Archivi

Una perla al giorno -Srimad Bhagavatam


mandala11

Coloro che, non avendo afferrato il concetto di Dio,
non si adeguano ai Suoi precetti,
subiscono la paura, l’invidia, l’avidità,
le illusioni, la follia, si lamentano, si esaltano
e giungono sino a uccidersi l’un l’altro.

Srimad Bhagavatam, X, 4, 27

Those who, not having grasped the concept of God,
do not conform to His precepts,
suffer fear, envy, greed,
illusions, madness, complain, are enhanced
and they will finally kill each other.

Srimad Bhagavatam, X, 4, 27

Una perla al giorno -Takuan


rose

Non vive due volte questo giorno
Atomo di tempo grande perla.
Mai più tornerà questo giorno.
Ogni suo istante è una gemma inestimabile.

                                 Takuan

It does not live twice this day
Atom time great pearl.
Never again will return to this day.
Every moment is a priceless gem.

Takuan

Una perla al giorno -Uddhava Gita


mandala1

Come il ragno tesse una rete dal cuore
passando per la bocca, e poi la ritira nel cuore,
così l’Uno crea questo mondo di molteplicità
e poi lo ritira dentro di Sé.

Uddhava Gita, 4, 21

As the spider weaves a network from the heart
through the mouth, and then retreats to the heart,
so the One creates this world of multiplicity
and then withdraws it into Himself.

Uddhava Gita, 4, 21

Una perla al giorno- Astravakra Gita


mandala1

Questo mondo, con tutte le sue meraviglie,
in realtà non è nulla.
Sapendo questo, liberi dai desideri
e dalla conoscenza che distingue e separa,
si trova la propria pace.

Astravakra Gita, 11, 8

This world, with all its wonders,
in reality it is nothing.
Knowing this, free from desires
and the knowledge that distinguishes and separates,
is their peace.

Astravakra Gita, 11, 8

Una perla la giorno – Albert Schweitzer


mandala15 (2)
A volte la nostra luce si spegne ma viene
riaccesa da una scintilla che viene da un’altra
persona. Ognuno di noi ha un motivo per pensare
con profonda gratitudine a coloro che hanno
acceso la fiamma dentro di noi.

Albert Schweitzer
Sometimes our light goes out but is
rekindled by a spark that comes from another
person. Everyone has a reason to think
with deep gratitude to those who have
lighted the flame within us.

Albert Schweitzer

Una perla la giorno – Astavakra Gita


mandala a

Come onde, schiuma e bolle non sono diverse dall’acqua,
così alla luce della conoscenza,
l’Universo nato dal Sé, non è diverso dal Sé.

Astavakra Gita

Like waves, foam and bubbles are not different from the water,
so in the light of knowledge,
the universe was born from the Self, is no different from the self.
   
    Astavakra Gita

Una perla la giorno – Bhagavad Gita


mandala9

Mi è caro colui
che non rincorre il piacere
e non fugge il dolore,
non si lamenta, non ha brame,
ma lascia che le cose vadano
e vengano così come accadono.

Bhagavad Gita, XII, 17

Is dear to me the one
that does not chase the pleasure
and not fleeing the pain,
does not complain, he does not have cravings,
but let things go
and they are as they happen.

Bhagavad Gita, XII, 17

Una perla la giorno – Chuang-tzu


mandala i

La mia felicità consiste nel sapere che provengo dal principio,

nel contemplare lo yin e lo yang,

nell’osservare il succedersi delle stagioni,

l’alternarsi del giorno e della notte,

e nel sapere che al principio farò ritorno.

Chuang-tzu

My happiness lies in knowing that I come from the beginning,

in contemplating the yin and yang,

observing the passing of the seasons,

the alternation of day and night,

and in knowing that I will return to the principle.

                                         Chuang-tzu

Una perla la giorno – Epitteto


mandala c

Noi non soffriamo per le cose del mondo,
ma per le nostre credenze sulle cose del mondo.

Epitteto
We do not suffer for the things of the world,
but for our beliefs on the world.

