Risultati della ricerca per: 2003

R.E.M. – Best of R.E.M. – In Time (1988 – 2003) – Full album.


I R.E.M. sono stati un gruppo rock statunitense attivo dal 1980 al 2011.[2]

Formatosi ad Athens (Georgia) il 5 aprile 1980 (data riconosciuta dalla stessa band come atto di fondazione vera e propria del gruppo, che provava assieme sotto diversi nomi già dal 1979), la sigla R.E.M. sta per rapid eye movement, la fase del sonno in cui si sogna; i componenti del gruppo scelsero tale nome anche perché “suonava bene”. La pronuncia inglese è lettera per lettera (/ɑː iː ɛm/), ma in italiano viene generalmente pronunciata come acronimo (“rèm”).

Nell’arco degli ultimi 25 anni, i R.E.M. sono stati riconosciuti come uno dei gruppi più importanti per la definizione dell’estetica della musica underground e indie degli Stati Uniti.[3] La loro influenza, infatti, si estende ancora oggi su moltissime formazioni, etichette e scene musicali.[4]

Il gruppo ha virtualmente definito l’espressione “rock alternativo” degli anni ottanta (college rock)[5], dimostrando alle stazioni radio, un po’ alla volta, che trasmettere brani con prevalente uso delle chitarre non era una cosa negativa.[6]

Nella loro trentennale carriera hanno venduto all’incirca 85 milioni di dischi.[7]

http://it.wikipedia.org/wiki/R.E.M._%28gruppo_musicale%29

R.E.M. was an American rock band from Athens, Georgia, formed in 1980 by singer Michael Stipe, guitarist Peter Buck, bassist Mike Mills, and drummer Bill Berry. One of the first popular alternative rock bands, R.E.M. released its first single, “Radio Free Europe“, in 1981 on the independent record label Hib-Tone. The single was followed by the Chronic Town EP in 1982, the band’s first release on I.R.S. Records. In 1983, the group released its critically acclaimed debut album, Murmur, and built its reputation over the next few years through subsequent releases, constant touring, and the support of college radio. Following years of underground success, R.E.M. achieved a mainstream hit in 1987 with the single “The One I Love“. The group signed to Warner Bros. Records in 1988, and began to espouse political and environmental concerns while playing large arenas worldwide.

By the early 1990s, when alternative rock began to experience broad mainstream success, R.E.M. was viewed by subsequent acts such as Nirvana and Pavement as a pioneer of the genre and released its two most commercially successful albums, catapulting it to international fame, Out of Time (1991) and Automatic for the People(1992), which veered from the band’s established sound. R.E.M.’s 1994 release, Monster, was a return to a more rock-oriented sound, but still continued its run of success. The band began its first tour in six years to support the album; the tour was marred by medical emergencies suffered by three band members. In 1996, R.E.M. re-signed with Warner Bros. for a reported US$80 million, at the time the most expensive recording contract in history. Its 1996 release, New Adventures in Hi-Fi, though critically acclaimed, fared worse commercially than expected. The following year, Bill Berry left the band, while Buck, Mills, and Stipe continued the group as a trio. Through some changes in musical style, the band continued its career into the next decade with mixed critical and commercial success, despite having sold more than 85 million records worldwide and becoming one of the world’s best-selling music artists of all time.[4] In 2007, the band was inducted into the Rock and Roll Hall of Fame. R.E.M. disbanded amicably in September 2011, announcing the split on its website.

http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=R.E.M.&oldid=655457124

Annunci

Notte di luna


Notte di luna

Chiudi gli occhi
ed abbandonati
al primo sogno
di questa calma notte
Ti culla il mare
con le sue argentee onde
vestite d’incanto di luna
Ti racconta la storia
venuta da lontano
d’istanti senza storia
che son respiri di cielo
Poi…
Tra nuove onde
e vecchi percorsi
un’altra favola t’attende:
è respiro di vita
che conserva preziosa
ogni momento
come fosse tesoro

18.11.2003 Poetyca


Moon Night

Close your eyes
and abandoned
the first dream
this calm night
You cradle the sea
with its silvery waves
dressed enchanted moon
You tells the story
coming from afar
without moments of history
who are breaths of air
Then …
Among new wave
and old trails
another story waiting for you:
you breathe of life
preserving valuable
any time
like treasure

