Risultati della ricerca per: 2013

Magia in ascolto


magiainascolto

Magia in ascolto

Accolgo il cuore
di questo attimo
sinuoso incontro
di mille impercettibili
 scaglie vive
Colore iridescente
in punta di dita
danza a pelo d’acqua
nutrimento e petali
nella magia in ascolto

09.04.2013 Poetyca

Magic listening

I welcome the heart
this moment
sinuous meeting
a thousand imperceptible
flakes lives
Iridescent color
at your fingertips
dance on the water
nourishment and petals
in magic listening

09.04.2013 Poetyca

Annunci

★ cღPoeti amici ღ★


alessandronovelli

Viaggiamo col cuore

Viaggiando
con il cuore
e con la mente
nel tempo irreale
e passando
sui ponti delle notti
tra luna e stelle
e tra i ricordi amati …
tutto diventa allor quasi reale.

Silenzio …
tra spazi conservati
e sensazioni affascinanti,
tratti di pensieri nella mente,
come fari accesi agli orizzonti,
si cercano tra nomi sconosciuti
per illuminare il buio della notte.

Tra ombre
appena chiare
appare fuggitiva
una figura:
é l’alba nuova
che già viene avanti ….
per stringerci le mani
e farci divenire amanti!

Alessandro Novelli © Dir.Ris.

We travel with your heart

Travelling
with the heart
and mind
in unreal time
and passing
on the decks of nights
between the moon and stars
between memories and loved …
Then everything becomes almost real.

Silence …
between spaces preserved
and fascinating sensations,
Whether thoughts in the mind,
as headlights on the horizons,
search each unknown names
to illuminate the darkness of the night.

Among shadows
just clear
appears fugitive
a figure:
is the new dawn
that is already on ….
to shake hands
and let us become lovers!

Alessandro Novelli © Dir.Ris.

Eterno ritorno


eterno ritorno

Eterno ritorno

Strisce di cielo
ricamano luce
per aprire un varco
tra le falde antiche
di un pensiero

Satelliti orbitanti
frammenti di vita
in cerca di senso
ora tacciono
respirando l’attimo

Sedimentano impressioni
mentre l’alba
accende il giorno
anche oggi la pace abbraccia
in un eterno ritorno

31.01.2013 Poetyca

Eternal return

Strips of sky
embroider light
to open a gate
between ancient groundwater
of a thought

Orbiting satellites
fragments of life
in search of meaning
are now silent
breathing the moment

Sediment impressions
while dawn
lights the day
even today peace embraces
in an eternal return

31.01.2013 Poetyca

Non temere – Do not fear


🌸Non temere🌸

Tu
non temere
sul percorso
il vento
urlante
in ricerca
di spazio
No
non temere
mai
attimi
densi
di ombre
ed illusione
Ricerca
in te soltanto
la luce
capace
di mettere
ordine
nel caos

03.01.2018 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Do not fear

You
do not fear
on the route
the wind
screaming
in research
of space
No
do not fear
never
instants
dense
of shadows
and illusion
Search
in you only
the light
to be able
to put
order
in chaos

03.01.2018 Poetyca

Roy Harper Full Concert – London 1990


[youtube https://youtu.be/MvvmDWqM7SM]

 

Roy Harper (Rusholme, 12 giugno 1941) è un cantautore inglese. Il suo stile è caratterizzato da lunghe digressione strumentali, da un particolare uso della voce e da testi spesso bizzarri.

https://it.wikipedia.org/wiki/Roy_Harper

Roy Harper (born 12 June 1941) is an English folk rock singer, songwriter and guitarist who has been a professional musician since 1964. Harper has released 22 studio albums and 10 live albums across his 50-year career.

Harper’s earliest musical influences were American blues musician Lead Belly and folk singer Woody Guthrie and, in his teens, jazz musician Miles Davis. Harper was also exposed to classical music in his childhood and has pointed to the influence of Jean Sibelius’s Karelia Suite. Lyrical influences include the 19th century Romantics, especially Shelley, and Keats’s poem “Endymion”. Harper has also cited the Beat poets as being highly influential, particularly Jack Kerouac. As a musician, Harper is known for his distinctive fingerstyle playing and lengthy, lyrical, complex compositions, a result of his love of jazz and Keats.

His influence upon other musicians has been acknowledged by Jimmy Page, Robert Plant, Pete Townshend, Kate Bush, Pink Floyd, and Ian Anderson of Jethro Tull, who said Harper was his “…primary influence as an acoustic guitarist and songwriter.” Neil McCormick of The Daily Telegraph described him as “one of Britain’s most complex and eloquent lyricists and genuinely original songwriters.”[7] His influence reached across the Atlantic where he was acknowledged by Seattle-based acoustic band Fleet Foxes, American musician and producer Jonathan Wilson and Californian harpist Joanna Newsom with whom he has also toured.

