Risultati della ricerca per: 2003

R.E.M. – Best of R.E.M. – In Time (1988 – 2003) – Full album.


I R.E.M. sono stati un gruppo rock statunitense attivo dal 1980 al 2011.[2]

Formatosi ad Athens (Georgia) il 5 aprile 1980 (data riconosciuta dalla stessa band come atto di fondazione vera e propria del gruppo, che provava assieme sotto diversi nomi già dal 1979), la sigla R.E.M. sta per rapid eye movement, la fase del sonno in cui si sogna; i componenti del gruppo scelsero tale nome anche perché “suonava bene”. La pronuncia inglese è lettera per lettera (/ɑː iː ɛm/), ma in italiano viene generalmente pronunciata come acronimo (“rèm”).

Nell’arco degli ultimi 25 anni, i R.E.M. sono stati riconosciuti come uno dei gruppi più importanti per la definizione dell’estetica della musica underground e indie degli Stati Uniti.[3] La loro influenza, infatti, si estende ancora oggi su moltissime formazioni, etichette e scene musicali.[4]

Il gruppo ha virtualmente definito l’espressione “rock alternativo” degli anni ottanta (college rock)[5], dimostrando alle stazioni radio, un po’ alla volta, che trasmettere brani con prevalente uso delle chitarre non era una cosa negativa.[6]

Nella loro trentennale carriera hanno venduto all’incirca 85 milioni di dischi.[7]

http://it.wikipedia.org/wiki/R.E.M._%28gruppo_musicale%29

R.E.M. was an American rock band from Athens, Georgia, formed in 1980 by singer Michael Stipe, guitarist Peter Buck, bassist Mike Mills, and drummer Bill Berry. One of the first popular alternative rock bands, R.E.M. released its first single, “Radio Free Europe“, in 1981 on the independent record label Hib-Tone. The single was followed by the Chronic Town EP in 1982, the band’s first release on I.R.S. Records. In 1983, the group released its critically acclaimed debut album, Murmur, and built its reputation over the next few years through subsequent releases, constant touring, and the support of college radio. Following years of underground success, R.E.M. achieved a mainstream hit in 1987 with the single “The One I Love“. The group signed to Warner Bros. Records in 1988, and began to espouse political and environmental concerns while playing large arenas worldwide.

By the early 1990s, when alternative rock began to experience broad mainstream success, R.E.M. was viewed by subsequent acts such as Nirvana and Pavement as a pioneer of the genre and released its two most commercially successful albums, catapulting it to international fame, Out of Time (1991) and Automatic for the People(1992), which veered from the band’s established sound. R.E.M.’s 1994 release, Monster, was a return to a more rock-oriented sound, but still continued its run of success. The band began its first tour in six years to support the album; the tour was marred by medical emergencies suffered by three band members. In 1996, R.E.M. re-signed with Warner Bros. for a reported US$80 million, at the time the most expensive recording contract in history. Its 1996 release, New Adventures in Hi-Fi, though critically acclaimed, fared worse commercially than expected. The following year, Bill Berry left the band, while Buck, Mills, and Stipe continued the group as a trio. Through some changes in musical style, the band continued its career into the next decade with mixed critical and commercial success, despite having sold more than 85 million records worldwide and becoming one of the world’s best-selling music artists of all time.[4] In 2007, the band was inducted into the Rock and Roll Hall of Fame. R.E.M. disbanded amicably in September 2011, announcing the split on its website.

http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=R.E.M.&oldid=655457124

Annunci

La vita è viaggio


La vita è viaggio

La vita è il più bel viaggio che ci possa capitare,
ma non basta guardare fuori dai finestrini,
noi non siamo semplice parte del paesaggio:
siamo parte attiva e il nostro credere o pensare
non dovrebbe rimanere in silenzio, così come
mai si deve tacere la nostra emozione.

La vita è ricchezza che ci rende migliori
e possiamo guardare alle opportunità
di un passato che insegna,di un futuro sconosciuto
ed un presente che è ora,in questo attimo,
ed è in esso che dobbiamo respirare ogni suo valore.

La vita è esperienza che resta indelebile dono
da proiettare nello spazio e nel tempo
che ci è concesso di attraversare
perchè solo così avrebbe senso
il nostro passaggio chiamato apprendimento.

La vita non è solitudine ma è l’armonia
dello scambio con condivisione e capacità
di portare agli altri quelle gocce d’oceano
che siamo, ogni goccia è capace di formare
il mare che tutto lambisce e ci rende amore.