18.11.2003 Poetyca

Scaglie d’emozione


ak3_1024

Scaglie d’emozione

Anche a te
sia dolce il sognare
l’estendere pensieri
in luoghi
non ancora nati
 
Sia presente
la delicata brezza
che disegna immagini
dietro le ciglia
 
Passi di danza
tra un palpito
che silenzioso sovrasta
nel silenzio delle notti
 
Esanime resta
l’incanto di colori
se non soffi
sulle fantasie vive
 
Lontano s’effonde
il suono del cuore
se in ascolto
ti poni ancora
 
Nessuno rimane
mai solo
se raccoglie
scaglie d’emozione

 08.06.2003 Poetyca

Scales of emotion

Same to you
sweet is the dream
extend the thoughts
in places
the unborn

Both present
the gentle breeze
that draws images
behind the lashes

Dance Steps
between one heartbeat
which dominates noise
in the silence of nights

Lifeless remains
the magic of colors
if it does not blow
fantasies about the lives

Faraway poured out
the sound of the heart
if listening
you ask again

Nobody stays
never alone
if it collects
scales of emotion

08.06.2003 Poetyca

 

Di voi


Di Voi

Di Voi leggo
respiro e colgo
ogni pensiero
ogni dipinta immagine
tra le trame del cuore

Di Voi conosco
la vita che scorre
sotto le dita
che si offrono veloci
e tra l’essenza che è dono

Di Voi parole e palpito
nella respirata voglia
di lasciare traccia
come colore di sogno

Di Voi ho raccolto già
la sottile somiglianza
in comunanza di cielo

Di Voi segni impalpabili
che sono dell’anima ricamo
e Storia oltre il confine
di un tempo interiore

Di Voi avvolgo
la luce brillante
tra pause
e comunicazione
e respiro
respiro ancora
la gioia che scorre
in un sol battito

Di Voi ha bisogno
il futuro per progettare
Chimere nascenti
e il linguaggio d’Amore

Di Voi dell’Universo figli
è la sete che arde
e che cerca ristoro
solo un sorriso
ed abbracceremo
l’intero mondo

06.01.2003 Poetyca

Of you

I read to you
breath I take
every thought
each painted image
between the plots of the heart

Of you know
where life goes on
under your fingers
which offer fast
and the essence of which is a gift

You beat and words of
breathing should
to trace
color to dream

You’ve already gathered to
the subtle similarity
commonality in the sky

You sign impalpable
which are the soul embroidery
History and across the border
an internal time

You wrap of
bright light
between breaks
and communication
and breath
still breathing
the joy that flows
in one beat

You need to have
the future to design
Chimeras nascent
and the language of Love

You children of the Universe
is the thirst that burns
and seeking refreshment
just a smile
and embrace
the whole world

– 06.01.2003 Poetyca

Colgo


Colgo

Colgo il fiore
della pazienza
nelle corde dell”anima
all”ascolto protese
senza prigioni

Colgo le parole
che avvolgono
con dolcezza
e danno senso
e respiro ai giorni

Colgo i passi
mai compiuti nell”ombra
di chi lo spirito cerca
e con raffinati occhi
ne coglie l”essenza

Colgo te che attendi
seduto su nuvole
e vorresti condurti
alla fonte ridente
di placide acque

Colgo attimi intensi
che legano vite
su dimenticati sentieri
avvolgendo in colori
il restante tempo

Colgo la vita
dono gratuito
di magia immenso
mentre le perle scivolano
silenziose ed eterne in cuore

17.08.2003 Poetyca

I take

I take the flower
of patience
in the strings of soul
to listen stretched
without prisons

I take the words
surrounding
gently
and give meaning
and breath in the days

I take the steps
never made into shadow
the spirit of those who look
and with fine eyes
capture essence

I take that you wait
sitting on clouds
and would like to take you
laughing at source
placid waters of

I take intense moments
binding screw
on forgotten trails
wrapping them in color
the remaining time

I take life
free gift
huge magic
while the beads slide
silent and eternal in the heart

17.08.2003 Poetyca

Il mio cielo



Il mio cielo

Il mio cielo
annulla le ombre
e raccoglie il sospiro
di un tempo andato

Sorrido alle foglie
che scompigliano
ogni passato ricordo
e respiro l’infinito

02.03.2003 Poetyca

My Sky

My Sky
cancels the shadows
and collects the sigh
of a time gone

Smile leaves
that mess
every past memory
breath and the infinite

02/03/2003 Poetyca

La scala per il paradiso


wp-1451178674071.pngLa scala per il paradiso

Camminavo sulla spiaggia
tra orme ormai sbiadite
mentre i gabbiani cercavano
di varcare ogni confine
Le onde allungavano la cresta al sole
ed io raccoglievo tra la sabbia i miei sogni
dal pugno ora aperto
nella voce del vento
lasciavo il mio spirito
Il passato rotolava
tra il rumore del mare
mentre respiravo ogni ragione
e le domande sbriciolate tra scogli

Respiro ora nel vento
ricerco tra i sorrisi perduti tutto il mio essere
sono percorsi luminosi nel arco del cielo
sono rincorse
che giocano tra la spuma e le onde
pensieri lontani non offuscano
non ingannano più la mia mente

