Archivio | novembre 2021

Stare attenti – Be careful – Bede Griffith


Stare attenti

Stare attenti vuol dire vivere nel momento presente, non essere imprigionati nel passato e nemmeno anticipare eventi futuri che potrebbero non accadere. Allorché siamo pienamente coscienti del momento presente, la vita si trasforma e l’ansia e lo stress scompaiono. Gran parte della vita se ne va nella febbrile anticipazione delle cose da fare e nella conseguente sospensione d’animo. Dovremmo imparare a fare un passo indietro nella liberta’ e possibilita’ del presente.

Bede Griffiths

❤ ❤ ❤

Be careful


Be careful it means to live in the present moment, not be imprisoned in the past and even anticipate future events that may not happen. When we are fully aware of the present moment, life changes and the anxiety and stress disappear. So much of life goes away in feverish anticipation of things to do and the consequent suspension of mind. We should learn to take a step back in freedom ‘and the possibility’ of this.

Bede Griffiths

Mente – Mind – Buddha


Mente

Voi siete gli artefici della vostra condizione, passata, presente e futura. La felicità o la sofferenza, dipendono dalla mente, dalla vostra interpretazione, non dipendono dagli altri, da cause esteriori o da esseri superiori. Ogni problema e ogni soddisfazione è creato da voi, dalla vostra mente.

Buddha

Mind

You are the architects of your condition, past, present and future. Happiness or the suffering, it depends on the mind, on your interpretation, it does not depend on others, on external causes or on higher beings. Every problem and every satisfaction is created by you, by your mind.

Buddha

Riverenza – Reverence


🌸Riverenza🌸

Saper osservare
è vivere sempre
con partecipazione
quanto accade

Brividi e respiro
oltre le traiettorie
indefinibili
della ragione

La Natura si desta
accompagna
e regala ogni volta
un’inimitabile emozione

01.11.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Reverence

Knowing how to observe
is to live always
with participation
what happens

Chills and breath
beyond the trajectories
indefinable
of reason

Nature awakens
accompanies
and give away every time
an inimitable emotion

01.11.2021 Poetyca

Quando ho iniziato ad amare me stesso – When I started loving myself



“Quando ho iniziato ad amare me stesso”
apparentemente di Charlie Chaplin scritto sul suo 70 ° compleanno il 16 aprile 1959:

Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho capito che sono sempre e in ogni opportunità offerta
nel posto giusto al momento giusto.
E ho capito che tutto ciò che accade è giusto –
da allora in poi avrei potuto essere calmo.

Oggi lo so: si chiama FIDUCIA.
Quando ho iniziato ad amare me stesso ho capito quanto può offendere qualcuno
Quando cerco di forzare i miei desideri su questa persona,
anche se sapevo che il tempo non era giusto e la persona non era pronta per esso,
e anche se questa persona c’ è stata.

Oggi lo so: si chiama “rispetto”.
Quando ho iniziato ad amare me stesso
Potrei riconoscere che il dolore emotivo e dolore
sono solo avvertenze per il mio vivere non contro la mia verità.

Oggi lo so: Si chiama AUTENTICO ESSERE.
Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho smesso di desiderio di un’altra vita
e potevo vedere che tutto intorno a me era una richiesta a crescere.

Oggi lo so: Si chiama maturità.
Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho smesso di privare  me stesso del mio tempo libero
e ho smesso di disegnare ulteriori progetti magnifici per il futuro.

Oggi faccio solo ciò che è divertimento e gioia per me,
ciò che amo e ciò che fa ridere il mio cuore,
a modo mio e nel mio tempo.

Oggi lo so: si chiama onestà.
Quando ho iniziato ad amare me stesso
Sono scappato da tutto ciò che non era salutare per me,
da piatti, persone, cose, situazioni
e da ogni cosa che  mi tira giù e lontano da me stesso.
All’inizio l’ ho chiamato il “sano egoismo”,
ma oggi lo so: si chiama amor proprio.

Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho smesso di voler essere sempre nella ragione
così sono stato meno in torto.
Oggi ho riconosciuto: si chiama umiltà.

Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho rifiutato di vivere ulteriormente nel passato
e di preoccuparsi per il mio futuro.

Ora vivo solo, in questo momento in cui tutto avviene,
in questo modo io vivo ogni giorno e io lo chiamo COSCIENZA.

Quando ho iniziato ad amare me stesso
Ho riconosciuto che il mio pensiero
può farmi infelice e malato.
Quando ho chiesto se per le mie forze  del cuore,
la mia mente ha un partner importante.

Io chiamo questo oggi SAGGEZZA connessione al CUORE.
Non abbiamo bisogno di temere ulteriori discussioni,
conflitti e problemi con noi stessi e gli altri
dal momento che anche le stelle a volte battono l’una sull’altra
e creano nuovi mondi.

Oggi lo so: QUESTO E ‘QUESTA VITA!

“When I started loving myself”

apparently by Charlie Chaplin written on his 70th birthday on April 16, 1959:

When I started loving myself
I’ve understood that I’m always and at any given opportunity
in the right place at the right time.
And I’ve understood that all that happens is right –
from then on I could be calm.

Today I know: It’s called TRUST.
When I started to love myself I understood how much it can offend somebody
When I try to force my desires on this person,
even though I knew the time was not right and the person was not ready for it,
and even though this person was me.

Today I know: It’s called “RESPECT”.
When I started loving myself
I could recognize that emotional pain and grief
are just warnings for me to not live against my own truth.

Today I know: It’s called AUTHENTICALLY BEING.
When I started loving myself
I have stopped longing for another life
and could see that everything around me was a request to grow.

Today I know: It’s called MATURITY.
When I started loving myself
I’ve stopped depriving myself of my free time
and I’ve stopped sketching further magnificent projects for the future.

Today I only do what’s fun and joy for me,
what I love and what makes my heart laugh,
in my own way and in my tempo.

Today I know: it’s called HONESTY.
When I started loving myself
I’ve escaped from all what wasn’t healthy for me,
from dishes, people, things, situations
and from everyhting pulling me down and away from myself.
In the beginning I called it the “healthy egoism”,
but today I know: it’s called SELF-LOVE.

When I started loving myself
I’ve stopped wanting to be always right
thus I’ve been less wrong.
Today I’ve recognized: it’s called HUMBLENESS.

When I started loving myself
I’ve refused to live further in the past
and to worry about my future.

Now I live only at this moment where EVERYTHING takes place,
like this I live every day and I call it CONSCIOUSNESS.

When I started loving myself
I recognized, that my thinking
can make me miserable and sick.
When I though requested for my heart forces,
my mind got an important partner.

I call this connection today HEART WISDOM.
We do not need to fear further discussions,
conflicts and problems with ourselves and others
since even stars sometimes bang on each other
and create new worlds.

Today I know: THIS IS THIS LIFE!

Attimo fuggente – Fleeting moment


🌸Attimo fuggente🌸

Nulla tu puoi
trattenere
di quel che è stato

Guarda oggi
l’attimo presente
e vivilo con attenzione

Sarai infine capace
di colorare quel che
il tempo con te attende

01.11.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Fleeting moment

Nothing you can
hold back
of what has been

Look today
the present moment
and live it carefully

You will eventually be able
to color what
time with you awaits

01.11.2021 Poetyca

★ cღPoeti amici ღ★


Nato sbagliato

Non ti aspetti il futuro
per te non è previsto,
nessuna scelta da fare
né strade da seguire.
Vivi i tuoi giorni
senza coglierne il senso,
chi resta bambino
ha giochi ma non sogni.
Parli col vento
chiedi quando volerai via,
non è il tuo mondo
ma non è ancora il momento.

