Risultati della ricerca per: 2018

Senza tempo -Timeless – Haiku


🌸Senza tempo – Haiku🌸

Senza tempo è
il passo di velluto
sul nostro cuore

12.05.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Timeless – Haiku

Timeless is
the velvet step
on our heart

12.05.2018 Poetyca

Oltre le apparenze – Beyond appearances




🌸Oltre le apparenze🌸

Ascoltare,
guardare oltre
le apparenze,
è questo un passo
molto importante,
poiché non è
il brusio esterno
che conta
ma quanto ritroviamo
in noi stessi
grazie al silenzio.

01.07.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Beyond appearances

To listen,
look over
appearances,
this is a step
very important,
since it is not
the outside buzz
that matters
but how much we find
in ourselves
thanks to the silence.

01.07.2021 Poetyca

★ cღPoeti amici ღ★


Il Paradiso

Un sogno mai sognato
incanto e bellezza
nei tuoi raggi di sole
Scia di luna che illumini il mare
Arrivi tu
ed è il paradiso
principio e fine di tutto
Immensa più dell’universo
e mille volte morire
e riviverTi all’infinito

Plumari Aurelio

Heaven

A dream never dreamed
enchantment and beauty
in your rays of sunshine
Wake of moon that illuminate the sea
You arrive
and it’s paradise
principle and end of everything
Immense more than the universe
and a thousand times to die
and relive yourself to infinity

Plumari Aurelio

★ cღPoeti amici ღ★


Passi di un cammino

Al tempo sospeso
che appartiene a noi
soltanto a noi
che stringiamo tra le mani
il destino di un amore.

Ti sono accanto,
nei tuoi istanti, ti amo,
nel silenzio della notte,
ti penso, nella mia vita.

Antonio De Simone

Steps of a journey

At the suspended time
that belongs to us
only to us
that we hold in our hands
the destiny of a love.

I’m beside you,
in your istants, I love you,
in the silence of the night,
I think of you, in my life.

Antonio De Simone

★ cღPoeti amici ღ★


Nelle luci di Settembre

Vivere il dolore
senza pronunciare parole.
A causa della loro
limitatezza,
le parole rischiano
di mortificarne l’essenza.
E Aria dunque parla
delle lacrime
come si parla del profumo
per descrivere
quel fiore che si coltiva
in fondo all’anima.

Marcello Comitini

In the lights of September

Experiencing pain
without pronouncing words.
Because of them
limited,
the words risk
to mortify its essence.
And the air therefore speaks
of tears
how we talk about the perfume
to describe
that flower that is grown
at the bottom of the soul.

Marcello Comitini

Deserto – Desert


Deserto

Attraverso
un deserto
di ghiaccio
mentre le voci
ghignano
ancora una volta
vecchie
e consunte parole
Vorrei ricordare
tutto dal principio
riconciliare
la mia mente
e le sue immagini
con la ragione
per lenire
ferite interiori
Riapro gli occhi
e riconosco
volti amici
mentre le voci
accarezzano
con gentilezza
quel che resta
del mio cuore

03.01.2018 Poetyca

Desert

Through
a desert
of ice
while the voices
grin
Once again
old
and worn words
I would like to remember
all from the beginning
to reconcile
my mind
and its images
with reason
to soothe
inner wounds
I open my eyes
and I recognize
friends faces
while the voices
caress
kindly
what remains
of my heart

