Risultati della ricerca per: 2003

R.E.M. – Best of R.E.M. – In Time (1988 – 2003) – Full album.


I R.E.M. sono stati un gruppo rock statunitense attivo dal 1980 al 2011.[2]

Formatosi ad Athens (Georgia) il 5 aprile 1980 (data riconosciuta dalla stessa band come atto di fondazione vera e propria del gruppo, che provava assieme sotto diversi nomi già dal 1979), la sigla R.E.M. sta per rapid eye movement, la fase del sonno in cui si sogna; i componenti del gruppo scelsero tale nome anche perché “suonava bene”. La pronuncia inglese è lettera per lettera (/ɑː iː ɛm/), ma in italiano viene generalmente pronunciata come acronimo (“rèm”).

Nell’arco degli ultimi 25 anni, i R.E.M. sono stati riconosciuti come uno dei gruppi più importanti per la definizione dell’estetica della musica underground e indie degli Stati Uniti.[3] La loro influenza, infatti, si estende ancora oggi su moltissime formazioni, etichette e scene musicali.[4]

Il gruppo ha virtualmente definito l’espressione “rock alternativo” degli anni ottanta (college rock)[5], dimostrando alle stazioni radio, un po’ alla volta, che trasmettere brani con prevalente uso delle chitarre non era una cosa negativa.[6]

Nella loro trentennale carriera hanno venduto all’incirca 85 milioni di dischi.[7]

http://it.wikipedia.org/wiki/R.E.M._%28gruppo_musicale%29

R.E.M. was an American rock band from Athens, Georgia, formed in 1980 by singer Michael Stipe, guitarist Peter Buck, bassist Mike Mills, and drummer Bill Berry. One of the first popular alternative rock bands, R.E.M. released its first single, “Radio Free Europe“, in 1981 on the independent record label Hib-Tone. The single was followed by the Chronic Town EP in 1982, the band’s first release on I.R.S. Records. In 1983, the group released its critically acclaimed debut album, Murmur, and built its reputation over the next few years through subsequent releases, constant touring, and the support of college radio. Following years of underground success, R.E.M. achieved a mainstream hit in 1987 with the single “The One I Love“. The group signed to Warner Bros. Records in 1988, and began to espouse political and environmental concerns while playing large arenas worldwide.

By the early 1990s, when alternative rock began to experience broad mainstream success, R.E.M. was viewed by subsequent acts such as Nirvana and Pavement as a pioneer of the genre and released its two most commercially successful albums, catapulting it to international fame, Out of Time (1991) and Automatic for the People(1992), which veered from the band’s established sound. R.E.M.’s 1994 release, Monster, was a return to a more rock-oriented sound, but still continued its run of success. The band began its first tour in six years to support the album; the tour was marred by medical emergencies suffered by three band members. In 1996, R.E.M. re-signed with Warner Bros. for a reported US$80 million, at the time the most expensive recording contract in history. Its 1996 release, New Adventures in Hi-Fi, though critically acclaimed, fared worse commercially than expected. The following year, Bill Berry left the band, while Buck, Mills, and Stipe continued the group as a trio. Through some changes in musical style, the band continued its career into the next decade with mixed critical and commercial success, despite having sold more than 85 million records worldwide and becoming one of the world’s best-selling music artists of all time.[4] In 2007, the band was inducted into the Rock and Roll Hall of Fame. R.E.M. disbanded amicably in September 2011, announcing the split on its website.

http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=R.E.M.&oldid=655457124

Danze arcane


Danze arcane

Nel silenzio si nutrono
tutte le crepe arcane
e le nuove gocce
sono ora lacrime
che disciolgono incertezze
Fuori piove
ma resta l’arcobaleno
nell’anima che danza

03.10.2003 Poetyca

Dances arcane

In silence they eat
all cracks arcane
and new drops
are now tears
uncertainties that dissolve
Raining outside
but remains the rainbow
soul dancing

03.10.2003 Poetyca

Incanto


Incanto

Malinconica attesa
restituisce parole
nel richiamo d’anima
che sa solcare
tutte le distanze

Dolce l’incanto
di chi già prepara
con tenerezza e sorrisi
tra le braccia
la dimora
di attimi senza fine

18.10.2003 Poetyca

Enchanted

Melancholy waiting
return words
the call of soul
who knows how to sail
all distances