In 2005, Harper was awarded the MOJO Hero Award, and in 2013 a Lifetime Achievement Award at the BBC Radio 2 Folk Awards. In 2011, to celebrate his 70th birthday, he performed a celebratory concert at London’s Royal Festival Hall. His most recent album, Man and Myth, was released in 2013.

https://en.wikipedia.org/wiki/Roy_Harper

La legge di affinità


gurutattwa2

La legge di affinità

“La legge di affinità ci insegna che, avendo ogni vibrazione la
tendenza a trovarne un’altra che le sia simile per fondersi con
essa, tutte le creature, con le proprie vibrazioni e le proprie
specifiche lunghezze d’onda, entrano in relazione con altri
esseri, con altre entità e altre forze nel cosmo che possiedono
le stesse lunghezze d’onda, le stesse vibrazioni. Così, con i
suoi pensieri, i suoi sentimenti e le sue azioni, l’uomo entra
in sintonia con regioni ed entità che vibrano alla medesima
lunghezza d’onda, e per la forza di attrazione prima o poi essi
devono incontrarsi.
Che ne siate coscienti o meno, voi siete attirati e assorbiti
dalla regione con la quale entrate in risonanza; siete voi stessi
a orientarvi mediante la scelta del vostro ideale. Se il vostro
ideale corrisponde alla bellezza e alla luce che si trovano in
alto, nel mondo sottile, vi orienterete istantaneamente. È ovvio
però che per poterne avvertire le conseguenze sul piano fisico,
dovete lavorare ancora e ancora…”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

•♥ *¨`*•.♥*¸¸.•♥ *¨`*•.

« The law of affinity teaches us that since vibrations seek out other similar vibrations with which to merge, all creatures by means of their vibrations and their specific wavelength form relationships with other beings, other entities and forces in the cosmos of the same wavelength and vibration. Thus humans enter into affinity through their thoughts, feelings and actions with realms and beings that vibrate on the same wavelength as themselves, and sooner or later through the force of attraction they are bound to meet.
Whether you are aware of it or not, you are attracted to and absorbed by the region with which you resonate. You yourself determine this according to the ideal you choose. If your ideal is the beauty and light of the subtle world above, your destiny is instantly determined. But obviously, to feel the consequences of this on the physical plane, you must work and work… »

Omraam Mikhael Aivanhov

Traccia inestinguibile


gurutattwa2

Traccia inestinguibile

Perduta è la traccia
di passi nel cuore
dove lucenti rifulgevano
Luce ed infinito Amore
come stelle dello stesso
immutato percorso
come fari tra le asperità
di ogni notte
nella ricerca di senso
E’ stato solo il tempo
di un distratto respiro
quando volgendo gli occhi
ad occidente
un muto desiderio
mi spinse a cercare altrove
illusione ed inganno
camuffate da Verità
senza tempo
Ora vuoto del suono
inebriante e profondo
è questo cuore in ricerca
ma so che nulla si perde
lungo la via
perché incisa è la rotta
nell’anima di chi sa cercare
con umile coraggio
nella sete inestinguibile
del vero Amore

08.10.2013 Poetyca

Unquenchable trace

Lost is the trace
of steps in the heart
where shone bright
Light and infinite Love
as stars of the same
unchanged path
as beacons between the roughness
each night
in the search for sense
It was just the time
a careless breath
when turning his eyes
to the west
a mute desire
prompted me to look elsewhere
illusion and deception
disguised as Truth
timeless
Now empty sound
heady and deep
is this heart in search
but I know that nothing is lost
along the way
because the route is engraved
in the soul of those who know how to seek
with humble courage
the unquenchable thirst
of true Love

10/08/2013 Poetyca

A raccontare


sunset10

A raccontare

Se sono Aquila,sii vento
per vedere i miei voli
incontro al sole
Se sono passero ferito
sii un nido che accolga
per riprendere nel tempo
le mie forze nuove
Piccole gocce
sono le parole
che nutrono istanti
tra raggi argentei
di ogni luna nuova
…E tutto resta a raccontare
di vita e sogno senza confine

 29.08.2003 Poetyca

To recount

If you are Aquila, be wind
to see my flights
to meet the sun
If you are injured sparrow
be a nest that welcomes
to resume in time
my new forces
small drops
are the words
moments that nourish
between silvery rays
of each new moon
It all remains to tell …
and dream of life without border

  29.08.2003 Poetyca

Una perla al giorno – Hui Neng


2

Meditazione buddista: la fede in è fonte di delusione, ma trattando tutto come conseguimento del nulla,  si raggiunge merito incomparabile.

Hui Neng

Buddhist meditation: Belief in self is the source of delusion, But treating all attainment as void, attains merit incomparable.

 Hui Neng

Una perla al giorno – Sri Nisargadatta Maharaj


musica_e_parole

 

Una volta che vi  rendete conto che la strada è l’obiettivo e che siete sempre sulla strada, non per raggiungere un obiettivo, ma per godere della sua bellezza e la sua saggezza, la vita cessa di essere un compito e diventa naturale e semplice, di per sé un’estasi.

Sri Nisargadatta Maharaj

Once you realize that the road is the goal and that you are always on the road, not to reach a goal, but to enjoy its beauty and its wisdom, life ceases to be a task and becomes natural and simple, in itself an ecstasy.

Sri Nisargadatta Maharaj

Crisi ed esperienza


Crisi ed esperienzacordadalcielo2

 

Una crisi (dal greco κρίσις, decisione) è un cambiamento traumatico o stressante per un individuo, oppure una situazione sociale instabile e pericolosa.
Quando ci troviamo di fronte ai cambiamenti scatta in noi un senso di perdita, una forma profonda di disorientamento e non sappiamo agire, trovare soluzioni.
Guardiamo a quanto è andato perduto, cerchiamo di capire perché è accaduto, dimenticando di cercare invece come risollevarci dal problema o come organizzarci.
Vediamo con un senso di rivalità chi crediamo sia stato causa della nostra crisi, della perdita di potere. Ma quando, come in questo momento storico, sono molte le persone che vivono la crisi, la perdita di riferimenti, è importante comprendere come organizzarsi e come rendere creativa la ricerca di solunzioni, sopratutto con la cooperazione, con la responsabilità ed un nuovo modo di accogliere ogni esperienza come l’input per aprirci agli altri con spirito di servizio.

