Archivio tag | Perle vive

La paura dell’amore


La paura dell’amore

Ci sono due modi di vivere. Uno: dominati dalla paura; l’altro: orientati verso l’amore.

Vivere dominato dalla paura non ti condurrà mai a un rapporto profondo. Resti impaurito e non tolleri l’altro, non permetti all’altro di arrivare fino al tuo centro. Gli dai il permesso fino a un certo punto – poi c’è un muro e tutto si ferma.

La persona orientata verso l’amore è la persona religiosa. Una persona orientata verso l’amore è una persona che non ha paura del futuro, che non ha paura dei risultati e delle conseguenze, che vive qui e ora.

Se sai vivere in questo momento, nel momento presente, in questa pienezza, solo allora sai amare. L’amore è un fiore raro. Fiorisce solo ogni tanto. Milioni e milioni di persone vivono nella falsa convinzione di essere innamorate. Credono di amare, ma è soltanto una loro idea.

L’amore è un fiore raro perché fiorisce soltanto quando non c’è paura, mai prima. Questo vuol dire che l’amore può accadere solo a una persona profondamente spirituale, religiosa. Il sesso è per tutti, la conoscenza superficiale è per tutti. L’amore no.

Solo quando non ti senti impaurito, allora non c’è nulla da nascondere, allora puoi aprirti, allora puoi eliminare tutti i confini. E allora puoi invitare l’altro a penetrare fino al tuo centro.
E ricorda: se permetti a qualcuno di penetrarti profondamente, anche l’altro ti permetterà di farlo, perché quando lasci che qualcuno ti penetri, crei fiducia. Quando non hai paura, l’altro diventa intrepido.

Nell’amore che vediamo oggi intorno a noi, la paura è troppo spesso presente. Il marito ha paura della moglie, la moglie ha paura del marito. Gl’innamorati hanno sempre paura. Non si aprono, non eliminano i confini. Ma questo non è amore. È soltanto un contratto fra due persone impaurite, che dipendono l’una dall’altra, che si combattono, si sfruttano, si controllano, si dominano e si posseggono – ma non è amore.

Se puoi lasciare accadere l’amore, non c’è bisogno di preghiere, non c’è bisogno di meditazione, non c’è bisogno di nessuna chiesa, nessun tempio. Attraverso l’amore ti sarà successo tutto: meditazione, preghiera, dio. Ti sarà successo tutto. Questo è ciò che intende Gesú quando dice: L’Amore è dio. Ma l’amore è difficile. Bisogna abbandonare la paura. E questa è la stranezza: hai tanta paura ma non hai niente da perdere.

Cos’hai da perdere? Niente. Questo corpo sarà preso dalla morte. Prima che sia preso dalla morte, fanne dono all’amore. Tutto ciò che hai ti verrà tolto. Prima che ti sia tolto, perché non condividerlo? Questo è l’unico modo di possederlo davvero. Se sei capace di donare e condividere, sei il maestro. Ti verrà tolto. Non c’è niente che puoi tenere in eterno. La morte distruggerà tutto.

Così, se hai capito ciò che ho detto, la lotta è tra l’amore e la morte. Se sai donare, non ci sarà la morte. Prima che qualcosa ti sia tolta, l’avrai già donata, ne avrai fatto dono. Non può esserci morte. Per chi ama non c’è morte.

Allora cos’è questa paura? Perché hai così tanta paura?

Anche se si venisse a sapere tutto di te e tu diventassi come un libro aperto, perché aver paura? In quale maniera questo può farti del male? Sono solo idee sbagliate, condizionamenti dati dalla società – che ti devi nascondere, che ti devi proteggere, che devi stare sempre in guardia, che tutti sono dei nemici, che tutti sono contro di te.

Non c’è niente di cui avere paura. Questo deve essere compreso prima che possa accadere una vera relazione sentimentale. Non c’è niente di cui aver paura.

Meditaci su. E poi permetti all’altro di entrare in te, invitalo a entrare. Non creare barriere da nessuna parte, diventa un passaggio sempre aperto, senza porte, senza lucchetti. Allora l’amore è possibile.

Quando due centri s’incontrano, nasce una cosa nuova. Questa cosa nuova è l’amore. Ed è proprio come l’acqua – la sete di tante e tante vite viene appagata. Improvvisamente ti senti soddisfatto.