01.03.2003 Poetyca

Life’s journey

Life is the most beautiful journey that can happen,
but not enough to look out the windows,
we are not simply part of the landscape:
we are active and our believing or thinking
should not remain silent, as well as
must never be silenced our emotion.

Life is wealth that makes us better
and we can look at opportunities
of a past that sign, of an unknown future
and that it is now, at this moment,
and we breathe it in all its value.

Life is experience which remains indelible gift
to be projected in space and time
that we are allowed to cross
because only then would make sense
our passage called learning.

Life is not solitude but the harmony
with the exchange and sharing capabilities
to bring those to the other drops of ocean
who we are, every drop is capable of forming
the sea that washes us and makes us all love.

01.03.2003 Poetyca

Nove sutra sulla pace


Nove sutra sulla Pace

I sutra sono fili di un’unica collana.
Insieme formano il gioiello chiamato Pace.

1. La pace è partecipazione all’armonia del ritmo dell’Essere

La pace non altera il ritmo della realtà. Non è statica, né dinamica. Non è nemmeno un movimento dialettico. E non significa assenza di forze o di polarità. L’Essere è ritmico, è ritmo, integrazione a-dualista del movimento e del riposo. La cultura tecnocratica occidentale, coltivando l’accelerazione, ha sconvolto i ritmi naturali: è senza pace.

2. È difficile vivere senza pace esterna; impossibile senza pace interna.

Ogni giorno, dopo l’ultima guerra mondiale, mille persone muoiono vittime della guerra. In tutto il mondo vi sono milioni di profughi, bambini nelle strade e persone che muoiono di fame. Non si deve minimizzare questa degradazione umana della nostra razza. Ma se la pace interna sussiste c’è ancora speranza. D’altronde non si può godere di una pace interna se il nostro ambiente umano ed ecologico è vittima di violenze e di ingiustizie. In tal caso la pace interna è un’illusione. E nessun autentico saggio (da Buddha a Cristo) si rinchiude nell’egoismo e nell’autosufficienza.

3. La pace: non la si conquista per se stessi, né la si impone agli altri. È dono dello Spirito

La pace non proviene né da spiritualità masochiste, né da pedagogie sadiche. I regimi imposti non fondano la pace per chi li riceve: bambino, povero, famiglia o nazione che sia. A noi manca l’atteggiamento più femminile del ricevente. La natura della pace è d’essere grazia, dono. È frutto di una rivelazione: dell’amore, di Dio, della bellezza della realtà, è esistenza della provvidenza, bontà della creazione, speranza, giustizia. È Gabe e Aufgabe, dono e responsabilità.

4. La vittoria ottenuta con la sconfitta violenta del nemico non conduce mai alla pace

La maggior parte delle guerre ha trovato giustificazione come risposta a trattati di pace anteriori. I vinti riappaiono ed esigono ciò che è stato loro rifiutato. La stessa repressione del male non ha risultati durevoli. La pace non è il risultato di un processo dialettico del bene contro il male. Il giovane rabbino di Nazaret invitava a far crescere insieme grano e zizzania. La pace fugge il campo dei vittoriosi (Simone Weil). La vittoria è sempre sulle persone; e le persone non sono mai assolutamente cattive.

5. Il disarmo militare richiede un disarmo culturale

La civiltà occidentale ha sviluppato un arsenale di armamenti, qualitativamente e quantitativamente; deve esservi un che di inerente a questa cultura: spirito di competizione, soggettività, tendenza a trascurare il campo dei sentimenti, senso di superiorità, di universalità, ecc.. Il fatto che i discorsi [per la pace, nella civiltà occidentale] si concentrino sulla distruzione degli armamenti, senza prestare attenzione alle questioni più fondamentali, costituisce un esempio di questo stato spirituale. Allora il disarmo culturale – prerequisito per la pace – è difficile almeno come quello militare. Implica una critica alla cultura e un approccio autenticamente interculturale.

6. Nessuna cultura, religione o tradizione può risolvere isolatamente i problemi del nostro mondo

Oggi nessuna religione potrebbe fornire risposte universali (se non altro perché le domande non sono le stesse). Purtroppo nel momento in cui gran parte delle religioni tradizionali tendono a deporre il manto dell’imperialismo, del colonialismo e dell’universalismo, la cosiddetta visione “scientifica” del mondo sembra raccogliere l’eredità culturale di questi atteggiamenti. Qui bisognerebbe citare la parola pluralismo.