04.11.2013 Poetyca
Crisis and experience

A crisis (from the greek κρίσις , decision ) is a traumatic or stressful change for an individual or a social situation unstable and dangerous.
When we are faced with the changes triggered in us a sense of loss, a deep form of disorientation and do not know , find solutions.
Let us look at what has been lost, we try to understand why it happened , forgetting to look instead like to pick ourselves up from the problem or how to organize .
Let’s see with a sense of rivalry who we think was the cause of our crisis , the loss of power. But when, as in this moment in history , there are many people who live with the crisis, the loss of references, it is important to understand how to organize and how to make the search for creative solunzioni , especially with the co-operation , with accountability and a new way of welcome every experience as the input to be open to others with a spirit of service .

04.11.2013 Poetyca

L’amore


guru141

 

L’amore

 

«L’amore non si vede in un luogo e non si cerca con gli occhi del corpo. Non si odono le sue parole e quando viene a te non si odono i suoi passi.»

S. Agostino

” You do not see love in one place and you do not look with the eyes of the body. You do not hear his words, and when you do not hear his steps. “

S. Augustine

La chiave


wpid-libera1.jpg

L’Oriente possiede un’infinita’ di chiavi segrete, ma persino una sola e’ sufficiente perche’ quell’unica chiave può aprire migliaiae migliaia di porte.  
Osho 
The East has an infinite ‘secret keys, but even one and’ enough ‘cause that one key can open thousandsand thousands of doors.

Osho

Una perla al giorno – Sumedho


budda2

Meditazione buddista: Io pensavo, ‘Che parte della mia personalità mi piacerebbe vivere per sempre?’
– E io non riuscivo a trovare nulla.

Sumedho

Buddhist meditation: I used to think, ‘What part of my personality would I like to live with forever?’
― and I couldn’t find anything.

Sumedho

Musica senza fine


6

Musica senza fine

Illumina il passo
ed il senno dei confusi
Madre di tutti
dimentichi della Natura
dei suoi preziosi cicli

Regola riposo e risveglio
dove prezioso è l’uno
rinascita l’altro
su invisibili ali
poste sul cuore

Diamanti e perle
petali e voli
si fondono su note
incastonate all’anima
in musica senza fine

17.12.2013 Poetyca

Music without end

Brighten up
and the sense of confused
Mother of All
forgetful of Nature
his precious cycles

Rule rest and awakening
where one is precious
another revival
on invisible wings
placed on the heart

Diamonds and pearls
petals and flights
blend of notes
embedded soul
music in endless

17.12.2013 Poetyca

Chi siamo?


ak3_1024

Chi siamo?

Gli altri, gli accadimenti, le cose che ci fanno reagire sono solo lo specchio nel quale scrutare il nostro volto.Sono le opportunità per educare la mente, che, come l’efante fugge l’addestramento, proietta su altri le cause di un disagio, le accuse, le ” voci” che ci ideboliscono.
In psicologia Freud chiamò SuperIo questa voce che ci reguardisce:
– devi…non sei abbastanza…non sei capace…non ci riuscirai!
Se facessimo un viaggio a ritroso scopriremmo che è la stessa voce dei nostri genitori, della loro volontà di ” educare” magari con una forma che non rispettava le nostre inclinazioni ma aveva la pretesa di farci a ” loro immagine”, anche i genitori hanno avuto le frustrazioni nella vita, cause e concause che li abbia forgiati in quel modo, vorremmo essere come loro o cercare la nostra vera natura? Per fortuna con l’adolescenza avviene la riscoperta di sè e la capacità di sganciarci da questi condizionamenti per formare la nostra personalità. Purtroppo non è sempre facile, sia perchè non tutti si sanno rendere indipendenti dai condizionamenti ( la pesantezza) sia perchè in noi spesso si crea conflitto se desideriamo combattere la figura genitoriale ( che nel bene o nel male amiamo) e non possiamo ” distruggere”, in realtà non si devono attaccare i genitorima si deve cercare in noi la causa del malessere, le aspettive, spesso hanno agito come meglio hanno potuto o saputo, malgrado un certo cumulo di errori, quello che dobbiamo capire è che ci possiamo liberare dalle loro energie, a volte da una subdola dipendenza o dall’insicurezza di non essere stati amati, ed allora spinti da aspettative strisciamo ai loro piedi nell’eterna attesa di un gesto che ci faccia capire che forse oggi ci dimostreranno l’amore che non hanno dato ieri. Ai genitori possiamo dare compassione, consapevoli che hanno dei limiti come tutti, possiamo invece trasformare dentro di noi quella voce che ci discredita, che ci appare quando siamo fragili, possiamo incominciare a non darle ascolto, sappiamo che è la nostra mente che non ci vuole diversi, non ci vuole fare decondizionare, alimenta la paura, la fragilità – il dolore.
Chi siamo? Quello che la mente dice? NO!
Siamo quello che altri possano pensare o dire di noi? La Persona ( la maschera secondo Jung)? NO! Siamo contenitori della buddhità, esseri meravigliosi che possono aprire gli occhi ed amare la vita, le opportunità, la presenza di piccole cose che, con attenzione scopriremo giorno per giorno. Ecco, lasciare andare l’ordinario, le abitudini, lo stress, i doveri e iniziare ad amare quello che facciamo, che siamo, che gli altri sono, senza giudizio, separatività è dare a noi stessi l’opportunità di danzare sul sorriso che regaleremo al mondo perchè il sorriso siamo noi.

