel tempo
restano bambini

Ellissi perenni
scivolando
nei luoghi
di memorie distanti
e nel flusso del nulla
tutto si riempie

20.08.2002 Poetyca

Ellipsis

Thin out
my fogs
while
Meeting smile

Touch me
your eyes
-Old
from afar
My same-place-
my rims
t h o u g h t s
you caress
bypassing banks
now and in time
children remain

Ellipses perennial
slipping
places
distant memory
and in the flow of anything
everything is filled

20.08.2002 Poetyca

Conoscenza di voli


Conoscenza di voli

Ritrovato contatto
-conoscenza antica-
di cui non si ha nome
leggere le ali
nel trasporto remoto
di voli nuovi

Ebbrezza sognante
che Conoscenza tacque
nelle sue lezioni

Nell’avvolgente onda
-verità perdute-
sospiri di vento
che respirando
VIVI
conosci la storia

– Dall’Uno il Tutto
Tutto è Uno –

Ora lo sai…
nel turbinio del tempo
dispieghi le ali

12.07.2002 Poetyca

 

 

Knowledge of flight

Found Call
Ancient-knowledge-
that you do not have a name
read wings
transport in remote
new flights

Dreamy intoxication
Knowledge that was silent
in his lectures

In the enveloping wave
Truth-lost-
sighs of wind
that breathing
YOU LIVE
you know the story

– From One is All
All is One –

Now you know …
in the swirl of time
unfold the wings

12.07.2002 Poetyca

Memorie


Memorie

Tu soldato
in cambio di nulla
hai dato
quel che nel cuore
coraggio
e amore hanno nutrito

Lacrime restano
in volti in sgomento

Tu donna
che eri madre
e dov’è ora
quel tuo figlio
caduto tra le idee
sparse senza lamento

Mille bambini
semi del domani

Tu martire
di fanatiche storie
dove poggi i tuoi passi
senza memorie
solo drappi
a sbiadire nel vento

Accese candele
e lacrime in fiore

29.08.2002 Poetyca

Memories

You soldier
for nothing
have given
what in the heart
courage
love and have nurtured

Tears are
faces in awe

You women
you were the mother
and where is it now
that your child
fell between ideas
scattered without complaint

Thousand children
seeds of tomorrow

You martyr
stories of fanatical
hills where your steps
without memories
only banners
to fade in the wind

lit candles
and tears in bloom

29.08.2002 Poetyca

 

Passaggio


Passaggio

Su sassi
dal sole
riarsi
è stato il mio cammino.

Scalza
in piagati ricordi
portati via dal vento.

Volteggio ora
r e s p i r o
oltre l’orizzonte

dove non servono parole.

Visione
che penetra
r e s t a n d o
eterno presente.

Tunnel attraversato:
luce e pace
ecco il mio sentiero.

21.06.2002 Poetyca

Step

On stones
sun
parched
was on my way.

Barefoot
sores in memories
taken away by the wind.

Vaulting hours
breath
beyond the horizon

where they are words.

Vision
penetrating
prejudice
eternal present.

Tunnel through:
light and peace
here is my path.

21.06.2002 Poetyca

Poesie


Poesie

Sfoglio parole
sfoglio pensieri
– l’emozione
di margherite
stese al sole-

sfoglio immagini
che percorrono lievi
come brividi
lungo i sentieri.

Cerco e vibro
d’ogni sentire
dono di fogli
e del loro colore

…Colore di cielo
colore di vita
colore di farfalle
che prendono il volo.

Rime e versi
respiro e gioia
sogno e realtà
vissuti nel tuo scrivere libero.

19.06.2002 Poetyca

Poems

I flip through words
I flip through thoughts
– emotion
daisy
lied in the sun-

Browse Image
that travel light
such as chills
along the paths.

Seeking and vibro
of any hearing
gift paper
and their color

Color of sky …
Color of life
color butterflies
taking flight.

Rhymes and verses
breath and joy
dream and reality
lived in your writing free.

19.06.2002 Poetyca

Silenzio…


Silenzio….

Nel cerchio
correnti
effluvi fluenti
sfiorano dentro
in impercettibili moti.

Spire intermittenti
ogni sottile luogo
a c c e d o n o.

In estasi aerea
percezione
di vuoto

che il tutto
riempie.

01.06.2002 Poetyca

 

Silence ….

In the circle
current
effluvia flowing
in touch
in imperceptible motion.

Spire intermittent
place each thin
access.

Air in ecstasy
perception
vacuum

that all
fills.

01.06.2002 Poetyca

Aurora


Aurora

Tra cadute stelle
nasce l’aurora
in colori accesi
ti ristora
-vita-
speranza sognata
è afferrare
bagliori sopiti

10.08.2002 Poetyca

Aurora

Among fallen star
comes the dawn
in bright colors
refreshes you
-Life-
dream hope
is to grab
flashes dormant

10.08.2002 Poetyca

Giorno nuovo


Giorno nuovo

In questo grigio mattino
boccioli di rosa
spargono il loro profumo.

