Archivi

Tao Te Ching XXV


XXV : Raffigura l’origine

C’è un qualcosa che completa nel caos,
il quale vive prima del Cielo e della Terra.
Come è silente, come è vacuo!
Se ne sta solingo senza mutare,
ovunque s’aggira senza correr pericolo,
si può dire la madre di ciò che è sotto il cielo.
Io non ne conosco il nome
e come appellativo lo dico Tao,
sforzandomi a dargli un nome lo dico Grande.
Grande ovvero errante,
errante ovvero distante,
distante ovvero tornante.
Perciò
il Tao è grande,
il Cielo è grande,
la Terra è grande
ed anche il sovrano è grande.
Nell’universo vi sono quattro grandezze
ed il sovrano sta in una di esse.
L’uomo si conforma alla Terra,
la Terra si conforma al Cielo,
il Cielo si conforma al Tao,
il Tao si conforma alla spontaneità.

Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 25

Something mysteriously formed,
Born before heaven and earth.
In the silence and the void,
Standing alone and unchanging,
Ever present and in motion.
Perhaps it is the mother of ten thousand things.
I do not know its name.
Call it Tao.
For lack of a better word, I call it great.

Being great, it flows.
It flows far away.
Having gone far, it returns.

Therefore, “Tao is great;
Heaven is great;
Earth is great;
The king is also great.”
These are the four great powers of the universe,
And the king is one of them.

Man follows the earth.
Earth follows heaven.
Heaven follows the Tao.
Tao follows what is natural.

Tao Te Ching – XXIV – La penosa benignità


Tao Te Ching

– XXIV -LA PENOSA BENIGNITÀ

Chi sta sulla punta dei piedi non si tiene ritto,
chi sta a gambe larghe non cammina,
chi da sé vede non è illuminato,
chi da sé s’approva non splende,
chi da sé si gloria non ha merito,
chi da sé s’esalta non dura a lungo.
Nel Tao queste cose sono avanzi ed escrescenze,
che le creature hanno sempre detestati.
Per questo non rimane chi pratica il Tao.

Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 24

He who stands on tiptoe is not steady.
He who strides cannot maintain the pace.
He who makes a show is not enlightened.
He who is self-righteous is not respected.
He who boasts achieves nothing.
He who brags will not endure.
According to followers of the Tao,
“These are extra food and unnecessary luggage.”
They do not bring happiness.
Therefore followers of the Tao avoid them.

Tao te Ching XXIII : Il vuoto non-essere


Tao te Ching XXIII : Il vuoto non-essere

Il parlar dell’Insonoro è spontaneità.
Per questo
un turbine di vento non dura una mattina,
un rovescio di pioggia non dura una giornata.
Chi opera queste cose?
Il Cielo e la Terra.
Se perfino il Cielo e la Terra non possono persistere
tanto più lo potrà l’uomo?
Perciò compi le tue imprese come il Tao.
Chi si dà al Tao s’immedesima col Tao,
chi si dà alla virtù s’immedesima con la virtù,
chi si dà alla perdita s’immedesima con la perdita.
Chi s’immedesima col Tao
nel Tao si rallegra d’ottenere,
chi s’immedesima con la virtù
nella virtù si rallegra d’ottenere,
chi s’immedesima con la perdita
nella perdita si rallegra d’ottenere.
Quando la sincerità vien meno
si ha l’insincerità.

Tao Te Ching – chapter 23

To talk little is natural.
High winds do not last all morning.
Heavy rain does not last all day.
Why is this? Heaven and earth!
If heaven and earth cannot make things eternal,
How is it possible for man?

He who follows the Tao
is at one with the Tao.
He is virtuous
Experiences Virtue.
He who loses the way
Feels lost.
When you are at one with the Tao,
The Tao welcomes you.
When you are one with Virtue,
The Virtue is always there.
When you are at with loss,
The loss is experienced willingly.

He who does not trust enough
Will not be trusted.

Tao te Ching XXII : L’umiltà che eleva


Tao te Ching XXII L’umiltà che eleva

Se ti pieghi ti conservi, se ti curvi ti raddrizzi, se t’incavi ti riempi, se ti logori ti rinnovi, se miri al poco ottieni se miri al molto resti deluso. Per questo il santo preserva l’Uno e diviene modello al mondo. Non da sé vede perciò è illuminato, non da se s’approva perciò splende, non da sé si gloria perciò ha merito, non da sé s’esalta perciò a lungo dura. Proprio perché non contende nessuno al mondo può muovergli contesa. Quel che dicevano gli antichi: se ti pieghi ti conservi, erano forse parole vuote? In verità, integri tornavano.