Daniele Corbo
Orme svelate

La strada pigra – The lazy way


La strada pigra

La vita non è
un romantico ricordo
un perduto passo nella tua strada
si tratta di profonda attenzione
che tu devi avere
per scegliere chi veramente tu sei
e fare di tutto
con tutte le tue forze
per poterlo dimostrare
Tu non usare comparazione
e sentimenti ostili
perchè tu devi prendere
la strada ripida
ricca di attenzione
per aprire la porta
a quella parte pigra
che è sempre ostacolo
ad ogni tuo passo
che non ti può aiutare
a soffiare via la polvere
Chi ha già conosciuto
dal profondo del suo percorso
cosa è amare
non usa barriere
ma tutto è diventato libero
per condividere e regalare
dal profondo dell’anima
e tu non puoi sapere
che cos’è l’amore incondizionato
se perdi tutto il tuo tempo
e ti confondi
abbandonando la strada interiore
comparandoti
e se tu non accogli
con la tua profonda attenzione
per prenderti cura
del senso della tua vita
delle nostre vite
che tu non sai rispettare
Tu non puoi danzare
nella libertà e nella vera essenza
Se tu punti un dito contro
a tutto ciò che tu puoi separe
tu non sei capace
di vedere
le quattro dita
puntate contro te stesso
Così, con un po ‘di pazienza
e prendendo del tempo
per costruire
un mondo migliore
parti da te stesso
e poi sarai capace
di abbracciare tutti
senza criticare
Non è una lingua tagliente
che può conoscere il senso
dell’ amore incondizionato
e la sua vera essenza
non sono dunque le tue parole
ad incidere quello
che tu davvero non puoi capire
ed è allora che il silenzio
per chi conosce solo
la tua strada
è sempre
la risposta migliore

09.08.2011 Poetyca

The lazy way

Life is not
a romantic memories
lost a step in your way
it is of profound attention
you need to have your
choive who you really are
and do everything
with all your strength
to be able to demonstrate
not to use comparison
and hostile feelings
because you have to take
the steep road
full of attention
to open the door
away from laziness
which is always an obstacle
to all of your steps
to not help yourself
to blow the dust off
Anyone who has known
from the bottom of its path
What is love
does not use barriers
but it all gets free
to share and give
from the depths of the soul
and you can not know
What is unconditional love
if you lose all your time
in mixing and
leaving the interior path
comparing
and if you do not welcome yourself
with your careful attention
to take care of
the meaning of your life
of our lives
you do not know to respect
You cannot dance
in freedom and true essence
If you point a finger at
everything that you can booths
you are then not able
to see
four fingers
betting against yourself
So, with a little ‘patience
and taking your time
to build
a better world
share yourself
then you will be able
to embrace all
without criticism
It is not a sharp tongue
who can know the meaning
of ‘unconditional love
and its true essence
So your words are not
touching the reality
as being unable to understand
and it is then that silence
for those who are on their way
similar to ours
is always the best answer

09.08.2011 Poetyca

Passi – Steps


🌸Passi🌸

Lasciare qualcosa
trovare altro
con nuovi passi
senza andare lontano
perché si trova
solo se stessi

01.11.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Steps

Leave something
find more
with new steps
without going far
because it is located
only themselves

01.11.2021 Poetyca

Per l’unità delle fedi – For Unity of Faiths – Thomas Merton


Per unità delle Fedi

O Dio, siamo una cosa sola con te. Ci hai fatto uno con te. Tu ci hai insegnato che, se siamo aperti gli uni agli altri, tu abiti in noi. Aiutaci a conservare questa apertura e a lottare per essa con tutto il cuore. Aiutaci a capire che non ci può essere alcuna comprensione dove c’è rifiuto reciproco. O Dio, accettandoci l’un l’altro con tutto il cuore, pienamente, completamente, ci noi ti accettiamo, e ti rendiamo grazie, e noi ti adoriamo e ti amiamo con tutto il nostro essere, perché il nostro essere è il tuo essere, il nostro spirito è radicato nel tuo spirito . Riempici dunque con amore, e cerchiamo di essere uniti con l’amore come noi venamo dalle nostre strade diverse, uniti in questo spirito, quello che ti fa presente nel mondo, e che ti fa testimoniare la realtà ultima che è l’amore. L’amore ha vinto. L’amore è vittorioso.