The sweet charm
those who already prepared
with tenderness and smiles
arms
the home
moments of endless

18.10.2003 Poetyca

Il proprio volto


Il proprio volto

Siamo tutti figli
d’ironia – categorica –
che inquadra in un recinto
– il dividere, piuttosto che l’unire –
il cercare diversità:
una, due, mille – anche troppe –
Senza infine decidere
e quello che negli altri
sappiamo vedere
con la differenzazione
da noi stessi
– nasce da accuse –
Questa è soltanto
la cecità di chi
allo specchio
non riconosce neppure
il proprio volto

12.12.2003 Poetyca

Your face

We are all children
of irony – Into a Category –
framing in a compound
– The divide rather than unite –
the search for diversity:
one, two, a thousand – too many –
Without finally deciding
and what other
we see
the differentiation
ourselves
– Stems from allegations –
This is only
blindness of those who
mirror
does not even recognize
own face

12.12.2003 Poetyca

Eyes of Soul

… And a thousand poems
not useful
if you can hear
in everything and beyond everything
dug in silence
then you wrap
in the world without forms
– Eye of the soul –
that stretch arms
closely surrounding
all colors of auras

12.12.2003 Poetyca

Aquila sognante


Eh! but then what you love, extraordinary stranger?
I love the clouds … the clouds are … there … there … the wonderful clouds!

The stranger, by The Spleen of Paris, Charles Baudelaire

Aquila sognante

Non sono solitari
i voli di chi
il cielo conosce:
vento nelle piume
e liberi spazi
per essere voce
che all’anima conduce

15.12.2003 Poetyca

Dreamy eagle

It are not lonely
flights who
heaven knows:
wind in the feathers
and free space
for voice
that leads the soul

15.12.2003 Poetyca

Luce d’anima


Luce d’anima

E sono ritmi
del cuore che espande
e ricerca le radici
sono ritmi senza confini
che raggiungono eco d’amore

Tutto vibra e porta calore
tra giovani vite
che matureranno frutto

Seme sparso con sudore
che rigoglioso
sarà nutrimento di luce

Generazioni che faranno
vibrare colore
d’arcobaleno e Speranza

Futuro che non tramonta
per le vibrazioni
ora in risveglio

…Tutto quel che è
verso il grande cerchio
che con luce d’anima avanza

19.12.2003 Poetyca

Light of soul

And these rhythms are
the heart expands
and research roots
rhythms are boundless
reaching echoes of love

Everything vibrates and carries heat
among young lives
that mature fruit

Seed sown with sweat
that rank
will be living on light

Generations that will
vibrate color
Rainbow of Hope

Future that never sets
for vibrations
now awakening

… All that is
to the great circle
light of soul that moves

19.12.2003 Poetyca

Il tuo domani


Il tuo domani

Molla gli ormeggi
del tuo pensare
e ascolta solo
eco del cuore
– Rincorri
il sorriso perduto –
su frammenti di specchio
senza riflesso di luce
Ma ora il tempo è andato
non lo cercare
e odi le onde del tuo mare

Rinascerà un sogno
tra spuma e brezza
s’innalzeranno ali
di un gabbiano forte
che saluterà l’alba
per il tuo domani

22.12.2003 Poetyca

Your tomorrow

You leave the dock
your thinking
and listen only
echo of the heart
– Chases
lost his smile –
on fragments of mirror
without light reflex
But now the time is gone
look no
and hear the waves of your sea

Reborn a dream
between foam and breeze
rise wings
a strong gull
that greet the sunrise
for your tomorrow

22.12.2003 Poetyca

Frullio d’ali


Frullio d’ali

Non sia cupo
il pensiero di un uomo
spazzato dal vento

Ancora verdi sono
le colline intorno
ed ancora intona
il suo canto
il passero gioioso

Afferra attimi vivi
conservati in cuore
non siano
refoli dispettosi
a portarne via
tutto il valore