                                      Epictetus

Una perla la giorno – John Blofeld


rosone7_1024
Quando si raggiunge
la consapevolezza
priva di oggetto
non rimane traccia
dell’io e dell’altro.
Il fiume e le sue rive
sono una sola cosa.

John Blofeld

When you reach
awareness
nugatory
no trace
of self and other.
The river and its banks
I am one.

                John Blofeld

Una perla la giorno – Lao Tzu


mandala4
“Rispetta la vincita del tuo prossimo
come se fosse la tua,
e la sconfitta del tuo prossimo
come se fosse la tua”

Lao Tzu T’ai Shang Kan Ying P’ien 213-218.

“Respect the winning your next
as if it were your own,
and the defeat of your next
as if it were your own “

Lao Tzu T’ai Shang Kan Ying P’ien 213-218.

Una perla la giorno – Poonja


rosone7_1024

D.: Chi sono?
P.: Chiunque tu ti immagini di essere.
Quando smetti di crearti delle identità,
troverai chi sei veramente.

Poonja

Q .: Who are they?
P .: Whoever you will be pictures.
When you stop to create you identities,
find who you really are.
   
                     Poonja

Il nemico della religione – The enemy of religion


Riflettendo…

La Riflessione

Tale è la mente, tale è il Buddha.
Così com’è il Buddha, così sono anche gli esseri viventi.

E’ necessario comprendere che la natura essenziale
del Buddha e della mente, è illimitata.

Avatamsaka Sutra

————————

Non ha inizio o fine
la vera natura della mente:
oltre le apparenze
tutto è limpido
ed abbraccia nell’interessere
amorevolezza e compassione.

Poetyca

————————

L’insegnamento

Il nemico della religione

Non c’è nulla che si possa chiamare “dogma” nell’insegnamento buddhista.

Con un’ampiezza di vedute rara per quel tempo,
e non comune nemmeno ai tempi nostri,
il Buddha rifiutò di soffocare la critica e l’analisi.

L’intolleranza gli apparve come il più grande nemico della religione.

Dr. S Radhakrishnan

———————–

Nel rispetto di ogni essere
è il percorso che non separa,
che accoglie e non pone diversità:
senza dogma da erigere come muro,
la mente pura è accoglienza e comprensione.

Poetyca

———————–

06.09.2008 Poetyca

Reflecting …

The Reflection

Such is the mind, such is the Buddha.
As the Buddha is, so too are living beings.

It is necessary to understand that nature is essential
of the Buddha and mind, it is unlimited.

Avatamsaka Sutra

————————

It has no beginning or end
the true nature of the mind:
beyond appearances
everything is clear
and embraces in being
kindness and compassion.

Poetyca

————————

The teaching

The enemy of religion

There is nothing that can be called “dogma” in Buddhist teaching.

With a breadth of views rare for that time,
and not common even in our times,
the Buddha refused to stifle criticism and analysis.

Intolerance appeared to him as the greatest enemy of religion.

Dr. S Radhakrishnan

———————–

In respect of every being
is the path that does not separate,
that welcomes and does not place diversity:
without dogma to build as a wall,
the pure mind is welcoming and understanding.

