Archivio | 22/01/2020

Solo la morte può morire


 

Solo la morte può morire, non la vita. Ciò che è vivo in te è immortale.
In realtà c’è solo la fonte, scuro di per sé, facendo brillare tutto. Inosservato, provoca la percezione. Impercettibile, provoca sensazione. Impensabile, provoca il pensiero. Non-essere, partorisce all’essere. È lo sfondo immobile di movimento. Una volta che sei lì, sei a casa ovunque.
In realtà non ci sono altri, e per aiutare se stessi vi aiuterà
tutti gli altri.
Ciò che voi siete, il vostro vero io, lo si ama, e tutto ciò che fate, lo fate per la vostra felicità. Per trovarlo, a conoscerlo, ad amare è il vostro impulso di base. Da tempo immemorabile ti ha amato, ma non saggiamente. Usa il tuo corpo e la mente saggiamente al servizio del sé, questo è tutto. Sii fedele a te stesso, ama te stesso assolutamente. Non far finta di amare gli altri come te stesso. A meno che non li hanno realizzati come uno con se stessi, non è possibile amare. Non fingere di essere ciò che non lo sono, non rifiutano di essere quello che sei. Il tuo amore per gli altri è il risultato della conoscenza di sé, non la sua causa. Senza auto-realizzazione, nessuna virtù è genuina. Quando sai di là di ogni dubbio che la stessa vita scorre attraverso tutto ciò che è e tu sei la vita, vi amo tutti naturalmente e spontaneamente. Quando ti rendi conto la profondità e la pienezza di te, sai che ogni essere vivente e l’intero universo sono inclusi nel vostro affetto. Ma quando si guarda a qualcosa di separato da te, non puoi amare se hai paura di esso. Alienazione provoca paura e la paura alienazione si approfondisce. E ‘un circolo vizioso. Solo l’auto-realizzazione può romperlo. Procedi  risolutamente.

 Nisargadatta Maharaj

Only the dead can die, not the living. That which is alive in you is immortal.
In reality there is only the source, dark in itself, making everything shine. Unperceived, it causes perception. Unfelt, it causes feeling. Unthinkable, it causes thought. Non-being, it gives birth to being. It is the immovable background of motion. Once you are there, you are at home everywhere.
In reality there are no others, and by helping yourself you help
everybody else.
That which you are, your true self, you love it, and whatever you do, you do for your own happiness.  To find it, to know it, to cherish it is your basic urge.  Since time immemorial you loved yourself, but never wisely.  Use your body and mind wisely in the service of the self, that is all.  Be true to your own self, love yourself absolutely.  Do not pretend that you love others as yourself.  Unless you have realized them as one with yourself, you cannot love them.  Don’t pretend  to be what you are not, don’t refuse to be what you are.  Your love of others is the result of self- knowledge, not its cause.  Without self-realization, no virtue is genuine.  When you know beyond all doubting that the same life flows through all that is and you are that life, you will love all naturally and spontaneously.  When you realize the depth and fullness of yourself, you know that every living being and the entire universe are included in your affection.  But when you look at anything as separate from you, you cannot love it for you are afraid of it.  Alienation causes fear and fear deepens alienation.  It is a vicious circle.  Only self-realization can break it.  Go for it resolutely.

 Nisargadatta Maharaj

Dal libro I Am That, tradotto da Maurice Frydman da Acorn Press

Il perdono guarisce



Perché, se voi perdonate agli uomini le loro offese,
il vostro Padre celeste perdonerà anche a voi;
ma se voi non perdonate agli uomini le loro offese,
neppure il Padre vostro perdonerà le vostre.

Matteo 6:14-15


Il perdono guarisce

Uno dei maggiori ostacoli alla vera vita cristiana è la mancanza di perdono. Il perdono rende capaci di amare e di crescere, riconcilia con gli altri, cura lo spirito e il corpo.

Il perdono è sorgente di guarigione, guarisce infatti le ferite provocate dal risentimento, rinnova le persone, i matrimoni, le famiglie, le comunità, la vita sociale.

Il perdono è la chiave dei nostri rapporti con Dio, col prossimo e con noi stessi.

Il perdono è una necessità: non possiamo fare a meno di perdonare. Se non perdono non posso essere perdonato!

Il perdono è una decisione: non è un sentimento, ma un atto della nostra volontà. Decido di perdonare anche se non me la sento. È la scelta di amare gli altri così come sono.

Il perdono è uno stile di vita: è lo stile di vita del cristiano che accetta di perdonare sempre, chiunque e per ogni cosa.

Il perdono è un processo, cioè una continua crescita verso la libertà interiore. Non dimentichiamo che alcune esperienze sono così dolorose da richiedere molto tempo trascorso nel perdono.

Chi dobbiamo perdonare?

Come il comandamento ci dice di amare Dio, il prossimo e noi stessi, allo stesso modo dobbiamo esercitare il chiedere e il dare perdono in queste tre direzioni.

A) “Dio”

A volte si prova risentimento verso Dio per le malattie, la morte, le avversità e le disgrazie. Occorre umiliarsi e chiedere perdono a Dio per tutte queste cose che, accusando Dio, causano risentimento e ostacolano la nostra guarigione.

Sembra un caso raro, ma sono molte le persone che ritengono – consciamente o no – che Dio sia colpevole delle loro disgrazie.

B) Perdonare il prossimo

La Bibbia parla ampiamente di questo argomento. L’odio non è solo il maggior ostacolo per ricevere la guarigione, ma molte volte è addirittura causa di infermità. (Luca 6:37)

C) Perdonare se stessi

È impossibile perdonare gli altri, se prima non perdoniamo noi stessi.

