Archivio | aprile 2021

Gocce – Drops


🌸Gocce🌸

Gocce vive
essenza distillata
in impalpabile
percorso

Anche oggi
tutto è inizio
filo rosso
oltre il tempo

15.01.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Drops

Live drops
distilled essence
in impalpable
path

Also today
everything is beginning
Red thread
beyond the time

15.01.2021 Poetyca

Grandi distanze – Great distances


Grandi distanze

Hai aperto gli occhi
tu che trattenevi silenzi
e guardavi le stanze vuote

Hai aperto il cuore
per raccogliere
mille parole scritte

Non ti spieghi
tutto il valore
di un momento vivo

Pagine nuove
per accendere
le fiamme del tuo animo

Vita sorride
insieme ai sogni
e palpita lieve

Tutto è vero
e supera confini
annulla apparenze

La storia ha inizio
e non importano
le grandi distanze

10.02.2003 Poetyca

Long distances

You have opened my eyes
you silence that held
and looked at the empty rooms

You opened your heart
to collect
thousand words written

Do not Explain
full value
a moment live

New pages
to turn
the flames of your soul

Life smiles
along with the dreams
and trembles slightly

Everything is true
and beyond borders
cancels appearances

The story begins
and do not import
large distances

10.02.2003 Poetyca

Grandi Onde – Great Waves – tratto da 101 storie Zen


8. Grandi Onde

All’inizio dell’era Meiji viveva un famoso lottatore che si chiamava O-nami, Grandi Onde. O-nami era fortissimo e conosceva l’arte della lotta. Quando gareggiava in privato, vinceva persino il suo maestro, ma in pubblico era così timido che riuscivano a batterlo anche i suoi allievi.

O-nami capì che doveva farsi aiutare da un maestro di Zen. In un piccolo tempio poco lontano soggiornava temporaneamente Hakuju, un insegnante girovago. O-nami andò a trovarlo e gli spiegò il suo guaio.

«Tu ti chiami Grandi Onde,» gli disse l’insegnante «perciò stanotte rimani in questo tempio. Immaginati di essere quei marosi. Non sei più un lottatore che ha paura. Tu sei quelle ondate enormi che spazzano via tutto davanti a loro, distruggendo qualunque cosa incontrino. Fa’ così, e sarai il più grande lottatore del paese».

L’insegnante lo lasciò solo. O-nami rimase in meditazione, cercando di immaginare se stesso come onde. Pensava alle cose più disparate. Poi, gradualmente, si soffermava sempre più spesso sulla sensazione delle onde. Man mano che la notte avanzava le onde si facevano più grosse. Spazzarono via i fiori coi loro vasi. Sommersero perfino il Buddha nella sua cappella. Prima dell’alba il tempio non era più che il continuo fluire e rifluire di un mare immenso.

Al mattino l’insegnante trovò O-nami assorto in meditazione, con un lieve sorriso sul volto. Gli batté sulla spalla. «Ora niente potrà più turbarti» gli disse. «Tu sei quelle onde. Travolgerai tutto ciò che ti trovi davanti».

Quel giorno stesso O-nami partecipò alle gare di lotta e vinse. E da allora, nessuno in Giappone riuscì più a batterlo.

tratto da 101 storie Zen

 

Great Waves

In the early days of the Meiji era there lived a well-known wrestler called O-nami, Great Waves.

O-nami was immensly strong and knew the art of wresting. In his private bouts he defeated even his teacher, but in public was so bashful that his own pupils threw him.

O-nami felt he should go to a Zen master for help. Hakuju, a wandering teacher, was stopping in a little temple nearby, so O-nami went to see him and told him of his great trouble.

“Great Waves is your name,” the teacher advised, “so stay in this temple tonight. Imagine that you are those billows. You are no longer a wrestler who is afraid. You are those huge waves sweeping everything before them, swallowing all in their path. Do this and you will be the greatest wrestler in the land.”

The teacher retired. O-nami sat in meditation trying to imagine himself as waves. He thought of many different things. Then gradualy he turned more and more to the feeling of waves. As the night advanced the waves became larger and larger. They swept away the flowers in their vases. Even the Buddha in the shrine was inundated. Before dawn the temple was nothing but the ebb and flow of an immense sea.

