Archivio tag | Immagine e parole

Fermati – Stop – Alan Watts


🌸Fermati🌸

Smetti di misurare i giorni
attraverso il grado di produttività
e inizia a sperimentarli
dal grado di presenza.

Alan Watts
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Stop

Stop measuring days
by degree of productivity
and start experiencing them
by degree of presence.

Alan Watts

Pubblicità

Amare è – To love is


Amare è

Il valore dell’amore, quello vero è che esso sia incondizionato, non un prendere, sottrarre o un modo subdolo di aggrapparsi come una pianta saprofita.
Amare è sia accogliere che permettere di ricevere dagli altri; se si fosse chiusi, orgogliosi, reattivi al ricevere allora si crede di essere bastevoli a se stessi.
In realtà siamo interconessi, in un reticolo infinito di energie, di legami che possono essere luce, armonia, equaminità se siamo capaci di trascendere il” tuo ” e ” mio”. Manifestazione di un amore universale che superi questo piano è il capire che non si devono sfruttare gli altri per propri bisogni egotici ma si deve sempre cercare la purificazione interiore al fine di donare il meglio che possiamo a noi stessi e di conseguenza agli altri.
Il cammino interiore è una continua evoluzione, una scoperta in cui se si sanno mettere in moto degli atteggiamenti di lettura profonda e di attenzione, di spostamento verso l’accoglienza delle esperienze come frutto di arricchimento si impara che persino l’offerta ( volontaria) di una goccia possa portare nutrimento agli altri, ma che sia perchè devvero si avverte questa spinta e non per nutrire un nostro ego. Quanto si è partecipi ai nostri meccanismi interiori, comprendendoli ed accogliendoli per quello che sono, senza giudizio, si è capaci di ” separare” quel che nuoce da quel che alimenta senza per questo farne motivo di separatezza, si dice che anche il buio contenga la luce, in fondo è vero, nel Tao gli opposti sono perfettamente complementari ma per trovare equaminità si deve anche saper trovare unità e non vedere tutto in base al nostro ” io” ma con un’ampiezza molto più grande dove ogni persona si possa cogliere su un suo personale percorso dove ogni esperienza è necessità perchè maturi. La legge del karma ad esempio, nasce perchè sia proficua l’esperienze e l’occasione per modificare atteggamenti egotici. Spesso è la sofferenza la porta principale che conduca al non attaccamento e alla compassione.

22.08.2007 Poetyca

Love is

The value of love, the real one is that it is unconditional, not a take, steal or a sneaky way we cling like a plant saprophyte.
To love is to accept that it is possible to receive from others, if it were closed, proud, responsive to receiving then is believed to be sufficient in themselves.
In reality we are interconnected in a lattice of infinite energy, bonds that can be light, harmony, equaminità if we are able to transcend the
“Your” and “mine”. Manifestation of a universal love that goes beyond this plan is the understanding that you need to exploit others for their own needs egotic but you should always check the interior purification to give the best we can for ourselves and others accordingly. The inner journey is a continuous evolution, a discovery that set in motion if you know the attitudes of deep reading and attention, of moving towards the acceptance of experience as a result of enrichment we learn that even the offer (voluntary) of a drop can bring food to others, but that is why there is this drive really am and not to feed an ego. As you share our inner workings, to understand and accept what they are, without judging, we are able to “separate” that which is harmful by what it feeds without reason, of separation, is said to also contain the dark light, it is true, in the Tao opposites are perfectly complementary, but to find equaminità must also be able to find unity and not see everything in accordance with our “I” but with an amplitude much larger where each person can pick up a personal approach where every experience is necessary because mature. The law of karma, for example, was created to be fruitful because the experience and the opportunity to change attitudes egotism. Often the pain is the main gate leading to non-attachment and compassion.

22.08.2007 Poetyca

Generosità – Generosity – Albert Camus


🌸Generosità🌸

La vera generosità
verso il futuro
sta nel dare
tutto al presente.

Albert Camus
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Generosity

Real generosity
towards the future
lies in giving
all to the present.

Albert Camus

Combattimento – Fight – Paulo Coelho


🌸Combattimento🌸

“Combatti per i tuoi sogni,
anche se questo significa
combattendo da solo”.

Paulo Coelho
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Fight

“Fight for your dreams,
even if that means
fighting alone.”

