Risultati della ricerca per: 2009

Un uomo di pace – Osho


Un uomo di pace

“Un uomo di pace non e’ un pacifista.
Un uomo di pace e’ semplicemente un lago di silenzio.
Egli pulsa e irradia un nuovo tipo di energia nel mondo, canta una canzone nuova.
Egli vive in un modo completamente nuovo.
Il suo stesso modo di vivere e’ quello della grazia, quello della preghiera,
quello della compassione.
In chiunque tocchi, egli crea piu’ energia d’amore. L’uomo di pace e’ creativo.
Egli non e’ contro la guerra perche’ essere contro qualsiasi cosa e’ essere in guerra.
Egli non e’ contro la guerra: semplicemente comprende perche’ la guerra esiste,
ed e’ proprio sulla base di questa comprensione che diventa pieno di pace.
Solo quando ci saranno piu’ persone che sono laghi di pace, silenzio, comprensione,
la guerra scomparira’.”

(OSHO, from: ‘Zen: The Path of Paradox, vol II)

A man of peace

“A man of peace is not ‘a pacifist.
A man of peace ‘simply a lake of silence.
He thrives and radiates a new type of energy in the world, sing a new song.
He lives in a whole new way.
His very way of life and ‘one of grace, that of prayer,
that of compassion.
In anyone touches, he creates more ‘power of love. The man of peace and ‘creative.
He is not ‘anti-war because’ being against anything and ‘being at war.
He is not ‘anti-war simply because it includes’ the war there,
and it ‘just on the basis of this understanding that becomes filled with peace.
Only when there are more ‘people who are lakes of peace, silence, understanding,
War will disappear ‘. “

(OSHO, from: ‘Zen: The Path of Paradox, Vol II)

Compagni di volo – Fellow flight – Don Tonino Bello


Compagni di volo

Voglio ringraziarti Signore,

per il dono della vita;

ho letto da qualche parte

che gli uomini hanno un’ala soltanto:

possono volare solo rimanendo abbracciati.

A volte, nei momenti di confidenza,

oso pensare, Signore,

che tu abbia un’ala soltanto,

l’altra la tieni nascosta,

forse per farmi capire

che tu non vuoi volare senza di me;

per questo mi hai dato la vita:

Perché io fossi tuo compagno di volo,

insegnami, allora, a librarmi con Te.

Perché vivere non è trascinare la vita,

non è strapparla, non è rosicchiarla,

vivere è abbandonarsi come un gabbiano

all’ebbrezza del vento,

vivere è assaporare l’avventura della libertà,

vivere è stendere l’ala, l’unica ala,

con la fiducia di chi sa di avere nel volo

un partner grande come Te.

Ma non basta saper volare con Te, Signore,

tu mi hai dato il compito di abbracciare anche il fratello

e aiutarlo a volare.

Ti chiedo perdono, perciò,

per tutte le ali che non ho aiutato a distendersi,

non farmi più passare indifferente

vicino al fratello che è rimasto con l’ala, l’unica ala,

inesorabilmente impigliata nella rete della miseria e della solitudine

e si è ormai persuaso

di non essere più degno di volare con Te.

Soprattutto per questo fratello sfortunato dammi,

o Signore,

un’ala di riserva.

Don Tonino Bello

 

Fellow flight

I want to thank you Lord,
for the gift of life;
I read somewhere
that men have only one wing:
can only fly by embracing remaining.
Sometimes, in moments of confidence,
I venture to think, Lord,
you have only one wing,
the other you keep it hidden,
perhaps to make me understand
you do not want to fly without me;
why did you gave your life:
Because I was your flight companion,
Teach me, then, to soar with You.
Why not live the life of drag,
not tear, not chew
to live is to let yourself go like a seagull
intoxication of the wind,
enjoy the adventure of life is freedom,
live and spread their wings, the only wing
with the confidence of knowing that you have in flight
a great partner like you.
But not enough to be able to fly with you, Lord,
you have given me the task of embracing his brother
and help him fly.
I beg your pardon, therefore,
for all the wings that I helped them relax,
do not make me spend more indifferent
close to the brother who has been with the wing, the only wing
inexorably entangled in the web of misery and loneliness
and is now convinced
to be worthy of flying with you.
Largely for this unfortunate brother gimme
O Lord,
wing of the reserve.

Don Tonino Bello

La solitudine vi mette alla prova – Loneliness is testing you – Rishi Agastya


La solitudine vi mette alla prova

Voi dovete sapere che quando vi trovate in una situazione di solitudine e questo sentimento d’abbandono è molto grande, ebbene questa vostra condizione non è casuale; rappresenta invece il piano preparato dal Maestro proprio per voi. Un piano che Gli permette di vedere come vi comportate quando vi trovate in una situazione in cui vi sentite soli sulla terra, e riconoscete che in quel momento nessuno dall’alto vi darà una mano, né il Maestro, né Dio che, pur esistendo, sarà per voi il Dio di un cosmo lontano ed insondabile.

Se in un momento come quello descritto sarete in grado di trovare dentro di voi un amore sufficiente, sarete capaci di assumervi la responsabilità necessaria, ed inizierete ad aiutare i vostri simili a migliore la loro vita e perfezionarsi, allora dimostrerete di possedere le qualità necessarie per poter stabilire un contatto con il vostro Maestro.

E’ proprio a partire dal momento in cui il discepolo dimostra di possedere queste qualità che si può “unire” al suo Maestro. Tutto questo avviene senza tante cerimonie, non c’è bisogno di un timbro stampato sulla fronte del discepolo, la cosa succede istantaneamente.

Rishi Agastya

Loneliness is testing you

You must know that when you are in a situation of loneliness and the feeling of abandonment is very large, well that your condition is not random, but the plan isprepared by the teacher for you. A plan that allows him to see how you behave whenyou are in a situation where you feel alone on earth, and know that at that time no one will give you a hand from above, neither the master nor God that, though existing, God’s will for you in a distant and unfathomable universe.

If in a moment like the one described will be able to find in you a love enough, you will be able to take responsibility required, and begin to help your fellow man tobetter their lives and improve, then it shows that you possess the qualities necessary to to establish contact with your teacher.

It is precisely from the moment in which the student demonstrates that he has these qualities that you can “join” to her teacher. All this happens without fuss, you do not need a stamp printed on the forehead of the disciple, it happens instantly.

