Risultati della ricerca per: 2015

Eterna vibrazione – Eternal vibration


150853_1706172063269_1507062887_31674382_5933508_n

Eterna vibrazione

Nulla ti appartiene
mentre tu non sei
da nessuno appartenuto
Amare ė dono inestimabile
si rinnova ed avvolge
come manto d’energia
tutte le non forme

Respiro ė eterno scambio
tra intento e Luce
nello spazio senza luogo
quando il tempo
ė senza lancette
per Essere – qui ed ora
questa vibrazione eterna

22.09.2015 Poetyca

Eternal vibration

Nothing belongs to you
while you’re not
It belonged to no one
Love and priceless gift
renews and wraps
as surface energy
not all forms

Breath is eternal exchange
between intent and Light
no place in space
when the time
ė without hands
to be-here and now
This eternal vibration

22/09/2015 Poetyca

Complice la vita – Accomplice life


312093_235186713197416_183270601722361_633285_1922478567_n

Complice la vita

Complice è la vita
ed i suoi doni
offerti in punta di piedi
senza nulla in cambio
Noi incapaci di ringraziare
di mettere a fuoco
la grande meraviglia
di opportunità e bellezza
di come ogni briciola
abbia un gran valore
Complice la sorte
a volte matrigna
che tutto ci sottrae
mettendo i conti in pari
Noi disperati
sicuramente perduti
incapaci di cogliere
come le prove
siano il vero slancio
per scegliere e capire
questo nostro percorso
15.04.2015 Poetyca
Accomplice life
Accomplice is life
and his gifts
offered on tiptoe
for nothing
We are unable to thank
to focus
the great wonder
opportunities and Beauty
how every crumb
has a large value
Accomplice the fate
sometimes stepmother
that everything we subtract
putting the accounts in equal
we desperate
definitely lost
unable to grasp
as evidence
are the real momentum
to choose and understand
our journey
15/04/2015 Poetyca

Una perla al giorno – Vivekacudamani


mandala11

Non indugiare nel ricordo
delle cose passate,
non anticipare il futuro,
guardare al presente con indifferenza:
questa è la caratteristica
di chi è liberato in questa vita.

Vivekacudamani

Do not linger in the memory
of things past,
not anticipate the future,
look at the present with indifference:
this is the feature
who is liberated in this life.

Vivekacudamani

La Compassione è sempre terapeutica – Compassion is always therapeutic – Osho


wp-1451178626844.png

La compassione è sempre terapeutica

 La compassione è sempre terapeutica, qualunque il vostro livello, che vi aiuta. La compassione è l’amore purificato – tanto che è sufficiente dare e non chiedere nulla in cambio. Buddha diceva ai suoi discepoli: “Dopo ogni meditazione, sii compassionevole – immediatamente – perché quando si medita, cresce l’amore, il cuore è pieno. Dopo ogni meditazione, prova compassione per il mondo intero in modo da condividere il tuo amore e si rilascia l’energia nell’atmosfera e che l’energia può essere utilizzato da altri. “

Vorrei anche dire che a voi: Dopo ogni meditazione, quando si sta celebrando, avere compassione. Sento che la vostra energia dovrebbe andare ad aiutare le persone in qualsiasi modo ne hanno bisogno. Basta rilasciare! Vi sarà alleggerito, vi sentirete molto rilassata, ti sentirai molto calmo e tranquillo, e le vibrazioni che hanno pubblicato aiuterà molti. Terminate le vostre meditazioni sempre con compassione. E la compassione è incondizionata. Non si può avere compassione solo per coloro che sono amichevoli verso di voi, solo per coloro che sono legati a voi.