In the morning the teacher found O-nami meditating, a faint smile on his face. He patted the wrestler’s shoulder. “Now nothing can disturb you,” he said. “You are those waves. You will sweep everything before you.”

The same day O-nami entered the wrestling contests and won. After that, no one in Japan was able to defeat him.

Take from 101 Zen Stories

Oltre il caos – Beyond chaos


Oltre il caos

Dimmi Uomo
dove raccogli
fruscii d’Anima
e cosa racconta
la Vita nei tratteggi
che in chiaroscuro
salutano il giorno:
volti e sorrisi
per condursi
oltre l’apparire

Attimi perpetui
di un tempo senza tempo
in elementi instabili:
pensiero ed emozione
– bussola del tuo percorso –
per non confondere
nell’alone lunare
quella lacrima che culla
ogni tuo sperare

Parlami della Storia
che non ha portato voci
e dei sogni racchiusi
nel proiettare attese
– oltre ogni parola espressa –
e di quel fiore sbocciato
dal fango primordiale

Socchiudi la mente
all’impermanenza
di ogni costruzione
per far crollare certezze
e ritrovare il senso
di una matassa dimenticata

Per conoscere nel Tutto
ritmo ed Armonia
senza dualità
e ricordare semplicemente
di essere respiro
oltre ogni tempo
– qui ed ora –
nel tiepido sole
di una gioia che oscilla

16.11.2005 Poetyca

Beyond chaos

Say Man
where to collect
rustling of Soul
and what says
Life in the hatch
in chiaroscuro
greet the day:
faces and smiles
to behave
beyond the appearance

Perpetual Moment
a timeless time
in unstable elements:
thought and emotion
– Compass of your path –
not to confuse
nell’alone lunar
the tear that cradle
your every hope

Tell the Story
that did not lead items
and dreams enclosed
projecting expected
– More than any words spoken –
and that flower bloom
from primordial mud

Closes the mind
impermanence
of each construction
to collapse certainties
and find the meaning
a skein Forgot

Everything you need to get in
rhythm and harmony
without duality
and just remember
be breathing
over all time
– Here and now –
in the warm sun
a joy that oscillates

16.11.2005 Poetyca

Guardare oltre – Look over


🌸Guardare oltre🌸

Tutto si interpreta
in base al personale punto di vista:
Condizionamenti,esperienze,
idee o convinzioni.
È importante riuscire
a guardare in modo equidistante,
per poter scorgere
sfumature prima non percepite.

20.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Look over

Everything is interpreted
based on personal point of view:
Conditioning, experiences,
ideas or beliefs.
It is important to succeed
to look equidistant,
to be able to see
previously not perceived nuances.

20.03.2021 Poetyca

Viaggio – Travel


🌸Viaggio🌸

Vola
in alto
e non temere
le nubi

Dispiega
sempre
le tue ali
come aquila

Sia ancora
il coraggio
il compagno
di questo viaggio

Tutto
è sempre
possibile
se tu
ci credi

18.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Travel

Fly
up
and fear not
the clouds

Unfold
always
your wings
like an eagle

Let it still be
the bravery
the mate
of this trip

All
is always
possible
if you
Do you believe

18.03.2021 Poetyca

Audacia – Audacity – Johann Wolfgang Goethe


🌸Audacia🌸

Qualunque cosa tu possa fare,
o sognare di fare, incominciala.
L’audacia ha in sé
genio, potere e magia.
Incomincia adesso.

Johann Wolfgang von Goethe
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Audacity

Whatever you can do,
or dream of doing, start it.
Boldness has it in itself
genius, power and magic.
Start now.

Johann Wolfgang von Goethe

In bilico – Poised


in bilico

In bilico

Ed io
adesso resto
in bilico
nell’angolo
del torto
nell’angolo
della ragione
come pendolo
In ricerca
senza separazione
sopra le parti
con il giudizio
in deroga
confine senza inizio
oltrepassando
 immagini
Archetipo dormiente
cerchio dorato
sole e luce
a spezzare
vecchie catene
del dualismo buio
confusa parodia
di essenza e verità

16.05.2013 Poetyca

In balance

And I
now rest
in the balance
in the corner
of wrong
in the corner
of reason
as a pendulum
In search
without separation
over the parts
with judgment
in derogation
border with no beginning
crossing
images
Archetype dormant
golden circle
sun and light
to break
old chains
of dualism of dark
confused parody
of essence and truth