7. La pace appartiene principalmente all’ordine del mythos, non del logos

Shalom, pax, eirene, salam, Friede, shanti, píng-an…: la Pace è polisemica; ha numerosi significati. La mia nozione di pace può non essere pacifica per qualcun altro. La pace non è sinonimo di pacifismo. È un mito, qualcosa in cui si crede in quanto dato. Ma non è irrazionale, anzi rende intelligibile l’atto di intendere. Un tempo la pace veniva firmata in nome di Dio; nella nostra epoca la pace sembra un mito unificante emergente ed è anche in suo nome che si fa guerra. Il mythos non dev’essere separato dal logos, ma i due non dovrebbero venire identificati.

8. La religione, via verso la pace

La religione è stata sempre considerata in passato come via di salvezza. Perciò le religioni erano fattori di pace interiore per i propri adepti e di guerre per gli altri. È un fatto che gran parte delle guerre nel mondo sono state guerre religiose. Oggi siamo testimoni di una trasformazione della nozione stessa di religione: le religioni sono modi di raggiungere la pace (non significa ridurle ad un unico denominatore). E la strada per la pace è rivoluzionaria: esige l’eliminazione dell’ingiustizia, dell’egoismo e della cupidigia.

9. Perdono, riconciliazione, dialogo: solo essi conducono alla pace

Punizione, indenizzo, restituzione, riparazione e cose simili non portano alla pace, non spezzano la legge del karma. Credere che ristabilire l’ordine spezzato risolva la situazione è un modo di pensare grossolano, meccanicistico e immaturo. L’innocenza perduta esige la redenzione e non il sogno di una paradiso ritrovato. La via verso la pace è in avanti e non indietro. La storia umana esige perdono. Per perdonare ci vuole una forza che vada oltre l’ordine meccanico di azione-reazione, ci vuole lo Spirito Santo, Amore pilastro dell’universo.

Da: Raimon Panikkar, Pace e interculturalità, Jaca Book, Milano 2002. (Adattamento. Col permesso dell’A.)

Da: http://www.saveriani.bs.it/cem/Rivista/arretrati/2003_03/sutra.htm

 

Nine sutras on Peace 

The sutras are strings of single necklace. 
Together they form the jewel called Peace. 

1. Peace is the harmony of the participation rate of Being 

Peace does not alter the rhythm of reality. Is not static nor dynamic. It is not a dialectical movement. It does not mean lack of power or polarity. Being is rhythmic, it’s rhythm, integration-dualist movement and rest. Western technocratic culture, cultivating the acceleration, has disrupted the natural rhythms: it is no peace. 

2. It’s hard to live without external peace; impossible without inner peace. 

Every day after the last world war, a thousand people die of war victims. Throughout the world there are millions of refugees, children in the streets and people dying of hunger. We must not minimize this degradation of our human race. But if there is internal peace, there is still hope. On the other hand you can not enjoy internal peace if our human and ecological environment is the victim of violence and injustice. In this case, the inner peace is an illusion. And no authentic essay (from Buddha to Christ) to be contained in self and selfishness. 

3. The peace is won not by themselves, nor can it imposes on others. It is a gift of the Spirit 

Peace does not come as spirituality or masochistic, sadistic nor pedagogies. The regimes imposed do not establish peace for those who receive them: child poverty, family or nation it is.We miss the attitude of the recipient female. The nature of peace is to be grace, a gift. It is the result of a revelation of love, of God, the beauty of reality is existence of providence, the goodness of creation, hope, justice. It’s Gabe and Aufgabe, gift and responsibility. 

4. The violent victory with the defeat of the enemy never leads to peace 

Most wars have been justified as a response to earlier peace treaties. The vanquished reappear and demand what they have been refused. The same repression of evil has no lasting results. Peace is not the result of a dialectical process of good versus evil. The young rabbi from Nazareth invited to wheat and weeds grow together. Peace fled the camp of the victors (Simone Weil). The victory is always on people, and people are never quite bad. 

5. The military disarmament disarmament requires a cultural 

Western civilization has developed an arsenal of weapons, both qualitatively and quantitatively, there must be something inherent in this culture: the spirit of competition, subjectivity, a tendency to overlook the range of feelings, a sense of superiority, universality, etc. .. The fact that the speeches [for peace in Western civilization] focus on the destruction of weapons, while ignoring the more fundamental issues, is an example of this spiritual state. Then disarmament culture – a prerequisite for peace – at least as hard as military. Implies a critique of culture and intercultural approach authentically. 

