Archivio tag | Prendere rifugio – Riflettendo

La visione buddhista


Riflettendo…

La Riflessione

La luna è sempre la stessa vecchia luna;
i fiori sono esattamente com’erano.

Infine sono diventato l’essenza
di tutte le cose che vedo!

Bunan (1602-1676)

—————————-

Nella profonda visione e ricerca
tutto muta e ci nutre,
come riflesso di luna sull’acqua
non si tratta di verità
ma di quel nostro profondo modo
di tracciare l’attenzione,
capace di rendere diverso ( con le nostre impressioni)
quanto non è mutato,
visione di realtà esterne alle quali
noi stessi diamo colore.

Poetyca

—————————-

L’insegnamento

La visione buddhista

La visione buddhista per questa vita,
non insegna ad essere separati dalla conoscenza concreta.

Cercare l’illuminazione isolandosi dal mondo,
equivale a cercare le corna di un coniglio!

Ven. Hui Neng

——————————-

Quando ci si confronta con gli altri
ci si accorge di avere diverse visioni
che interpretano la realtà:
il personale modo di osservare
e di porgersi agli altri è un filtro
potersi esercitare ed abbracciare le differenze
è fare della pratica la vera ricchezza
che insegni compassione ed amorevolezza

Penetrare in profondità vivendo con retta attenzione
ogni momento – abbracciando e accogliendo
la realtà come essa è con il supporto amorevole del Shanga
è vivere nel mondo per tratte la migliore esperienza.

Poetyca

——————————-

17.10.2009 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Reflecting …

Reflection

The moon is always the same old moon;
the flowers are exactly as they were.

Finally I became the essence
of all the things I see!

Bunan (1602-1676)

———-

In the deep insight and research
everything changes and nourishes us,
as a reflection of the moon on the water
it is not true
but so that our deep
to draw attention,
capable of making different (with our impressions)
what has not changed,
vision of external reality to which
we give ourselves color.

Poetyca

———-

The teaching

The Buddhist view

The Buddhist view for this life,
teaches not to be separated from the concrete knowledge.

Seek enlightenment isolation from the world,
same as searching for the horns of a rabbit!

Fri Hui Neng

———–

When confronted with the other
you realize you have different visions
interpreting the reality:
staff to observe
and offer it to others is a filter
can practice and embrace the differences
is to practice the real wealth
that teaches compassion and kindness

Penetrate deep into living with a right focus
any time – embracing and accepting
reality as it is with loving support of the Sangha
is drawn into the world to live the best experience.

Poetyca

———–

17.10.2009 Poetyca

Text taken from: http://www.bodhidharma.it

Il Fiore di Bodhidharma

Annunci

Vacuità


Riflettendo…

La Riflessione

illusione, illuminazione;
solo parole ambigue
che ovunque confondono
i praticanti dello Zen.

Daito (1282-1334)

———————–

Oltre le parole
è solo la pratica
a farci comprendere in profondità
e a farci vivere nella presenza mentale
dove – qui ed ora –
concetti che appaiono opposti.
sono solo frammenti di uno specchio
nel quale guardare
e da ricomporre con attenzione.

Poetyca

———————–

L’insegnamento

Vacuità

Per estinguere la sofferenza,
occorre realizzare la vacuità (sunyata);
più conoscete voi stessi,
più vicini siete alla vacuità.

Quando comprendete
che non avete un sé separato
allora, avrete realizzato la vacuità.

Quando avete compreso il non-sé
avete compreso ogni cosa
incluso la vacuità.

Des Boo-ngoh

——————————-

L’attaccamento e l’identificazione
al nostro io, a quanto esso possa
valere per distinguerci dagli altri,
è la strada aperta dall’ego
che ci allontana alla verità
dell’essere interconnessi,
e senza forma, nel vuoto di idee ed immagini.

Nulla ha una reale identità
ma siamo parte di una corrente continua
in una vasta presenza senza tempo e spazio.
Trasformando la paura del vuoto e sgretolando
attaccamento ed ego possiamo comprendere
e non temere di essere pura mente.