Paulo Coelho

Sè – Self – Pratyabhijnahridayam


“C’è soltanto un Sé, il Sé cosciente, il Signore Shiva; nient’altro esiste”.

Pratyabhijnahridayam – testo sacro dell’India – Shivaismo

💕💕💕

“There is only one Self, the conscious self, the Lord Shiva, nothing else exists.”

Pratyabhijnahridayam – the sacred text of India – Shaivism

Superare il cambiamento in 7 passi – Overcoming the change in 7 steps


Superare il cambiamento in 7 passi:

«Non sono i più forti della specie che sopravvivono, non i più intelligenti, ma coloro che si adattano meglio al cambiamento.»

CHARLES DARWIN

Nella vita non ci sono certezze, nè garanzie, ma se c’è una costante che accomuna tutti noi è il cambiamento. Tutto intorno a noi è in continua mutazione: le persone, i sentimenti, i luoghi, la natura. Pur essendo un evento naturale, il cambiamento ci fa paura e a volte facciamo di tutto per evitarlo fino a quando è la vita stessa che ci spinge all’improvviso in situazioni che non avevamo preventivato, lasciandoci spiazzati. Altre volte sentiamo la necessità di un cambiamento in una o più aree della nostra vita, ma non sappiamo bene da dove cominciare. Se veramente vogliamo vivere una vita al meglio delle nostre possibilità, è necessario aprirsi al cambiamento e accoglierlo come un processo naturale che fa parte della nostra evoluzione.

Qui di seguito 7 passi per superare la paura del cambiamento.

1. La vita è cambiamento e il cambiamento è vita
Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, la convinzione che la maggior parte di noi si è creata è: «Il cambiamento fa male, è scomodo, doloroso». Non c’è dubbio che siamo spinti ad evitarlo. Nascendo ci separiamo fisicamente dal corpo materno – il primo grande cambiamento che affrontiamo quando veniamo al mondo – quindi il cambiamento inconsciamente è spesso associato anche alla separazione, alla rottura. Per questo la maggior parte delle persone piuttosto che provare la pena e l’incertezza del distacco preferisce restare aggrappata a situazioni conosciute anche se disfunzionali: un vecchio lavoro, una relazione, un’abitudine.
La vita è cambiamento e il cambiamento è vita. Non vivere il cambiamento come una punizione, ma piuttosto come un’opportunità per crescere, migliorare e sperimentare nuove cose. Qualsiasi lezione la vita ti stia insegnando in questo momento, chiediti: cosa c’è di perfetto qui? Cosa sta accadendo per me?

2. Accetta la situazione, ma non rassegnarti
Accettare la situazione in cui ci troviamo è il primo passo per abbracciare il cambiamento. Accettare non significa rassegnarsi, ovvero sopportare passivamente e atteggiarci a vittime.
Accettare la situazione richiede molto coraggio, determinazione e onestà. Significa accettare il fatto che la vita stia lavorando per noi e per il nostro bene, anche se al momento non ce ne rendiamo conto. E significa anche aver preso coscienza delle nostre parti più scomode, quelle con cui non vogliamo confrontarci, ma che vorremmo cambiare.

3. Giudica positivamente il fallimento
Forse la paura più grande associata al cambiamento è proprio la paura di fallire. L’unico modo per evitarla è…non fare niente, non agire e vivere da spettatori anzichè da protagonisti.
Gli errori fanno parte del processo di apprendimento. É solo sbagliando che possiamo imparare, mettere in atto le correzioni e migliorarci. Quando abbiamo imparato a camminare, abbiamo fatto migliaia di tentativi e fallito altrettante volte. Eppure questo non ci ha impedito di fare altri tentativi, cadere e imparare ad alzarci. Nessuno ci ha mai giudicato quando non eravamo in grado di camminare, nè noi, nè gli altri. Perchè non mantenere questa stessa accettazione anche di fronte alle cadute della nostra vita!? É proprio il giudizio ciò che ci paralizza e falsa la nostra interpretazione degli eventi, impedendoci di andare avanti. Quando ci liberiamo del peso emotivo, rendiamo possibile la trasformazione.
Ricordati che le persone che meglio riescono a realizzare i propri sogni, anche contro ogni probabilità di successo, sono coloro che meno si preoccupano del fallimento. Sono le persone convinte che comunque vada avranno imparato qualcosa di nuovo. E in questo modo si godono il viaggio verso la meta almeno quanto l’arrivo alla meta stessa.