6. No culture, religion or tradition alone can solve the problems of our world 

Today, no religion could provide universal answers (if only because the questions are not the same). Unfortunately, when most of the traditional religions tend to lay the mantle of imperialism, colonialism and universalism, the view of so-called “scientific” in the world seems to collect the cultural heritage of these attitudes. Here one should mention the word pluralism. 

7. Peace belongs mainly to the order of the mythos, not the logos 

Shalom, Pax, Eirene, salam, Friede, shanti, Ping-an …: Peace is polysemic; has many meanings. My notion of peace can not be peaceful for someone else. Peace is not a synonym for pacifism. It is a myth, something you believe as facts. But it is not irrational, even the act of understanding makes it intelligible.Once peace was signed in the name of God, peace in our time seems to be a unifying myth and it is also emerging in his name that makes war. The mythos should not be separated from the logos, but the two should not be identified. 

8. Religion, on the road to peace 

Religion has always been considered in the past as a way of salvation. Therefore, religions were factors of inner peace for their followers and other wars. It is a fact that most wars were religious wars in the world. We are witnessing a transformation of the very notion of religion: the religions are ways of achieving peace (means do not reduce them to a common denominator).And the path to peace is revolutionary: it requires the elimination of injustice, selfishness and greed. 

9. Forgiveness, reconciliation, dialogue: they alone lead to peace 

Punishment, indemnification, restitution, reparation and things like that do not lead to peace, do not break the law of karma.Believe that restoring order to resolve the situation is a broken way of thinking crude, mechanistic and immature. The innocence lost and do not require the redemption of the dream of a paradise regained. The road to peace is forward and not backward. Human history requires forgiveness. To forgive takes a force that goes beyond a mechanical action-reaction, we want the Holy Spirit, Love pillar of the universe. 

From: Raimon Panikkar, Peace and Interculturalism, Jaca Book, Milan 2002. (With permission from the A Adattament..) 

From: http://www.saveriani.bs.it/cem/Rivista/arretrati/2003_03/sutra.htm

Passa la vita


Passa la vita

Passa la vita
con i suoi giorni
di malinconia
e c’eri tu
che piangevi
che ridevi
tra passi nell’ombra
e canti nel sole

C’eri tu
che restavi
a guardare

Ma tutto passa
e tutte le ore
piene di sale
e di follia
non le ritrovi

Solo un tesoro
ti porti dentro
e non lo perdi
e non perderai

Se non lo sai ora
dopo lo scorrere
della tua vita
lo scoprirai

Passa la vita
passi e sorrisi
e tra le tue dita
resti Tu

Soltanto Tu
che con l’emozione
cresciuta nel tempo
ti ritroverai

19.01.2003 Poetyca

Skip life

Switch life
with his days
melancholy
and you were there
crying
who laughed
distance between the shadows
and singing in the sun

Were you
remained
watching

But everything goes
and all hours
full of salt
and madness
not find

Only a treasure
take you inside
and lose it
Do not miss

If you do not know now
after the passing
of your life
you’ll find out

Switch life
steps and smiles
and between your fingers
You remain

Only You
that with the emotion
increased over time
you’ll find yourself

19.01.2003 Poetyca

Nuovi percorsi


Nuovi percorsi

Vivi gli attimi
intensi e veri
snocciolato rosario
del tempo andato
Vivi e respira
i petali di rosa
che sanno far dono
dei colori del tempo
Conserva nella memoria
anche questo istante
– lacrime nel deserto –
che avrà dato vita
a nuovi percorsi

27.10.2003 Poetyca

New Pathways

Live the moments
intense and true
pitted rosary
of the past
Live and breathe
rose petals
who know how to make a gift
the colors of the time
Keeps in mind
even this moment
– crying in the wilderness –
that have given rise
to new paths

27.10.2003 Poetyca

Nulla e Tutto


Nulla e Tutto

Nulla è luce
nulla è tenebra
nel perpetuo equilibrio
tra contrari percorsi
Tra domande arcane
si cerca risposta
che riconduca al Tutto

03.10.2003 Poetyca


Nothing and Everything

Nothing is light
nothing is darkness
in perpetual balance
against paths between
Among arcane questions
you try to answer
All of which brings to

03.10.2003 Poetyca

Notte magica


Notte magica

Odore di stelle la notte
Sirio regala energie arcane
mentre ci inebriamo
a distanze diverse
la magica visione
– ci chiama-
Intense energie
generate nel buio
Musiche in risveglio
magnetiche cosmogonie
danzano nell’anima
Ellissi vorticano
mentre trasmettono
le nostre emozioni
Ricolmi di trasfusa
incontenibile gioia
sappiamo già
dove ci incontreremo