16.05.2013 Poetyca

Iniziare da adesso – Iniziare da adesso


36878_406173134645_742844645_4688744_1517861_n
Iniziare da adesso

 E’ importante aprire le gabbie delle nostre prigioni,
 gli eventi passati, le esperienze con alcune persone
che sono stati motivo di sofferenza e di rabbia.
Siamo sempre in tempo per rimediare, per concederci
un nuovo inizio, una nuova opportunità, ma dobbiamo ricordare
di inziare da adesso, lasciando alle nostre spalle i veleni del passato.

10.11.2014 Poetyca

Start from now

 it is important to open the cages of our prisons,
 past events, experiences with some people
which have been a source of pain and anger.
We are always on time to fix it, to give us
a new beginning, a new opportunity, but we must remember
set me up to now, leaving behind us the poisons of the past.

10/11/2014 Poetyca

Perfezione – Perfection – Matt Haig


🌸Perfezione🌸

“Non aspirare
alla perfezione.
L’evoluzione e la vita,
procedono solo
attraverso errori.“

Matt Haig
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Perfection

“Don’t aspire
perfectly.
Evolution and life,
they just proceed
through mistakes. ”

Matt Haig

Itinerario – Itinerary


🌸Itinerario🌸

Il tempo terreno
è come catena
capace di rubare
ed annullare
quel che veramente
tutti noi siamo

È oltre apparenze
ed un itinerario
superficiale
l’essenza dell’infinito
in noi inciso
da sempre

18.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Itinerary

Earthly time
it’s like a chain
capable of stealing
and cancel
what really
we all are

It is beyond appearances
and an itinerary
superficial
the essence of infinity
engraved in us
always

18.03.2021 Poetyca

Azioni – Actions – Marco Aurelio


🌸Azioni🌸

“Compi ogni azione
come se fosse l’ultima
della vita.“

Marco Aurelio
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Actions

“Take every action
as if it were the last
of life.”

Marco Aurelio

Gentle Giant – Sight an Sound in Concert (Full)


I Gentle Giant sono un gruppo musicale rock progressivo britannico, tra i più rappresentativi del rock progressivo britannico degli anni settanta.
I Gentle Giant furono fondati dai tre fratelli Shulman (Derek, Phil e Ray) nel 1970, un anno dopo lo scioglimento del precedente gruppo degli Shulman, Simon Dupree and the Big Sound. Ai fratelli si unirono il chitarrista Gary Green e il tastierista e vibrafonista Kerry Minnear; diversi batteristi si alternarono nel corso degli anni. Phil fu l’unico degli Shulman ad abbandonare il gruppo, nel 1972.

I primi album del gruppo, ovvero l’omonimo album di debutto e i successivi Acquiring the Taste (1971), Three Friends (1972), Octopus (1972) e In a Glass House (1973), sono generalmente considerati le opere più significative del gruppo. Sono caratterizzate da uno stile fortemente eclettico e sperimentale, che unisce elementi jazz e hard rock ad atmosfere medievali e barocche (un giornalista inglese, per definire la loro musica, coniò l’espressione baroque and roll). Fra i tratti più chiaramente distintivi di questi primi lavori si devono però citare soprattutto il polistrumentismo e la sovrapposizione di linee armoniche in modo talvolta ricercatamente dissonante (sovrapposizione spesso basata sull’artificio musicale della fuga). Un esempio tipico (da Acquiring the Taste) è Edge of Twilight che nel breve volgere di 3’30” circa vede l’impiego di una ventina di strumenti e l’intreccio di almeno sei temi musicali diversi. All’interno di queste strutture spesso classicheggianti si inserisce una chitarra particolarmente hard, dal suono molto saturato, e parti vocali basate su strutture armoniche complesse, simili per profondità polifonica a quelle di altri gruppi progressive come gli Yes, ma caratterizzate spesso dalla ricerca di originali dissonanze (ben lontane – ad esempio – dalle rassicuranti armonie di Jon Anderson) e da un uso sapiente del contrappunto.

