Archivio tag | King Crimson

“King Crimson – Live From The ’70s – TV Broadcasts (Remastered)”


~Poetyca

Annunci

King Crimson



I King Crimson sono un gruppo musicale rock britannico, fondato nel 1969 a Londra. Spesso classificata come un gruppo prettamente progressive,[3] essa ha subito le influenze di diversi generi musicali durante il corso della sua esistenza, tra i quali: jazz, folk, musica classica, musica sperimentale, rock psichedelico, hard rock, heavy metal,[4] new wave, gamelan, musica elettronica, e drum and bass. Per contro, i King Crimson hanno influenzato molti artisti contemporanei, creando una sorta di culto attorno al loro nome.

Pur essendo nato in Inghilterra, il gruppo ha visto tra le sue fila anche musicisti statunitensi (a partire dal 1981) e attualmente è composto quasi esclusivamente da strumentisti americani. La formazione si è continuamente modificata e, negli oltre quarant’anni di attività del gruppo, si sono avvicendati al suo interno ben diciotto musicisti, più due parolieri. Unica costante la presenza del chitarrista Robert Fripp, membro fondatore e indubbio cardine di tutta la storia del gruppo.

La prima formazione del gruppo, quella del 1969, è stata determinante nella sua storia, nonostante la breve durata. Già nel 1970, infatti, i King Crimson divennero un gruppo piuttosto instabile, e pertanto non ebbero modo di promuovere in concerto i due album registrati in quell’anno; torneranno sul palco, dopo nuovi avvicendamenti, nel 1971. I lavori di questo primo corso sono caratterizzati da una profonda esplorazione e fusione di generi, quali il jazz, il funk e la musica da camera. Dal 1972, a seguito di un nuovo radicale cambiamento di organico, il gruppo divenne più stabile, e cominciò a prevalere l’aspetto dell’improvvisazione, che mescolava hard-rock, musica classica, free jazz, e jazz fusion, almeno sino al 1974, anno che segna l’inizio di un lungo periodo di pausa. Nel 1981, dopo sette anni di inattività, il gruppo si riunì nuovamente, con una nuova formazione: questo periodo, che si concluse circa tre anni dopo, fu caratterizzato da una forte influenza della nascente new wave. In successive reunion i King Crimson hanno radicalmente riveduto il loro sound, ora in tutto influenzato dai generi musicali di più recente nascita, come l’industrial rock e il grunge. Questo spirito di rinnovamento musicale non si è mai spento, ed è tutt’oggi una delle caratteristiche portanti del gruppo. La storia dei King Crimson è dunque segnata anche da ricorrenti periodi di stasi, sanciti quasi sempre dalle decisioni di Robert Fripp; tuttora il loro stato di attività è ambiguo:[5] nonostante il diario on-line di Fripp suggerisca che egli sia ben poco intenzionato a lavorare nel contesto dei King Crimson,[6] il chitarrista ed i suoi colleghi riappaiono in varie combinazioni nell’ambito dei cosiddetti ProjeKCts, successione variabile di spin-off iniziata nel 1997, la cui ultima incarnazione ha visto collaborare Fripp e Mel Collins (entrambi membri “storici”) con il chitarrista e autore Jakko Jakszyk, in un progetto che vede anche la partecipazione di Tony Levin e Gavin Harrison, entrambi “transitati” nei King Crimson nel corso degli anni.[5]

https://it.wikipedia.org/wiki/King_Crimson

King Crimson are a progressive rock band. Formed in London in 1968 (but featuring a transatlantic line-up since 1981), the band are widely recognised as a foundational progressive rock group (although the group members resist the label).[5] The band have incorporated diverse influences and approaches during their five-decade history (including jazz and folk music, classical and experimental music, psychedelic rock, hard rock and heavy metal,[6] new wave, gamelan, electronica and drum and bass) as well as balancing highly structured compositions against abstract improvisational sections and an interest in pop songs. The band has a large following, despite garnering little radio or music video airplay.[7]

With guitarist Robert Fripp as the only consistent member (and therefore considered to be the band’s leader and motive force), King Crimson’s line-up has persistently altered throughout its existence. Eighteen musicians and three lyricists have passed through the ranks, although the tenure of certain members has sometimes extended for decades. King Crimson’s sound has varied according to its instrumentation – earlier line-ups featured prominent saxophone and keyboards, while subsequent line-ups replaced this with (variously) violin, innovative acoustic or electronic percussion, interlocking guitars or touch-style instruments. The band are notable for continuous engagement with contemporary music technology – in addition to Fripp’s extensive work in loop music both in and out of the band, King Crimson pioneered the use of Mellotrons in the 1960s; Roland guitar synthesizers, Simmons electronic drums and the Chapman Stick in the 1980s; dense MIDI processing and the Warr Guitar in the 1990s, and Roland V-Drums in the 21st century. King Crimson’s existence has been characterised by regular periods of hiatus (each of which have been initiated and concluded by Fripp). From 1997 until the present day, various subdivisions of King Crimson have continued to pursue aspects of the band’s work and approaches via a series of related bands collectively referred to as “ProjeKCts”.

https://en.wikipedia.org/wiki/King_Crimson