Risultati della ricerca per: 2011

David Sylvian Anthology 1987-2011


[youtube https://youtu.be/uF7ppq4l2ZI]

David Sylvian, al secolo David Alan Batt (Beckenham, 23 febbraio 1958), è un cantante, musicista compositore britannico, noto per essere stato frontman della bandJapan e per la sua carriera solista, improntata ad una musica sofisticata e sperimentale.

Dal 1978 al 1983 è stato la voce dei Japan, band londinese nata dal Glam rock/New wave che negli ultimi album, da Gentlemen Take Polaroids fino a Tin Drum, si cimenterà in sonorità ispirate alla musica giapponese, grazie anche alla collaborazione di Ryūichi Sakamoto.

Ha poi intrapreso una carriera da solista tra musica elettronica, rock progressivo e ambient music. Ha collaborato con Sakamoto, Robert Fripp (negli album The First Daye Damage: live), Bill Nelson, Holger Czukay (con il quale ha inciso Flux And Mutability e Plight And Premoniton), Christian Fennesz, Mark Isham, Jon Hassell, David Torn,Chris Vrenna, Blonde Redhead, Virginia Astley, Arve Henriksen, Joan Wasser e molti altri.

Tra i suoi lavori si annoverano gli album Brilliant Trees, Gone to Earth, Secrets of the Beehive (considerato da molti la sua pietra miliare), The First Day (in collaborazione con Robert Fripp), Dead Bees on a Cake, Blemish e Snow Borne Sorrow con il progetto Nine Horses. La sua musica viene definita “intimista”, “minimalista” o “rock postmoderno”.

Ha scritto una canzone dal titolo For the Love of Life per l’adattamento in anime del manga Monster di Naoki Urasawa, di cui diviene la sigla di chiusura per la prima metà della serie.

Per Manafon del 2009 David Sylvian ha collaborato con Evan Parker, John Tilbury, Keith Rowe, Christian Fennesz, Yoshihide Otomo e altri.

https://it.wikipedia.org/wiki/David_Sylvian

David Sylvian (born David Alan Batt, 23 February 1958) is an English singer-songwriter and musician who came to prominence in the late 1970s as the lead vocalist and main songwriter in the group Japan. His subsequent solo work is described by AllMusic critic Jason Ankeny as “a far-ranging and esoteric career that encompassed not only solo projects but also a series of fascinating collaborative efforts.”[1] Sylvian’s solo work has been influenced by a variety of musical styles and genres, includingjazz, avant-garde, ambient, electronic, and progressive rock.

https://en.wikipedia.org/wiki/David_Sylvian

Annunci

Graffi d’anima


Graffi d’anima

Non ha colore il tempo
di chi ha conosciuto pianto
non ha sorriso
ma solo noia
di parole stirate
e da farsi bastare
Non ha senso
una vita piatta
e senza contorno
senza musica
se non le urla di rabbia
Passi trascinati nel silenzio
in ovattati ricordi
che graffiano l’anima

03.10.2003 Poetyca

 

Scratches soul

Time has no color
tears of those who have known
did not smile
but boredom
stretches of words
and make do
It makes no sense
flat life
and without boundary
without music
if not the screams of rage
Steps drawn into silence
padding memories
scratching the soul

03.10.2003 Poetyca

Nel Paradiso del cuore


Nel Paradiso del cuore

Nel Paradiso del cuore
è magia di colore
incanto vivo
nella profonda certezza
che tutto comprende
in abbraccio senza confine
tra stelle e spazio
che non è vuoto
ma serbatoio d’amore

30.03.2011 Poetyca

In Paradise of the heart

In Paradise of the heart
it is magic of heart
charm alive
deeeply certainty
comprehends everything
in embrace without border
between stars and space
that is not empty
but love container

30.03.2011 Poetyca

Ritorno senza tempo


Ritorno senza tempo

Frammentato Essere
non trova pace
tra anfratti oscuri
dove perduta è la Fonte
e prosciugata è le voce
che non emette suono

Distante il cammino
disceso nell’oblio
di gesti e di parole
che erano colonna d’Ercole
di un luogo arcano
perduto ormai oltre il tempo

Sogno ed incanto
nascosti tra le pieghe della mano
quando la nostalgia regna
oltre il confine
di un sogno senza colori
nella Luce del Cuore

28.10.2011 Poetyca

Return timeless

Being fragmented
does not find peace
between the dark recesses
where it is the lost Source
and is drained the voice
that have no sound

Distant is the path
descended into oblivion
of gestures and words
that were Hercules’ pilars
of a place of mystery
now lost over time

Dreams and magic
hidden in the folds of the hand
when nostalgia reigns
across the border
of a dream without color
in the Light of the Heart

28.10.2011 Poetyca

Separati


199192_213452008681493_180153952011299_915126_1582933_n

Continuiamo a credere che siamo separati.
Non lo siamo – neanche per un solo istante.
Lascia andare l’idea della separazione
e sparirà la paura della morte.  
Se diventi uno con il tutto, vivrai per sempre,
sarai al di là della nascita e della morte.

                                          Osho

We continue to believe that we are separate.
We’re not – not even for an instant.
Let go of the idea of ​​separation
will disappear and the fear of death.
If you become one with everything, you will live forever,
‘re beyond birth and death.

