Archivio | febbraio 2018

Magie


Magie

Magie

Sui polpastrelli vita

per accarezzarenuove stelle

Sogni impalpabili
ad accendere
ogni attimo
Mentre la notte
aspetto magie

03.07.2017 Poetyca

Magic

Life on the finger
to caress
new stars
Impatient dreams
to turn on
every moment
While at night
look like magic

03.07.2017 Poetyca

Cuore aperto


Cuore aperto
Che bisogno
vero e profondo
di sentirsi connessi
a questo mondo
con cuore aperto
e comprensione
verso chi resta
sempre nel timore

26.06.2017 Poetyca

Open heart

What a need
true and deep
to feel connected
to this world
eith open heart
and understanding
who is left
always in fear

26.06.2017 Poetyca

Risposta


Risposta

“ Cerco l’azzurro
dei gesti tuoi
fammi riposare gli occhi
su di te
tutto il tempo che c’è”

I miei capelli
-mille serpenti-
che vorresti
a c c a r e z z a r e
non ho gesti suadenti
ma gioia da donare

Non sono Medusa
-occhi fulminanti-
che bloccano
ogni desiderare

“guardami le spalle
mentre guardo
il cielo”

Scivolo piano
nel sogno
e cerco i tuoi occhi
per farmi condurre
alle pagliuzze dorate
dei tuoi voli
-tesoro che prendo
a piene mani-

Come Aquila
apro le ali
e ti vengo a cercare

“Qui e adesso
un pezzo infinito
d’infinito”

Nessuna fretta
e nessuna domanda
solo accordo
ad ogni sentire
-sempre noi
la risposta-

15.08.2002 Poetyca

Answer

“I look for the blue
your gestures
let me rest my eyes
about you
as long as there is “

Hair
-Thousand-snakes
would like
caress
I have not persuasive gestures
but joy from giving

Jellyfish are not
Eye-Lightning-
blocking
any desired

“Look at the shoulders
while watching
the sky “

Slide plane
in the dream
and try for yourself
for me to lead
the specks of gold
of your flights
treasure-take
liberally-

As Aquila
I open my wings
and I come seeking

“Here and Now
a piece of infinity
of infinity “

No hurry
and no application
only agreement
every feeling
-we always
the response-

15.08.2002 Poetyca

Viaggio di mare


Viaggio di mare

Raccolti gli ormeggi
e levata l’ancora
ormai conosco la rotta
e non fa male sognare
nella ricerca perenne
di se stessi
stracciate le paure
posso superare tutti i confini

29.08.2003 Poetyca

Sea voyage

Collected from its moorings
and raised the anchor
now I know the route
and does not hurt to dream
Research in perennial
of themselves
torn his fears
I can overcome all boundaries

29.08.2003 Poetyca

Elisir


Elisir

Nulla da inventare
solo essere
credere
sperare
su questo percorso
antico e nuovo
chiamato vita

Tutto da respirare
accogliendo ancora
passo a passo
sogno dopo sogno
nell’elisir del cuore
nello spazio infinito
che non ha nome

30.05.2012 Poetyca

Elisir

Nothing to invent
only be
believe
hope
on this path
old and new
called life

All to breath
still accepting
step by step
dream after dream
into elisir of heart
in infinite space
which has no name

30.05.2012 Poetyca

La rabbia


“Non guardo la rabbia come qualcosa di estraneo a me che io devo combattere … ho a che fare con la mia rabbia con cura, con amore, con tenerezza, con la non violenza.”

Thich Nhat Hanh
★…★…★♥.♥…★…★…★
“I would not look upon anger as something foreign to me that I have to fight…I have to deal with my anger with care, with love, with tenderness, with nonviolence.”

Thich Nhat Hanh

La verità


La verità

La verità è un soffio di vento:
fa spostare le nuvole del timore,
rende liberi tutti coloro
che sono stanchi di portare il peso dell’inganno.
Ma tu da solo hai bisogno di sostegno,
 ricorda sempre che tutto è dentro di te
 e non nelle ombre che qualcuno
porta davanti ai propri occhi.
Fidati sempre e soltanto di te stesso:
la gente cambia in fretta bandiere ed umore.