Thomas Merton 1915-1968


For Unity of Faiths


O God, we are one with you. You have made us one with you. You have taught us that if we are open to one another, you dwell in us. Help us to preserve this openness and to fight for it with all our hearts. Help us to realize that there can be no understanding where there is mutual rejection. O God, in accepting one another wholeheartedly, fully, completely, we accept you, and we thank you, and we adore you, and we love you with our whole being, because our being is your being, our spirit is rooted in your spirit. Fill us then with love, and let us be bound together with love as we go our diverse ways, united in this one spirit which makes you present in the world, and which makes you witness to the ultimate reality that is love. Love has overcome. Love is victorious.


Thomas Merton 1915-1968

★ cღPoeti amici ღ★


Anime volanti

Si perdono i ricordi
di quando ci sentivamo vivi,
allora il dolore
non ingabbiava l’anima,
sembravamo felici.
Crediamo che non ci sia via,
perché il passato è cancellato,
recuperiamo la memoria
del tempo che è stato,
la storia di noi
non solo malati
ma sempre speciali
spesso incompresi
anime volanti
incastonati nella terra
e proiettati verso il Cielo.

Daniele Corbo

Comprensione – Understanding – Jiddu Krishnamurti


🌸Comprensione🌸

Devi comprendere in prima persona, direttamente, la verità su di te. E non puoi realizzarla tramite un altro, per quanto grande sia. Non c’è autorità che possa rivelarla.

Jiddu Krishnamurti
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Understanding

You have to understand first hand, directly, the truth about you. And you can not achieve it through another, however great. There is no authority that could reveal it.

Jiddu Krishnamurti

Coraggio – Courage


🌸Coraggio🌸

Avere paura è un reagire
per proteggere se stessi
ma spesso si rinuncia
a qualcosa o si sfugge.
Quando si apre la sfida
verso noi stessi
è importante trovare
un compromesso che aiuti
a superare tutto con coraggio.

01.11.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Courage

Being afraid is reacting
to protect themselves
but often we give up
to something or escape.
When the challenge opens
towards ourselves
it is important to find
a compromise that helps
to overcome everything with courage.

01.11.2021 Poetyca

Non ti scordar di me – Do not forget me – Myosotis


Copia_di_6o_1024

Non ti scordar di me – Myosotis

C’era una volta un paese con due regni: il regno della luce e quello delle tenebre.
Il regno della luce era gioioso e trasparente, il re e la regina erano buoni e saggi e vivevano in un castello di cristallo.
Il regno delle tenebre era buio e la sua regina, sempre vestita di nero, invidiosa e cattiva, viveva in un castello di sasso senza finestre.
Un bel giorno la regina della luce ebbe un figlio bello come un raggio di sole.

La regina del buio, invidiosa, lo rapì e lo portò nel suo castello.

La madre, disperata, da quel momento non fece che piangere.
Un giorno, mentre piangeva nel suo giardino, vide sbucare dai cespugli tanti piccoli folletti di luce azzurra, accorsi ad aiutarla.
I folletti luminosi si incamminarono verso il regno del buio per salvare il principino; man mano che si avvicinavano al castello perdevano un po’ della loro luce.
Nonostante tutto, però, riuscirono a riportare il principino alla madre.
Quando giunsero al castello di cristallo erano ormai spenti per lo sforzo e la fatica.
Ma la regina disse: “Non vi lascerò morire cari amici e non vi scorderò mai; vi ridarò la luce e vi trasformerò nei più bei fiori del mio giardino.
Da quel giorno, a primavera, nel giardino della luce, spuntano piccoli fiori azzurri con un cuoricino giallo, luminoso come il sole: i Nontiscordardime.