08.08.2007 Poetyca

Preghiere di Pace


budda2

Preghiere di Pace

Preghiera indù per la pace

O Dio, guidaci dall’irreale al Reale.
O Dio, guidaci dalle tenebre alla luce.
O Dio, guidaci dalla morte all’immortalità.
Shanti, Shanti, Shanti a voi tutti.
O Signore Dio onnipotente, che la pace regni
nelle regioni celesti.
Che la pace regni sulla terra.
Che le acque siano di ristoro.
Che le erbe siano sane, e che alberi e
piante rechino a tutti la pace. Che tutti gli esseri
caritatevoli rechino a noi la pace.
Che la Legge vedica diffonda la pace
in tutto il mondo.
Che ogni cosa sia per noi fonte di pace.
Che la tua stessa pace, conceda a tutti la pace
e che venga anche a me.

Preghiera buddhista per la pace

Che tutti gli esseri ovunque afflitti dalle
sofferenze del corpo e della mente
siano subito liberati dalle loro malattie.
Che le creature spaventate smettano
d’avere paura, che quelle in catene tornino libere.
Che quelle prive di potere lo trovino
e che la gente pensi ad aiutarsi a vicenda.
Che le creature smarrite in deserti
impervi e spaventosi, bambini, anziani, indifesi,
siano protette dai caritatevoli spiriti celesti
e che presto raggiungano la Buddhità.

Preghiera zoroastriana per la pace

Preghiamo Dio affinché sradichi
ogni misería del mondo:
affinché la comprensione trionfi
sull’ignoranza, la generosità sull’indifferenza,
la fiducia sul disprezzo, e la verità
trionfi sulla menzogna.

Preghiera giainista per la pace

La Pace e l’Amore Universale sono l’essenza
del Vangelo predicato da tutti gli Illuminati.
Il Signore ha predicato che la serenità
d’animo è il Darma lo perdono le creature tutte,
che tutte le creature perdonino me.
Per tutte nutro amicizia, per nessun’inimicizia.
So che la violenza è la radice di ogni miseria al mondo.
La violenza, in realtà, è il laccio della schiavitù.
” Non fare male ad alcun essere vivente. ”
Questa è la via eterna,
perenne e inalterabile alla vita spirituale.
Un’arma, per quanto potente,
può essere sempre soppiantata da una migliore;
tuttavía nessun’arma sarà migliore
della non violenza e dell’amore.

Preghiera ebraica per la pace

Venite, saliamo al monte del Signore,
affinché possiamo camminare
sui sentieri dell’Altissimo.
E delle nostre spade faremo zappe,
e delle nostre lance falci.
Una nazione non leverà più la spada
contro l’altra. E nessuno avrà paura,
perché la bocca del Signore
degli Eserciti ha parlato.

Preghiera shintoista per la pace

Sebbene tutte le persone che vivono di là
dall’oceano che ci circonda, siano,
io credo, nostri fratelli e sorelle,
perché a questo mondo continuano
a esserci problemi?
Perché i venti e le onde si levano
nell’oceano che ci circonda?
Sinceramente spero solo che
il vento allontani presto tutte
le nubi che incombono
sulla cima delle montagne.

Preghiera per la pace degli indigeni africani

Dio onnipotente, il Grande Pollice
cui non si sfugge per stringere qualunque nodo;
il Tuono Fragoroso che fende gli alberi possenti:
l’onniveggente Signore che su dal cielo
vede persino le impronte di un’antilope
su una massa rocciosa qui in Terra.
Sei quello che non esita a rispondere
alla nostra chiamata.
Sei la pietra angolare della pace.

Preghiera per la pace dei nativi americani

0 Grande Spirito dei nostri Antenati,
a te levo il mio calumet.
Ai tuoi messaggeri i quattro venti,
e alla Madre Terra che provvede ai tuoi figli.
Donaci la saggezza per insegnare
ai nostri figli l’amore,
il rispetto e la gentilezza reciproci,
affinché crescano con tranquillità d’animo.
Impariamo a condividere tutto il bene
che ci doni su questa Terra.

Preghiera musulmana per la pace

Nel nome di Allah, clemente, il misericordioso.
Sia lode al Signore dell’Universo
che ci ha creatocostituito in tribù e nazioni,
affinché potessimo conoscerci,
non disprezzarci a vicenda.
Se il nemico propende per la pace,
anche voi fate altrettanto e abbiate fiducia in Dio,
perché il Signore è colui che ode e conosce ogni cosa.
E i servi di Dio, Santi sono quelli che camminano
sulla Terra con umiltà, e nel rivolgerci a loro,
diciamo: ” PACE “.

Preghiera bahaista per la pace

Sii generoso nella prosperità e grato nelle avversità.
Sii giusto nei giudizi e cauto nei discorsi.
Sii un faro per coloro che camminano
nelle tenebre e un asilo per lo straniero.
Sii gli occhi per il cieco, e una guida
per i passi di chi devia dalla retta via.
Sii l’alito della vita per il corpo dell’umanítà,
e rugiada per il terreno del cuore umano
e un frutto sull’albero dell’umiltà.