19.07.2012 Poetyca

Truth

Truth is a breath of wind:
moves the clouds of fear,
frees all those
who are tired of bearing the weight of deception.
But you only need to support,
  Always remember that everything is within you
  and not someone in the shadows
door in front of their eyes.
Trust always and only about yourself:
people change quickly flags and mood.

19.07.2012 Poetyca

Il tempo che verrà


Il tempo che verrá

Non vestirò
mai più
il mio cuore
di false
promesse
fatte da altri
sfuggendo
lo sguardo
alla verità
Ho imparato
sulla mia pelle
l’effimero
di ogni illusione
che non sia
mai seguita
da atti veri
il disinganno
è la mia forza
Come giunco
nel vento
mi piego
e mai
mi spezzo
perché
ho imparato
a distinguere
il vero dal falso
Ho appreso
come camminare
sulle mie gambe
e comprendo
chi è debole
ne faccio
tesoro
per il tempo
che verrá

16.02.2018 Poetyca

The time that will come

I will not dress
never again
my heart
of false
promises
made by others
escaping
the look
to the truth
I learned
on my skin
the ephemeral
of every illusion
that it is not
never followed
from true acts
the disillusionment
it’s my strength
As a rush
in the wind
I bend
and never
I break up
because
I learned
to distinguish
the true from the false
I learned
how to walk
on my legs
and I understand
who is weak
I do it
treasure
for the time
that will come

16.02.2018 Poetyca

Collera


75. Collera

Uno studente di Zen andò da Bankei e gli espose un suo problema: «Maestro, io ho certe collere irrefrenabili. Come posso guarirne?».

«Hai qualcosa di molto strano davvero» disse Bankei. Fammi dunque vedere di che si tratta».

«Bè, così su due piedi non posso fartelo vedere» rispose l’altro.

«Quando potrai farmelo vedere?» domandò Bankei.

«Salta fuori quando meno me lo aspetto» rispose lo studente.

«Allora,» concluse Bankei «non dev’essere la tua vera natura. Se lo fosse, potresti mostrarmelo in qualunque momento. Quando sei nato non l’avevi, e non te l’hanno dato i tuoi genitori. Pensaci un po’ sopra».

Tratto da 101 Storie Zen

Temper

A Zen student came to Bankei and complained: “Master, I have an ungovernable temper. How can I cure it?”

“You have something very strange,” replied Bankei. “Let me see what you have.”

“Just now I cannot show it to you,” replied the other.

“When can you show it to me?” asked Bankei.

“It arises unexpectedly,” replied the student.

“Then,” concluded Bankei, “it must not be your own true nature. If it were, you could show it to me at any time. When you were born you did not have it, and your parents did not give it to you. Think that over.”

Taken from 101 Zen Stories

Pensieri


Pensieri

Nulla può fermare
il moto delle maree:
costante movimento
in mulinelli e flutti
non trova mai pace

La vita  si trasforma
non trova mai riposo
neppure un solo istante
come  pensieri inquieti
 in cerca di voce

18.07.2012 Poetyca

Thoughts

Nothing can stop
the motion of tides:
constant motion
in eddies and waves
never finds peace

Life is transformed
never finds rest
even a single moment
as restless thoughts
  in search of voice

18.07.2012 Poetyca

I cinque ricordi del Buddha -versione di Thich Nhat Hanh


I cinque ricordi del Buddha (versione di Thich Nhat Hanh)

Sono della natura per invecchiare. Non c’è modo di fuggire invecchiando.

Sono della natura per avere problemi di salute. Non c’è modo di sfuggire alla cattiva salute.

Sono della natura per morire. Non c’è modo di sfuggire alla morte.

Tutto ciò che è caro a me e tutti quelli che amo sono della natura da cambiare. Non c’è modo di sfuggire all’essere separati da loro.

Le mie azioni sono le mie uniche cose vere. Non posso sfuggire alle conseguenze delle mie azioni. Le mie azioni sono il terreno su cui sto.