03.01.2018 Poetyca

Dall’Ego all’amore universale – From ego to universal love



Dall’ego all’amore universale

Processo di trasformazione.
“La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe.
Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine,
credette di possedere l’intera verità.
” (Mevlana Rumi, Sec. XVI)
Questa frase sottolinea la frammentarietà con cui percepiamo noi stessi e il mondo, pur convinti di entrare in contatto con qualcosa di intero ed assoluto. Dimentichiamo che le apparenze, i condizionamenti e le aspettative ci allontanano dalla nostra vera natura, mentre in realtà dovremmo imparare che nulla ha un valore assoluto, ed è necessario aprirsi agli altri per ricomporre ciò che siamo e che loro sono; senza chiuderci in una pretesa verità separata; questo è possibile solo attraverso il confronto e la condivisione.
Quando, con il nostro sforzo, tentiamo di ricomporre quello specchio, comprendiamo di essere spinti dalla necessità di salvaguardare noi stessi a discapito degli altri e possiamo, allora, cominciare a condurre una vita consapevole.
Spesso proviamo attaccamento per tutto ciò che può rappresentarci e temiamo il giudizio altrui, senza renderci conto che siamo i primi a giudicare, condizionati come siamo a percepire come negativo in altri, quanto è, invece, il riflesso di noi stessi e del nostro piccolo ego. Ma quanto investiamo per modificare i nostri atteggiamenti? Siamo consapevoli di essere la causa delle nostre proiezioni e reazioni?
Non sappiamo fermarci e non poniamo attenzione a quel che accade in noi per poterci correggere. Presi come siamo ad investire energie per la ricerca di quel che ci manca e che poi non appaga, siamo ciechi di fronte alle potenzialità che sono in noi e che somigliano a semi da curare e da far germogliare, semi che sono spesso: paura, orgoglio, rancore, attaccamento e rivalsa, ma che potrebbero essere: consapevolezza, fiducia, pace e amore.
Non comprendiamo che a ben poco serve la strenue difesa di cose illusorie che non perdurano e che siamo soggetti alla legge dell’impermanenza; quale verità resta dunque da difendere se restiamo attaccati alla personalità e ad un orgoglio inutile? Un cambiamento potrebbe avvenire se fossimo capaci di mettere a fuoco i nostri sforzi per annullare gli argini di quel piccolo “io” ponendoci in condizione di alimentare il Cuore.
Il Cuore ha sempre avuto importanza come contenitore di energie che producono apertura verso gli altri. Esso non è scisso dalla mente consapevole e soprattutto dalla volontà di manifestare unicità. Non è una mente illusa e distratta, con i suoi inganni, attaccamenti e percezioni erronee a doverci condurre. Nella scuola Dhyana, Bodhidharma affermava che non è possibile trovare la verità fuori da sé stessi e considerava la Mente-Cuore come la luce della coscienza risvegliata che è “non originata” e “senza forma”.
In noi stessi dunque troviamo l’opportunità di essere, riscopriamo il sentiero da percorrere ed il saper vivere, istante dopo istante, quella ricchezza che è già in noi ed intorno a noi e, immersi in essa, diveniamo capaci di donarla ad altre persone che l’attendono.
Rumi, autore del pensiero che ci conduce a queste riflessioni, nasce in quel sentiero che è conosciuto come la “via del cuore” o “via della purezza”, in seno al Sufismo. Si tratta di un percorso mistico ed ascetico che mira alla comprensione dell’amore e della verità. Indifferentemente dal nostro cammino, tutti siamo chiamati a maturare amore e verità. Una verità da non afferrare come unica e separata, ma da ricomporre con cura, permettendo a noi stessi di porgere ad altri quel che siamo ed accogliendo quel frammento di specchio/cuore che gli altri ci possono offrire.
Che si sia credenti o che ci si tenga a distanza da un cammino religioso, l’essere consapevoli delle nostre responsabilità circa il dolore o l’allontanamento dall’unità o legame tra l’uomo e Dio, è nelle nostre facoltà, così come il compiere un percorso che ci renda soggetti attivi e capaci di trasformazione; cosa che avviene se dai nostri istinti, o sé inferiore, siamo capaci di percorrere il cammino che ci conduce a quella capacità di trasformarci in amore.
Per il Buddhismo, che non si pone domande circa la presenza divina, ma mira a trasformare il dolore tramite l’impegno consapevole libero dal vittimismo, il cammino interiore prende forma dal proprio agire in modo retto.
E’ necessario risvegliare la nostra attenzione e le nostre energie per raccogliere tutti quegli insegnamenti che possono aiutarci a migliorare. Riveste soprattutto importanza la pratica della meditazione ed un cammino che nutra la capacità di ascoltare consapevolmente per essere presenti a noi stessi, per imparare a lasciare andare giudizio, attaccamento, aspettative e tutte quelle cause che generano ignoranza e dolore. E’ importante l’attenzione che poniamo al nostro respiro consapevole, l’essere capaci di presenza nel “qui ed ora” e, poiché il passato non ci appartiene e del futuro non sappiamo nulla, a che serve tenersi ancorati a questi pesi inutili? E’ ora, in questo preciso istante, che possiamo respirare e prestare attenzione e mentre lo facciamo lasciamo andare le tensioni e gli attaccamenti per scoprire gioia e fiducia.
L’ascolto profondo è il mezzo che ci permette di sciogliere le nostre illusioni e smascherare gli inganni della mente; è uno strumento che porta a quella trasformazione che ci fa aprire le ali verso la vera vita.
Quando saremo in grado di offrire a noi stessi la pace interiore, dopo aver fatto cadere le aspettative e compreso i nostri meccanismi di difesa, facendo tacere la mente distratta per ascoltare il Cuore risvegliato, saremo capaci di aprire le braccia agli altri; proprio per scoprire quella ricchezza che nascondevamo per timore.
Quando amiamo, dobbiamo sciogliere ogni aspettativa e sentire che quanto offriamo è solo per la gioia di farlo; saperci condurre verso un cammino di gentilezza, equanimità e compassione per gli altri, senza fare distinzioni e senza erigere divisioni, perché siamo tutti petali di uno stesso fiore. Non è facile amare senza nulla attenderci, ma l’amore non è merce di scambio. Essere capaci di sciogliere ogni dualità, ogni diversità é portare la nostra acqua in un altro fiume per farne uno solo; non dobbiamo provare attaccamento e identificazione con un “io” o un “mio”, ma essere unità, attraverso quella compassione che è dei Bodhisattva. Possiamo imparare ad inter-essere con equanimità, abbattendo tutti i muri che ci impedivano di far entrare la luce della comprensione in noi.
Quando questo accade, ci rendiamo conto che siamo entrati in una diversa dimensione dove gentilezza, accoglienza e capacità di provare compassione sono parte di noi stessi. Avvertiamo in noi quella trasformazione che ci conduce all’amore universale. Questo non si lega a religioni né a principi imposti, ma ad un’esperienza diretta da vivere con costanza.
Non smettiamo di credere nella Mente-Cuore, di vivere e di sperimentare modi per realizzarla, di essere e di respirare… quel che è in noi. Non facciamoci paralizzare dal timore perché per camminare ci vuole coraggio. Per amare ci vuole la consapevolezza di essere vivi e liberi da ogni aspettativa.
Siamo noi gli artefici del nostro presente per far fiorire il futuro nella gioia.
Un buon cammino
© Poetyca