4. Celebra ogni piccolo successo
Molto spesso siamo bravissimi a notare quello che non va o che non riusciamo a fare, minimizzando i nostri progressi. Celebrare i piccoli successi di ogni giorno è importante per mantenere alta la
motivazione . Prova questo esercizio sempre tratto da Tutta un’Altra Vita.
Scrivi sul diario almeno una cosa al giorno che consideri un piccolo o grande successo (di qualsiasi tipo, non solo lavorativi. Possono essere aver cucinato un buon piatto, aiutato uno sconosciuto, ascoltato un amico…). Dopo aver scritto il tuo successo, fatti i un applauso e trova un modo per celebrare. Sii creativo!

5. Sii respons-abile
Non possiamo cambiare gli eventi della nostra vita o come gli altri si comportano con noi, ma possiamo cambiare il nostro atteggiamento di fronte ad essi, ed è questo che fa la differenza e che ci porta sulla strada dell’evoluzione. Tutti noi abbiamo una zona di potere, quella su cui abbiamo la respons-abilità di agire. Essere respons-abili significa riappropriarsi dell’abilità di rispondere agli eventi. Vuol dire usare la nostra abilità di cambiamento. Essere in grado di dare le risposte più funzionali alle domande che i problemi della vita ci pongono quotidianamente.

6. Sii paziente
A volte abbiamo bisogno di ripetere una lezione più e più volte, per superare l’esame che la vita ci sottopone e per farlo abbiamo bisogno di pazienza.
Come scrivo in Mi Merito il Meglio l’impazienza è una reazione, la pazienza è una risposta. La crescita (e il cambiamento) è un’evoluzione, non una rivoluzione. Invece quando siamo presi dall’impazienza finiamo per scegliere la rivoluzione. Ma la rivoluzione crea tumulto, agitazione e quindi porta a distruggere anziché a integrare. La pazienza è un muscolo che va allenato ogni giorno. Come cambierebbero le cose se trasformassimo i semafori rossi della vita in stimoli per la riflessione, la presenza, l’apprezzamento di ciò che abbiamo?

7. Spingiti fuori dalla zona di comfort
La zona di comfort è quell’isola mentale in cui ci rifugiamo, dove abbiamo l’illusione di sentirci protetti e al sicuro. Ma allora perchè siamo così scontenti? Per uscire dalla nostra zona di comfort e entrare nella nostra zona di libertà e lasciare andare la paura, non occorrono grandi stravolgimenti.
Possiamo iniziare con piccoli gesti simbolici, proprio quelli che disinnescano il pilota automatico.
Cambiare la strada per andare al lavoro, cambiare posto a tavola, studiare una nuova lingua, diventare vegetariani per un mese, coltivare nuovi hobby sono solo alcune idee per uscire dalle nostre abitudini e dai nostri automatismi. Man mano che li mettiamo in atto, allarghiamo il nostro perimetro di sicurezza, scoprendo nuove passioni, nuove capacità e nuovi modi di vivere.

Tratto da: http://www.blessyou.me/

❤ ❤ ❤

Overcoming the change in 7 steps :

“I’m not the strongest of the species that survive , not the most intelligent , but those who are best suited to change. ”

CHARLES DARWIN

In life there are no certainties , nor guarantees, but if there is one constant that unites us all is change. Everything around us is constantly changing : people , feelings , places , nature . Despite being a natural event, change scares us and sometimes we do everything to avoid it until it is life itself that drives us suddenly in situations that we had not budgeted , leaving us crippled. Other times we feel the need for a change in one or more areas of our lives, but we do not know where to start. If you truly want to live life to the best of our ability, it is necessary to be open to change and accept it as a natural process that is part of our evolution .

Below 7 steps to overcome the fear of change.

1 . Life is change and change is life
As I write in a completely different life , a belief that most of us has been created is: ” Change is bad, it’s uncomfortable, painful .” There is no doubt that we are driven to avoid it. Born physically separate ourselves from the mother’s body – the first major change that we face when we come to the world – then unconsciously change is often also associated with separation , rupture . For this reason most of the people rather than try and worth the uncertainty of posting prefers to cling to familiar situations , even if dysfunctional , an old job, a relationship, a habit.
Life is change and change is life. Do not live the change as a punishment, but rather as an opportunity to grow , improve, and experiment with new things . Any lesson life is teaching you right now, ask yourself: what’s perfect here ? What is happening to me?