S’innalzano ora gabbiani
volano…giocano con capriole tra nuvole
Nei percorsi senza più freni
respirerò ancora
salirò dove prima temevo
perché tutto è meraviglia e seguirò la mia anima
che si libera dai lacci
che la tenevano prigioniera
arriverò dove nulla è stato mai raggiunto
solleverò ali nel vento
e finalmente si svelerà la vita del cielo

Ispirata dall’ascolto di Starway to heaven
di Led Zappellin

07.10.2003 © Poetyca

 

The stairway to heaven

I walked on the beach
of footsteps faded
while the gulls sought
to cross all borders
The waves crest stretched in the sun
and I gathered my dreams in the sand
fisted now open
the voice of the wind
I let my spirit
The past rolled
between the sound of the sea
and breathed every reason
questions and crushed between rocks

Breath hours in the wind
I seek the smiles lost all my being
paths are bright arc in the sky
are chased
playing in the surf and waves
distant thoughts do not overshadow
no longer deceive my mind

Hours gulls rise
flying through clouds … they play with tumbling
In locations without restraint
breathe again
I will go where before I was afraid
because everything is wonder and follow my soul
which is liberated from the shackles
who held her captive
I will arrive where nothing was ever achieved
I will move the wings in the wind
and finally reveal the life of heaven

Inspired by listening to Stairway to Heaven
Led Zappellin

07.10.2003 © Poetyca

Tu


Tu

Mi tocchi l’anima
la sfiori
e come arpa vibra
e spander profumi
respiro d’infinito
che t’avvolge
per essere mio cielo
dove apro ali
per essere quello
che in me è amore

12.10.2003 Poetyca

You

You touch my soul
you touched
and as a harp vibrate
and pour perfumes
scale of Infinity
that t’avvolge
to be my heaven
where open wings
for the
in me is love

12.10.2003 Poetyca

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Parole su di te: foglio in attesa
che si colmino silenzi
parole sinuose e vive
che si donano senza tempo
parole nate tra le pieghe
di un nuovo sorriso
o tra i palpiti di una canzone
che in armonia scivola dentro
Parole rincorse dal vento
e tra riflessi argentei
segnano il filo segreto
di un pensiero
rivestito d’emozione
Parole che scorrono ora per te
e senza più domande
restano impigliate
nell’anima che non le vuole cancellare

30.08.2003 Poetyca

Words on paper

Words on you paper on hold
that it may fill silences
sinuous words and lives
without giving themselves time
words born between the folds
a new smile
or between the beats of a song
that slides into harmony
Words chased by the wind
and between silver reflections
mark the secret thread
a thought
lined with emotion
Words that flow to you now
and no more questions
remain entangled
soul who does not want to delete

30.08.2003 Poetyca

Amore infinito


Amore infinito

Siamo amore
frammento di stella
inciso in cuore
siamo vita perenne
che danza in un soffio
e raccoglie sorriso
bellezza dipinta
in colori d’armonia
stagione perenne
di catturati istanti
per farne collane
di tempo mai perduto
e tu ed io
per sempre una mano stretta
che racconta i respiri d’universo

04.10.2003 Poetyca

Infinite Love

We are love
Star Bits
engraved in my heart
we have eternal life
dancing in a breeze
collects and smile
painted beauty
in colors of harmony
season perennial
of captured moments
to make necklaces
never lost time
And you and I
always close to hand
that tells the breaths of the universe

04.10.2003 Poetyca

Danza


 

Danza

Pentagramma lieve
che respira
tra palpiti e ali
Nutrimento eterico
con calore
cerca musica
tra sogni ed emozioni
Note si snodano
tu ne catturi
con gli occhi chiusi
armonia e senso
Una danza
disegna immagini
che non potranno
più svanire

24.01.2003 Poetyca

Dance

Pentagram mild
breathing
between heartbeats and wings
Nutrition etheric
with heat
search music
between dreams and emotions
Note wind
you catch it
with eyes closed
harmony and sense
A dance
draw pictures
that can not
more fading

24.01.2003 Poetyca

Musica del cuore


Musica del cuore

Nessuno errore si commette
se in attesa si resta
di una musica che ci è compagna
il suo ritmo è guida
per condurre verso la gioia

Musica che ha nel cuore
lo spazio e la sede
e per l’armonia è nata

Con umiltà e senza fretta
ponendosi in ascolto
si ritrova il tracciato
di un percorso per noi nato

15.02.2003 Poetyca

Music of the Heart

No mistake you make
if you remain on hold
that there is a music companion
its rhythm is driving
to lead to joy

Music that has heart
space and location
and harmony is born

With humility and without haste
taking heed
you can find the path
a path for us born

15.02.2003 Poetyca

Infinito errare


Infinito errare

Un pensiero non ha
occhi o mani
ma vola libero nell’aria
e con leggerezza
sa essere discreta presenza
che bussa e porta
sorriso per te