From ego to universal love

Transformation process.

“The truth was a mirror that fell from the sky and broke.
Each one took a piece and seeing his own image reflected in it,
he believed he possessed the whole truth.
“(Mevlana Rumi, 16th century)
This sentence underlines the fragmentation with which we perceive ourselves and the world, even though we are convinced that we are in contact with something whole and absolute. We forget that appearances, conditionings and expectations take us away from our true nature, while in reality we should learn that nothing has an absolute value, and it is necessary to open up to others to recompose what we are and what they are; without closing ourselves in an alleged separate truth; this is possible only through comparison and sharing.
When, with our effort, we try to reassemble that mirror, we understand that we are driven by the need to safeguard ourselves at the expense of others and we can then begin to lead a conscious life.
We often feel attachment to everything that can represent us and fear the judgment of others, without realizing that we are the first to judge, conditioned as we are to perceive as negative in others, what is, instead, the reflection of ourselves and our small ego . But how much do we invest to change our attitudes? Are we aware that we are the cause of our projections and reactions?
We do not know how to stop and we do not pay attention to what happens in us in order to correct ourselves. Taken as we are to invest energy in the search for what we lack and which then does not satisfy, we are blind to the potential that is in us and that resemble seeds to be treated and sprouted, seeds that are often: fear, pride , resentment, attachment and revenge, but that could be: awareness, trust, peace and love.
We do not understand that the strenuous defense of illusory things that do not persist and that we are subject to the law of impermanence is of little use; What truth therefore remains to be defended if we remain attached to personality and useless pride? A change could happen if we were able to focus our efforts to undo the banks of that little “I” by placing ourselves in a position to feed the Heart.
The Heart has always been important as a container of energies that produce openness to others. It is not separated from the conscious mind and above all from the will to manifest uniqueness. It is not a deluded and distracted mind, with its deceptions, attachments and erroneous perceptions that must lead us. In the Dhyana school, Bodhidharma affirmed that it is not possible to find truth outside oneself and regarded the Mind-Heart as the light of the awakened consciousness which is “unoriginated” and “formless”.
In ourselves, therefore, we find the opportunity to be, we rediscover the path to follow and the ability to live, moment by moment, that wealth that is already in us and around us and, immersed in it, we become capable of giving it to other people who await you.
Rumi, author of the thought that leads us to these reflections, was born in that path which is known as the “way of the heart” or “way of purity”, within Sufism. It is a mystical and ascetic path that aims at understanding love and truth. Regardless of our path, we are all called to mature love and truth. A truth not to be grasped as unique and separate, but to be recomposed with care, allowing ourselves to offer others what we are and welcoming that fragment of mirror / heart that others can offer us.
Whether you are a believer or keep your distance from a religious path, being aware of our responsibilities regarding pain or the separation from the unity or bond between man and God, is in our faculties, as well as the follow a path that makes us active subjects and capable of transformation; which happens if from our instincts, or lower self, we are able to walk the path that leads us to that ability to transform ourselves into love.
For Buddhism, which does not ask questions about the divine presence, but aims to transform pain through conscious commitment free from victimhood, the inner journey takes shape from one’s acting in a righteous way.
It is necessary to awaken our attention and our energies to collect all those teachings that can help us improve. The practice of meditation and a path that nourishes the ability to listen consciously to be present to ourselves, to learn to let go of judgment, attachment, expectations and all those causes that generate ignorance and pain are of particular importance. It is important to pay attention to our conscious breathing, to be capable of presence in the “here and now” and, since the past does not belong to us and we know nothing of the future, what is the use of keeping anchored to these useless weights? It is now, at this very moment, that we can breathe and pay attention and as we do so we let go of tensions and attachments to discover joy and trust.
Deep listening is the means that allows us to dissolve our illusions and unmask the deceptions of the mind; it is a tool that leads to that transformation that makes us spread our wings towards true life.
When we will be able to offer ourselves inner peace, after dropping expectations and understanding our defense mechanisms, silencing the distracted mind to listen to the awakened Heart, we will be able to open our arms to others; just to discover that wealth that we hid out of fear.
When we love, we must dissolve all expectations and feel that what we offer is only for the joy of doing it; knowing how to lead us on a path of kindness, equanimity and compassion for others, without making distinctions and without erecting divisions, because we are all petals of the same flower. It is not easy to love without expecting anything, but love is not a bargaining chip. To be able to dissolve every duality, every diversity is to carry our water into another river to make one only; we should not feel attachment and identification with an “I” or “mine”, but be unity, through that compassion which is of the Bodhisattvas. We can learn to inter-being with equanimity, breaking down all the walls that prevented us from letting the light of understanding enter us.
When this happens, we realize that we have entered a different dimension where kindness, acceptance and the ability to feel compassion are part of ourselves. We feel within us that transformation which leads us to universal love. This is not linked to religions or to imposed principles, but to a direct experience to be lived with constancy.
We do not stop believing in the Mind-Heart, living and experimenting with ways to make it happen, being and breathing … what is in us. Let us not be paralyzed by fear because it takes courage to walk. To love you need the awareness of being alive and free from all expectations.
We are the architects of our present to make the future blossom in joy.
A good path