2 . Accept the situation, but do not resign
Accept the situation in which we find ourselves is the first step to embrace change . Accepting does not mean capitulation, or endure passively and atteggiarci to victims.
Accept the situation requires a lot of courage , determination and honesty. It means accepting the fact that life is working for us and for our good, although at the moment we do not realize it. It also means that I have the most uncomfortable parts of our consciousness , those with whom we do not want to deal with, but we would like to change .

3 . Welcomes the failure
Perhaps the greatest fear associated with change is fear of failure. The only way to avoid it is … do not do anything, do not act and live as spectators rather than as protagonists.
Mistakes are part of the learning process . It’s just wrong that we can learn , implement the corrections and improve. When we learned to walk , we have made thousands of attempts and failed many times. Yet this has not prevented us from doing any further attempts, fall and learn to get up . No one has ever judged when we were not able to walk , neither we nor others. Why not keep this same acceptance even in the face of falling of our lives! ? It is precisely the judgment what paralyzes us and distorts our interpretation of events , preventing us from moving forward. When we get rid of the emotional weight , we make the transformation possible .
Remember that the people who are best able to realize their dreams , even against the odds of success are those who least worry about failure. They are the people who believe that whatever happens will have learned something new. And in this way you enjoy the journey toward the goal as much as the arrival at the destination itself.

4 . Celebrate each small success
Very often we are very good at noticing what is wrong or that we can not do , minimizing our progress. Celebrate small successes every day is important to maintain high
motivation. Try this exercise always taken from a completely different life .
Write in your journal at least one thing a day that you consider a small or large success (of any type , not just working . May have cooked a good dish , helped a stranger , listening to a friend … ) . After you have written your success , made the applause and find a way to celebrate . Be creative !

5 . Be respons – skilled
We can not change the events of our life or how others behave with us, but we can change our attitude to them , and this is what makes the difference and that leads us on the path of evolution. We all have an area of power, the one on which we have the response-ability to act. Be respons – skilled means to regain the ability to respond to events. It means to use our ability to change. Being able to give the answers to the questions that most functional life’s problems put us on a daily basis .

6 . Be patient
Sometimes we need to repeat a lesson over and over again , to pass the exam that life presents us and to do that we need patience .
As I write in the Merit Better impatience is a reaction , patience is the answer. The growth ( and change ) is an evolution , not a revolution. Instead we end up with impatience when we are taken to choose the revolution. But the revolution creates turmoil , agitation and thus leads to destroy rather than to integrate . Patience is a muscle that must be trained every day. How things would change if trasformassimo red lights of life in stimuli for reflection, presence , appreciation of what we have ?

7 . Push yourself out of the comfort zone
The comfort zone is the island of mind in which we take refuge , where we have the illusion of feeling safe and secure . So why are we so unhappy ? To get out of our comfort zone and come into our area of freedom and let go of the fear , you do not need big changes .
We can start with small symbolic gestures , just the ones that defuse the autopilot.
Change the way to and from work , change seats at the table , studying a new language, becoming a vegetarian for a month, cultivate new hobby are just a few ideas to get out of our habits and our automatic . As soon as we put them in place, we extend our security perimeter , discovering new passions , new skills and new ways of living .

Taken from: http://www.blessyou.me/

Felicità – Happiness – Dalai Lama


🌸Felicità🌸

Quello che davvero
muove la nostra vita
è la felicità.

Dalai Lama
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Happiness

What it really is
moves our life
and the happiness.

Dalai Lama

Vita – Life – Fëdor Dostoevskij




🌸Vita🌸

Ama la vita
più della sua logica,
solo allora
ne capirai il senso.

Fëdor Dostoevskij
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Life

Love life
more than its logic,
only then
you will understand the meaning.

Fëdor Dostoevskij

Vera vita – Real life – Khalil Gibran


🌸Vera vita🌸

Dio mi liberi
dalla saggezza che non piange,
dalla filosofia che non ride,
dall’orgoglio che non s’inchina
davanti a un bambino.

Khalil Gibran
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Real life

God free me
from the wisdom that does not cry,
from the philosophy that does not laugh,
from the pride that does not bow
in front of a child.

Khalil Gibran