Momenti scolpiti
cercano spazio
– frullio d’ali –
nel vasto cielo

06.11.2003 Poetyca

Flutter of wings

Do not be gloomy
the thought of a man
windswept

Still green
hills around
and still sings
his song
the sparrow joyful

Grab moments alive
preserved in heart
are not
spiteful gusts
to carry
full value

Moments carved
search space
– Flutter of wings –
in the vast sky

06.11.2003 Poetyca

Penne di pavone


Penne di pavone

Ed ancora
nascondi gli occhi
dietro il ventaglio
dei tuoi colori

Sei in ricerca
di modi
sempre nuovi
per l’inganno

Non avrai mai
le trasparenze
del cristallo
sul cuore

Getti in un angolo
la maschera nera
del corvo
con troppa fretta

Ma non t’accorgi
dell’inciampo delle tue parole
ed è condanna
la tua ruota d’illusione

18.03.2003 Poetyca

Peacock feathers

And yet
Hide your eyes
behind the fan
of your color

You are in search
ways
ever new
for deception

You’ll never
transparencies
Crystal
on the heart

Throw in a corner
black mask
Raven
too quickly

But do not notice
dell’inciampo of your words
and condemns
your wheel of illusion

18.03.2003 Poetyca

Consapevolezza


Consapevolezza

Non esistono parole
e il silenzio
ha superato ogni confine
– Consapevolezza –
Non una sola parole ancora
non un solo istante sprecato
ma un vivere ad ali aperte
per sentire che tutto è possibile
se ti fermi soltanto ad ascoltare
e la corrente l’attraversi
restandone al centro
– fermo a respirare –
la vorticante magia
che vive senza nulla dire

17.10.2003 Poetyca

Awareness

There are no words
and silence
has exceeded all boundaries
– Awareness –
Not a single word yet
not a moment wasted
but live with open wings
to feel that anything is possible
only if you stop to listen
and the current cross
remaining center
– Stop breathing –
the swirling magic
living with nothing to say

17.10.2003 Poetyca

Sogno di carta


ak3_1024

Sogno di carta

Ripiegato e stretto
nel chiuso di un cassetto
senza colori da respirare
senza mare da attraversare
Foglio di carta bianco
in cerca di tinte pastello
sogni d’esser barchetta
in un dipinto mare
magico specchio
per un quarto di luna
Magiche mani d’artista
ti vestono di vita
sulla tela del suo quadro
e con altre compagne
diventi infanzia perduta
e ancora da accarezzare

29.08.2003 Poetyca

Dream paper

Folded and narrow
in a locked drawer
colorless to breathe
no sea to cross
Blank sheet of paper
looking for pastel
dreams of being boat
Painted in a sea
magic mirror
for a quarter of the moon
Artist’s magical hands
you dress in life
on the canvas of his painting
and with other companions
become lost childhood
and again to stroke

29.08.2003 Poetyca


Imago


Imago

Non ha argine
ne tempesta il tempo
che stempera ricordo
e mantiene in vita
quel che veramente vale
Non ha visioni d’imago
il solitario passo
che cerco la vera sorte
di voci perdute
…senza rimpianto
Tutto quel che resta
tra le dita assorte
è tra la sabbia:
la scia del cuore
che nulla cancella

03.01.2003 Poetyca

Imago

Has no bank
he storm time
remember that dissolves
and keeps alive
what really is
It has views of imago
the lonely step
I’m looking for the true fate
of items lost
No regrets …
All that remains
absorbed between the fingers
is among the sand:
the wake of the heart
remove anything that

03.01.2003 Poetyca

Nel sogno della notte


Nel sogno della notte

Questa notte
sorride di stelle il cielo
finestra d’universo
che rincorre i sospiri
d’un tempo andato

Questa notte
resta silente la luna
a raccoglier lacrime
di chi non ascolta poesia
d’istanti perduti

Scivolano tra ciglia
rimaste dormienti
da troppo tempo
perle opache
in cerca di colore

Possono essere
piccoli diamanti
che riflettono luci
portate dal faro
che nella notte sogna
miriadi d’arcobaleni

Possono essere ali
tra salici piangenti
e nidi intrecciati appena
come favole e mani
nel silenzio del tempo
che ci attende ancora

19.09.2003 Poetyca

In the dream of the night

Tonight
smiles the sky with stars
Universe window
that chases the sighs
of a time gone

Tonight
remains silent moon
to gather tears
who does not listen to poetry
moments of lost

Slip between cilia
remained dormant
too long
opaque gems
in search of color

Can be
small diamonds
reflecting light
taken from the lighthouse
dreaming in the night
myriads of rainbows

Wings can be
between weeping willows
nests and twisted just
as fables and hands
silent time
we still waiting