Ringraziando l’Universo
restituiscono vita
ad ogni giorno nuovo.

Con gli occhi catturo
immagine cara
che regala sorriso.

18.01.2002 Poetyca

New day

In this gray morning
rosebuds
spread their fragrance.

Thanking the Universe
return life
each new day.

With eye catching
image dear
that gives a smile.

18.01.2002 Poetyca

Farfalla


Farfalla

Randagia la vita correva
dal vento sospinta
-su ali di farfalla-
Uno scrigno aveva
racchiuso per sempre
-prezioso diamante-
D’immenso il percorso
– su fili di seta-
cattura bagliore

18.02.2002 Poetyca

 

Butterfly

Vagabond life ran
wind-driven
-On wings of a butterfly-
Had a chest
enclosed forever
-Precious diamond-
On the path to great
– On-silk threads
capture flash

18.02.2002 Poetyca

Caleidoscopio


Caleidoscopio

Vibrante emozione
con la penna catturi,
rendi vive le parole.

Occhi attenti colgono
immagini e pensieri
che cristallizzandosi
non si fermano sul foglio.

Piccole ali vengono fuori
abbracciando
un caleidoscopio di colori.

Mettendo la tua anima in scena
indossi un vestito di cielo,
in piccoli frammenti
colorate atmosfere
si proiettano.

31.01.2002 Poetyca

 

Kaleidoscope

Vibrant emotion
with the pen captures,
the words come alive.

Watchful eyes capture
images and thoughts
that crystallized
do not stop on the sheet.

Small wings are out
embracing
a kaleidoscope of colors.

Putting your soul on stage
wearing a dress of sky,
into small fragments
colorful atmosphere
are projected.

31.01.2002 Poetyca

Sfumature poetiche


amorepace Riflessi di poesia Fantasia che nulla costa, scacciata a volte come fosse follia. Sorriso nel cuore che regala speranze incupito da realtà logore che non donano respiro Indossa i sogni,falli volare e sarai più vivo. © Poetyca In note colorate, pensieri, respiri nel tempo che hanno lasciato addosso emozioni. Provo a condividere il mio sentire

Raccolta di Poesie di Poetica

Percorso di interiorità avvenuto tra  il 1998 ed il 2015.

Sfumature poetiche

Archivio annuale

Anno 1983 Anno 1999 Anno 2000

Anno 2001 Anno 2002 Anno 2003

Anno 2004 Anno 2005 Anno 2006

Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009

Dedicato a chi ha colpito il mio sentire, chi mi ha regalato sensazioni e riflessioni e a chi in esse si riconosce.Se qualcosa resta,se briciole rimangono In chi mi legge nulla è stato vano. Ovunque si posi il tuo sguardo, vedi la natura intorno,ovunque tu vada hai un sentiero. Ovunque tu sia cerca nel cuore. Tutto è vibrazione, musica, un’unica fonte.Tutto è AMORE, non lo tenere per te,non servirebbe a nulla, regalalo.


Reflections of Fantasy poetry that costs nothing, sometimes driven away like crazy. Smile in your heart that gives hope darkened by shabby reality that give breath Wear dreams, make them fly and be more alive. © Poetyca In colored notes, thoughts, breathe in the time left on emotions. I try to share my feeling

Portrait

Of

Woman

Collection of Poems Poetry

Inner path occurred between 1998 and 2010.

Dedicated to those who hit my feelings, who gave me feelings and thoughts in them and who riconosce.Se something is, if people read my crumbs remain in nothing is in vain. Wherever you lay your eyes, see the nature around wherever you go you have a path. Wherever you look in my heart. Everything is vibration, music, single font .All is LOVE, not hold for you, would serve no purpose, given away.

Sfumature poetiche

(Universal love)


Menù sito Poetyca

Ritratto di Donna Attimi intensi

Oceano orizzonte Il sacchetto dei sogni

Infiniti spazi Frammenti di vita

Voci e Armonie Brezze e piume


Bookmark and Share


Onde


Onde

Schiumose immagini
ingannano il sentire
-sogni s’infrangono
contro barriere-
non era vero
-solo maree-

Vivono illusioni
soffocando respiri
-un ingannevole pensare-
ora che si era ritirato
– il mare-
torna a lambire
le nostre emozioni

Ritorniamo
a far vivere
l’abbandonato
percorso

…e la spiaggia
accoglie le onde

17.08.2002 Poetyca

Waves

Foamy images

deceive the feel
Dreams shatter-
barriers against-
was not true
Tides-only-

Living illusions
choking breaths
A false-think-
now that he had retired
– The sea-
back to lap
our emotions