Quello è il segno visibile dell’amore; ti senti contento, come se avessi raggiunto tutto ciò che desideri. Non c’è più nulla da conseguire ora; sei arrivato alla meta. Non c’è un’altra meta, il destino si è compiuto. Il seme è diventato fiore, è arrivato alla completa fioritura.
Una profonda contentezza è il segno visibile dell’amore. Ogni qualvolta una persona è innamorata, si sente profondamente appagata. L’amore non si può vedere, ma la contentezza, la soddisfazione profonda tutt’intorno… ogni suo respiro, ogni suo atto, il suo essere stesso è contentezza.

Puoi sorprenderti quando dico che l’amore ti rende privo di desideri, ma il desiderio viene dall’insoddisfazione. Desìderi perché non hai. Desìderi perché pensi che se avrai qualcosa, sarai contento. Il desiderio viene dalla scontentezza.

Ma quando c’è l’amore e i due centri si sono incontrati, uniti e dissolti, ed è nata una nuova qualità alchemica, ti senti appagato. È come se l’intera esistenza si fosse fermata – non c’è più movimento. Allora, il momento presente è l’unico momento.

Per questo ti dico: l’amore fa sparire i desideri. Sii coraggioso, liberati dalla paura, sii aperto. Lascia che il centro di un altro s’incontri con quello che è in te e attraverso questo rinascerai, si creerà una nuova qualità dell’essere.

Se c’è l’amore, sentirai veramente per la prima volta che l’esistenza è divina e tutto il creato è una benedizione. Ma c’è molto da distruggere prima che ciò sia possibile. Molto dev’essere distrutto prima che ciò sia possibile. Devi abbattere tutto ciò che crea delle barriere dentro te.

Fai dell’amore un sadhana, una disciplina interiore. Non permettere che sia soltanto una cosa frivola, non permettere che sia solo un’occupazione della mente. Non permettere che sia soltanto una soddisfazione del corpo. Fanne una ricerca interiore.

La chiave di base è questa: devi permettere all’altro di penetrarti sin nel recesso più profondo del tuo intimo, fino alle fondamenta del tuo essere. La distruzione dell’ego è la meta. Da qualunque porta si entri nel mondo interiore – dall’amore, dalla meditazione, dallo yoga, dalla preghiera – qualunque sentiero si scelga, la meta è la stessa: la distruzione dell’ego, buttare via l’ego. Attraverso l’amore può essere fatto molto facilmente, ed è cosí naturale! L’amore è la religione naturale.

Osho

Fear of love

There are two ways to live. A: dominated by fear, the other: oriented towards love.

Life dominated by fear never lead you to a deep relationship. Remains scared and do not tolerate each other, do not allow one to reach to your center. You give permission to a certain point – then there is a wall and everything stops.

The oriented person, love is the religious person. A love-oriented person is a person who is not afraid of the future that is not afraid of the results and consequences that lives here and now.

If you can live in this moment, in the present moment, in this fullness, then you know only love. Love is a rare flower. It blooms only occasionally. Millions and millions of people live in the false belief of being in love. They believe that they love, but it is only their idea.

Love is a rare flower that blooms only when there is fear, never before. This means that love can only happen in a deeply spiritual, religious. Sex is for all, superficial knowledge is for everyone. Love not.

Only when you feel fearful, then there is nothing to hide, then you open yourself, then you can delete all the boundaries. And then you can invite the other to penetrate up to your center.
And remember: if you allow someone to penetrate deeply, the other will allow you to do so, because when you let someone penetrate, create trust. When you have no fear, the other becomes fearless.

In love we see around us today, the fear is too often present. The husband is afraid of his wife, the wife is afraid of her husband. Gl’innamorati are always afraid. Do not open, do not eliminate the boundaries. But this is not love. It is only a contract between two people afraid that depend on each other, fighting each other, are exploited, they control, dominate and possess – but not love.

If you happen to leave the love, there is no need of prayers, there is no need of meditation, you do not need no church, no temple. Through love you will all happened: meditation, prayer, god. You will all happened. This is what Jesus means when he says: Love is God. But love is difficult. We must abandon fear. And this is strange: you’re so afraid but you have nothing to lose.

You got to lose? Nothing. This body will be taken by death. Before it is taken by death, and make a gift of love. Everything you do you will be removed. Before you is taken away, why not share it? This is the only way to really own it. If you are capable of giving and sharing, are the master. You will be removed. There is nothing that you can keep forever. Death will destroy everything.

So, if you understood what I said, the fight is between love and death. If you can donate, there is death. Before anything will be removed, you must have already donated, you’ll become a gift. There can be no death. For those who love there is no death.