Poetyca

———————–

06.09.2008 Poetyca

L’ascolto profondo è la via – Deep listening is the way


Riflettendo…
La Riflessione
Il tuo primo amore, non ha né inizio nè fine.
Il tuo primo amore non è il tuo primo amore
e non è neppure l’ultimo.
E’ solo amore.
E’ uno con ogni cosa.
Thich Nhat Hanh
—————————-
Provare amore è conoscere quel che nel profondo siamo,
vivere in continuità una metamorfosi che è dono
dove incondizionata è l’offerta di sè.
Non quantificabile e non enumerabile
perchè una volta che accesa è la fiamma
essa non si estingue, è un abbraccio alla sofferenza
di tutti gli esseri, consapevolezza che nulla è separato.
Poetyca
—————————-
L’insegnamento
L’ascolto profondo è la via
Ascoltate in modo da dare all’altra persona un sollievo
ed una possibilità di esprimersi,
in modo che senta che finalmente qualcuno la capisce.
Se mantenete viva la compassione mentre ascoltate,
rabbia ed irritazione non potranno emergere.
Altrimenti, le cose che vi dirà,
toccheranno la vostra collera e la vostra sofferenza.
Solamente la compassione può proteggervi
dal divenire furiosi o pieni di disperazione.
La parola amorevole vi salverà.
L’ascolto compassionevole vi salverà.
Questo è un miracolo realizzato da noi stessi.
Maestro Thich Nhat Hanh
……………………………..
Restare equidistanti, ancorati alla presenza
che accoglie senza giudicare, che si offre
come spazio libero per gli altri, per dare conforto,
per sollecitare la fiducia nelle proprie capacità,
non è come reggere uno specchio, per farsi poi contaminare
dalle immagini che altri vi riflettono o dalle proiezioni mentali
nel tentano di coinvolgerci.
Non è semplice, ma quando si ascoltano gli altri
non si deve perdere di vista il restare centrati sulla propria armonia,
sulla coerenza di parole ed atti; non sia per noi vissuta come minaccia
che ci turba il nostro sentire,l’altrui idea o pregiudizio,
poiché è solo riflesso di una mente confusa,
trascinata da impressioni e non capace di guardare in profondità
per estirpare la discordia e lavorare saggezza ed eauidistanza.
Prima di essere d’aiuto ad altri dobbiamo lavorare
sulla nostra capacità di fermezza e serenità di fronte alle altrui opinioni,
spesso legate ad apparenze e non ad una reale attenzione ai semi che si osservano.
Poetyca
———————————–
01.05.2010 Poetyca
Reflecting …

Reflection
Your first love, has neither beginning nor end.
Your first love is not your first love
nor is it the last.
And ‘only love.
And ‘one with everything.

Thich Nhat Hanh
—————————-
Try to know what love is deep within us,
live in a continuous metamorphosis is a gift
where is the unconditional offer of its own.
Not quantifiable and non-enumerable
because once the flame is lit
it is not extinguished, is an embrace of suffering
of all beings, knowing that nothing is separate.

Poetyca

—————————-

Teaching

The deep listening is the way
Hear the other person to give relief
and a chance to express themselves,
so they feel that finally someone understands.
If you keep compassion alive while you listen,
anger and irritation may emerge.
Otherwise, the things you say,
touch your anger and your pain.
Only compassion can protect
from becoming angry or full of despair.
Loving speech will save you.
The compassionate listening will save you.
This is a miracle created by ourselves.

Master Thich Nhat Hanh

……………………………..

Remain equidistant, anchored to the presence
that welcomes non-judgmental, which offers
as free space for others, to comfort,
to elicit confidence in their abilities,
not how to hold a mirror to be contaminated, then
the images that will reflect or other mental projections
in trying to involve us.
It is not easy, but when you listen to others
one must not lose sight of their stay centered on harmony,
the consistency of words and deeds, is not experienced as a threat to us
that troubles us our feelings, ideas or other people’s prejudice,
it is only a reflection of a confused mind
driven by impressions and not able to look deeply
and work to eradicate discord and eauidistanza wisdom.
Before you can help others we need to work
our ability to firmness and serenity in the face of others’ opinions,
often linked to appearances and not to a real attention to the seeds that are observed.

Poetyca
———————————–

01.05.2010 Poetyca

Texts from

The Flower of Bodhidharma
Testi tratti da                                                                         

Il Fiore di Bodhidharma

Una perla al giorno – Eckhart Tolle


mandala13
Fate attenzione ad ogni senso di difesa dentro di voi.
Che cosa state difendendo?
Una identità illusoria,
un’immagine della vostra mente, un’entità fittizia.

Eckhart Tolle

 

Pay attention to every sense of defense within you.
What are you defending?
An illusory identity,
an image of your mind, a fictitious entity.

              Eckhart Tolle

Una perla al giorno – Sri Ramana


mandala7

Nel centro della grotta del cuore
l puro Brahman solo risplende
direttamente nella forma dell’Io come ” io-io”.
Entra nel cuore con mente ricercante,
e dissolvendo (l’ego) mediante il controllo del respiro,
dimora nell’Io.

