Archivio tag | Poeti Amici

★ღPoeti amici ღ★


Il vento custodisce

Il vento custodisce
sogni armati di pugnale
che conficcandosi vanno
come anastrofi assassine
tra le labbra di un’anima di zucchero.

Un voce ormai appassita
si nutre di diluviali rigurgiti di lacrime
scienza stritolante
del capire che non si è mai capito
o forse
che non si è mai inteso capire.

Quante donne
l’impronta patetica portano del mio amore
stampata sulla loro pelle di cristallo
che copre ingannevole
un cuore di rame
storie mai neppure abbozzate
si ergono come croci solitarie
al centro malfermo del mio esistere
sostrati di poesie
deformi e senza fiato
in simbiosi con il respiro del dolore
mi graffiano i capelli
come noiose vespe.

Amare chi non mi ama
nè mai mi saprà amare
è la missione suprema
dalle cui spire
devo divincolarmi
vivere senza sanguinare
è il sogno rivestito di utopia
l’irriverente trota
che si compiace di canzonarmi
nel fiume della mia incompiutezza.

Vincenzo Calabrò

The wind keeps

The wind keeps
dreams armed with knives
that are sticking
as anastrofi killer
between the lips of a core of sugar.

A voice now faded
feeds on diluvial outbursts of tears
science stritolante
of understanding that you never knew
or perhaps
that was never meant to understand.

How many women
pathetic bear the imprint of my love
printed on their skin crystal
which covers misleading
a heart of copper
stories never even sketched
crosses stand as solitary
wobbly in the center of my existence
substrates of poems
deformed and breathless
in harmony with the breath of pain
I scratch your hair
as boring wasps.

Love who does not love me
nor will I ever love
is the ultimate mission
from whose coils
I wriggle
live without bleed
is the dream of utopia coated
the irreverent trout
who delights in canzonarmi
in the river of my incompleteness.

Vincenzo Calabrò

★ღPoeti amici ღ★


Viale d’autunno

Interminabile viale
d’autunno avvolto
nei colori del tramonto
con il respiro della luce
che s’affanna

scivolano nel vento
le foglie rosso amaranto
ogni vago pensiero
trascinato nel loro
ormai ultimo destino

elvio angeletti

Autumn avenue

interminable avenue
Autumn wrapped
in the colors of the sunset
with the breath of light
who is distressed

glide in the wind
red amaranth leaves
any vague thought
dragged into their
now ultimate fate

elvio angeletti

★ღPoeti amici ღ★


Bisbiglia la notte,
un gelso
accarezza l’aria
mentre parla alle foglie;
anche un gatto distratto
si ferma a guardare;
muto si arrampica
un giovane geco;
solo, in silenzio,
mi confondo col tutto;
una pietra sorride.

Sandro Remiddi

Whispers the night,
a mulberry tree
caress the air
while talking to the leaves;
a cat distracted
stops to watch;
dumb climbs
a young gecko;
alone, in silence,
I get confused with the all;
a stone smiles.

Sandro Remiddi

★ღPoeti amici ღ★


MY OATH

I would promise you the moon
But it is not mine to present…
I will paint it with words of love
And offer a personal creation.
Fragrant flowers I could bring
But tomorrow’s withers hold no spark
Chocolate kisses in a three-lock box
But they will melt, as the ending elements.
Bands of gold and silver, nor diamonds
Prove radiant on a cloudy day.
But I can make water dance a waltz
And bring a smile to your heart
Instead of all the riches known
I bring to you the unknown
My oath: to stand with you forever…
…until the stars fall from your eyes…
 

© Sept 29, 2012 ~ DBC, Duke of the Arctic

Il mio giuramento

Io prometto a te la luna
Ma non sta a me presentarla …
Te lo dipingo con parole d’amore
E offro una creazione personale.
Fiori profumati ho potuto portare
Ma saranno appassiti domani non hanno scintilla
Baci di cioccolato in tre batterie di scatole
Ma si sciolgono, come gli elementi che terminano.
Fasce di oro e d’argento, né diamanti
Si mostrano radianti in una giornata nuvolosa.
Ma posso far ballare un valzer acqua
E portare un sorriso al tuo cuore
Invece di tutte le ricchezze conosciute
Ti porto l’ignoto
Il mio giuramento: di stare con te per sempre …
… Fino a quando le stelle cadranno dai tuoi occhi …

© 29 settembre 2012 ~ DBC, duca di l’Artico