Alitano tra
i colori del giorno
respiri intensi
di vita
– magie impalpabili –
che donano senso
ai sorrisi d’anime viandanti

Si schiudono ora
i miei petali d’alba
Sopraggiunti istanti
sono armonia
in note d’infinito
– inscindibile emozione-
che percorre intrecci d’universo
nell’impalpabile soffio d’amore


25.11.2003 Poetyca

Endless wandering

A thought has not
eyes or hands
but fly free in the air
and lightly
knows to be discreet presence
door knocking and
smile for you

Alito between
the colors of the day
Deep breaths
living
– Intangible magic –
which give meaning
the smiles of souls travelers

Hatch hours
my petals of dawn
Arrived moments
harmony are
notes in the infinite
– Inseparable emotion-
traveling on plots of universe
in a impalpable breath of love

25.11.2003 Poetyca

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Parole su di te: foglio in attesa
che si colmino silenzi
parole sinuose e vive
che si donano senza tempo
parole nate tra le pieghe
di un nuovo sorriso
o tra i palpiti di una canzone
che in armonia scivola dentro
Parole rincorse dal vento
e tra riflessi argentei
segnano il filo segreto
di un pensiero
rivestito d’emozione
Parole che scorrono ora per te
e senza più domande
restano impigliate
nell’anima che non le vuole cancellare

30.08.2003 Poetyca

words on the page

Words about you: sheet pending
remedying that silences
winding words and lives
without giving themselves time
words born in the folds
a new smile
or between the beats of a song
in harmony slips in
Words chased by the wind
and between silvery reflections
mark the secret thread
a thought
coated with emotion
Words that flow time for you
and no more questions
entangling
soul who did not want to delete

30.08.2003 Poetyca

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Parole su di te: foglio in attesa
che si colmino silenzi
parole sinuose e vive
che si donano senza tempo
parole nate tra le pieghe
di un nuovo sorriso
o tra i palpiti di una canzone
che in armonia scivola dentro
Parole rincorse dal vento
e tra riflessi argentei
segnano il filo segreto
di un pensiero
rivestito d’emozione
Parole che scorrono ora per te
e senza più domande
restano impigliate
nell’anima che non le vuole cancellare

30.08.2003 Poetyca

Words on paper

Words on you: sheet that are waiting for
that may fill silences
sinuous words and lives
that are giving themselves without time
words born in the folds
a new smile
or between the beats of a song
that slides into harmony
Words chased by the wind
and among silver reflections
mark the secret thread
of a thought
coated with emotion
Words that flowing for you now
and no more questions
are entangling
in the soul who did not want to delete them

30.08.2003 Poetyca

Per chi non è poeta


Per chi non è poeta

Sciolgo le rime
come capelli nel vento
mentre la brezza
l’anima sfiora
Parole leggere
che indossano piume
e rincorrono sorrisi
nati dal niente
Rincorro ricordi
che colorano il tempo
Mentre resto muta
a guardare
Cammino che snoda
incanto lieve
e racconta la storia
di sassi magici
caduti nell’acqua
per regalare stupore
cerchi concentrici
con onde d’argento
che corri a cercare
Solo un sogno
un piccolo pensiero
per chi non è poeta
ma vuole sognare

13.08.2003 Poetyca

For who is not a poet

I hereby release the rhymes
like the hair in the wind
the breeze
touches the soul
Words read
they wear feathers
chase and smiles
born from nothing
Run after memories
coloring time
While the rest blank
watching
Path that winds
magic light
and tells the story
magic of stones
fallen into the water
to give surprise
concentric circles
Silver Wave
which corresponds to search
Just a dream
a little thought
for non-poet
but want to dream

13.08.2003 Poetyca

Tempo andato


Tempo andato

Impronte di gelo
lasciano fredda l’anima
mai spento ricordo
di tormentati momenti
Non serve fuggire
quando tutto ritorna
e non lascia respiro

Non serve alcun viaggio
per allontanare
dalla memoria
quel vissuto ormai indelebile

Intirizziti ricordi
cercano raggi di sole
per sciogliere piano
ghiacciate lacrime
– restituendo calore –
al tempo ormai andato

15.12.2003 Poetyca

Time left

Traces of frost
leave cold soul
unquenchable memory
of troubled times
No need to flee
Back when all
leaving no breathing

Do not need any travel
to remove
from memory
that lived now indelibly

Numbed memories
seek sunlight
plan to dissolve
frozen tears
– Giving back – Heat
the time now gone