Sri Ramana

In the center of the cave of the heart
the pure Brahman alone shines
directly in the form of the ego as “I-I”.
Enters the heart with mind researching,
and dissolving (the ego) through breath control,
dwelling in the ego.

                               Sri Ramana

L’inizio del sentiero – The beginning of the path


Il fiore di Bodhidharma

Riflettendo…

La Riflessione

Quando la mente è calma e lo spirito in pace,
la comprensione è realizzata.

Non v’è più nulla da comprendere.
Chi può affermare che il regno del Tao è lontano da noi?

Com’è sereno!
Come l’origine di Cielo e Terra.

Ni Tsan (1301-1374)

———————–

Non esiste dualismo,
non ha spazio la separazione
come una mente agitata ci proietta.

Tutto è racchiuso
in un respiro calmo,
nella pura attenzione
che lascia andare
attaccamento ed aspettativa.

Nel tao il senso profondo
di ogni cosa che ci pervade
e che si proietta nello spazio intorno.

Poetyca

———————–

L’insegnamento

L’inizio del Sentiero

Quando il Buddha insegnò le quattro nobili verità,
disse che prendere rifugio nell’esistenza umana è un’esperienza insoddisfacente.

Se ci si attacca a questa struttura mortale, si soffrirà.
Non ottenere quello che si vuole è sofferenza
– con questo possiamo trovarci facilmente d’accordo –
Ricevere quello che non si vuole può anche essere doloroso.

Ma se ci inoltriamo un po’ di più lungo il cammino del Buddha,
anche ottenere ciò che vogliamo è sofferenza!

Questo è l’inizio del sentiero del risveglio.

Ajahn Sundara

————————

La brama, il possesso e l’aspettativa
sono veleni che inquinano il nostro andare.

La vera ricerca si confronta con la capacità
di non attendersi nulla,
di accogliere ogni cosa come dono.

Senza aspettative si comprende
che quel che ci accade
è adatto al nostro percorso.

Non sempre quel che appare beneficio
accorda il nostro bisogno
e se non vigiliamo diviene
attaccamento e veleno.

Poetyca

————————

15.06.2008 Poetyca

testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Una perla al giorno – Tirukkural


mandala7
Dovresti aver paura dell’ostilità
che hai dentro di te e difenderti da essa:
nei momenti catastrofici taglierà
più a fondo della lama del vasaio.

Tirukkural, LXXXIX, 883

You should be afraid of hostility
you have inside of you and defend you from it:
at times catastrophic cut
deeper blade of the potter.

Tirukkural, LXXXIX, 883

Una perla al giorno – Dhammapada


Dhammapada

Colui che cerca la propria felicità
causando dolore ad altri,
essendo lui stesso impigliato
nel groviglio dell’ostilità,
non si può liberare dall’ostilità.

Dhammapada, 291

He who seeks his own happiness
causing pain to others,
being himself entangled
in the tangle of hostility,
you can free up hostility.

Dhammapada, 291

Rifugi lungo la via – Shelters along the way


Riflettendo…

bodhidarma

La Riflessione

Ho vissuto per più di cinquant’anni,

fluttuando nel mare della vita e della morte.

Non v’è nulla a cui afferrarsi.

Shin’etsu (1639-1696)

————————

Il valore della gratitudine,

per la bellezza del percorso,

per le opportunità maturate

è nella comprensione di tutte le volte

che un respiro nuovo

ci ha permesso di essere qui ed ora,

ad attraversare lo spazio

che separa le acque tra la vita

che continua e la sfuggita morte.

In noi la capacità di accogliere

passo dopo passo questo momento

senza aggrapparsi ma facendosi scivolare

con dolcezza sulle onde

della compassione amorevole.

Poetyca

————————

L’insegnamento

Rifugi lungo la Via

Generalmente si pensa che prendere i Rifugi sia il primo gradino della pratica buddhista,una formula che si recita all’inizio della propria vita da buddhisti,

ma che poi si lascia cadere su uno sfondo dietro di sé.

Invece, l’atto di prendere i Rifugi può essere usato come un mezzo di pratica,

un metodo per elevare se stessi, poiché quando si prendono i Rifugi

in effetti si dà una particolare direzione alla propria mente.