Poetyca

——————————

27.03.2010 Poetyca

Testi tratti da:

Reflecting …

Reflection

illusion, lighting;
Only ambiguous words
that everywhere confuse
practitioners of Zen.

Daito (1282-1334)

———————–

Beyond words
it’s just practice
us to understand in depth
and to make us live in mindfulness
where – here and now –
concepts that are opposites.
are only fragments of a mirror
in which to look
and reassemble it carefully.

Poetyca

———————–

teaching

vacuity

To extinguish the pain,
must realize the emptiness (Sunyata);
more than you know yourself,
the closer you are to the emptiness.

when you understand
you do not have a separate self
then, you realized the emptiness.

When you understand the not-self
you understand everything
including the void.

Boo-des ngoh

——————————-

The attachment and identification
to our selves, as it can
claims to distinguish ourselves from others,
ego is the open road
takes us away to the truth
being interconnected,
and without form, void of ideas and images.

Nothing has a real identity
but we are part of a DC
in a wide presence without time and space.
Transforming the crumbling and fear of emptiness
attachment and ego can understand
and not afraid to be pure mind.

Poetyca

——————————

27.03.2010 Poetyca

Text taken from:

Il Fiore di Bodhidharma

Unità, presenza e trasformazione


Riflettendo…

La Riflessione

Perdonare è difficile se non avete ancora praticato e coltivato le Quattro Menti dell’amore universale.

Metta – Amorevolezza

Karuna – Compassione

Mudita – Gioia altruistica

Upekkha – Equanimità Senza amore,

non potete perdonare.

 

 

Desmond Chiong

 

——————————-

Perdonare è offrire un dono che non tenga memoria del nostro attaccamento, della paura o della sofferenza, che apre un varco nel nostro cuore ferito. Perdonare è un offerta di attenzione viva per dare a noi stessi l’armonia e la pace gettando alle spalle ogni veleno e per dare all’altro il riscatto dalla rabbia. Perdonare è compassionevole cuore che abbraccia il mondo e non si piega alla sofferenza che bussa alla porta chiedendo vendetta o attenzione: Amorevolezza compassionevole è essenza di vita, capacità di essere sordi alla Voce di un ego che non ha maturato il saper lasciare andare per essere in completezza persone libere ed amorevoli con tutti, costruttori di pace e di vita vera

 

. Poetyca

——————————

L’insegnamento

Unità, presenza e trasformazione

 

Mantenete l’unità nella trasformazione

.tramite la costante presenza mentale,

sia durante le attività che il riposo,

lo studente può comprendere con chiarezza la natura di Buddha.

 

Tao-hsin (580-651)

 

————————————

Aperti a questo istante

,in profondità tutti noi possiamo essere capaci

con attenzione – qui ed ora – di trovare senso

alle lezione di vita pronte per noi,

Correggere il passato, le nostre impressioni e gli attaccamenti

si decide adesso, per dare una nuova via al futuro

con cuore aperto e compassionevole che non permette separazione.

Poetyca

————————————

20.03.2010 Poetyca

 

Reflecting … 

Reflection

  Forgiving is difficult  If you have not practiced and cultivated  Four of the minds of universal love. 

Metta – Loving Kindness 

Karuna – Compassion 

Mudita – joy altruistic 

Upekkha – Equanimity 

Without love,  you can not forgive. 

Desmond Chiong 

——————————- 

To forgive is to give a gift  that does not take the memory of our attachment,

  fear or suffering,  that opens a hole in our hearts hurt.  Forgiveness is a range

of carefully alive  to give ourselves the harmony and peace  throwing behind

every poison  and give to the redemption by anger.  To forgive is compassionate

heart that embraces the world  and does not bend to the suffering knocks at

the door  seeking revenge or attention:  Compassionate Loving-kindness

is the essence of life,  ability to be deaf to the Voice  of an ego that has not matured

to know how to let go  to be complete and loving with all free people, 

peace builders and real life. 