Nel linguaggio dei fiori il nntiscordardime è simbolo di fedeltà ed amore eterno

Dal web

Do not forget me – Myosotis

There was once a country with two kingdoms: the kingdom of light and darkness.
The kingdom of light was joyful and transparent, the king and queen were good and wise and lived in a house of glass.
The kingdom of darkness was dark and his queen, always dressed in black, envious, evil, lived in a castle of stone with no windows.
One day the queen had a child of light looking like a ray of sunshine.
The queen of the dark, jealous, kidnapped him and took him in his castle.
The mother, in desperation, from that moment it did not cry.
One day, while crying in his garden, he saw many little goblins emerge from the bushes of blue light, rushed to help her.
The light elves walked toward the kingdom of darkness to save the prince, as they approached the castle lost a little ‘of their light.
Despite everything, however, managed to bring the prince to his mother.
When they reached the crystal castle had been turned off for stress and fatigue.
But the queen said: “I will not leave my friends die and there’ll never forget, will restore the light and you turn in the most beautiful flowers in my garden.
From that day, in the spring in the garden of light, small blue flowers emerge with a little heart yellow, bright as the sun: Forget-me-

In the language of flowers “do not forget me” is a symbol of fidelity and everlasting love

From Web

Felicità – Happiness – Sergio Bambaren


Felicità

La Felicità è un’emozione meravigliosa,paragonabile
alla sensazione d’immenso
che si prova quando si guarda
sorgere il sole davanti al mare.
E’ la stessa sensazione d’immenso
che provo quando ti guardo negli occhi e vedo riflessa la tua anima.
– Ci sono cose che nella vita capitano una sola volta… non si spiegano,
non si comprendono, ma si vivono…
io con te ho vissuto
attimi indimenticabili
che solo una magia regala…
quella magia sei tu…
-Non scordare mai che il potere dell’amore può risolvere
ogni conflitto,accorciare
ogni distanza,splendere
attraverso ogni avversità.

Sergio Bambaren

Happiness

Happiness is a wonderful,
comparable emotion
to the immense feeling
which you feel when you look
rising sun in front of the sea.
It is the same feeling of immense
that I feel when I look into your eyes and see your soul reflected.
– There are things that happen only once in life … they can’t be explained,
you don’t understand, but you live …
I lived with you
unforgettable moments
that only magic gives …
that magic is you …
– Never forget that the power of love can resolve
any conflict, shorten
every distance, shine
through every adversity.

Sergio Bambaren

Prendere tempo – Take time






🌸Prendere tempo🌸

Tutte le volte che non comprendiamo eventi,persone – anche noi stessi –
è necessario prendere tempo
e procedere senza fretta
per meglio focalizzare.
Questo non è mai una perdita di tempo.
A volte serve per “potare rami secchi”,
un modo per non disperdere energie
e per indirizzarsi verso quanto
sia essenziale e rigenerante.

01.11.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Take time

Whenever we don’t understand
events, people – even ourselves –
it is necessary to take time
and proceed without haste
to better focus.
This is never a waste of time.
Sometimes it is used
to “prune dry branches”,
a way not to waste energy
and to address how much
be essential and regenerant

01.11.2021 Poetyca

Gemme al sole – Gems of the sun


rosaflor

Gemme al sole

Stelle sparse
a riempire
 buchi neri del cuore

Sorelle speranze
ad illuminare
vecchi timori e tremore

Tutto danza
brilla di luce
come carezza nuova

Un sussuro spezza
l’attesa silente
come gemme al sole

02.02.2014 Poetyca

Gems in the sun

Scattered stars
to fill up
blacks holes of the heart

Sisters hopes
to illuminate
old fear and trembling

All dance
sparkles of light
caress as new

A whisper breaks
waiting silently
like gems in the sun

02/02/2014 Poetyca

Magia di un attimo – Magic of a moment


Magia di un attimo

E’ danza del cuore
al ritmo della poesia
dove tutto è attimo
che respira magia
dove altri non comprendono

E’ sogno e realtà
in un intreccio di vita
come mani unite in cielo
ed il lungo respiro
di questo amare infinito

12.12.2011 Poetyca

Magic of a moment

It is dance of the heart
the rhythm of poetry
where everything is instant
breathing spell
where others do not include

It is a dream and reality
in a web of life
together like hands in the sky
and long-term
of this infinite love

12.12.2011 Poetyca

Sensibilità – Sensitivity




🌸Sensibilità🌸

La sensibilità è dono,
sebbene ci lasci segni indelebili
e spesso ci fa sentire diversi
o inadatti ad un mondo
materialista e superficiale.
Si deve imparare a scegliere
di non farsi sottrarre energia
da chi non sa comprendere.