Preghiera sikh per la pace

Dio ci giudica secondo le nostre azioni,
non in base alla veste che indossiamo:
tale Verità è al di sopra di tutto,
ma lo è ancor più una vita vissuta nella verità.
Sappiate che amando si raggiunge Dio,
e che quella vittoria soltanto è duratura
e grazie ad essa nessuno è sconfitto.

Preghiera cristiana per la pace

Beati i Pacifici ché saranno chiamati Figli di Dio.
Io dico a voi che udite, amate i vostri nemici,
fate del bene a coloro che vi odiano,
benedite coloro che vi maledicono,
pregate per coloro che vi molestano.
Se qualcuno vi percuote su una guancia,
porgetegli anche l’altra,
e a coloro che vi rubano il mantello,
non vietate di prendere anche la tonaca.
Date a chiunque vi chieda,
e se qualcuno vi toglie il vostro,
non ridomandateglielo.
E ciò che volete gli altri vi facciano
fatelo anche a loro.

PREGHIERA ISLAMICA

Dio, non consentire che sia io
il carnefice che sgozza gli agnelli,
nè un agnello nelle mani dei carnefici.

Aiutami a dire sempre la verità
anche in presenza dei forti,
e a non dire giammai bugie
per guadagnare gli applausi dei deboli.

Mio Dio,
se tu decidessi di darmi la fortuna,
non togliermi mai la pace e la felicità;

se tu decidessi di darmi la forza,
non togliermi mai il discernimento;
se mi sarà dato di prosperare,
non permettere mai che io perda la modestia.
Che il mio orgoglio sia solo la dignità di essere tuo figlio.

Aiutami ad apprezzare il lato buono di ogni cosa,
per non vedere il tradimento dei miei avversari,
e per non giudicarli con severità e senza amore.

Fa’ che io non resti colpito
dall’illusione della gloria
quando vivrò nel successo,
nè che io mi disprezzi
quando proverò l’insuccesso.

Ricordami che l’esperienza di una sconfitta
nelle tue mani può trasformarsi in un successo maggiore.

O Dio !
Fammi sentire che il perdono
è il maggior indice di forza,
e che la vendetta è soltanto
una prova di debolezza.

Se mi toglierai la fortuna,
lasciami la speranza.
Se mi mancherà la salute,
confortami con la grazia della fede.

E quando l’ingratitudine dovesse ferirmi,
fa’ che l’incomprensione dei miei fratelli
crei nella mia anima
la forza della scusa e del perdono.

E finalmente, Signore,
se io dovessi dimenticarTi,
ti prego lo stesso, Signore,
non dimenticarti mai di me!

(Sufi, anonimo del XIX secolo,
ispiratosi a Qadiri àlJilàni, di Baghdàd)


È Natale!

È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tieni la mano.
È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro.
È Natale ogni volta che speri con quelli che disperano.
È Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e le tue debolezze.
È Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere in te e poi lo doni agli altri.

Madre Teresa di Calcutta

—–

Possano tutti gli esseri di tutti i mondi essere felici

Non siamo isole separate, siamo anelli della stessa catena.
Ogni parola dolce, ogni sorriso, ogni buona azione aiuta
il nostro prossimo, la nostra comunità, la nostra nazione, il nostro mondo.
Preghiamo e meditiamo insieme, e raggiungeremo la riva della pace, che spande la dolce sacra fragranza dell’amore e vibra di unità e armonia.
Sintonizzando le nostre menti alla suprema coscienza, apriamo i nostri cuori, recitando le parole:
“che ognuno, ovunque sia felice”

Amma

—–

Metta Sutta (Parole del Buddha sulla gentilezza amorevole)

Questo dovrebbe fare
chi pratica il bene
e conosce il sentiero della pace:
essere abile e retto,
chiaro nel parlare,
gentile e non vanitoso,
contento e facilmente appagato;
non oppresso da impegni e di modi frugali,
calmo e discreto,
non altero o esigente;
incapace di fare
ciò che il saggio poi disapprova.
Che tutti gli esseri
vivano felici e sicuri:
tutti, chiunque essi siano,
deboli e forti,
grandi o possenti,
alti, medi o bassi,
visibili e non visibili,
vicini e lontani,
nati e non nati.
Che tutti gli esseri vivano felici!

Che nessuno inganni l’altro
né lo disprezzi
né con odio o ira
desideri il suo male.
Come una madre
protegge con la sua vita
suo figlio, il suo unico figlio
così, con cuore aperto,
si abbia cura di ogni essere,
irradiando amore
sull’universo intero;
in alto verso il cielo
in basso verso gli abissi,
in ogni luogo, senza limitazioni,
liberi da odio e rancore.

Fermi o camminando,
seduti o distesi,
esenti da torpore,
sostenendo la pratica di Metta;
questa è la sublime dimora.

Il puro di cuore,
non legato ad opinioni,
dotato di chiara visione,
liberato da brame sensuali,
non tornerà a nascere in questo mondo.

Tanti auguri di attenzione reciproca e uno scambio costruttivo,capace di condurre sulla via dell’Amore.

Non smettere di portare avanti la Speranza, il valore dei sentimenti e la tua sensibilità e fai che traspaia sempre dalle tue parole.
Forse si è idealisti, ma sii come il giunco che si piega al vento ma non si spezza, sii capace di coerenza e non permettere che nulla ti scalfisca. Non avere paura e ricorda che chi lavora dentro di sè è seme del futuro e contagia alla gioia e all’amore altre persone. Soffia sempre le nubi e sii arcobaleno, davvero è necessario!