                                           Osho

Ciclone


La forza della gratitudine

Tutti i momenti sono belli, ma devi essere ricettivo e in atteggiamento di resa.
Tutti i momenti sono benedizioni, ma devi essere capace di vederli.
Tutti i momenti sono regali.
Se li accetti con profonda gratitudine, niente andrà mai storto…
Osho

Ciclone

Ogni ciclone, ogni vortice ha un centro,
una causa che permette di rendere possibile
un moto e le conseguenze. Spesso ci identifichiamo
con gli oggetti esterni, li reputiamo come la causa
della nostra reazione. Ma non è all’esterno
che si scatenano le cause, esse sono dentro di noi.
Non è colpa di un evento se ci fa arrabbiare o ci rende felici
ma tutto ha origine dalle nostre aspettative gratificate o deluse.
Allora la passione è la fiamma del nostro Essere
che sa manifestare un fuoco interno, non lo smorza
e non ci si confonde nel percepirne la presenza.
In te, in me, in chi sa vedere in profondità con attenzione
è la capacità di percepire e di donarsi all’esterno.
In noi si manifestano ali,una porta, un dare voce
e forma a quello che è già: Energia,risposta del nostro Essere
all’Amore – Chiave di volta dell’esistenza.

29.11.2011 Poetyca
The power of gratitude

All times are nice, but you have to be receptive and in an attitude of surrender.
All times are blessings, but you should be able to see them.
All times are gifts.
If you accept with deep gratitude, nothing ever goes wrong ..
Osho

Cyclone

Each storm, each vortex has a center,
a cause that can make possible
motion and its implications. Often we identify
with external objects, we consider them as the cause
of our reaction. But it is not outside
that causes the trigger, they are within us.
It is not the fault of an event if it makes us angry or makes us happy
but it all stems from our expectations disappointed or gratified.
So the passion is the flame of our Being
who knows how to show an inner fire, not blunts
and no one gets confused perceive in its presence.
In you, in me, in those who can see deep into carefully
is the ability to perceive, and to give out.
Wings are manifested in us, a door, a voice to
and form to what is already: Energy response of our Being
Love – Keystone existence.

29.11.2011 Poetyca

Cat Stevens Greatest Hits


Yusuf Islam, nato Steven Demetre Georgiou e a lungo conosciuto con il suo nome d’arte Cat Stevens (Londra, 21 luglio 1948), è un cantautore britannico.

Figlio di padre greco-cipriota (Stavros Georgiou) e madre svedese (Ingrid Wickman), cresce a Shaftesbury Avenue, nel quartiere di Soho a Londra, sopra il ristorante di proprietà del padre dove veniva spesso suonata musica popolare greca, dalla quale verrà influenzato.[2] Per un breve periodo della sua infanzia si sposta con la madre a Gävle in Svezia, dove impara i primi rudimenti della pittura dallo zio Hugo. Ciò influenzerà la carriera artistica del futuro Cat Stevens, spesso autore delle copertine dei propri album.

All’inizio della sua carriera musicale, Georgiou adotta il nome “Cat Stevens” dopo che un’amica gli fa notare che i suoi sembrano gli occhi di un gatto. Siamo in pieno periodo Swinging London, e Stevens incarna in pieno lo stereotipo del cantante pop commerciale dell’epoca, un’immagine dalla quale egli si distanzierà notevolmente negli anni a seguire. Dopo i primi due album Matthew and Son e New Masters, che ottengono un tiepido successo soprattutto grazie a qualche singolo come I Love My Dog, Stevens si ammala gravemente di tubercolosi e passa un certo periodo in un sanatorio di Midhurst, nella campagna inglese. Qui comincia a riflettere sul proprio futuro, sulla propria carriera (cambia casa discografica), sul proprio stile di vita, decidendo di operare un drastico cambiamento anche a partire dall’immagine: capelli più lunghi, barba e abiti più informali.

Il periodo lontano dalle scene lascia il segno e nel giro di due anni (1970 e 1971) dà alle stampe Mona Bone Jakon, Tea for the Tillerman e Teaser and the Firecat, che lo faranno diventare famoso in tutto il mondo: Lady D’Arbanville che arriva prima in Francia per quattro settimane, seconda nei Paesi Bassi ed ottava nel Regno Unito, Wild World, Father and Son, Morning Has Broken, Moonshadow, Peace Train tra le più celebri. Da segnalare la presenza tra i musicisti di artisti del calibro di Peter Gabriel (flauto in Katmandu) e Rick Wakeman, all’epoca quasi sconosciuti ai più.