Rishi Agastya

Una perla al giorno – Srimad Bhagavatam


mandala7
Chi ascoltando le voci del cuore
o gli insegnamenti dei saggi
si distacca dalle cose materiali
e lascia il mondo delle apparenze
per seguire quel Dio che è dentro di lui,
ecco veramente un grande uomo.

Srimad Bhagavatam, I, 13, 27

Those who listening to the voices of the heart
or the teachings of the sages
It is detached from material things
and leaves the world of appearances
to follow the God that is within him,
here is truly a great man.

Srimad Bhagavatam, I, 13, 27

Una perla al giorno – Rumi


mandalapoe

Se vuoi un’illuminazione speciale,
osserva un viso umano;
guarda profondamente dentro una risata
e riconosci l’essenza della Verità.

Rumi
If you want a special lighting,
observes a human face;
look deeply into a laugh
and recognize the essence of Truth.

    Rumi

Una perla la giorno – Lao Tzu


mandala4
“Rispetta la vincita del tuo prossimo
come se fosse la tua,
e la sconfitta del tuo prossimo
come se fosse la tua”

Lao Tzu T’ai Shang Kan Ying P’ien 213-218.

“Respect the winning your next
as if it were your own,
and the defeat of your next
as if it were your own “

Lao Tzu T’ai Shang Kan Ying P’ien 213-218.

Una perla al giorno – Sri Ramana


mandala7

Nel centro della grotta del cuore
l puro Brahman solo risplende
direttamente nella forma dell’Io come ” io-io”.
Entra nel cuore con mente ricercante,
e dissolvendo (l’ego) mediante il controllo del respiro,
dimora nell’Io.

Sri Ramana

In the center of the cave of the heart
the pure Brahman alone shines
directly in the form of the ego as “I-I”.
Enters the heart with mind researching,
and dissolving (the ego) through breath control,
dwelling in the ego.

                               Sri Ramana

La visione buddhista


Riflettendo…

La Riflessione

La luna è sempre la stessa vecchia luna;
i fiori sono esattamente com’erano.

Infine sono diventato l’essenza
di tutte le cose che vedo!

Bunan (1602-1676)

—————————-

Nella profonda visione e ricerca
tutto muta e ci nutre,
come riflesso di luna sull’acqua
non si tratta di verità
ma di quel nostro profondo modo
di tracciare l’attenzione,
capace di rendere diverso ( con le nostre impressioni)
quanto non è mutato,
visione di realtà esterne alle quali
noi stessi diamo colore.

Poetyca

—————————-

L’insegnamento

La visione buddhista

La visione buddhista per questa vita,
non insegna ad essere separati dalla conoscenza concreta.

Cercare l’illuminazione isolandosi dal mondo,
equivale a cercare le corna di un coniglio!

Ven. Hui Neng

——————————-

Quando ci si confronta con gli altri
ci si accorge di avere diverse visioni
che interpretano la realtà:
il personale modo di osservare
e di porgersi agli altri è un filtro
potersi esercitare ed abbracciare le differenze
è fare della pratica la vera ricchezza
che insegni compassione ed amorevolezza

Penetrare in profondità vivendo con retta attenzione
ogni momento – abbracciando e accogliendo
la realtà come essa è con il supporto amorevole del Shanga
è vivere nel mondo per tratte la migliore esperienza.

Poetyca

——————————-

17.10.2009 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Reflecting …

Reflection

The moon is always the same old moon;
the flowers are exactly as they were.

Finally I became the essence
of all the things I see!

Bunan (1602-1676)

———-

In the deep insight and research
everything changes and nourishes us,
as a reflection of the moon on the water
it is not true
but so that our deep
to draw attention,
capable of making different (with our impressions)
what has not changed,
vision of external reality to which
we give ourselves color.

Poetyca

———-

The teaching

The Buddhist view

The Buddhist view for this life,
teaches not to be separated from the concrete knowledge.

Seek enlightenment isolation from the world,
same as searching for the horns of a rabbit!

Fri Hui Neng

———–

When confronted with the other
you realize you have different visions
interpreting the reality:
staff to observe
and offer it to others is a filter
can practice and embrace the differences
is to practice the real wealth
that teaches compassion and kindness

Penetrate deep into living with a right focus
any time – embracing and accepting
reality as it is with loving support of the Sangha
is drawn into the world to live the best experience.

Poetyca

———–

17.10.2009 Poetyca

Text taken from: http://www.bodhidharma.it

Il Fiore di Bodhidharma

Nick Cave Full – Royal Albert Hall, London May 3 2015


[youtube https://youtu.be/14zqRhtcb5c]

Nick Cave, all’anagrafe Nicholas Edward Cave (Warracknabeal, 22 settembre 1957), è un cantautore, compositore, scrittore, sceneggiatore e attore australiano.

Grazie ad una serie di notevoli album e intense esibizioni dal vivo, ha coniato uno stile lirico e musicale inconfondibile che lo ha imposto come una delle figure più influenti e carismatiche della musica contemporanea.

Dagli esordi post-punk ai lavori recenti, più vicini al cantautorato, Cave ha sviluppato una personalissima rielaborazione dei generi cardine della musica nata negli Stati Uniti (blues, gospel, country), affrontati con lo spirito cupo e sperimentale della new wave e del gothic rock, anche grazie alla sua caratteristica voce gutturale dabaritono. I suoi testi, attraversati da una forte tensione religiosa e da un costante senso di apocalisse imminente, affrontano tematiche quali il ruolo del divino nella vita dell’uomo, la ricerca della redenzione, l’angoscia esistenziale e l’amore perduto

https://it.wikipedia.org/wiki/Nick_Cave

 

Nicholas EdwardNickCave (born 22 September 1957) is an Australian musician, songwriter, author, screenwriter, composer and occasional film actor. He is best known as the frontman of Nick Cave and the Bad Seeds, established in 1983, a group known for its diverse output and ever-evolving line-up. Prior to this, he fronted the Birthday Party, one of the most extreme and confrontational post-punk bands of the early 1980s. In 2006, he formed the garage rock band Grinderman, releasing its debut album the following year.

Referred to as rock music’s “Prince of Darkness”, Cave’s music is generally characterised by emotional intensity, a wide variety of influences, and lyrical obsessions with death, religion, love and violence. NME described him as “the grand lord of gothic lushness”.

Cave has also worked as a composer for films, often in collaboration with fellow Australian musician Warren Ellis. Their films together include The Proposition (2005, based on a screenplay by Cave), The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford (2007) and The Road (2009). Cave is the subject and co-writer of the semi-fictional “day in the life” documentary 20,000 Days on Earth (2014).