Perdonare se stessi significa accettarsi in tutti gli aspetti spirituali, psicologici, fisici e sociali. Significa credere che Gesù perdona ogni aspetto, ogni errore, quando veniamo a Lui chiedendo perdono con umiltà. Gesù ha dato la Sua vita per noi, perciò il senso di colpa non ha più ragione di esistere.

Nella preghiera che segue vengono toccate molte zone significative della nostra vita passata e presente. Spesso questa preghiera può far affiorare altri ricordi della nostra vita che hanno bisogno di perdono.

Preghiera di perdono

Signore Gesù, donami il Tuo Santo Spirito, che è spirito di amore e di perdono, perché mi sostenga e mi guidi in questa preghiera di perdono e mi dia la forza di perdonare tutti, come Tu hai perdonato.

Signore Gesù Cristo, oggi Ti chiedo di poter perdonare tutte le persone della mia vita.

So che Tu me ne darai la capacità e la forza.

Ti ringrazio perché mi ami e desideri la mia felicità.

Signore, io Ti chiedo perdono per tutte le volte che ho pensato che eri Tu la causa delle mie disgrazie (morte, malattia, divisioni familiari…) e la gente diceva che era la “volontà di Dio”. Io Ti chiedo perdono anche per tutte le difficoltà e i problemi economici, perché pensavo che Tu me li inviavi, ai miei familiari e ai miei parenti, per il mio male. Signore, è possibile che abbia conservato questi risentimenti verso di Te, però adesso io Ti chiedo perdono.

Signore, grazie alla Tua misericordia, io posso ricevere da Te il perdono per i miei sbagli, le mie cadute e le loro conseguenze. Grazie per il perdono per tutte le volte che mi sono chiuso verso di Te e verso gli altri. Grazie per il perdono per tutte le scelte sbagliate che ho fatto, per tutte le mie tristezze e angosce quando Ti ho messo da parte; grazie per il perdono per aver calunniato, giudicato, offeso, per non aver amato gli altri.

Grazio perché Tu mi accetti come sono: la mia persona, la mia situazione personale e familiare, il mio corpo e la mia sessualità, i miei complessi di colpa e di inferiorità, i miei egoismi. Ho bisogno del tuo perdono, Signore, e voglio affidarmi al Tuo amore misericordioso e all’azione trasformatrice del Tuo Spirito.

Io perdono mia madre…

La perdono per tutte le volte che non mi ha dato amore, affetto, comprensione, dialogo; per tutte le volte in cui ha avuto dei risentimenti verso di me, per tutte le volte in cui si è arrabbiata con me e mi ha punito.

La perdono per tutte le volte in cui ha preferito a me i miei fratelli e sorelle.

La perdono per tutte le volte che mi ha offeso con parole o atteggiamenti e mi ha chiamato il peggiore dei figli, o quando mi ha rinfacciato quanto le sono costato e quanto ha sofferto per me.

Pietro disse: «Signore, se il mio fratello pecca contro di me, quante volte gli dovrò perdonare? Fino a sette volte?»

Gesù rispose: «Io non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.»

Matteo 18:21-22

La perdono per quando mi ha detto che io non ero desiderato, che sono nato per errore, o che non ero ciò che lei si aspettava.

La perdono per le sue infedeltà coniugali.

La perdono di cuore di tutto, Signore, e Ti prego di darle la Tua benedizione.

Io perdono mio padre…

Lo perdono per tutte le volte che non mi ha dato amore, affetto, attenzione e stima. Lo perdono per tutte le volte che non ha avuto tempo per me, per tutte le volte in cui ha preferito gli amici, il bar, il gioco a me. Lo perdono per la sua abitudine di bere, le sue discussioni e i suoi litigi con la mamma e i miei fratelli.

Lo perdono per tutte le volte che si è arrabbiato con me e mi ha percosso.

Lo perdono per tutte le volte che ha preferito stare fuori casa e per le altre donne che ha avuto.

Lo voglio perdonare perché, con il suo modo di fare, mi ha dato un’idea sbagliata di Dio Padre.

Lo perdono di tutto cuore, Signore, e Ti prego di dargli la Tua benedizione.

Signore, voglio perdonare i miei fratelli e le mie sorelle. Perdono quelli che mi hanno trascurato e allontanato, quelli che hanno mentito sul mio conto, che mi hanno odiato. Li perdono per aver voluto accaparrarsi l’amore dei genitori, li perdono per tutte le volte che mi hanno picchiato e reso la vita difficile. Li perdono per le ingiustizie nella divisione dell’eredità e per tutti i rancori e i risentimenti che ne sono seguiti. Signore, li perdono di cuore e Ti prego di aiutarli con il Tuo amore.

Signore, io perdono di cuore mio marito / mia moglie…

Per ogni mancanza d’amore, d’attenzione, d’affetto, di considerazione, di rispetto, d’appoggio, di comunicazione. Perdono i suoi sbagli, le sue cadute, le sue debolezze, i suoi tradimenti, le sue azioni, il suo disprezzo per me e le sue parole che mi hanno offeso, umiliato e ferito.

Perdono l’incomprensione, la disarmonia e la strumentalizzazione sessuale.

Lo / La perdono di cuore, Signore, e Ti prego di riempirlo/la del Tuo amore.

Io perdono di cuore i miei figli

Li perdono per la loro mancanza di amore, di rispetto, di obbedienza, di aiuto, di interesse e di riconoscenza. Li perdono per i malintesi, le discussioni, le liti, le bestemmie, l’immoralità. Perdono le loro scelte sbagliate, i loro vizi, i loro errori e le amicizie negative. Li perdono per aver abbandonato Te e la chiesa. Perdono il loro egoismo e la loro chiusura.

Li perdono di tutto cuore, Signore, e Ti prego di riempirli del Tuo amore.