Tao Te Ching – chapter 22

Yield and overcome; Bend and be straight; Empty and be full; Wear out and be new; Have little and gain; Have much and be confused.

Therefore wise men embrace the one And set an example to all. Not putting on a display, They shine forth. Not justifying themselves, They are distinguished. Not boasting, They receive recognition. Not bragging, They never falter. They do not quarrel, So no one quarrels with them. Therefore the ancients say, ‘Yield and overcome.’ Is that an empty saying? Be really whole, And all things will come to you.

Tao te Ching XXI : Svuotare il cuore


Tao te Ching XXI : Svuotare il cuore

Il contenere di chi ha la virtù del vuoto
solo al Tao s’adegua.
Per le creature il Tao
è indistinto e indeterminato.
Oh, come indeterminato e indistinto
nel suo seno racchiude le immagini!
Oh, come indistinto e indeterminato
nel suo seno racchiude gli archetipi!
Oh, come profondo e misterioso
nel suo seno racchiude l’essenza dell’essere!
Questa essenza è assai genuina
nel suo seno ne racchiude la conferma.
Dai tempi antichi sino ad oggi
il suo nome non passa
e così acconsente a tutti gli inizi.
Da che conosco il modo di tutti gli inizi?
Da questo.

Tao te Ching 21

The Master keeps her mind
always at one with the Tao;
that is what gives her her radiance.

The Tao is ungraspable.
How can her mind be at one with it?
Because she doesn’t cling to ideas.

The Tao is dark and unfathomable.
How can it make her radiant?
Because she lets it.

Since before time and space were,
the Tao is.
It is beyond is and is not.
How do I know this is true?
I look inside myself and see.

Tao te Ching XX


Tao te Ching XX : Differenziarsi dal volgo

Tralascia lo studio e non avrai afflizioni.
Tra un pronto e un tardo risponder sì
quanto intercorre?
Quel che gli altri temono
non posso non temer io.
Oh, quanto son distanti e ancor non s’arrestano!
Tutti gli uomini sono sfrenati
come a una festa o un banchetto sacrificale,
come se in primavera ascendessero ad una torre.
Sol io quanto son placido! tuttora senza presagio
come un pargolo che ancor non ha sorriso,
quanto son dimesso!
come chi non ha dove tornare.
Tutti gli uomini hanno d’avanzo
sol io sono come chi tutto ha abbandonato.
Oh, il mio cuore di stolto
quanto è confuso!
L’uomo comune è così brillante
sol io sono tutto ottenebrato,
l’uomo comune in tutto s’intromette,
solo io di tutto mi disinteresso,
agitato sono come il mare,
sballottato sono come chi non ha punto fermo.
Tutti gli uomini sono affaccendati
sol io sono ebete come villico.
Sol io mi differenzio dagli altri
e tengo in gran pregio la madre che nutre.

Tao te Chig 20

Stop thinking, and end your problems.
What difference between yes and no?
What difference between success and failure?
Must you value what others value,
avoid what others avoid?
How ridiculous!

Other people are excited,
as though they were at a parade.
I alone don’t care,
I alone am expressionless,
like an infant before it can smile.

Other people have what they need;
I alone possess nothing.
I alone drift about,
like someone without a home.
I am like an idiot, my mind is so empty.

Other people are bright;
I alone am dark.
Other people are sharper;
I alone am dull.
Other people have a purpose;
I alone don’t know.
I drift like a wave on the ocean,
I blow as aimless as the wind.

I am different from ordinary people.
I drink from the Great Mother’s breasts.

Tao Te Ching -XIX


Tao

Tao Te Ching 

XIX –TORNARE ALLA PUREZZA

Tralascia la santità e ripudia la sapienza
e il popolo s’avvantaggerà di cento doppie,
tralascia la carità e ripudia la giustizia
ed esso tornerà alla pietà filiale e alla clemenza
paterna,
tralascia l’abilità e ripudia il lucro
e più non vi saranno ladri e briganti.
Quelle tre reputa formali e insufficienti,
perciò insegna che v’è altro a cui attenersi:
mostrati semplice e mantienti grezzo,
abbi poco egoismo e scarse brame.