Upon Cave’s induction into the ARIA Hall of Fame, ARIA Awards committee chairman Ed St John said: “Nick Cave has enjoyed—and continues to enjoy—one of the most extraordinary careers in the annals of popular music. He is an Australian artist like Sidney Nolan is an Australian artist—beyond comparison, beyond genre, beyond dispute.”

https://en.wikipedia.org/wiki/Nick_Cave

 

Una Perla al giorno – Bhagavad Gita V, 15-16


rosone12_1024

Dio non partecipa alle buone e alle cattive azioni di una persona:
il giudizio è obnubilato quando la saggezza è oscurata dall’ignoranza;
ma l’ignoranza viene distrutta dalla conoscenza della propria vera natura.

Bhagavad Gita V, 15-16

God does not take part to the good and bad deeds of a person:
judgment is clouded when wisdom is obscured by ignorance;
but ignorance is destroyed by the knowledge of their true nature.

Bhagavad Gita V, 15-16

The Best of Echo & The Bunnymen



Gli Echo & the Bunnymen sono un gruppo musicale britannico post-punk formatosi a Liverpool nel 1978.
Inizialmente il gruppo era composto da Ian McCulloch, Will Sergeant e Les Pattinson. Sono diventati famosi
per album come Heaven Up Here, Porcupine e Ocean Rain in cui è contenuta la canzone The Killing Moon.

https://it.wikipedia.org/wiki/Echo_%26_the_Bunnymen

Echo & the Bunnymen are an English rock band formed in Liverpool in 1978.
The original line-up consisted of vocalist Ian McCulloch, guitarist Will Sergeant and bass player Les Pattinson,
supplemented by a drum machine. By 1980, Pete de Freitas joined as the band’s drummer.

Their 1980 debut album, Crocodiles, met with critical acclaim and made the UK Top 20.
Their second album, Heaven Up Here (1981), again found favour with the critics and reached number 10 in the UK Album chart.
The band’s cult status was followed by mainstream success in the mid-1980s, as they scored a UK Top 10 hit with “The Cutter”,
and the attendant album, Porcupine (1983), reached number 2 in the UK. Their next release, Ocean Rain (1984),
continued the band’s UK chart success, and has since been regarded as their landmark release, spawning the hit singles
“The Killing Moon”, “Silver” and “Seven Seas”. One more studio album, Echo & the Bunnymen (1987), was released
before McCulloch left the band to pursue a solo career in 1988.
The following year, in 1989, de Freitas was killed in a motorcycle accident,
and the band re-emerged with a new line-up. Original members
Will Sergeant and Les Pattinson were joined by Noel Burke as lead singer,
Damon Reece on drums and Jake Brockman on keyboards.
This new incarnation of the band released Reverberation in 1990,
but the disappointing critical and commercial reaction it received culminated
with a complete split in 1993.
After working together as Electrafixion, McCulloch and Sergeant
regrouped with Pattinson in 1997 and returned as Echo & the Bunnymen
with the UK Top 10 hit “Nothing Lasts Forever”. An album of new material,
Evergreen, was greeted enthusiastically by critics and the band made a successful
return to the live arena. Though Pattinson left the group for a second time,
McCulloch and Sergeant have continued to issue new material
as Echo & the Bunnymen, including the albums What Are You Going
to Do with Your Life? (1999), Flowers (2001), Siberia (2005), The Fountain (2009)
Meteorites (2014).
In 2012 Ian McCulloch released his fourth solo LP, Pro Patria Mori
and a live album Holy Ghosts in 2013.[4] In 2013 Will Sergeant
and Les Pattinson formed a group called “Poltergeist” and released
an album called Your Mind Is A Box (Let Us Fill It With Wonder)
in June 2013.

https://en.wikipedia.org/wiki/Echo_%26_the_Bunnymen

Una Perla al giorno – Sri Mata Amritanandamayi Devi


rosone3_1024

La forza di un ciclone può sradicare alberi
e far crollare edifici,
ma per quanto impetuoso possa essere,
esso non può far nulla ad un umile filo d’erba.
Questa è la grandezza dell’umiltà, figli miei.

Sri Mata Amritanandamayi Devi

 

The strength of a hurricane can uproot trees
and bring down buildings,
but what can be impetuous,
it can not do anything to a humble blade of grass.
This is the greatness of humility, my children.

Sri Mata Amritanandamayi Devi

Ritagliare spazi


Riflettendo…

La Riflessione

Il prerequisito per la pratica Ch’an è estinguere il pensiero erroneo.
Shakyamuni Buddha diede molti insegnamenti su questo argomento.

Il suo insegnamento più semplice e diretto è la parola “fermati!”.
Dall’espressione , “fermarsi è Illuminazione (Bodhi)”.

Maesro Xuyun

————————

Accavallare attività,
immagazinare nozioni che confuse
riempiono spazi, senza avere il tempo
per comprendere, per dare attenzione
è come pretendere di percorrere di corsa
milioni di kilometri nel tempo adatto
a percorrere cento metri.

E’ sbagliato pensare che la mente
possa assimilare quello che non ha compreso.

Fermarsi è guardare in profondità,
rispettare i tempi e il senso delle cose,
essere presenti e vivi per ogni passo,
senza fretta ma con piena consapevolezza
per essere quel che si è ogni momento
senza corse in avanti ma – qui ed ora.

Poetyca

————————

L’insegnamento

Ritagliare spazi

Certo, la vita in Occidente è molto affannata e piena di distrazioni.
Ma volendo, se ci si impegna, si riesce a ritagliare spazi per l’attività spirituale.

o dico sempre che, invece di fare lunghi weekend o le ore piccole per divertirsi,
ci si può svegliare presto la mattina e godersi le emozioni della natura che si risveglia.

Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama

—————————-

Non essere attivi, con la nostra attenzione
verso l’esterno, non significa
essere improduttivi.

Raccogliere preziosi momenti
con la vista interiore attiva, in ascolto
di quanto si manifesti, è essere presenti
per abbracciare la realtà come essa è.

Accogliere noi stessi e gli altri
con sincera presenza è vera ricchezza,
semi utili per crescere in armonia
e senza conflittualità
– ogni passo del nostro cammino –

Riconoscere di essere interconnessi
con ogni essere e con la natura
è bellezza che si manifesta e che possiamo
offrire con gioia ad amorevolezza giorno per giorno
e senza aspettativa alcuna.