Poetyca


 

Alla ricerca di Sè


oltretempo12_1024

Alla ricerca di Sè

La mente separa, generalizza, usa categorie e preconcetti perché ha paure.
Il nostro ego teme di perdere il primato, di non essere al centro, allora esso si aggrappa a tutto e tenta di difendere se stesso, non accoglie l’impermanenza e la libera espressione.
Se noi tutti viviamo questo meccanismo perdiamo la nostra reale purezza e indossiamo molte maschere per chiedere accoglienza al mondo, ma perdendo la nostra vera natura.
Spesso noi dimentichiamo che siamo altro, che non dobbiamo uniformare noi stessi a dei modelli che sono creati attraverso la paura.
Questo è un dovere,una forma di rispetto, cercare dentro noi stessi la vera natura e esprimere l’ unicità di quello che noi siamo. Abbracciare questa unicità è permettere alla Bellezza e alla espressione della purezza di esprimere se stessa. Quando ogni persona è in grado di esprimere la propria unicità, ogni conflitto perde potere e si diventa liberi di amare e di essere se stessi, si è liberi da ogni paura.

10.03.2013 Poetyca

The Search for Self

The mind separates, generalizes, use categories and preconceptions because it fears.
Our ego is afraid of losing the lead, not to be in the center, then it clings to everything and tries to defend himself, does not accept the impermanence and freedom of expression.
If we all live this mechanism we lose our real purity and wear many masks to ask reception to the world, but losing our true nature.
We often forget that we are nothing, that we should not align ourselves to the models that are created through fear.
This is a duty, a form of respect, look within ourselves the true nature and express the ‘uniqueness of what we are. Embrace this uniqueness is to allow the beauty and purity of expression to express herself. When each person is able to express their uniqueness, every conflict loses its power and become free to love and be yourself, you are free from fear.

10.03.2013 Poetyca

Dietro la maschera


6

Dietro la maschera

E tu cerchi
dietro la maschera
lo splendore di occhi
Antichi gioielli
ad illuminare l’ombra
di vecchie paure

Dentro lo specchio
non si cela l’inganno
di un tempo senza lancette:
Solo attesa e speranza
dopo la notte

Alba dorata
spezza le catene
della tua prigione
Soffice coraggio
– canto muto –
per la resa del cuore

04.01.2014 Poetyca

Behind the mask

And you look for
behind the mask
the splendor of eyes
antique jewelry
to illuminate the shadow
of old fears

Inside the mirror
not concealed deception
a time without hands:
Just wait and hope
after the night

golden Dawn
breaks the chains
of your prison
soft courage
– Silent singing –
for the surrender heart

04.01.2014 Poetyca

La meditazione del cuore di Atisha


atisha
La Meditazione del cuore di Atisha

Lama Atisha

Lama Atisha (982 – 1054) nacque come principe nel Bengala, in India orientale. Divenne il più colto studioso del Monastero Nalanda, in India, la più grande Università di filosofia buddhista dell’epoca.

A causa della sua grande compassione verso il popolo tibetano, Lama Atisha si recò in Tibet nel 1042 per rinnovare il buddhismo trasmettendo un lignaggio ininterrotto di insegnamenti del Buddha al popolo tibetano.

Egli contemplò le tre ruote del Dharma in un ordine logico, delineandole con disposizione lineare e graduale. Ciò le rese pertanto comprensibili e praticabili da chiunque desideri seguire il percorso del Buddha, indipendentemente dal proprio livello di sviluppo.

Il Grande Maestro indiano Atisha oltre al magistero proprio del Buddha, portò con sé in Tibet le ancora viventi tradizioni orali inerenti gli insegnamenti dei suoi stessi eminenti Maestri spirituali di ininterrotti lignaggi riguardanti sia il metodo che la sapienza, tramandati attraverso Asangha, Nagarjuna e molti altri grandi eruditi indiani.

L’Alchimia di Atisha

Atisha è un maestro raro; raro perché ricevette l’insegnamento di tre maestri illuminati. Non era mai accaduto prima, né si è più ripetuto. Essere discepolo di tre maestri illuminati è semplicemente incredibile, perché un maestro illuminato è sufficiente. Ma questa storia — che ebbe tre maestri il luminati — ha anche un significato metaforico. Sebbene sia vera, cioè sia un fatto storico.

Il primo dei tre maestri con cui Atisha restò per molti anni fu Dharmakirti, un grande mistico buddhista. Questi gli insegnò la nonmente, gli insegnò il vuoto, gli insegnò come avere una mente priva di pensieri, gli insegnò come distaccarsi da qualsiasi contenuto della mente ed essere privo di contenuto. Il secondo maestro fu Dharmarakshita, un altro mistico buddhista. Questi gli insegnò l’amore, la compassione. E il terzo maestro fu Yogin Maitreya, un altro mistico buddhista. Questi gli insegnò l’arte di accogliere le sofferenze al trui e assorbirle nel proprio cuore: l’amore all’opera.

Poiché aveva imparato da tre maestri illuminati, egli viene chiamato Atisha, colui che è Tre Volte Grande. Nacque in India, ma nel momento in cui il suo amore divenne attivo, cominciò a spostarsi verso il Tibet, come vi fosse attirato da una calamita potentissima.

Sull’Himalaya si realizzò; non tornò mai in India. Si trasferì in Tibet, il suo amore si riversò in Tibet. Trasformò l’intera qualità della consapevolezza tibetana. Sapeva fare miracoli; qualsiasi cosa toccasse, veniva trasformata in Oro. Era uno dei più grandi alchimisti che il mondo abbia mai conosciuto.»