E ‘successo in Cina: Quando Bodhidharma andò in Cina, un uomo venne da lui. Ha detto, “ho seguito i tuoi insegnamenti: medito e poi mi sento compassione per tutto l’universo – non solo per gli uomini, ma per gli animali, per le rocce e fiumi anche.
Ma c’è un problema: non riesco a provare compassione per il mio prossimo. No – è impossibile! Quindi la prego di dirmi: posso escludere dal mio vicino di casa mia compassione? I includono l’intera esistenza, conosciuta, sconosciuta, ma posso escludere il mio prossimo? – Perché è molto difficile, impossibile. Non riesco a provare compassione per lui. “

Bodhidharma disse: “Allora dimenticare la meditazione, perché, se esclude la compassione qualcuno, allora non è più lì.”
La compassione è all-inclusive – intrinsecamente all-inclusive. Quindi, se non si riesce a provare compassione per il prossimo ~~~V poi dimenticare tutto meditazione – perché non ha nulla a che fare con qualcuno in particolare. Ha qualcosa a che fare con il vostro stato interiore. Essere compassione! incondizionatamente, senza direzione, senza indirizzo. Poi si diventa una forza di guarigione in questo mondo di miseria.

Gesù dice: “Ama il prossimo tuo come te stesso” – ancora e ancora. E dice anche: “Ama il tuo nemico come te stesso.” E se si analizza entrambe le frasi, si verrà a scoprire che il prossimo e il nemico è quasi sempre la stessa persona. “Ama il prossimo tuo come te stesso” e “Ama il tuo nemico come te stesso.” Che cosa vuol dire?

Vuol dire semplicemente: non hanno ostacoli per la vostra compassione, per il tuo amore. Come ami te stesso, ama l’intera esistenza – perché in ultima analisi l’intera esistenza è te stesso. Vi è – riflette in molti specchi. Sei tu – non è separato da voi.

Il tuo prossimo è solo una forma di voi, il vostro nemico è anche una forma di voi. Tutto ciò che si incontra, ci si imbatte in voi stessi. Non si può riconoscere, perché non siete molto attenti, potreste non essere in grado di vedere al posto degli altri, ma poi qualcosa non va con la tua visione, c’è qualcosa di sbagliato con i vostri occhi. La compassione è terapeutica.

Osho

Compassion is always therapeutic

 Compassion is always therapeutic; whatsoever your level, it helps you. Compassion is love purified — so much so that you simply give and don’t ask anything in return. Buddha used to say to his disciples, “After each meditation, be compassionate — immediately — because when you meditate, love grows, the heart becomes full. After each meditation, feel compassion for the whole world so that you share your love and you release the energy into the atmosphere and that energy can be used by others.”

I would also like to say that to you: After each meditation, when you are celebrating, have compassion. Just feel that your energy should go and help people in whatsoever ways they need it. Just release it! You will be unburdened, you will feel very relaxed, you will feel very calm and quiet, and the vibrations that you have released will help many. End your meditations always with compassion. And compassion is unconditional. You cannot have compassion only for those who are friendly towards you, only for those who are related to you.

It happened in China: When Bodhidharma went to China, a man came to him. He said, “I have followed your teachings: I meditate and then I feel compassion for the whole universe — not only for men, but for animals, for rocks and rivers also.
But there is one problem: I cannot feel compassion for my neighbor. No — it is impossible! So you please tell me: can I exclude my neighbor from my compassion? I include the whole existence, known, unknown, but can I exclude my neighbor? — because it is very difficult, impossible. I cannot feel compassion for him.”

Bodhidharma said, “Then forget about meditation, because if compassion excludes anybody then it is no more there.”
Compassion is all-inclusive — intrinsically all-inclusive. So if you cannot feel compassion for your neighbor~ then forget all about meditation — because it has nothing to do with somebody in particular. It has something to do with your inner state. Be compassion! unconditionally, undirected, unaddressed. Then you become a healing force into this world of misery.

Jesus says: “Love thy neighbor as thyself” — again and again. And he also says: “Love thy enemy as thyself.” And if you analyze both the sentences together, you will come to find that the neighbor and the enemy are almost always the same person. “Love thy neighbor as thyself” and”Love thy enemy as thyself.” What does he mean?

He simply means: don’t have any barriers for your compassion, for your love. As you love yourself, love the whole existence — because in the ultimate analysis the whole existence is yourself. It is you — reflected in many mirrors. It is you — it is not separate from you.

Your neighbor is just a form of you; your enemy is also a form of you. Whatsoever you come across, you come across yourself. You may not recognize because you are not very alert; you may not be able to see yourself in the other, but then something is wrong with your vision, something is wrong with your eyes. COMPASSION is therapeutic.

Osho