Tao Te Ching – chapter 19

Banish wisdom, discard knowledge,
Then the people will benefit a hundred times.
Banish human love, just dump righteous, moral justice,
And then the people will be dutiful and recover deep love of their kin.
Banish cunning and skill, dispel profit; dismiss utility,
Then thieves and robbers will disappear.
These three things are not enough; externals are somehow decorations,
And purposes are not enough; they tend to rob life and make it too little complicated.
Therefore let people hold well on to keeping accessories; keeping simplicity to look at.
Let them go on and shield their internal soul’s nature
As some ritual, raw block to hold,
And some private, secret means.
Let them foster less ardent desires.

Tao Te Ching XVI Volgersi alla radice


Tao Te Ching XVI volgersi alla radice

raggiunta la suprema vuotezza
si vive fermamente in tranquillità
mentre la moltitudine delle cose accade
io contemplo il loro ritorno
malgrado che le cose fioriscano
esse tornano tutte alla loro radice
ritornare alla propria radice è essere tranquillo
essere tranquillo è tornare al proprio destino
tornare al proprio destino è essere eterno
conoscere l’ eterno è essere illuminato
non conoscere l’ eterno è agire ciecamente danneggiandosi
conoscere l’ etrno è essere modelli
essere modelli è essere giusti
essere giusti è essere capaci di governare
essere capaci di governare è essere il cielo
essere il cielo è essere il Tao
essere il Tao è vivere lungamente
e non si incontrano danni per tutta la vita

Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 16

Empty yourself of everything.
Let the mind rest at peace.
The ten thousand things rise and fall while the Self watches their return.
They grow and flourish and then return to the source.
Returning to the source is stillness, which is the way of nature.
The way of nature is unchanging.
Knowing constancy is insight.
Not knowing constancy leads to disaster.
Knowing constancy, the mind is open.
With an open mind, you will be openhearted.
Being openhearted, you will act royally.
Being royal, you will attain the divine.
Being divine, you will be at one with the Tao.
Being at one with the Tao is eternal.
And though the body dies, the Tao will never pass away.

Tao Te Ching XV Rendi palese la Virtù


Tao Te Ching  XV Rendi palese la Virtù

Gli antichi maestri eccellevano come adepti del Tao
penetravano l’arcano e comunicavano col mistero,
erano profondi da non poter essere compresi.
Proprio perché non possono essere compresi
io mi sforzerò di darne i tratti.
Irresoluti erano come chi d’inverno guada un fiume,
guardinghi erano come chi teme i vicini ai quattro lati,
rispettosi erano come chi è ospite,
frammentati erano come ghiaccio che si va fondendo,
schietti erano come legno non ancora sgrossato,
vuoti erano come valli,
torbidi erano come acqua motosa.
Chi è capace d’esser motoso
per fare illimpidire piano piano riposando?
Chi è capace d’esser placido
per far vivere pian piano rimuovendo a lungo?
Chi s’attiene a questa Via
non brama d’esser pieno,
e proprio perché non si riempie
può starsene nell’ombra senza innovar l’antico.

Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 15

The ancient masters were subtle, mysterious, profound, responsive.
The depth of their knowledge is unfathomable.
Because it is unfathomable,
All we can do is describe their appearance.
Watchful, like men crossing a winter stream.
Alert, like men aware of danger.
Courteous, like visiting guests.
Yielding, like ice about to melt.
Simple, like uncarved blocks of wood.
Hollow, like caves.
Opaque, like muddy pools.

Who can wait quietly while the mud settles?
Who can remain still until the moment of action?
Observers of the Tao do not seek fulfilment.
Not seeking fulfillment, they are not swayed by desire for change.