Signore, io perdono mio suocero e mia suocera, mio genero e mia nuora, i cognati e le cognate e gli altri parenti acquisiti.

Li perdono per la loro invadenza, le loro critiche, le loro calunnie. Li perdono per quanto hanno detto, pensato, fatto che mi ha danneggiato e causato sofferenza. Li perdono per quando non mi hanno dato aiuto. Li perdono di cuore, Signore.

Signore, voglio perdonare i miei parenti, i nonni, che hanno interferito nella mia famiglia, che sono stati possessivi nei confronti dei miei genitori e sono stati causa di litigi e divisione. Li perdono di cuore, Signore.

E voglio perdonare i miei insegnanti e professori

Li perdono per non esser stati dei veri educatori, perché non mi hanno capito e sostenuto, perché non mi hanno valorizzato, perché mi hanno punito, insultato, trattato ingiustamente. Li perdono per quando mi hanno deriso e offeso. Signore, li perdono di cuore di tutto.

Voglio perdonare di cuore i preti, le suore, i pastori e la chiesa, per tutte le mancanze di aiuto, le loro chiusure, per l’incoerenza e gli scandali che mi hanno allontanato dalla fede. Li perdono di cuore, Signore, e Ti prego di benedirli.

Signore, perdono i dottori, gli infermieri, gli impiegati che mi hanno offeso in diversi modi. Per tutto ciò che di male mi hanno fatto, io li perdono di cuore, Signore.

Perdono tutte le persone che hanno autorità e ne hanno abusato nei miei confronti. Per tutto ciò che di male mi hanno fatto. Voglio perdonare la polizia, i carabinieri, i miei giudici, gli avvocati, le guardie carcerarie, che mi hanno accusato – con accuse vere o false –, deriso, disprezzato, odiato, spersonalizzato. Mi ha fatto così male e ho sofferto così tanto! Voglio perdonarli di cuore, Signore Gesù. Ti prego di benedirli, di dar loro la Tua pace, di liberarli dalle loro colpe. Grazie Signore!

Signore, voglio perdonare il mio datore di lavoro, il mio superiore, perché non mi paga come dovrebbe, perché non apprezza il mio lavoro, per la sua mancanza di comprensione, per il suo carattere insopportabile, per la mancanza di rispetto, per non aver valorizzato le mie capacità. Lo perdono di cuore, Signore.

Voglio perdonare i miei colleghi di lavoro, quelli che mi disprezzano e mi rendono la vita difficile, quelli che mi sovraccaricano di impegni, che mi criticano e mi prendono in giro, che non vogliono collaborare e che si danno da fare per prendere il mio posto. Li perdono di cuore, Signore.

Perdono i miei amici, quelli che mi hanno abbandonato, che mi hanno deluso, che non mi aiutano. Perdono coloro ai quali ho prestato denaro che non mi hanno più restituito, perdono quelli che mi hanno criticato. Li perdono di cuore, Signore.

Perdono i miei vicini di casa, Signore

Li perdono per la mancanza di rispetto nei miei confronti, per la loro arroganza, per il chiasso e per tutto quello che fanno contro di me. Li perdono, Signore.

Signore Gesù, Ti prego in modo particolare per ottenere la grazia di perdonare la persona che mi ha offeso di più. Te la presento, Signore: Tu sai che da solo non riesco a perdonarla. Ma con il Tuo aiuto, Signore, ora la voglio perdonare di cuore e Ti prego di benedirla.

Dopo aver chiesto al Signore la grazia di perdonare, chiediamoGli ora la forza di chiedere perdono a Lui e ai fratelli per il male che noi abbiamo fatto. In questo modo il perdono, dato e richiesto, può guarire e liberare.

Signore, con il Tuo aiuto ora voglio chiedere perdono a ognuna di queste persone che ho ricordato, perché nemmeno io le ho sapute sempre amare, capire, perdonare, affermare, aiutare. Chiedo loro perdono di cuore per averle giudicate, criticate, calunniate, per aver rivelato i loro difetti, i loro errori, le loro confidenze. Chiedo perdono per tutte le volte che, in vari modi, io le ho offese, specialmente mia madre, mio padre, mio marito/mia moglie. Ti prego, Signore, di dare Tu ad ognuno tutto l’amore che io non ho saputo dare.

Ora voglio chiedere perdono a Te, Signore

Ti chiedo perdono per non averTi amato con tutta la mente, con tutto il cuore, con tutte le mie forze e per non aver amato sempre il mio prossimo come me stesso.

Ti chiedo perdono, Signore, per il mio egoismo, per la mia mancanza di riconoscenza, per non aver fatto buon uso dei doni che Tu mi hai dato, per il mio attaccamento ai beni materiali, per il mio allontanamento da Te.

Signore, mi affido al tuo amore.

Ringraziamento

Grazie Signore, perché Tu vuoi la mia felicità.
Grazie perché mi stai liberando e rinnovando con il Tuo amore.
Grazie per la potenza di guarigione che sta passando nella mia vita.
Continua a donarmi il Tuo Santo Spirito
perché mi illumini e riempia con il Suo amore per tutta la mia vita.

Amen.

Autore Tratto e adattato da uno scritto della Comunità Shalom – Rinnovamento nello Spirito – Riva del Garda TN

For if ye forgive men their trespasses,
your heavenly Father will also forgive you;
but if ye forgive not men their trespasses,
neither will your Father forgive your trespasses.

Matthew 6:14-15

Forgiveness heals

One of the biggest obstacles to true Christian life is the lack of forgiveness. Forgiveness makes it possible to love and to grow at peace with others, by the spirit and body.

Forgiveness is a source of healing, it heals the wounds caused by resentment, renews people, marriages, families, communities, social life.

