Archivio | 27/07/2018

Costruire la pace


Costruire la pace.

“Quando punti il dito per condannare, tre dita restano puntate contro di te”

 

Proverbio cinese

Amicizia e riflessione

Credo sia importante un’analisi relativa alle proprie responsabilità,
alle aspettative e se e in che modo abbiamo trasmesso amicizia o altro.
Sicuramente,se è amicizia che offriamo ( e non pretendiamo ),
dobbiamo essere in grado di scacciare da noi stessi sentimenti di possesso,
cogliere in noi se,dietro la parola amicizia si cela altro.
Prima di puntare il dito su quanto altri non avrebbero fatto verso
di noi sarebbe opportuno chiedersi se, in fondo, ci attendevamo qualcosa.

Se riusciamo a non fuggire le nostre responsabilità,se siamo capaci
di vedere cosa abbiamo sbagliato, se siamo capaci di manifestare
dove si sia colto un malinteso( facile interpretare diversamente
ed il dialogo leale serve a questo)allora si è capaci di portare
avanti un rapporto maturo.Troppo facile dare ad altri responsabilità
e non vedere la trave che ci renderebbe ciechi.
Dialogo,condivisione,senza nulla pretendere, è la migliore base
per mettere le radici a rapporti destinati a durare nel tempo.
Quando muore in fretta era solo illusione.

Luglio 2007 Poetyca

Grandi e piccoli. Gli adulti per primi e i bambini per spirito d’emulazione
imparano a tenere stretta un’opinione.A voler dimostrare a tutti i costi
di avere ragione, dimenticando spesso come la realtà che si potrebbe cogliere,
quando non si è liberi dall’attaccamemto è sempre distorta.
Pestare i piedi, urlare l’altrui torto, dimenticando di leggere
in profondità cosa possa avere mosso in noi delle eccessive reazioni,
è solo alimentare il nostro ego che non ci permette di distaccarci
dall’attaccamento alle proprie opinioni,si diventa ” territoriali”,
come se la difesa ad oltranza di quello che possa essere uno spazio che
ci rappresenti sia capace di tenere in equilibrio una già precaria opinione di sè.
Si cercano alleanze, attenzioni e altre persone che ci possano appoggiare.
Ma,riflettendo,è meglio avere accanto il ” paladino a spada tratta”
che inconsciamente alimenta la nostra dipendenza o chi, pur sapendo
di rischiare la profonda incomprensione, sia capace di farci capire che,
in fondo, è necessario mettere in atto una profonda analisi sull’eccessiva
reazione legata a questa insicurezza?

Naturalmente si è liberi nelle personali scelte, esse saranno rispettate,
ma non ha senso entrare in nuovi ” loop” ( percorsi senza uscita con la
ripetizione sistematica degli stessi atteggiamenti mentali) e non fare nulla
per venirne fuori. Essere capaci di maturità è tra le nostre opportunità.
siamo sempre tutti pronti a puntare il dito contro gli altri. Gli altri
sbagliano, gli altri si comportano male, gli altri mentono, gli altri
sono incapaci e diversi da quanto vorremmo.

Gli altri,e noi?

E’comune il puntare l’indice contro qualcuno dicendo che ha fatto un errore,
ma se osserviamo la nostra mano è facile notare che nel fare questo gesto
ci sono altre tre dita che sono puntate contro di noi,
Il ruolo di queste tre dita è è la chiave di volta per imparare che:

1) Non si deve essere sempre sicuri di avere ragione.
2) Anche se avessimo ricevuto un torto, è anche vero che non siamo infallibili.
3) La frustrazione ed il disagio provati ora ed altre volte
precedenti devono indurre e non ripetere il nostro autoinganno.

Non è mai stato facile crescere, superare dei modelli che sono autoindotti
ma avere modo di sperimentare l’ascolto interiore, di mettere una nuova procedura
che spezzi la coazione a ripetere è la via che ci insegni a non giudcare e
a ” lasciare andare ” la presa. Un modo maturo per non essere fonte di energie
quali la rabbia ed il rancore che sono distanti dalla pace interiore e pongono
in atto un percorso legato all’ignoranza e all’illusione.

Tre dita, non uno soltanto sono la necessità di alimentare la pace interiore.

30.03.2008 Poetyca


Building peace.

“When you point your finger to condemn, three fingers are pointed at you”

 

Chinese proverb

Friendship and reflection

I think it’s important to test for their responsibilities,
expectations and whether and how we have transmitted friendship or more.
Surely, if friendship is that we (and do not claim)
we must be able to rid ourselves of feelings of ownership,
If we take in, hides behind the word friendship more.
Before pointing the finger at what others have done to
of us would be asked whether, after all, we expected something.