So what is this fear? Why did you so afraid?

Even if you came to know all about you and you became like an open book, why be afraid? In what way can this hurt? These are just misconceptions, conditioning data from the company – you have to hide, you have to protect yourself, you have to be constantly on guard, who are all enemies, that everyone is against you.

There is nothing to fear. This must be understood before it can happen a real relationship. There is nothing to be afraid.

Meditaci up. And then allow the other to enter into you, invite them to join. Do not create barriers anywhere, becomes a passage always open, no doors, no locks. So love is possible.

When two centers meet, something new is born. This new thing is love. And it is like water – the thirst of so many lives is satisfied. Suddenly you feel satisfied.

What is the visible sign of love, you feel happy, like I have achieved everything you want. There’s nothing left to achieve now; you get to your destination. There is another goal, destiny was fulfilled. The seed has become a flower, came to full bloom.
A deep contentment is the visible sign of love. Whenever a person is in love, you feel deeply satisfied. The love you can not see, but contentment, deep satisfaction all around … every breath, every action, his very being and contentment.

You may be surprised when I say that love makes you free from want, but the desire is dissatisfaction. Because you did not want. Why do you think that if you want something, you’ll be pleased. The desire comes from discontent.

But when there is love and the two centers have met together and dissolved, and was born a new quality alchemy, you feel satisfied. It is as if the whole life had stopped – no more movement. Then, the present moment is the only time.

For this reason I say love makes you want to disappear. Be brave and free of fear, be open. Let the center of another encounter with what is in you and through this rebirth, we will create a new quality of being.

If there is love, really feel for the first time the existence of God and all creation is a blessing. But there is much to be destroyed before it can be. Much needs to be destroyed before it can be. You have to break down all that he creates barriers within yourself.

Make love a sadhana, an inner discipline. Do not allow it to be just a frivolous thing, do not let the mind is just a job. Do not allow it to be only a satisfaction of the body. Make it a soul-searching.

The basic key is this: you must allow the other to penetrate even into the deepest recesses of your inner self, to the very foundations of your being. The destruction of the ego is the goal. Whichever door you enter the inner world – love, meditation, yoga, prayer – whatever path you choose, the goal is the same: the destruction of the ego, throw away the ego. Through love can be done very easily, and is so natural! Love is the natural religion.

Osho

Annunci

Il potere creativo


388590_10150470218229646_742844645_8943650_1038838376_n

“Scorre il fiume e nel suo fluire crea le forme dell’universo apparente, causando nascita e morte, gioia e dolore. Ma per chi è sceso sulla riva del Sé, dell’Essere Infinito, ogni movimento finisce, non c’è più divenire ma soltanto essere beato. E’ allora che siede a guardare quel gioco di forme e di colori, e si diverte a manifestare il suo potere creativo”

                                           Jayan Walter – scrittore

“It flows the river and its flow creates the apparent forms of the universe, causing birth and death, joy and sorrow. But for those who fell on the shore of the Self, the Being infinite, each movement ends, there is no becoming but only to be blessed. E ‘then sits down to watch the game of shapes and colors, and likes to show his creative power “

                                            Jayan Walter – writer

Amicizia e comprensione


Amicizia e comprensione

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei!
Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi.

Charlie Chaplin

L’amicizia è l’attrazione spirituale e universale che unisce le anime nel legame dell’amore divino. Se apri la porta al potere magnetico dell’amicizia, un’anima o più anime dalle vibrazioni simili alle tue saranno attratte a te. L’amicizia è la manifestazione dell’amo­re di Dio nei tuoi confronti espresso attraverso i tuoi amici, che rappresentano il tesoro più prezioso che un essere umano possa avere.

L’amicizia

Tu attrai le anime simili alla tua: è la legge della vi­brazione. L’amicizia è eterna. Se, attraverso l’amicizia che hai costruito, Dio si è risvegliato in te, allora hai creato l’amicizia più grande di tutte.

Il segreto della vera amicizia è cercare insieme l’evolu­zione dell’anima. L’amicizia non deve mai avere come fine l’ottenimento di un risultato o di uno stato ma­teriale. L’amicizia è la consapevolezza, sempre più pro­fonda, dell’uguaglianza e della fusione delle anime, con l’esclusione di qualsiasi scopo materiale.

Soltanto attraverso l’impegno reciproco si costruisco­no la saggezza e la comprensione intuitiva che legano due anime con le leggi dell’eterno amore divino, un amore incondizionato e fondato sul servizio a livello spirituale.