24.08.2003 Poetyca

 

Magic night

Smell of stars the night
Sirius offers arcane energies
while intoxicated
at different distances
the magical vision
– calls us-
Intense energy
generated in the dark
Music awakening
magnetic cosmologies
soul dance
Ellipses swirl
while transmitting
our emotions
Filled with transfused
irrepressible joy
we already know
where we meet us

24.08.2003 Poetyca

Ti attendo


Ti attendo

Verrà a mancarmi
la tua dolcezza
racchiusa in parole
in osservazioni del mondo
e in palpiti di vita:
piccoli scambi d’un universo
costruito in briciole
di sogni e di speranze
Ma ti attendo
con un sorriso nuovo
e la voglia di essere
ancora compagna
di piccole gocce
di verità vissuta

27.06.2003 Poetyca

I await you

Will be missing
your sweetness
contained in words
in observations of the world
and thrills of life:
small exchanges of a universe
built in crumbs
of dreams and hopes
But I look forward
with a new smile
and the desire to be
even companion
of droplets
lived truth of

27.06.2003 Poetyca

Ombre


Ombre

Giochi di ombre
sulla parete
nate da fiamma
che regala sogni
poi…
Un soffio e tutto riposa
nel mistero non svelato
di attimi racchiusi
in un’ anima in volo

18.11.2003 Poetyca

Shadows

Of shadows
on the wall
born of fire
that gives dreams
then …
A breath and everything rests
the mystery is not revealed
moments of enclosed
in a soul on flight

18.11.2003 Poetyca

Ovunque io sia


Ovunque io sia

Ovunque io sia
tu mi raggiungi
e solleciti i mie voli
istanti preziosi
che come diamanti
impreziosiscono l’anima
Ovunque io respiri
sei nei miei aliti
e sovrasti il mio essere
per restare aggrappato
in un silenzio
che diviene suono
Ovunque io sogni
mi pennelli come tela
donandomi i tuoi colori
e la vita continua
sempre…
ovunque e senza abbandono

14.09.2003 Poetyca

Anywhere I am

Anywhere I am
you join me
and reminders to my flight
precious moments
that like diamonds
enhance the soul
Anywhere I breathe
you’re in my breaths
and dominates my being
to have stayed tied 
in a silence
sound that becomes
Anywhere I dream
you l painting me like canvas
giving me your colors
and life goes on
always …
anywhere and without neglect

14.09.2003 Poetyca

Pagine nuove


Pagine nuove

Vengo a trovarti qui
tra queste tue pagine
che son nuove
anche se nate da lontano
per porgerti parole
che contengano una goccia
di gioia insieme ad un pensiero
per augurarti un viaggio sereno
tra le onde della vita

Brezze e carezze
nei sospiri di cielo
che nutrono speranze
e colorano gli attimi
con colori d’arcobaleno

Respiri del tempo
che ha inciso il passo
nelle pieghe del cuore
e sei qui a farti domande
su un destino in attesa
di risposte nuove

Socchiudi gli occhi
e raccogli i sogni
che mai smettono
d’accompagnare
istanti preziosi
senza prezzo

Sorridi ancora
mentre puoi respirare
quel dono prezioso
che palpita eterno
perché la vita
mai smette di donarsi
e di donare istanti
d’immenso valore

26.06.2003 Poetyca

New pages

I come to see you here
between these on your pages
who are new
even if born from a distance
to give us words
containing a drop
together with a thought of joy
wish you a peaceful journey
the waves of life

Breeze and caresses
the sighs of the sky
Hopes are that
and the color moments
colors of the rainbow

Breath of time
which affected the pace
in the folds of the heart
and are here to ask questions
a destiny waiting
new answers

Close my eyes
Pick up your dreams
that never stop
to accompany
precious moments
no price

Smile again
while you breathe
that precious gift
that beats forever
because life
never ceases to give himself
and to give instant
of immense value

26.06.2003 Poetyca

Ombre


Ombre

Giochi di ombre
sulla parete
nate da fiamma
che regala sogni
poi…
Un soffio e tutto riposa
nel mistero non svelato
di attimi racchiusi
in un anima in volo

18.11.2003 Poetyca

 

Shadows

Games of shadows
on the wall
born of fire
that gives dreams
then …
A breath and everything rests
the mystery is not revealed
moments of enclosed
a soul in flight