In questa prima fase della loro storia, i Gentle Giant non ebbero la fortuna di mietere lo stesso successo di altri grandi del progressive (vedi ancora Yes, Emerson, Lake & Palmer, King Crimson). Curiosamente, ebbero un grande successo in diverse nazioni europee ma non nella loro madrepatria; né riuscirono a superare l’Atlantico.
Questa situazione iniziò a mutare a partire dal 1974, anno in cui il gruppo iniziò a riscuotere successo crescente negli Stati Uniti. Proprio a questo fattore alcuni attribuiscono un evidente mutamento di rotta iniziato con The Power and the Glory (1974) e completato nei successivi Free Hand e Interview (1976), tutte opere suonate principalmente con strumentazioni rock tradizionali, caratterizzate da strutture melodiche e ritmiche decisamente meno avventurose, e in cui si può dire che gli elementi caratterizzanti i primi Gentle Giant siano quasi parodiati (persino letteralmente parodiati: in un brano di “intervista” al gruppo incluso su Interview, alla domanda “come definireste la vostra musica?”, gli Shulman e compagni rispondono ripetendo tutti la stessa frase, sfasati nel tempo secondo uno dei loro classici schemi a “canone”). Il doppio album dal vivo Playing The Fool – Live registrato nell’autunno 1976 testimonia, tuttavia, come i loro concerti avessero, anche allora, conservato intatto lo spirito “eclettico” dei primi tempi, con avvicendamenti continui agli strumenti più disparati (dagli archi al flauto dolce), scambi di ruolo (il cantante che imbraccia il basso, il bassista la chitarra, l’intero gruppo che suona soltanto percussioni, ecc.) e una sorprendente abilità nel riproporre molto fedelmente perfino i complessi contrappunti vocali (il cofanetto DVD+CD Giant on the Box pubblicato nel 2004 e contenente esibizioni live del 1974-1975, ne è ulteriore documento).

https://it.wikipedia.org/wiki/Gentle_Giant

Gentle Giant were a British progressive rock band active between 1970 and 1980. The band was known for the complexity and sophistication of its music and for the varied musical skills of its members. All of the band members, except Malcolm Mortimore, were multi-instrumentalists. Although not commercially successful, they did achieve a cult following.

The band’s onetime stated aim was to “expand the frontiers of contemporary popular music at the risk of becoming very unpopular”, although this stance was to alter significantly with time. While never achieving the commercial heights of progressive rock contemporaries such as Pink Floyd, Jethro Tull, Genesis, Yes or Emerson, Lake & Palmer, Gentle Giant was considered to be one of the most experimental bands in the genre (as well as one of the most experimental rock bands of the 1970s).

Gentle Giant’s music was considered complex even by progressive rock standards, drawing on a broad swath of music including folk, soul, jazz, and classical music. Unlike many of their progressive rock contemporaries, their “classical” influences ranged beyond the Romantic and incorporated medieval, baroque, and modernist chamber music elements. The band also had a taste for broad themes for their lyrics, drawing inspiration not only from personal experiences but from philosophy and the works of both François Rabelais and R. D. Laing.

https://en.wikipedia.org/wiki/Gentle_Giant

Lacrime del mondo – Tears of the world


Lacrime del mondo

Non smettono mai le lacrime del mondo
ed ogni giorno è un nuovo inizio
nessuno si prende cura di fermare
questo gioco inquieto senza una fine

02.05.2011 Poetyca

Tears of the world

Never stop the tears of the world
and every day is a new beginning
no one take care to stopping it
restless this game without an end

02.05.2011 Poetyca

Luce trovata – Light found


Luce trovata

Mosaici sbiaditi
scorrono
sotto le dita
del tempo
-Vita senza vita-

Icari stanchi
di volare
lasciano vuoto
il cielo
-Sogni senza sogni-

I colori
al tramonto
su tele nuove
gocciano
-Speranze perdute-

La notte
a respiro
rantolante
da inizio
-Buio che sovrasta-

Su nuvole
sospese
reale e irreale
danzano abbracciati
m e n t r e
La Luce rinasce

19.02.2002 Poetyca

Light found

Mosaics faded
flow
under your fingers
time
Life-without-life

Icarus tired
to fly
leave blank
the sky
Dreams-dreamless-

Colors
sunset
New on canvas
drop
Lost-hope-

The night
to breath
rattling
from the beginning
Dark-to above-

On clouds
suspended
real and unreal
embraced dance
w h  i l e
The light is reborn

19.02.2002 Poetyca

Non trascurare – Do not disregard – Buddha


Non trascurare

Non trascurare i piccoli misfatti,
pensando che siano innocui,
perché anche minuscole scintille di fiamma,
possono dare fuoco a una montagna di fieno.
Non trascurare i piccoli atti positivi,
pensando che siano senza beneficio,
perché anche minuscole gocce d’acqua,
finiranno per riempire il barattolo più grande.