Lo stile musicale che ne esce fuori è quello che contraddistinguerà Cat Stevens per tutta la sua carriera: chitarre acustiche in primo piano, sonorità delicate, richiami alla tradizione greca, testi a metà strada tra la canzone d’amore ed il misticismo, il tutto condito dalla calda vocalità dello stesso Stevens. In questo periodo partecipa alla colonna sonora del film Harold e Maude, con brani già editi e i due inediti Don’t Be Shy e If You Want to Sing Out, Sing Out. Gli album successivi Catch Bull at Four, Foreigner, Buddha and the Chocolate Box e Numbers abbandonano in parte lo stile acustico per soluzioni sperimentali più elettriche.
Yusuf Islam/Cat Stevens (2009)
Decisivo è in tal senso l’ingresso, nel gruppo di musicisti che accompagna Stevens, del tastierista Jean Roussell. Tra i brani di maggior successo di tali album vi sono Sitting, The Hurt e Oh Very Young. Nel frattempo Stevens intraprende una serie di tour intorno al mondo e arriverà a vendere oltre quaranta milioni di dischi. Il suo unico concerto in Italia si tiene a Roma nel 1974. Si trasferisce successivamente in Brasile per motivi di tasse, e comincia ad avvicinarsi a tematiche prettamente religiose. Nel 1976 suo fratello, di ritorno da un viaggio a Gerusalemme, gli regala una copia del Corano: quest’avvenimento segnerà la vita del cantautore.

Nel 1977, dopo aver rischiato di morire annegato a Malibù, secondo un aneddoto da lui stesso citato più volte, Stevens si converte all’Islam adottando il nome Yusuf Islam. Incide ancora Isitzo e Back to Earth dopodiché si ritira completamente dalle scene e diventa un membro eminente della comunità musulmana di Londra, aprendo anche la Islamia Primary School, una scuola nel nord della capitale britannica. Balza agli onori delle cronache nel 1989, quando apparentemente appoggia la fatwa lanciata contro lo scrittore Salman Rushdie per i suoi I versi satanici. In realtà Islam, il quale si trovava al Kingston Polytechnic di Londra per un incontro con gli studenti, si era limitato a spiegare il perché di quella condanna da parte del mondo musulmano, senza mai invocare direttamente alcuna sanzione, precisando successivamente che non avrebbe appoggiato la richiesta dell’ayatollah Khomeini in quanto lesiva della legislazione britannica. Questa controversia comunque gli avrebbe causato l’ostracismo di gran parte del mondo musicale per lungo tempo.

Nel 2004 Islam è di nuovo nell’occhio del ciclone quando gli viene negato l’ingresso negli USA perché il suo nome è nella lista degli indesiderati dopo gli eventi dell’11 settembre 2001. Il cantautore si trovava su un volo Londra-Washington, quando all’improvviso l’aeroplano viene dirottato in un altro aeroporto e Islam viene trattenuto e fatto tornare in patria. Il caso fa mobilitare anche l’allora Ministro degli Esteri britannico Jack Straw in difesa del cantante. Yusuf Islam vive tuttora a Londra con sua moglie e i suoi cinque figli. Ha fondato associazioni benefiche come Muslim Aid e Small Kindness per assistere le vittime della carestia in Africa. Inoltre, il cantante ha donato parte delle royalties del suo Box Set americano del 2001 al fondo per le vittime degli attentati dell’11 settembre 2001.

Tornato a calcare le scene, collaborando di nuovo con Peter Gabriel in occasione di un concerto in onore di Nelson Mandela a Johannesburg nel 2013, duettando con Ronan Keating il brano Father and Son, nel 2006 ha pubblicato l’album An Other Cup. Nel 2007 pubblica un DVD live, Yusuf’s Cafè Session, registrato durante un concerto tenuto al Porchester Hall di Londra, mentre nel 2009 esce il suo album Roadsinger, per il quale nel 2011 si è esibito in un tour europeo. Nel 2012 ha scritto, sceneggiato e prodotto un suo musical, denominato Moonshadow, in world premiere a Melbourne, con 58 appuntamenti in Australia: il tour europeo è ancora da definire. Nel 2014 partecipa come ospite alla serata iniziale del Festival di Sanremo dove propone Peace Train, Maybe There´s a World (con citazione di All You Need Is Love dei Beatles) e Father and Son e annuncia il suo prossimo album, in fase di ultimazione. Nel 2014 esce il suo ultimo album Tell ‘Em I’m Gone, metà cover e metà scritte da lui, accompagnato dal nuovo tour Peace train… late again tour con un’unica data italiana al Forum di Assago.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cat_Stevens

Cat Stevens

Yusuf Islam (born Steven Demetre Georgiou, 21 July 1948), commonly known by his former stage name Cat Stevens, is a British singer-songwriter, multi-instrumentalist, humanitarian, and education philanthropist. His 1967 debut album reached the top 10 in the UK, and the album’s title song “Matthew and Son” charted at number 2 on the UK Singles Chart. His albums Tea for the Tillerman (1970) and Teaser and the Firecat (1971) were both certified triple platinum in the US by the RIAA.

His 1972 album Catch Bull at Four spent three weeks at number one on the Billboard 200, and fifteen weeks at number one in the Australian ARIA Charts. He earned two ASCAP songwriting awards in 2005 and 2006 for “The First Cut Is the Deepest”, and the song has been a hit for four different artists. His other hit songs include “Father and Son”, “Wild World”, “Peace Train”, “Moonshadow”, and “Morning Has Broken”. In 2007 he received the British Academy’s Ivor Novello Award for Outstanding Song Collection.

In December 1977, Stevens converted to Islam[10] and adopted the name Yusuf Islam the following year. In 1979, he auctioned all his guitars for charity[11] and left his music career to devote himself to educational and philanthropic causes in the Muslim community. He was embroiled in a long-running controversy regarding comments he made in 1989 about the death fatwa on author Salman Rushdie. He has received two honorary doctorates and awards for promoting peace from two organisations founded by Mikhail Gorbachev.