Poetyca

—————————–

12.07.2009 Poetyca

Testi tratti da:
Reflecting …

Reflection

The prerequisite for Ch’an practice is to extinguish the erroneous thinking.
Shakyamuni Buddha gave many teachings on this subject.

His teaching is simple and straightforward is the word “stop.”
From the expression, “stopping is enlightenment (bodhi)”.

Maesro Xuyun

————————

Activities overlap,
storage to confused notions
filled spaces, without having the time
to understand, to give attention
is like trying to go racing
million kilometers in the appropriate time
to walk one hundred meters.

And ‘wrong to think that the mind
able to assimilate what they did not understand.

Stop looking at it in depth,
respect the time and the sense of things,
be present and alive to every step,
without haste but with full awareness
to be what it is every moment
ran forward, but no – here and now.

Poetyca

————————

The teaching

Cut out spaces

Of course, life in the West is very troubled and full of distractions.
But if you want, if you engage, you can cut out spaces for spiritual activity.

and I always say that, instead of long weekends or late hours of entertainment,
you can wake up early in the morning and enjoy the excitement of nature awakening.

Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama

—————————-

Do not be active, with our attention
out, does not mean
be unproductive.

Collect precious moments
with a view of the inner active listening
than it appears, is to be present
to embrace reality as it is.

Accepting ourselves and others
with sincere presence is real wealth,
useful seeds to grow in harmony
and without conflict
– Every step of our journey –

Recognize that they are interconnected
with all beings and with nature
Beauty is occurring and that we can
kindness to offer with joy every day
and without any expectations.

Poetyca

—————————–

12.07.2009 Poetyca

Text taken from:

 

Il Fiore di Bodhidharma

                                                                                                    Prendere rifugio – Riflettendo

Pensieri sull’Amare


Amare

Siamo tutti nati per amare, siamo tutti figli dell’Armonia e della Luce, ma a volte dimentichiamo questo e oscuriamo la nostra memoria percorrendo la strada sbagliata: dove portiamo a noi stessi a agli altri sofferenza perchè viviamo con attaccamento.

Se tu vedi un mare di latte e vuoi prendere tutto per te, dimenticando che ci sarà ancora anche domani, se tu fai una guerra per avere tutto e fai morire altri di fame, la tua ingiustizia ti porta a comportarti come un essere cieco.
Attaccarsi al proprio ego impedisce di vedere i bisogni degli altri.

Spesso si è schiavi degli altri perchè ci aspetta la loro attenzione, noi crediamo di valere in base quello che dicono o pensano di noi. Questa è la nostra rovina, noi ci facciamo plagiare da questo e cambiamo la nostra vera essenza, ci vendiamo per le altrui opinioni, le quali possono cambiare e per riflesso possono creare la nostra fragilità alla sofferenza, possono indurci a farci del amle se non restiamo fedeli al nostro essere persone capaci di scegliere una via di purezza.

Amare è dividere qualcosa, portare ad altri quel poco che abbiamo, esso poi si moltiplica perchè ogni persona è capace di fare fruttificare amore, è capace di farlo circolare come una energia di trasformazione – è luce che fa scappare via le tenebre della ignoranza.

Ma è importante la Volontà, la chiarezza su quello che siamo e che dobbiamo mantenere integro.
Non serve il giudizio, il senso di inadeguatezza o di superiorità, è importante la nostra apeertura all’amorevolezza a alla compassione per noi stessi e per gli altri.

Amare è non attendersi nulla in cambio ma essere partecipi nella gioia di vedere negli altri armonia e serenità, con le nostre piccole risorse.

11.02.2009 Poetyca

Love

We are all born to love , we are all children of Harmony and Light , but we sometimes forget this and obscure our memory going the wrong way : where we bring ourselves to others suffering because we live with attachment .

If you see a sea of ​​milk and want to take it all for you , forgetting that there will still be tomorrow, if you make a war to have it all and make others die of hunger, your injustice leads you to act like a blind.
Stick to one’s ego prevents us from seeing the needs of others .

Often we are slaves of others because we expect their attention, we believe to be worth based on what they say or think about us . This is our downfall , we do plagiarize from this and change our true essence , we sell to other people’s opinions , which are subject to change and reflection can create our own fragility suffering can lead us to do us if we do not remain amle faithful to our people be able to choose a path of purity.

To love is to share something , bring to others what little we have , then it multiplies because every person is capable of doing fruitful love, is able to circulate it as an energy transformation – it is the light that scares away the darkness of ignorance.

But it is important to Will, the clarity of what we are and that we need to keep intact .
You do not need the judgment, a sense of inadequacy or superiority , it is important to our apeertura loving kindness compassion for ourselves and for others.

To love is to not expect anything in return but partake in the joy of seeing others in harmony and serenity, with our small resources .

11.02.2009 Poetyca

Indipendenza


Indipendenza

A volte crediamo di non essere capaci di indipendenza, di compiere un passo senza avere alle spalle chi ci consigli cosa sia meglio per noi, senza pensare che se non si ha qualcuno che ci ami, che ci leghi a volte inconsapevolmente al punto, da creare una grande dipendenza ( con un legame a doppia valenza dove si innesta un rapporto simile a quello di chi vuole essere dipendente e chi vuole dominare) noi ci sentiremmo smarriti.

Ma quante volte, ad esempio, pur di adattarci ad una condizione che non causi sbilanciamenti e sofferenza si fa di tutto per piacere agli altri?

Ci si dimentica dei propri gusti, dei progetti che avevamo, del tempo che vorremmo dedicare a noi stessi e che crediamo essere egoista se, invece, dall’esterno ci sollecitano a dare senza freno, ad uniformarci senza avere un solo momento per ricaricarci, per riposare, per entrare in noi stessi e percepire quello spazio che ci faccia toccare la nostra vera essenza prima di manifestarla.

Amare noi stessi è nel rispetto di quello che siamo, che vorremmo portare fuori e se dobbiamo sempre cozzare contro dei muri invisibili, se dobbiamo scendere a compromessi ogni giorno, non ci accorgiamo che stiamo innestando disarmonia.

Che causiamo la nostra stessa frustrazione, l’attaccamento a quei segnali che ci facciano credere di essere abbastanza importanti per qualcuno.
Oppure se qualcuno è importante per noi lo soffochiamo di premure, senza renderci conto che se scapparà è solo perchè non lo facciamo esprimere.