If we can not escape our responsibilities, if we can
to see what we did wrong, if we are able to express
where it is caught a misunderstanding (easy to interpret differently
and honest dialogue serves this) then you are able to bring
maturo.Troppo easy to forward a report to other responsibilities
and not see the beam that blinds us.
Dialogue, sharing nothing to claim, is the best basis
to take roots in relationships intended to last.
When he dies in a hurry was just an illusion.

July 2007 Poetyca

Large and small. Adults and children first in the spirit of emulation
learn to keep close review. want to show at all costs
to be right, as often forgetting the reality that they could grasp
when you are not free dall’attaccamemto is always distorted.
Stamping his feet, shouting the others wrong, forgetting to read
What may have moved deep in us excessive reactions,
Food is only our egos that we can detach
from attachment to their opinions, we become “territorial”
as if to defend to the bitter end of what could be a space that
represent us is able to balance a precarious opinion of himself.
We seek alliances, attention and other people who can support.
But, on reflection, it is better to have the next “champion to the hilt”
unconsciously feeds our addiction or who, knowing
to risk profound misunderstanding is capable of making us understand that
basically, you need to implement a deep analysis on the excessive
reaction related to this insecurity?

Of course you are free on personal choices, they will be met,
it is nonsense to enter new loop (with no exit routes
systematic repetition of the same mind) and do nothing
to get out. Being able to maturity is one of our opportunities.
We are all always ready to point the finger at others. Other
wrong, the others behave badly, others lie, the other
are unable and different from what we want.

The other, and we?

E’comune the point the finger at someone saying that he made a mistake,
but if we keep our hand is easy to see that in making this gesture
There are three other fingers are pointed at us,
The role of these three fingers and is the key to learn that:

1) You should not always be sure of being right.
2) Even if we had been wronged, it is also true that we are not infallible.
3) The frustration and discomfort proven time and other times
above should lead and not repeat our self-deception.

It has never been easy to grow, to overcome patterns that are self-induced
but having to experience the inner listening, putting a new procedure
that breaks the repetition compulsion is the way we teach and not giudcare
to “let go” grip. A mature way to not be a source of energy
such as anger and resentment that are distant from inner peace and pose
act in a way linked to ignorance and illusion.

Three fingers, not one only are the need to nurture inner peace.

30.03.2008 Poetyca

Vivere interiormente


Non è indispensabile essere un asceta; basta imparare a vivere interiormente, nell’essere interiore invece che in superficie, scoprire l’anima o la vera individualità velata dalle forze mentali e vitali di superficie, e aprire l’essere alla Realtà supercosciente.

Sri Aurobindo- Lettere sullo Yoga

 

It is not necessary to be an ascetic, just learn to live within, rather than in the inner surface, to discover the soul or true individuality veiled by the forces of mind and life of the surface, and being open to the superconscious reality.