Tao Te Ching XIV Introduce al mistero


XIV : Introduce al mistero

A guardarlo non lo vedi,
di nome è detto l’Incolore.
Ad ascoltarlo non lo odi,
di nome è detto l’Insonoro.
Ad afferrarlo non lo prendi,
di nome è detto l’Informe.
Questi tre non consentono di scrutarlo a fondo,
ma uniti insieme formano l’Uno.
Non è splendente in alto
non è oscuro in basso,
nel suo volversi incessante non gli puoi dar nome
e di nuovo si riconduce all’immateriale.
È la figura che non ha figura,
l’immagine che non ha materia:
è l’indistinto e l’indeterminato.
Ad andargli incontro non ne vedi l’inizio,
ad andargli appresso non ne vedi la fine.
Attieniti fermamente all’antico Tao
per guidare gli esseri di oggi
e potrai conoscere il principio antico.
È questa l’orditura del Tao.

Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 14

Look, it cannot be seen – it is beyond form.
Listen, it cannot be heard – it is beyond sound.
Grasp, it cannot be held – it is intangible.
These three are indefinable;
Therefore they are joined in one.

From above it is not bright;
From below it is not dark:
An unbroken thread beyond description.
It returns to nothingness.
The form of the formless,
The image of the imageless,
It is called indefinable and beyond imagination.

Stand before it and there is no beginning.
Follow it and there is no end.
Stay with the ancient Tao,
Move with the present.

Knowing the ancient beginning is the essence of Tao.

Tao Te Ching XIII : Respingere la vergogna


Tao Te Ching XIII : Respingere la vergogna

Favore e sfavore fanno paura,
pregiar la propria persona è gran sventura.
Che significa
favore e sfavore fan paura?
Il favore è un abbassarsi:
nell’ottenerlo s’ha paura,
di perderlo s’ha paura.
Questo significa
favore e sfavore fan paura.
Che significa
pregiar la propria persona è gran sventura?
La ragione per cui ho gran sventura
è che tengo alla mia persona,
se non tenessi alla mia persona
quale sventura avrei?
Per questo
a chi di sé fa pregio a pro del mondo
si può affidare il mondo,
a chi di sé ha cura a pro del mondo

Tao Te Ching chapter 13

Accept disgrace willingly.
Accept misfortune as the human condition.

What do you mean by “Accept disgrace willingly”?
Accept being unimportant.
Do not be concerned with loss and gain.
This is called “accepting disgrace willingly.”

What do you mean by “Accept misfortune as the human condition”?
Misfortune comes from having a body.
Without a body, how could there be misfortune?

Surrender yourself humbly; then you can be trusted to care for all things.
Love the world as your own self; then you can truly care for all things.

Tao Te Ching XII : Reprimere le brame


Tao Te Ching

XII : Reprimere le brame

I cinque colori fan sì che s’acciechi l’occhio dell’uomo,
le cinque note fan sì che s’assordi l’orecchio dell’uomo,
i cinque sapori fan sì che falli la bocca dell’uomo,
la corsa e la caccia fan sì che s’imbesti il cuore dell’uomo,
i beni che con difficoltà si ottengono
fan sì che sia dannosa la condotta dell’uomo.
Per questo il santo
è per il ventre e non per l’occhio.
Perciò respinge l’uno e preferisce l’altro.

Tao Te Ching chapter 12


The five colours blind the eye.

The five tones deafen the ear.
The five flavours dull the taste.
Racing and hunting madden the mind.
Precious things lead one astray.

Therefore the sage is guided by what he feels and not by what he sees.
He lets go of that and chooses this.

Tao Te Ching XI L’utilità del non-essere


Tao Te Ching
XI : L’utilità del non-essere

Trenta raggi si uniscono in un solo mozzo
e nel suo non-essere si ha l’utilità del carro,
s’impasta l’argilla per fare un vaso
e nel suo non-essere si ha l’utilità del vaso,
s’aprono porte e finestre per fare una casa
e nel suo non-essere si ha l’utilità della casa.
Perciò l’essere costituisce l’oggetto
e il non-essere costituisce l’utilità.

XI

Thirty spokes converge
In the hub of a wheel;
But the use of the cart
Will depend on the part
Of the hub that is void.

With a wall all around
A clay bowl is molded;
But the use of the bowl
Will depend on the part
Of the bowl that is void.

Cut out windows and doors
In the house that you build;
But the use of the house
Will depend on the part
Of the house that is void.

Thus advantage is had
From whatever is there;
But usefulness arises
From whatever is not.