L’amicizia è la forma d’amore più pura. L’amore dei genitori per i figli è di natura compulsiva, come l’amo­re dei figli per i genitori e l’amore degli amanti, ma nella vera amicizia non esiste compulsione. L’amore è servizio. Se desideri l’amore dei tuoi amici o del mondo intero, devi essere loro d’aiuto

Paramahansa Yogananda

Il rumore delle parole

Jiddi Krishnamurti

Ascoltare è un’arte che non è facile acquisire, ma che porta con sé bellezza e comprensione profonda.

Ascoltiamo dalle profondità del nostro essere, ma il nostro ascolto è sempre alterato da preconcetti o dai nostri particolari punti di vista. Non siamo capaci di ascoltare direttamente, con semplicità; in noi l’ascolto avviene sempre attraverso lo schermo dei nostri pensieri, delle nostre impressioni, dei nostri pregiudizi. Per poter ascoltare ci deve essere calma dentro di noi, un’attenzione distesa, e non deve esserci il minimo sforzo tendente ad acquisire qualcosa. Questo stato vigile e tuttavia passivo è in grado di ascoltare quello che è al di là dei significati delle parole. Le parole portano confusione; sono solo un mezzo di comunicazione esteriore, ma per trovarsi al di là del rumore delle parole è necessario ascoltare in uno stato di vigile passività. Coloro che amano sono capaci di ascoltare, ma è estremamente raro trovare chi sia capace di farlo. La maggior parte di noi è troppo occupata a raggiungere degli obiettivi, a ottenere dei risultati; stiamo sempre cercando di andare oltre, di conquistare qualcosa, così non siamo in grado di ascoltare. Solo chi ascolta veramente può cogliere la melodia delle parole.

Avete mai ascoltato il canto di un uccello? Per poter ascoltare, la mente deve essere calma, una calma che non c’entra nulla col misticismo. Io vi parlo e voi, se volete ascoltarmi, dovete stare in silenzio; non potete farvi ronzare nella testa le idee più diverse. Quando guardate un fiore, guardatelo senza dargli un nome, senza classificarlo, senza stabilire a quale specie appartenga; solo così potete guardarlo veramente. Ma farlo è una delle cose più difficili, proprio come è estremamente difficile saper ascoltare: ascoltare un comunista, un socialista, un politico, un capitalista; oppure vostra moglie, i vostri figli, il vostro vicino, il conducente dell’autobus, il canto di un uccello. Potete ascoltare con estrema semplicità solo quando non date spazio ad un’idea o ad un pensiero: allora può esserci contatto diretto; e quando siete in contatto, capite se quello che vi dicono è vero o falso. Non avete bisogno di discutere.

State davvero ascoltando quando vi sforzate di farlo? Il vostro sforzo non è forse una distrazione che impedisce l’ascolto? Dovete forse sforzarvi per ascoltare qualcosa che vi rallegra? Finché la vostra mente sarà impegnata a fare sforzi, a confrontare, a giustificare, a condannare, non potrete rendervi conto della verità, non potrete vedere il falso per quello che è. L’atto di ascoltare è completo in se stesso; il semplice atto di ascoltare porta con sé la libertà. Ma a voi interessa veramente ascoltare? Oppure quello che vi importa è intervenire per tentare di modificare la confusione che vi portate dentro? Se ascoltaste, cioè se vi rendeste conto delle vostre contraddizioni, dei vostri conflitti, senza preoccuparvi di costringerli a entrare in un particolare schema di pensiero, forse questi finirebbero. Vedete, noi stiamo sempre cercando di essere qualcosa, di raggiungere uno stato particolare; vorremmo fare determinate esperienze ed evitarne accuratamente altre. Ma in questo modo la nostra mente rimane sempre occupata, non è mai tranquilla, non è mai in grado di ascoltare il rumore delle sue lotte e delle sue pene. Siate semplici. Non cercate di diventare qualcosa o di aggrapparvi a qualche esperienza.

Mente e cuore

Un cuore diviso, che teme di perdere,
non conosce condivisione.
Una mente confusa,che non trova certezze,
non conosce l’accoglienza
di quel che non comprende.
Basta fermarsi, senza fuga attraversare le paure
e nell’ascolto di se stessi, tutto accade
se si supera l’apparenza delle cose,
se si spera.
Solo cercando pace e non inutile conflitto
prende vita la ricerca
e si aprono mente e cuore
alla luce che ci attendeva
dentro di noi.
Si è capaci allora di essere Amore.
Sembra lungo il viaggio dalla mente al cuore,
a volte tortuoso, non dobbiamo temere
di compierlo , in noi stessi la bussola
e la capacità di intraprenderlo senza incertezze.

