Archivio tag | Riflessioni di Poetyca

Leggere dentro noi stessi


 

Leggere dentro noi stessi

Quando dentro di noi viviamo profondamente un momento di disagio,
a causa di gesti, di parole, di quello che altre persone dicono o fanno,
non è necessario imputare a loro la causa del nostro malessere:
in realtà ogni azione o parola è neutra, ma noi conferiamo ad essi
un eccesso di importanza, come se da esse si determina il valore di quello che noi siamo.
Questa è una buona occasione per comprendere il motivo per il quale
ci sentiamo tanto toccati,cosa ci aspettiamo e perchè siamo tanto vulnerabili ed insicuri.
Vogliamo apparire agli altri diversi da quello che realmente siamo?
Ma fuggire di fronte alle nostre incertezze non rendere migliore
il nostro percorso interiore, è invece necessario fermarsi e permettere
a noi stessi di leggere dentro di noi stessi, per capire da dove proviene la nostra paura.
Quando impariamo a riconoscere le nostre paure, le apparenze,
il bisogno di restare in superficie, la scelta facile di dare colpe ad altri,
allora noi siamo in grado di lasciare andare gli attaccamenti per accogliere
e vivere la realtà come essa è.

06.08.2011 Poetyca

Read inside ourselves

When we live inside a moment of deep distress,
because of gestures, words, of what other people say or do,
is not necessary to impute to them the cause of our malaise:
in fact every action or word is neutral, but we confer with them
too much importance, as if they determine the value of what we are.
This is a good opportunity to understand the reason why we feel so
touched, what we expect and why we are so vulnerable and insecure.
We want to appear to others different from what we really are?
But flee from uncertainty to our best not to make our inner journey,
it is not necessary to stop and allow ourselves to see inside of ourselves,
to understand where it comes from our fear.
When we learn to recognize our fears, the appearances,
the need to remain on the surface, the easy choice to give to other sins,
then we are able to let go of attachments to accommodate and live the reality as it is.

06.08.2011 Poetyca

Profonda attenzione


Profonda attenzione

Gli altri sono un riflesso di quello che noi siamo:
con le paure e le aspettative, interagire è un motivo
di fare pratica circa i nostri problemi presenti,
per superare gli ostacoli quando a noi appare di vedere
negli altri – la causa – dei nostri problemi.
Ma la causa è in noi – così come – in noi è la soluzione
per liberarci da essa.
Il nostro modo di avere profonda attenzione per non
danneggiare noi stessi e gli altri è la soluzione.

19.05.2011 Poetyca

Deep focus

The others are a reflection of what we are:
with the fears and expectations, interaction is one reason
to practice about our present problems,
to overcome obstacles when it appears to us to see
in the other – the cause – of our problems.
But the cause is in us – as well as – in us is the solution
to free us from it.
The way we have deep concern for not
damage ourselves and others is the solution.

19.05.2011 Poetyca

Ferite


Ferite

Le ferite bruciano, sono un dolore costante che noi portiamo dentro …ma non dobbiamo permettere che quelle ferite debbano condizionare la nostra vita, le nostre esperienze attuali e future. Quando vediamo che qualcosa ci fa sentire disagio, dobbiamo imparare a ricordare l’esperienza che abbiamo fatto, imparare a risolvere la causa della nostra sofferenza per aprire il nostro cuore ad una visione diversa, dove tutto è semplicemente come deve essere, diamo noi a pensare di avere fallito e cerchiamo le nostre ferite, senza accorgerci che sono guarite. Che ovunque ci sono Bellezza ed occasioni di gioia, ma non le vediamo.

11.04.2012 Poetyca

Wounds

The burn wounds, are a constant pain that we carry within us … but we must not allow those wounds must shape our lives, our experiences today and tomorrow. When we see something that makes us feel uncomfortable, we must learn to remember the experience we had, learn to solve the cause of our suffering, to open our hearts to a different view, where everything is just how it should be, let us think have failed and we try our wounds, without realizing that they are healed. Beauty and that wherever there are occasions of joy, but do not see them.