Forgiveness is the key to our relationship with God, with others and with ourselves.

Forgiveness is a necessity: we can not help but forgive. If you do not lose I can not be forgiven!

Forgiveness is a decision not a feeling but an act of our will. I decide to forgive even if you do not feel like it. It is the choice to love others as they are.

Forgiveness is a way of life: it is the lifestyle of a Christian who agrees to forgive always, everyone and everything.

Forgiveness is a process, ie a continuous growth towards inner freedom. Do not forget that some experiences are so painful to take a long time spent in forgiveness.

Who do we forgive?

As the commandment tells us to love God, neighbor, and ourselves, so we have to exercise and to ask forgiveness in these three directions.

A) “God”

Sometimes you feel resentment towards God for the illness, death, hardship and misfortune. It should be humble and ask for forgiveness from God for all these things, blaming God, causing resentment and hinder our healing.

It seems a rare case, but many people believe – consciously or not – that God is guilty of their misfortunes.

B) To forgive the next

The Bible speaks extensively about this. The hatred is not only the greatest obstacle to receiving the healing, but many times it is even due to illness. (Luke 6:37)

C) To forgive yourself

It is impossible to forgive others if we do not forgive ourselves first.

Forgiving oneself is to accept in all aspects of spiritual, psychological, physical and social. It means believing that Jesus forgives every aspect, every mistake, when we come to Him asking for forgiveness with humility. Jesus gave His life for us, so the guilt no longer any reason to exist.

In the prayer that follows will touch many significant areas of our lives, past and present. Often this prayer can bring up other memories of our lives that need forgiveness.

Prayer for forgiveness

Lord Jesus, grant me thy Holy Spirit, which is the spirit of love and forgiveness, because I support and guide me in this prayer for forgiveness and give me the strength to forgive all, as you have forgiven.

Lord Jesus Christ, today I ask you to forgive all the people in my life.

I know that You will give me the ability and strength.

Thank you for loving me and want my happiness.

Lord, I’ll ask your forgiveness for all the times that I thought you were the cause of my misfortunes (death, illness, family divisions …) and people said it was the “will of God.” I’ll ask your forgiveness for all the difficulties and economic problems, because I thought that You sent them to me, to my family and my family, for my bad. Lord, you have kept these resentments towards you, but now I’ll ask your forgiveness.

Lord, by Your mercy, I can receive forgiveness from you for my mistakes, my falls and their consequences. Thank you for forgiveness for all the times I closed towards you and towards others. Thank you for forgiveness for all the wrong choices I made, for all my grief and anguish when I have put aside, thanks for your forgiveness for having slandered, judged, offended, for not having loved others.

Horace because you accept me as I am: my person, my personal and family situation, my body and my sexuality, my feelings of guilt and inferiority, my selfishness. I need your forgiveness, Lord, I entrust to your merciful love and the transforming action of your Spirit.

I forgive my mother …

I forgive her for all the times you did not give me love, affection, understanding, dialogue, and for all the times he had some resentment toward me for all those times when you are angry with me and punished me.

I forgive her for all the times that I preferred my brothers and sisters.

I forgive her for all the times I have offended with words or attitudes, and called me the worst of the children, or when held against me because I cost and how much he suffered for me.

Peter said: “Lord, if my brother sin against me, how many times must I forgive? Up to seven times? “

Jesus answered: “I will not tell you until seven times, but seventy times seven.”

Matthew 18:21-22

I forgive her for when she told me that I was not wanted, that I was born by mistake, or that was not what she expected.

I forgive her for his marital infidelity.

The heart of all forgiveness, Lord, and I beg you to give your blessing.

I forgive my father …

I forgive him for all the times you did not give me love, affection, attention and appreciation. I forgive him for all the times he had no time for me, for all the times in which he preferred his friends, the bar, the game to me. I forgive him for his habit of drinking, its discussions and its quarrels with her mother and my brothers.

I forgive him for all the times you are angry with me and beat me.

I forgive him for all the times she preferred to stand outside the home and the other women had.

I will forgive him because, with his way of doing things, I gave the wrong idea of ​​God the Father.

I forgive him with all my heart, Lord, and I beg you to give your blessing.

Lord, I forgive my brothers and my sisters. I Pardon those who have neglected and alienated, those who have lied about me, I have hated. I forgive them for wanting to grab the love of parents, I forgive them for all the times I have beaten and made life difficult. I forgive them for the injustices in the division of inheritance and for all the grievances and resentments that followed. Lord, forgive them heart and I beg you to help you with your love.

Lord, I forgive my husband’s heart / my wife …

For any lack of love, attention, affection, consideration, respect, support and communication. I forgive his mistakes, his fall, his weaknesses, his betrayals, his actions, his contempt for me and his words that I have offended, humiliated and hurt.

Pardon the misunderstanding, disharmony and sexual exploitation.

Him / her lose heart, Lord, and I beg you to fill it / her of your love.

I lost my heart children

I forgive them for their lack of love, respect, obedience, help, interest and gratitude. I forgive them for misunderstandings, arguments, quarrels, slander, immorality. Lose their bad choices, their vices, their errors and bad friendships. I forgive them for leaving you and the church. They lose their selfishness and their closure.

I forgive them with all my heart, Lord, and I beg you to fill them of your love.

Lord, I forgive my father and my mother-in-law, my son and my daughter-in-laws and in-laws and other laws.

I forgive them for their intrusiveness, their criticisms, their calumnies. I forgive them for what they have said, thought, that I was damaged and caused suffering. I forgive them for when I did not get help. They lose heart, Lord.

Lord, I forgive my parents, grandparents, who interfered in my family, who have been possessive of my parents and have caused disputes and divisions. They lose heart, Lord.