—Buddha Shakyamuni, Sutra del saggio e dello sciocco
🌸🌿🌸#pensierieparole
Do not disregard

Do not disregard small misdeeds,
thinking they are harmless,
because even tiny sparks of flame,
can set fire to a mountain of hay.
Do not disregard small positive acts,
thinking they are without benefit,
because even tiny drops of water,
will eventually fill the largest jar.

—Buddha Shakyamuni, Sutra of the Wise and Foolish

Emozioni – Emotions


🌸Emozioni🌸

È attraverso le emozioni,
la loro manifestazione,
la condivisione del nostro sentire
che si instaurano legami profondi
e trattenere,nascondere o minimizzare
equivale al fuggire se stessi
e rinunciare a donarsi.

17.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Emotions

It is through the emotions,
their manifestation,
sharing our feelings
that deep bonds are established
and withhold, hide or minimize
it is equivalent to running away from oneself
and renounce giving oneself.

17.03.2021 Poetyca

Incanto – Enchantment


🌸Incanto🌸

Anche oggi
guarda
oltre
le apparenze
ed accendi
con gioia
nuovi colori

È musica
è arte
negli occhi
e nei palpiti
del nostro essere
senza confini

17.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Enchantment

Also today
look
beyond
appearances
and turn on
with joy
new colors

It’s music
it is art
in the eyes
and in the heartbeats
of our being
without borders

17.03.2021 Poetyca

David Sylvian Anthology 1987-2011


[youtube https://youtu.be/uF7ppq4l2ZI]

David Sylvian, al secolo David Alan Batt (Beckenham, 23 febbraio 1958), è un cantante, musicista compositore britannico, noto per essere stato frontman della bandJapan e per la sua carriera solista, improntata ad una musica sofisticata e sperimentale.

Dal 1978 al 1983 è stato la voce dei Japan, band londinese nata dal Glam rock/New wave che negli ultimi album, da Gentlemen Take Polaroids fino a Tin Drum, si cimenterà in sonorità ispirate alla musica giapponese, grazie anche alla collaborazione di Ryūichi Sakamoto.

Ha poi intrapreso una carriera da solista tra musica elettronica, rock progressivo e ambient music. Ha collaborato con Sakamoto, Robert Fripp (negli album The First Daye Damage: live), Bill Nelson, Holger Czukay (con il quale ha inciso Flux And Mutability e Plight And Premoniton), Christian Fennesz, Mark Isham, Jon Hassell, David Torn,Chris Vrenna, Blonde Redhead, Virginia Astley, Arve Henriksen, Joan Wasser e molti altri.

Tra i suoi lavori si annoverano gli album Brilliant Trees, Gone to Earth, Secrets of the Beehive (considerato da molti la sua pietra miliare), The First Day (in collaborazione con Robert Fripp), Dead Bees on a Cake, Blemish e Snow Borne Sorrow con il progetto Nine Horses. La sua musica viene definita “intimista”, “minimalista” o “rock postmoderno”.

Ha scritto una canzone dal titolo For the Love of Life per l’adattamento in anime del manga Monster di Naoki Urasawa, di cui diviene la sigla di chiusura per la prima metà della serie.