15.12.2003 Poetyca

Tempo di riflessione


Tempo di riflessione

E sei tu
frammento di fuoco
che non estirpi la via
tra immutate stagioni
che lasciano la scia
di ogni ipocrisia
Sei tu
cenere che colora
sporcando i muri
di questo aver creduto
allo specchio cristallo
di attimi vissuti
senza freddezza
senza riserve
per quel mio essere
come tu sai

Ma viene il tempo
della riflessione
dei cordoni stretti
per riparare il cuore
Quel tempo senza inganno
per essere io:
Libera nel mio cielo
con il mio orgoglio
di essere vissuta
e continuare a farlo
frastagliando i sogni
come nuvole fatate
o respirando colori
che neppure conosci
e che non hai mai
voluto sfiorare
in punta di sguardo

Si, viene il tempo
della consapevolezza
e senza amarezza ormai
sarò io quella capace
di essere sempre
oltre le frontiere
della tua ruvida attesa
di un sorriso
che non verrà mai:
estirpato dalla crudezza
di una realtà
che non avevo mai guardato
e che mi hai gettato in faccia
con il tuo essere solo
quello che non mi ha letta mai

07.01.2003 Poetyca

Time for reflection

And you are
fragment of fire
not eradicate way
unchanged between seasons
leaving the trail
any hypocrisy
Are you
ash color
soiling walls
believing this
mirror glass
of moments lived
without cold
unreserved
for that my being
as you know

But the time comes
reflection
narrow cords of
to repair the heart
That time without deception
for I:
Freedom in my sky
with my pride
of living
and continue to do so
jagged dreams
as cloud fairy
or breathing color
that not even know
and you never
wanted to tap
tip-glance

It is time
awareness
and without bitterness now
I’m the one capable
always be
beyond borders
of your rough waiting
a smile
that will never be:
extirpated from the crudeness
of a reality
I had never looked
and I’ve thrown in my face
be alone without you
some you have never read in me

-07.01.2003 Poetyca

Tetto di nuvole


Tetto di nuvole

Tetto di nuvole
per i sogni che sfiorano
in leggeri aliti
Respiri di cielo
con la voce che accarezza
anche la languida luna
Colorata coperta
che copre il tempo
nel percorso senza risposta
Magia e incanto
di una notte complice
di proiettate immagini
Distanze mai percorse
nel conoscere l’impossibile
con gli occhi socchiusi
Cavalcando i battiti
e le paure in cerca di te
per scoprire intrecci magici

17.10.2003 Poetyca

Roof of clouds

Roof of clouds
for the dreams that reach
in light airs
Breath of Heaven
with the voice that caresses
even the languid moon
Colorful blanket
covering the time
in the path unanswered
Magic and enchantment
one night party
of projected images
Distance never traveled
in knowing the impossible
with eyes half-closed
Riding the beat
and fears in search of you
to discover weaves magic

17.10.2003 Poetyca

La vera libertà


“Prima di agire, voi siete liberi; ma, dopo aver agito, l’effetto di quella azione vi seguirà, sia che lo vogliate o no. Quella è la legge del ‘Karma’. Voi siete un libero agente; ma, quando eseguite un certo atto, voi raccoglierete i risultati di quell’atto.”

Paramahansa Yogananda

La vera libertà 

La vera libertà è scelta, 
non è percorso obbligato ma opportunità. 
In noi la capacità di leggere nel profondo, 
di applicare la presenza mentale 
per cercare le origini della nostra sofferenza. 

Non è attraverso la reazione che si trova la libertà, essa fiorisce attraverso l’azione consapevole, dove il nostro disagio possa essere letto e con attenzione si possa trovare la soluzione ad esso. 

Il Nobile Ottuplice Sentiero è strumento per essere capaci di risalire la corrente di un fiume, di relazionarsi con la nostra mente 
e da essa sciogliere le cause della sofferenza. 

Ogni effetto nuovo è fiore che conduce 
ad amorevolezza e compassione verso noi stessi e tutti gli esseri senzienti. 

La libertà dai condizionamenti esterni, intesi come non consapevolezza e ripetizione di credenze a volte erronee, senza riflettere se effettivamente esse sono capaci di rappresentarci, è un piccolo passo alla scoperta di Sè. L’ascolto di noi stessi, delle emozioni è il tracciato da percorrere. 
In forma semplicistica Susanna Tamaro affermerebbe ” Vai dove ti porta il Cuore”, questo non signifca un seguire senza regole l’impulsività a volte distruttiva e cieca, ci sfugge spesso che l’aggressività trova origine dalla paura, dal timore di non essere oggetto d’amore. 
La conoscenza dei meccanismi che procurano la sofferenza conduce a svelarne l’origine nella paura, nell’attaccamento, nelle aspettative e nelle illusioni. Quando riconosciamo in noi questi atteggiamenti, perchè siamo stati capaci di osservarci senza farci trascinare, con equidistanza, allora possiamo attraversare il nostro spazio interiore con una consapevolezza nuova che ci permetta di manifestare la nostra vera natura.Sopratutto ci permette di non reagire di fronte a chi tentasse di provocarci perchè ne comprendiamo i meccanismi mentali e proviamo comprensione. 
Non è facile camminare nel Mondo del tutto disarmati, trasparenti, senza maschere, ma è una sfida che ci permetta di ascoltare e manifestare il nostro vero Sè. 
Quando infatti avremo fatto spazio, con l’ascolto del silenzio, delle piccole manifestazioni, siamo pronti ad essere quel che siamo. Come una freccia scoccata che possa colpire il bersaglio senza esitazione. 

