Archivio tag | Una perla al giorno

Una perla al giorno – Raphael


mandala11

Tu sei una fiamma del fuoco unico
che tutto pervade.
Sei in conflitto e vivi la solitudine dell’io
perché ti consideri
una fiammella distinta dalla fonte.

Raphael – La Triplice via del fuoco

You are a flame of fire only
all-pervading.
You are in conflict and experience the solitude of the ego
because you consider yourself
a little flame distinct from the source.

Raphael – The Triple via fire

Una perla al giorno – Bhagavad Gita


mandala n

Colui che, al momento della sua fine, abbandonando il corpo,
se ne va col pensiero rivolto a Me soltanto,
entra nel Mio essere: su questo non c’è alcun dubbio.
E quale sia l’Essere, pensando al quale un uomo abbandona il suo corpo alla fine,
proprio quello egli consegue, poiché sempre è stato assorto in quel pensiero.
Per questo in ogni momento ricordati di Me e combatti.
Se avrai la mente e l’intelletto fissi su di Me, senza dubbio a Me verrai.

Bhagavad Gita, 8, 5-7

The one who, at the time of his order, leaving the body,
He leaves with thoughts on Me only,
enters my being: on this there is no doubt.
And what is the Being, thinking that a man leaves his body at the end,
just what he achieves, because it was always absorbed in the thought.
For this at all times remember Me and fight.
If you have the mind and intellect fixed on Me, you will no doubt Me.

Bhagavad Gita, 8, 5-7

Una perla al giorno – Katha Upanishad


mandala g

Dal cuore umano si dipartono
cento e uno nervi (percorsi vitali).
Uno di essi sale al cervello,
alla corona composta da mille petali.
Passando al momento della morte per questa via,
si raggiunge il regno dell’immortalità.
Ma se il prana discende per altre vie,
si tornerà indietro verso una nuova nascita.

Katha Upanishad, III, 16

Hearted human branch
one hundred and one nerves (paths viable).
One of them salt to the brain,
the crown composed of a thousand petals.
Turning to the time of death in this way,
You reach the realm of immortality.
But if the prana comes down in other ways,
We come back to a new birth.

Katha Upanishad, III, 16

Una perla al giorno – Hui Neng


2

Meditazione buddista: la fede in è fonte di delusione, ma trattando tutto come conseguimento del nulla,  si raggiunge merito incomparabile.

Hui Neng

Buddhist meditation: Belief in self is the source of delusion, But treating all attainment as void, attains merit incomparable.

 Hui Neng

Una perla al giorno – Sri Nisargadatta Maharaj


musica_e_parole

 

Una volta che vi  rendete conto che la strada è l’obiettivo e che siete sempre sulla strada, non per raggiungere un obiettivo, ma per godere della sua bellezza e la sua saggezza, la vita cessa di essere un compito e diventa naturale e semplice, di per sé un’estasi.

Sri Nisargadatta Maharaj

Once you realize that the road is the goal and that you are always on the road, not to reach a goal, but to enjoy its beauty and its wisdom, life ceases to be a task and becomes natural and simple, in itself an ecstasy.

Sri Nisargadatta Maharaj

Una perla al giorno – Tirukkural


mandalapoe

Come un cristallo riflette gli oggetti vicini,
così il volto rispecchia il contenuto del cuore.
Che cosa può esserci di più percettivo del volto?
Perché, se l’animo è triste o allegro,
è il volto a esprimerlo per primo.

Tirukkural LXXI, 706-707

As a crystal reflects nearby objects,
so the face reflects the contents of the heart.
What could be more perceptive of the face?
Why, if the mood is sad or happy,
is the face to express it first.

Tirukkural LXXI, 706-707

Una perla al giorno – Bhradaranyaka Upanisad


mandala4
Come non si possono sentire
le singole note del suono d’un violino,
ma solo la totalità del suono
e l’azione del violinista,
così gli esseri individuali
non si possono capire
se non se ne conosce la fonte, l’Atman,
Dio che è il solo attore sulla scena del mondo.

Bhradaranyaka Upanisad, V, 10

As you can not hear
the individual notes of the sound of a violin,
but only the totality of the sound
and the action of the violinist,
so the living entities
you can not understand
if you do not know the source, the Atman,
God is the only actor on the world stage.

Bhradaranyaka Upanishads, V, 10