© Poetyca

Luce sui passi – Haiku


🌸Luce sui passi – Haiku🌸

Scaglie di luce
ora brillano in cuore:
Luce sui passi

20.05.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Light on the steps – Haiku

They are scales of light
and now it shine in my heart:
Light bright on the steps

20.05.2018 Poetyca

Compassione – Dalai Lama


Compassione – Dalai Lama

Una mente impegnata
nella compassione è come
un serbatoio inondato – una fonte costante di energia, determinazione e gentilezza.

Dalai Lama

Compassion – Dalai Lama

A mind committed to compassion is like an overflowing reservoir — a constant source of energy, determination and kindness.

Dalai Lama

Effimero – Ephemeral


Effimero

Effimere
le corse
nel tentativo
di stringere
per sempre
il tempo
Effimero
credere
di aggrapparsi
ad una piuma
sospinta
dal vento
Effimeri
sogni
restando
ciechi
di fronte
alla verità
Effimera
attesa
che tutto
cambi
senza mai
fare nulla

14.02.2018 Poetyca

Ephemeral

Ephemeral
the races
trying
to tighten
forever
the time
Ephemeral
to believe
to cling
at a feather
pushed
from the wind
Ephemeral
dreams
prejudice
blind
in front of
to the truth
Ephemeral
waiting
that all
you change
without ever
do nothing

02.02.2018 Poetyca

Girasoli – Sunflowers – Haiku


🌸Girasoli – Haiku🌸

Volto al sole
in perenne ricerca
dei girasoli

07.06.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸 Sunflowers – Haiku

Face in the sun
in constant search
of sunflowers

07.06.2018 Poetyca

Ombre – Shadows


🌼Ombre🌼

Giocano
a nascondersi
le ombre
della sera
in attesa
dell’abbraccio
di un’alba nuova

09.10.2018 Poetyca
🌼🌿🌼#Poetycamente
🏵️Shadows

Play
to hide
shadows
off the evening
waiting
hug
of a new dawn

09.10.2018 Poetyca

Anime danzanti – Dancing souls


🌸Anime danzanti🌸

Ed attesa
di giorni
e celate
risposte
Tacciono
ancora
le parole
non dette
Ma colori
gocciolano
lentamente
nel profondo
Siamo
anime danzanti
in ascolto
del nostro Essere

16.08.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Dancing souls

And it is wait
of days
and hidden
answers
They are silent
yet
the words
not said
But colors
drip
slowly
deep inside
We are
dancing souls
listening
of our Being

16.08.2018 Poetyca

Farfalle – Butterflies


🌼Farfalle🏵️

È un volo
ed un attimo
in attesa
di nuovi colori
come farfalle
sul cuore

26.09.2018 Poetyca
#Poetycamente
🏵️🌿🌼
🌼Butterflies

It’s a flight
and a moment
on hold
of new colors
like butterflies
on the heart

26.09.2018 Poetyca