19.09.2003 Poetyca

Gocce d’incanto


Gocce d’incanto

Un bimbo è il più bel dono
che la vita ci fà
ma ricordiamo
che non ci appartiene
ed anche lui insegnare
a noi potrà
Occhi stupiti
e profumo di sogno
mano che stringe
il nostro universo
Dondolio di culla
nel sussurrare d’un canto
è per noi oceano d’amore
Un bimbo è corsa su prati
con la gioia del tempo
che scorre impalpabile
Gocce d’incanto
che espande sorriso
al suono di una voce

19.12.2003 Poetyca

Enchanted Drops

A child is the best gift
that life makes us
but remember
that is not ours
and he taught
we can
Amazement
and smell of dreams
hand holding
our universe
Rocking cradle
the whisper of a song
is our ocean of love
A child is run on grass
with the joy of
flowing impalpable
Enchanted Drops
that expands smile
the sound of a voice

19.12.2003 Poetyca

Ricordi


Ricordi

Ed è vero, ci si culla nei ricordi migliori
quando la realtà ci ferisce e ci ruba quello
per cui si è creduto
Difficile la separazione, il veder crollare
tutti i castelli – di sabbia – costruiti nel tempo

Non più immagini – fotografie
ma il desiderio di lasciare
il miglior ricordo che magari spazzi
tutta l’amarezza del momento

Necessità di afferrare le immagini
nate nel cuore a cullare tutto
quel cammino attraversato insieme
– La parte migliore – che non si deve
mai lasciar morire, sarebbe negare
che un sentimento vero era nato
che ha respirato dentro e anche se solo
le crepe e le ferite lo hanno intaccato
è tenerezza che sfiora tutto quel che è vissuto

20.12.2003 Poetyca

Memories

It is true, there are cots in best memories
when the truth hurts us and what we steal
for which it was believed
Difficult separation, see collapse
all the castles – sand – built in time

No more pictures – photographs
but the desire to leave
maybe the best memory spaces
all the bitterness of the moment

Need to grab images
born in the heart of all rock
that journey together through
– The best part – that you should not
never let it die, it would deny
that a true feeling was born
she breathed in and even if only
cracks and injuries have affected
tenderness is nearly all that is lived

20.12.2003 Poetyca

A futura memoria


A futura memoria

Non varcare mai
i miei confini
Lascia che sia io
nei cerchi concentrici
della mia essenza
senza limiti
a snodare i rami
in percorsi eccentrici
Lascia scivolare
le mutate cose
in sacche di tempo
Non raccogliere sabbia
soffiata già dal vento
Non chiedere
– non lo fare –
sublima solo gocce
per attraversare deserti
in eterogenee fasi
che nel tutto
racchiuderanno
…quel che accade ora
a futura memoria

23.12.2003 Poetyca


A future memory


Do not ever cross
my boundaries
Let me
in concentric circles
in my essence
limitless
articulated branches
in eccentric paths
Glide
changing things
in pockets of time
Do not collect sand
already blown by the wind
Do not ask
– Do not –
sublimates only drops
to cross deserts
in heterogeneous phases
that in all
enclosing
… What happens now
for future

23.12.2003 Poetyca

Il frutto del domani


Il frutto del domani

Tempo scandito
dalla somiglianza di passi
attraversando le ombre
di tutti i ricordi:
perduti…andati lontano
Scolpite immagini
che restituiscono sogno
evanescente che torna
a respirare nostalgie
Confusi riferimenti
sulle ali di rimembrate età
– ieri ed oggi – in silenzioso scambio
Apparire di colori sbiaditi
in rinnovata essenza
come petali nel vento
Lacrime incidono solchi
tra perduta polvere
– germogli nascenti –
di Primavera senza argini
dove tutto è danzante
nel muto percorso
che ha graffiato l’anima
Coltivate speranze
che sono frutto del domani
che mi viene incontro

30.12.2003 Poetyca

The fruit of tomorrow

Time marked
the similarity of steps
through the shadows
all the memories:
lost … gone far
Graven images
that dream return
evanescent back
breathe yearnings
Confused references
age on the wings of remembrance
– Yesterday and today – in quiet trading
Color appear faded
renewed in essence
like petals in the wind
Tears affect furrows
lost between dust
– Nascent buds –
Spring without banks
where everything is dance
the silent way
he scratched the soul
Cultivate hope
which are the result of tomorrow
I will be meeting