18.11.2003 Poetyca

Nulla


Nulla

Nulla è lontano
se il silenzio riempie
della sua magia
Nulla è perduto
se raccogli i sogni
e li fai sciogliere
con dolcezza nell’anima
Balsamo che lenisce
il cammino polveroso
e racconta della vita
le intense emozioni
Stelle fulgide
che illuminano le notti
con luce d’amore

12. 08.2003 Poetyca

 

Nothing

Nothing is far away
if the silence fills
its magic
Nothing is lost
if you collect the dreams
and make them melt
with gentle soul
Balm that soothes
the dusty road
and tells of life
the intense emotions
Stars shining
that light up the night
light of love

12. 08.2003 Poetyca

Oltre


Oltre

E tra voli d’anima e di desiderato ardore
tu lo sai che puoi essere oltre ogni confine
…Oltre le pareti del nulla che mai saranno
… la tua prigione

04.09.2003 Poetyca

 

Over

And flights between soul and passion that you want
you know you can be beyond any boundary
Beyond the walls … nothing ever will
… your prison

04.09.2003 Poetyca

Occhi


Occhi

Occhi che celano mistero : ricordi
vita in fotogrammi tra sogni infranti
e passato ormai andato lontano

Occhi frammento di cielo
e movimento di foglie
che lievi sfiorano

Occhi trafitti di dolore
o color speranza
per il tempo che mai muore

11. 11. 2003 Poetyca

Eyes

Eyes hidden mystery: memories
life in frames between broken dreams
now past and gone away

Eyes piece of heaven
and movement of leaves
that slight touch

Eyes transfixed with pain
or the color of hope
for the time that never dies

11. 11. 2003 Poetyca

Nuvola


Nuvola

Avidi occhi cercano luce
nelle ingannevoli notti :
Lucenti spilli segnano
sogni e respiri
Sono rose a segnare
il colorato cammino
tra cielo e terra
tra voporosi attimi
che come petali
cadendo danzano
in sospinta nuvola
d’immensa emozione

22.09.2003 Poetyca

 

Cloud 

Greedy eyes seek light
in misleading nights:
Shiny pins mark
dreams and breathe
They rose to score
the colorful journey
between heaven and earth
between moments voporosi
like petals that
fell dance
driven into the cloud
of great emotion

22.09.2003 Poetyca

Vita


Vita

Prendi questo treno
e quando guardi fuori
dai finestrini colorati
cattura ogni palpito
e respira ogni istante
che ha il sapore di sogno
che conduce alla vita
e mai smette di viaggiare

17.03.2003 Poetyca

Life

Take this train
and when you look out
the windows stained
capture every heartbeat
and breathe every moment
that has the flavor of dream
that leads to life
and never stop traveling

17.03.2003 Poetyca

Voli d’anima


Voli d’anima

Sono le ingiustizie degli uomini
che non guardano
non nutrono il cuore
e nel cammino arido
dimenticano d’amare

Sono i visi voltati nei troppi silenzi
che dimenticano
le voci che gemono
nel freddo di notti
in strade buie

Sono le tasche piene
nelle corse affannate
per il possesso
di vile denaro
a cancellare i voli d’anima

23.01.2003 Poetyca

Flights soul

These are the injustices of men
who do not look
do not feed the heart
and the road dry
forget to love

The faces are turned in too many silences
oblivious
voices moan
in cold nights
in dark streets

These are the deep pockets
racing anxious
for possession
of base money
to cancel the flights of the soul

23.01.2003 Poetyca

Intorno


Intorno

Ti guardi intorno
e non trovi
nel mondo
quel che hai cercato
Vorresti comprendere
quale sia la strada da seguire
Quel dito puntato
presto giudica
ogni tuo pensiero
Ma è umano giudice
che non conosce
le leggi in cielo

04.02.2003 Poetyca

Around

You look around
and can not find
Worldwide
that you tried
Would you like to understand
what is the way forward
That finger pointing
judges soon
all your thoughts
But it is human judge
who does not know
laws in the sky

04.02.2003 Poetyca

Aquiloni


Aquiloni

A volte vorrei per tutti il diventare come aquiloni, capaci di vedere le cose da una diversa prospettiva; che portando con noi altre persone, si possa insieme comprendere che tutto quello che appariva in un modo, in realtà, era diverso. Si, non è facile…

Ma se sai conservare; malgrado tutto, i tuoi colori ,la tua leggerezza; se sai addomesticare il vento, avere resistenza anche di fronte a chi cerca di spezzare il tuo filo di speranza, a chi cerca di trattenerti troppo o non sa comprendere dove sia il tuo posto e ti vorrebbe con un filo troppo corto…
Comprendi che è meglio combattere contro il vento, che ormai conosci, che contro chi, invece di volare con te, cerca di trattenerti da quel filo.