The Buddha’s Five Remembrances (Thich Nhat Hanh’s version)

I am of the nature to grow old. There is no way to escape growing old.

I am of the nature to have ill health. There is no way to escape ill health.

I am of the nature to die. There is no way to escape death.

All that is dear to me and everyone I love are of the nature to change. There is no way to escape being separated from them.

My actions are my only true belongings. I cannot escape the consequences of my actions. My actions are the ground upon which I stand.

Mangiare il rimprovero


 

69. Mangiare il rimprovero

Un giorno ci furono delle circostanze impreviste che fecero tardare i preparativi per il pranzo di Fugai, un maestro di Zen Soto, e dei suoi discepoli. Allora il cuoco andò in tutta fretta nel giardino, tagliò col suo coltello ricurvo le cime di certi ortaggi, le tritò ben bene e ne fece una zuppa, senza accorgersi che nella fretta aveva tagliuzzato con le verdure anche un pezzo di serpente.

Ai seguaci di Fugai quella zuppa sembrò la più buona che avessero mai mangiata. Ma quando il maestro trovò nella propria scodella la testa del serpente, chiamò il cuoco. «E questa che cos’è?» domandò, reggendo con due dita la testa del serpente.

«Oh, grazie, maestro» rispose il cuoco, prendendo il bocconcino e affrettandosi a mangiarlo.

 

Eating the Blame

Circumstances arose one day which delayed preperation of the dinner of a Soto Zen master, Fukai, and his followers. In haste the cook went to the garden with his curved knife and cut off the tops of green vegetables, chopped them together and made soup, unaware that in his haste he had included a part of a snake in the vegetables.

The followers of Fugai thought they never tasted such good soup. But when the master himself found the snake’s head in his bowl, he summoned the cook. “What is this?” he demanded, holding yo the head of the snake.

“Oh, thank you, master,” replied the cook, taking the morsel and eating it quickly.

Raggi di sole


05

Raggi di sole

Ogni giorno è diverso
e ci sono piccole gioie
nelle tasche del dolore:
Aprendo gli occhi
ci accorgiamo di raggi di sole.

12.10.2015 Poetyca

Sunbeams

Every day is different
and there are small joys
in the pockets of pain:
Opening his eyes
we realize sunbeams.

12/10/2015 Poetyca

Pulsazioni


Pulsazioni

Ai bordi degli occhi
ho trovato diamanti
soffusi ricordi e stelle
non sanno di esserlo
non provano a brillare
Piroette di vita
su un palcoscenico sgangherato
si affidano alla sorte
ad un grammo d’improvvisazione
Tutte le strade sono aperte oggi
di fronte ad una luna testimone
di immagini del tempo
Scorrono
senza senso apparente
allo scandire di lancette a ritroso
Anarchia totale
per il coraggio congenito
di questa marionetta
perché ha reciso i fili
di una sorte scritta da altri
consunto copione
dell’inganno e di ipocrisie ataviche
con le quali si sono costruiti mondi
Entropie in pulsazione
fanno a gara
con i virus inoculati
della paura e dell’illusione
Questi diamanti
sono prezzo e riscatto
di una libertà
pulsante e curiosa
alla ricerca di nuovi percorsi
mai esplorati o scritti

15.05.2012 Poetyca

Pulsations

At the edge of the eye
I found diamonds
suffused with memories and stars
they do not know
do not try to shine
Pirouettes of life
on a rickety stage
rely on the fortune
to one gram of improvisation
All roads are open today
in front of a a witness moon
of images of time
It slide
with no apparent sense
_ of the scan back of lancets
Full anarchy
for congenital courage
for this puppet
because it has cut the wires
of a fortune written by others
threadbare scenario
of deception and atavic hypocrisy _
with which they have built worlds
Pulsating entropies
are racing
with inoculated viruses
of fear and illusion
Those diamonds
are price and redemption
of a freedom
pulsanting and curious
the search for new paths
never explored or written