Le regole che ci possiamo dare diventano delle naturali inclinazioni che conoscono e manifestano il rispetto di sè e degli altri, non come ” disciplina” ma come evoluzione di quei disagi oramai tramutati in empatia, attenzione amorevole verso tutti gli altri esseri. 

Poetyca 25.08.2008

 
“Before you act, you are free, but having acted, the effect of that action will follow, whether we like it or not. That is the law of ‘Karma’. You are a free agent, but whenexecuted a certain act, you reap the results of that act. “Paramahansa Yogananda

True freedom

True freedom is choice,
path is not required, but opportunity.
In us the ability to read deeply,
to apply mindfulness
to search for the origins of our suffering.

It is through the reaction which is freedom, it blooms through the conscious action, where our hardship can be read and carefully you can find the solution to it.

The Noble Eightfold Path is a tool to be able to go against the current of a river, to relate to our mind
dissolve it and the causes of suffering.

Every effect has a new flower that leads
with loving kindness and compassion towards ourselves and all sentient beings.

Freedom from external constraints, understood as non-awareness and repetition of erroneous beliefs sometimes, without thinking whether they are actually able to represent us, is a small step to the discovery of self. Listening to ourselves, is the trace of emotion to go.
In simplistic form Susanna Tamaro would say “Go where your heart takes you”, this is not no rules to follow a signifca impulsiveness sometimes destructive and blind, often escapes us that aggression stems from fear, fear of not being the subject of ‘love.
Knowledge of the mechanisms that bring suffering leads to unravel the origin in fear, attachment, expectations and illusions. When we recognize these attitudes in us, because we were able to observe without being dragged, equidistant, then we can cross our inner space with a new awareness that allows us to express our true natura.Sopratutto allows us not to react to those who were trying to provoke us because we understand the mental mechanisms and try to understand.
It is not easy to walk around unarmed in the World, transparent, without masks, but it is a challenge that allows us to listen and show our true self.
In fact, when we made room, listening in the silence of small events, we are ready to be who we are. As an arrow that can hit the target without hesitation.

The rules that we can become the natural inclinations that they know and demonstrate respect for self and others, not as a “discipline” but as an evolution of that unease now turned into empathy, caring attention to all other beings.

Poetyca 25.08.2008

The Clash – Full Concert – 03/08/80 – Capitol Theatre (OFFICIAL)


[youtube https://youtu.be/CLKl6FIBH0U]

I Clash sono stati un gruppo musicale british punk britannico. Attivi dal 1976 al 1986, furono uno dei gruppi più acclamati dalla critica del periodo. Formati principalmente da Joe Strummer (voce, chitarra ritmica), Mick Jones (chitarra solista, voce), Paul Simonon (basso, voce) e Nick “Topper” Headon (batteria, percussioni). Headon lasciò il gruppo nel 1982, e Jones nel 1983, il gruppo proseguì con nuovi membri negli anni successivi, ma all’inizio del 1986 si sciolse definitivamente.

I Clash erano famosi per la loro varietà musicale (nel loro repertorio trovano posto reggae, dub, rap, rockabilly e altri generi), per la sofisticatezza lirica e politica che li distingueva dalla maggior parte dei loro colleghi appartenenti al movimento punk e per le loro esibizioni dal vivo particolarmente intense. Inseriti al trentesimo posto nella classifica degli artisti immortali stilata dalla rivista Rolling Stone, i Clash sono anche noti come The Only Band That Matters (l’unico gruppo che conti).

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Clash

The Clash were an English punk rock band that formed in 1976 as part of the original wave of British punk. Along with punk, their music incorporated elements of reggae,dub, funk, ska and rockabilly. For most of their recording career the Clash consisted of Joe Strummer (lead vocals, rhythm guitar), Mick Jones (lead guitar, vocals), Paul Simonon (bass guitar, vocals) and Nicky “Topper” Headon (drums, percussion). Headon left the group in 1982, and internal friction led to Jones’s departure the following year. The group continued with new members, but finally disbanded in early 1986.