Tao Te Ching XXVII


Tao Te Ching XXVII : L’uso dell’abilità

Chi ben viaggia non lascia solchi né impronte,
chi ben parla non ha pecche né biasimi,

chi ben conta non adopra bastoncelli né listelle,
chi ben chiude non usa sbarre né paletti
eppure non si può aprire,
chi ben lega non usa corde né vincoli
eppure non si può sciogliere.
Per questo il santo
sempre ben soccorre gli uomini
e perciò non vi sono uomini respinti,
sempre bene soccorre le creature
e perciò non vi sono creature respinte:
ciò si chiama trasfondere l’illuminazione.
Così l’uomo che è buono
è maestro dell’uomo non buono,
l’uomo che non è buono
è profitto all’uomo buono.
Chi non apprezza un tal maestro,
chi non ha caro un tal profitto,
anche se è sapiente cade in grave inganno:
questo si chiama il mistero essenziale.

27

A good traveller leaves no track or trace behind, nor does fit activity. So a good runner leaves no track.

Perfect speech is like a jade-worker whose tool leaves no mark. Good speech leaves no flaws.

The perfect reckoner needs no counting-slips; the good reckoner uses no counters.

The perfect, shut door is without bolt nor bar and can’t be opened.

The perfect knot needs neither rope nor twine, yet can’t be untied. No one can untie it.

So the wise man is good at helping men, always good in saving men: the wise man is all the time helping men in the most perfect way – he certainly does not turn his back on men; is all the time in the most perfect way helping creatures. He certainly does not turn his back on creatures, and consequently no man is rejected. For that reason there is no useless person.

And he is always good in saving. So nothing is rejected.

This is called following the light [of nature] – is called resorting to the light, nay, stealing some divine light.

Truly, the good man is the teacher of the bad, as they say. But the bad man is the lesson of the good, in part some material from which the good can learn. And so the imperfect is the equipment of the perfect man”.

He who hardly respects or values his teacher, hardly cares for the material or loves his lesson, is gone far astray even if well versed.

That is the fine secret

Tao Te Ching X : Saper agire


X : Saper agire

Preserva l’Uno dimorando nelle due anime:
sei capace di non farle separare?
Pervieni all’estrema mollezza conservando il qi :
sei capace d’essere un pargolo?
Purificato e mondo abbi visione del mistero:
sei capace d’esser senza pecca?
Governa il regno amando il popolo:
sei capace di non aver sapienza?
All’aprirsi e al chiudersi della porta del Cielo
sei capace d’esser femmina?
Luminoso e comprensivo penetra ovunque:
sei capace di non agire?
Fa vivere le creature e nutrile,
falle vivere e non tenerle come tue,
opera e non aspettarti nulla,
falle crescere e non governarle.
Questa è la misteriosa virtù.

10

Can you keep the unquiet physical-soul from straying, hold fast to the unity and middle, and never quit it?

Can you, when concentrating your breath, make it soft like that of an infant?

Strive after less tainted perfection, let it be aided by penetrating insight. So wipe and cleanse your vision of the mystery till all is without blur.

Can you love the people and rule the land, yet remain unknown?

Can you in opening and shutting the heavenly gates, ever play the feminine part?

Can your mind penetrate every corner of the land, but you yourself never interfere? Can you renounce the grosser mind for comprehending all inside knowledge?

Produce things and rear well,

But never lay claims to such things –

Control them, never lean on them.

Rely on some innate ability to act well.

Be a sort of master among others, just refrain from mismanaging.

Here is found the essential Tao prowess. Feats like these suggest what Tao power is at bottom, and its deep, mystic virtue.

Tao te Ching IX – Tendere all’incolore


Tao te ching IX

Tendere all’incolore

Chi colma ciò che possiede
meglio farebbe a desistere,
chi batte a fino ciò che è appuntito
non lo mantiene a lungo intatto.
Un palazzo colmo d’oro e di gemme
non si può conservare,
chi si fa arrogante perché ricco e nobile
procura da sé la sua rovina.
Ad opera compiuta ritrarsi
è la Via del Cielo.

9

Filling all the way to the brim
Is not as good as halting in time.
Pounding an edge to sharpness
Will not make it last.
Keeping plenty of gold and jade in the palace
Makes no one able to defend it.
Displaying riches and titles with pride
Brings about one’s downfall.
To retreat after a work well done is Heaven’s Way.