And I will forgive my teachers and professors

I forgive them for not having been true educators, because I have understood and supported, because I do not have appreciated, because I was punished, insulted, treated unfairly. I forgive them for when I have laughed at and insulted. Lord, forgive them for the heart of everything.

I will forgive the heart of the priests, nuns, pastors and church, for all the lack of help, their closures, the inconsistency and the scandals that I have departed from the faith. They lose heart, Lord, Please bless them.

Lord, forgive the doctors, nurses, employees who have offended me in different ways. For all that I have done wrong, I will lose heart, Lord.

I forgive all those who have abused their authority and to me. For all that I have done wrong. I will forgive the police, the carabinieri, my judges, lawyers, prison guards, who have accused me – with allegations true or false -, mocked, scorned, hated, depersonalized. I was so bad and I have suffered so much! I want to forgive them in heart, Lord Jesus Please bless them, give them Your peace, to free them from their sins. Thank you Lord!

Lord, I forgive my employer, my boss, why not pay me as it should, because they appreciate my work, for his lack of understanding, because it is unbearable, the lack of respect for not enhanced my skills. The forgiveness of the heart, Lord.

I want to forgive my colleagues, those who despise me and I make life difficult, as I overload of commitments, which I criticize and tease me, do not want to cooperate and keep themselves busy to take my place . They lose heart, Lord.

Pardon my friends, those who have forsaken me, that I was disappointed that I did not help. I forgive those who have lent money that I have returned more than they lose those who criticize me. They lose heart, Lord.

Pardon my neighbors, Lord

I forgive them for the lack of respect for me, for their arrogance, for the noise and everything they do against me. I forgive them, Lord.

Lord Jesus, I pray especially for the grace to forgive the person who has offended me more. I present you, Lord, Thou knowest that alone I can not forgive her. But with your help, Lord, now I will forgive and heart I beg you to bless it.

After asking God for the grace to forgive, Let us ask now the strength to apologize to him and his brothers for the evil we have done. In this way, forgiveness given and requested, can heal and liberate.

Lord, with your help now I want to apologize to each of these people I mentioned, because not even I sapute I always love, understand, forgive, say, help. I ask their forgiveness for having hearts judged, criticized, maligned, for revealing their faults, their mistakes, their confidences. I ask forgiveness for all times, in various ways, I have offended, especially my mother, my father, my husband / wife. Please, Lord, to give you all the love everyone that I have not been able to give.

Now I want to apologize to you, Lord

I ask your forgiveness for not having loved with all your mind, with all your heart, with all my strength and did not always loved my neighbor as myself.

I beg your pardon, Lord, for my selfishness, my lack of gratitude, for not making good use of the gifts that You have given me, for my attachment to material goods, for my separation from You.

Lord, I entrust to your love.

Thanksgiving

Thank you Lord, because You want my happiness.
I thank you because you’re releasing and renewing with your love.
Thanks to the power of healing that is going through in my life.
Continues to give me your Holy Spirit
enlighten me and fill it with His love for all my life.

Amen.

Author Adapted from a script of the Shalom Community – Renewal in the Spirit – Riva del Garda, TN

Il cuore dell’uomo


osho049

Il cuore dell’uomo è uno strumento musicale,
contiene in sé una musica sublime.
È addormentato, ma è presente:
aspetta solo il momento giusto per battere,
per esprimersi, per suonare, per danzare.
Ed è attraverso l’amore che quel momento arriva.
Un uomo privo d’amore, non saprà mai
quale musica ha portato nel cuore.
Solo attraverso l’amore quella musica inizia ad essere viva,
si risveglia, si trasforma da potenzialità in realtà.

Osho Rajeneesh

☆ ❥☼ღ❥¸¸.☆

The heart of man is a musical instrument,
It contains in itself a sublime music.
It is asleep, but it is this:
just waiting for the right moment to beat,
to express themselves, to play, to dance.
And it is through love that the moment arrives.
A man without love, you will never know
what music he carried in his heart.
Only through love that music starts to be alive,
It wakes up, turns from potential into reality.

Osho Rajeneesh

I Dodici Principi del Buddhismo


16

 

I Dodici Principi del Buddhismo
– Christmas Humphreys

1.    Realizzare la propria salvezza è compito immediato di ogni uomo. Se un uomo fosse ferito da una freccia avvelenata, non tarderebbe a estrarla chiedendo dettagli su chi l’avesse lanciata o sulla lunghezza e altre caratteristiche della freccia. Vi sarà tempo per una comprensione sempre maggiore dell’Insegnamento percorrendo la Via. Intanto, si inizi ad affrontare la vita, quale è, imparando sempre dall’esperienza diretta e personale.

2.    Il primo fatto dell’esistenza è la legge del cambiamento o impermanenza. Tutto ciò che esiste, da una molecola ad una montagna, da un pensiero ad un impero, passa attraverso lo stesso ciclo d’esistenza – nascita, crescita, decadenza e morte. Soltanto la vita è ininterrotta, cercando sempre di manifestarsi in nuove forme. “La vita è un ponte; quindi non costruirci una casa sopra”. La vita è un continuo fluire, e colui che si aggrappa a qualsiasi forma, per quanto splendida, soffrirà resistendo alla corrente.

3.    La legge del cambiamento si applica parimenti all’ “anima”. Nell’individuo non è presente un princîpio immortale e immutabile. Soltanto il ”Senza – Nome”, la Realtà ultima, sta al di là del cambiamento e tutte le forme di vita, incluso l’uomo, sono manifestazioni di questa Realtà. Nessuno possiede la vita che scorre in sé più di quanto la lampadina possegga la corrente che le dà luce.

