Archivi

Una perla al giorno – Alan Cohen


mandala e

Il cielo è guadagnato o perso
non con i fatti drammatici,
ma per semplici atti
della vita di tutti i giorni.

Alan Cohen

Heaven is gained or lost
not by dramatic deeds,
but by the simple of acts
of daily living.

Alan Cohen

Annunci

La vera natura


La Riflessione

Guardare in profondità significa rimuovere il confine
fra le nostre nozioni e la realtà.

Maestro Thich Nhat Hanh

————————————

Il confine tra quello che oggi crediamo
e quanto si possa osservare, in una nuova
e concreta opportunità di confronto e conoscenza,
è molto labile: dobbiamo allora essere sempre pronti
per abbandonare ogni cosa e riconoscere il valore
di ogni nuova scoperta.
Ma che non sia un appiglio dal quale non separarsi
appena una nuovo passo si compie.

Poetyca

————————————

L’insegnamento

Vera Natura

Io vi spiego argomenti che riguardano l’illuminazione,
ma non lasciate che la vostra mente si afferri ad essi.

Volgetevi semplicemente verso la vostra vera natura,
e sviluppate una concreta e pratica armonia con la sua essenza.

Maestro Yangshan

—————————————–

Conoscere la vera natura di un essere
è un atto indispensabile
perchè non si possono indossare abiti
che non sono della nostra misura:
conoscere è fare uno sforzo per comprendere
quali sono gli aspetti unici ed inimitabili
che rappresentano la vera natura
di chi incontriamo nel nostro percorso.

Non ha senso pretendere di condizionare
gli altri alle nostre aspettive
o tentare di essere graditi ed accolti
modificando la nostra vera natura.

Dietro alle maschere potremmo perdere
il vero senso della nostra vera ricerca.

Poetyca

—————————————–

24.05.2009 Poetyca

Testi tratti da: 

ReflectionLooking in depth means removing the boundary
between our notions and reality.

Master Thich Nhat Hanh

————————————

The boundary between what we now believe
and what can be observed, in a new
and real opportunity for comparison and understanding,
is very labile: then we must be ready
to abandon everything and recognize the value
each new discovery.
But not with a foothold from which it separated
just a new step is accomplished.

Poetyca

————————————

The teaching

true Nature

I will explain issues concerning lighting,
but do not let your mind grasp them.

Simply Turn to your true nature,
and developed a concrete and practical harmony with its essence.

Master Yangshan

—————————————–

Knowing the true nature of a
constitutes an indispensable
why can not wear clothes
that are not of our measure:
knowing is making an effort to understand
which are of unique and inimitable
representing the true nature
of those we encounter in our path.

There is no point pretending to condition
others to our aspettive
or groped to be appreciated and welcomed
changing our true nature.

Behind the masks we could lose
the true meaning of our real research.

Poetyca

—————————————–

24.05.2009 Poetyca

Text taken from:


Il Fiore di Bodhidharma

Una perla al giorno – Nisargadatta Maharaj


mandala f

Prima della mente: sono. “Io sono” non è un pensiero nella mente:
è la mente che accade a me, non io alla mente.
E poiché tempo e spazio sono in essa,
io sono al di là, onnipresente e eterno.

Nisargadatta Maharaj
Before the mind I m. “I am” is not a thought in mind:
it is the mind that happens to me, I do not mind.
And since time and space are in it,
I am beyond, omnipresent and eternal.

Nisargadatta Maharaj

Discriminazione e riflessione


La Riflessione

Un sorriso

Shakyamuni sollevò un fiore di loto,
perciò Kashyapa sorrise.

Niente affatto.

Il fiore di loto sorrise,
perciò sorrise Kashyapa.

Shakyamuni non era da nessuna parte!

Maestro Ko Un

La poesia di vita
si coglie nelle immagini
di quel che percepiamo con il cuore
se esso è limpido
– tutto è possibile –
per specchiare la nostra purezza.

Poetyca

L’insegnamento

Discriminazione e percezione

A causa del nostro discriminare,
percepiamo le cose come sgradevoli oppure belle,
buone oppure cattive.

La perfezione assoluta non esiste nel mondo.
Quello che veramente è importante è accontentarsi.

Maestro, venerabile monaca Cheng-Yen

La dualità cammina a braccetto
con il giudizio; l’imperfetto
è colui che ci somiglia
ma ciechi non lo cogliamo.

Solo noi possiamo cercare
il seme della consapevolezza
e raccogliere il frutto dell’unità
dove nulla è diviso
e tutto possa riflettere
il nostro aver trovato armonia.