Amare allora è scendere in profondità, toccare quei momenti e riconoscere quello che siamo,le cause del nostro comportamento, le aspettative, provando a dialogare, a far comprendere da dove nasca la nostra insicurezza.

Facendolo noi possiamo imparare a scegliere, a cercare il nostro spazio e imparare a manifestare il nostro essere senza timore.


Poetyca 10.02.2009

Cuore unico


Cuore unico

Speranza viva,
compagna, sorella
di un tempo che scandisce
passi e voli senza tempo

Resta stretta nel respiro
di questo giorno
senza più tramonto
e disegna nei contorni di cielo
solo l’estasi dipinta
di un Sogno senza nome

Perchè la vita sia Luce
armonia e saggezza
di chi non smette
e nel palpito dell’essere
abbraccia la terra
ed il suo tormento

Io ti ho vista
e nel mio intimo
e muto richiamo
ho allungato le braccia
perchè tu avessi vita

Ascolta la voce della notte
e rincorri il battito
di quel Cuore unico
che aspetta e ti ama

08.07.2009 Poetyca

One Heart

Hope alive
companion,sister
of a time that marks
distance and flight time without

Stay close to a breath
this day
without sunset
and draw in the contours of the sky
painted only the ecstasy
Dream of a nameless

Because life is Light
harmony and wisdom
those who do not stop
in the throb and being
embraces the earth
and his torment

I saw you
and in my heart
and mute appeal
I stretched out my arms
because you had life

Listen to the voice of the night
and pursues the beat
Heart of that single
waiting and he loves you

08.07.2009 Poetyca

Amare è


lilly36

Amare è

Il valore dell’amore, quello vero è che esso sia incondizionato, non un prendere, sottrarre o un modo subdolo si aggrapparsi come una pianta saprofita. Amare è sia accogliere che permettere di ricevere dagli altriche se si fosse chiusi, orgogliosi, reattivi al ricevere allora si crede di essere bastevoli a se stessi. In realtà  siamo interconessi, in un reticolo infinito di energie, di legami che possono essere luce, armonia, equaminità  se siamo capaci di trascendere il quot; tuo quot; e quot; mioquot;. Manifestazione di un amore universale che superi questo piano è il capire che non si devono sfruttare gli altri per propri bisogni egotici ma si deve sempre cercare la purificazione interiore al fine di donare il meglio che possiamo a noi stessi e di conseguenza agli altri. Il cammino interiore è una continua evoluzione, una scoperta in cui se si sanno mettere in moto degli atteggiamenti di lettura profonda e di attenzione, di spostamento verso l’accoglienza delle esperienze come frutto di arricchimento si impara che persino l’offerta volontaria di una goccia possa portare nutrimento agli altri, ma che sia perchè devvero si avverte questa spinta e non per nutrire un nostro ego. Quanto si è partecipi ai nostri meccanismi interiori, comprendendoli ed accogliendoli per quello che sono, senza giudizio, si è capaci di quot; separare quel che nuoce da quel che alimenta senza per questo farne motivo di separatezza, si dice che anche il buio contenga la luce, in fondo è vero, nel Tao gli opposti sono perfettamente complementari ma per trovare equaminità  si deve anche saper trovare unità  e non vedere tutto in base al nostro quot; ioquot; ma con un’ampiezza molto più grande dove ogni persona si possa cogliere su un suo personale percorso dove ogni esperienza è necessità  perchè maturi. La legge del karma ad esempio, nasce perchè sia proficua l’esperienze e l’occasione per modificare atteggamenti egotici. Spesso è la sofferenza la porta principale che conduca al non attaccamento e alla compassione.

Un sorriso
Poetyca


Love is

The value of love, the truth is that it is unconditional, not a take, or steal a sneaky way you cling like a plant saprophyte. To love is to accept that is possible to receive from altriche if it were closed, proud, responsive to receive then is believed to be sufficient in themselves. In fact we’re interconnected in a lattice infinite energy, links that can be light, harmony, equaminità if we can transcend quot; Your quot; and quot; mioquot;. Manifestation of a universal love that overcomes this plan is the understanding that you must not exploit others for their own ego needs, but you should always check the interior purification to give the best we can for ourselves and others accordingly. The inner journey is a continuous evolution, a discovery that if you know how to start reading the attitude of deep attention, shift to accommodate the result of enrichment experiences as we learn that even the voluntary offer of a drop can bring food to others, but that is why there is this push and really am not an ego to feed. As you share our inner mechanisms, understand and accept what they are, without trial, one is able to quot; separarequot, what harm by what it feeds without reason, of separation, is also said to contain the dark light, is basically true, in the Tao opposites are perfectly complementary, but to find equaminità must also be able to find unity and not see everything according to our quot; ioquot, but with an amplitude much larger where each person can take a personal approach where every experience is necessary because mature. The law of karma for example, arises because both the successful experiences and the opportunity to change attitudes egotism. Often the pain is the main gate leading to non-attachment and compassion.

A smile
Poetyca

Una perla al giorno – Astravakra Gita


mandala4

Come potrà mai riuscire lo stolto
a controllare la propria mente?
Il controllo della mente
arriva con naturalezza al saggio
che trova la felicità in se stesso,
senza che debba fare sforzi.

Astravakra Gita, XVIII, 41

How will never succeed the fool
to control his mind?
Mind control
comes naturally to the wise
who finds happiness in himself,
without the need to make efforts.

Astravakra Gita, XVIII, 41

Neil Young – The Needle & The Damage Done


[youtube https://www.youtube.com/watch?v=UyRwde95sfE&list=PL76C4C09DDAFF76C8]

Neil Percival Young (Toronto, 12 novembre 1945) è un cantautore e chitarrista canadese.