31.10.2021 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Sensitivity

Sensitivity is a gift,
although it leaves us indelible marks
and often makes us feel different
or unsuitable for a world
materialistic and superficial.
One must learn to choose
not to be deprived of energy
by those who do not know how to understand.

31.10.2021 Poetyca

Il tuo cuscino – Your pillow – Maya Angelou


🌸Il tuo cuscino🌸

Lascia che la gratitudine
sia il cuscino sopra
cui ti inginocchi per dire
la tua preghiera notturna.

Maya Angelou

🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸Your pillow

Let gratitude be
the pillow upon
which you kneel
to say your nightly prayer.

Maya Angelou

Kundalini – Sri Aurobindo


Kundalini – Sri Aurobindo

Il processo di risveglio della kundalini che sale attraverso i centri, come pure la purificazione dei centri, è una conoscenza tantrica. Nel nostro yoga non c’è un processo volontario di purificazione e apertura dei centri e neppure un sollevamento della kundalini mediante un processo stabilito. Viene usato un altro metodo, ma c’è sempre l’ascesa della coscienza da e attraverso diversi livelli per congiungersi alla coscienza superiore al di sopra; c’è l’apertura dei centri e dei piani (mentale, vitale e fisico) cui questi centri presiedono; c’è anche la discesa, che è la chiave principale della trasformazione spirituale. Per questo c’è, come ho detto, una conoscenza tantrica dietro al processo di trasformazione nel nostro yoga.

Nel nostro yoga non c’è un’apertura voluta dei cakra; essi si aprono spontaneamente con la discesa della Forza. Nella disciplina tantrica si aprono dal basso verso l’alto, prima di tutti il mūlādhāra; nel nostro yoga si aprono dall’alto verso il basso. Ma l’ascesa della forza dal mūlādhāra avviene anche qui.

Nel Tantra i centri vengono aperti e la kundalini risvegliata con un processo particolare, l’azione della sua ascesa viene percepita attraverso la spina dorsale. Qui, invece, è una pressione della Forza dall’alto a risvegliarla e ad aprire i centri. C’è poi un’ascesa della coscienza che sale fino ad unirsi alla coscienza superiore al di sopra. Questo si ripete fin quando tutti i centri sono aperti e la coscienza s’innalza al di sopra del corpo. Ad uno stadio successivo, essa rimane al di sopra e si espande nella coscienza cosmica e nel sé universale. Questo è il decorso normale, ma a volte il processo è più rapido e c’è un’apertura improvvisa e definitiva al di sopra.

L’ascesa e la discesa della Forza in questo yoga si compiono a modo loro senza necessariamente riprodurre i particolari indicati nei libri tantrici. Molti diventano coscienti dei centri, ma altri sentono semplicemente l’ascesa e la discesa in modo generale o da un livello all’altro piuttosto che da un centro all’altro, sentono cioè la Forza che discende prima nella testa, poi nel cuore, poi nell’ombelico e ancora più sotto. Non è affatto necessario divenire coscienti delle divinità nei centri secondo la descrizione tantrica, ma alcuni sentono la Madre nei diversi centri. In queste cose la nostra sadhana non si attiene alla conoscenza data nei libri, ma aderisce solo alla verità essenziale che sta dietro e la realizza indipendentemente, senza sottostare alle antiche forme e simboli. I centri stessi hanno qui un’interpretazione diversa da quella data nei libri dei tantrici.