Il dolore è naturale; dev’essere compreso, dev’essere accettato. Poiché naturalmente abbiamo paura del dolore, naturalmente lo evitiamo. Ecco perché molte persone hanno evitato il cuore e vivono sospese nella testa: hanno vissuto nella testa.

Il cuore arreca sofferenza, è vero, ma solo perché è in grado di dare piacere – solo per questo dà sofferenza. Il dolore è la via che permette al piacere di giungere; l’agonia è la soglia da cui entra l’estasi. Se ne sei consapevole, accetti il dolore come una benedizione. In quel caso, d’un tratto la qualità del dolore inizia immediatamente a cambiare.

Non sei più in conflitto con il dolore, e poiché non sei più in antagonismo, non è più dolore: è un amico. È un fuoco che ti ripulirà. È una trasformazione, un processo, in cui ciò che è vecchio se ne andrà e giungerà il nuovo; in esso la mente scomparirà e il cuore funzionerà nella sua totalità. E a quel punto la vita è una benedizione.

Queste le istruzioni di Atisha per la meditazione di trasformazione alchemica attraverso il respiro, questo è il metodo della compassione:

– Quando inspiri, pensa di inspirare tutte le infelicità e tutte le miserie di tutte le persone del mondo tutte le sofferenze di tutti gli esseri passati, presenti e futuri. Tutta l’oscurità, tutta la negatività, tutto l’inferno che esiste ovunque, tu lo inspiri. E lascia che venga assorbito dal tuo cuore.

– Quando espiri, espira tutta la gioia che hai, tutta la tua beatitudine, tutte le benedizioni che hai in te. Espira, riversale nell’esistenza.

Questo è il metodo della compassione: bevi tutte le sofferenze e riversa ogni benedizione. all’esterno Se lo fai, rimarrai sorpreso: nel momento in cui assorbi in te tutte le sofferenze del mondo, non sono più tali. Il cuore le trasforma immediatamente in energia. Il cuore è una forza trasformante: assorbe l’infelicità e la trasforma in beatitudine… poi la riversa all’esterno. Quando avrai compreso che il tuo cuore è in grado di compiere questa magia, questo miracolo, vorrai farlo sempre, in ogni situazione.
Prova questo splendido metodo di compassione: assorbi in te ogni infelicità e riversa all’esterno ogni gioia.

.-.-.-.-.

Atisha’s Heart Meditation

Lama Atisha

Lama Atisha (982 – 1054) was born as a prince in Bengal , in eastern India. Became the most learned scholar of Nalanda Monastery in India , the largest University of Buddhist philosophy at the time.

Because of his great compassion for the people of Tibet , Lama Atisha went to Tibet in 1042 to renew Buddhism by sending an unbroken lineage of the Buddha’s teachings to the Tibetan people .

He gazed at the three wheels of Dharma in a logical order , delineating them with a linear and gradual. This yields therefore understandable and practicable for anyone who wants to follow the path of the Buddha, regardless of their level of development.

The Great Indian master Atisha in addition to their teaching of the Buddha, he brought with him still living in Tibet the oral traditions relating to the teachings of his own eminent spiritual masters of unbroken lineages regarding both the method and wisdom, passed down through Asangha , Nagarjuna and many others great Indian scholars .

The Alchemy of Atisha

Atisha is a rare master ; rare because it received the teaching of three enlightened masters . This had never happened before, nor was repeated. To be a disciple of three enlightened masters is simply amazing, because an enlightened master is sufficient. But this story – which had three masters the Luminati – also has a metaphorical meaning . Although it is true, that is a historical fact .

The first of three teachers they Atisha remained for many years was Dharmakirti , a great mystic Buddhist . They taught him no mind , taught him the void , taught him how to have a mind devoid of thoughts, taught him how to detach itself from any content of the mind and be devoid of content. The second teacher was Dharmarakshita , another mystical Buddhist . They taught him the love, compassion . And the third teacher was Yogin Maitreya , another mystical Buddhist . They taught him the art of welcoming the suffering to trui and absorbing them in his own heart, love in action .

Because he had learned by three enlightened masters , he is called Atisha , who is Thrice Great. He was born in India, but when his love became active , began to move to Tibet , as I was attracted by a powerful magnet .

Himalayas came true ; never returned to India. He moved to Tibet , his love poured into Tibet. Transformed the entire quality of awareness of Tibet. Could do miracles ; touch anything , was turned into Gold . He was one of the greatest alchemists that the world has ever known. “

< 3

The pain is natural , it must be understood , to be accepted . Because of course we are afraid of the pain , of course we avoid it . That’s why many people have avoided the heart and live suspended in the head : they lived in my head.

The heart brings suffering, it is true, but only because it is capable of giving pleasure – just to give this suffering. Pain is the way that allows the pleasure of arriving , the agony is the threshold from which comes the ecstasy . If you are aware , accept pain as a blessing. In that case, all of a sudden the quality of the pain immediately begins to change.

You are no longer in conflict with the pain, and since you are no longer in opposition , is no longer pain is a friend . It is a fire that will cleanse you . It is a transformation, a process in which what is old he will go and come the new and in it the mind will disappear and the heart will work in its entirety. And then life is a blessing.

< 3

These instructions Atisha for meditation of alchemical transformation through the breath , this is the method of compassion :

– When you breathe in, inhale think of all the misery and all the miseries of all the people of the world all the suffering of all beings , past, present and future . All the darkness , all the negativity , all hell that exists everywhere , you inhale it . And let me be absorbed from your heart.