Se lo si fa consapevolmente, lentamente e deliberatamente,

quest’atto mette in moto alcuni fattori mentali, le cinque facoltà spirituali (indriya).

Esse sono fede, energia, consapevolezza, concentrazione e saggezza.

Prendendo consapevolmente i Rifugi si fanno sorgere,

si potenziano e si rinforzano queste cinque qualità mentali,

fino al punto che esse diverranno le linee guida del nostro sviluppo spirituale.

Venerabile Bhikkhu Bodhi

————————-

Giungere ad un apparente traguardo è in realtà tracciare una linea di partenza,

in coerenza e retto sforzo per essere capaci di mantenere fede

ad una scelta formulata con la mente/cuore.

Mai si deve cancellare quello che è nella via da intraprendere

e passo dopo passo, tutto si riconferma dal calore che noi mettiamo

per far ardere la fiamma della presenza mentale, dove la pura mente

sa dare limpidezza al percorso scelto con consapevolezza ed amorevolezza.

Con gratitudine si porta attenzione a tutte le difficoltà

che ci aiutano a riconfermare il nostro modo di vivere le esperienze.

Poetyca

————————

28.12.2008 Poetyca

❤ ❤ ❤

Reflecting …

Reflection

I have lived for more than fifty years ,

waving in the sea of ​​life and death.

There is nothing to hold on .

Shin’etsu (1639-1696)

————————

The value of gratitude ,

for the beauty of the route ,

for the opportunities gained

is in the understanding of all times

that a new breath

has allowed us to be here and now,

to traverse space

which separates the waters between life

continues and escaped death.

In us the capacity to accommodate

step by step this time

but being without clinging slip

gently on the waves

of loving compassion .

Poetyca

————————

The teaching

Shelters along the Via

It is generally thought that taking refuge is the first step of Buddhist practice , a formula that is recited at the beginning of his life as a Buddhist ,

but then you drop on a background behind him.

Instead , the act of taking refuge can be used as a means of practice,

a method to elevate themselves, because when you take refuge

in fact it gives a particular direction to the mind .

If you do it consciously , slowly and deliberately ,

this act sets in motion some mental factors , the five spiritual faculties ( Indriyas ) .

They are faith , energy, mindfulness , concentration and wisdom .

Going for Refuge consciously they do arise ,

is strengthening, and reinforcing these five mental qualities ,

to the point where they become the guidelines of our spiritual development.

Venerable Bhikkhu Bodhi

————————-

Reaching an apparent goal is actually to draw a line starting

in consistency and rectum effort to be able to maintain faith

to a choice made ​​with the mind / heart.

Never will need to delete what is in the way to go

and step by step , everything is reconfirmed by the heat that we put

to burn the flame of mindfulness, where the pure mind

can give clarity to the path chosen with awareness and kindness .

With gratitude brings attention to the difficulties

that help us to reconfirm our way of life experiences .

Poetyca

————————

28.12.2008 Poetyca

Una perla al giorno – Patañjali, Yogasûtra


mandala4
Quando siamo saldamente radicati nella nonviolenza,
tutti gli esseri intorno a noi cessano di provare ostilità;
quando siamo saldamente radicati nella veridicità,
l’azione ottiene il risultato voluto;
quando siamo saldamente radicati nell’integrità,
tutte le ricchezze si offrono spontaneamente;
quando siamo saldamente radicati nella castità,
si genera la potenza sottile;
quando siamo saldamente radicati nel non-attaccamento,
comprendiamo la natura e lo scopo dell’esistenza

Patañjali, Yogasûtra II, 35-39

When we are firmly rooted in nonviolence,
  all beings around us cease to feel hostility;
     when we are firmly rooted in truth,
the action gets the desired result;
     when we are firmly rooted in integrity,
  all the riches you offer spontaneously;
     when we are firmly rooted in chastity,
  generates power thin;
     when we are firmly rooted in the non-attachment,
  understand the nature and purpose of existence

Patanjali, Yogasutra II, 35-39

Una Perla al giorno – Kata Upanisad


rosone24_1024

Il piacevole (ciò che alletta i sensi) è una cosa, il buono un’altra.
Questi due, avendo scopi diversi, spingono l’uomo all’azione.
Mentre colui che sceglie il bene agisce bene,
coloro i quali preferiscono il piacevole,
si allontanano dalla vera destinazione della loro vita.