30.12.2003 Poetyca

Mai solo


Mai solo

Deja vu
rincorrono il tempo
e il tracciato è emozione
nelle distese d’essere
Tu lo sai che non sei solo
e nel silenzio è la voce
Polvere dorata trasporta il vento
e su di te sfiora il ricordo
che nessun oblio
potrebbe mai cancellare
Troppe le strade in salita
e l’eco s’infrange tra le rocce
ma mai solo nel cammino
che farà risorgere il deserto

01.10.2003 Poetyca

Never alone

Deja vu
chase time
and the track is emotion
to be stretched in
You know you are not alone
and silence is the voice
Gold dust transporting wind
and you remember nearly
no forgetting
could never erase
Too many roads uphill
the echo and shattered the rocks
but never alone in the journey
that will resurrect the desert

01.10.2003 Poetyca

E non basta


E non basta

E non bastano parole
a raccontare un percorso
i sogni ed il destino
e non basta un sogno
ad animare promesse
che come musica leggera
raccolgono le note
e stemperano i passi
verso il futuro
Non basta mai nulla
e il ricordo è culla
di quel che era il tempo
d’ un bambino e la voglia
di scoperta tra corse matte
Non basterà mai una vita
raccolta a briciole
per dare il valore
di un amico che dietro
al suo sorriso sempre pronto
ti regala parole sagge
e sai che è sempre presenza

18.09.2003 Poetyca

It is not enough

And not enough words
to describe a path
the dreams and destiny
and not just a dream
promises to animate
that as light music
collect notes
dissolve and the steps
towards the future
Not just anything
and the memory is the cradle
what had the time
‘s child and the desire
discovery of mad racing
Not just a life ever
collection crumbs
to give the value
a friend behind
his smile always ready
gives you words of wisdom
and you know there is always

18.09.2003 Poetyca

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Parole su di te: foglio in attesa
che si colmino silenzi
parole sinuose e vive
che si donano senza tempo
parole nate tra le pieghe
di un nuovo sorriso
o tra i palpiti di una canzone
che in armonia scivola dentro
Parole rincorse dal vento
e tra riflessi argentei
segnano il filo segreto
di un pensiero
rivestito d’emozione
Parole che scorrono ora per te
e senza più domande
restano impigliate
nell’anima che non le vuole cancellare

30.08.2003 Poetyca

words on the page

Words about you: sheet pending
remedying that silences
winding words and lives
without giving themselves time
words born in the folds
a new smile
or between the beats of a song
in harmony slips in
Words chased by the wind
and between silvery reflections
mark the secret thread
a thought
coated with emotion
Words that flow time for you
and no more questions
entangling
soul who did not want to delete

30.08.2003 Poetyca

Incantesimo perenne


Incantesimo perenne

Sottili lamine di luce
si stagliano sospese
regalando l’incanto
tra verdi foglie
del silente bosco
Solo un attimo
nell’atmosfera rarefatta
ferma il tempo
per donare stupore
Occhi guardano
e raccolgono magia
che scivola lieve
come acqua di fonte
nell’anima assetata
Polvere dorata
si deposita lenta
in soffio d’impalpabile armonia
L’umido odore
di natura dormiente
s’insinua respirandomi
nel cadenzato ritmo
d’una danza sconosciuta
che dolcemente m’inebria
Riconosco la vita
e m’avvolge
nel suo incantesimo perenne

28 .08. 2003 Poetyca


Enchantment perennial

Thin sheets of light
stand suspended
offering the charm
among green leaves
the silent woods
Just a moment
rarefied atmosphere
stops time
to give surprise
Eyes look
and collect magic
slipping slightly
as water source
thirsty soul
Gold dust
slowly accumulating
in impalpable breath of harmony
The damp smell
nature of dormant
creep breathing
in the rhythmic pace
a dance of unknown
that gently Intoxicate
Recognize life
and wrap me
in his spell perennial

28 .08. 2003 Poetyca

Gabbiano


Gabbiano

Aprendo le ali ,accarezzi il cielo,
riporti del volo tutta l’armonia…
Insegui mulinelli e plani
perchè sei gabbiano
che il turbinar del vento
ormai conosce