In 2006, he returned to pop music – releasing his first album of new pop songs in 28 years, titled An Other Cup. With that release and for subsequent ones, he dropped the surname “Islam” from the album cover art – using the stage name “Yusuf” as a mononym. In 2009, he released the album Roadsinger, and in 2014, he released the album Tell ‘Em I’m Gone, and began his first US tour since 1978. He was inducted into the Rock and Roll Hall of Fame in 2014.

https://en.wikipedia.org/wiki/Cat_Stevens

Presenza


angel10

Presenza

Presenza discreta
impalpabile
come soffice incanto
in un leggero soffio
profumo inebriante
in un tempo senza lancette
per abbracciare anime
smarrite nella notte

13.09.2014 Poetyca

Presence

Discrete presence
impalpable
as soft charm
in slight puff
heady scent
in a time without hands
to embrace souls
in the night lost

13/09/2014 Poetyca

Essere innocenti


A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell’esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori; degli alberi e non come entrare in comunicazione con loro, in sintonia con l’esistenza. L’esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, selezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei.

— Osho

We are all taught to be educated, not to be innocent or perceive the wonder of existence, we are taught the names of flowers, trees and how to get into communication with them, in harmony with existence. Existence is a mystery and is not accessible to those who always want to analyze, select, but only to those who are willing to fall in love, to dance with her.

– Osho

Parole sul foglio


Parole sul foglio

Scivolano parole su questo foglio
come pioggia che batte dentro al cuore
Voglio raccogliere migliaia di stelle
illuminare la notte con un soffio
e volteggiare al ritmo del mio sogno
dove nulla spezza l’incanto vivace
di anime in cerca di albe nuove

05.05.2011 Poetyca

Words on paper

Slips words on the paper
like rain beating within to heart
I want to collect thousands of stars
light up the night with a blast
and twirl to the rhythm of my dream
where nothing breaks the lively spell
of souls in search of new dawns

05.05.2011 Poetyca

Sonic Youth


I Sonic Youth sono stati un gruppo alternative/noise rock statunitense, formatosi nel 1981 a New York. Hanno all’attivo oltre 20 album. I componenti del gruppo sono Kim Gordon, Thurston Moore, Lee Ranaldo e Steve Shelley.

Partiti dall’esperienza no-wave e dall’avanguardia rock chitarristica dell’ensemble di Glenn Branca (del quale lo stesso Ranaldo ha fatto parte collaborando all’incisione di The Ascension) i Sonic Youth si propongono di creare un proprio carattere espressivo attraverso la sperimentazione delle possibilità offerte da strumenti rock convenzionali come basso, chitarra e batteria. Tratti riconoscibili della loro espressione musicale sono l’utilizzo di accordature “alternative”, chitarra preparata e di feedback, l’improvvisazione come valido ausilio creativo ed espressivo (vedi Velvet Underground) e l’eliminazione delle barriere distintive tra strumenti solisti e strumenti ritmici.

In trent’anni di carriera, i Sonic Youth sono diventati un’autentica istituzione della scena alternativa americana e
mondiale.Il gruppo si è sciolto nel 2011

https://it.wikipedia.org/wiki/Sonic_Youth
Sonic Youth was an American rock band from New York City, formed in 1981. Founding members Thurston Moore (guitar, vocals), Kim Gordon (bass guitar, vocals, guitar) and Lee Ranaldo (guitar, vocals) remained together for the entire history of the band, while Steve Shelley (drums) followed a series of short-term drummers in 1985, and rounded out the core line-up. In their early career Sonic Youth were associated with the no wave art and music scene in New York City. Part of the first wave of American noise rock groups, the band carried out their interpretation of the hardcore punk ethos throughout the evolving American underground that focused more on the DIY ethic of the genre rather than its specific sound.[3]

The band experienced relative commercial success and critical acclaim throughout their existence, continuing partly into the new millennium, including signing to major label DGC in 1990 and headlining the 1995 Lollapalooza festival. Sonic Youth have been praised for having “redefined what rock guitar could do”,using a wide variety of unorthodox guitar tunings and preparing guitars with objects like drum sticks and screwdrivers to alter the instruments’ timbre. The band is considered to be a pivotal influence on the alternative and indie rock movements.

In 1999 their music reached a new audience interested in 20th-century classical music and experimental music with the release of SYR4: Goodbye 20th Century, a double album of covers of avant-garde recordings that featured works by avant-garde classical composers such as John Cage, Yoko Ono, Steve Reich, Pauline Oliveros, George Maciunas, Cornelius Cardew, Nicolas Slonimsky and Christian Wolff as played by Sonic Youth along with several collaborators from the modern avant-garde music scene, such as Christian Marclay, William Winant, Wharton Tiers, Takehisa Kosugi and others.