Kata Upanisad, II, 1

The nice (what entices the senses) is one thing, the good one.
These two, having different purposes, pushing the man to action.
While the one who chooses the good acts well,
those who prefer the pleasant,
turn away from the true destination of their lives.

Kata Upanishad, II, 1

Una Perla al giorno – Dhammapada


rosone19_1024

Per una persona dal pensiero instabile,
che non conosce la legge della realtà,
con la serenità turbata,
il discernimento non si sviluppa appieno.

Per una persona dal pensiero stabile,
la cui mente non è trascinata via,
che ha abbandonato il merito e il demerito,
sveglia, non esiste più alcuna paura.

Dhammapada, 38-39
For a person from thinking unstable,
who does not know the law of reality,
with the serenity disturbed,
discernment does not develop fully.

For a person from thinking stable,
whose mind is not dragged away,
who abandoned the merit and demerit,
alarm clock, there is no longer any fear.

Dhammapada, 38-39

Una Perla al giorno – Bhagavad Gita V, 15-16


rosone12_1024

Dio non partecipa alle buone e alle cattive azioni di una persona:
il giudizio è obnubilato quando la saggezza è oscurata dall’ignoranza;
ma l’ignoranza viene distrutta dalla conoscenza della propria vera natura.

Bhagavad Gita V, 15-16

God does not take part to the good and bad deeds of a person:
judgment is clouded when wisdom is obscured by ignorance;
but ignorance is destroyed by the knowledge of their true nature.

Bhagavad Gita V, 15-16

Una perla al giorno – Nuk pu Nuk


33

 

Il punto dei punti attorno al quale
gravita il sistema del nostro
sistema solare, o discepolo, lo conosci?
Lo conosco, Maestro, perché Egli è il Dio di Dio,
lo conosco, perché Egli è me
e perché io sono Lui  
e perché Lui ed io siamo UNO.
…io sono ciò che sono…

                              Nuk pu Nuk

The point of the points around which
the gravity of our system
solar system, or disciple, you know?
I know him, Master, because He is the God of God,
I know him, because he is me
and because I am Him
and because He and I are One.
… I am what I am …

                               Nuk Nuk pu

Una Perla al giorno – Sri Mata Amritanandamayi Devi


rosone3_1024

La forza di un ciclone può sradicare alberi
e far crollare edifici,
ma per quanto impetuoso possa essere,
esso non può far nulla ad un umile filo d’erba.
Questa è la grandezza dell’umiltà, figli miei.

Sri Mata Amritanandamayi Devi

 

The strength of a hurricane can uproot trees
and bring down buildings,
but what can be impetuous,
it can not do anything to a humble blade of grass.
This is the greatness of humility, my children.

Sri Mata Amritanandamayi Devi

Una perla al giorno – Amma Mata Amritanandamayi


mandala6

“L’amore è la nostra vera essenza. L’amore non ha limiti di casta, religione, razza o nazionalità. Noi tutti siamo perle infilate nello stesso filo dell’amore.”

Amma Mata Amritanandamayi

“Love is our true essence. Love has no limitations of caste, religion, race or nationality. We are all beads strung on the same thread of love.”

Amma Mata Amritanandamayi

Una perla al giorno – Bhagavad Gita


mandala14
Libero da egoismo, aggressività, arroganza, rabbia
e dal desiderio di possedere persone o cose,
[il saggio] è in pace con se stesso e gli altri
ed entra nello stato di unione.

Unito al Brahman, sempre gioioso,
fuori dalla portata del desiderio e del dispiacere,
ha lo stesso riguardo per ogni creatura vivente.

Bhagavad Gita XVIII, 53-54

Free from selfishness, aggression, arrogance, anger
and the desire to possess people or things,
[essay] is at peace with himself and others
and enters into the state of union.

Combined with the Brahman, always joyful,
out of the reach of desire and regret,
has the same respect for every living creature.

Bhagavad Gita XVIII, 53-54