Ti distacchi da terra
in un sol momento
e t’accompagnano visioni
che altri non sfiorano

Ma a volte è dura
la lotta per restare
sospeso
con il tuo far leggero
e la furia
ti ferisce l’anima
ma non temere
il vento è amico
e mai abbandona
chi poi sostiene

12.12.2003 Poetyca

Gull

Opening the wings touch the sky,
overs of the flight all the harmony …
Follow eddies and plan
because you gull
that the wind turbine
now knows

We detachments from the ground
in a single moment
and with thee visions
that others will not touch

But sometimes it’s hard
the struggle to remain
suspended
with your light to
and the fury
it hurts the soul
but fear not
The wind is your friend
and never leave
who then submits

12.12.2003 Poetyca

D’infinito errare


D’infinito errare

Un pensiero non ha
occhi o mani
ma vola libero nell’aria
e con leggerezza
sa essere discreta presenza
che bussa e porta
sorriso per te

Alitano tra
i colori del giorno
respiri intensi
di vita
– magie impalpabili –
che donano senso
ai sorrisi d’anime viandanti

Si schiudono ora
i miei petali d’alba
Sopraggiunti istanti
sono armonia
in note d’infinito
– inscindibile emozione-
che percorre intrecci d’universo

25.11.2003 Poetyca

On the endless wandering

A thought has not
eyes or hands
but fly free in the air
and lightly
knows how to be discreet presence
door knocking and
smile for you

Breathing between
the colors of the day
Deep breaths
Life
– intangible magic –
that give meaning
the smiles of souls travelers

Hatch hours
my petals of dawn
Arrived moments
harmony are
notes in the infinite
– inseparable emotion-
that runs through plots of the universe

25.11.2003 Poetyca

Caparbiamente, le scelte


Caparbiamente, le scelte

Soli di fronte a noi stessi,qualche scelta da fare: entrare nel grande meccanismo che tutto intorno sembra essere proposto, sorrisi stirati ,di circostanza,occhi spenti e meccanici atteggiamenti.Persone che corrono verso qualcosa di non ben definito,ricerca gratificante di successi,gomitate nello stomaco e il silenzio vuoto di chi pare non leggerci dentro?

Oppure…

Sapere già chi siamo,che vorremmo,che cerchiamo in noi stessi,tutte quelle ferite,tutto quel tendere verso qualcosa che non arrivava,quel comprendere dai torti subiti …A chi non vorremmo somigliare,cosa non vorremmo infliggere a nessuno…

Ma com’è diverso il mondo,come sono diversi gli altri.

Non importa,si crede talmente tanto a “qualcosa” : ideali forse,sentimenti,desiderio di armonia che diventa inevitabile lottare,cercare di contribuire a qualcosa di concreto,cercare di leggere negli altri lo stesso modo di essere.

Cercare di combattere chi ostacola,chi non comprende e mette barriere,distrugge,tende a “giudicare” e mai a costruire.

Eppure,da qualche parte esisterà qualcuno che veda come noi la propria vita,quella che vorrebbe costruire.

Le innumerevoli ferite,i passi falsi,le cadute hanno comunque insegnato a non abbattersi,a sperare ma al contempo a non scoccare subito frecce d’entusiasmo dal proprio arco…L’attesa fiduciosa serve sempre…

Poi…La silente gratitudine fatta di piccole gemme negli occhi,fatta di voli sospesi :

sensibilità che s’espande e rende tutto un dono …

Tutto lo è se ci si accorge di non essere soli.

19.11.2003 Poetyca

 

Stubbornly, your choices

We alone in front of ourselves, some choice to make: to enter the huge machine that everything around seems to be offered, smiles stretched, in fact, dead eyes and mechanical atteggiamenti.Persone running towards something undefined, search gratifying success , elbowed in the stomach and the empty silence of those who do not seem to read in?

Or …

You already know who we are, we want, we look for in ourselves, all those wounds, all that work towards something that did not come, that understand the grievances … Who would not want to look like, what we would not be imposed on anyone …

But how different the world, as are several others.

No matter, it is believed so much in “something” perhaps ideals, feelings and desire for harmony that becomes inevitable fight, try to contribute to something specific, try to read in others the same way of being.

Try to fight those who hinder, those who do not understand and puts barriers, destroys, tends to “judge” and never to build.