In 2011 Ranaldo announced that the band was “ending for a while” following the separation of married couple Gordon and Moore.[5] Thurston Moore updated and clarified the position in May 2014: “Sonic Youth is on hiatus. The band is a democracy of sorts, and as long as Kim and I are working out our situation, the band can’t really function reasonably.”[6] Gordon refers several times in her 2015 autobiography Girl in a Band to the band having “split up”

https://en.wikipedia.org/wiki/Sonic_Youth

Al centro del tuo Cuore


Al centro del tuo Cuore

Ogni giorno
sull’asse d’equilibrio
attraverso momenti
passi danzanti
al centro del filo
dove non si deve pendere
per non cadere:
inganni ed illusioni
seguono come ombra
questo percorso
ed afferrano il respiro
rubano tutti i colori
all’incanto e al sogno

Ogni giorno
lo spazio della ragione
si assottiglia
e non domina sul Cuore
la voglia di assopire
anche l’ultima incertezza
con la scusa di proteggere
da chi deruba la fiducia
o da chi non comprende
e non sa accogliere

Ho gettato via
con un gesto ed un sorriso
ogni peso
e la danza inizia
consapevole
che se dovessi cadere
sarà in un istante solo
e in quel cerchio al centro
del tuo Cuore

06.04.2011 Poetyca

 

 

At the center of your Heart

Every day
on the axis of balance
I through moments
dancing steps
at the center of the wire
where should not be hang
not to fall:
deceptions and illusions
follow as a shadow
this way
and grasp the breath
steal all colors
at auction and dreams

Every day
space of reason
thins out
and not it dominates on the Heart
the desire to lull
the last uncertainty
under the guise of protecting
from who robs the trust
or who does not understand
and can not accept

I threw away
with a wave and a smile
each weight
and the dance begins
conscious
that if I should fall
will be only a moment
and in that circle in the middle
of your Heart

06.04.2011 Poetyca

Luce


image

 

Luce

Anche se
il buio
nasconde
il nostro sguardo
e non ci riconosciamo
siamo tutti
figli della luce
Fratelli
o perle
di una stessa collana
noi tutti
ci completiamo
e portiamo in dono
gocce d’incanto

20.11.2017 Poetyca

Light

Though
the darkness
hides
our gaze
and we do not recognize it
we are all
children of light
Brothers
or pearls
of the same necklace
we all
we complete
and we bring in a gift
drops of charm

20.11.2017 Poetyca

Immagini danzanti


Immagini danzanti

Ho socchiuso gli occhi
dove il sole andava a dormire
tramonto e colore
in un incanto mai uguale
immagini sgorgate dal cuore
come fonte di vita
che accende amore
Un sogno o realtà?
una carezza ed un sussurro
per richiamare la tua presenza
come fata che accarezza la tua anima

07.04.2011 Poetyca

Dancing Pictures

I closed my eyes
where the sun went to sleep
sunset and color
a charm never the same
images flowed from the heart
as a source of life
love going on
A dream or reality?
a caress and a whisper
to invoke your presence
as a fairy that caresses your soul

07.04.2011 Poetyca

Incantesimo


Incantesimo

Sciogli l’incanto
di questa notte sublime
e danza ancora
non ti fermare
di fronte a nulla
le ombre non temere
anche se sembrano
rapire ogni tuo sogno

Ricorda
che questa notte
hai acceso il fuoco
di speranza e forze nuove
e i lupi sono
solo compagni di gioco
che attendono
che tu intoni il tuo canto

Tutte le ombre
sono fuggite lontano
alla presenza viva
della stella del mattino
e nulla ti potrano rubare
perché sai credere ancora
alla forza del sogno
senza mai temere

24.08.2011 Poetyca

Charm

Untie the spell
on this night sublime
and dance again
do not stop
in front of nothing
do not fear the shadows
even if they seem
kidnap all your dreams

Remember
this night
you lit the fire
of hope and new strength
and wolves are
only playmates
that await
you sings your song

All the shadows
have fled away
to the living presence
of the morning star
and nothing will we steal
because you know you still believe
the power of the dream
without fear

24.08.2011 Poetyca

Senza limite


Senza limite

Quel che è dentro
lo cogliamo fuori
e quel che è fuori
lo riconosciamo in noi

Senza limite
nella moltitudine di mondi
che pennellano sfumature
se soltanto ascolti

Senza fretta
o timore
in un solo attimo
unisci il cielo
al tuo cuore

Ritrova il sereno
nel stormir di foglie
che partecipi
fan dono
d’incanto e colore

Un attimo soltanto
per ritrovar vibrando
il suono armonico
in sintonia arcaica
al respiro che rinnova

Attimi in fuga
nel tempo senza tempo
all’espandere del sorriso
che estirpa ogni confine

..E sei tu
a raccogliere stelle
e farne faro nel tuo cammino
oscillando oltre il sentire

05.06.2006 Poetyca


Without limits

What is inside
we take it out
and what is outside
recognize it in us

Without limits
in the multitude of worlds
that gradient brush
if only listening

No hurry
or fear
in a moment
Combine sky
to your heart

Retrieve peaceful
the rustling of leaves
participating
fan gift
of charm color

A moment only
to find vibrating
harmonic sound
tune in archaic
renewing the breath

Moments on the run
the timeless time
the expansion of the smile
that eradicates all boundaries

And you are ..
to collect stars
make your way in the spotlight
hovering over feeling

05.06.2006 Poetyca

Sorridendo


“Di tanto in tanto per ricordare a noi stessi per rilassarsi e stare tranquillo, possiamo desiderare di mettere da parte un po ‘di tempo per un ritiro, una giornata di consapevolezza, quando siamo in grado di camminare lentamente, sorridendo bere il tè con un amico piace stare insieme come se siamo le persone più felici sulla Terra. “

– Thich Nhat Hanh Essere Pace

 

“From time to time, to remind ourselves to relax and be peaceful, we may wish to set aside some time for a retreat, a day of mindfulness, when we can walk slowly, smile, drink tea with a friend, enjoy being together as if we are the happiest people on Earth.”