Dopo aver debuttato giovanissimo con la storica formazione dei Buffalo Springfield e aver raggiunto il successo nel supergruppo Crosby, Stills, Nash & Young,[1] Neil si è imposto come uno dei più carismatici e influenti cantautori degli anni settanta,[2] contribuendo a ridefinire la figura del songwriter con album come After the Gold Rush e il vendutissimo Harvest.[3]

Artista solitario e tormentato,[3] capace di passare con disinvoltura dalla quiete della ballata acustica alla brutalità della cavalcata rock, per l’approccio spesso volutamente “grezzo” che contraddistingue tanto i suoi dischi quanto i suoi concerti è stato considerato da alcuni un precursore del punk,[3] mentre la ruvida passione delle sue performance ha spinto tanto la critica quanto gli appassionati e gli stessi musicisti ad acclamarlo negli anni novanta padrino del grunge.[3][4] È stato inoltre un personaggio determinante per l’evoluzione di generi come l’alternative country[5] e l’alternative rock in generale.[6]

Tratti inconfondibili del suo stile sono la voce acuta e nasale, la chitarra “sporca” e cacofonica, i testi introspettivi e malinconici (specie nella cosiddetta Trilogia del dolore,[7] culminata nell’album Tonight’s the Night,[8] da molti ritenuto il primo concept album della storia del rock a misurarsi con temi quali il dolore e la perdita) nonché l’immancabile camicia di flanella, divenuta negli anni un autentico status symbol alternativo.

http://it.wikipedia.org/wiki/Neil_Young

Neil Percival Young, OC OM[4][5] (born November 12, 1945) is a Canadian singer-songwriter and musician. He began performing in a group covering Shadowsinstrumentals in Canada in 1960, before moving to California in 1966, where he co-founded the band Buffalo Springfield together with Stephen Stills and Richie Furay, and later joined Crosby, Stills & Nash in 1969. He released his first album in 1968 and has since forged a successful and acclaimed solo career, spanning over 45 years and 35 studio albums, with a continuous and uncompromising exploration of musical styles.[6] The Rock and Roll Hall of Fame website describes Young as “one of rock and roll’s greatest songwriters and performers”.[7] He was inducted into the Hall of Fame twice, first as a solo artist in 1995, and second as a member of Buffalo Springfield in 1997.[8]

Young’s music is characterized by his distinctive guitar work, deeply personal lyrics[9][10][11] and characteristic alto or high tenor singing voice.[12][13] Although he accompanies himself on several different instruments, including piano and harmonica, his idiosyncratic electric and clawhammer acoustic guitar playing are the defining characteristics of a varyingly ragged and melodic sound.

While Young has experimented with differing music styles throughout a varied career, including swing and electronic music, most of his best known work is either acousticfolk-rock and country rock or electric, amplified hard rock (most often in collaboration with the band Crazy Horse). Musical styles such as alternative rock and grunge also adopted elements from Young. His influence has caused some to dub him the “Godfather of Grunge“.[14]

Young has directed (or co-directed) a number of films using the pseudonym Bernard Shakey, including Journey Through the Past (1973), Rust Never Sleeps (1979),Human Highway (1982), Greendale (2003), and CSNY/Déjà Vu (2008). He has also contributed to the soundtracks of films including Philadelphia (1993) and Dead Man(1995).

Young is an environmentalist[15] and outspoken advocate for the welfare of small farmers, having co-founded in 1985 the benefit concert Farm Aid. He is currently working on a documentary about electric car technology, tentatively titled LincVolt. The project involves his 1959 Lincoln Continental converted to hybrid technology as an environmentalist statement.[16][17] In 1986, Young helped found The Bridge School,[18] an educational organization for children with severe verbal and physical disabilities, and its annual supporting Bridge School Benefit concerts, together with his ex-wife Pegi Young (née Morton). Young has three children: sons Zeke (born during his relationship with actress Carrie Snodgress) and Ben, who were diagnosed with cerebral palsy, and daughter Amber Jean who, like Young, has epilepsy. Young lives on his ranch in La Honda, California.[19] Although he has lived in northern California since the 1970s and sings as frequently about U.S. themes and subjects as he does about his native country, he has retained his Canadian citizenship.[20] On July 14, 2006, Young was awarded the Order of Manitoba,[5] and on December 30, 2009, was made an Officer of the Order of Canada.[4]

http://en.wikipedia.org/wiki/Neil_Young

 

Fuoco


Fuoco

Scintilla divampa
se asciutta è la sterpaglia
bruciante l’attendere
quella fiamma
che fu miraggio
quando il silenzio
era sgambetto al cuore
Nel tempo di un respiro
il bosco arde
come un indomito
fiume di lava
che non ferma più
la sua corsa

28.11.2011 Poetyca

Fire

Spark blazes
if it is dry scrub
Burning the wait
that flame
that was a mirage
when the silence
was tripped to the heart
In the time of a breath
the forest burns
as an indomitable
River of lava
that does not stop more
its course

28.11.2011 Poetyca

Pietà e compassione


Riflettendo….

La Riflessione

Lavandomi le mani

L’acqua scorre su queste mani.

Che io possa usarle abilmente
per preservare il nostro prezioso pianeta.

Gatha del Maestro Thich Nhat Hanh

—————————————–

Consapevole è il gesto
di chi cerca purezza,
per essere armonia e saggezza
in ogni sua azione:
pulizia profonda di mente e cuore,
per dare alimento alla retta azione.

Poetyca

—————————————–

L’insegnamento

Compassione e pietà

La compassione è molto più profonda e nobile della pietà.

La pietà ha le sue radici nella paura e porta in sé un senso di arroganza e condiscendenza,
alle volte anche una compiaciuta sensazione del tipo: “Meno male che non è capitato a me”.

Come disse Stephen Levine:

“Quando la tua paura tocca il dolore di qualcuno, diventa pietà;
quando è il tuo amore a toccare il dolore di qualcuno, diventa compassione”.

Praticare la compassione significa essere consapevoli che tutti gli esseri sono uguali e soffrono nello stesso modo,
onorare tutti coloro che soffrono e sapere che non siamo né separati da alcuno, né superiori ad alcuno.

Sogyal Rinpoche

—————————————–

Accompagnare con la nostra sofferenza chi soffre
è alleggerirne il peso, è comprendere e condividere
con la presenza del cuore il momento difficile.
Compassione è tendere una mano con la stessa passione ( sentimento).

La pietà è di chi spera di colmare un proprio disagio,
offre attenzione senza reale sentimento ma placa soltanto la mente.

Tenta di allontanare da sè una eventuale disgrazia futura
attraverso una atteggiamento di solidale presenza, ma dettato
solo da un atto formale.

Nessun essere è separato e la sofferenza che tocca la vita di qualcuno
è sottilmente collegata a noi stessi, le lacrime dunque sono uguali per tutti.

Poetyca

——————————————–

11.01.2009 Poetyca

Testi tratti da: http://www.bodhidharma.it

Infelicità – Unhappiness – Osho


Infelicità

Ci sentiamo infelici
perché il nostro essere
è incredibilmente vasto
e noi lo obblighiamo
a restare confinato
in quel piccolo tunnel.