Poetyca

Kites

Sometimes I want to be like all the kites, capable of seeing things from a different perspective, we bring other people, we can all understand that everything seemed in a way, in fact, was different. It is not easy …

But if you can keep, in spite of everything, your colors, your light, if you can tame the wind, have resistance even in the face of those who try to break your ray of hope to those who seek to detain or can not understand where it is your place and you would like a little too short …
Understand that it is better to fight against the wind, now you know, against those who, instead of flying with you, try to keep you from that thread.

Poetyca

Cuore inciso


Cuore inciso

Pioggia
non lava più colpe
che infangano coscienze
Ormai mute le ore
non regalano vita
a chi ha perduto
il vero ascolto

Immagini
restano impigliate
e non si cancellano
Lava dolente
fluisce
incide il cuore:
indelebile sospiro

04.02.2003 Poetyca

 

Heart engraved

Rain
not washing more faults
that shame consciences
Now mute the hours
not give life
those who have lost
Real listening

Images
entangling
and do not cancel
Lava sore
flows
affects the heart:
indelible sigh

04.02.2003 Poetyca


Costruire amore


Costruire amore

Per vedere quel giorno
in cui ogni cuore spera
si comincia dal poco
e non bisogna andare lontano

Un guerra è il risultato estremo
di pregiudizi e mancato dialogo
e non serve a nulla chiudere
le porte al giorno
serrare i pugni e le finestre

Solo aprendo gli occhi
e accogliendo chi accanto vive
ascoltandone la voce
perchè ognuno nella diversità
ha qualcosa da dare
impareremo un giorno
a posare un mattone
per costruire amore

22.03.2003 Poetyca

Building love

To see that day
in which every heart hopes
one begins with the little
and we should not go away

A war is the extreme result
prejudices and lack of dialogue
and is useless to close
doors per day
tighten their fists and the windows

Just open your eyes
and accepting who lives next
listening to the voice
because everyone in the diversity
has something to give
we will learn one day
to lay a brick
love to build

22.03.2003 Poetyca

Il senso


Il senso

Cerco il senso:
Sinfonia
in monocromia
di un assolo
al ritmo spezzato
d’un sogno senza suono

Orchestra
d’armoniche voci
in un coro
di colori vivi
per l’elevarsi
d’ogni respiro

Ascolto
d’assorto momento
che espande l’attimo
oltre il tempo
d’intuibile moto
del tuo universo

04.11.2003 Poetyca

The sense

Seeking meaning:
Symphony
mono
a solo
the broken rhythm
a dream without sound

Orchestra
harmonics entries
in a choir
bright colors
the rise
of each breath

Listen
absorbed in the moment
expanding the moment
over time
guess of motion
your universe

04.11.2003 Poetyca

Il silenzio


Il silenzio

Senti il peso del silenzio
quando non sei solo
– parole senza senso –
che non ti raggiungono
eco che rimbalzano
per comprendere
che tra la folla
ti tuffi in strade
di vuota solitudine

Ma c’è chi nella mente
vorrebbe il frastuono
Insopportabile silenzio :
urla per coprire voce
Meglio la folla avvolgente
trascina come serpente
e porta lontano
dal proprio ascolto

21.11.2003 Poetyca

Silence 

Feel the weight of silence
when you’re not alone
– words without meaning –
you do not reach
echo bouncing
to understand
that the crowd
you dive in streets
of empty loneliness

But some in the mind
would like the noise
Unbearable silence:
voice screaming for cover
Better the crowd enveloping
drag as a snake
and takes away
from your listening

21.11.2003 Poetyca

Eternità


Eternità

Eternità è quel tempo
dove ogni attimo
non ha fine
e senza un prima
e neppure un dopo
puoi attraversare
ogni confine
che ostacolava
la nascita del sogno
Qui e ora
tutto prende colore
come brezza e voli
nell’anima espansa
Solo uno il suono
che dall’infinito avvolge
e non abbandona
Tutto è amore
che guida l’anima
e i suoi voli

11.09.2003 Poetyca

Eternity

Eternity is the time
where every moment
no end
and without a first
and even after a
you can go through
all boundaries
that hindered
the birth of the dream
Here and Now
everything comes to color
as wind and flying
soul expanded
Only a sound
that surrounds the infinite
and does not abandon
Everything is love
that drives the soul
and its flights