Tao Te Ching VII Occultare la Luce


 

 

– VII –
OCCULTARE LA LUCE

Il Cielo è perpetuo e la Terra perenne.
La ragione per cui
il Cielo può essere perpetuo e la Terra perenne
è che non vivono per sé stessi:
perciò possono vivere a lungo.
Per questo il santo
pospone la sua persona
e la sua persona viene premessa,
apparta la sua persona
e la sua persona perdura.
Non è perché è spoglio di interessi?
Per questo può realizzare il suo interesse.


Tao Te Ching: Chapter 7
translated by J. H. McDonald (1996)

The Tao of Heaven is eternal,
and the earth is long enduring. [*]
Why are they long enduring?
They do not live for themselves;
thus they are present for all beings.

The Master puts herself last;
and finds herself in the place of authority.
She detaches herself from all things;
therefore she is united with all things.
She gives no thought to self.
She is perfectly fulfilled.

Tao Te Ching VIII Tornare alle qualità naturali


– VIII –
TORNARE ALLE QUALITÀ NATURALI

Il sommo bene è come l’acqua:
l’acqua ben giova alle creature e non contende,
resta nel posto che gli uomini disdegnano.
Per questo è quasi simile al Tao.
Nel ristare si adatta al terreno,
nel volere s’adatta all’abisso,
nel donare s’adatta alla carità,
nel dire s’adatta alla sincerità,
nel correggere s’adatta all’ordine,
nel servire s’adatta alla capacità,
nel muoversi s’adatta alle stagioni.
Proprio perché non contende
non viene trovata in colpa.

8

The supreme good is like water,
which nourishes all things without trying to.
It is content with the low places that people disdain.
Thus it is like the Tao.

In dwelling, live close to the ground.
In thinking, keep to the simple.
In conflict, be fair and generous.
In governing, don’t try to control.
In work, do what you enjoy.
In family life, be completely present.

When you are content to be simply yourself
and don’t compare or compete,
everybody will respect you.

Tao Te Ching VI Completa l’immagine


 

VI: Completa l’immagine

Lo spirito della valle non muore,
è la misteriosa femmina.
La porta della misteriosa femmina
è la scaturigine del Cielo e della Terra.
Perennemente ininterrotto come se esistesse
viene usato ma non si stanca.

6. The valley spirit never dies.

The valley spirit never dies.

It is called “the mysterious female.”

The opening of the mysterious female

Is called “the root of Heaven and Earth.”

Continuous, seeming to remain.


Tao Te Ching di Lao Tzu IV Quel che non ha origine


 

– IV –
QUEL CHE NON HA ORIGINE

Il Tao viene usato perché è vuoto
e non è mai pieno.
Quale abisso!
sembra il progenitore delle diecimila creature.
Smussa le sue punte,
districa i suoi nodi,
mitiga il suo splendore,
si rende simile alla sua polvere.
Quale profondità!
sembra che da sempre esista.
Non so di chi sia figlio,
pare anteriore all’Imperatore del Cielo.  

4. Limitless

The Way is a limitless vessel;
Used by the self, it is not filled by the world;
It cannot be cut, knotted, dimmed or stilled;
Its depths are hidden, ubiquitous and eternal;
I don’t know where it comes from;
It comes before nature.

“Tao Te Ching” di Lao Tzu II – Nutrire la persona


– II –
NUTRIRE LA PERSONA

Sotto il cielo tutti
sanno che il bello è bello,
di qui il brutto,
sanno che il bene è bene,
di qui il male.
È così che
essere e non-essere si danno nascita fra loro,
facile e difficile si danno compimento fra loro,
lungo e corto si danno misura fra loro,
alto e basso si fanno dislivello fra loro,
tono e nota si danno armonia fra loro,
prima e dopo si fanno seguito fra loro.
Per questo il santo
permane nel mestiere del non agire
e attua l’insegnamento non detto.
Le diecimila creature sorgono
ed egli non le rifiuta
le fa vivere ma non le considera come sue,
opera ma nulla si aspetta.
Compiuta l’opera egli non rimane
e proprio perché non rimane
non gli vien tolto.

2. All in the world recognize the beautiful as beautiful


All in the world recognize the beautiful as beautiful.

Herein lies ugliness.

All recognize the good as good.

Herein lies evil.

Therefore

Being and non-being produce each other.

Difficulty and ease bring about each other.

Long and short delimit each other.

