Archivio | 24/06/2020

Maree senza nome – Unnamed tides


Maree senza nome
A volte la diga del sentire
non ha argini
ma nulla si sa dire
….perchè mancano parole
Allora chiudi gli occhi
…e resta in silenzio
ascolta il cuore
e ti sentirai trasportare
da maree senza nome
10.09.2010 Poetyca

Unnamed tides
Sometimes the feel of the dam
banks did not
but nothing you can say
…. Because words are missing
So close your eyes
… And remains silent
listen to your heart
and feel go
tides unnamed
10.09.2010 Poetyca

Poesia – Poetry


Poesia

E se la poesia fosse
come uno specchio?
Non tutti infatti
guardano come attraverso
una finestra aperta
sulla mente e sul cuore
di chi scrive,
spesso infatti
si cerca di focalizzare
la propria immagine,
il proprio sentire
e dunque ogni scritto
diventa una veste
cucita addosso a chi legge.

14.09.2017 Poetyca

Poetry

And if poetry was
like a mirror?
Not all of them
they look like through
an open window
on the mind and on the heart
of those who write,
often in fact
you try to focus
its own image,
your own feel
and therefore every writing
it becomes a dress
sewn on the reader.

14.09.2017 Poetyca

Noi siamo di Dio – We are God – Mahatma Gandhi


7

Noi siamo di Dio
Noi non possiamo essere Dio, ma siamo di Dio,
proprio come una goccia d’acqua è dell’oceano.
Immaginatela strappata all’oceano e
gettata milioni di miglia lontano.
Diventa indifesa,
strappata dal suo ambiente e impossibilitata
a sentire la forza e la maestà dell’oceano.
Ma se qualcuno le mostrasse che essa è oceano,
la sua fede rivivrebbe,
essa danzerebbe gioiosamente
e l’intera forza e maestà dell’oceano si rifletterebbero in lei.
Mahatma Gandhi
We are God
We can not be God, but we are of God,
just like a drop of water is ocean.
Think of it torn ocean and
thrown millions of miles away.
Become a helpless,
torn from its environment and unable
to feel the power and majesty of the ocean.
But if someone showed that it is ocean,
his faith alive
it joyfully in dance
and the full force and majesty of the ocean would reflect in her.
Mahatma Gandhi

Notte – Night


Notte

Nella notte
attendo
il silenzio
figlio
del placare
di voci
e di rumori
Io vivo
lontano
dal contagio
di parole
e suoni
estranei
al mio sentire

23.08.2017 Poetyca

Night

In the night
I’m waiting
silence
son
of calm
of rumors
and noises
I live
far
from contagion
of words
and sounds
outsiders
to my feelings

23.08.2017 Poetyca

A quattro mani


🌸Danza d’amore🌸

Impalpabile
è il flusso
senza tempo
oltre silenzi
e parole

Ascolta
al centro
del tuo essere
energia instancabile
nella danza d’amore

🌈
Vento
a rimescolare
dolci esperienze
d’anime

Sete
di epocali
attimi
cosparsi
su cuori
uniti

Poetyca e Giuseppe Bustone
🌸🍃🌸#aquattromani
🌸Dance of love

Impalpable
is the flow
timeless
beyond silences
and words

Listen
in the center
of your being
tireless energy
in the dance of love

🌈
Wind
to scramble
sweet experiences
of souls

Thirst
of epochals
instants
sprinkled
on hearts
united

Poetyca and Giuseppe Bustone

Giovane Angelo – Young Angel


Giovane Angelo

Resti in attesa
nel tempo
che inganna
tu che conosci
armonie di suoni
e tavolozze di colori

Nell’ordine sparso
di fogli e rime
ricerchi sempre
le voci lontane
-quelle interiori-
ti sfiorano dentro

Nel mondo
tu resti
come colomba
e dalla scena
ti stacchi
-prospettiva diversa-

Diversi i passaggi
che incidono dentro
mutano i cuori
-spuntano ali-
a dare una forma
all’indefinito

Gioia per te
si prospetta
in un battito
-il tuo sentire-
muti le penne
guardando il sole

18.08.2002 Poetyca

Young Angel

Look forward
in time
misleading
you know that
harmonious sound
and color palettes
Order scattered
sheets and rhymes
Always seek
the distant voices
-Those inner-
you in touch
Worldwide
You remain
as a dove
and from the scene
you fall
-Perspective-
Several steps
affecting in
change the hearts
-Sprout wings-
to shaping
indefinite
Joy for you
promises
in a heartbeat
Feel-your-
silent pens
watching the sun
18.08.2002 Poetyca

Io sono – Look, “I am” by Osho


Senti “Io sono” di Osho

Esisto. Vai in profondità in questa sensazione. Mettiti seduto e vai in profondità in questa sensazione: Esisto, sono. Sentilo, non pensarci, perché puoi anche dire con la mente: “Io sono”, ma non serve a nulla. La testa è la tua rovina. Non ripetere nella testa: “Io sono,io esisto”. È inutile, non ha senso.