15.05.2012 Poetyca

Tutto ricomincia


Tutto ricomincia

Vita e sfumature
cangianti schegge
ineluttabili respiri
e tutto…ricomincia

25.04.2012 Poetyca

All begins again

Life and shades
iridescent flakes
ineluctable breaths
and all— begins again

25.04.2012 Poetyca

Parole di Pace


Parole di Pace

Non sono solo parole
senza linea di confine
dissetano la terra
Non sono solo speranza
dove tutto è perduto
ma slanci del cuore

23.04.2012 Poetyca

 

Peace words

They are not just words
without boundary
quench the earth
They are not just hope
where all is lost
but impulses of the heart

23.04.2012 Poetyca

Tao te ching LIV : Coltivare e contemplare


Tao te ching LIV : Coltivare e contemplare

Chi ben si fonda non vien divelto,
a chi ben stringe non vien tolto:
con questa Via figli e nipoti
gli offriranno sacrifici ininterrotti.
Se la coltiva nella persona
la sua virtù è la genuinità,
se la coltiva nella famiglia
la sua virtù è la sovrabbondanza,
se la coltiva nel villaggio
la sua virtù è la reverenza,
se la coltiva nel regno
la sua virtù è la floridezza,
se la coltiva nel mondo
la sua virtù è l’universalità.
Per questo
contempla le persone dalla sua persona,
contempla le famiglie dalla sua famiglia,
contempla i villaggi dal suo villaggio,
contempla i regni dal suo regno,
contempla il mondo dal suo mondo.
Come so che il mondo è così?
Da questo.

54

What is well planted will not be uprooted.
What is well held will not escape.
Children and grandchildren will not cease to praise it.
Cultivate virtue in yourself,
And it will be true.
Cultivate virtue in the family,
And it will be overflowing.
Cultivate virtue in the town,
And it will be lasting.
Cultivate virtue in the country,
And it will be abundant.
Cultivate virtue in the world,
And it will be universal.
Therefore:
See others as yourself.
See families as your family.
See towns as your town.
See countries as your country.
See worlds as your world.
How do I know that the world is such?
By this.

Cominciare a vivere


Cominciare a vivere

Un passo per volta
un abbraccio al mondo
anche se il rumore
ferma la musica
Il coraggio
ti prende per mano
ed accende
stelle nel buio
Lampi di vita
ricuciono
il senso perduto
del tuo cercare

15.02.2018 Poetyca

Begin to live

One step at a time
a hug to the world
even if the noise
stop the music
The bravery
takes you by the hand
and turn on
stars in the dark
Flashes of life
mend
the lost sense
of your search

02.15.2018 Poetyca

Verità suprema


Verità suprema

I modi di manifestare
la Mente sono molteplici.

Ma la stessa verità suprema
si può cogliere
in ognuno di essi.
Ikkyu (1394-1481)

Supreme truth

The ways of expressing
the mind are many.

But the same ultimate truth
can grasp
in each of them.
Ikkyu (1394-1481)

Una perla al giorno – Bhagavad Gita


mandala4
Non colui che soddisfa tutti i suoi desideri otterrà la pace,
ma colui che rimarrà imperturbabile ai desideri,
come un oceano che rimane calmo
nonostante tutte le acque che vi si rovesciano.

Bhagavad Gita, II, 70

Not the one who fulfills all his desires will get peace,
but one who desires remain unperturbed,
like an ocean that remains calm
despite all the water that will spill.

Bhagavad Gita, II, 70

Uccidere


63. Uccidere

Un giorno Gasan istruiva i suoi seguaci: «Quelli che parlano contro l’assassinio e che desiderano risparmiare la vita di tutti gli esseri consapevoli hanno ragione. È giusto proteggere anche gli animali e gli insetti. Ma che dire di quelle persone che ammazzano il tempo, che dire di quelli che distruggono la ricchezza e di quelli che distruggono l’economia pubblica? Non dovremmo tollerarli. E inoltre, che dire di uno che predica senza l’Illuminazione? Costui uccide il Buddhismo».

Tratto da 101 Storie Zen

Killing

Gasan instructed his adherents one day: “Those who speak against killing and who desire to spare the lives of all conscious beings are right. It is good to protect even animals and insects. But what about those persons who kill time, what about those who are destroying wealth, and those who destroy political economy? We should not overlook them. Furthermore, what of the one who preaches without enlightenment? He is killing Buddhism.”