4.    L’universo è l’espressione della legge. Tutti gli effetti hanno delle cause e l’anima o il carattere dell’uomo sono la somma totale dei suoi precedenti pensieri e azioni. Il karma, nel senso di azione-reazione, governa tutta l’esistenza e l’uomo è l’unico artefice della propria situazione e della sua reazione a essa, della sua condizione futura e del suo destino finale. Mediante retto pensiero e retta azione, egli può gradualmente purificare la sua natura profonda e così, tramite l’auto – realizzazione, col tempo raggiungere la liberazione dalle rinascite. Il processo richiede lunghi periodi di tempo, implicando vita dopo vita in terra, ma alla fine ogni forma di vita raggiungerà l’Illuminazione.

5.    La vita è una e indivisibile, sebbene le sue forme in continuo cambiamento siano innumerevoli e caduche. Non c’è, in verità, alcuna morte, sebbene ogni forma debba perire. Dalla comprensione dell’unità della vita deriva la compassione, un senso di identità con la vita in altre forme. La compassione è descritta come “Legge delle Leggi – eterna armonia” e colui che rompe questa armonia della vita soffrirà conformemente e ritarderà la propria Illuminazione.

6.    Essendo la vita un Tutt’uno, gli interessi della parte dovrebbero essere quelli del tutto. L’uomo, nella sua ignoranza, pensa di poter perseguire con successo i propri interessi e questa mal indirizzata energia egoica produce sofferenza. Egli impara dalla propria sofferenza a ridurne e ad eliminarne definitivamente la causa. Il Buddha insegnò le quattro Nobili Verità:
(a) l’onnipresenza della sofferenza;
(b) la sua causa, il desiderio diretto erroneamente;
(c) la sua cura, la rimozione della causa;
(d) il Nobile Ottuplice Sentiero dell’auto – sviluppo che conduce all’estinzione della sofferenza.

7.    L’Ottuplice Sentiero consiste in Rette (o perfette) Visioni o comprensioni preliminari, Retti scopi o moventi, Retta parola, Rette azioni, Retto sostentamento, Retto sforzo, Retta concentrazione o sviluppo della mente e, alla fine, Retto samadhi, che conduce alla piena Illuminazione. Poiché il buddhismo è un modo di vivere, non una mera teoria sulla vita, percorrere questo Sentiero è essenziale per l’auto-liberazione. “Non fare il male, fai il bene, purifica il tuo cuore: questo è l’Insegnamento dei Buddha.”

8.    La Realtà è indescrivibile e un Dio con attributi non è la Realtà ultima. Ma il Buddha, un essere umano, divenne l’Illuminato e lo scopo della vita è il raggiungimento dell’Illuminazione. Questo stato di coscienza, Nirvana, l’estinzione delle limitazioni dell’io, è raggiungibile sulla terra. Tutti gli uomini e tutte le altre forme di vita contengono la potenzialità dell’Illuminazione e il processo pertanto consiste nel diventare ciò che sei: “Guarda dentro di te: tu sei Buddha”.

9.    Dall’Illuminazione potenziale a quella attuale si colloca la Via di Mezzo, l’Ottuplice Sentiero “dal desiderio alla pace”, un processo di auto-sviluppo tra gli “opposti”, evitando tutti gli estremi. Il Buddha percorse questa strada alla fine e la sola fede richiesta nel buddhismo è la credenza ragionevole che dove una Guida è passata vale la pena anche per noi di passare. La Via deve essere percorsa dall’uomo intero, non solo dalla sua parte migliore, e il cuore e la mente devono essere sviluppate allo stesso modo. Il Buddha fu il pienamente Compassionevole come il pienamente Illuminato.

10.    Il buddhismo sottolinea fortemente la necessità della concentrazione interiore e della meditazione, che portano in tempo allo sviluppo delle facoltà spirituali. La vita interiore è altrettanto importante quanto l’attività quotidiana e periodi di quiete per l’attività interiore sono essenziali per una vita equilibrata. Il buddhista dovrebbe essere sempre “consapevole e padrone di sé”, astenendosi dall’attaccamento mentale ed emozionale verso “il fuggevole spettacolo della vita”. Questo atteggiamento sempre più attento alle circostanze, che egli sa essere sua stessa creazione, lo aiuta a tenere sempre sotto controllo le proprie reazioni.

11.    Il Buddha disse: “Lavora con impegno per la tua salvezza”. Il buddhismo non riconosce autorità che detenga la verità salvo l’intuizione dell’individuo e questa è un’autorità valida solo per lui. Ciascun uomo subisce le conseguenze delle sue stesse azioni e in tal modo impara mentre aiuta i suoi simili a raggiungere la stessa liberazione; né la preghiera al Buddha o a un altro dio impedirà a un effetto di seguire la sua causa. I monaci buddhisti sono maestri ed esempi e in nessun senso intermediari tra la Realtà e l’individuo. Verso le altre religioni e filosofie è praticata la massima tolleranza, nessun uomo ha il diritto di interferire nel percorso del suo simile verso la Meta.

12.    Il buddhismo non è pessimista, non è una via di fuga dalla realtà e neppure nega l’esistenza di Dio o dell’anima, dando tuttavia un proprio significato a questi termini. È, al contrario, un sistema di pensiero, una religione, una scienza spirituale e uno stile di vita ragionevole, pratico e che tutto abbraccia. Per più di duemila anni ha soddisfatto i bisogni spirituali di quasi un terzo dell’umanità. Attrae il mondo occidentale perché non ha dogmi, soddisfa la ragione e il cuore, è basato sulla fiducia in sé stessi associata alla tolleranza verso gli altri punti di vista, abbraccia la scienza, la religione, la filosofia, la psicologia, l’etica e l’arte e punta unicamente sull’uomo quale creatore delle sua vita presente e unico autore del proprio destino.