Sri Aurobindo Letters on Yoga-

Oltre il tempo


Oltre il tempo

Non ho nessuna chiave
per chiudere il cuore
L’ho gettata per sempre

Ho disperso parole
nel vento di tramontana
ed è gelo che soffia

Non ho più attesa
Sabbia scorre ora
dalla mia mano

Afferrala o perderai
trattienila o non ti volterai
quando me ne dovrò andare

Si sgretola la pietra
di questo percorso
verso la vetta dell’anima

Si cancelleranno passi
nel muto osservare
mentre la voce chiama

Spezzate unghie
trattengono per poco
sulle pareti del monte

Ed è separazione
con un velo sottile
che lacrima ancora

E ancora…e ancora…
nel ciclo che già conosco
– Perché sia libero il passo –

Ritorna come deja vu
che non posso annullare
sul sentiero dell’Aquila in volo

Reminescenze respirano
in vortici lenti e rapiscono
oltre le cortine del tempo

29.01.2004 Poetyca

Over time

I have no key
close to the heart
I’ve thrown forever

I lost words
in the north wind
and frost blowing

I never expected
Sandy now runs
from my hand

Catch it or lose
trattienila or do not turn around
when I’ll have to go

Crumbling stone
this path
to the top of the soul

Steps will erase
observed in the mute
while the voice call

Broken nails
hold almost
on the walls of the mountain

And is separated
with a thin
that still tear

And again … and again …
I already know the cycle
– Why is free passage –

Back like deja vu
I can not cancel
on the path of the Eagle in flight

Reminiscences breathe
vortices in slow and kidnap
beyond the curtain of time

29.01.2004 Poetyca

Il sorriso


wpid-ali2.jpg

Il sorriso

C’è un Sorriso d’Amore,
e c’è un Sorriso d’Inganno,
e c’è un Sorriso dei Sorrisi
in cui questi due Sorrisi si incontrano.
E c’è uno Sguardo d’Odio,
E c’è uno Sguardo di Disprezzo,
e c’è uno Sguardo degli Sguardi,
che tentate di scordare in vano;
perché si pianta nel profondo del Cuore,
e si pianta nel profondo della Schiena,
e nessun Sorriso che mai fu Sorriso,
ma un solo Sorriso soltanto,
che fra la Culla e la Tomba
si può Sorridere soltanto una volta;
ma, quando è Sorriso una volta,
c’è una fine a tutta l’Angoscia.

William Blake

The smile

There is a Smile of Love
and there is a Smile of Deceit,
and there is a Smile of Smiles
in which these two smiles meet.
And there is a look of hate,
And there is a Look of Disdain,
and there is a look of glances,
you try to forget in vain;
because it is planted deep in the Heart,
and plant deep in the Back,
Smile and no Smile that ever was,
but only one Sorriso only,
that between the Cradle and the Grave
you can Smiling only once;
but, when it is Smile once,
there is an end to all the anguish.

William Blake

Mandami qualcuno da amare


Mandami qualcuno da amare

Signore, quando ho fame,
dammi qualcuno che ha bisogno di cibo,

quando ho un dispiacere,
offrimi qualcuno da consolare;

quando la mia croce diventa pesante,
fammi condividere la croce di un altro;

quando non ho tempo,
dammi qualcuno che io possa aiutare per qualche momento;

quando sono umiliato,
fa che io abbia qualcuno da lodare;

quando sono scoraggiato,
mandami qualcuno da incoraggiare;

quando ho bisogno della comprensione degli altri,
dammi qualcuno che ha bisogno della mia;

quando ho bisogno che ci si occupi di me,
mandami qualcuno di cui occuparmi;

quando penso solo a me stesso,
attira la mia attenzione su un’altra persona.

Rendici degni, Signore, di servire i nostri fratelli
Che in tutto il mondo vivono e muoiono poveri ed affamati.
Dà loro oggi, usando le nostre mani, il loro pane quotidiano,
e dà loro, per mezzo del nostro amore comprensivo, pace e gioia.

Madre Teresa


Get someone to love

Lord, when I am hungry,
Give me someone who needs food,

when I have a regret,
offer me someone to console;

When my cross gets heavy,
Let me share the cross of another;

when I have time,
Give me someone I can help for some time;

when they are humiliated,
I do have someone to praise;

when they are discouraged,
send me someone to encourage;

when I need the understanding of others,
Give me someone who needs me;

when I need them to take care of me,
send me someone to care;

when I think to myself,
draws my attention to another person.

Make us worthy, Lord, to serve our brothers
What in the world live and die poor and hungry.
It gives them today, using our hands, their daily bread,
and gives them, through our understanding love, peace and joy.

Mother Teresa

Pennellata lieve


Pennellata lieve 

Ed è ascolto intimo 
sono gesti 
un catturare istanti 
nel viaggio dell’anima 
sguardo che spazia 
oltre l’orizzonte 

E’ imbrigliare 
vibranti attese 
per ricercare il senso 
di quel che che origina 
pennellata lieve 

Tavolozza di colori 
sulla tela della vita 
e respiri che strappano 
il percorso del tempo 
tra ieri 
oggi e domani 
mentre una lacrima 
asciuga la speranza 

Sono rotaie impazzite 
per portare lontano 
tutte le paure 
che non sanno urlare 
il dolore impigliato 
in quest’anima in fuga 

26.04.2005 Poetyca 

Small stroke
And it is intimate listening
gestures are
capturing a moment
the journey of the soul
look which ranges
beyond the horizon

It is harnessing
vibrant expectations
to search for the meaning
of what that originates
Small stroke

Color palette
on the canvas of life
breaths and ripping
the path of time
between yesterday
today and tomorrow
as a tear
dries hope

They are crazy rails
to carry out
all fears
who can not scream
pain entangled
in this soul on the run