Sì, lo scopo del nostro yoga è stabilire un contatto diretto col Divino al di sopra e far discendere la Coscienza divina dall’alto in tutti i centri. I poteri occulti che appartengono ai piani mentali, vitali e fisico-sottile non sono il nostro scopo. Strada facendo, si può avere un contatto con varie Forze e Personalità divine, ma non occorre stabilirle nei centri, benché a volte ciò avvenga automaticamente per un certo tempo nel corso della sadhana. Ma non è una regola: il nostro yoga vuole essere plastico e permettere tutte le operazioni necessarie del Potere divino secondo la natura, ma queste, nei loro particolari, possono variare in ciascun individuo.

SA, Lettere, ed. Arka, 1988, vol. I, p. 83-85

In questo yoga il movimento avviene dall’alto verso il basso: all’inizio i due centri della testa, poi il centro del cuore, quindi quello ombelicale e infine gli altri due. Se l’esperienza superiore, con la sua coscienza, conoscenza e volontà superiori, si stabilisce dapprima e pienamente nei tre centri superiori, dopo è più facile aprire i tre centri inferiori senza creare troppo scompiglio.

SA, ivi, vol. IV, p. 234

Kundalini – Sri Aurobindo

The process of awakening the kundalini rising through the centers, as well as the purification of the centers, is a tantric knowledge. In this Yoga there is a voluntary process of purification and opening of the centers and even a lifting of the kundalini through an established process. Another method is used, but there is always the rise of consciousness and through various levels to join the higher consciousness above, there is the opening of centers and floors (mental, vital and physical) to which these centers preside over and there is also the descent, which is the main key of spiritual transformation. That is, as I said, tantric knowledge behind the process of transformation in our yoga.

In this Yoga there is no intentional opening of chakras, and they open spontaneously with the descent of the Force. In the discipline tantric open from bottom to top, first of all the muladhara; in our yoga open from top to bottom. But the rise of force from Muladhara is also here.

In Tantra the centers are opened and kundalini awakened with a particular process, the action of its rise is seen through the spine. Here, however, is a force of pressure from above to awaken and open centers. Then there is an ascent of consciousness that rises up to join the higher consciousness above. This is repeated until all the centers are open and the consciousness rises above the body. At a later stage, it remains above and expands into the cosmic consciousness and the universal self. This is the normal course, but sometimes the process is faster and there is an opening sudden and definitive above.

The ascent and descent of the Force in this yoga will make their way without necessarily reproduce the details mentioned in the books Tantric. Many become aware of the centers, but others simply feel the rise and descent in a general or from one level to another rather than from one center to another, feel that the Force which comes first in the head, then heart, then and even more below the navel. There is no need to become aware of the deities in tantric centers according to the description, but some feel the Mother in different centers. In these things our sadhana does not adhere to the knowledge given in the books, but only adheres to the essential truth that lies behind and produces independently, without being subjected to the ancient forms and symbols. The centers themselves have here a different interpretation from that given in the books of tantra.

Yes, our aim in yoga is to establish direct contact with the Divine above and to derive from the Divine Consciousness in all centers. The occult powers that belong to the mental planes, vital and physical-thin is not our purpose. Along the way, you can make contact with the various forces and divine personalities, but no need to establish them in the centers, although sometimes this is done automatically for some time in the course of sadhana. But there is one rule: our yoga aims to be plastic and allow all the necessary operations according to the nature of divine power, but these, in their details may vary in each individual.

SA, Letters, ed. Arka, 1988, vol. I, p. 83-85

In this yoga movement is from top to bottom: at the two centers of the head, then the heart center, then the cord and then the other two. If the superior experience, with his conscience, knowledge and desire above, and fully settled first in the three higher centers, it is easier to open after the three lower centers without creating too much havoc.