Questo documento è facilmente reperibile in Internet, questa versione mi è stata data da Stalker che scrive su free.it.religioni.buddhismo. Il secondo paragrafo introduttivo credo sia opera sua e comunque evidenzia la conoscenza della facilità di illusione posseduta dalle parole. Un proverbio orientale che esprime l’idea è “Stolto è colui che invece di guardare la luna guarda il dito che la indica”, probabilmente essere nella retta via coincide con la comprensione profonda di questo proverbio.

❤ ❤ ❤

The Twelve Principles of Buddhism
– Christmas Humphreys

1 . Carry out their own salvation is the immediate task of every man. If a man were wounded by a poisoned arrow , would soon pull asking details about who had thrown or the length and other characteristics of the arrow. There will be time for even greater understanding of the Teaching along the way. Meanwhile , he begins to deal with life , which is always learning from direct and personal.

2 . The first fact of existence is the law of change or impermanence . Everything that exists , from a molecule of a mountain, from a thought to an empire , passes through the same cycle of existence – birth, growth, decay and death . Only life is uninterrupted , always trying to manifest itself in new forms . “Life is a bridge , so do not build a house on it.” Life is a continuous flow , and he who clings to any form , however splendid , will suffer by resisting the current .

3 . The law of change applies equally to ‘ “soul.” In the individual does not have an immortal and immutable principle . Only the ” No – Name ” , the Ultimate Reality , is beyond change and all forms of life, including man, are manifestations of this Reality . No one owns the life that flows in him any more than the bulb owns the current that gives light.

4 . The universe is an expression of the law. All effects have causes and the soul or character is the sum total of his previous thoughts and actions. Karma , meaning action-reaction , governs all existence and man is the only architect of his own situation and his reaction to it , his future condition and his final destiny . By right thinking and right action, he can gradually purify his inner nature , and so , through self – realization, with time to attain liberation from rebirth . The process requires long periods of time , involving life after life on earth , but in the end all life will reach Enlightenment.

5 . Life is one and indivisible, although its ever-changing forms are innumerable and perishable . There is , in truth, no death, though every form must perish . From the understanding of the unity of life comes compassion, a sense of identity with the life in other forms. Compassion is described as ” Law of Laws – eternal harmony ” and the one who breaks this harmony of life will suffer accordingly and delay his own Enlightenment.

6 . Life being a Oneness , the interests of the party should be those of the whole. The man , in his ignorance , he thinks he can successfully pursue their own interests and this misguided soul energy leads to suffering . He learns from his suffering to reduce and finally eliminate the cause. The Buddha taught the four noble truths :
( a) the omnipresence of suffering ;
( b ) its cause , the desire wrongly directed ;
( c) its care , the removal of the cause ;
( d ) the Noble Eightfold Path of self – development that leads to the extinction of suffering.

7 . The Eightfold Path consists Lines (or perfect) Views or preliminary insights , Righteous purpose or motive, right speech, right action , right livelihood, right effort, right concentration or development of mind and , in the end , Right Samadhi , which leads to full enlightenment . Because Buddhism is a way of life , not a mere theory of life , take this Path is essential to self- liberation. ” Do no evil , do good, cleanse your heart : this is the Teaching of the Buddha. “

8 . Reality is indescribable and a God with attributes is not the ultimate Reality . But the Buddha , a human being , he became the Enlightened and the purpose of life is the attainment of enlightenment. This state of consciousness , Nirvana , the extinction of the limitations of the ego, can be reached on earth. All men and all other forms of life contain the potentiality of Enlightenment and the process therefore consists in becoming what you are, ” Look inside yourself : you are Buddha.”

9 . From lighting to the current potential lies the Middle Way , the Eightfold Path ” by a desire for peace ,” a process of self-development among the ” opposites” , avoiding all extremes . The Buddha trod this path to the end and the only faith required in Buddhism is the reasonable belief that where a Guide has passed is worth for us to pass. The Way must be trodden by the whole man , not only from its best part , and the heart and mind must be developed in the same way . The Buddha was the All- Merciful as the fully Enlightened One.

10 . Buddhism strongly emphasizes the necessity of inward concentration and meditation , leading in time to the development of the spiritual faculties . The inner life is as important as the daily activity and periods of quietude for inner activity are essential for a balanced life. The Buddhist should always be ” aware and self-possessed ‘, refraining from mental and emotional to ” the passing show of life. ” This attitude increasingly attentive to the circumstances which he knows to be his own creation , helps him to keep an eye on their reactions .

11 . The Buddha said, ” Work hard for your salvation .” Buddhism does not recognize authority who holds the truth save the intuition of the individual and this authority is valid only for him. Each man is suffering the consequences of his own actions and thereby learn while helping his fellow man to reach the same liberation , nor the prayer to the Buddha or another god will prevent an effect to follow his cause. Buddhist monks are teachers and examples and in no sense intermediates between Reality and the individual. Towards other religions and philosophies maximum tolerance is practiced , no man has the right to interfere in the path of his fellow man to the Goal .

12 . Buddhism is not pessimistic , it is not an escape from reality and even denies the existence of God or the soul, however, giving its own meaning to these terms. It is , on the contrary , a system of thought , a religion , a spiritual science and a way of life reasonable, practical and all-embracing . For more than two thousand years it has satisfied the spiritual needs of nearly a third of mankind. It attracts the Western world because it has no dogmas , satisfies the reason and the heart , is based on self-confidence associated with tolerance for other points of view , embraces science, religion, philosophy , psychology , ethics and art and tip man alone as the creator of his present life and sole author of his own destiny .