26.04.2005 Poetyca

Raccolta di attimi


Raccolta di attimi

Frammenti di fissità

c o n t e m p l a n t e

l’instabile tempo
che ormai sfugge
e per me è resa

– non cerco niente –

trattengo emozione
già usata e riciclata

…resta mia

e non si perde

nello sfarfallio di colori
di chi corre e non comprende

10.09.2003 Poetyca


Collection of moments

Fragments of fixity

n t e c o m p l a t e

The unstable time
that now escapes
and for me it made

– Do not try anything –

hold back emotion
already used and recycled

… Remains mine

and not lost

flicker in color
who runs and does not include

10.09.2003 Poetyca

Mondi notturni


🌸Mondi notturni🌸

La notte
spalanco
la finestra
su sogni
sospesi
come stelle
in cielo
e sono
mondi notturni
su binari paralleli
a donare
linfa e senso
ad ogni intento

19.07.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Night worlds

The night
widened
the window
on dreams
suspended
like stars
in the sky
and I’m
night worlds
on parallel tracks
to donate
sap and meaning
to every intention

07.19.2018 Poetyca

Candide parole


lotofiore

Candide parole

Di fronte ad un fiore
dal profumo delicato
scivola sempre lieve
il sapore della resa
come impalpabile presenza
Eppure costante è il ricordo
di quel tempo appena andato
come respiro senza luogo
nell’abbraccio del cuore
Grazie per questa bellezza
nascosta e palese
tra i petali del tuo coraggio
perché anche senza pretese
ogni gesto è manifesta presenza
Sono candide la parole
di chi la notte esprime
con una carezza ed una rosa
quel che la voce ancora
non ha imparato a dire

11.06.2015 Poetyca

Candide words

In front of a flower
delicate fragrance
always slips slightly
the flavor yield
as impalpable presence
Yet it is the constant reminder
of that time just went
as breath placeless
in the embrace of the heart
Thank you for this beauty
hidden and overt
between the petals of your courage
because even unpretentious
every gesture is manifest presence
Are the candid words
who expresses the night
with a caress and a rose
what the voice again
He has not learned to say

06/11/2015 Poetyca

Orizzonti lontani


Orizzonti lontani

Orizzonti lontani
che avvicinano sogni
come palpiti tra le dita
come ali oltre le prigioni
di una mente che cerca

Orizzonti lontani
che sfiorano la vita
ed avvicinano il tempo
che non hai vissuto
per essere briciola
di memoria languida

Orizzonti lontani
che ora raggiungi
con un fremito lieve
per un proiettato pensiero
che varca ogni confine

28.01.2004 Poetyca

Far horizons

Far horizons
that bring dreams
as beats between the fingers
wings as well as prisons
of a mind that seeks

Far horizons
that touch the lives
and near the time
you have not lived
for crumb
Memory languid

Far horizons
join now
with a slight shudder
for a projected thought
that crosses all boundaries

28.01.2004 Poetyca

Nell’abbraccio del cuore


Nell’abbraccio del cuore

Tintinnano campanelle

dal suono fragrante

a spezzare il silenzio

appese ai rami fioriti

di mille speranze

Profumo soave

riempie lo spazio

come carezza:

 interminabile resa

nell’abbraccio del cuore

16.08.2012 Poetyca

In the embrace of the heart

Jingling bells

by the sound fragrant

to break the silence

hanging frombloom branches

a thousand hopes

sweet perfume

fills the space

how to caress

endless surrender

in the embrace of the heart

16.08.2012 Poetyca

Riempire il vuoto – Fill the void


🌸Riempire il vuoto🌸

Noi siamo
il risultato
manifesto
dell’amore
mai ricevuto
Gesti goffi
ed attese mute
non possono
riempirci
il vuoto
Anche se
non abbiamo
mai avuto
dimentichiamo
il nostro passato
Rivoluzioniamo
il nostro essere
quando
allargando le braccia
possiamo donare

19.07.2018 Poetyca
🌸🍃🌸
🌸Fill the void

We are
the result
manifest
of love
never received
Awkward gestures
and silent waits
they can not
fill
the void
Though
we do not have
never had
forget
our past
Transforming
our being
when
spreading our arms
we can donate

07.19.2018 Poetyca

Sapere e conoscere – To know


🌸Sapere e conoscere🌸

Colui il quale
sa molto sul conto di altri,
può essere dotto,
ma chi conosce se stesso
è più intelligente.
Colui il quale
esercita il controllo su altri
può essere potente,
ma più potente ancora
è chi sa dominare se stesso.

Lao Tze

🌸🍃🌸

🌸To know

One who
knows a lot about others,
it can be learned,
but who knows himself
it’s smarter.
One who
exercises control over others
it can be powerful,
but more powerful yet
it is those who can dominate themselves.

Lao Tze