Poetyca

Dividere e condividere

Saper accogliere il dolore degli altri è anche aver saputo accogliere il proprio; esser stati capaci di immergersi in esso senza temere. Poi forse il tempo o l’esperienza insegnano a offrire parole e sostegno che sono espressione viva del vissuto è com – partecipazione .

Come dice Osho si potrebbe con- dividere quello che si vuole trasmettere ma il silenzio, l’intesa anche se non si usano parole è com – unione.

Chi apre il chakra del cuore; senza averne cercato il fine , si accorge che si assimila quello che gli altri vivono in assonanza e sintonia che è una forma di ” empatia ” alla quale si resta sgomenti all’inizio ma che si impara a gestire.

A volte il destino non fa trovare persone che sappiano in atto reciproco , dare lo stesso ascolto .

Non sempre si è forti e capaci di affrontare le prove della vita; ma nella capacità di essere autoconsapevoli e nell’autostima si impara che abbiamo già gli strumenti per affrontare ogni cosa.

Chi ci affianca è semplicemente capace da farci da specchio; in noi il riconoscere chi siamo.

Poetyca

Friendship and understanding

They always criticize you, they say bad things about you and you will be hard to meet someone to whom you can enjoy things as you are!
So live, do what your heart tells you, life is like a play, but initial tests did not: sing, dance, laugh and live intensely every day of your life before the work ends with no applause.

Charlie Chaplin

Friendship is the spiritual and universal attraction that unites souls in the bond of divine love. If you open the door to the magnetic power of friendship, a soul or souls from vibrations similar to yours will be attracted to you. Friendship is a manifestation of God’s love expressed to you through your friends, who are the most precious treasure that a human can have.

Friendship

You attract the souls like yours: it is the law of vibration. Friendship is eternal. If you’ve built through friendship, God has awakened in you, then you have created the greatest friendship of all.

The secret of true friendship is to seek together the evolution of the soul. The friendship must never be intended to obtain a result or a material state. Friendship is the awareness, deeper and deeper, equality and the merger of souls, to the exclusion of any purpose material.

Only through the mutual commitment we build the wisdom and insight that bind two souls with the laws of the eternal divine love, unconditional love and service based on a spiritual level.

Friendship is the purest form of love. The love of parents for children is compulsive in nature, like love of children for parents and the love of lovers, but in true friendship there is no compulsion. Love is service. If you want the love of your friends or the world, you have to be their help

Paramahansa Yogananda

The sound of the words

Jidda Krishnamurti

Listening is an art that is not easy to acquire, but that brings beauty and deep understanding.

We hear from the depths of our being, but our play is always affected by our preconceptions or particular points of view. We are not able to listen directly, easily, in listening to us is always passed through the screen of our thoughts, our impressions, our prejudices. To listen to us to be calm within us, stretched attention, and there should be a minimum of effort tends to acquire something. This person is but was alert and able to listen to what is beyond the meanings of words. The words bring confusion are just a media appearance, but to be beyond the sound of words is necessary to listen in a state of alert passivity. Those who like to be able to listen, but it is extremely rare to find someone who is able to do so. Most of us are too busy achieving goals, achieve results and we are always trying to go beyond, to win something, so we are unable to listen. Only the listener can truly capture the melody of words.

Have you ever heard the song of a bird? To hear, the mind must be calm, a calm that has nothing to do with mysticism. I am speaking to you and you, if you listen, you have to be quiet, you should not turning in my mind the most diverse ideas. When you look at a flower, watch it without giving it a name, without classifying, without establishing which species belong, the only way you can really look at it. But it is one of the hardest things, just as it is extremely difficult to listen: listen to a communist, a socialist, a politician, a capitalist, or your wife, your children, your neighbor, bus driver, singing of a bird. You can listen with ease when you do not give space to an idea or a thought, then there may be direct contact, and when you’re in touch, you see if what you say is true or false. You do not need to discuss.