Return
to bring to life
the abandoned
path

… And the beach
welcomes the waves

17.08.2002 Poetyca

Vuoto


Vuoto

Non più parole
-impigliate dentro-
non più calore
risposta del giorno

Solo vuoto
senza confine

Non fuggo il ricordo
che alita sul collo
ma…non afferro
non trovo

Ho solo il nulla
-muta barriera-
che m’incatena
a giorni diversi:
la tua presenza

12.07.2002 Poetyca

Empty

No more words
caught-in-
no more heat
response of the day

Only empty
boundless

Do not flee the memory
that breathes the neck
… but do not grasp
I do not find

I just have nothing
-blank-barrier
that binds me
on different days:
your presence

12.07.2002 Poetyca

Pennellate


Pennellate

Nei respiri della notte
un sogno
cerca vita
cerca sorriso ancora
Carezzevole voce
percorre distanze
tutto il vuoto
r i e m p i e
Pennella il cuore
ogni attimo
sfumature nuove
a restituire vita
a mille paure

22.08.2002 Poetyca

 

Splashes  

In the breath of the night
a dream
search for life
looking smile again
Soothing voice
travel longer distances
all empty
jet full
Spash heart
every moment
new shades
return to life
a thousand fears

22.08.2002 Poetyca

Nel silenzio


Nel silenzio

Nel silenzio nasce un fiore
nel silenzio
muore il giorno
Nel silenzio le paure
nel silenzio
cerchi occhi
Nel silenzio chi non guarda
nel silenzio
le parole
Nel silenzio attese vane
nel silenzio
indifferenza
Nel silenzio il mondo intero
nel silenzio
il naufragare
Nel silenzio le speranze
nel silenzio
le mie aurore
Nel silenzio vive il sogno
nel silenzio
ascolti voci
Nel silenzio sfiori vita
nel silenzio
non rispondi
Nel silenzio vivo altrove

11.07.2002 Poetyca

In the silence

In the silence of a flower is born
silence
died on
In the silence fears
silence
eye circles
In the silence of those who do not look
silence
words
In the silence, waiting in vain
silence
indifference
In the silence the world
silence
the wreck
In the silence hopes
silence
my aurora
In the silence living the dream
silence
listening items
In the silence touches life
silence
no answer
In the silence I live elsewhere

11.07.2002 Poetyca

Miraggio alato


Miraggio alato

Chissà se esiste
chi riesca a capire
i miei desideri
dita sottili
che
sappiano sfiorare
con carezze lievi
nella mia mente
i pensieri
-cerchi concentrici-
in colori tenui
accendere immagini
s a e t t a n t i
che sappiano attraversare
ricerche e orizzonti
-strette prigioni-
di preconcetti
e pronte
ragioni
V I A G G I
che arricchiscano
conoscenze interiori
i n d o s s a n d o
alati calzari

09.08.2002 Poetyca

Winged mirage

I wonder if there is
those who can understand
my wishes
thin fingers
that
know how to tap
with mild strokes
in my mind
thoughts
Concentric-circles-
in soft colors
turn on images
darting
who know how to cross
and research horizons
Narrow-prison-
preconceptions
and ready
reasons
TRAVELS
that enrich
inner knowledge
the ndossando
winged sandals

09.08.2002 Poetyca

Vita


Vita

La vita:
un cammino
-fiori e foglie-
sbocciare
di nuovi profumi

Piccoli passi:
cercare il senso
– tenui colori-
di luce avvolti

Nella notte:
stelle
-presenti bagliori-
folgorano momenti

16.07.2002 Poetyca

Life

Life:
a path
-flowers and leaves-
bloom
new perfumes

Small steps:
finding meaning
– soft-colors
light wound

During the night:
stars
-glare-present
struck moments

16.07.2002 Poetyca


Amore


Amore

All ’Universo

vibrazioni carpire

e s p a n d o

in ricami sottili:

ONDE

 

Avvolgente

percorso

c a r e z z e

di percepiti battiti:

ALI

..e mi ritrova

AMORE

16.07.2002 Poetyca

 

Love

A Universe

vibration steal

I expand

in fine embroidery:

ORDER

Enveloping

path

caresses

of perceived beats:

wings

.. and I found

LOVE

16.07.2002 Poetyca

Vivi


Vivi

Libero in volo
lo spirito
le ali dispiega:
Aquila che serena
ascolta il cuore.
Emozioni fluiscono
e donano vita.
In un percepito tempo
che tutto trasforma
è ora il momento
è ora il senso.
Getta passato
e dimentica futuro.

04.06.2002 Poetyca

Live

Free flight
spirit
wings unfolded:
Eagle serene
listens to the heart.
Emotions flow
and give life.
In a perceived time
everything turns
now is the time
is now the end.
Throw the past
and forget the future.

04.06.2002 Poetyca