SA, ibid, vol. IV, p. 234

Pazienza – Patience


🌸Pazienza🌸

Attendi con pazienza
non ti stancare
supera l’incertezza
senza timore

Un passo ancora
un nuovo sospiro
e cuore spalancato
perché tutto può cambiare

03.05.2020 Poetyca
🌸🌿🌸#Poetycamente
🌸Patience

Wait patiently
without fatigue
courage
overcomes uncertainty

One more step
a new sigh
with the heart wide open
because everything can change

03.05.2020 Poetyca

Un ringraziamento
per la collaborazione
nella traduzione
a Ana Daksina di https://timelessclassics.wordpress.com

Mente silenziosa – Silent mind – Jiddu Krishnamurti


Mente silenziosa

“Quello che c’è oltre
può essere scoperto
solo se la mente è silenziosa.
Potrebbe esserci qualcosa
o assolutamente nulla.
L’unica cosa importante
è che la mente sia silenziosa.
E inoltre,se vi preoccupate
di quello che c’è al di là
allora non state guardando che cos’è
quello stato di vero silenzio.
Se per voi è solo una porta
verso qualcosa che sta oltre,
allora non siete interessati a quella porta,
mentre ciò che conta è la porta stessa,
proprio quel silenzio in sé.
Perciò non potete chiedere
che cosa ci sia al di là.
La sola cosa importante
è che la mente sia silenziosa.
E allora che cosa avviene?
Quello che ci interessa è tutto qui,
non quello che c’è al di là del silenzio.”

Jiddu Krishnamurti

Silent mind

“What is more than can be discovered
only when the mind is silent.
Could there be anything or nothing.
The only important thing
is that the mind is silent.
And, if you care about what’s
beyond then you are not looking
at what is the state of true silence.
If you is only a door to something beyond,
then you are not interested in that door,
but what matters is the door itself,
just the silence itself.
So you can not ask what lies beyond.
The only important thing is that
the mind is silent.
And then what happens?
What interests us is all here,
not what lies beyond the silence. “

Jiddu Krishnamurti

cღPoeti amici ღ★


Lo specchio

Nell’assenza
nel silenzio
tramite lo specchio
traspare
quel che siamo
oltre la realtà
riviviamo nello sguardo
di noi stessi.

Antonio De Simone

The mirror

In the absence
in the silence
through the mirror
shines through
what we are
beyond reality
we relive in the look
of ourselves.

Antonio De Simone

Verità – Truth – Jiddu Krishnamurti




🌸Verità🌸

Devi comprendere in prima persona, direttamente, la verità su di te.
E non puoi realizzarla tramite un altro,
per quanto grande sia.
Non c’è autorità che possa rivelarla.

Jiddu Krishnamurti
🌸🌿🌸#pensierieparole
🌸 Truth

You have to understand first hand, directly,
the truth about you.
And you can not achieve it through another, however great It Is.
There is no authority that could reveal it.

Jiddu Krishnamurti

Sei poeta – You are a poet


Sei poeta

Anche se la vita graffia
– Tu non ti arrendere
a nessuna tempesta –
Sono aliti di stelle
tra la luna ed il cuore
le parole leggere
che ti potrei donare
Sono piuma sospesa
le brezze di fuoco
per la forza che manca
Tu lo sai …
– Mai facile è il passo
per chi sulla roccia
nel silenzio s’arrampica –
Eppur ci sono!
Tu guarda nel sorriso
di un prato alla sera
che languida scende
Racconta ancora
una storia alla notte
che infreddolito
ti sorprende
– stempera i silenzi –
con il tuo grande dono
e con la forza nell’anima
nel tuo ascolto interiore
prendi la via che palpita
– sei poeta e vivi –
con tutta la tua passione
questa vita ed il suo mistero

 01.01.2004 Poetyca

You are a poet

Even if life scratch
– You do not give up
to any storm –
They are the breath of stars
between the moon and the heart
the words read
you could donate
Feathers are suspended
the breezes of fire
for the force that is missing
You know …
– Never easy is the step
for those on the rock
climbs in silence –
And yet there are!
You see the smile
a lawn in the evening
that languid falls
tell me more
a story at night
that cold
I wonder
– Dilutes the silence –
with your great gift
and with the strength of soul
Listening to your inner
Take the path that throbs
– You are a poet and live –
with all your passion
this life and its mystery

  01.01.2004 Poetyca