The Clash achieved commercial success in the United Kingdom with the release of their debut album, The Clash, in 1977. Their third album, London Calling, released in the UK in December 1979, earned them popularity in the United States when it was released there the following month. It was declared the best album of the 1980s a decade later by Rolling Stone magazine. In 1982 they reached new heights of success with the release of Combat Rock, which spawned the US top 10 hit “Rock the Casbah”, helping the album to achieve a 2× Platinum certification there. Their final album, Cut the Crap, was released in 1985.

The Clash’s politicised lyrics, musical experimentation, and rebellious attitude had a far-reaching influence on rock, alternative rock in particular.[2] They became widely referred to as “The Only Band That Matters”, originally a promotional slogan introduced by the group’s record label, CBS. In January 2003, shortly after the death of Joe Strummer, the band—including original drummer Terry Chimes—were inducted into the Rock and Roll Hall of Fame. In 2004, Rolling Stone ranked the Clash number 28 on their list of the 100 greatest artists of all time.

Critic Sean Egan summarised what made them exceptional by writing, “They were a group whose music was, and is, special to their audience because that music insisted on addressing the conditions of poverty, petty injustice, and mundane life experienced by the people who bought their records. Moreover, although their rebel stances were often no more than posturing, from the Clash’s stubborn principles came a fundamental change in the perception of what is possible in the music industry, from subject matter to authenticity to quality control to price ceilings.”

https://en.wikipedia.org/wiki/The_Clash

Battiti d’amore


Battiti d’amore

Sentire in un soffio

quel che saresti stata

dipinto presagio

di parole nel cielo

tra palpiti ed emozioni

Mappa d’un percorso

di passi proiettati

come eco di ieri

E poi qui …

Questa nuova storia

di catturati istanti

di voli leggeri

dove tutto è immenso

e ti cattura tra stelle

e dimenticate lacrime

che sono ora seme

per un luogo diverso

tra la vita trovata

in battiti d’amore

04.10.2003 Poetyca

 

Beats of love

Feeling in a puff
that you’d
painting omen
of words in the sky
between heartbeats and emotions
Map a route
of steps shown
as an echo of yesterday
And here …
This new story
of captured moments
flight light
where everything is huge
between you and catch stars
and forgotten tears
which are now seed
to a different place
found between life
in beats of love

04.10.2003 Poetyca

 

Voli e canti


Voli e canti

Canto e patto
di vita – mistero –
tra trame fitte
che a volte
non permettono
di varcare la soglia

Vita che accoglie
e racconta di sé stessa
con nubi scure
e di sole raggi

Vita nel tempo
che scava la roccia
e nel soffio lieve
della brezza
che accarezza occhi

Tutto intorno
accoglie vita
e ne fa dono
in voli e canti

Per essere vita
nulla è distante
se apri all’anima
il tuo ascolto

11.12.2003 Poetyca

Flights and songs

Singing and agreement
life – mystery –
between dense textures
sometimes
not allow
cross the threshold

Life that welcomes
and tells of itself
with dark clouds
and sun rays

Life time
digging the rock
and the slight breeze
breeze
caressing eyes

All around
receives life
and makes a gift
in flight and song

To life
nothing away
if you open the soul
your listening

11.12.2003 Poetyca

Spuma di mare


Spuma di mare

Canta l’anima
– sospira-
con passi scalzi
tra bagliori di luna
Al ritmo lento del cuore
respira la notte
e i suoi silenzi
Solleva in alto gli occhi
e raccogli schegge di cielo
tra bagliori di sogno
e muti percorsi
– sempre nuovi –
E’ spuma di mare
– evanescente pensiero –
il tempo trascorso
e quello che trascorreremo

19.11.2003 Poetyca

Meerschaum

Sings the soul
– Sigh-
with walk barefoot
between moon glow
To slow the heart
breathes the night
and his silence
Lift up your eyes
and collect fragments of sky
between flashes of dream
and silent paths
– Also new –
It is meerschaum
– Fleeting thought –
elapsed time
and what you spend

19.11.2003 Poetyca

Con te


Con te

Chiudi gli occhi
ed ascolta nella notte
ogni attimo:
Nel silenzio io ci sono
ci sarò a sfiorare il cuore
come un soffio lieve
come carezza che consola
Senti la stretta che avvolge
– il mio abbraccio-
che da dentro il cuore
t’accompagna
Sono presenza
che solca il sogno
che spande tenerezza
e ti resta accanto
Amore – io ci sono-
e con te vibro e m’espando

13.08.2003 Poetyca

With you

Close your eyes
and listen in the night
every moment:
In the silence I am here
I’ll be there to touch the heart
as a mild blow
as comforting caress
Feel the tight wrapping
– My hug-
that within the heart
t’accompagna
Are present
that cuts through the dream
tenderness that spreads
and will remain close
Love – I am there-
and with you I vibrate and expand

13.08.2003 Poetyca

My “Best Of… Elvis Costello And The Attractions” Compilation



Elvis Costello, pseudonimo di Declan Patrick MacManus (Londra, 25 agosto 1954), è un cantautore, chitarrista e compositore britannico. Ha iniziato la sua carriera negli anni settanta come esponente della scena pub rock londinese, prima che il suo nome venisse associato ai movimenti punk e new wave della seconda metà degli anni ’70.[1]

Il suo acclamato album d’esordio My Aim Is True è stato registrato nel 1976. Poco tempo dopo ha formato il gruppo The Attractions, che lo ha accompagnato negli anni seguenti.