Poetyca

Reflection

a smile

Shakyamuni held up a lotus flower,
therefore Kashyapa smiled.

Not at all.

The lotus flower smiled,
therefore Kashyapa smiled.

Shakyamuni was not anywhere!

Master Ko Un

The poetry of life
it captures in pictures
of what we perceive with the heart
if it is clear
– Anything is possible –
to mirror our purity.

Poetyca

teaching

Discrimination and perception

Because of our discriminating,
perceive things as ugly or beautiful,
good or bad.

Absolute perfection does not exist in the world.
What really is important is content.

Teacher, venerable nun Cheng Yen

The duality walking hand in hand
with the judgment, the imperfect
is the one who looks like
but the blind do not pick it.

Only we can look
the seed of awareness
and collect the fruit of unity
where nothing is divided
and all may reflect
our finding harmony.

Poetyca

Text taken from:

Il Fiore di Bodhidharma

Una perla al giorno – Bayazid al-Bistami


mandala c

La conoscenza di Dio
non si può ottenere cercandola;
tuttavia solo coloro che la cercano
la trovano.

Bayazid al-Bistami
Knowledge of God
can not be achieved by seeking;
However, only those who seek it
find it.

  Bayazid al-Bistami

Esperienze e realizzazione


Riflettendo…

La Riflessione

I fenomeni materiali e mentali vengono e vanno,
come nuvole nel cielo azzurro.

Avidità, collera e ignoranza; queste tre forme,
appaiono e scompaiono come un miraggio nell’oceano.

Yoka-daishi (d. 713)

———–

Nulla resta immutabile,
ed è speranza il sapere
che cercando le cause
sappiano soffiare via anche il dolore.

Poetyca

———–

L’insegnamento

Esperienze e realizzazione

Continuando a praticare la meditazione,
può capitarvi di avere ogni tipo di esperienza,
sia piacevole che spiacevole.

Potete sperimentare stati di estasi, chiarezza o assenza di pensieri.
In un certo senso, queste sono esperienze molto positive
e segni di un progresso nella meditazione.

Questo perché, se sperimentate beatitudine,
è un segno che il desiderio si è temporaneamente dissolto.
Quando sperimentate vera chiarezza,
è un segno che l’aggressività è temporaneamente cessata.
Se sperimentate uno stato di assenza di pensiero,
significa che la vostra inconsapevolezza è temporaneamente estinta.

Si tratta, quindi, di esperienze molto positive,
ma se sviluppate un attaccamento verso di esse, allora diventano ostacoli.

Le esperienze non sono, in se stesse, la realizzazione;
ma se vi mantenete liberi dall’attaccamento,
esse divengono ciò che sono realmente e cioè
una risorsa, un nutrimento per la realizzazione.

Sogyal Rinpoche

————–

La meditazione e quanto, attraverso essa,
si sappia portare in luce,è solo un mezzo e non il fine
per la nostra chiarezza interiore,
per imparare il non giudizio e per essere equidistanti.
Non si deve perseguire, attraverso essa, uno strumento
che ci limiti e sia motivo di attaccamento al risultato,
cosi come non si deve considerare di avere un arma
che ci faccia sentire superiori agli altri.
Se quanto emerge è fonte di appagamento, non deve
essere posta come via di fuga dalle problematiche quotidiane,
è piuttosto motivo per comprendere i nostri meccanismi interiori.

Poetyca

————–

Percorsi

La pace e l’azione

Ricordiamo che “Percorsi” è una raccolta di condivisione e non una serie di insegnamenti dottrinali. Nessun percorso rappresenta una definitiva e inappellabile risposta alla riflessione di partenza. Non si stupiscano i lettori, se non troveranno qui espressi dei principi non relativi e non opinabili, come alcuni preferirebbero. Il Buddhismo è un sentiero che creiamo con i nostri stessi passi, facendo esperienza di quella realtà così com’è nel qui ed ora che chiamiamo Dharma, non un insieme di dogmi.

Riflessione

La pace è anche fare le piccole come le grandi cose con totale non attaccamento ai risultati.
Nostra è l’azione, ma non il risultato dell’azione.
Questo è il Karma Yoga, lo Yoga dell’abilità nell’azione.

——————

Fare dono di sè, portare armonia in noi stessi
e per gli altri, è spargere dei semi su ogni terreno,
senza pensare se esso potrà produrre frutto
o se la sua aridità non ci offrirà nulla.
Portare pace, dove era la disarmonia a scompigliare il dialogo,
è semplicemente manifestare le proprie capacità senza aspettative.

Poetyca

——————

16.06.2007 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it