Poetyca  —————————— 

Teaching 

Units, presence and transformation 

Keep the unit in the transformation.

  Through the constant presence of mind, 

activities both during rest,  the student can clearly understand 

the Buddha nature. 

Tao-hsin (580-651) 

———————————— 

Open to this moment, deep  all we may be able 

carefully – here and now – finding meaning  the lesso

n of life ready for us,  Correct the past, our impressions 

attachments, and you decide now,  to give a new path to the future

  with an open heart and compassionate  that does not allow separation. 

Poetyca  ———————————— 

20.03.2010 Poetyca  Text taken from:

Il Fiore di Bodhidharma

L’amore puro


Riflettendo…

La Riflessione

Per praticare lo Zen, occorrono radici profonde.
I praticanti con radici profonde sono rari.

La pratica dipende completamente da voi stessi,
è molto difficile, specialmente al giorno d’oggi.

Maestro Sheng-hi

————————

Non tutto è semplice
come per poca attenzione appare,
non tutto è profondo
se non impegnamo con costanza
il nostro retto sforzo.

La vera ricerca è oltre il tempo,
quando siamo nella presenza mentale,
poichè con la retta attenzione
si vive praticando
e si pratica vivendo.

Poetyca

————————

L’insegnamento

L’amore puro

Quello che inizia come amore mondano, può volgersi in avversione.
L’amore mondano, permeato di attaccamento, è il fondamento del samsara.
Tuttavia, se coltiviamo l’amore puro (libero dall’attaccamento),
non genereremo più l’avversione che sorge dalla seconda natura dell’amore mondano.

Non più turbati dall’odio, imperturbabili,
tutti gli esseri possono coesistere pacificamente,
liberi di progredire verso la liberazione.

Maestro di Dharma

——————————

Libero dall’attaccamento
puoi procedere con compassione
aprendoti alla mente/cuore.

Libero dall’aspettativa
alimenti amorevolezza
e sai che tutto è interconnesso.

Nella vacuità riconosci
che ogni essere non ti appartiene
ma è parte di quel che sei e manifesti.

Liberato è colui
che non conosce e non alimenta
la brama di possesso.

Poetyca

——————————

26.04.2008 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Insegnamento sul respiro


L’insegnamento

Insegnamento sul respiro

Quando sei consapevole del tuo repiro
sei totalmente impegnato ad imparare te stesso.

Stai imparando come il tuo Corpo-Mente reagisce
nel suo personale ed unico modo.

Desboo-ngoh

————————————–

Possiamo essere aperti, liberi da condizionamenti
e concentrati su Corpo – Mente
nelle sue azioni e reazioni,
per poi apprendere la manifestazione di quel che siamo.
Fare pratica è condurre l’attenzione al momento presente.
è viverci,per comprendere la nostra unicità,
un percorso limpido e non condizionato.

Poetyca

07.07.2010 Poetyca
testo tratto  da

Teaching on the breath
Teaching

Teaching on the breath

When you are aware of your breath
you are totally committed to learning yourself.

You’re learning how your body-mind
  reacts in his personal and unique way.

Desboo-ngoh

————-

We can be open, free from conditioning
and concentrates on the Body – Mind
in his actions and reactions,
then learn the manifestation of what we are.
Practice is to conduct the focus at present.
is live, to understand our uniqueness,
clear a path and not conditional.

Poetyca

07.07.2010 Poetyca
text from

The Flower of Bodhidharma

Il Fiore di Bodhidharma

Addestramento alla rinuncia (nekkhamma)


La Riflessione

Il Buddha poté realizzare la mente risvegliata
perché la sua natura era già presente.

Ecco perché il risveglio è possibile.

Se non ci fosse una tal natura o potenziale,
sarebbe impossibile.

Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama

——————–

La nostra ricerca sia profonda,
il nostro percorso legato alla pura visione
di quello che veramente siamo per unificare
ogni atteggiamento dualistico
perchè tutto è già seme
che pronto a sbocciare
attende soltanto la nostra cura.

Poetyca

——————-

L’insegnamento

Addestramento alla rinuncia (nekkhamma)

Se vogliamo comprendere la rinuncia, dobbiamo provarla.
Accumulare parole su questa pratica non ci sarà d’aiuto.

Ne verifichiamo la validità solo facendo uno sforzo e osservando il risultato.
Talvolta ci sorprende quanto ci faccia bene sapere di poter dire “no” a noi stessi.

Ajahn Munindo

——————

Lascia andare l’abitudine,
non ascoltare la voce
del tuo attaccamento
e metti alla prova le tue sicurezze
perchè tu possa rivoluzionare
la tua ricerca e comprendere
cosa davvero sai portare a te stesso
e a chi è intorno.

Poetyca

—————–

20.11.2008 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Aiutare senza abusare


Riflettendo…

La Riflessione

Prego per tutti noi,
oppressori ed amici,
che possiamo riuscire, insieme,
a costruire un mondo migliore,
grazie alla comprensione umana e all’amore;

Prego che così facendo
possiamo ridurre il dolore
e la sofferenza di tutti gli esseri senzienti.

S.S. il XIV Dalai Lama

———————–

Lavorare insieme,costruire
mattone su mattone con l’impegno
per essere migliore è dare linfa
alla trasformazione di ogni essere
che non è distinto da noi
ma è parte integrante del nostro vivere.
Nulla è separato e possiamo
pregare ed agire per ridurre il dolore
attraverso l’amorevolezza e la gentilezza.

Poetyca

———————-

L’insegnamento

Aiutare senza abusare

Occorre sia parlare con energia per condividere l’insegnamento,
sia percorrere il cammino con convinzione per dare l’esempio della pratica.

Ma costringere qualcuno ad ingurgitare parole ed esempi,
significa abusare della persona che si suppone vorremmo aiutare.

Maestro Shiqin

———————————-

E’ importante comprendere
chi davvero vorremmo aiutare,
se desideriamo porgere qualcosa
che altri elaboreranno, oppure
solo imporre il nostro atteggiamento
per un personale bisogno.
Aiutare è restare al fianco
e mai sostituirsi agli altri.
Non si deve opprimere ma accogliere
nell’ascolto e nell’altrui attenzione,
senza confondersi o proiettare
delle proprie attitudini.

Che alle parole sia sempre coerente
il giusto esempio, lavoro del nostro percorso.
A poco servirebbe mostrare di conoscere
e non aver mai tentato di vivere davvero
le parole che si sanno esporre con abilità.

Poetyca

—————————————-

19.12.2007 Poetyca

Reflecting …

Reflection

I pray for all of us,
oppressors and friends,
that we can succeed together
to build a better world ,
through human understanding and love ;

I pray that in doing so
we can reduce the pain
and the suffering of all sentient beings.

S.S. the XIV Dalai Lama

———————–

Working together , build
brick by brick with the commitment
to be better is to sap
the transformation of every
which is not distinct from us
but is an integral part of our lives .
Nothing is separate and can
pray and act to reduce the pain
through the kindness and gentleness .

Poetyca

———————-

The teaching

Helping without abusing

It should be speaking with energy to share teaching,
either walk the path with conviction to give the example of the practice.

But forcing someone to swallow words and examples,
means abusing the person who is supposed would like to help .

Master Shiqin

———————————-

It ‘ important to understand
who really would like to help ,
if we want to give something
that others will develop , or
only impose our attitude
for a personal need.
Helping you stay on the side
and never replace the other .
You must not oppress but welcome
in another’s listening and attention ,
without confusion or project
their attitudes .

That the words are always consistent
the right example , the work of our journey .
A little show would know
and he never really tried to live
the words that are known to exhibit with skill.

Poetyca

—————————————-

19.12.2007 Poetyca

bodhidarma