Osho

Unhappiness

We feel unhappy
because our being
it’s incredibly vast
and we oblige him
to remain confined
in that little tunnel.

Osho

Cuore ed intelletto


Pensiero del giorno giovedi 24 maggio 2012.

“Il cuore e l’intelletto non hanno le stesse esigenze: ciascuno
dei due deve essere nutrito diversamente e deve dunque
esercitarsi in modo diverso. Gli artisti, nei quali il cuore e la
sensibilità sono particolarmente sviluppati, hanno bisogno di
essere incoraggiati; soffrono per le critiche. Quanti artisti
sono morti per essere stati incompresi! Viceversa, pensatori e
filosofi si rafforzano mediante la critica, poiché
l’intelletto progredisce attraverso le opposizioni e gli
ostacoli. La caratteristica propria dell’intelletto è quella
di trovare nuovi argomenti, nuove soluzioni; l’intelletto cerca
delle occasioni per esercitarsi, e la critica gli fornisce tali
occasioni. Gli scontri non gli fanno paura: esso è costruito per
resistere.
Dunque, chi si esprime attraverso il sentimento ha bisogno di
essere incoraggiato, lodato. Ma non congratulatevi troppo con chi
vive nel mondo del pensiero, poiché lo addormenterete ed egli
non avanzerà più. “

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Daily Meditation: Thursday, May 24, 2012
 
Artists and intellectuals – react differently to criticism

“The heart and mind do not have the same requirements; each must be nourished differently and, therefore, exercised differently. Artists, whose heart and sensitivity are particularly developed, need encouragement, and they suffer when criticized. Look at the artists who have died from not being understood! Thinkers and philosophers, on the other hand, are strengthened by criticism, for the intellect makes progress in the face of opposition and obstacles. The attribute of the intellect is that it finds new arguments, new solutions. It looks for opportunities to exercise itself, and criticism supplies such opportunities. It is not afraid of confrontation, as it is built to resist.
So, those who express themselves through feeling need praise and encouragement. But do not give too much encouragement to those who live in the world of the intellect, for you will send them to sleep, and they will not progress.”

Omraam Mikhael Aivanhov

La meditazione della rana Zen


La meditazione della rana zen

La rana zen si recò dal suo prezioso e stimato maestro per chiedergli ragguagli sulla sua pratica meditativa.

– Maestro – esordì – ho la sensazione d’attraversare un acquitrino disgustoso e irto di pericoli. Sono aggressiva. Il mio livello di sopportazione è diminuito parecchio. Basta un nonnulla e mi irrito. Sono così confusa che non riesco più a meditare. Che fare?

– Chiariscimi un po’ la tua meditazione. – Cos’è che ti ho insegnato, figliola?

– Maestro – replicò prontamente la rana, evidentemente contenta dalla piega presa dall’insolito discorso – la mia meditazione consiste nell’osservare il respiro, l’aria che entra, quella che esce, le pause. Prendo atto di tutto ciò che accade. Osservo, persino, la difficoltà che provo talvolta a respirare, nonché la paura nel sentirmi più libera, centrata e in sintonia con l’universo quando il respiro diventa prima più fluido, poi via via impercettibile. Ci sono momenti in cui la mia osservazione si fa più precisa. Non osservo più le fluttuazioni del respiro, bensì la mente stessa che genera l’impulso a respirare.

– Figliola, cos’è la meditazione?

– La meditazione vera e propria mi accede quando i pensieri si fermano da sé.
Meditazione nel Web » Immagini per la meditazione (la foto è © dreamstime.com)

– Perché sei così suscettibile? Rispondi subito!

La rana divenne perplessa. Il maestro l’interrogava sulla soluzione ai suoi stessi problemi. Ma non era lui che avrebbe dovuto risponderle? Tuttavia, senza nemmeno rifletterci …

– Sono troppo presa dai pensieri. Mi affidato troppo alla mente. Persino i miei giochi si sono trasformati in esercizi mentali.

L’ombra di un rude bastone pronto a colpire si stagliò sull’acciottolato sconnesso dello splendido giardino in cui sedevano.

– Che suggerisci? L’incalzò il venerabile.

– Più contemplazione, maestro. Ammirare in silenzio il sole che sorge. Tener conto della natura. …

– Non basta. Spingiti oltre!

– Ammirare il cosmo, il creato, l’increato. Ciò che c’era e non esiste più. Quello che potrebbe accadere, ma non avverrà mai. Percepire il presente.

– Non basta. Spingiti oltre!

– Contemplare ciò che non ammette replica. Argomentò sorridente la rana.

E piovve.

The Frog Zen meditation

The Zen Frog went from his valuable and esteemed teacher to ask him details about his meditation practice.

– Master – began – I have the feeling of crossing a swamp disgusting and fraught with dangers. They are aggressive. My endurance level has decreased a lot. Just the slightest thing and I get irritated. I’m so confused that I can not meditate. What to do?

– Chiariscimi a bit ‘your meditation. – What I have taught you, girl?

– Maestro – promptly replied the frog, evidently pleased by this unusual turn of speech – my meditation is to observe the breath, the air enters, the one that comes up, pauses. I take note of everything that happens. I observe, even, sometimes I feel the difficulty to breathe, and feel freer in fear, centered and in tune with the universe when the first breath becomes more fluid, then gradually imperceptible. There are times when my observation becomes more accurate. Do not look over the fluctuations of the breath, but the mind itself that generates the impulse to breathe.

– Daughter, what is meditation?

– Meditation real when I accessed the thoughts stop by itself.
Meditation on the Web »Free meditation (photo © dreamstime.com)

– Why are you so touchy? Reply now!

The frog became puzzled. The teacher questioned on the same solution to their problems. But it was not him that was supposed to answer? However, not even think about it …

– They are too preoccupied with thoughts. I committed too much to mind. Even my games became mental exercises.

The shadow of a rough stick ready to strike loomed bumpy cobblestones of the garden where they sat.

– What do you suggest? The urged the venerable.

– More contemplation, master. Admire in silence the rising sun. Take account of nature. …

– It is not enough. Go further!

– Admire the cosmos, creation, the uncreated. What was and no longer exists. What might happen, but will never happen. Perceiving this.

– It is not enough. Go further!

– Contemplate that which does not allow. He argued the frog smiling.