― Thich Nhat Hanh, Being Peace

Come musica viva


Come musica viva

E con la penna scrivo
parole partorite appena
che non avevo detto mai
mentre il silenzio mi avvolge
come manto protettivo

Come carezza impalpabile
che non posso offrire
perchè ogni parola aggiunta
è mulinello che turba
la mia anima seduta

Alla quiete dell’attimo
anche un solo sussuro
è come soffio di vento
spezzato incanto
che viola le pareti di luce
che brillano al sole
di questa dimensione sottile

Allora tu devi solo aprire il cuore
alla consapevole presenza
di un intenso respiro
che sinuoso danza
disegna arabeschi di magia

Suoni mai manifesti
nel viaggio senza intinerario
senza spazio e tempo
che non chiede risposte
ma echeggia ovunque
come musica viva

14.04.2011 Poetyca

As living music

And I write with the pen
words give birth soon
I had never said
while the silence wraps me
as a protective coat

As impalpable caress
I can not offer it
because every added word
is a reel that disturbing
my sitting soul

In the quiet of the instant
a single whisper
of like blow of wind
broken charm
that violates ligth walls
that are shining in sun
of this thin dimension

So you just open your heart
to the conscious presence
of a an intense breath
that sinuous it is dancing
arabesqued designs of magic

Sounds ever manifests
in the travel without itinerary
without space and time
that asks not important questions
but it echoes everywhere
such as living music

14.04.2011 Poetyca

Vita che respira


Vita che respira

Ogni cuore rifugge
se inarrestabile è il frastuono
e si frappone il silenzio
nella capacità di raccogliere
il giusto valore delle cose

A volte è prezzo troppo alto
che incide e scava
senza chiedere permesso
e come una frustata
segna l’anima confusa

Attimi e realtà
che non sfuggono più
e tra le dita scorrono
in un istante magico
che colora di tutto il senso

Nell’ovattato sentire
si percepisce l’attimo
che ci elargisce il dono
che non si era compreso:
e ancora è vita che respira

13.06.2007 Poetyca

That breathes life

Every heart shrinks
If the noise is unstoppable
and the silence stands
the ability to collect
the true value of things

Sometimes it is the price too high
affecting and digs
without asking
and as a whip
marks the confused soul

Moments and reality
who do not escape the most
and between the fingers slide
in a magic moment
that colors all the way

Inside muffled hearing
you feel the moment
that bestows the gift
that he had not understood:
and yet it is life that breathes

13.06.2007 Poetyca

Svuota la tua barca


303165_235185866530834_183270601722361_633238_726428580_n

Se un uomo sta attraversando un fiume e una imbarcazione vuota collide con la propria barca a remi, anche se è un uomo di cattivo carattere non si arrabbierà molto. Ma se vede un uomo nella barca, gli urlerà di virare.  
Se l’urlo non viene udito, egli griderà di nuovo, e ancora di nuovo, e comincerà a imprecare. E tutto perché c’è qualcuno nella barca. Eppure, se la barca fosse vuota, egli non griderebbe, e non si arrabbierebbe.  
Se puoi svuotare la tua propria barca attraversando il fiume del mondo, nessuno ti ostacolerà, nessuno cercherà di farti del male…
Chi può liberare se stesso dal conseguimento, e dalla fama, scendere e perdersi nella massa degli uomini? Egli scorrerà, come il Tao, non visto, andrà in giro come la Vita stessa con nessun nome e nessuna casa.  
Egli è semplice, senza distinzione. A tutta apparenza egli è uno sciocco. I suoi passi non lasciano alcuna traccia. Egli non ha alcun potere. Egli non consegue niente, non ha alcuna reputazione. Poiché non giudica nessuno, nessuno lo giudica.  
Così è l’uomo perfetto: la sua imbarcazione è vuota.

                                                                                      Chuang Tzu

If a man is crossing a river and an empty boat collides with his own rowing boat, even if he is a man of bad character will not get angry a lot. But if he sees a man in the boat, the scream of tack.
If the shout is not heard, he will shout again, and yet again, and begin cursing. And all because there is somebody in the boat. Yet if the boat were empty, he would cry, and not be angry.
If you can empty your own boat crossing the river of the world, no one will hinder you, no one will try to hurt you …
Who can free himself from achievement, and from fame, descend and be lost in the mass of men? He will flow like Tao, unseen, goes about like Life itself with no name and no home.
He is simple, without distinction. To all appearances he is a fool. His steps leave no trace. He has no power. He does not achieve nothing, has no reputation. Because judges no one, no one judges him.
So it is the perfect man: His boat is empty.