This document is readily available on the Internet , this version was given to me by Stalker who writes about free.it.religioni.buddhismo . The second introductory paragraph of his work and I think it still shows the knowledge possessed by the illusion of easy words. An Eastern proverb that expresses the idea is ” fool is one who instead of looking at the moon looks at the finger that indicates ” probably be in the right path coincides with the deep understanding of this proverb .

http://www.kensan.it/articoli/Buddhismo.php

Il silenzio


22

Il silenzio

Il silenzio ha molte qualità. C’è il silenzio fra due rumori, il silenzio fra due note e il silenzio che si allarga nell’intervallo fra due pensieri. C’è il singolare, quieto, pervadente silenzio che si diffonde in campagna alla sera; c’è il silenzio nel quale si ode il latrato di un cane in lontananza o il fischio di un trano che arranca per una ripida salita; il silenzio che regna in una casa quando tutti sono andati a letto e il suo particolare risalto quando ti svegli nel cuore della notte e ascolti un gufo gridare nella valle; e c’è il silenzio che precede le risposte della compagna del gufo. C’è il silenzio di una vecchia casa abbandonata, e il silenzio di una montagna; il silenzio fra due esseri umani quando hanno visto la stessa cosa, sentito la stessa cosa, e agito. Quella notte, specialmente in quella valle remota con le antichissime colline e i loro macigni di forma singolare, il silenzio era reale come le pareti che toccavi. E tu guardavi dalla finestra le stelle luccicanti. Non era un silenzio autoprodottosi; non era perchè la terra fosse quieta e gli abitanti del villaggio fossero addormentati, ma veniva da ogni dove, dalle stelle remote, da quelle colline scure e dalla tua mente, dal tuo cuore. Questo silenzio sembrava coprire tutto, dal più piccolo granello di sabbia del greto del fiume – che conosceva acqua corrente solo quando pioveva – all’alto, frondoso fico di Banian e una leggera brezza che cominciava a spirare. C’è il silenzio della mente che non è mai toccata da alcun rumore, da alcun pensiero o da l’effimero vento dell’esperienza. Questo è il silenzio innocente, e pertanto infinito. Quando c’è questo silenzio della mente, da esso scaturisce l’azione e questa azione non è causa di confusione o infelicità. La meditazione di una mente che sia totalmente in silenzio è la benedizione che l’uomo sempre cerca. In questo silenzio ogni qualità del silenzio c’è. C’è quello strano silenzio che regna in un tempio o in una chiesa sperduta nella campagna, senza il rumore dei fedeli e dei turisti; e il pesante silenzio che regna nell’acqua è parte di quello che è fuori del silenzio della mente. La mente meditativa contiene tutte queste varietà, tutti questi cambiamenti e movimenti del silenzio. Questo silenzio della mente è la vera mente religiosa, e il silenzio degli dèi è il silenzio della terra. La mente meditativa scorre in questo silenzio, e l’amore è la via di questa mente. In questo silenzio c’è la pace.

 Juddu Krishnamurti

The silence

The silence has many qualities . There is the silence between two noises, the silence between two notes and the silence that grows in the interval between two thoughts . There is a unique , quiet , pervading silence that spreads in the countryside in the evening , there is the silence in which you can hear the barking of a dog in the distance or the whistle of a Trano trudging up a steep hill , the silence that reigns in a house when everyone went to bed and its particular prominence when you wake up in the middle of the night and hear an owl cry in the valley , and there is the silence that precedes the responses of the companion of the owl. There is the silence of an old abandoned house , and the silence of a mountain , the silence between two human beings when they saw the same thing, heard the same thing , and acted. That night, especially in the remote valley with ancient hills and boulders in their singular form , the silence was as real as you touched the walls . And you looked out the window at the stars shining . It was a silence autoprodottosi ; was not because the earth was quiet and the villagers were asleep , but it came from everywhere, from distant stars , those dark hills and from your mind , from your heart. This silence seemed to cover everything , from the smallest grain of sand in the bed of the river – who knew running water only when it rained – the high , leafy fig Banian and a light breeze began to blow . There is the silence of the mind that is never touched by any noise from any thought or experience the fleeting wind . This is the innocent silence , and therefore infinite. When there is this silence of the mind , the action flows from it and this action does not cause confusion or unhappiness. Meditation of a mind that is totally silent is the blessing that man always looks for. In this silence every kind of silence there . There is this strange silence that reigns in a temple or a church in the remote countryside, without the noise of the faithful and tourists, and the heavy silence that reigns in the water is part of what is out of the silence of the mind . The meditative mind contains all these varieties , all of these changes and movements of silence. This silence of the mind is the true religious mind , and silence is the silence of the gods of the earth. The meditative mind flowing into this silence, and love is the way of this mind. In this silence there is peace .

 Juddu Krishnamurti

Totalità


aforismi

“L’universo comprende tutto l’essere in una totalità;. Per niente ciò che esiste è fuori o oltre l’essere infinito, in quanto quest’ultimo non è al di fuori o al di là”

Giordano Bruno, della causa, principio, e l’Unità (dialogo quinto).

 

♥ ♥ ♥

“The universe comprises all being in a totality; for nothing that exists is outside or beyond infinite being, as the latter has no outside or beyond.”
Giordano Bruno, On the Cause, Principle, and Unity (fifth dialogue).

Pazienza…


Pazienza…

A volte, per me,
è difficile restare calmo.
Eh sì,mi agito facilmente.
È anche per questo
che mi sono dedicato allo yoga
e alla meditazione,
per cercare di stare calmo.
Non bisogna vergognarsene.
È inevitabile agitarsi
in questo mondo frenetico.
Andiamo sempre di corsa,
mangiamo di corsa,
facciamo l’amore di corsa!
Comunque consiglio
di praticare yoga
a tutte quelle persone
che si agitano facilmente.
Fatelo! È un rimedio naturale
che ci preserverà la salute…

Giuseppe Bustone