High and low rest on each other.

Sound and voice harmonize each other.

Front and back follow each other.

Therefore the sage abides in the condition ofwu-wei(unattached action).

And carries out the wordless teaching.

Here, the myriad things are made, yet not separated.

Therefore the sage produces without possessing,

Acts without expectations

And accomplishes without abiding in her accomplishments.

It is precisely because she does not abide in them

That they never leave her.


Tao Te Ching di Lao Tzu III – Tenere Tranquillo il Popolo


– III –
TENERE TRANQUILLO IL POPOLO

Non esaltare i più capaci
fa sì che il popolo non contenda,
non pregiare i beni che con difficoltà s’ottengono
fa sì che il popolo non diventi ladro,
non ostentare ciò che può desiderarsi
fa sì che il cuore del popolo non si turbi.
Per questo il governo del santo
svuota il cuore al popolo
e ne riempie il ventre,
ne infiacchisce il volere
e ne rafforza le ossa
sempre fa sì che non abbia scienza né brama
e che colui che sa non osi agire.
Poiché egli pratica il non agire
nulla v’è che non sia governato.

3. Without Action

Not praising the worthy prevents contention,
Not esteeming the valuable prevents theft,
Not displaying the beautiful prevents desire.

In this manner the sage governs people:
Emptying their minds,
Filling their bellies,
Weakening their ambitions,
And strengthening their bones.

If people lack knowledge and desire
Then they can not act;
If no action is taken
Harmony remains.

“Tao Te Ching” di Lao Tzu I – Delinea il Tao


[Moving Tao]

Lao Tzu Tao Te Ching

– I –
DELINEA IL TAO

Il Tao che può essere detto
non è l’eterno Tao,
il nome che può essere nominato
non è l’eterno nome.
Senza nome è il principio
del Cielo e della Terra,
quando ha nome è la madre
delle diecimila creature.
Perciò chi non ha mai desideri
ne contempla l’arcano,
chi sempre desidera
ne contempla il termine.
Quei due hanno la stessa estrazione
anche se diverso nome
ed insieme sono detti mistero,
mistero del mistero,
porta di tutti gli arcani.

@

Chapter 1 -What is the Tao?

The “Tao” is too great to be described by the name “Tao”.
If it could be named so simply, it would not be the eternal Tao.

Heaven and Earth began from the nameless (Tao),
but the multitudes of things around us were created by names.

We desire to understand the world by giving names to the things we see,
but these things are only the effects of something subtle.

When we see beyond the desire to use names,
we can sense the nameless cause of these effects.

The cause and the effects are aspects of the same, one thing.
They are both mysterious and profound.
At their most mysterious and profound point lies the “Gate of the Great Truth”.

Tao Tê Ching XVIII – LO SCADIMENTO DEI COSTUMI


Tao

Tao Tê Ching XVIII – LO SCADIMENTO DEI COSTUMI

Quando il gran Tao fu negletto
s’ebbero carità e giustizia,
quando apparvero intelligenza e sapienza
s’ebbero le grandi imposture,
quando i sei congiunti non furono in armonia
s’ebbero pietà filiale e clemenza paterna,
quando gli stati caddero nel disordine
s’ebbero i ministri leali.
Tao Te Ching – Lao Tzu – chapter 18

When the great Tao is forgotten,
Kindness and morality arise.
When wisdom and intelligence are born,
The great pretence begins.

When there is no peace within the family,
Filial piety and devotion arise.
When the country is confused and in chaos,
Loyal ministers appear.

Tao Te Ching XVII -La Pura Influenza


Tao

Tao Te Ching XVII -La Pura Influenza
Dei grandi sovrani il popolo sapeva che esistevano,
vennero poi quelli che amò ed esaltò,
e poi quelli che temette,
e poi quelli di cui si fece beffe:
quando la sincerità venne meno
s’ebbe l’insincerità.
Com’erano pensosi i primi nel soppesar le loro parole!
Ad opera compiuta e ad impresa riuscita
dicevano i cento cognomi: siamo così da noi stessi.

17. Rulers

The best rulers are scarcely known by their subjects;

The next best are loved and praised;

The next are feared;
The next despised:
They have no faith in their people,
And their people become unfaithful to them.

When the best rulers achieve their purpose
Their subjects claim the achievement as their own.