It rained.

Canterò – I will sing


🌸Canterò🌸

Canterò
le canzoni
che la vita
mi ha insegnato
tra sorrisi
e nuovi inciampi
Ogni giorno
un passo avanti
e due indietro
come danza
dalle mille
sfumature
Rincorrerò
di nuovo
sogni
lanciando
in cielo
un aquilone
Spargerò sassi
come semi
per non perdere
il percorso appreso
e farò tesoro
delle lezioni della vita

13.02.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸I will sing

I will sing
songs
that life
taught me
between smiles
and new stumbles
Everyday
a step forward
and two back
like dance
from a thousand
shades
I will run after
again
dreams
throwing
in the sky
a kite
I will scatter stones
as seeds
not to lose
the path learned
and I will treasure
of the lessons of life

13.02.2020 Poetyca

Prima dell’amore


Prima dell’amore

” Prima dell’amore viene la comprensione, la comprensione di alcune leggi psicologiche per le quali gli esseri umani agiscono come agiscono[..] [..] Potete così accedere a un’altra visione, in cui le realtà fondamentali non sono più il bene e il male, ma unicamente la sofferenza e l’amore. “

-Arnaud Desjardin –

Spesso per bisogno di essere amati, per timore di perdere attenzione, di non contare abbastanza per qualcuno,
siamo capaci di mettere in moto degli atteggiamenti e delle energia distanti dall’amare, eppure crediamo
di portare il meglio di noi stessi; le nostre intenzioni diventano persino contrapposte al comportamento.

Rabbia, paura, attaccamento ( a volte morboso) sono causati da un profondo bisogno dettato dalla volontà
di riempire un vuoto, ma non sempre si è capaci di capire che tale vuoto non si riempie, come si fa per un canestro vuoto,
attraverso oggetti o presenze esterne.

Siamo solo noi ad avere ” potere” per fare una profonda analisi, per capire che il disagio e la sofferenza
sono solo un effetto dettato dal nostro ego che non sa gestire i sentimenti.

Amare è dono, è offerta incondizionata di sè, senza aspettativa.
Siamo solo noi a creare il vuoto, nella cieca illusione di poter fagocitare gli altri, senza capire
che prima dovremmo imparare cosa sia davvero amare.

22.03.2009 Poetyca

First of love

” First love is understanding, understanding of certain psychological laws for which human beings act as they do [ ..] [.. ] You can now access another vision , in which the fundamental realities are no longer the good and evil , but only the suffering and love. “

– Arnaud Desjardin –

Often need to be loved , for fear of losing attention , not to mention enough for someone,
we are capable of setting in motion of the attitudes and energy away from love , yet we believe
to bring the best of ourselves , our intentions become even opposed to the behavior.

Anger, fear , attachment (sometimes morbid ) are caused by a deep need dictated by the desire
to fill a void , but was not always able to understand that this gap is not filled , as it makes for a canister vacuum ,
through objects or external appearances .

We are the only ones with “power” to make a deep analysis to understand that the discomfort and suffering
are only an effect dictated by our ego can not handle the feelings .

Love is a gift , it is unconditional offer of itself, without expectation .
It’s just us to create a vacuum in the blind illusion to engulf others, without understanding
we should first learn what it is really love.

22.03.2009 Poetyca

Donare


Riflettendo…

La Riflessione

Pace della Mente

Ricordate tutti,

“Dimorate nel momento presente!”

Con la mente,
fissa nel passato,
pensando a ciò che accadde,
o persa nel futuro,
immaginando ciò che accadrà,
stiamo smarrendo la vita,
momento dopo momento.

Maestro di Dharma

————————

Esiste una sola attenzione,
dove tu possa trovare
quel che veramente sei:

adesso, senza tempo,
qui ed ora senza aggrapparsi
a quel che è stato,
senza proiettarsi
in un futuro che neppure conosci.

Esiste una sola via,
dove tu possa comprendere
la bellezza di questo istante
e sentirti pienamente consapevole.

Sei solo tu a scegliere
e a seminare attaccamento
o aspettativa, oppure
aprire la tua mano per lasciarla vuota.

Poetyca

————————

L’insegnamento

Donare

Quando siete vuoti,
non temete di donare,
poiché non state dando
una parte di voi stessi.

Avete realizzato la vacuità.

Quando vi preoccupate di voi stessi,
e vi sentite colmi di voi stessi,
donando, avrete paura di dare via
una parte di voi stessi.

Des Boo-ngoh

————————-

Cosa perde colui che non possiede?
Cosa è in grado di dare chi offre
quel che incontra attimo per attimo?

Sulla via dell’interessere, siamo
tutti fiori dello stesso giardino,
dove respiriamo la stessa bellezza
e siamo nutriti della stessa vita.

Consapevoli di essere interconnessi
chiniamo la corolla al sole,
nella carezza lieve della brezza
che di accompagna – adesso.

Compagni di cammino,
noi tutti possiamo offrire
braccia aperte in accoglienza
di quel che siamo e che altri sono con noi.

Poetyca

————————-

28.02.2009 Poetyca

Reflecting …

Reflection

Peace of Mind

Remember all ,

” Abide in the present moment ! ”

With the mind ,
fixed in the past ,
thinking about what happened ,
or lost in the future,
imagining what will happen ,
we are losing life ,
moment by moment.

Dharma Master

————————

There is only one focus ,
where you can find
what they really are :

now , timeless,
here and now without clinging
to what has been ,
without projecting
in a future that not even know.

There is only one way ,
where you can understand
the beauty of this moment
and feel fully conscious .

Only you choose
and to sow attachment
or expectation , or
open your hand to leave it blank .

Poetyca

————————

The teaching

donate

When you are empty ,
Do not be afraid to donate ,
because you’re not giving
a part of yourself .

Have you realized emptiness .

When you care for yourself,
and you are feeling full of yourself,
donating , you are afraid to give away
a part of yourself .

Des Boo- ngoh

————————-

What do you lose the one who does not possess ?
What is in a position to give those who offer
that he meets from moment to moment ?

On the way interbeing , we
all flowers of the same garden ,
where we breathe the same beauty
and we fed the same life.

Aware that they are interconnected
the corolla bow to the sun,
the gentle caress of the breeze
that accompanies – now .

Companions on the journey ,
we can all offer
arms outstretched in welcome
of what we are and who others are with us.

Poetyca

————————-

28.02.2009 Poetyca

 

bodhidarma