Nel corso della sua carriera ha vinto numerosi premi, incluso un Grammy Award ed ha ricevuto due nomination ai BRIT Award nella categoria “Best British Male”. Elvis Costello e The Attractions sono inclusi nella Rock and Roll Hall of Fame. Nel 2004 Costello è stato inserito nella lista dei 100 artisti più grandi di tutti i tempi secondo Rolling Stone alla posizione #80.[2]

Tra le sue canzoni più celebri vi sono Alison, Everyday I Write the Book, I Wanna Be Loved, God’s Comic, Shipbuilding, I Almost Had a Weakness, The Man Out of Time, She e Almost Blue.

https://it.wikipedia.org/wiki/Elvis_Costello

Elvis Costello (born Declan Patrick MacManus, 25 August 1954) is an English singer-songwriter.[3] He began his career as part of London’s pub rock scene in the early 1970s and later became associated with the first wave of the British punk and new wave movement of the mid-to-late 1970s.[4][5] His critically acclaimed debut album, My Aim Is True, was recorded in 1977. Shortly after recording his first album he formed the Attractions as his backing band. His second album, This Year’s Model, was released in 1978, and was ranked number 11 by Rolling Stone on its list of the best albums from 1967–1987. His third album, Armed Forces, was released in 1979, and features his most successful single “Oliver’s Army”. His first three albums all appeared on Rolling Stone’s list of the 500 Greatest Albums of All Time.[6]

Costello and the Attractions toured and recorded together for the better part of a decade, though differences between them caused a split by 1986. Much of Costello’s work since has been as a solo artist, though reunions with members of the Attractions have been credited to the group over the years. Steeped in wordplay, the vocabulary of Costello’s lyrics is broader than that of most popular songs. His music has drawn on many diverse genres; one critic described him as a “pop encyclopaedia”, able to “reinvent the past in his own image”.[7]

Costello has won multiple awards in his career, including a Grammy Award, and has twice been nominated for the Brit Award for Best British Male.[8] In 2003, Costello and the Attractions were inducted into the Rock and Roll Hall of Fame.[9] In 2004, Rolling Stone ranked Costello number 80 on their list of the 100 Greatest Artists of All Time.[10]

https://en.wikipedia.org/wiki/Elvis_Costello

Il mio divenire


Il mio divenire

Pindarici voli
tra vuote presenze
per aggrapparmi
alle pareti
di nuovi discorsi
mentre il tempo
si sbriciola e cade
tra i singhiozzi
di chi non vede
l’evidenza che duole

Frastagliate immagini
come pagine ingiallite
che prendono vita
con la ragione del cuore
– note silenti –
fogli sparsi
che raccontano
il mio divenire

03.11.2003 Poetyca

My becoming

Flights of fancy
between empty appearances
to cling
walls
of new discourses
as time
crumbles and falls
sobbing
who does not see
evidence that hurts

Jagged image
as yellow pages
that come to life
by reason of the heart
– Silent Notes –
loose sheets
telling
my becoming

03.11.2003 Poetyca

Abbattuto confine


Abbattuto confine

Torrenti di gioia
tenera fragranza
abbattuto confine
nel cammino tortuoso
tra mente e cuore:
Tutto adesso
è respiro di vita
ali aperte
senza più domande

28.07.2012 Poetyca

Despondent border

Torrents of joy
tender fragrance
shot boundary
the tortuous path
between mind and heart:
everything now
is breath of life
open wings
no more questions

28.07.2012 Poetyca

Figli


Figli

Figli della notte
tra il silenzio e l’abbandono
di sagome distanti
che non corrodono la mente
Figli del sentire
come acquisito dono
di attimi intensi
che oltrepassano barriere
Figli del sorridere
ad occhi socchiusi …ancora
per raccogliere colori
e sperare con la forza
di credere tutto possibile
se lo detta il cuore

31.08.2003 Poetyca

Children

Children of the Night
between silence and neglect
silhouettes of distant
that will not corrode the mind
Sons of feeling
acquired as a gift
moments of intense
that transcend barriers
Sons of the smile
with eyes half-closed … more
to pick colors
with the strength and hope
to believe everything is possible
that if the heart

31.08.2003 Poetyca