11.04.2012 Poetyca

 

Adesso


Adesso

Chi causa la felicità
o la nostra infelicità?
Non gli altri o gli eventi
ma la nostra attenzione profonda
alle aspettative:
il cercare nel passato
tutte le antiche delusioni,
lo sperare in un futuro,
per aggrapparci a quello
che potrebbe essere.
Questo genera ogni sentimento
di incertezza, di paura,
di delusione.
Invece di assistere alla danza delle ombre,
e Adesso che noi possiamo vivere e sperimentare
la bellezza e profondità di un attimo,
senza farlo mai fuggire.

23.03.2012 Poetyca
Just now

Who causes happiness
or our unhappiness?
Not the others or events
but our focus deep
expectations:
search for in the past
all old delusions,
the hope for a future
to cling to that
it could be.
This generates all feeling
of uncertainty, fear,
of disappointment.
Rather than watch the dance of shadows,
and now that we can live and experience
the beauty and depth of a moment,
do not ever escape.
23.03.2012 Poetyca

Indelebile


Indelebile

Indelebile è tutto ciò che scorre attraverso l’anima,

non ha spazio e tempo

la causa è solo “ora”

25.01.2012 Poetyca

Indeleble

indeleble is all that flows through the soul,

have not space and time

the cause of it is just ” now”

25.01.2012 Poetyca

Vita e possesso


ak1

Vita e possesso

La vita non è solo lo scandire
 del tempo di un orologio, pensare solo
 a questo è molto riduttivo, lo stesso se si pensa
 che il nostro umore, i valori, sono solo una reazione
 alle amicizie, a quello che gli amici possono fare o dire.
La guerra è il frutto di idee di separazione,
è il desiderio di mettere confini, di possedere qualcosa:
 potere, benessere, risorse; anche se questo
 deve essere sottratto ad altri, anche se questo
 causa sofferenza a persone innocenti.
Nemico è chi intralcia questa brama
 di possesso, anche se non ha alcuna colpa.

18.11.2012 Poetyca

Life and possession

Life is not only the scan
  time of a clock, thinking only
  this is very simplistic, the same if you think
  that our mood, our values, are just a reaction
  friendships, to what friends can do or say.
War is the result of ideas of separation,
is the desire to put boundaries of owning something:
  power, wealth, resources, although this
  must be subtracted to others, even if this
  cause suffering to innocent people.
Enemy is the one who gets in this desire
  of possession, even if it has no fault.

18.11.2012 Poetyca

Farsi del male e non saperlo


135346_481369709645_742844645_6115526_8050657_o
Farsi del male e non saperlo

” Chi è causa del suo male pianga se stesso”, un detto popolare, una frase lapidaria che sembra voler sbrigativamente prendere le distanze da coloro che prima sono capaci di farsi del male e poi si lamentano dei risultati. Ma quante persone sono consapevoli delle dirette conseguenze di atteggiamenti ed azioni nocivi per se stessi e per gli altri?
Il nostro ruolo è quello di accompagnare a prendere visione di atteggiamenti corretti che non faranno più sprofondare nello sconforto dopo aver causato a se stessi e agli altri dei danni a volte irrimediabili.
Chi comprende, ha coscienza è poi capace di riparare e di non ripetere esperienze dolorose.

06.01.2015 Poetyca
Get hurt and not know it

  “Who is the cause of his ill cry himself,” a popular saying, a lapidary phrase that seems to hastily distance themselves from those who are first able to get hurt and then complain about the results. But how many people are aware of the direct consequences of attitudes and actions harmful to themselves and others?
Our role is to accompany you to read the correct attitudes that will no longer sink into despair after causing to themselves and to others sometimes irreparable damage.
Who understands, has consciousness is then able to repair and not to repeat painful experiences.

06/01/2015 Poetyca