                                                                                       Chuang Tzu

La magia delle piccole cose


 

La magia delle piccole cose

Esiste la magia di piccole cose
momenti speciali che riempiono il cuore;
attesi, vissuti con dolcezza e calore
e poi…presto dimenticati.

07.03.2011 Poetyca

The magic of the little things

There is the magic of small things
special moments that fill our hearts;
expected, lived with sweetness and warmth
… and then soon forgotten.

07.03.2011 Poetyca

Diventare un buddha


Diventare un buddha

Nel fare zazen è opportuno disporre di una camera tranquilla. Si dovrebbe essere temperati nel mangiare e nel bere, abbandonando tutte le relazioni illusorie. Impostare tutto per non essere di parte, pensare né bene né male, giusto né sbagliato. Così dopo aver fermato le varie funzioni della vostra mente, si batte il cinque fino persino l’idea di diventare un Buddha.

Dogen

Becoming a Budda

In doing zazen it is desirable to have a quiet room. You should be temperate in eating and drinking, forsaking all delusive relationships. Setting everything aside, think of neither good nor evil, right nor wrong. Thus having stopped the various functions of your mind, five up even the idea of becoming a Buddha.

Dogen

Oltre l’attesa


Oltre l’attesa

Donna che sospiri alla finestra
tu che dal porto punti gli occhi
verso un punto indefinito
ed accarezzi in silenzio
traiettorie che da sempre conosci:

gli stessi gabbiani che partono
e con mezzo giro nell’aria
graffiano il cielo per poi tornare

Gira le pagine della tua vita
non guardare l’ultima oramai sgualcita
consumata con gli occhi e le lacrime dell’attesa

Tutto gira intorno alla tua forza
tutto è spiraglio che oggi sbuca dalle nubi

Sii colei che decide e ridisegna
contorni e vita di questo cielo
che ti accompagna in un sospiro
per attraversare con te nuova aurora

31.01.2011 Poetyca

 

Besides the wait

You woman. you sigh at the window
you, from the port, you point your eyes
to an indefinite point
and caresses in silence
trajectories that always you know:

the same seagulls, leaving
and with a half turn in the air
they scrape the sky, then return

You turn the pages of your life
do not look at the latest, now crumpled
consumed with the eyes and the tears of waiting

Everything revolves around your strengths
everything is opening, which now comes out from the clouds

You Be the one who decides, and redraws
contours and life, of this sky
that accompany you, with a sigh
to cross with you new dawn

31.01.2011 Poetyca

Notte di stelle


Notte di stelle

Nastri di vita, colorano la notte
scintille di luce che accarezzano lo spazio
galassie e comete che hanno dato
origine ai mondi: estasi e proiezioni
di palpiti in ricerca di senso
dove Luce e Amore sono un solo battito

26.05.2011 Poetyca

Night of stars

Ribbons of life color the night
sparks of light that caressed the space
galaxies and comets that have
home to the worlds: ecstasy and projections
research in the sense of beating
where Light and Love are only a heartbeat

26.05.2011 Poetyca

Critiche


63198_471569089645_742844645_5955757_2314205_n

Critiche

 Non esiste vero confronto se non c’è spazio per la critica,

per critica si intende quanto  il modo ( garbato) di indicare

che ci sono altre strade, altri modi di vedere a 360° gli eventi della vita.

Chi accoglie le critiche, se costruttive, permette a se stesso di crescere.

Chi usa la critica solo per demolire, per attaccare o condannare,

dovrebbe prima leggere in se stesso quale disagio si prova

e perchè si reagisce in quel modo, se non fosse il caso

di prendere del tempo per riflettere.

02.11.2014 Poetyca

Criticism

  There is no true comparison if there is no room for criticism,

for critical means as the way (polite) to indicate

that there are other ways, other ways of seeing 360 ° life events.

Whoever receives the criticism, if constructive, allowing himself to grow.

Who uses the criticism only to demolish, to attack or condemn,

should first read in itself as it feels uncomfortable

and why you react that way, if it were not the case

to take time to reflect.

11/02/2014 Poetyca

Obbedienza


4. Obbedienza

Le lezioni del maestro Bankei non erano frequentate solo dagli studenti di Zen ma anche da persone di ogni ceto e di ogni setta. Lui non citava i sutra né si dilungava in dissertazioni dottrinali. Al contrario, le parole gli uscivano direttamente dal cuore e raggiungevano il cuore di chi lo ascoltava.

Che lui avesse un pubblico tanto numeroso fece infuriare un prete della setta Nichiren, perché tutti i suoi seguaci lo avevano abbandonato per andare a sentire lo Zen. L’egocentrico prete Nichiren si recò al tempio, risoluto ad avere un contraddittorio con Bankei.

«Ehi, insegnante di Zen!» gridò. «Aspetta un momento. Chi ti rispetta obbedirà a quello che dici, ma un uomo come me non ti rispetta. Puoi convincermi ad obbedirti?».

«Vieni qui accanto a me e te ne darò la prova» disse Bankei.

Con aria altera, il prete si fece largo in mezzo alla folla e si avvicinò all’insegnante.

Bankei sorrise. «Vieni qui alla mia sinistra» Il prete obbedì.

«No,» disse Bankei «parleremo meglio se ti metti alla mia destra. Vieni da quest’altra parte».

