Archivi

Amore postumo


ok181559

Tutti ti amano quando sei tre metri sotto terra.

– J. Lennon

Everybody loves you when you’re three feet underground. – J. Lennon

Annunci

Parlare di sè


aforismi

“Parlando di sé si perde sempre qualcosa.”

Michel de Montaigne

“Speaking about yourself, you always lose something.” Michel de Montaigne

La vita


  1. wpid-wp-1446998466043.jpeg
    Se questa vita è bella, l’altra lo sarà ancora di più. Ma se pensi all’altra vita, se fai proiezioni sull’altra vita, se sogni un’altra vita, una vita dopo la morte, renderai questa vita così orribile, così malata che l’altra sarà ancora più abnorme.

Primo sutra del Buddha

If this life is beautiful, the other will be even more. But if you think the next life, if you make projections on the other life, if you dream another life, a life after death, you will make this life so horrible, so sick that the other will be even more abnormal.

First sutra of the Buddha

Al di là di questo mondo


10302117_10152778433289646_7854675921075654059_n

Al di là di questo mondo e della vita sappiamo che c’è qualcuno che veglia su di noi.Conoscere Lui non è in nostro potere. Ma una volta in uno sguardo ho visto che siamo la sua ombra e la nostra ombra è il mondo.

Gialal al-Din Rumi

♥ ♥ ♥

Beyond this world and life we know there is Someone watching over us. To know Him is not in our power. But once in a glimpse I saw that we are His shadow and our shadow is the world.

Gialal al-Din Rumi

Perdono tra oriente ed occidente


 

Perdono tra oriente ed occidente

Per-dono: fare dono
di qualcosa, il lasciare andare sentimenti che tengono
legato qualcuno e la sua ombra oltre il tempo dell’azione
che ha ferito, che ha sconvolto l’esistenza ha una diversa
valenza in Oriente e in Occidente.

Non si potrebbe pretendere di essere compresi, non tutti
sono capaci di capire in cosa e in che misura si possa
essere calpestati; non tutti saprebbero soffrire del male
arrecato; allora se chiedere scusa è provare disagio per la
sofferenza inflitta, con responsabilità e vera capacità a
non ripetere l’azione si coglie un frutto per la persona
che ha compreso. Ma chi sente con consapevolezza che
un’azione provoca una reazione può evitare di compierla.

Essere capaci – prima – è degli orientali; per gli
occidentali è un po’ una sorta di cammino per tentativi ed
errori dove spesso si incappa nella ripetizione di azioni;
poi basta chiedere perdono e si crede di “sanare” una
situazione. Per orgoglio è difficile chiedere scusa,
accogliere le scuse… Ma quanto gioverebbe essere capaci
di non ferire e di essere com-passionevoli. Non è la mente
o l’abitudine a dover tracciare il nostro percorso, ma
quella parte che spesso non sappiamo ascoltare per timore
dei sentimenti: il Cuore.

© Poetyca