Sentilo nelle ossa, sentilo in tutto il corpo, sentilo come un’entità totale, non solo nella testa. Senti: “Io sono”. Ma non usare le parole: “Io sono”.

Non farne un mantra che continui a ripetere: “Io esisto”. Non occorre.Tutti lo sanno, anche tu, che esisti; non occorre dirlo, è inutile.Sentilo: “Io esisto”. Sentirlo è una cosa diversa, molto, molto diversa.

Prova. Puoi farlo dovunque; in autobus o in treno, mentre sei seduto o sdraiato sul tuo letto, cerca di sentire l’esistenza com’è; non pensarci.

Quando inizi a sentire l’esistenza, il mondo intero diventa vivo per te in modo completamente nuovo, come non l’avevi mai conosciuto prima.Passi per la stessa strada, ma non è la stessa, perché ora sei radicato nell’esistenza. Incontri gli stessi amici, ma non sono gli stessi, perché tu sei diverso.

Quando sei radicato, diventi tutt’uno con l’esistenza, ed essa esiste per te. Non sei un mendicante, all’improvviso sei diventato un imperatore.

E poi mentre lo senti, non creare limiti. Sentilo come infinito. Non creare un confine, perché non c’è. Non finisce mai. Il mondo non inizia da nessuna parte e non finisce da nessuna parte. L’esistenza non ha né inizio né fine. Anche tu non hai inizio e non hai una fine.

Look, “I am” by Osho

Exist. Go deep into this feeling. Sit up and go deep into this feeling: There are. Feel it, do not think, because you can also say with the mind: “I am”, but not useless. The head is your downfall. Do not repeat in my head: “I am, I exist.” It’s useless, it makes no sense.

Feel it in my bones, feel it throughout your body, feel it as a total entity, not just in the head. Listen: “I am”. But do not use the words: “I am”.

Do not make a mantra that keeps repeating: “I exist”. Occorre.Tutti not know it, too, that you exist, needless to say, is inutile.Sentilo: “I exist”. Feel it is a different thing, very, very different.

Test. You can do it anywhere, by bus or train, while sitting or lying on your bed, try to feel that there is; not think about it.

When you start to feel the existence, the whole world comes alive for you in a completely new, like you’ve never met prima.Passi the same road, but it is not the same, because now you are rooted in life. Dating the same friends, but are not the same, because you’re different.

When you are rooted, you become one with existence, and it exists for you. You are not a beggar, suddenly you become an emperor.

And then when you feel it, do not create limitations. Feel it as infinite. Do not create a border, because there is not. It never ends. The world does not start from nowhere and ends nowhere. The existence has no beginning and no end. Although you did not start and does not have an end.

Pazienza – Patience – Dalai Lama


🌸Pazienza🌸

“Dall’avversità
possiamo imparare
il valore della pazienza.

Dalai Lama
🌸🍃🌸#pensierieparole
🌸Patience

“From adversity
we can learn
the value of patience.

Dalai Lama

Onde – Waves


🌸Onde🌸

In questa vita
sono onde
tra attese
ed emozione

Tutto arriva
e passa
a dare senso
ad ogni passo

Tu fermati
ed osserva
il sottile
itinerario

Brilla
al buio
oltre silenzi
e parole

17.06.2020 Poetyca
🌸🍃🌸#Poetycamente
🌸Waves

In this life
they are waves
between waits
and emotion

Everything arrives
and pass
to make sense
at every step

You stop
and watch
the subtle
itinerary

You shines
in the dark
beyond silences
and words

17.06.2020 Poetyca

Riflettendo tra me e me


Immagine di Giuseppe Bustone

Riflettendo tra me e me

Spiegando le ali di una fantasia sempre vigile
ad attimi sempiterni e fitti di retorica

Giace accanto a me la mia solitudine
e mi faccio compagnia con essa

Ora rivolgo a Dio disilluse suppliche
che rimembrano eco lontane

Di audaci favole
che nel tardo assopirmi
ormai provato da fatica di non più giovane
ma non ancor vecchio vivere.

Giuseppe Bustone