Con aria sprezzante il prete passò dall’altra parte.

«Come vedi,» osservò Bankei «tu mi stai obbedendo, e io trovo che sei veramente gentile. Ora siediti e ascolta».

Da 101 Storie Zen

Obedience

The master Bankei’s talks were attended not only by Zen students but by persons of all ranks and sects. He never quoted sutras nor indulged in scholastic dissertations. Instead, his words were spoken directly from his heart to the hearts of his listeners.

His large audiences angered a priest of the Nichiren sect because the adherents had left to hear about Zen. The self-centered Nichiren priest came to the temple, determined to debate with Bankei.

“Hey, Zen teacher!” he called out. “Wait a minute. Whoever respects you will obey what you say, but a man like myself does not respect you. Can you make me obey you?”

“Come up beside me and I will show you,” said Bankei.

Proudly the priest pushed his way through the crowd to the teacher.

Bankei smiled. “Come over to my left side.”

The priest obeyed.

“No,” said Bankei, “we may talk better if you are on the right side. Step over here.”

The priest proudly stepped over to the right

“You see,” observed Bankei, “you are obeying me and I think you are a very gentle person. Now sit down and listen.”


101 Zwn Stories

Ora


Ora

Un respiro

e tu apri ali

afferri le stelle della notte

per accendere un sogno

dove tutto è ora

26.04.2011 Poetyca

Now

A sigh

and you open wings

grab the stars of the night

to turn a dream

where everything is now

26.04.2011 Poetyca

Luminosa bellezza


Luminosa bellezza

La bellezza dell’anima è luce

che illumina la notte

in chi con naturale percorso

il cuore aperto dona

ma sa proteggere se stesso

perchè è libera la scelta

di essere spontanea offerta

in chi conosce il proprio valore

28.04.2011 Poetyca

Brighter Beauty

The beauty of the soul is light

that illuminates the night

in those who by a natural course

their hearts open and gives

but can protect itself

because it is a free choice

to be spontaneous offer

in those who know its value

28.04.2011 Poetyca

U2 The Best of 1980-1990: New Year’s Day



Gli U2 sono un gruppo musicale irlandese formatosi a Dublino nel 1976. Il gruppo è composto da Paul David Hewson in arte Bono (cantante), David Howell Evans in arte The Edge (chitarrista), Adam Clayton (bassista) e Larry Mullen Jr. (batterista).

Nella loro carriera hanno venduto 150 milioni di dischi[7] e ricevuto il maggior numero di Grammy Awards per un gruppo, con 22 premi[8].

Nel 2005, appena raggiunto il termine minimo dei 25 anni di carriera, sono stati introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame.

Fin dagli esordi, gli U2 si sono occupati della questione irlandese e del rispetto per i diritti civili, improntando su questi temi anche buona parte della loro attività artistica. Inoltre gli U2 sono tra i pochi gruppi internazionali a potersi vantare di aver sempre mantenuto la propria formazione originale.

https://it.wikipedia.org/wiki/U2

U2 are an Irish rock band from Dublin. Formed in 1976, the group consists of Bono (vocals and guitar), The Edge (guitar, keyboards, and vocals), Adam Clayton (bass guitar), and Larry Mullen Jr. (drums and percussion). U2’s early sound was rooted in post-punk but eventually grew to incorporate influences from many genres of popular music. Throughout the group’s musical pursuits, they have maintained a sound built on melodic instrumentals. Their lyrics, often embellished with spiritual imagery, focus on personal themes and sociopolitical concerns.

The band formed at Mount Temple Comprehensive School in 1976 when the members were teenagers with limited musical proficiency. Within four years, they signed with Island Records and released their debut album Boy. By the mid-1980s, U2 had become a top international act. They were more successful as a touring act than they were at selling records until their 1987 album The Joshua Tree which, according to Rolling Stone, elevated the band’s stature “from heroes to superstars”.[1] Reacting to musical stagnation and criticism of their earnest image and musical direction in the late-1980s, U2 reinvented themselves with their 1991 album, Achtung Baby, and the accompanying Zoo TV Tour; they integrated dance, industrial, and alternative rock influences into their sound, and embraced a more ironic and self-deprecating image. They embraced similar experimentation for the remainder of the 1990s with varying levels of success. U2 regained critical and commercial favour in the 2000s with the records All That You Can’t Leave Behind (2000) and How to Dismantle an Atomic Bomb (2004), which established a more conventional, mainstream sound for the group. Their U2 360° Tour from 2009–2011 was the highest-attended and highest-grossing concert tour in history.

U2 have released 13 studio albums and are one of the world’s best-selling music artists of all time, having sold more than 170 million records worldwide.[2] They have won 22 Grammy Awards, more than any other band; and, in 2005, were inducted into the Rock and Roll Hall of Fame in their first year of eligibility. Rolling Stone ranked U2 at number 22 in its list of the “100 Greatest Artists of All Time”, and labelled them the “Biggest Band in the World”.[3] Throughout their career, as a band and as individuals, they have campaigned for human rights and philanthropic causes, including Amnesty International, the ONE/DATA campaigns, Product Red, and The Edge’s Music Rising.

https://en.wikipedia.org/wiki/U2