Are you really listening when you strive to do this? Your effort is not perhaps a distraction that prevents you from listening? You have to strain to hear something that maybe you pleased? As long as your mind will be focused on making efforts, to compare, to justify, in order, you will not realize the truth, you can not see the fake for what it is. The act of listening is complete in itself, the simple act of listening brings freedom. But you really care to listen? Or what is important is that you intervene to change groped for the confusion that you brought in? If you would listen, that if ye should include your contradictions, your conflicts without worrying about forcing them to enter into a particular pattern of thought, maybe this would end. You see, we’re always trying to be something, to reach a particular state, we would like to have certain experiences and avoid other carefully. But in this way our mind is always busy, never quiet, never able to hear the sound of his struggles and his sorrows. Keep it simple. Do not try to become something or to grab some experience.

 
Mind and heart

A divided heart, fearing to lose,
sharing does not know.
A confused mind, which is not certain,
does not know the host
of what he does not understand.
Just stop, without escaping through the fears
and in listening to yourself, everything happens
if you exceed the appearance of things,
if you are hoping.
Just looking for peace and unnecessary conflict
research comes to life
and open mind and heart
the light that awaited us
within us.
It is then capable of being Love.
It seems the journey from mind to heart,
sometimes tortuous, we need not fear
to perform it, in ourselves the compass
and the ability to undertake it without hesitation.

Divide and share

Being able to accept the pain of others have also been able to accommodate their own, having been able to immerse themselves in it without fear. Then maybe the time or experience to teach and offer words of support that are vital expression has lived with – participation.

As Osho says it could with-divide what you want to transmit but the silence, the agreement even if you do not use words is com – union.

Who opens the heart chakra, without having sought the end, he realizes that we digest what the others live in consonance and harmony that is a form of “empathy” to which we remain dismayed at the beginning but you learn to manage.

Sometimes fate is not in place to find people who know each other, giving the same play.

Was not always strong and capable of facing the trials of life, but in the ability to be self-conscious in self and you learn that we have the tools to deal with everything.

Who supports us is simply to make us able to mirror us in recognizing who we are.

Poetyca

Varcare la porta


Varcare la porta

“Me lo ha fatto fare il diavolo.” Che potente proiezione!
L’idea di non essere noi responsabili delle nostre azioni è attraente: è estremamente conveniente avere qualche forza superiore da incolpare.
Alcune persone incolpano la sorte. Sebbene le nostre vite viaggino lungo percorsi predeterminati, il fato non è responsabile delle nostre azioni; noi abbiamo il dovere di assumerci la piena responsabilità per la nostra condotta negativa e dannosa, così come per il nostro comportamento positivo e amorevole. Nessun altro ci può sostituire in questo.
Nessun demonio può nuocervi e, fondamentalmente, nessun guru vi può salvare. I guru, o la guida interiore per chi si sia messo in contatto con essa, possono insegnarci le abilità e le tecniche, possono accrescere la nostra comprensione della vita, della morte, e dei livelli spirituali e aiutarci a rimuovere paure e ostacoli; possono anche indicare l’entrata, ma siamo noi che dobbiamo varcare la porta.

Brian Weiss, Messaggi dai Maestri

Crossing the door

“I made ​​it to make the devil.” What a powerful projection!
The idea of not being ourselves accountable for our actions is attractive: it is extremely convenient to have some higher power to blame.
Some people blame the lot. Although our lives to travel along predetermined paths, fate is not responsible for our actions, we have a duty to take full responsibility for our conduct negative and harmful, as well as for our good and loving behavior. No one else can replace that.
No demon can harm you and, crucially, no guru who can save you. The guru, or the inner guide for anyone who is brought into contact with it, can teach the skills and techniques, can increase our understanding of life, death, and spiritual levels and help remove fears and obstacles can also indicate the entrance, but we who must cross the threshold.

Brian Weiss, Messages from the Masters

Speranza Thich Nhat Hanh


“La speranza è importante perché
può rendere il momento presente
meno difficile da sopportare.
Se crediamo che domani
sarà meglio, siamo in grado di sopportare
un disagio oggi. “

Thich Nhat Hanh,
La pace è ogni passo:
Il Sentiero della Consapevolezza
nella vita quotidiana

 
“Hope is important because
it can make the present moment
less difficult to bear.
If we believe that tomorrow
will be better, we can bear
a hardship today.”

Thich Nhat Hanh,
Peace Is Every Step:
The Path of Mindfulness
in Everyday Life

Il significato della vita


cantoluna

“Soltanto quando cominciamo a capire che la vita non ci sta portando da nessuna parte essa inizia ad avere un significato”.

                     P.D. Ouspensky – mistico e filosofo, discepolo di Gurdijeff

“Only when we begin to understand that life is taking us nowhere it starts to make sense.”

                      P.D. Ouspensky – mystic and philosopher, a disciple of Gurdjieff