11.09.2003 Poetyca

Gocce


Gocce

Gocce ed essenza
respiro ed immenso
sogno e presenza
e da una piccola stilla:
tutto è vita

17.11.2003 Poetyca

Drops

Drops and essence
breath and immense
dream and the presence
and a small drop:
everything is life

17.11.2003 Poetyca

 

Piccola fata


Piccola fata

Sempre ci sono stata
e sempre ci sono
tra pensieri e palpiti
con colori d’arcobaleno

Passi di luce
che tingono il cielo
e stelle splendenti
che disegnano speranze

Piccola fata
che traccia emozioni
con cuore in festa
e sogni nuovi

15.03.2003 Poetyca

Little fairy

I was always there
and there are always
between thoughts and thrills
colors of the rainbowSteps of light
tinting the sky
and shining stars
hopes that draw

Little fairy
Mapping emotions
with heart in celebration
and new dreams

15.03.2003 Poetyca

Sfumature poetiche


amorepace Riflessi di poesia Fantasia che nulla costa, scacciata a volte come fosse follia. Sorriso nel cuore che regala speranze incupito da realtà logore che non donano respiro Indossa i sogni,falli volare e sarai più vivo. © Poetyca In note colorate, pensieri, respiri nel tempo che hanno lasciato addosso emozioni. Provo a condividere il mio sentire

Raccolta di Poesie di Poetica

Percorso di interiorità avvenuto tra  il 1998 ed il 2015.

Sfumature poetiche

Archivio annuale

Anno 1983 Anno 1999 Anno 2000

Anno 2001 Anno 2002 Anno 2003

Anno 2004 Anno 2005 Anno 2006

Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009

Dedicato a chi ha colpito il mio sentire, chi mi ha regalato sensazioni e riflessioni e a chi in esse si riconosce.Se qualcosa resta,se briciole rimangono In chi mi legge nulla è stato vano. Ovunque si posi il tuo sguardo, vedi la natura intorno,ovunque tu vada hai un sentiero. Ovunque tu sia cerca nel cuore. Tutto è vibrazione, musica, un’unica fonte.Tutto è AMORE, non lo tenere per te,non servirebbe a nulla, regalalo.


Reflections of Fantasy poetry that costs nothing, sometimes driven away like crazy. Smile in your heart that gives hope darkened by shabby reality that give breath Wear dreams, make them fly and be more alive. © Poetyca In colored notes, thoughts, breathe in the time left on emotions. I try to share my feeling

Portrait

Of

Woman

Collection of Poems Poetry

Inner path occurred between 1998 and 2010.

Dedicated to those who hit my feelings, who gave me feelings and thoughts in them and who riconosce.Se something is, if people read my crumbs remain in nothing is in vain. Wherever you lay your eyes, see the nature around wherever you go you have a path. Wherever you look in my heart. Everything is vibration, music, single font .All is LOVE, not hold for you, would serve no purpose, given away.

Sfumature poetiche

(Universal love)


Menù sito Poetyca

Ritratto di Donna Attimi intensi

Oceano orizzonte Il sacchetto dei sogni

Infiniti spazi Frammenti di vita

Voci e Armonie Brezze e piume


Bookmark and Share


Fratello orso


Fratello Orso

E dove lo spazio non esiste
si abbattono distanze
– ovunque la voce dello Spirito –
E dove i sentieri raccontano le storie
di popoli e percorsi
di lune e stagioni
sono le Primavere nuove
ad avvolgere di saggezza
l’ Orso e l’Aquila
– fratelli di sangue –
mentre il Grande Spirito sorride
Praterie e ciuffi d’erba
che ondeggiano nel vento
profumi e ricordi
che scorrono nelle vene
nell’orgoglio di memorie
che non si cancellano
Fratello Orso respira e sorridi
per tutto il tempo che hai vissuto
sorridi per quello che vivrai
perché non sei solo
e mai lo sarai

22.11. 2003 Poetyca

 

Brother Bear

Where space does not exist
they fall distances
– wherever the voice of the Spirit –
And where the trail tell the stories
of people and locations
moons and seasons
Springs are the new
to wind of wisdom
‘s Bear and the Eagle
– blood brothers –
as the Great Spirit smiles
Grasslands and tufts of grass
swaying in the wind
scents and memories
flowing in the veins
pride of memories
that are not cleared
Brother Bear breathe and smile
for as long as you have lived
Smile for what you will live
because you’re not alone
and never will be

22.11. 2003 Poetyca