Archivi

Una perla al giorno – Ramesh Balsekar


mandala f
Che il problema sia insolubile
è di per sé la soluzione.

Ramesh Balsekar
That the problem is insoluble
It is in itself the solution.

Ramesh Balsekar

Annunci

Una perla al giorno – Meister Eckhart


mandala2.jpg
La legna non muta il fuoco in se stessa,
ma il fuoco muta la legna in se stesso.
Così noi siamo mutati in Dio,
affinché possiamo conoscerlo per ciò che è.

Meister Eckhart

The wood does not change the fire itself,
but the fire changes the wood itself.
So we are changed into God,
that we may know him for what he is.

                            Meister Eckhart

Una perla al giorno – Detto Zen


mandala b
Se lo capisci,
le cose sono così come sono…
Se non lo capisci,
le cose sono così come sono.

Detto zen

If you get it,
things are as they are …
If you do not understand,
things are as they are.

                        zen saying

Una perla al giorno – Mahâbhârata


mandala3

Se un forte, ma disattento,
combatte contro un debole, ma attento,

il forte ha la peggio
in conseguenza della sua disattenzione.

Mahâbhârata

If a stronger, but careless,
fights against a weak, but careful,

the fort has the worse
as a result of his carelessness.

Mahabharata

Una perla al giorno – Sutta Nipata


rosone7_1024

Impara dall’acqua: i torrentelli di montagna,
tra fessure e orridi,
scorrono rumorosamente,
ma i grandi fiumi fluiscono silenziosi.

Sutta Nipata, 720

Learn from the water of the mountain streams,
between crevices and ravines,
flow noisily,
but the great rivers flow silently.

Sutta Nipata, 720

Una perla al giorno – Dhammapada


rosone13_1024

Non sottovalutare il bene fatto,
pensando: «Non me ne verrà mai alcun merito».
L’acqua, cadendo a goccia a goccia,
riempie anche una giara.

Il saggio si riempie di benefici
anche se li accumula a poco a poco.

Dhammapada, 122

Do not underestimate the good done,
thinking: “I will not ever be any merit.”
The water, falling drop by drop,
also fills a jar.

The essay is full of benefits
even if it accumulates gradually.

  Dhammapada, 122