Taken to 101 Zen Stories

Culla d’amore


libera7

Culla d’amore

Amore
di colori
ed intrecci
di profumi
storie tramandate
canti ripetuti
senza più memoria
Nella terra riarsa
di gente che parte
strappando il cuore
mentre il mare
circonda
lembi di anima
Amore cantato
da labbra e cuore
lanciando lacrime
stringendo speranze
perché corrisposto
sia per sempre culla

10.10.2015 Poetyca

Cradle of Love

Love of Color
and blend of scents
stories handed down
chants repeated
Without memory
In the parched earth
of people leaving
ripping the heart
while the surrounding sea
flaps blood
love sung
from lips and heart
launching tears
tightening hopes
because paid
is forever cradle

10/10/2015 Poetyca

Che Aquila sei


Che Aquila sei 

Un momento “magico”
che faccia comprende
quando sia ora di smettere
di farsi trascinare dalla corrente
– io non lo conosco-
non ho un tempo preciso
srotolato tra sorrisi e malinconie
Il momento di aggiungere
una nuova ferita alla collezione
sembra essere sempre presente
ma da oggi smetti di tuffarti
dalle rocce più alte
fin dentro il gorgo nero del nulla
da oggi comincia a nuotare
a braccia aperte come ali
che ti trascinino via
– Consapevolezza –
e conoscenza profonda
di quello che sei
di quello che dai
nel tracciato della tua storia
con ali nuove e piume d’argento
scoprirai finalmente che Aquila sei

25.08.2003 Poetyca

 

What you’re eagle

A moment “magic”
face that includes
when it is time to stop
being drawn from the current
– I do not know-
I do not have an exact time
unrolled and melancholy smiles between
The time to add
a new wound to the collection
seems to be always present
but now stop dive
from the highest cliffs
right into the black abyss of nothingness
now begins to swim
open arms like wings
you drag away
– Awareness –
and deep knowledge
than you are
than by
in the plot of your story
with new wings and feathers of silver
eventually discover that you’re eagle

25.08.2003 Poetyca

Tao te ching LIII : Trarre profitto dalle prove


Tao te ching LIII : Trarre profitto dalle prove

Se avessimo grande sapienza
cammineremmo nella gran Via
e solo di agire temeremmo.
La gran Via è assai piana,
ma la gente preferisce i sentieri.
Quando il palazzo reale è troppo ben tenuto
i campi son del tutto incolti
e i granai son del tutto vuoti.
Indossar vesti eleganti e ricamate,
portare alla cintura spade acuminate,
rimpinzarsi di vivande e di bevande
e ricchezze e beni aver d’avanzo,
è sfarzo da ladrone.
È contrario al Tao, ahimé!

53

If I have just an ounce of sense,
I follow the great Way,
And fear only to stray from it.
The great Way is very straight,
But people prefer to deviate.
When the palace is magnificent,
The fields are filled with weeds,
And the granaries are empty.
Some have lavish garments,
Carry sharp swords,
And feast on food and drink.
They possess more than they can spend.
This is called the vanity of robbers.
It is certainly not the Way.

La tua storia


La tua storia

Dipingi immagini
luoghi ed odori
che tieni da sempre
impigliati nell’anima
e ne ricostruisci la storia
dispiegando gli occhi
della generosa memoria
Racconti e ricami
ormai senza tempo
che fanno della tua terra
la culla del cuore
che non abbandona
il tuo sorridente respiro
di nostalgica tenerezza
E se cade una lacrima
è solo per farla scivolare
tra le pieghe della tua storia

24.08.2003 Poetyca

Your story

You paint pictures
places and smells
that always hold
entangled in the soul
and reconstruct the history
deploying eyes
memory of the generous
Stories and embroidery
now timeless
that make your land
the cradle of the heart
who does not abandon
your smiling breath
of nostalgic affection
And if a tear falls
is just to slide
between the folds of your story

24.08.2003 Poetyca