– When you exhale, exhale all the joy you have, all your bliss, all the blessings that you have in you. Exhale , riversale existence.

This is the method of compassion : drink all the sufferings and pours every blessing. outside If you do, you will be surprised: when Absorb yourself in all the sufferings of the world, are no longer such. Her heart was immediately transformed into energy. The heart is a transforming power : it absorbs the misery and transforms it into bliss … then pours outside. When you realize that your heart is able to accomplish this magic, this miracle , you’ll want to do it always , in every situation.
Try this wonderful method of compassion : Absorb yourself in all misery and pours out all joy .

★ cღPoeti amici ღ★


rosaria

Stretto tra il tetto della mia casa
e l’albero fiorito di mimose…
un pezzo di cielo,
buio per la dipartita del giorno
limpido per l’assenza di nubi
illuminato da mille stelle
così vicine da toccar la terra
e il mio viso trafitto dal gelo della sera
ed io avvolta dalla tramontana
che sventola il bucato
dimenticato ad asciugare
sui fili stesi nel cortile
sull’uscio mi perdo
in questo immenso.

Rosaria Formisano

Ispirazione


sorrisolampada

Ispirazione

Un passero

bussa al vetro

docile saluta

chinando il capo

la gioia s’esprime

– estasi immota –

in punta d’ali

mentre salta

di ramo in ramo

accarezzando cuori

Ispirazione

libera di essere

fremente attesa

senza timori

grata per ogni briciola

raccolta lungo il percorso

spente le domande

 l’attimo presente vive:

tuffo nel vuoto

ed infinita danza

18.06.2013 Poetyca

Inspiration

A sparrow

knocks on the glass

gentle greets

bowing his head

the joy is expressed

– Motionless ecstasy –

at the tip of wings

as he jumps

from branch to branch

caressing hearts

Inspiration

free to be

waiting impatiently

without fear

grateful for every crumb

collection along the route

turned off questions

the present moment lives:

dive in the vacuum

and endless dance

18.06.2013 Poetyca

Attraversare la vita


candido_giglio_1024

 

Attraversare la vita

Siamo capaci di attraversare la vita con leggerezza, come un funambolo che non teme?
Se non ci attendiamo nulla, se non siamo radicati in aspettative ma restiamo aperti alla meraviglia… tutto è possibile!

E’ attraverso il lavoro interiore, l’osservare il nostro reagire agli eventi, che abbiamo l’opportunità di tracciare un percorso di miglioramento interiore. Non esiste alcun nemico, opposizione che ci freni…In realtà solo noi stessi: delusi, adirati, frustrati, ci scagliamo contro quanto individuiamo come ” ostacolo”, proiettando verso l’esterno la causa. Ma imparando a guardarci dentro, a fare leva sulla nostra osservazione, possiamo smornzare le reazioni e mettere in atto azioni costruttive.

Proviamo a pensare ad una rosa.
Nella fragranza della rosa, nel suo colore e nella bellezza è la nostra vera natura. Nella paura, nell’aggrapparsi ad espettative, nella rabbia, della strenue difesa… le spine.
Dovremmo imparare a manifestare quella vera natura, senza timore, grati di quanto altre rose ci sanno donare.

17.04.2014 Poetyca

Going through life

We are able to go through life with lightness , like a tightrope walker who is not afraid ?
If we do not expect anything, if we are not rooted in expectations but we remain open to the wonderment … everything is possible !

And ‘ through inner work , observing our reaction to events , we have the opportunity to trace a path of inner improvement . There is no enemy opposition that brakes … In fact only ourselves, disappointed, angry , frustrated, we lash out against what we identify as “obstacle” , projecting out the cause. But learning to look inside , to leverage on our observation , we can smornzare reactions and implement constructive action .

Let’s try to think of a rose.
The fragrance of the rose, in its color and beauty is our true nature. In fear, to nell’aggrapparsi greatest expectations , in anger, strenuous defense … thorns.
We should learn to express the true nature , without fear , grateful than other roses we know how to give .

17/04/2014 Poetyca

Ricorda


ak2_1024

Ricorda

Ricorda che l’uomo autentico è quello che vive la vita ogni istante, a volte cadendo, ma rialzandosi sempre.
Fallisce solo chi ha paura di sbagliare e cadere.

Hernàn Huarache Mamani, Negli occhi dello sciamano

Remember

Remember that the real man is the one who lives life every moment, sometimes falling, but getting up forever.
Fail only who is afraid to make mistakes and fall.

Hernan Huarache Mamani, In the eyes of the shaman

Percorso


220916_10150167431824646_742844645_7037291_25996893

Percorso

Quante volte inciampo
cado e mi rialzo
Quante volte osservo
nell’intento di capire
Quante volte è il silenzio
a remare verso la riva attesa
Quante volte lascio cadere
antiche ombre e parole
Quante volte le ferite
riconducono la memoria
Quante volte per ricordare
il vivere l’adesso senza aspettative
Le mie mani sono vuote:
nulla da insegnare – tutto da apprendere

02.10.2013 Poetyca

Path

How many times I stumble
I fall and I rise
How many times I observe
in order to understand
How many times is the silence
rowing towards the shore waiting
How many times I drop
ancient shadows and words
How many times wounds
bring back the memory
How many times to remember
the live now without expectations
My hands are empty:
nothing to teach – everything to learn

02.10.2013 Poetyca