Yet, somewhere will exist as we see someone’s life, one that would build.

The numerous injuries, the missteps, falls are taught not to fall anyway, but at the same time hoping not to shoot arrows at once with enthusiasm from his arch … The anticipation is always hopeful …

Then … The silent gratitude in his eyes made of small stones, made of suspended flights:

sensitivity which expands and makes it a gift …

All of it is if you realize you are not alone.

19.11.2003 Poetyca

Canto d’Angeli


Canto d’Angeli

Canto d’Angeli
che cerca nella polvere dorata
l’inudibile suono
e lo dona a chi cieco
è incapace di vedere
con occhi d’anima

Armonia di note
ora raccogli
soffi che avvolgono distanze
e conducono colori
laddove nessuno
è capace di udire

Impercettibile volo
nel quieto universo
di chi conosce Amore

Sinfonia che ti porta
oltre ogni apparire
perchè tu sei
magia di vita
che soffia intorno
vibrazioni armoniche
e luce del cuore

08.12.2003 Poetyca

Song by Angels

Song by Angels
looking for gold in the dust
the inaudible sound
and gives it to blind people
is unable to see
eyed soul

Harmony Notes
hours collecting
murmurs surrounding distances
and lead colors
where no
is able to hear

Imperceptible flight
still in the universe
who knows Love

Symphony that brings you
look beyond
because you are
magic of life
blowing around
harmonic vibrations
and the light of heart

08.12.2003 Poetyca

Al ritmo della vita


magiclife

Al ritmo della vita

Vita scivola come gocce di rugiada
 sul petalo di una rosa
 Vita fatta d’istanti
dove ogni cosa è preziosa
 Vita mia e tua
dove tutto è armonia
di emozioni e sogni
 Vita giocosa
 di voglia di correre scalzi su prati
Vita da amare ed amata
 Vita destino di tutti
 e mai dimenticata
 dove comanda la fantasia
Vita amore
 mio e tuo
 che s’invola sempre con forza
 a rincorrere gli istanti vissuti
 e da vivere ancora
 Vita giardino che sorride dentro
Vita che sogna e mai si stanca
 Vita che è voce dell’anima che canta :
  –  Amore mio –

15.09.2003 Poetyca

To the rhythm of life

Life slips like dewdrops
  on the petal of a rose
  Life made up of instants
where everything is precious
  My life and your
where all is harmony
of emotions and dreams
  life playful
  the desire to run barefoot on grass
Life to love and beloved
  Life destiny of all
  and never forgotten
  where he commanded the imagination
love life
  mine and yours
  that always flies away with force
  chasing the moments lived
  and live again
  Life in garden smiling
Life and dreams that never gets tired
  Life, which is the soul voice that sings:
   – My love –

15.09.2003 Poetyca

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Parole su di te: foglio in attesa
che si colmino silenzi
parole sinuose e vive
che si donano senza tempo
parole nate tra le pieghe
di un nuovo sorriso
o tra i palpiti di una canzone
che in armonia scivola dentro
Parole rincorse dal vento
e tra riflessi argentei
segnano il filo segreto
di un pensiero
rivestito d’emozione
Parole che scorrono ora per te
e senza più domande
restano impigliate
nell’anima che non le vuole cancellare

30.08.2003 Poetyca

Words on paper

Words on you paper on hold
that it may fill silences
sinuous words and lives
without giving themselves time
words born between the folds
a new smile
or between the beats of a song
that slides into harmony
Words chased by the wind
and between silver reflections
mark the secret thread
a thought
lined with emotion
Words that flow to you now
and no more questions
remain entangled
soul who does not want to delete

30.08.2003 Poetyca

Amore infinito


Amore infinito

Siamo amore
frammento di stella
inciso in cuore
siamo vita perenne
che danza in un soffio
e raccoglie sorriso
bellezza dipinta
in colori d’armonia
stagione perenne
di catturati istanti
per farne collane
di tempo mai perduto
e tu ed io
per sempre una mano stretta
che racconta i respiri d’universo

04.10.2003 Poetyca

Infinite Love

We are love
Star Bits
engraved in my heart
we have eternal life
dancing in a breeze
collects and smile
painted beauty
in colors of harmony
season perennial
of captured moments
to make necklaces
never lost time
And you and I
always close to hand
that tells the breaths of the universe

04.10.2003 Poetyca