Per Manafon del 2009 David Sylvian ha collaborato con Evan Parker, John Tilbury, Keith Rowe, Christian Fennesz, Yoshihide Otomo e altri.

https://it.wikipedia.org/wiki/David_Sylvian

David Sylvian (born David Alan Batt, 23 February 1958) is an English singer-songwriter and musician who came to prominence in the late 1970s as the lead vocalist and main songwriter in the group Japan. His subsequent solo work is described by AllMusic critic Jason Ankeny as “a far-ranging and esoteric career that encompassed not only solo projects but also a series of fascinating collaborative efforts.”[1] Sylvian’s solo work has been influenced by a variety of musical styles and genres, includingjazz, avant-garde, ambient, electronic, and progressive rock.

https://en.wikipedia.org/wiki/David_Sylvian

Noi stessi – Ourselves


🌸Noi stessi🌸

Per migliorare il mondo è necessario avere una spinta interiore verso il miglioramento di noi stessi.
Tutto ha inizio della nostra attenzione profonda: paure, desideri, insoddisfazioni, spesso crediamo che abbiano origine dall’esterno, da quello che altri dicono e fanno.
Ma non è sempre così, infatti siamo noi che abbiamo la responsabilità delle nostre azioni.
Spesso reagiamo alle provocazioni, ci sentiamo colpiti profondamente e le opinioni di altri fanno credere a noi che siamo una realtà.
Che opinione abbiamo di noi stessi?
Siamo noi in grado di vedere solo dei difetti?
Possiamo assumere la responsabilità per avere un atteggiamento non distruttivo ma responsabile e capace di cercare pregi in noi.
Ogni essere umano è dotato di doni, di opportunità per manifestarli e di capacità per valorizzare ogni cosa.
Ecco un buon modo per iniziare è guardare questi doni, queste capacità che ci rendono unici, non solo in noi stessi ma anche negli altri.
Gettiamo via l’idea di trovare solo difetti e abbracciamo con compassione quello che non accettiamo. Da oggi tutti noi possiamo accogliere ogni aspetto di noi stessi e in altre persone.

© Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Ourselves

To improve the world it is necessary to have an inner drive towards improving ourselves.
Everything begins with our deep attention: fears, desires, dissatisfactions, we often believe that they originate from the outside, from what others say and do.
But it is not always so, in fact it is we who have responsibility for our actions.
We often react to provocations, we feel deeply affected and the opinions of others make us believe that we are a reality.
What is our opinion of ourselves?
Are we able to see only faults?
We can take responsibility for having a non-destructive but responsible attitude that is capable of looking for merits in us.
Every human being is endowed with gifts, opportunities to manifest them and abilities to value everything.
Here is a good way to start is to look at these gifts, these skills that make us unique, not only in ourselves but also in others.
We throw away the idea of finding only faults and embrace with compassion what we do not accept. From today all of us can welcome every aspect of ourselves and into other people.

© Poetyca

Oltre il velo – Beyond the veil


🌸Oltre il velo🌸

Stai attento
non inciampare
in ciò che appare

Tu puoi
vedere oltre
e cambiare le cose

Un inizio
ed un suono
per connettersi ora

Dove tutto
è adesso
solo amore

06.06.2020 Poetyca
🌸🍃🌸#Poetycamente
🌸Beyond the veil

Watch out
do not trip
in what appears

You can
see below
and change things

A start
and a sound
just to connect

Where everything
Is now
only love

06.06.2020 Poetyca

Oltre l’orizzonte – Over the horizon


🌸Oltre l’orizzonte🌸

È qui
al centro
l’inizio
del viaggio
Oltre
l’orizzonte
sono luoghi
senza spazio
In un battito
è la musica
oltre il tempo
per essere amore

27.05.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Over the horizon

It’s here
in the center
the beginning
of the trip
Over
the horizon
they are places
without space
In a beat
is the music
beyond the time
to be love

05.27.2018 Poetyca

Noi siamo – We are


🌸Noi siamo🌸

Noi siamo
Espressione
e manifestazione
dell’Essere
oltre questo confine.

16.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸We are

We are
Expression
and manifestation
of Being
beyond this border.

16.03.2021 Poetyca

Crescere – To grow up – Osho


🌸Crescere🌸

“Nella vita, crescere significa
scendere in profondità
dentro te stesso…
lì è dove sono le tue radici.”

Osho
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸To grow up

“In life, growing up means
go deep
inside yourself …
there is where your roots are. ”

Osho

Coerenza – Consistency


🌸Coerenza🌸

Quanto viene visto
come distanza
dalle aspettative
degli altri
– È coerenza
con se stessi.

16.03.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
Consistency

What is seen
as a distance
from expectations
of the others
– It’s consistency
with themselves.

16.03.2021 Poetyca